HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Il Quinto Suggello di William Marrion Branham è stata predicata il 63-0322 La durata è di: 2 ore 44 minuti .pdf La traduzione VGR
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf   
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Il Quinto Suggello

Chiniamo i capi ora per la preghiera.

2     Benevolo Padre Celeste, l'Onnipotente Iddio, Colui che ha riportato Gesù Cristo dai morti, e ce Lo ha presentato in questi ultimi giorni, nella Potenza dello Spirito Santo, noi siamo riconoscenti per queste potenti visitazioni dell'immortale Iddio. Ed ora, Padre, stiamo affrontando un'altra ora, un'ora che potrebbe cambiare la destinazione Eterna di molte persone.

3     E ad accostare questo, Signore, noi siamo insufficienti. Poiché, si trova nelle Scritture, che: "L'Agnello prese il Libro ed aprì i Suggelli".

4     O Agnello di Dio, vieni avanti, noi preghiamo. Ci rivolgiamo a Te, Signore, il grande Redentore. Vieni avanti e mostraci il Tuo piano di redenzione che è stato nascosto durante gli anni, spezzando questo Quinto Suggello per noi stasera, Padre, e che riveli ciò che sta sotto quel Suggello per noi; affinché possiamo andarcene Cristiani migliori di quanto lo siamo ora, sì che possiamo essere meglio adatti per il compito che sta avanti. Lo chiediamo nel Nome di Gesù. Amen.

Sedetevi.

5     Buona sera, amici. Ritengo questo un grande privilegio d'essere qui stasera, su questo grande evento. Non conosco alcun posto in cui potrei sentirmi meglio, che d'essere nell'opera del Re. E venendo ora specialmente su queste lezioni su cui stiamo aspettando; se Egli non me Lo rivelasse, io non potrei darLo a voi. Non cerco di usare alcuno dei miei pensieri o qualcosa del genere; ma solo come Egli Lo darà. Proprio così. Ed io—io sono certo, che se non uso i miei pensieri, allora Esso viene nel modo che è sempre venuto. E durante tutta la vita Ciò non è mai stato errato. Nemmeno Lo sarà questa volta.

6     Ora, siamo gloriosamente e molto, molto grati per quello che Egli ha fatto per noi, per la grande mano misteriosa dell'Iddio vivente! Quale cosa più grande potrebbe esserci, quanto più potremmo essere noi un popolo privilegiato, che di avere nella nostra presenza il Re dei re, il Signore dei signori?

7     Probabilmente noi suoneremmo i fischietti e—e isseremmo le bandiere, e stenderemmo i tappeti e ogni cosa simile, perché il Presidente della nazione verrebbe in città. Ma, pensate, ciò andrebbe bene, e sarebbe un onore per la città.

8     Ma pensate. Nel nostro piccolo, umile tabernacolo, stasera, noi invitiamo il Re dei re, Dio. E noi non… Egli non desidera che siano tirati fuori tappeti, e così via. Egli desidera che siano presentati cuori umili, cosicché Egli possa prendere questi cuori umili e rivelare loro le—le buone cose che Egli ha in serbo per tutti coloro che Lo amano.

9     Ora, abbiamo chiesto... E ho una testimonianza che mi piacerebbe dare. Ora, se in questo mi sbaglio; l'ho appena udita, e potrebbe darsi che mi sbaglio. Ma penso che le persone sono qui, quelle a cui la testimonianza si riferisce.

10   E allora, alcuni giorni or sono, quand'ero dunque a casa mia, in—in Arizona, abbiamo ricevuto una chiamata la quale diceva che c'era un ragazzino che aveva la febbre reumatica. E quella va al cuore. E lui era un tale… Suo padre e sua madre sono dei miei cari e preziosi amici. Era uno dei nostri diaconi qui, della chiesa, il Fratello Collins. Il suo figlioletto, il piccolo Michey, il compagno di gioco di Joe, soffriva di febbre reumatica del cuore. E i dottori lo avevano mandato a casa, l'avevano messo a letto, e dissero ai genitori di non farlo neanche alzare, né di sollevargli la testa, per bere un sorso d'acqua. Stava tanto male che doveva bere con una cannuccia. E i genitori, fedeli, vengono qui al tabernacolo, e credono.

11   E alcune sere fa, per non fare aspettare, abbiamo annunciato i servizi di guarigione per Domenica. Però, giacché avremmo dovuto rispondere alle domande, abbiamo dunque dovuto tralasciare il servizio di guarigione.

12   E io dunque avevo qualcosina che continuavo a tenere dentro di me, nel mio cuore.

13   E la madre e il padre volevano sapere se potevano portare il bambino nella—la camera. Ed essi portarono là il figlioletto, e lo Spirito Santo lo dichiarò guarito.

14   E così, i genitori, avendo rispetto di questo, portarono a casa il figlioletto, e lo mandarono a scuola, semplicemente lo mandarono a scuola.

15   Il dottore lo venne a sapere, così il dottore non fu d'accordo con una simile cosa. Così, disse alla madre che il bambino doveva stare a letto, naturalmente. E lei gli raccontò la storia. E penso che l'uomo sia un, comprendo io, che sia un credente Cristiano, in una denominazione. Il dottore è un—un Avventista del Settimo Giorno. E così lui disse: "Ebbene, lei dovrebbe...  è tempo che io esamini il bambino". Disse: "Lei dovrebbe almeno farlo esaminare".

Lei disse: "Benissimo".

16   Portò giù il bambino, e il dottore esaminò il sangue, dove risiede la febbre reumatica. E così comprendo che il dottore era così sbalordito che non sapeva cosa fare. Il fanciullo è perfettamente normale, sano e in salute, non un?... fu trovato.

17   Ora, sono qui i Collins? Forse l'ho raccontato male. Voglio... È esatto, Sorella Collins? Sì. Va bene. Sì. Ecco il piccolo Michey Collins, di circa sei, sette anni.

18   E ciò è accaduto proprio nella camera, circa tre sere fa. Oh, essi… Doveva esserci Qualcuno in quella camera oltre all'essere umano! Era il—il grande e potente Geova, proprio così, che viene per onorare la Sua Parola. E io—io sono così grato d'udire ciò. Vedete? So che lo siamo tutti. Non solo io, ma lo siamo tutti, poiché, e se quello fosse—fosse il vostro figlioletto o il mio figlioletto?

19   E, ricordate, sto dando testimonianza, una a caso, e ne scelgo una qui e una là. Accade dappertutto, ma per farvi sapere che—che il mio vero ministerio è sulla guarigione Divina. Ma voi.. . Sono qui per questi Suggelli. Poiché, un po' più tardi, capirete perché dovevo fare questo. E, così, non sono un insegnante, non sono un teologo. Io—io prego per i malati, e amo il Signore. Ed ora, ora in questo, sebbene, quello.

20   Ieri sera abbiamo dato testimonianza della ragazzina... Ho il suo nome. E Billy lo ha qui ora, da qualche parte, dei suoi genitori e chi essi sono. E questa ragazzina si trovava all'ultimo stadio di leucemia, quasi… Tanto male che non la si poteva nutrire più da questa bocca; lei doveva essere… il suo sangue trasfuso attraverso le vene. E lei era piuttosto bellina. Era piccola per la sua età, circa come questa piccola signora qui, suppongo. Ma lei era alta circa così, molto... Loro erano come molti di noi. Lo si poteva vedere dai vestiti della bambina, che… e dei genitori, che erano molto poveri, poverissimi, e, così, però veramente riverenti. E lo Spirito Santo dichiarò quella bambina guarita.

21   Ora, pensateci, con la leucemia, quella piccolina. E il sangue era così malato, che non si poteva più neanche nutrire dalla bocca. Si doveva prendere, andare all'ospedale e prendere il sangue, o la trasfusione attraverso le vene, nutrirla; suppongo il glucosio, o cosa mai sia. Non so quali termini medici adoperano per quella malattia, ma, comunque si doveva nutrire in quel modo. E prima che la bambina lasciasse il luogo, piangeva per un hamburger.

22   E i genitori, dopo che ebbero udito lo Spirito Santo, del COSÌ DICE IL SIGNORE, vedete, loro...E, loro, forestieri, non sono mai stati nei paraggi prima. Ma loro… Una—una vecchia coppia buona che ha preso per sé il proprio posto qui, alcuni minuti fa, il Fratello e la Sorella Kidd, li avevano istruiti su ciò che fare, e a cosa dare ascolto. E la bambina ha mangiato i suoi pasti sulla via di casa.

23   Due o tre giorni dopo di ciò, a scuola. E andarono dal dottore, e il dottore fu così sbalordito! Disse: "Nella bambina non s'è trovata neanche una traccia di leucemia". Vedete? Ora, è successo istantaneamente nel suo punto preciso con la Potenza dell'Onnipotente Iddio, che prende un flusso sanguigno e lo purifica, proprio in quel modo, e—e rimette la pulsazione del—della nuova vita lì dentro. Poiché, il vostro—vostro flusso sanguigno è la vostra vita, mortale. E creare nuove cellule, e ripulire le vecchie! E—e ciò che è, è assolutamente… Io direi questo, è un atto creativo dell'Onnipotente Iddio; che prende un—un flusso sanguigno che è contaminato col cancro, tanto che la piccoletta era pallida e gonfia, e, nel tempo di pochi momenti, ha un flusso sanguigno nuovo di zecca!

24   Credo… Non parlerò nel Suo Nome; lo dirò nella mia… nella rivelazione della mia fede, quant'è accaduto nel Sabino Canyon l'altro giorno. Credo che si sta approssimando l'ora, in cui arti mancanti saranno restaurati, e la gloriosa Potenza del Creatore. Io—io credo, che se Egli può fare apparire uno scoiattolo, che non ha… Qui c'è l'uomo o la donna, che hanno una parte mancante. E quello è l'animale intero in se stesso. Egli è Dio. Io—io Lo amo.

25   Bene, ora, ho cominciato su quei soggetti, e continuiamo a parlare. E le persone attorno alle pareti e che stanno in piedi negli ingressi e nelle camere, e così via, così arriverò direttamente al Messaggio.

26   E voglio dire questo, e voglio rendere grazie a Colui che è onnipresente. E, che, oggi, non sapendo nulla di quel Quinto Suggello, Esso è venuto in quello stesso modo misterioso, stamani, circa un'ora prima dell'alba, quand'ero fuori in preghiera. E oggi.

27   Ho trascorso questi ultimi cinque o sei giorni, in una cameretta, senza vedere nessuno. Esco a mangiare i miei pasti con un—con un amico, con alcuni dei miei amici qui. E, certamente, sapete chi è quell'amico, sono il Fratello e la Sorella Wood. Sì. E—e sapete, e sono passato lì e—e sono rimasto con loro, e tutti sono stati gentili. E non c'è stato niente, semplicemente.

28   Cerco di restare proprio con quel Messaggio di questi Suggelli. Esso è importante. Credo che sia—sia l'ora del Suo tempo rivelatore, della rivelazione di Ciò.

29   E ora voglio che siate sicuri ora, presto, prima che, non appena potete, annotate le vostre comprensioni sconosciute di— di questi Sette Suggelli, se ne avete, e mettetele sulla scrivania. E forse il Fratello Neville o qualcuno potrebbe mettere qua sopra una scatola. [Qualcuno dice: "La scatola è qui".—Ed.] Oh, qui—qui, le vedo ora. Va bene. Vorrei piuttosto averle stasera, affinché possa magari studiarvi sopra un po', per Domenica mattina. Ora, non, questa volta, proprio per questa volta, non fate richieste, per esempio: "È questa l'evidenza dello Spirito Santo?" Vedete? Preferirei sapere in merito, su ciò che ho insegnato, vedete, così che possiamo mettere in chiaro questo soggetto (come le epoche della chiesa), poiché è ciò di cui ci stiamo occupando ora.

30   Ora, come se stessimo per pregare per gli ammalati, allora in quello ci vuole magari una—una preghiera diversa. E si è unti, si entra per una cosa diversa, sapete. E si cerca Dio, per scoprire: "Ci sarà qualcuno lì stasera, Signore?"

31   "Sì, sarà una che indossa un vestito giallo, seduta nell'angolo a destra. E quando la chiami, chiamala così. E dille che lei ha fatto così e così. E lei ha così e cosà". Allora andate laggiù e osservate, e lei sta lì. Vedete? Eccovi, vedete. Ciò è diverso. Vedete?

32   E in questo modo, prego: "Signore Gesù, qual è l'interpretazione di Questo? RivelameLo". Amen.

33   Ora tiriamo fuori di nuovo la nostra—nostra Spada ora, e, la Parola.

34   E io apprezzo il sostegno spirituale del Fratello Neville, anche il suo amore fraterno, qui alle spalle dietro di me, che prega per me. E anche voi tutti che state là in fondo. E, ora, questa sera essendo Venerdì sera, cercheremo, di farlo come… noi.

35   Non si possono affatto toccare tutte le cose. Voi… Poiché, si potrebbe prendere Quello, soltanto uno di quei Suggelli, e restarci, portarLo proprio—proprio direttamente attraverso la Scrittura, da un lato all'altro. Capite? Occuperebbe mesi e mesi e mesi, e ciononostante non Vi si arriverebbe, poiché il—il Suggello Stesso lega l'intera Scrittura, dalla Genesi all'Apocalisse, un Suggello d'Essa.

36   Così quello che cerco di fare, è, evitare che me Ne allontani, annoterò in fretta una Scrittura, o—o una piccola nota qui da qualche parte, e eviterò che… Mi attengo a quella sola cosa, devo guardare indietro, poiché, io solo… Parlandone, parlo per—per mezzo di… Io—io spero che sia l'ispirazione giusta. E poi quando—quando guardo giù per vedere la… E io—io comincio a parlare, e sento che me ne vado su un soggetto, mi girerò e guarderò indietro l'altra parte, per cercare di prendere un'altra Scrittura per arrivarci, capite, come per allegerirlo un po' su quel lato, invece di cercare di continuare con quello.

37   E così ora noi studieremo stasera, tramite la grazia di Dio, tramite il Suo aiuto, il—il Quinto Suggello. Ed Esso è breve. È un po' più lungo dell'altro. I quattro cavalieri, ora, erano due versetti per ciascuno, e questo contiene tre versetti. Ora, il Quinto Suggello comincia, al 6° capitolo di Apocalisse, il 9° versetto.

38   E, ora, se capitasse che ci fosse un—un estraneo che non abbia sentito questi quattro cavalieri, ebbene, voi… Vedete, a volte si—si torna indietro e—e si menziona qualcosa, e, a farlo, ci si aspetta che le persone Lo comprendano. Così se c'è piuttosto qualcosa, che voi non capite, ebbene, abbiate un po' di pazienza con me. Oppure, prendete il nastro e ascoltateLo, e—e sono certo che voi—voi Ne riceverete una benedizione. Io l'ho ricevuta. Io—io spero che voi—che voi la riceviate.

39   Ora, ognuno è pronto, dal 9° versetto all'11°, o includendo

E quando egli ebbe aperto il quinto suggello, io vidi disotto all'altare le anime degli uomini uccisi per la Parola di Dio, e per la testimonianza, la quale aveano;

E gridarono con gran voce, dicendo: Infino a quando, O Signore, che sei il santo e il verace, non fai tu giudicio e non vendichi tu il nostro sangue sopra coloro che abitano sopra la terra?

E furono date a ciascune d'esse delle stole bianche, e fu loro detto che si riposassero ancora un—un poco di tempo, infino a tanto che fosse ancora compiuto il numero de' lor conservi… dei lor fratelli, che hanno da essere uccisi com'essi.

40   Ora, questo è piuttosto misterioso. Ed ora a motivo dei nastri, e degli ecclesiastici e insegnanti che sono seduti presenti, ora, se avete un'opinione diversa da Questa; io l'avevo pure. Ma io La prendo dall'ispirazione, la quale ha cambiato completamente la mia opinione di Ciò. Vedete?

41   E poi trovo, mentre voi vedete questi rivelati, Ciò torna proprio indietro e porta quelle epoche della chiesa e le Scritture proprio insieme, e lega Ciò insieme. Vedete? E quella è la ragione per la quale credo che Ciò viene da Dio. Ora, noi lo comprendiamo.

42   E penso che a volte, che noi dipendiamo da quello che qualche grande insegnante possa aver detto riguardo a Ciò. Vedete? E quello va—quello va bene. Io non condanno l'insegnante, niente affatto. Non condanno nessuno. Condanno solo il peccato, l'incredulità; nessuno.

43   Ed alcune persone hanno detto: "Tu condanni l'organizzazione". No. Non lo faccio. Io—io condanno il sistema dell'organizzazione; non le persone là dentro, il gruppo di persone che costituisce l'organizzazione, sapete. Ma il sistema col quale loro sono governati, è quello che io condanno, Cattolico e Protestante, allo stesso modo. My! Io ho...

44   Alcuni dei migliori amici di cui—di cui—di cui sono a conoscenza, sono Cattolici, semplicemente..?... Vi rendete conto… E può darsi che l'uomo è seduto qui questa sera, forse lo è. Il solo modo che noi siamo riusciti a costruire questo tabernacolo è stato, perché un Cattolico Romano si alzò in piedi lì nel tribunale e si fece avanti per me, e, cari miei, come nessuno avrebbe fatto. Proprio così. Ed essi non poterono rifiutarlo. Proprio così.

E disse: "Il calcolo che hanno fatto è per 'Molta gente'".

45   Egli disse: "Oh, in quel modo non si aggiungono ottanta persone di più, in quella chiesa". Disse: "Quella chiesa resta lì". Disse: "Io—io conosco il pastore e tutto il resto". E disse: "Quella chiesa è stata là". Disse: "Se voialtri potete accrescerla, allora perché non lo possono loro?" Un Cattolico Romano, mio intimo amico. Vedete? Sissignore.

46   Un—un giovane che è un—un Cattolico, un mio vero amico, mi stava parlando. Aveva un certo negozio di ferramenta; prima che me ne andassi. Egli disse: "Billy, io—io so che non credi nel nostro sistema di religione". Disse: "Ma te lo dico proprio ora", disse: "Dio ha onorato tanto le tue preghiere per noi! Credo, che se tu ti trovassi in difficoltà da qualche parte nella nazione", disse: "ogni Cattolico nel paese ti verrebbe incontro". Così, vedete, quello è.

47   Egli disse: "Tutti i porta croce", così lo chiamò. Lo racconto come lo disse lui. Naturalmente, loro pretendono d'esserlo poiché i Cristiani primitivi mettevano delle croci sulle loro schiene. Lo sappiamo dalla storia. E loro pretendono d'essere il Cristiani primitivi, il che lo furono, ma il sistema li ha tolti da quel sentiero, vedete.

48   E quelle persone, Cattolico, o Giudeo, o quello che sia, sono esseri umani provenienti dallo stesso albero da cui veniamo noi. Vedete? Proprio così. Esse sono—esse sono persone che amano, e mangiano, e bevono, e dormono, e come chiunque altro. E perciò non dobbiamo mai condannare i singoli, no, nessuno, vedete. Ma, non dobbiamo condannare i singoli.

49   Però, quale ministro, devo colpire quel serpente là, che addenta quelle persone, vedete. E io non—e io neanche… Solo che io, e da me stesso, non lo avrei fatto se non fosse un incarico di Dio, per il quale ho il dovere di farlo, vedete. E devo svolgerlo preciso e fedele.

50   Ma se un Cattolico, Giudeo, o quel che fosse, venisse qui; se fosse un Maomettano, Greco, o Ortodosso, o quello che potrebbe essere. Se venisse qui perché si preghi per lui, pregherei tanto sinceramente per lui quanto lo farei per i miei. Proprio così. Certamente, poiché si tratta di un essere umano. E io ho pregato per Buddisti, per Sikhs, Gianisti, Maomettani, e—e per ogni specie simile, vedete. E non faccio loro alcuna domanda; prego per loro, poiché si tratta di qualcuno, un essere umano che vuole stare bene, e cerco di rendere la vita per loro un po' più agevole lungo la via.

51   Ora ci rendiamo conto, che, in questo, e conosco molti di voi qui, ci sono almeno due o tre veri eruditi seduti qui. Ed—ed essi sono intelligenti, e leggono su questo soggetto, dalle—dalle dottrine di altri uomini. E voglio che questi fratelli sappiano che io—io non condanno questi uomini. Esprimo solo quello che il Signore mi mostra. Ecco tutto ciò che ho.

52   Ora, non vogliamo mai pensare quello, poiché una piccola lavandaia, o—o piccolo aratore là fuori, non potrebbe ricevere una rivelazione da Dio. Poiché, vedete, ciò… Dio, Lui realmente Si rivela in semplicità. Cioè, lo abbiamo fatto Domenica, per dare il via a questo, come Egli Si rivela nella Sua semplicità. Questo è ciò che Lo rende grande.

53   Ora lasciate—lasciate che io… Lasciate che lo ripassi per un minuto. Ciò che rende Dio grande, è perché Lui può farSi così semplice. Ecco ciò che Lo rende grande. Dio è grande, e può rendere Se stesso in una tale semplice forma che i sapienti di questo mondo non riescono a trovarLo. Non possono proprio trovarLo, poiché Si rende troppo semplice. Osservate ora. E questo, in sé, è il mistero della rivelazione di Gesù Cristo. Capite? Questo in sé, che il... C'è... nulla può essere più grande di Dio. E non si può fare niente di più semplice di quanto Egli renda Se stesso. Vedete, ecco ciò che Lo fa grande.

Capite?

54   Ora, un grande uomo, lui può farsi solo un po' più grande, o forse può abbassarsi e dirvi: "Salve!", vedete, o qualcosa del genere. Però lui non può farsi piccolo. C'è qualcosa riguardo a lui. Lui è umano. Non può farsi piccolo. Perché, quando arriva a farsi troppo piccolo, allora, per prima cosa, sapete, lui deve riferirsi a ciò che qualcun altro ha fatto, e in quel modo. E allora comincia di nuovo a tirare su le spalle, vedete.

Ma la via per l'alto sta in basso, in Dio. Sì.

55   I sapienti del mondo cercano, nella loro sapienza, di trovare Lui. Nel fare così, si allontanano da Lui. Vedete, i sapienti del mondo, se cercate di spiegare qualcosa tramite qualche matematica o qualcos'altro. Ricordate, Egli ha perfino messo ciò... Nella Bibbia, in Apoca-... No, scusatemi.

56   Isaia 35, credo che sia, che perfino è così—è così semplice che perfino un—un—un delinquente Lo capirebbe, vedete. Oppure: "Perfino uno sciocco ivi non sbaglierà".

57   I sapienti lo mancano di gran lunga, per la loro sapienza, allontanandosi di più da Lui, nel cercare di trovarLo tramite la sapienza. Ora, non dimenticatelo. Ciò sarà registrato, vedete. I sapienti nella loro sapienza, vanno così lontano per cercare di trovarLo tramite la loro sapienza, essi Lo mancano, vedete. Se potessero essere grandi abbastanza da essere abbastanza semplici, loro potrebbero trovarLo. Se si è grandi abbastanza da diventare abbastanza semplici! Lo vedete? E, sapete, che— che è veramente la Verità.

58   Sono entrato da persone, nei loro uffici, e così via, che erano veramente uomini, grandi, re, vedete, e potentati, monarchi, e di solito sono grandi uomini. Poi, sono entrato in luoghi dove un tizio aveva un cambio di vestiti, forse qualche ministro che voleva dibattere un po' con me, e si—si sarebbe pensato che il mondo si sarebbe fermato senza di lui, vedete. E che—che era montato di testa, vedete. Però, un—un grande uomo, un grande uomo si mette a sedere e cerca di farti pensare che l'uomo grande sei tu. Vedete? Vedete, lui riesce a umiliarsi.

59   E, vedete, Dio è così grande, tanto che può umiliarSi ad un punto tale, che un essere umano non sa scendere così in basso, vedete. Questo è tutto. E nella loro.

60   E si cerca di trovare Lui. Guardate ora. Si cerca di trovarLo col mandare i ragazzi a scuola, e prendersi un grado di Laurea in Lettere. E—e si cerca di trovarLo con una terminologia teologica de—de—de—della Bibbia. E si cerca di trovarLo con programmi scolastici, e con programmi organizzativi, e con l'abbellire le cose, e si cerca di trovare. Egli non è affatto lì. Lottate soltanto contro il vento, questo è tutto. Voi—voi state lontani da Esso.

61   Se potessero essere abbastanza grandi da essere—da essere semplici, potrebbero trovarLo in quella direzione, coll'essere semplici. Ma fintantoché andate verso la sapienza, vi allontanate da Lui.

62   Ora lasciatemelo prendere così che non lo manchiate. Fintantoché cercate di trovare Dio tramite la sapienza, come fu nel giardino d'Eden, come fu nei giorni di Mosè, come fu nei giorni di—di Noè, com'è stato nei giorni di Cristo, nei giorni di Giovanni, nei giorni degli apostoli, e fino a questo giorno! Quando cercate di capirLo, e cercate di trovare Dio tramite la sapienza, ve ne andate ogni volta più lontano da Lui. Voi cercate di capirLo. Non c'è modo di farlo. AccettateLo soltanto. Vedete? CredeteLo. Non cercate di capirLo.

63   Non riesco a capire la ragione, che, beh, molte cose. Non capisco molte cose o non riesco a capire. Non riesco a capire come questo giovanotto seduto qui mangia lo stesso cibo che mangio io, e—e, eccolo qui, ha la testa piena di capelli e io non ne ho. Non lo capisco. Mi si dice che li produce il calcio; e non riesco a tenere corte abbastanza le unghia, però non ho affatto capelli da tagliare. Io—io non lo capisco. Come dice il vecchio proverbio, io.

64   Non per cambiare la posizione, la serietà, ma, Ciò è serietà, ma non sono ancora arrivato al Suggello.

65   Come mai una mucca nera può mangiare erba verde, e dare latte bianco, da cui se ne fa burro giallo! Io—io di certo non riesco a spiegarlo, vedete. Perché, vedete, ciascuno è un prodotto dell'altro. E come ciò avviene, non so spiegarlo.

66   Non so spiegare come due gigli si rizzano, o due fiori, della stessa specie, ed uno è rosso, e l'altro giallo, e uno marrone, ed uno blu. Non riesco a capirlo. Lo stesso sole su di loro. Da dove viene il colore? Vedete? Io—io non so spiegarlo, eppure si deve accettare.

67   Vorrei solo che qualche grande teologo mi spiegasse in che modo questo mondo si mantiene in orbita. Vorrei che voi poteste lanciarmi una palla nell'aria, roteando, e lasciarle fare il secondo giro, nello stesso posto. Non riuscireste a farcela. Eppure questo è così perfettamente regolato che si può riferire l'eclisse del sole al minuto, vent'anni da adesso. Non c'è un orologio da polso né da muro, né qualche pezzo di macchinario, che sia così perfetto, eppure si mantiene lì. E, poi, sta inclinato all'indietro. E se si raddrizzasse un po'? Sì. Vi rendereste ridicoli, a provarci, vedete.

68   Così, vedete, non cercate di ottenere sapienza, per capire. Credete semplicemente quello che Egli dice. E più semplici potete divenire, allora eccovi, Lo troverete. Ora, sono tanto grato per quello, grato che Egli è, e che Si è reso semplice. Ora, troviamo, il 6° capitolo e il 9° versetto. Lasciate che cominci ora.

E quando egli ebbe aperto il quinto suggello, io vidi disotto all'altare le anime degli uomini uccisi per la parola di Dio, e per la testimonianza... aveano;

69   Notate, non c'è menzione di un altro Animale, né di una Creatura vivente—vivente, in questo annuncio del Quinto Suggello. Ricordate ora, c'era, nel Quarto Suggello. C'era, nel Primo Suggello, Secondo, Terzo, e Quarto, ma non qui. Vedete?

70   Ora, se notate, rileggiamo uno dei Suggelli. Ritorniamo al Quarto Suggello, vedete. E cioè al 7° versetto.

E quando egli ebbe aperto il quarto suggello, io udii la voce del quarto animale che diceva: Vieni... vedi.

… quando egli… aperto il terzo suggello, io udii la voce del—il terzo animale che diceva: Vieni e vedi.

del secondo animale… Vieni… vedi.

e il primo animale che diceva: Vieni e vedi.

71   Ma poi quando arriviamo al Quinto Suggello, non c'è alcun Animale. Ora notate.

E quando egli ebbe aperto il quinto suggello, io vidi sotto l'altare.

72   Proprio alla svelta! Vedete, non c'è alcun—non c'è alcun Animale qui. E un Animale rappresenta potenza. Lo sappiamo, vedete. Non c'è alcuna Creatura vivente.

73   Ora, una di quelle Creature, scopriamo, nello studiare la—la—la rivelazione nelle chiese, che uno di loro aveva... era un leone; e l'altro—l'altro era un bue; e l'altro era un uomo; e l'altro era un'aquila. Scopriamo, nelle epoche della chiesa, che quei quattro Animali, i quali significano quattro potenze, erano radunati attorno agli Atti degli Apostoli, come il—il tabernacolo nel deserto. E voi lo capite, poiché non perderò tempo per approfondirlo. Come lo abbiamo disegnato qui, e mostrato esattamente! Essi vigilavano su di Questa, l'Agnello e la Parola, per eseguire la Parola come essi fecero nel deserto per la—l'arca del patto nel Luogo Santo, e così via.

74   Ora, noi le abbiamo mostrate perfino in posizione, coi colori tribali d'Israele, e col… Quanti hanno sentito le sette— le sette epoche della chiesa? Suppongo che la maggioranza lo abbia sentito, due terzi di voi. Notate, che perfino la natura dell'Animale era esattamente un emblema tribale, qualsiasi direzione i quattro... le dodici tribù si stabilivano, quattro su ogni lato, ovvero—ovvero tre tribù su ogni lato. E i quattro Animali stavano seduti e sorvegliavano, queste tribù, da tutt'e quattro le direzioni.

75   E, quando, siamo andati a prendere i Vangeli, e mostrato esattamente. Quando si entra nell'arca, essi facevano la guardia all'arca, al patto. E poi scopriamo che il patto della nuova Chiesa, la Sua rappresentazione sulla terra, era lo Spirito Santo. Il Sangue ci aveva mandato indietro lo Spirito Santo. E i quattro Animali rappresentavano, e come le—le dodici tribù d'Israele, come ciò vigilava. E troviamo le loro nature, e prendiamo quella stessa natura e la portiamo a ciascuno di quei quattro Vangeli, con esattezza, era esattamente lo stesso. Una parlava al leone, l'altra al bue, e l'altra… I quattro Vangeli! Eccolo. I quattro Vangeli sono la protezione dello Spirito Santo. Amen.

76   Sempre mi chiedo… Ci ho spesso pensato. Ora, questo è all'incirca sei anni, suppongo, da quando ho sentito un grande uomo dire che era la... "Gli Atti degli Apostoli erano soltanto l'impalcatura". L'ho sentito dire tante volte. Però sentire un uomo con la sua posizione, quale predicatore e quale insegnante, che ha scritto alcuni dei più famosi libri che le persone leggono dappertutto, e dire che gli Atti degli Apostoli non erano realmente idonei per l'insegnamento della Chiesa!

77   Quando, gli Atti degli Apostoli Ne sono lo stesso fondamento; non l'impalcatura. Il fondamento! Poiché, la Bibbia dice che il—il—il—il fondamento di Dio "è edificato sulla Dottrina degli apostoli", esatto, "Cristo, il Capo, la Pietra angolare".

78   E quando questo tizio stette là e fece quell'osservazione, io—io—io—io proprio... Il mio cuore venne meno. E pensai: "Non c'è da meravigliarsi". Beh, lo vedo ora, nei Suggelli. Non era rivelato. Questo è tutto. Vedete?

79   Cosicché, essi erano lì, che stavano lì, ma c'era qualcosa che lo diceva. Ora, notate, essi sorvegliano.

80   Ora, quando prendemmo Matteo 28:19, e scovammo quella cosa mediante Matteo, che rappresentava il leone. E venendo, lì dentro, trovammo esattamente perché battezzavano nel Nome di Gesù Cristo. Ed eccoLo lì, che stava lì con quella stessa Scrittura, per sorvegliare la santa commissione del battesimo, del Nome di Gesù Cristo. Benissimo. Ebbene, mi sto allontanando sulle epoche della chiesa ora.

81   Notate. Ma, qui, quando arriviamo a questo Quinto Suggello ora, non c'è—non c'è—non c'è alcun cavaliere che si fa avanti, e non c'è alcun Animale per annunciaLo. Giovanni semplicemente… L'Agnello Lo aprì, e Giovanni Lo vide. Non c'era nessuno lì per dire: "Ora vieni e guarda. Vieni e vedi". Notate, nessuna potenza della Creatura vivente. Oppure c'è.

82   E sul Sesto Suggello, non c'è Animale per annunciarLo. E sul Settimo Suggello, non c'è Animale per annunciarLo. Nessuna potenza per annunciarLo. Vedete, nessuno lo fa. Sul… Guardate. Sul… Dopo il Quarto Suggello, non c'è nessun annuncio tramite alcuna potenza dell'Animale, dal Quinto, dal Sesto, né dal Settimo Suggello, niente affatto.

83   Notate ora. Io amo questo. Come nel tempo del cavaliere dei quattro cavalli, il cavaliere (singolare) dei quattro diversi cavalli, c'era un Animale che annunciava la potenza. Ogni volta il cavaliere montava un altro cavallo e si faceva avanti per cavalcare, un'altra specie d'Animale usciva ad annunciarlo: "Ecco un grande mistero". Vedete? "Quello è il mistero". Perché? Per annunciare il mistero.

84   Perché non c'è nessuno qui sul Quinto Suggello, per annunciarLo? Eccolo, secondo la rivelazione che il Signore Gesù mi ha dato oggi, vedete, ovvero questa mattina, presto. Cioè, che, il mistero delle epoche della chiesa è già finito, in questo tempo. Il mistero dell'anticristo è rivelato, in questo tempo. L'anticristo ha fatto la sua ultima cavalcata, e noi l'abbiamo trovato sul suo cavallo pallido, mescolato coi suoi molti colori, e cavalca direttamente nella perdizione.

85   Lo vedremo sulle Trombe, e così via, quando lo insegniamo. Lo finirei ora, ma ci allontaneremmo di nuovo dal soggetto. E noi—noi andiamo… egli cavalca.

86   Ecco perché non c'è nessuno lì. Ora, noi non abbiamo alcuna causa scritta, certi motivi per qualcosa. Ora, ricordate, dapprima, per iniziare, ho detto che non può esserci nulla senza una ragione. Ricordate la gocciolina d'inchiostro? Vedete? Ora dovete trovare la ragione. C'è un motivo che non si doveva avere un Animale, né una potenza, per annunciare questo Suggello che viene spezzato. E solo Dio può rivelare il perché, questo è tutto, poiché tutto Ciò è—tutto si trova in Lui.

87   Ma la ragione che Lui Lo rivela, come comprendo io, è a causa del mistero del Libro di Redenzione, fino all'anticristo che viene rivelato; e allo stesso tempo, la Chiesa è partita, e queste cose non accadono neppure nell'epoca della chiesa, affatto. Proprio così. Esse sono—esse sono lontane dall'epoca della chiesa. La Chiesa, in questo tempo, è assolutamente Rapita. La Chiesa sale, nel 4° capitolo di Apocalisse, e non ritorna fino a che Essa non torna col Suo Re, nel 19° capitolo. Ma questi Suggelli qui rivelano ciò che è stato, ciò che è, e ciò che sarà. Vedete? E, ora, ciò che doveva essere per l'epoca della chiesa, è stato rivelato tramite questi Suggelli. E ora osservate ciò che La prende.

88   Le—le quattro fasi del suo cavaliere sono state rivelate. Le quattro fasi dell'anticristo, che cavalca, sono state rivelate in questo tempo, di conseguenza non se ne devono avere più.

89   E c'erano quattro Creature viventi di Dio, per annunciare il cavaliere quando cavalcava. Quattro Animali sono quattro potenze. Ora, sappiamo che Animale, dall'interpretazione dei termini dei simboli Biblici, significa "potenza". Ora, vediamolo da vicino. I quattro sono Animali, nella Bibbia, che rappresentano una potenza in mezzo al popolo.

90   Ora, se scopriamo, come in Daniele, quando vide una certa nazione sorgere, essa forse sarà stata un orso, che teneva una costola al suo fianco, nel simbolo. Poi vide sorgere un'altra potenza, un capro. Esso rappresentava qualcosa. Poi vide sorgere un'altra potenza, ed—ed era un leopardo con molte teste. Esso rappresentava un certo regno. Poi vide sorgere un'altra, un gran leone con le zanne, e—e pestava il rimanente. Quello rappresentava del tutto una diversa potenza. Uno era il—il regno di Nebucadnetsar; e un altro, il simbolo di—di un sogno. Daniele vide una visione; Nebucadnetsar fece un sogno. Ma Daniele interpretò il suo sogno, ed era correttamente con la visione.

91   Amen! Whew! Oh! [Il Fratello Branham batte le mani una volta—Ed.] Se solo sapeste cos'è accaduto! Cos'è accaduto prima che ce ne andassimo via da qui? Capite? Ebbene, sei sogni consecutivi vennero esattamente con la visione. Amen. Vedete? Un sogno, interpretato, è una visione. Poiché una persona forse non essendo nata con un subcosciente per fermarsi, è sveglia quando lo vede, allora Dio S'immerge in questo subcosciente e gli parla. Il che, Lui promise che, in sogni, negli ultimi giorni, Lui avrebbe visitato il popolo, ed anche in visioni. Vedete?

92   Ora, una visione avviene quando si è del tutto svegli, essendo in piedi proprio così, e certe cose vengono rivelate. E si è in piedi, e lo si dice loro direttamente; si vede quello che è accaduto, e quello che accadrà, e così via.

93   Ma, ora, un sogno avviene quando tu sei addormentato, e i tuoi cinque sensi sono inattivi, e ti trovi—ti trovi nel tuo subcosciente. Sei da qualche parte, poiché, quando ritorni, ti ricordi dove sei stato, te lo ricordi per tutta la vita. Vedi? Così, è il tuo subcosciente. Poi poter, vedi.

94   Come soleva dire il membro del Congresso, Upshaw: "Tu non puoi essere qualcosa che non sei". Ed è quasi esatto, vedi.

95   E, poi, se tu sei nato veggente. Ora, vedi, per farlo, entrambe quelle coscienze devono essere proprio insieme; non una qui attiva coi cinque sensi, l'altra fuori qui quando sei addormentato, e i cinque sensi non sono attivi. Ma, vedi, quando entrambe sono proprio assieme, tu non vai a dormire, sei nato così. Tu vai dall'una all'altra, in quel—quel modo. Tu non vai a dormire. Non c'è spazio sufficiente per andare a dormire. E non puoi renderti in quel modo.

96   Perciò: "Doni e chiamate sono predestinati da Dio". Sono— sono doni di Dio e chiamate, perfino "senza pentimento", disse la Bibbia. Vedete? Essi sono ordinati prima della fondazione del mondo. Vedete?

97   Ora, ora, scopriamo che la… Una bestia, di Daniele, significava che era una potenza che sorgeva in mezzo al popolo. Benissimo. E—e anche le visioni di Giovanni qui, hanno mostrato che erano potenze, nazioni che sorgevano. Per dire, gli Stati Uniti appaiono in Apocalisse 13, come un agnello. E poi se volete sapere, diverse.

Voi dite: "Beh, quello, quello parla della potenza nazionale".

98   Inoltre una bestia, rappresenta pure potenza santa. Lo sapevate?

99   Notate Rebecca; quando—quando il—il servo di Abrahamo, Eliezer... Quando venne per prendere-becca—Rebecca, lei… Lui la mise sopra un cammello, lo stesso cammello che lei aveva abbeverato. E lei cavalcò questo cammello, per andare incontro al suo sposo invisibile. La stessa cosa che lei abbeverò, fu la cosa che la portò alla sua futura dimora e marito.

100  Ed è la stessa cosa oggi, vedete. La stessa cosa che la Chiesa sta abbeverando, cioè il Seme, il Seme della Parola. È la stessa Parola che diventa vivente e ci porta al nostro Sposo invisibile.

Vedete? Vedete?

101  E guardate com'è perfetto. Isacco aveva lasciato la casa, e uscì nei campi, lontano da casa sua, quando Rebecca lo vide.

102  E la Chiesa incontra Cristo nell'aria, e poi Lui La riporta nella Casa, nella Casa del Padre, dove sono preparati i palazzi. Isacco prese Rebecca allo stesso modo.

103  E, notate, fu amore a prima vista. Oh, my! Lei corse per incontrarLo.

104  Ed è in quel modo che la Chiesa incontrerà Cristo, nell'aria, e sarà per sempre con Lui.

105  Ora, i termini della Bibbia, questi Animali sono potenze. Notate. Voglio ora, voglio che notiate.

106  Il Diavolo aveva le sue quattro bestie di colori differenti, per proseguire avanti. Lui aveva le sue quattro bestie. Che erano tutte e tre, messe nel colore di uno, e lo rese un—un cavallo pallido; un cavallo bianco, cavallo rosso, cavallo nero. E abbiamo visto, che ciascuna di quelle fu una fase del suo ministerio, una fase della chiesa primitiva che si era formata in una denominazione, a Nicea. La chiesa Pentecostale originale, sulla quale venne versato lo Spirito Santo, scendendo, prese uno spirito anticristo, formò un'organizzazione, diede nascita ad alcune figlie d'organizzazione. Cambiò la sua potenza, tre volte, e li mise in uno, e fece un cavallo pallido. E allora si diede un nome chiamato Morte, e lo cavalcò nell'Eternità. Proprio il più chiaro possibile! Ora, notate ora, a lui è dato questo—questo cavallo, e lui lo sta cavalcando.

Dio, Dio ha pure in ogni tempo.

107  Osservate ora, quando apparve l'anticristo, per la prima volta, in che cosa apparve lui? Nel cavallo bianco. Vedete, ebbene, il più innocente possibile, solo una dottrina nella chiesa. Loro volevano comunione. La vostra comunione è con Cristo. Ma loro volevano una comunione. Non poterono sopportarlo, vollero prendere.

108  Beh, sapete, come le piccole cricche che sorgeranno nella chiesa. Voi, voi lo sapete, voi pastori. Vedete? Essi, come si dice: "Persone dello stesso stampo". Ma se siamo nati di nuovo, fratelli, non è quella—quella l'attitudine da prendere, vedete. No. Ora, noi—noi—noi.

109  Se vediamo qualcosa di errato nei nostri fratelli, preghiamo e portiamolo davanti a Dio, e amiamo quell'uomo fino a che lo portiamo dritto nella Presenza di Dio. Vedete? Ecco la maniera, proprio la maniera per farlo.

110  Sapete, Gesù disse: "Ci saranno erbacce lì dentro", poiché Gesù disse che ci sarebbero state, "Ma non le estirpate; toglierete il grano assieme ad esse". Vedete, "Lasciatele da sole". Egli farà… Che faccia Lui la segregazione, quando giunge il tempo. Vedete? Che il tutto cresca assieme.

111  Notate, quando la bestia uscì, l'anticristo uscì su una bestia, la sua potenza.

112  Oh, amo questo! Comincio a sentirmi religioso proprio ora, vedete, forse la stimolazione. Notate, quando l'anticristo… Oh, quelle—quelle rivelazioni, nella Presenza di quella palla di Fuoco sospesa lì in camera! Finché… Oh, fratello! Sebbene L'abbia vista, fin da piccolo, ogni volta che mi viene vicina, Essa mi allarma. Egli mi mette quasi in una condizione inconscia. Non vi abituerete mai ad Essa; non lo potete. È troppo sacra.

113  Notate, quando l'anticristo andò (quattro) sulle sue bestie del ministerio, lì, Dio mandò avanti un Animale per combatterlo. Vedete? Osservate ora. Poi, ogni volta (che la bestia cavalcava) il suo cavallo, l'anticristo cavalcava il suo cavallo, sulla sua bestia, per annunciare il suo ministerio; Dio inviava pure il Suo Animale, e Lui era su Quello, per annunciare il Suo combattimento contro ciò.

114  Ora, la Scrittura dice: "Quando il nemico viene a guisa di fiume, lo Spirito di Dio innalza lo stendardo contro di lui".

115  E così quando il nemico uscì come anticristo; Dio mandò un certo tipo di potenza per affrontarlo. E poi quando loro.

116  Lui uscì di nuovo, come un cavaliere sul cavallo rosso, un altro colore, un'altra potenza, un altro ministerio; Dio ne mandò un altro dietro a lui, per combatterlo, per sostenere la Sua Chiesa.

117  Mandò il terzo; di nuovo, Dio mandò il Suo, il terzo Animale venne ad annunciarlo.

118  Egli mandò la quarta; Dio mandò il Suo quarto. E allora l'anticristo finisce, e sono terminate pure le epoche della chiesa, in quel tempo. Osservate. Ora, oh, questo è veramente buono!

119  Ora, vediamo che il cambio del diavolo, le quattro— quattro bestie, significava quale potenza essi avevano rivelato al… ovvero quale potenza lui rivelò al mondo, e come loro finirono su questo cavallo pallido, "morte".

120  Guardiamo ora alle potenze di Dio, di questi Animali, per combatterle.

121  Il primo Animale di Dio, con cui Egli uscì per affrontare l'anticristo, lo spirito anticristo quando si trovava nel suo insegnamento. Ricordate ora, quando l'anticristo cavalcò per la prima volta, lui si trovava in un ministerio d'insegnamento. L'anticristo cavalcò, per la prima volta, in un ministerio d'insegnamento. Osservate ora chi andò ad affrontarlo: il leone, il Leone della tribù di Giuda, il quale è la Parola. Quando il suo falso insegnamento si fece avanti, la vera Parola andò per affrontarlo.

122  Ecco perché abbiamo avuto un Ireneo, e un Policarpo, e—e—e—e quegli uomini, un San Martino.

123  Quando quell'anticristo cavalcava col suo insegnamento falso; Dio mandò fuori il Suo Insegnamento, la Parola, il Leone della tribù di Giuda, che è la Parola resa manifesta nello Spirito Santo. E lo Spirito Santo, fu lì, per manifestare Se stesso, cioè la Parola!

124  Ecco la ragione per la quale la Chiesa primitiva aveva guarigioni, e miracoli, e visioni, e potenza; è perché Essa era la vivente Parola, nella forma di un Leone della Tribù di Giuda, cavalcando fuori per combattere quello. Amen! Lo avete afferrato ora? Egli manda la sua potenza, anticristo; Dio manda la Sua, la Parola. L'anticristo, l'insegnamento falso; il vero Insegnamento andò di pari passo, per combatterlo! Ora, quello fu il primo. Ora, questa fu la prima Chiesa, l'apostolica, che andò ad affrontarlo.

125  Ora la seconda bestia che l'anticristo mandò, fu una bestia rossa, la quale era per… sulla quale egli cavalcò; e fu per togliere la pace (e) dalla terra, e—e fare guerra.

126  Ora, il secondo che andò per combatterlo, fu l'Animale bue. Il bue significa una "fatica", un Animale da "fardello".

127  Ed ora, se potessimo fermarci qui un minuto. Permettetemi, sì, permettetemi, così che siate certi di vedere questo ora. Ora, questo è il genere che potrebbe rendervi un po' perplessi. Ma andiamo su qui in Tiatiri. Osservate e vedete se essa non è una Chiesa che fatica, vedete.

E all'angelo della chiesa di Tiatiri scrivi: Queste cose dice il Figliuol di Dio, il quale ha gli occhi come fiamme di fuoco e i cui piedi sono simili al calcolibano.

Io conosco le tue opere,...

128  Vedete, ora tratta tutto di opere; vedete, poiché quello era colui col quale stava cavalcando.

... e la tua carità, il tuo ministerio (vedete, sono tutte... ) la tua fede, la tua pazienza, e che le tue opere ultime (di nuovo; due volte: "le tue opere"), sopravanzano le primiere.

129  Vedete, quello mostra che l'Epoca Tiatiriana, dopo che l'anticristo si era stabilito giù ed era venuto nell'Epoca Tiatiriana, la piccola Chiesa non poteva fare altro che solo— solo faticare.

130  E un'altra cosa, il bue è, anche, è un Animale da sacrificio. Vedete? Essi dettero le loro vite liberamente, nelle epoche oscure, in quei mille anni in cui il Cattolicesimo controllava il mondo. Ed essi andarono semplicemente dentro: sì o no. A loro non importava di morire. Se si trattava di morire, ciò andava bene. Essi andavano a morire, comunque. Perché? Era proprio lo Spirito dell'Epoca!

131  Ecco la ragione per cui loro, ecco la ragione per cui Ireneo, ecco la ragione per cui Policarpo, Giovanni, Paolo, quei grandi e potenti uomini, laggiù, combatterono quella cosa!

132  Paolo la vide. Egli disse: "Io so che dopo la mia dipartita, che dei lupi entreranno in mezzo a voi, fratelli, insegnando cose perverse, e ciò vi svierà". Guardate quel piccolo vecchio e saldo apostolo, che stava là, la schiena battuta tutta da frustate, i suoi occhi lacrimanti. Ma poteva vedere più lontano delle loro… di quel telescopio messo in funzione là fuori, col quale si può vedere nello spazio per centoventi milioni di anni luce. Egli poteva vedere dritto nell'Eternità. Eccolo lì. Ed egli lo predisse, e disse che quello era ciò che avrebbe avuto luogo. E disse, inoltre, che sarebbe sceso nell'altra epoca a venire. Ora notate, eccolo.

133  Dopo di lui, San Giovanni, visse più a lungo. E quando San Giovanni, unto con lo Spirito Santo, stava cercando di prendere tutte le sacre epistole e metterle insieme per fare la Bibbia, l'impero Romano lo catturò e lo mise nell'isola di Patmo. Egli era laggiù sull'isola di Patmo a motivo della Parola di Dio. Policarpo lo stava aiutando a tradurla.

134  L'altro giorno ho letto la lettera che Maria stessa scrisse a Policarpo. E rimproverava… non lo rimproverava. Ma lo lodava per essere un uomo coraggioso che poteva insegnare e accettare l'insegnamento di Gesù Cristo, il Quale era nato da lei, da Dio. La stessa nota di Maria, che lei aveva scritto a Policarpo.

135  Policarpo venne dato in pasto ai leoni, lo sapete. No, egli venne bruciato. Per loro era troppo tardi per sciogliere un leone nell'arena, e così essi fecero a pezzi un bagno, un vecchio bagno che era là, lo misero nella—nella—nell'arena e—e lo bruciarono.

136  E scendendo lungo la strada, egli camminava con la testa chinata. Il centurione Romano disse: "Tu sei un uomo anziano, e ben rispettato. Perché non rinunci a quella cosa?"

137  Egli continuò a guardare verso il Cielo. E una Voce parlò da qualche parte. Essi non riuscivano a capire dove. Disse: "Policarpo, non temere. Io sono con te". Uh-huh. Perché? Egli stava con quella Parola.

138  E quando cominciarono ad accatastare le tavole su di lui, per bruciarlo, ci fu una musica Celeste che venne giù. E—e da qualche parte gli inni di alcuni esseri Angelici che cantavano il cantico. Egli non batté ciglio nemmeno una volta allo schernitore.

139  Ecco gli uomini valenti. Ecco gli uomini che possono resistere. I martiri durante le epoche, lì, soffrirono terribilmente. Ma, cos'erano loro? Erano sotto l'ispirazione, lo Spirito di Dio, la Potenza. Io.

140  Non dimenticare questo, chiesa. E voi, fratelli, che ascoltate i nastri voglio che esaminate questo. Come possono gli uomini fare qualcos'altro oltre alla Potenza di Dio che è stata loro rilasciata? Metterò questa scatola quassù, per raffigurarlo. Se Dio manda un certo Spirito in mezzo a loro, quello è l'unica cosa tramite la quale essi possono operare, è lo Spirito che opera tra di loro. Ora vi dimostreremo, tramite la storia della Chiesa, e tramite la—l'apertura dei Suggelli, e le potenze che vennero sciolte; e osservate, esattamente, che la Chiesa rispose all'unzione; ed essi non potevano fare nient'altro.

141  Ora, il primo fu quel Leone che ruggì; quella pura Parola non adulterata.

142  Il secondo, in Tiatiri, fu il bue. Ed Esso fu gravato… un Animale da fardello. Scusatemi. E fu anche un Animale da sacrificio. E non fu esattamente così, quella piccola e povera Chiesa? Roma si era stabilita lì, per mille anni di epoche oscure, e qualsiasi cosa che non professava d'appartenere alla chiesa Romana, veniva immediatamente messa a morte. E dovettero faticare, andare da un posto all'altro.

143  Voi Massoni, voglio richiamare la vostra attenzione. Vi ricordate del segno della croce? Ora, voi—voi sapete di che parlo.

144  Ora notate. Ora, se voi—se voi notate, quello portava e proteggeva quella Bibbia. Vedete? Ed essi dovettero faticare tra di loro. Eccovi qui, il bue. E quando venne il tempo… Lo abbiamo letto ieri sera. Vedete, quando la cosa andò avanti, e il sacrificio venne, ed essi dovettero andare.

Egli disse: "Non danneggiare il vino e l'Olio".

145  Cosa fecero essi? Volenterosamente vi salirono e morirono. Essi non se ne curavano, poiché lo Spirito della Chiesa in quel giorno era sacrificio, fatica. E vi salirono il più liberamente possibile, unti col vero Spirito di Dio di quell'epoca, e morirono da eroi, un sacrificio; migliaia di migliaia, sessantotto milioni di loro sul registro.

146  Bue, sacrificio! Oh, my! Lo capite? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.] Okay. Benissimo. Ora, il sacrificio, poteva solo faticare in quell'epoca, per combattere la grande opposizione per quei mille anni.

147  Ora, la terza bestia che uscì dal Diavolo, fu questo cavallo nero. Vedete?

148  Ora, il terzo Animale che uscì, una potenza da Dio, per combattere lui, per combattere le potenze del cavallo nero; fu un uomo, abile, intelligente, con la sapienza di Dio. Sapete, l'uomo è più intelligente di qualunque bestia. Vedete? Egli è più intelligente, poiché soprattutto in astuzia egli la supera. Egli è abile, astuto. Vedete? Ed egli.

149  L'epoca, dall'epoca oscura, ora venendo fuori dall'epoca oscura; ora, quest'altro lato, quando questo cavallo nero stava cavalcando, quando li si tassava per i loro—loro—loro— loro sacrifici e per ogni cosa che facevano. E i soldi erano proprio… Oh, sapete com'era.

150  Ora, la cosa seguente che uscì per combattere quello, fu l'Animale con la faccia d'uomo; intelligente, istruito, astuto, bravo, unto con quello Spirito di quel giorno. Lo avete notato? Ora, egli andò a combatterlo, avendo con sé l'astuzia della sapienza di Dio. Quella fu l'epoca della Riforma: Martin Lutero, John Wesley, e via dicendo. Vedete, fu la Riforma. Zwingli, e, oh, tutti gli altri; Knox, Calvino, e tutti gli altri, vedete, che uscirono. Fu scaltrezza. Ora, osservate, esattamente dall'epoca oscura, dalla Riforma, fu in questo modo; osservate, fu la scaltrezza dell'uomo.

151  Aprite le vostre finestre appena un po'! Credo che qui dentro le persone diventano piuttosto un po' accaldate, sì, forse. Così aprite un pochino le finestre! Poiché, so, che se mi scaldo io che predico, so che vi scaldate pure voi laggiù.

152  Ora, notate, essa fu la scaltrezza dell'uomo. Ora, lo capite?

153  Quella terza bestia che Satana mandò fuori, pure lui divenne scaltro. Osservate: "Una misura di frumento per un denaro. Tre misure d'orzo per un denaro". Vedete? Oh, my! Vedete? Il trucco per fare soldi, la scaltrezza per prendersi l'oro del mondo; e la ricchezza venne portata in essa. Quello è esattamente per adempiere. Ecco ciò che dette inizio al far pagare per le preghiere. E per… Fece un luogo chiamato purgatorio, e pregarono per fare uscire da lì i loro avi. E, oh, dovevate lasciare per testamento, la vostra proprietà e ogni altra cosa. La chiesa, ed era lo stato, erano la stessa cosa, e la chiesa ereditava la vostra proprietà.

154  E, non vedete come alcuni di questi evangelisti, oggi, hanno ancora addosso quella stessa unzione? Fanno sì che le persone anziane cedano le loro pensioni, e lascino per testamento le loro case per certe cose. Ebbene, fratello, io—io non voglio arrivare a quello, vedi. Ma ora resterò dritto con Questa; guardo indietro per vedere dove sto andando. Ora, notate, quegli uomini, quello è qualcosa che riguarda loro. Quello è affare loro. Quello— quello—quello non ha niente a che fare con me. Io sono solo responsabile per Questa qui.

155  Ora, notate, l'Animale che venne per combatterlo, ora, era uomo. E noi tutti sappiamo che questo Animale, d'uomo, questa potenza d'uomo, nelle sue intellettualità, riconobbe che quell'ostia che Martin Lutero aveva in mano, quando stava salendo quei gradini.

156  Essi dicevano: " Questo è il Sangue di Gesù Cristo. Questo è il corpo di Gesù Cristo".

157  E Lutero lo gettò a terra, e disse: "È pane e vino. Non è il corpo di Cristo; poiché Esso è stato esaltato, e siede alla destra di Dio, facendo intercessione". Vedete, sapienza. Vedete, uomo.

158  E quando si fece avanti John Wesley, dopo che era venuto dentro Zwingli, e Calvino.

159  Ed essi avevano portato la chiesa ad un tale punto, sulla sicurezza, tanto che non volevano più alcun risveglio. "Quello che sarà, sarà". Quello era tutto. E vivevano ogni genere di vita. La chiesa Luterana e la chiesa Anglicana sono così distorte! Oh, my! L'intera nazione era divenuta corrotta, proprio com'è ora. Le chiese erano distorte. Quando Re Enrico lo—l'VIII, e salì al potere in Inghilterra, dopo la sanguinaria Maria, e di tutte queste cose che si verificarono. E, poi, la chiesa era così piena di violenza e corruzione. Molti rivendicavano il Cristianesimo, e vivevano con quattro o cinque mogli, o facevano quel che volevano, continuavano, e la sozzura.

160  John Wesley, studiando la Scrittura, osservandoLa, gli fu rivelato che il Sangue di Gesù Cristo santifica il credente. E si è... non si dovrebbe... Cosa fece egli dunque? Egli venne fuori in un'altra riforma. Nel suo giorno egli salvò il mondo, come fece Lutero. Vedete? Che cosa fu? Fu la potenza di quell'Animale simile ad uomo, che usciva.

161  Dette all'uomo sapienza, di comprensione, che la cosa è sbagliata. "Quello non è il Sangue di Gesù Cristo. Quello non è il—il corpo di Gesù Cristo. Quello rappresenta il corpo".

Vedete?

162  È ancor ora una grande confusione tra Cattolici e Protestanti. È l'unica cosa sulla quale proprio ora non si riesce a stare insieme. Su ogni altra cosa, essi riescono a stare assieme, eccetto che in quella; sono queste cose in quei concili che stanno tenendo. Ora, notate. Ma, questo, ma essi—essi non sono riusciti ad accordarsi su questo. [Il Fratello Branham batte sul pulpito tre volte—Ed.] Vedete?

163  Per uno: "È il Sangue, e," dice: "è il Sangue letterale; che il prete ha il potere di mutare questo pane nel letterale corpo di Cristo". Ecco che cos'è il piccolo tabernacolo, nella—nella chiesa, sapete. È la ragione per la quale fanno dei segni e ogni genere di offerte pagane mentre passano da lì, sapete, inchinandosi, e togliendosi i cappelli, e via dicendo. Quello non lo fanno all'edificio, ma a quell'ostia che è nel—nel tabernacolo. E notate come Satana ha imbrogliato astutamente ciò!

164  Ma, vedete, a quel tempo, sull'essere umano, vedete, Dio mise uno Spirito di sapienza sull'uomo, per comprendere che quello è sbagliato. Ora, quello era per combattere la terza bestia, che egli stava cavalcando, la quale aveva corrotto tanto la chiesa, al punto che essa era terribile. I riformatori, dunque, cosa fecero nell'epoca dei riformatori? Portarono la Chiesa, dalle sue cerimonie pagane d'idolatria, indietro di nuovo a Dio. Vedete? Ecco ciò per cui l'Animale andò avanti: la scaltrezza dell'uomo, il cavaliere, per fare questo.

165  Ora, ma, leggiamo ora il versetto 3 e… ovvero Apocalisse 3:2; solo un minuto. Ora, questo l'ho segnato qui per qualche ragione. Ora questo è, s'inserisce ora, l'epoca Luterana, nell'epoca dei riformatori; di Apocalisse 3:2.

166  Ciò che essi fecero, si organizzarono. Non appena Lutero dette inizio alla sua chiesa, la organizzarono. Benissimo, la stessa cosa fece Wesley. La stessa cosa fece la Pentecoste, esattamente, la organizzano. E, cosa fanno? Prendono lo stesso sistema dal quale vennero fuori. Vedete?

167  Ora, osservate questo, Apocalisse, che parla di questa chiesa di Sardi. "All'angelo della chiesa", è il 1° versetto, naturalmente. Vedete? Benissimo.

Sii vigilante, e rafferma il rimanente...

168  Cioè: "La Parola che ti è stata insegnata", vedete, "il rimanente".

… che sta per morire.

169  Proprio allora egli è pronto per ricominciare in un'organizzazione, come la chiesa Cattolica dalla quale era uscito. Vedete?

… poiché io non ho trovato le opere tue compiute nel cospetto dell'Iddio mio.

170  Eccovi là. Ecco il… Ecco che egli torna di nuovo dritto indietro. Non vedete perché il sistema d'organizzazione è sbagliato? Chi lo cominciò? Fu Dio? Furono gli Apostoli? Fu la chiesa Cattolica Romana che lo iniziò! Lasciate ora che qualche storico dica differentemente. Ciò non è lì. Essi sono, dicono di essere la madre chiesa, e lo sono. Ma organizzarono la cosa, e misero un sistema, con a capo un uomo. E noi non abbiamo preso un uomo, come fecero loro; noi prendiamo un intero concilio d'uomini, li mettiamo assieme, e allora si ha davvero una confusione. Proprio così. Come potrebbe un concilio fare altrimenti?

171  È come dire, che noi pensiamo che la democrazia è giusta. Pure io lo credo, ma non funzionerà mai bene. Non lo può. Con un mucchio di Ricky qui attorno a dirigerla, come si può mai al mondo farla andare bene? Non si può. Notate, la vera cosa era un re pio.

172  Notate l'Animale, il terzo Animale, ora, fu l'abilità d'un uomo. E rappresentava i riformatori che andarono avanti.

173  Dall'idolo, dal prendere, per esempio: "Questo è il pane." [Il Fratello Branham batte le mani quattro volte—Ed.] "Questo è il vino". [Il Fratello Branham batte le mani due volte.]

Vedete, l'anticristo ha ancora qualcosa che simboleggia il Cristianesimo. Egli deve averlo, poiché egli è "contro", vedete. E quindi, deve essere contro a qualcosa.

174  Ora, se lui si facesse avanti e dicesse: "Oh, io sono un Budda". Beh, quello non è niente. Tutti loro lo fanno. È semplicemente un pagano, tanto per iniziare.

175  Ma l'anticristo è astuto. Egli ha ogni genere di cose lì che rappresentano il Cristianesimo. L'unica cosa è, che è finito dall'altra parte, qualcosa che è contro alla Dottrina originale d'Essa. Vedete, ecco ciò che lo rende anticristo. Capite?

176  Così, i riformatori, quando l'Animale andò avanti nella forma d'un—d'un uomo, per combatterlo!

177  Ora, non dimenticate questo, classe! Non dimenticartelo! [Il Fratello Branham batte quattro volte sul pulpito—Ed.] Vedete? RicordateveLo, per tutti i giorni della vostra vita! Vedete? Questi Animali sono corretti. È il COSÌ DICE IL SIGNORE.

Vedete?

Notate, l'idolatria portò il.

178  L'Animale dell'uomo andò avanti con la Potenza di Dio, tramite la sapienza che Dio gli dette, e portò la Chiesa dall'idolatria, indietro a Dio. Ma nella.

179  Noi troviamo, in quella stessa epoca della chiesa, quando cominciarono a denominarsi, per fare la stessa cosa che fecero al principio, quello che fece Roma, ora essa sta per fare figlie a quella chiesa. E cosa dice lei?

180  Disse: "Ora che sei... Io non ti ho trovato perfetto. E tu devi rafforzare quella piccola forza che ti è rimasta". Ora, ascoltate Lui che li ammonisce, di nuovo in Apocalisse 3:3. Prendiamo. Ebbene, credo di averlo preso pochi momenti fa.

Ricordati da quanto hai ricevuto ed udito; e serbalo, e ravvediti.

181  Proprio, in altre parole: "Ricordati che sei uscito da una tale simile corruzione". Vedete? E, guardate qui.

... Che se tu non vegli, io verrò sopra te, a guisa di ladro, (uh—huh), e tu saprai... e tu non saprai a qual ora io verrò sopra te.

182  Continuando, Egli sposterà il candelabro, vedete. Così, eccolo qui. Che cos'è? La Luce della Chiesa.

183  Ed essa andò dritta dentro lo stesso sistema d'organizzazione dell'oscurità pagana dal quale era venuta fuori, e lì rimane oggi, con persone di cuore onesto, come lo sono i Cattolici, pensando che quella è la Verità. E i Protestanti ridono dei Cattolici; quando, sono sei dell'uno e mezza dozzina dell'altro, esatto, secondo la Parola. La sapienza dell'uomo!

184  Ora notate. Oh, come amo Questo! AscoltateLo ora che li ammonisce. Ora, ora noi… Siete tutti perfettamente d'accordo? Ora, se non lo siete, scrivetemi una domanda. Che, quegli Animali sono esattamente identificati in ciascuna epoca, come la Bibbia li ha identificati qui. È esattamente ciò che hanno fatto lì. La storia dimostra ciò che hanno fatto. Noi guardiamo dritto qui e vediamo ciò che hanno fatto.

185  E qui, quegli Animali, io—io—io non l'avevo mai saputo prima. Stavo seduto là. Potevo vedere questo che si spostava verso là, lo stesso come voi guardate me. Vedete? E deve essere giusto, poiché è proprio qui con la Bibbia. Per cui come potrete fare diversamente dal dire che è giusto? Notate.

186  Ora, il quarto Animale che venne mandato avanti per combattere l'anticristo, in quest'ultimo Animale. Siete pronti? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.] L'ultimo Animale che venne mandato avanti, o l'ultima potenza per combattere l'anticristo, che era contro l'Insegnamento di Dio, l'anticristo, era un'aquila. Vedete? Il quarto Animale vivente era un'aquila. Ora, voi studiate le epoche, studiate le Scritture. È l'aquila! E nella Bibbia, l'ultima epoca fu un'epoca dell'aquila. E Dio paragona l'aquila ai Suoi profeti. Vedete? Ciò… Ora osservate. L'ultima epoca, l'epoca dell'aquila, è un—un rivelatore della vera Parola. Vedete?

187  Prima che Dio entra in azione, come fece nei giorni di Noè, Egli mandava avanti un'aquila. Quando condusse Israele, e l'esercito del Faraone era pronto a partire, Egli mandò un'aquila. Ogni volta, Egli manda un'aquila alla fine, la fine d'essa.

188  E qui Egli manda di nuovo un'aquila. Questo è esattamente con la Parola. Per cui come potete renderla qualcos'altro? Manda un'aquila, (perché?) un rivelatore della Verità che è caduta lungo tutta l'epoca.

189  Così, come mai al mondo poteva il—il bue, o—o l'uomo, o qualunque Animale stesse cavalcando, come poteva mai essere rivelato finché non fosse venuta l'aquila? Essi ebbero il loro posto; erano pii, Animali inviati, proprio allo stesso modo in cui lo fu chiunque altro.

190  Il leone, che fu l'originale. È lì dove l'anticristo venne su in—in combattimento.

191  Poi lui suscitò un'altra potenza; Egli mandò un'altra potenza per affrontarla.

192  Poi lui suscitò un'altra potenza; Egli mandò un'altra potenza per affrontarla.

193  E poi all'ultima potenza, Egli porta giù l'aquila: "Per ristabilire i figli indietro di nuovo alla Fede originale dei loro padri". L'epoca dell'aquila! Poi, notate, che non ci sono più Animali. Quello è tutto. Quella è la fine. Ora, se volete ora prendete Apocalisse 10:1, 7. Mi ci sono riferito continuamente. Ricordatevi, nell'epoca dell'ultimo messaggero, vedete, che cosa doveva accadere? "Tutti i misteri di Dio sarebbero stati rivelati". L'aquila! Amen!

194  Ora, voi vedete le quattro bestie che cavalcarono. Quello fu perfettamente giusto. Lo credete questo? [La congregazione dice: "Amen!".—Ed.] E ora qui c'è ciascuna epoca, ovvero ciascuna potenza che cavalcò dietro ad essa. E c'è la Scrittura che mostra ciò che fece il cavaliere nemico. Questo è stato rivelato in questi Suggelli. Ed è stato pure rivelato ora che ciascun Animale, la potenza che Dio mandò fuori, per combatterlo, coglie nel segno esattamente a puntino, fino al tempo dell'aquila. Ora, se questo è l'ultimo tempo, allora verrà un'aquila, esatto, e per quello. Ora, ricordatevi.

195  Ora nei giorni in cui venne il Leone, la Parola originale, circa un centesimo di loro dettero ascolto al leone.

196  Nei giorni in cui venne il—il bue, di loro, solo un piccolissimo gruppo dette ascolto al messaggio del bue.

197  Nei giorni in cui venne l'uomo, lui operò in mezzo agli uomini, vedete, per cui fu scaltro. Egli portò fuori un piccolo gruppo.

198  E, cosa fecero? Satana lo vide, così li mandò dritto indietro e li fece sposare in quello.

199  E, ricordatevi: quando infine viene l'aquila, sarà un centesimo dell'uno per cento che darà ascolto. È un'epoca dell'aquila. Ricordatevi: sono tutti questi altri cavalieri… E poi perfino Gesù predisse: "Se Egli non avesse affrettato la Sua Venuta, non ci sarebbe affatto alcuna carne che si salverebbe per il Rapimento"..?... È questa la Scrittura? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.] Vedete dunque dove ci troviamo, fratello e sorella? ["Amen".] Vedete dove ci troviamo?

200  Dio, sono così felice, io—io—io non so cosa fare! Non è che sono qui solamente per parlare, pure io ne sono incluso. Sono tra di voi. Vedete, io, Questo riguarda me. Io ho una famiglia. Ed ho fratelli e sorelle che amo. E l'Iddio del Cielo è abbastanza gentile da venire giù e rivelare quella cosa, Egli stesso, tramite visioni che sono state dimostrate per trent'anni, essere la verità. Eccoci qui. Siamo… Siamo arrivati. Questo è tutto. La ricerca scientifica Lo ha dimostrato. La conferma della Parola Lo ha dimostrato. E noi siamo qui! E questa Rivelazione viene da Dio, ed Essa è la Verità!

201  Avete afferrato qualche cosa? [La congregazione: "Amen".— Ed.] Mi chiedevo se l'aveste afferrato. Vedete? Sissignore. Dunque non ho bisogno di dirvelo Domenica. Notate. Notate. Meraviglioso! Ora, ora, notate ora.

202  E, dunque, secondo il—il tempo in cui Dio stava per liberare il mondo antidiluviano, Egli mandò l'aquila.

E al tempo in cui stava per liberare Israele, Egli mandò l'aquila.

203  Credete che perfino anche al tempo di Giovanni, sull'isola di Patmos, questo Messaggio era così perfetto che Egli non poté affidarlo nemmeno ad un Angelo? Sapete, un angelo è un messaggero. Ma, lo sapete che il messaggero era un profeta? Lo credete? [La congregazione dice: "Amen".— Ed.] Dimostriamolo. Apocalisse 22, vediamo se era un'aquila. Sì. Vedete, egli era un… Certo, era un angelo, egli è il messaggero; ma fu un profeta che gli rivelò questo intero Libro di Apocalisse.

204  Apocalisse, al 22° capitolo e il 19° versetto, credo che sia esatto se l'ho annotato qui.22:19, forse mi sono sbagliato. No. [Qualcuno dice: "Forse è 22:9".—Ed.] 22:9, ecco qual è. Stavo guardando a 22:9. Proprio così. Oh, sì, eccolo.

Ed egli mi disse: Guardati che tu nol faccia: io sono conservo tuo, e dei tuoi fratelli profeti,.

205  Osservate ciò che Giovanni vide qui.

… io Giovanni son quel che ho udite e vedute queste cose.

206  Ora egli sta per chiudere. Questo è l'ultimo capitolo.

… E quando le ebbi udite, e vedute, io mi gettai giù, per adorar davanti a' piedi dell'angelo, che mi ha mostrato queste cose, che mi ha mostrato queste cose.

207  Ed "egli", dunque "l'angelo", vedete.

Allora egli disse a me: Guardati che tu nol faccia;...

208  Nessun vero profeta o messaggero di qualsiasi genere, vorrebbe essere adorato. Vedete? Quello è solo per Dio.

Ed egli mi disse: Guardati che tu nol faccia: io son conservo tuo, e dei tuoi fratelli profeti, e di coloro che serbano le parole di questo libro: adora Iddio.

209  Vedete? Ora, il Libro era tanto importante, che, Esso è la Parola di Dio. Ora osservate. E quando la Parola di Dio viene portata avanti, deve essere portata dal profeta, poiché è colui a cui viene la Parola di Dio.

210  Mi aspettavo di ricevere una domanda su quello, in— in questa scatola qua. Ho pensato che le avrei anticipate su questo un pochino, sapete. Sento che ce n'è dentro una simile, tutto qui. Io—io ho pensato che avrei risposto ad essa, vedete. Vedete?

211  Viene portata ogni Parola di Dio. La Bibbia non muta affatto il sistema, vedete. È la stessa cosa. Essa deve venire a questo veggente che noi stiamo aspettando che arrivi, notate ora, Apocalisse 10:1, 7.

212  Ora, leggiamo di nuovo il—il 9° versetto. Ora prendiamo... noi… Ora, prima che arriviamo a quel versetto, voglio chiedervi qualcosa.

213  Lo vedete, perfettamente, prima che lasciamo questi Suggelli? Ora, ricordate, non ci sono più potenze che escono dopo quell'aquila, vedete, non ce n'è più. Ogni volta che l'anticristo mandò avanti qualcosa, Dio mandò una potenza. L'anticristo mandò un'altra potenza; Dio mandò qualcosa per combatterla. Poi mandò un'altra potenza; Dio mandò qualcosa per combatterla. Vedete? E poi quando Egli venne all'aquila, quella fu la Sua Parola, di nuovo com'era al principio.

214  Ora osservate. Non è il profeta verso cui guardiamo che venga, un uomo unto con lo—con lo Spirito come Elia? Esso non sarà Elia, certo. Ma sarà un uomo simile, che arriverà. E il suo stesso ministerio è per inviare, per restaurare di nuovo, a questo popolo caduto tramite queste distorsioni denominazionali, indietro alla Fede originale dei padri. Ora, se quello non lega insieme quella Bibbia, io—io non so cosa la lega. Io—io non so dire niente a riguardo, poiché questo è tutto. Si arriva soltanto. Ecco la Verità. Se togliete via da lì qualcosa, lo distorcete. Vedete? Per cui, deve proprio essere così.

215  Ora notate, ora, nel 9° versetto: "Anime sotto l'altare". Ora, qui è dove avrò alcune vere dissensioni. Però osservate un minuto. E proprio… Vedete? Lo pensavo pure io, ma non è venuto in quel modo. Noi abbiamo… Ho sempre pensato che queste anime sotto l'altare erano i—i—i martiri della Chiesa primitiva. E sono certo che il Dr. Uriah Smith, e ognuno di loro, dice che lo sono. Vedete? Ma, io stesso la pensavo così. Ma quando lo Spirito Santo ne ha mostrato la visione, non era così; non sono quelle anime.

Ora, ora voi dite: "Beh, ora, non so niente a riguardo".

216  Ebbene, ora, solo un minuto e lo scopriremo. Guardate. Queste non sono le anime della Chiesa Sposa, niente affatto. Noi abbiamo pensato che quelle anime sotto l'altare fossero la Chiesa Sposa che aspettava là, vedete, che gridano: "Fino a quando, Signore, fino a quando?" Lasciate ora che questo io lo legga di nuovo, così che possiamo afferrarlo correttamente.

E quando egli ebbe aperto il quinto suggello, io vidi disotto all'altare le anime degli uomini uccisi per la Parola di Dio e per la testimonianza che avevano resa.

217  Vedete: "La Parola di Dio, e la testimonianza che avevano resa". Ora, non—non scostatevi da lì; ancora un momento, vedete.

E gridarono... Infino a quando,... Signore, infino a quando?.(vedete?). che sei il santo, e il verace, non fai tu giudizio, e non vendichi tu il nostro sangue sopra coloro che abitano sopra la terra?"

E furono date a ciascuna d'esse delle stole bianche; e fu loro detto che si riposassero ancora un poco di tempo, infino a tanto che fosse ancora compiuto il numero de' loro conservi, e de' loro fratelli, che hanno da essere uccisi com'essi.

218  Ora, poiché esse, se notate, nel tempo in cui questo Quinto Suggello viene aperto, vedete, la Chiesa se n'è andata. Non possono essere le anime sotto la—la Chiesa primitiva.

219  Ora, ora, vi prego, se avete mai fatto attenzione a questo ora, poiché questo è una grande controver-.. controversia, per cui voglio che ascoltiate ora molto attentamente. E voi avete le vostre carte e le cose con cui scrivere. Ora, voglio che facciate attenzione.

220  Ora, queste non possono essere quelle anime. Poiché, le—le anime dei—dei giusti, dei martirizzati, e delle persone giuste, la Chiesa, la Sposa, sono già state portate su, per cui non potrebbero essere sotto l'altare. Esse sarebbero in Gloria, con la Sposa. Ora osservate. Poiché, esse se ne sono andate nel Rapimento, nel 4° capitolo di Apocalisse. Esse sono state portate su.

221  Ora, chi sono allora queste anime? Ecco la cosa seguente. Chi sono esse, dunque, se non sono la Chiesa primitiva? Questo è Israele che deve essere salvato come nazione, tutti quelli che sono predestinati. È Israele. È lo stesso Israele.

222  Voi dite: "Oh, aspetta un minuto". Dite: "Non possono esserlo". Oh, sì, essi devono essere salvati.

223  Ecco, sistemiamolo, solo un minuto. Io ho quattro o cinque Scritture. Ne prenderò una. Prendiamo Romani, solo un minuto, e scopriamo se sono loro. Prendiamo il Libro di Romani, e andiamo al—all'11° capitolo di Romani, e lo scopriremo. Solo… Leggiamolo, e così lo scopriremo da noi stessi. Romani, l'11° capitolo, il 25° e 26° versetto. Ora, ascoltate Paolo qui.

224  E Paolo disse: "Se alcun altro, perfino un Angelo, predicasse qualche altro vangelo", (cosa?) "egli doveva essere maledetto". Osservate.

Perciocché io non voglio, fratelli, che ignoriate questo misterio (uh!) acciocché non siate presuntuosi nella

vostra vanità (eccovi); l'induramento è avvenuto in parte ad Israele, finché l'adempimento della pienezza de' Gentili sia entrata.

225  L'ultima Sposa Gentile venga portata dentro, per la Sposa; la cecità venne ad Israele per quel proposito.

E così tutto Israele sarà salvato, secondo ch'egli è scritto: Il Liberatore verrà di Sion, e torrà d'innanzi a sé l'empietà per Giacobbe.

226  Esatto! Ora, quelli sotto questo altare sono Israele. Osservate. Il solo scopo perché Israele venne accecato fu perché noi venissimo salvati. Lo credete? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.] Ora, chi li accecò? Dio. Dio accecò i Suoi figli.

227  Non c'è da stupirsi che Gesù stava là alla croce, e quei Giudei gridavano per il Suo Sangue! Quelli erano i Suoi piccini. Ed Egli era la Scrittura. Egli Stesso era la Parola. Ed ecco, Egli sapeva che quella gente Lo avrebbe ricevuto volentieri! Ecco perché Egli li accecò, così che essi non Lo avrebbero riconosciuto. Egli venne in un modo così umile, e per questo li accecò, cosicché essi non l'avessero ricevuto. Vedete? La Scrittura disse che l'avrebbero fatto. Ed Egli li accecò. Erano accecati! E Gesù li compatì tanto che disse: "Padre, perdona loro. Essi non sanno quel che fanno". Vedete? Erano ciechi. Paolo disse che furono accecati per uno scopo: per noi.

228  Notate. Ora voglio che osserviate questo molto attentamente. "Ad esse furono date delle stole". Non ne avevano. Ad esse furono date delle stole, stole bianche, a ciascuna di loro. Ora, i santi ce l'hanno ora; ne hanno già una; essi la ricevono qui. Ma, là, "Ad esse furono date delle stole". E i santi avevano già le loro, e sono andati avanti. Vedete? Vedete? Esse non ebbero—non ebbero.

229  Esse, vedete, non ne ebbero la possibilità, perché furono accecate da Dio, dal loro stesso Padre, affinché la grazia di Dio potesse essere adempiuta, in modo che la Sposa potesse essere presa dai Gentili. È esatto? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.]

230  Lasciate che vi mostri un bellissimo simbolo qui in Giuseppe; Giuseppe, l'uomo dello Spirito, l'aquila. Egli era nato tra i suoi fratelli, proprio come la vera Chiesa sta tra le altre. E lui poteva interpretare sogni e vedere visioni. E gli altri lo odiavano. Suo padre lo amava.

231  Notate, dunque, egli fu espulso, cacciato dai suoi fratelli, non da suo padre. Espulso, dai suoi fratelli, e fu venduto per circa trenta pezzi d'argento. Fu gettato in una fossa, e ritenuto che fosse morto.

232  Fu tirato su, e fu posto alla destra di Faraone. E poiché fu cacciato dai suoi fratelli, vedete, gli fu data una sposa Gentile, non del suo stesso popolo. Attraverso questo, egli generò Efraim e Manasse, che furono aggiunti ad Israele.

233  Quando Israele li benedisse, incrociò le sue mani dal più giovane al più grande, per incrociare le benedizioni dal Giudeo indietro… ovvero dal Giudeo al Gentile. Vedete? Incrociò le mani, per il figlio più giovane, che è la Chiesa più giovane perché venisse dentro. "La—la chiesa madre se ne stava al sole; essa mise al mondo questo bimbo". E notate, per ottenerlo, Israele incrociò le mani, nel simbolo. E Giuseppe.

Quegli stessi figlioli, venivano da una madre Gentile.

234  La sposa d'Israele, là dietro, s'incrociò, dalla vecchia Ortodossa, alla maniera Cristiana, tramite lo Spirito Santo che incrociò le mani d'Israele. Egli disse: "Dio ha incrociato le mie mani". Egli non ebbe nulla a che farci.

235  Notate. Poi, Giuseppe, rigettato dai suoi stessi fratelli, dal suo stesso popolo, si prese una sposa Gentile. Esattamente quanto ha fatto Gesù; rigettato dai Giudei, Si prese una Sposa Gentile.

236  Ora leggiamo qualcosa su questo, ho annotato una Scrittura, Atti 15. E, oh, in ogni caso, questo è quel che siamo tenuti ad insegnare. Ora, credo d'averlo scritto correttamente, leggiamo Atti 15:14. Molto bene. Spero dunque che sia esatto. Benissimo. "Simone ha narrato come Dio... " No, cominciamo dal 13° versetto.

E dopo ch'essi si furon taciuti, Giacomo prese a dire:.

237  Ora, vedete, cos'era avvenuto, essi erano andati dai Gentili. Vedete? Ed era cominciato il trambusto, perché erano Giudei. Vedete?

E dopo ch'essi si furon taciuti, Giacomo prese a dire: Fratelli, ascoltatemi.

Simone (cioè Simon Pietro) ha narrato come Dio ha primieramente visitati i Gentili, per di quelli prendere un popolo nel suo nome.

238  Huh! Vedete, il nome di mia moglie era Broy. Quando io la presi, ella divenne una Branham. Vedete?

239  Gesù tirò fuori la Sua Chiesa, o la Sua Sposa, dai Gentili. È la Scrittura, simboleggiata, come lo fu Giuseppe.

240  Ora notate questo, ora, queste anime sotto l'altare. Ebbene, le… questo: "Queste anime", comprendiamo ora, "che si trovano sotto l'altare", perché furono martirizzate da uomini empi come Eichmann. Vedete? Esse stanno proprio aspettando, milioni di loro, vedete, tuttavia restano Giudei.

241  Ora, ricordate. Che cos'era? "Esse furono uccise per la Parola di Dio" non per la testimonianza di Cristo. Lo capite?

242  Ma, ricordate, la Chiesa venne dentro, inoltre, i martiri della Chiesa, erano per la Parola di Dio e la testimonianza di Gesù Cristo. Quanti lo sanno, che qui al.[La congregazione dice: "Amen".—Ed.] Sì. Benissimo.

243  Ora, queste però non avevano la testimonianza di Gesù Cristo.

… per la Parola di Dio, e per la testimonianza che avevano resa.

244  I Giudei! E Hitler li odiava, come pure Eichman, così pure Stalin e tutto il resto del mondo. Vedete? Tuttavia rimasero fedeli a quello che credevano. E furono uccisi perché erano Giudei.

245  Sapevate che anche Martin Lutero ebbe pressappoco quella stessa idea? È la verità. Disse: "Tutti i Giudei dovrebbero essere eliminati. Essi sono anticristo". Vedete? Ma egli era sotto un'altra dispensazione, e non capiva questo, non capiva la Parola.

246  Adesso la Parola, la Verità, Si fa avanti. In che modo accecherete mai Israele? Non potete farlo. No.

247  Oh, come poteva quel profeta stare lassù, quel giorno, e dire: "Tu sembri un unicorno, Israele"? Quando cercavano di mostrargliene le parti peggiori! Lui disse: "Ebbene", disse: "chiunque ti benedice sarà benedetto, e chiunque ti maledice sarà maledetto". Proprio così. Oh, cari miei! Come lo farete?

248  Una volta pensarono che Dio li avrebbe dimenticati, quando il profeta vide capitare quell'avvenimento oscuro per i Giudei. Quell'uomo stava là, e la Parola di Dio versata su di sé. Disse: "O Signore, Ti dimenticherai del Tuo popolo?"

Egli disse: "Che cosa c'è vicino a te?"

Lui dice: "Una canna da misura".

249  Disse: "Quant'è alto fino al Cielo? Misuralo". Uh-huh. "Quant'è profondo il mare?"

Lui disse: "Non posso misurarlo".

250  Ed Egli disse: "Nemmeno posso Io, nemmeno posso Io dimenticare Israele". Nossignore. Lui non lo dimenticherà.

251  Egli doveva accecare il Suo Stesso figliolo. Ora, pensateci. Accecò il Suo Stesso figliolo per darci una possibilità, e noi Lo rifiutiamo. Ora, questo non vi fa sentire così piccoli sì da poter strisciare sotto un blocco di calcestruzzo con un cappello da cowboy sopra, e senza mai toccarlo? Questo è piuttosto umile, sapete. Oh, my! Sì.

252  Osservavano la Parola di Dio". Essi erano Giudei. Avevano la propria legge e stavano con essa. Ora, vi ricordate di ieri sera? Vedete? Essi si attenevano a quella. Ed erano Giudei e avevano la legge. E la legge era la Parola di Dio, e vi si attenevano. Proprio così. "E per la testimonianza che avevano resa, furono martirizzati". E qui c'erano le anime sotto l'altare, dopo che la Chiesa se n'era andata.

253  Ora badate. Nella loro cecità, avevano martirizzato il proprio Messia, e adesso ne subivano la conseguenza. Se ne resero conto. Lo riconobbero dopo che era passato. Essi Lo videro dunque quando giunsero davanti all'altare di Dio. Ma ora la grazia di Dio è per loro.

254  Badate. Ora, esse non potevano affatto essere i santi, se no sarebbero già vestiti. Qui invece sono ora, soltanto: "anime sotto l'altare, per la Parola di Dio, e per la testimonianza che ritenevano", perché sono il popolo di Dio: i Giudei.

255  Ma ora, osservate, la grazia di Dio viene a loro, e Gesù dà a loro, a ciascuno, una stola bianca, (oh, my, osservate; direttamente, dopo che la Chiesa se n'è andata), perché essi furono fedeli alla loro causa. E vennero accecati, e non lo sapevano. Non lo sapevano. Recitavano esattamente la parte che Dio aveva ordinato che loro recitassero. E qui, qui, Giovanni alza lo sguardo e vede le anime sotto l'altare. Badate ora, egli vede quelle anime. Osservate ciò che egli dice di loro.

Esse gridano: "Signore, fino a quando?"

Badate: "Ancora un po'." Vedete?

256  Consideriamolo, mentre lo approfondiamo, attraverso la Scrittura ora. Essi si resero conto d'aver assassinato il loro Messia. Vedete? Non lo sapevano, ma poi se ne avvidero. Essi vennero—essi vennero assassinati, pure, per pagare giacché avevano commesso l'errore. E infatti, considerate quale cosa dovettero fare! Vedete, erano colpevoli d'assassinio, di conseguenza furono assassinati. Vedete? Avevano gridato: "Il Suo Sangue sia su di noi!" Vedete? È vero. Ed erano stati accecati.

257  Ora, se non fossero stati accecati; Dio avrebbe detto: "Lasciateli. Non ne sono degni". Ma giacché furono accecati da Dio, la Sua grazia giunse loro. Amen! Si parla della grazia meravigliosa! E diede a ciascuno d'essi una stola, perché tutto Israele sarà salvato, ognuno che ha il suo nome scritto. È esatto. Gesù dà loro stole.

258  Come Giuseppe fece ai suoi fratelli; un simbolo. Guardate, quando Giuseppe stava là, e allorché alla fine… Si fece conoscere lì presso l'altare, il suo stesso altare, nel suo palazzo, il suo trono. Lui disse: "Che tutti mi lascino". Sua moglie era nel palazzo; dove sarà la Sposa.

259  E disse loro: "Non mi riconoscete?" Ehi, ora sta parlando in Ebraico. "Sono vostro fratello, Giuseppe". Oh, my!

Essi dissero: "Ora, ce la farai pagare".

260  Disse: "Aspettate un minuto. Aspettate un minuto. Dio ha fatto questo per uno scopo. Voi dovevate cacciarmi per risparmiare la vita". Gloria! Eccovi, esattamente. Disse: "Non siate, non siate adirati con voi stessi". Vi ricordate che Giuseppe disse così? Disse: "Non siate adirati con voi stessi. Tutto è a posto ora. È tutto finito. Dio mi ha inviato qui, davanti a voi".

261  Sapete, la Bibbia disse che essi Gli diranno, quando Lo vedranno venire, dissero: "Senti, Tu sei il Messia, lo sappiamo. Ma, ma, che ne è di quelle cicatrici?" Vedete?

262  Egli disse: "Oh, le ho ricevute nella casa dei Miei amici". Amici?

263  E allora quando se ne renderanno conto, coloro che sono rimasti, i centoquarantaquattromila, la Bibbia ha detto che si separeranno, una casa dall'altra. E impiegheranno giornate, solo per piangere, e lamentarsi e camminare avanti e indietro; diranno: "Come abbiamo potuto farlo? Come abbiamo potuto farlo? Beh, abbiamo ucciso il nostro stesso Messia". Disse, che piangeranno come una famiglia piangerebbe per il suo unigenito figlio: "Come abbiamo potuto farlo?"

264  Quei Giudei, sono—sono il popolo più religioso del mondo; Dio li ha scelti. Ma li accecò, per prendere noi, e noi Lo rigettiamo. Qual è il giudizio della chiesa Gentile! Eccovi. Vedete? Vennero accecati di proposito, da Dio, affinché potesse prendere noi, una Sposa, per Gesù. Portarli dal… Vedete? Ed era stato simboleggiato prima, e così via.

265  Vedete ora chi sono le anime? Non sono i santi martirizzati. Sono già morti. Proprio così. Notate, essi sono, essi sono già morti. Capite?

266  Così, a queste furono date delle stole, a ciascuna d'esse. E ora desidero che facciate attenzione. Ma ora la grazia di Dio si abbassa fino a loro. Gesù dà ad ognuno di loro una stola bianca, come fece Giuseppe, la sua grazia ai suoi fratelli.

267  Osservate ora. Sebbene avessero pure cercato di sbarazzarsi di Giuseppe, nondimeno la sua grazia si abbassò a loro. Vedete? "Oh, va tutto bene. È tutto a posto. Voi non volevate farlo. Ma, vedete, fu Dio a farlo. Vedete? Dio permise a tutti voi d'agire in quel modo cosicché Egli potesse cacciarmi, e portarmi quaggiù affinché io potessi salvare le vite per il popolo, questi gentili qui, da dove ho preso mia moglie. Non avrei avuto moglie se io—se io fossi rimasto laggiù. Ora, amo mia moglie. Essa mi ha dato questi figlioli". E disse: "Io—io.E ora—ora vengo a prendervi tutti. Ora pure tutti voi ne avrete del bene. Vi condurrò quaggiù. Vivremo tutti insieme, come una grande famiglia". Vedete? Vedete? Vedete? Disse: "Una cosa voglio chiedervi. Il mio vecchio padre vive ancora?" Oh!

268  E osservatelo, ciò che fece al piccolo Beniamino, che è un simbolo dei centoquarantaquattromila, come vedremo più tardi. Vedete ciò che fece? Corse rapidamente verso Beniamino, gli si gettò al collo e prese ad abbracciarlo. Il suo fratellino che era nato nella famiglia dopo che lui se n'era andato, vedete; da sua madre, la prima chiesa, la chiesa Ortodossa. I centoquarantaquattromila nacquero in Sua assenza, mentre Egli era lontano per prendere la Sua Sposa Gentile. Oh, my! Questo non vi provoca qualcosa? Eccolo. Vedete dunque chi sono? Eccoli.

269  Notate ora, benché avessero cercato di sbarazzarsi di Giuseppe, la sua grazia li raggiunse.

270  Per quanto abbiano tentato di sbarazzarsi di Gesù, Egli però ritorna, (perché essi erano ciechi) e dà a loro, a ciascuno, una stola bianca. Egli li prenderà egualmente a casa. Non fa alcuna differenza, perché Lui ha già detto: "Io li salverò tutti comunque". Vedete?

Ora, il versetto 10. Notate, essi chiedevano "vendetta".

Vedete?

271  Ora, se quella fosse stata la Sposa, sarebbe stata come Stefano: "Padre, perdonali", sapete. Vedete?

272  Ma questi che sono appena entrati sono Giudei, capite. Essi chiedevano "vendetta". Notate ancora, vedete, Lui disse ancora… Notate, non si tratta… Lui disse: "Sono i tuoi fratelli", i Giudei. I cento… Ora, essi volevano vendetta. Dicevano: "Oh, andremo… Noi, noi vogliamo che Tu ci vendichi laggiù".

273  Egli disse: "Solo per un po', ora, solo per un po'". Poiché... notate, fatemelo leggere qui. Si trova al—al 10° versetto. Benissimo.

E gridarono con gran voce, dicendo: Infino a quando, o Signore, che sei il santo, e il verace, non fai tu giudicio, e non vendichi tu il nostro sangue sopra coloro che abitano sopra la terra?

E furono date a ciascuna d'esse delle stole bianche, e fu loro detto che si riposassero ancora un poco di tempo, vedete, (cosa?) un poco di tempo, infino a tanto che il numero de' loro conservi...

274  Vedete? Ora di che si tratta? Dei profeti che predicano ora a Israele. Vedete?

Infino a tanto che i tuoi conservi ancora. i tuoi conservi ed anche i tuoi fratelli, che hanno da essere uccisi, com'essi. 275           Vedete, coloro che sono predestinati ad essere uccisi così.

Capite?

… che   hanno   da   essere   uccisi,   com'essi, sia compiuto.

276  Vedete, in altre parole, è predestinato per loro. Sono le Scritture, per cui essi devono farlo. "E riposate ancora un poco di tempo. Ora avete ricevuto le vostre stole; voi andate a casa; e sedete là ancora un po', capite, aspettate solo un po'".

277  Ora notate. Ora notate: "I tuoi fratelli". "I tuoi fratelli devono ancora essere uccisi", il che significa che i centoquarantaquattromila ancora devono essere chiamati nella Tribolazione. I centoquarantaquattromila che sono chiamati.

278  Vorrei che avessimo tempo. Potremmo finirlo domani sera, se il Signore vuole, noi… appena prima di addentrarci nell'altro Suggello. Vedete?

279  Inoltre, badate ora, essi devono essere martirizzati dall'anticristo. L'abbiamo appena passato; e notate, nella sua ultima cavalcata, dove lui spezza—spezza quel patto con quei Giudei laggiù. E cavalca là. Vedete?

280  Questi Giudei, i centoquarantaquattromila, devono essere chiamati fuori dai due testimoni di Apocalisse 11. Ora, ricordate, essi dovevano profetizzare.

281  L'avete letto. Quanti l'hanno letto? [La congregazione: "Amen".—Ed.] Certo, ne siamo tutti a conoscenza, per aver letto la Scrittura.

282  Ed essi profetizzano, questi due testimoni profetizzano, durante il tempo della seconda metà delle settanta settimane di Daniele. Che sono gli ultimi tre anni e mezzo.

283  Ricordate come ci occupammo delle settanta settimane di Daniele? Dissi che ne avremmo avuto bisogno quando saremmo arrivati qui. Non sapevo il perché, ma io solo… Qualcosa mi diceva che ne avremmo avuto bisogno, ed eccoci. Sì. Vedete?

284  Notate, nel tempo di Daniele. Ora ricordate, a Daniele era stato detto che: "il Messia sarebbe venuto", il principe, "il Messia", piuttosto, "ed Egli avrebbe profetizzato. A Israele erano rimaste ancora settanta settimane. E nel mezzo delle settanta settimane, il Messia sarebbe stato soppresso, e il sacrificio quotidiano abolito". È esatto? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.] "Però c'erano ancora tre e mezzo, le settimane determinate".

In questo blocco, Egli prende la Sposa Gentile.

285  Ora, Essa sale. E quando sale, i due profeti si presentano a Israele. Vedete?

286  E quelle anime che sono state martirizzate, ora, durante questo, i veri genuini Giudei durante questo; che avevano il loro nome sul Libro, che vivevano una vita retta e facevano la cosa giusta, vivevano il Giudaismo a puntino. Esse, esse furono martirizzate da Eichmann e da tanti altri. Gente onesta, a milioni laggiù! E quei Tedeschi li spararono, e li massacrarono, li ammazzarono, e li appesero agli steccati, e li bruciarono, e li cremarono, ed ogni altra cosa. Quei assetati di sangue, o senza cuore di Hitler e Stalin e Mussolini e tutti quei tali che odiavano quei Giudei!

287  Penso che una delle—una delle cose che ha tenuto unita questa nazione, sia il fatto che hanno sempre rispettato il Giudeo, proprio così, a cui hanno dato un luogo. Onorate il Giudeo e Dio onorerà voi.

288  Ora, c'è un gruppo di Giudei che sono rinnegati, come ci sono Gentili allo stesso modo.

289  Ma del vero Giudeo, Dio ha posto il suo nome sul Libro da prima della fondazione del mondo. E in questo periodo egli fu assassinato. E ricordate, pensateci ora, quant'è perfetto questo. Proprio dopo che quei milioni di Giudei furono uccisi, gente innocente, dalle nazioni del mondo; qui la Scrittura dice, proprio in questo tempo, che ognuno di loro sta sotto l'altare, rendendosi conto di quanto è accaduto; a loro furono date delle stole bianche.

290  Ed esse dissero: "Ebbene, perché? Non possiamo ritornare al regno proprio ora?" Il regno Giudaico deve essere stabilito sulla terra, sapete. Giovanni disse che il regno era là, vedete, per essere stabilito.

Ora, questo è il Regno del Vangelo, vedete.

291  Ma il regno dei Giudei sarà predicato da questi—questi due profeti, perciò osservate il—il—il regno della terra qui.

292  "Il Regno del Cielo viene predicato", dai Giudei, ovvero ai… Voglio dire: "al Gentile".

293  Il regno di qui sulla terra, deve essere stabilito nel Millennio, dopo, il Millennio per i Giudei.

294  Notate ora. Notate questo ora, qui, mentre essi—mentre essi predicano, vedete.

295  Prima che questi—questi profeti entrino mai in scena, questi Giudei che dovettero morire sotto Eichmann e gli altri, a ciascuno di quelli che era predestinato, viene data (per grazia) una stola bianca. Viene data a ciascun di loro una stola bianca. Notate.

Ora che cosa succede? Appena quello ha luogo.

296  Sto guardando quell'orologio là in fondo, e so che siamo in ritardo, ma non voglio… Vedete, io—io… Quei… noto quei poveretti che stanno là in piedi. Dio vi aiuti, fratelli. Spero che ad ognuno di voi sia data una stola bianca quel giorno, vedete.

State in piedi, cambiando posizione avanti e indietro, con le gambe dolenti. E alcuni di voi avete lavorato tutto il giorno. So quello che significa. E guardate qui… E alcune donne anziane che stanno in piedi. Noto che alcuni di questi uomini cedono il loro posto alle donne; e qualcun altro lo dà a qualche madre col piccolo. E io—io—io—io vedo tutto questo, vedete, e sono certo pure Lui. Notate. Tuttavia non intendo trattenervi troppo. Se riesco solo a far sì che vediate il Messaggio, ecco tutto quello che desidero che voi facciate, capite.

297  Notate ora questi Giudei. Devo fare questo, affinché vediate la rivelazione di questo Suggello; vediate quello che sono, queste anime sotto l'altare, e chi esse sono. Ora notate.

298  Al tempo di Daniele, dunque, nella seconda metà della settantesima settimana. Ora ricordate: "Il Messia doveva essere soppresso nella metà". Ecco la metà. Bene, qual è la metà di sette? [La congregazione dice: "Tre e mezzo".—Ed.] Tre e mezzo. Quanto predicò Cristo? ["Tre e mezzo".] Esatto. Ora, "Ma ci sono ancora fissati, per il popolo", (cosa?) "altri tre anni e mezzo".

299  Bene, durante questo periodo, ebbene, vedete, quel che accade, è, che la Sposa Gentile viene scelta nelle sette epoche della chiesa, e va su.

300  E quando lo fa in quel modo, a tutti quei Giudei che sono stati martirizzati a causa della cecità, che sono sotto l'altare, Dio viene e dice: "Vedete che cos'era? Ora, darò a ognuno di voi una stola".

Dicevano: "Fino a quando, Signore? Entreremo adesso?"

301  Disse: "No, no, no, no. I vostri conservi, i Giudei, devono soffrire ancora un altro po'. Devono essere martirizzati come siete stati martirizzati voi; la bestia deve prenderli quando lui rompe il suo patto".

302  Ora notate. Ed ora notate, una volta… Ora ricordate, questi profeti devono profetizzare secondo Apocalisse 11. Voi, voi avete alzato le mani, voi che l'avete letto. Vedete? E fu concessa a loro potenza.

303  Fra un minuto scopriremo chi sono, se il Signore vuole. Notate ora chi sono questi profeti. La Bibbia lo dice qui. Sicuro, Egli lo dice. Certo! Vedete?

304  Ora, notate, nel mezzo di queste tre settimane e mezza, dunque, che essi profetizzano quaggiù, e la—l'Apocalisse disse qui… Ed essi profetizzarono milletrecentoquaranta giorni. Se.

305  Ora, il regolare calendario Giudaico, il regolare tempo del calendario di Dio, comprende con esattezza trenta giorni in un mese. Il calendario Romano, è quello che ha confuso ciò. Il regolare calendario ha trenta giorni al mese.

306  Ora, se volete prendere trenta giorni, e addizionarvi i tre anni e mezzo, e vedere i trenta giorni, e, ebbene, a che cosa arrivate? Milletrecento e… ovvero, duecentosessanta giorni. "Milleduecentosessanta giorni (sessanta giorni)", esattamente tre anni e mezzo.

307  Ora, vedete, in questo non c'è errore. Eccolo, ciò si adatta insieme come si mette insieme un—un incastro. Notate, i due profeti predicavano per tre anni e mezzo, ai Giudei. In questo vengono chiamati fuori i centoquarantaquattromila.

308  E poi, notate, questi due profeti sono precisamente Mosè ed Elia. Vedete? Vedete? Ora, guardate, guardate, il loro… Guardate il loro ministerio. Osservate ora ciò che tali profeti fanno. "Hanno il potere di colpire la terra con una piaga, quanto spesso vorranno". Chi l'aveva già compiuto? Mosè. "Essi hanno il potere di chiudere i cieli, e di non far piovere al tempo del loro ministerio". Chi chiuse i cieli per tre anni e mezzo? [La congregazione dice: "Elia".—Ed.]Eccoli. Sono loro. Vedete, è...

309  Vedete, l'uomo, quando muore, non cambia il suo stato. Non muta la sua composizione, vedete. Guardate, quando— quando, in passato.

310  Quando Saul divenne apostata, e non c'erano profeti nel paese, non poteva capire cosa fare—cosa fare. Vi era salito contro. Doveva recarsi in battaglia. Andò dalla maga di Endor.

311  Ora, col sangue di tori e montoni, lei poteva fare questo. E lei evocò lo spirito di Samuele.

312  E quando Samuele salì, stava là, nella sua veste di profeta. Non soltanto questo, ma egli era ancora un profeta. Disse: "Perché mi hai chiamato dal mio riposo", vedete, disse: "visto che sei diventato un nemico di Dio?" Disse: "Domani sera, a quest'ora cadrai in battaglia. E a quest'ora, domani sera, sarai con me". Ed è esattamente quanto accadde. Vedete? Non solo… Egli era ancora un profeta. Vedete?

313  E questi tali sono ancora dei profeti. Ci addentreremo in questo un po' di più, tra alcuni minuti, se il Signore vuole. Vedete?

314  Oh, my, quanto amo questa Parola! Non c'è da meravigliarsi che: "L'uomo non vivrà di pane soltanto. Ogni Parola che procede dalla bocca di Dio!"

315  Questi due profeti sono Mosè ed Elia, in accordo alle loro opere che sono rimodellate nuovamente. Quello, quello è stato sempre il loro ministerio. Notate ora, come agirono loro. Quello non li ha cambiati. Ricordate, queste persone non sono mai morte. Osservate un minuto.

316  Ora, non confondete, prima di allontanarci da questo. Non confondete il ministerio d'Elia della quinta volta, con il suo ministerio della quarta volta. Vi ho già detto che la Chiesa Gentile si aspetta Elia. Esatto.

317  E qui lui è quaggiù coi Giudei. Ricordate che egli non può venire quattro volte; quello è—quello è il numero del nemico. Egli deve essere cinque.

318  La prima volta che venne, era Elia stesso. La volta successiva in cui venne, era Eliseo. La volta seguente in cui venne, fu (cosa?) Giovanni Battista. La volta dopo in cui viene è: come settimo angelo. E la quinta volta in cui viene, è con Mosé laggiù, che predica a loro. Certo. Sissignore. Non confondetelo. Uh-huh.

319  Cinque, se conoscete i vostri—vostri numeri della Bibbia, cinque è il numero della grazia operante. Ed è quanto Lui ha compiuto. Ora, fate attenzione, se volete sapere dov'è. Fu Gesù un'opera della grazia? G-e-s-ù, cinque; o-p-e-r-a. È esatto? Opera, da—d'amore per voi. E se voi andate a Lui, come venite? Tramite che cosa? F-e-d-e in o-p-e-r-a. È esatto? Opera è il numero della grazia, benissimo, per i credenti. [In Inglese tutte queste parole tratteggiate hanno cinque lettere.—N.d.Tr.]

320  Notate, il primo Elia, fu lui. Il secondo fu Eliseo. Il terzo fu Giovanni. Il quarto era il settimo angelo, ovvero l'ultimo messaggero per la Chiesa, secondo Malachia 4 e Apocalisse 10:7. Ora, la quinta volta, egli è un messaggero per i Giudei, per i centoquarantaquattromila, per i Giudei, dopo che la Chiesa se n'è andata.

321  Mi—mi—mi sento un po' strano, vedete. Vedete? Guardate, se alcuni pensano… Desidero che capiate questo ora, vedete. Se alcuni pensano ancora che Malachia 4: "per restaurare" il popolo, sia la stessa cosa che lui farà laggiù per i Giudei, e ritengono che sia tutta la stessa cosa, permettetemi che ve lo metta in chiaro, solo un minuto. Vedete, sarebbe un po' confusionario. La ragione, ricordate, che in Malachia 4, dice: "Ridare la Fede dei padri… ovvero dei figlioli al padre". Vedete, al padre!

322  Lasciate che vi mostri la differenza del ministerio. Se lui viene per ridare la Fede dei figlioli ai padri, negherebbe Cristo. Ritornerebbe alla legge. È giusto? I padri osservavano la legge. Lo capite? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.]

323  Notate, quando Eliseo, quando venne per adempiere il suo ministerio in Malachia 4, vedete, quale Malachia 4, Elia era solo.

324  Quando invece venne per ministrare ai Giudei, di Apocalisse 11, egli ha Mosè con sé. [Il Fratello Branham batte due volte le mani—Ed.] Perciò, non c'è confusione, nemmeno un po'. Capite? Lo afferrate? [La congregazione dice: "Amen".]

325  Quando Eliseo di Malachia 4 viene, è solo. Elia andrà; non Elia e Mosè. "Elia" si leverà. Ma la medesima ispirazione, che, disse che Elia verrà per l'ultima parte dell'epoca della chiesa, "per restaurare la Fede dei figlioli alla Fede originale dei padri", la Fede apostolica, a cui siete tenuti a ritornare. E l'anticristo li ha tirati tutti fuori. "Per restaurare", come tutto il resto delle Scritture si è fuso insieme. Vedete, egli viene da solo. Vedete?

326  Ma quando viene per la Chiesa, la Bibbia... o viene per i centoquarantaquattromila, la Bibbia afferma chiaramente che sia lui… Ve ne sono due, non uno. Due. Ed il suo primo ministerio non poté prendere i Giudei e riportarli alla legge, diventa lui… poiché lui viene a predicare Cristo ai centoquarantaquattromila, amen: "EccoLo, quel Messia che era stato soppresso". Amen! È così, quindi non confondetelo. Non c'è confusione. Le Scritture non mentono affatto.

327  Gloria! Oh, quando l'ho visto, stavo saltando su! Dissi: "Grazie, Signore", quando l'osservai aver luogo laggiù. Ho visto quell'Elia uscire là da solo per quella prima epoca, ed egli era solo. Poi quando l'ho visto venire di nuovo, da qualche altra parte, ce n'erano due là quando ha avuto luogo questo. Dissi: "Eccolo. Quello, quello lo compie, Signore. Amen! Ora lo vedo! Alleluia!" Lo è esattamente.

328  Se non l'avessi menzionato, sarebbe stato un po' confuso per qualcuno. Ma Lui—Lui mi ha detto di menzionarlo, così l'ho fatto.

329  Notate, questi uomini sono mantenuti in vita da Dio, dal loro ministerio originale, per il servizio futuro; l'hanno servito così bene. Vedete? Pensate, quello Spirito d'Elia esercita il ministerio cinque volte; Mosè, due. Cosa? Vennero tenuti in vita per il successivo, il servizio successivo.

330  Nessuno di loro morì dunque; non credete a quello. Furono entrambi visti viventi, che parlavano a Gesù sul Monte della Trasfigurazione. Ma, ricordate, essi devono morire.

331  Ora, ora, Mosè effettivamente morì. Però risuscitò, poiché fu un perfetto tipo di Cristo. Vedete? Nessuno ha mai saputo dove lui fosse sepolto. Degli Angeli vennero a prenderlo. Vedete? Per portatori di bara ebbe Angeli. Uh-huh. Perché? Nessun uomo mortale poteva portarlo dove lui stava recandosi. Se ne andò attraverso un atto, tutto qui. Egli ebbe degli Angeli, portatori di bara, giacché lo condussero dove era destinato ad essere. Nessuno lo sa.

332  Non lo sapeva nemmeno Satana. Lui contendeva con l'Arcangelo. Proprio così. Non riusciva a capire cos'era accaduto a Mosè. "Lo vidi tremante lassù. E guardava sopra il paese e guardava indietro verso i figlioli, e così via. Lo vidi tremante. Ma egli salì sulla Roccia, e quella fu l'ultima volta che lo vidi".

333  Quella è la Roccia! Quella è la Roccia! Lasciate che io stia su quella Roccia alla fine della mia strada! Sissignore! Ora, i…I miei fratelli di colore solevano venire qui e cantare un piccolo cantico: "Se potessi, starei di certo su quella Roccia, dove stava Mosè". Sissignore! Oh, quella è la Roccia su cui voglio stare pure io. Per fede io ci sto.

334  Ma ricordate, Elia si era stancato, perché ebbe moltissimo lavoro avanti a sé. [Il Fratello Branham fa una pausa. La congregazione ride.—Ed.] Lui era quindi esausto, e Dio gli mandò un mezzo con cui andare a Casa, proprio così, gli inviò un carro. È giusto? ["Amen".] Lo portò su. Lui non morì mai, visto che Egli lo mantenne vivente. Egli aveva un'opera futura per lui. Lasciate che Lui unga pure un uomo, capite, che venga avanti nel suo Spirito.

335  Però devono gustare la morte. Ora Apocalisse, all'11° capitolo. Ora, andiamo, in ogni caso sono proprio qui. Tocchiamolo, Apocalisse 11. Osservate e vedete se non vengono entrambi uccisi. Sissignore. Tutti e due devono gustare la morte. Sissignore. Dopo che il loro ministerio è finito, gustano la morte. Apocalisse 11, e cominciamo al 7° versetto:

E quando... hanno finita la loro testimonianza, la bestia che sale dagli abissi fa guerra con loro,...

336  Oh, my, lui non può sopportarlo, quei santi rotolanti ritornano di nuovo, vedete. Molto bene. Benissimo.

... dall'abisso... fa guerra con loro, e li vincerà, e li ucciderà.

337  Ma osservate ciò che avviene. Ora vengono perfettamente simboleggiati.

E i loro corpi morti giaceranno in su la piazza—in su la piazza di quella gran città,... spiritualmente… chia matta Sodoma ed Egitto; dove ancora è stato crocifisso il Signor loro, (Gerusalemme, vedete).

338  Ora, essi devono gustare la morte, (non è così?) proprio così, dopo che il loro ministerio è finito.

339  Perché? Il ministerio del settimo angelo, il ministerio del settimo angelo, il ministerio d'Elia al settimo angelo, non… Perché non può, anzi, perché non poté, sto cercando di dire, il ministerio del settimo angelo dunque essere tramite Mosè, se lui è immortale, come lo poté essere tramite Elia? Perché essi non… Perché Dio non lo inviò e diceva: "Elia, tu— tu hai faticato così duramente, Io, e così via, in tutti questi diversi luoghi. Io manderò giù Mosè"? Perché?

340  Considerate il ministerio di Mosè. Elia era un profeta per tutte le nazioni, ma Mosè fu un legislatore soltanto per i Giudei. Amen. Mosè è lì per dire… La ragione per cui venne con Elia… Quei Giudei che dicono: "Aspetta, noi qui osserviamo ancora la legge". Ma qui sta Mosè stesso; e qui è Elia che sta con lui. Oh! Vedete? Lui viene soltanto per i Giudei. Vedete? Mosè andò solo ai Giudei; il profeta Elia era per tutte le nazioni. Mosè invece divenne un profeta per i Giudei, e un legislatore. Vedete? Quello fu il suo messaggio, la legge.

341  Ma qual era il messaggio d'Elia? Per le donne coi capelli tagliati; per le denominazioni. Sissignore. E lui li fece davvero a pezzi. Facce truccate; disse loro: "Sarete date in pasto ai cani". Lui li sgridò davvero.

342  E quando poi il suo Spirito venne su Giovanni, egli uscì dal deserto e fece la stessa cosa. Esatto. Disse: "Non pensate d'appartenere a questo o a quello. Iddio può da queste pietre suscitare figlioli ad Abrahamo".

343  Risalì la strada e disse: "E mi vuoi dire che hai sposato il tuo stesso cognato.?" Disse: "Non ti è lecito farlo!" Oh, fratello! Whew! Hum! Lui glielo disse. Certo.

344  Notate, queste anime devono aspettare per un po' perché i centoquarantaquattro… siano martirizzati. Oh, non è ciò, non è… Ciò mette la Bibbia insieme.

345  Ora il mio tempo è proprio concluso, se vi lascio andare per tempo. Ma ho alcune cosette in più da dire, se potete sopportarlo. [La congregazione dice: "Va avanti!"—Ed.] So che fa caldo. Ed io sto sudando.

346  Tuttavia, ascoltate, ho qualcosa da dirvi, è così buono, arde proprio nel mio cuore. Spero che non l'avete dimenticato, vedete. Lasciatemi dire questo in presenza di Lui. Per la Sua grazia, Egli mi permise pure di vedere il mio popolo non molto tempo fa, in stole bianche. Ve lo ricordate? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.] Vi ricordate? Vi ricordate la storia, non tanto tempo fa? ["Amen".] La Sposa Gentile, essi stanno là ora. Tutti loro erano in stole bianche.

347  Mi svegliai. Ero stato a una riunione. È avvenuto circa un anno fa, un po' di più. Una mattina mi svegliai, e mi alzai. E dissi: "Cara?" a mia moglie. Lei non si mosse. I figlioli circa… Dovevo alzarmi e condurli a scuola, proprio quassù al vecchio posto. Ebbene, mi—mi sollevai sul letto, sapete, e m'appoggiai. Sapete come; ci si siede a schiena eretta e si appoggia il capo sulla spalliera del letto. Abbiamo uno di quei letti all'antica. E così, mi ero appoggiato così.

348  E pensai: "Beh, ne hai già cinquantatré. Se vuoi fare qualcosa per Dio, faresti meglio a farla, perché, fra un po', diventerai troppo—troppo vecchio".

349  E pensavo: "Sai, è proprio così, ora". Pensavo: "Beh, sai che non ne ho per molto. Devo andarmene ben presto". Dissi: "Ho— ho un anno più di quanto visse mio padre". Vedete? Pensavo:

"Ben presto devo andarmene. L'ho visto. E, qui, non ho fatto ancora nulla per Dio". Pensavo: "Ho sempre desiderato fare qualcosa per Lui". Pensavo: "Devo affrettarmi a farlo, se lo devo fare. E non so in che modo lo farò, tutto qui".

350  Pensavo: "Beh, spero di vivere per vederLo venire. Non voglio essere uno spettro, o uno spirito".

351  Vedete, ho sempre avuto paura di uno spirito. E ora, sapete, sarebbe quasi quasi… Ho sempre pensato, come se incontrassi il Fratello Neville e lui fosse una nuvoletta bianca che si muove, sapete. Ed io direi: "Salve Fratello Neville". E lui direbbe: "Salve, Fratello Branham", con qualche altro senso; giacché non potrebbe parlare. Però io saprei che era il Fratello Neville. Sì. Desidererei stringergli la mano come faccio sempre. Perché, è tutto quello che so, sono esseri umani. Vedete, vorrei stringergli la mano, ma lui non avrebbe alcuna mano. Essa sarebbe laggiù nel sepolcro putrefatta. Capite?

352  Pensavo: "My, spero di non dover attraversare questo". Ora, io stavo… Ora, vi dirò la verità. Io—io avevo paura di morire; non paura d'essere perduto, ma non volevo essere uno spirito. Volevo rimanere un uomo. Volevo aspettare il Rapimento, capite. Volevo restare in questo modo. Non volevo essere uno spirito, andare in giro. Giacevo lì, pensandoci.

353  E, tutto ad un tratto, avvenne qualcosa. [Il Fratello Branham schiocca una volta le dita—Ed.]

354  Ora, sapete, e tutti voi siete al corrente, delle visioni. E se questa era una visione, non ne ebbi mai una simile, vedete. E le ho avute da quand'ero un piccolo fanciullo.

355  E, improvvisamente, qualcosa ebbe luogo. E mi sentivo uscire da me stesso. Pensai: "Uh-oh". E io—io pensai: "Io—io sono già morto, vedi, e me—me ne sono andato". Capite?

356  E arrivai in un posto, e pensai: "Credo che mi volterò a guardare indietro". Era proprio così vero, amici, come il fatto che mi trovo qui. Vedete? E mi girai, per guardare indietro. E là c'ero io, che giacevo sul letto. Ed ero disteso, accanto a mia moglie.

357  Pensai: "Bene, è stato probabilmente un attacco cardiaco". Vedete? Pensai: "Bene, vedi, sono morto all'istante", quello sarebbe stato un buon modo per andarsene. Perciò, pensai: "È un attacco di cuore; non ho dovuto soffrire." Guardai e pensai: "Beh, ora, è strano. Giaccio là, proprio là, ed ecco che sto qui".

358  Così, mi voltai. Sembrava come un grande—come un grande campo, per dire, o qualcosa di simile, proprio un grande campo disseminato di fienarola. E—e dissi: "Beh, mi domando che cosa sia questo?"

359  E, tutto ad un tratto, mentre guardavo, ecco venire migliaia di migliaia di giovani donne, tutte in stole bianche, coi capelli pendenti fino alla cintola, a piedi nudi, ed esse correvano verso di me. Pensai: "Ora, che cos'è questo?"

360  Mi girai e guardai dietro, e io stavo là; e alzai lo sguardo così, eccole venire. Mi morsi un dito: "Io—io—io—io non sono per niente addormentato". Ma potevo sentire. E dissi: "Ebbene, dunque, qualcosa qui, è strana".

361  E quelle donne venivano tutte di corsa. E io non ho mai visto donne così graziose! E tutte venivano, correndo verso di me. E quando corsero da me.

362  Sapete come sono stato, piuttosto… Mi si chiama uno che odia le donne, ma non lo sono, capite. Tuttavia, io—io penso che una brava donna sia una del… sia un gioiello. Penso però che una non buona, sia, come dice Salomone: "acqua nel sangue". Difatti senza dubbio non so cosa farne di—di donne di pessima fama, o presuntuose.

363  E così arrivarono tutte queste donne. Esse cominciarono ad abbracciarmi. Ora, questo è insolito. Sapete che non lo permetterei. Così, ed esse erano… Ora, dovrò dire questo in un certo modo, giacché, io sono—io sono tra una folla mista. Ma, esse erano, erano donne. Erano donne. E ognuna d'esse—esse mi abbracciava e diceva: "Nostro—nostro prezioso fratello!" E una dopo l'altra mi abbracciavano.

364  Stavo lì, ad osservare. Pensai: "Beh, ora, cos'è questo?" Capite? Ed esse stavano lì. Pensai: "Che cosa è successo?" Volsi lo sguardo abbasso. Stavo a giacere proprio laggiù; ed ero qui, in piedi qui. Pensai: "Ora, è strano. Io—io non lo capisco".

365  E quelle donne gridavano: "Oh, nostro prezioso fratello", e mi abbracciavano. Ora, in quanto al sentimento, erano del tutto donne.

366  Ora perdonatemi, sorelle, giacché dico questo, perché… Ma voi ascoltate il vostro medico; e se non abbiamo menti pure, allora non siamo Cristiani. Non m'importa.

367  Io sono sempre vissuto puro. Dio lo sa. Quand'ero piccolo, l'Angelo del Signore mi disse di non contaminare il mio corpo, di non fumare, né bere. E così è stato. Per la grazia di Dio, l'ho mantenuto. Quand'ero un peccatore, non correvo intorno alle donne. E così.

368  Ma qualsiasi uomo che stringe una donna tra le sue braccia, essendo lui costituito da cellule maschili e lei da cellule femminili, c'è una sensazione. Non m'importa chi siate, ora, non ditemi che per voi non è così, se siete una persona sana.

369  Ma, non Lassù; perché non si hanno più cellule diverse. Non si peccherà mai Là. Vi fu un cambiamento. Non c'era altro che solo amore fraterno per quelle donne.

370  Benché, è nella grazia che sono considerate; penso che una— una donna, una cara donna che si tiene in ordine e cammina da signora, sia un—sia un esempio d'un gioiello sulla terra. Mi—mi piace tutto quello che è aggraziato. Penso, che una donna che si mantiene al suo posto, e cerca di essere una signora, sia una— sia una figura d'onore. Lo credo. E penso che una che non lo è, è come il—il Cristo e l'anticristo, la stessa cosa.

371  Mi—mi piace tutto quello che è naturale. Come un bel cavallo, o qualsiasi cosa, che resta nella sua figura d'un vero bel cavallo. O qualsiasi cosa simile, un bel monte, una bella donna, un bell'uomo, qualsiasi cosa che resta nella composizione di Dio, l'ho sempre ammirato.

372  E queste erano perfette. Non aveva importanza però quanto mi abbracciassero, ed erano donne, voi capite, ma non poteva esserci nessun peccato. Le ghiandole maschili e le ghiandole femminili, entrambe, erano passate. [Il Fratello Branham batte una volta le mani—Ed.] Grazie al Signore! Esse erano mie sorelle, in modo completo.

373  Io guardavo. E cominciai… Mi—mi osservai le mani; vidi che erano del tutto così giovani. E guardai; ero giovane pure io. E io.

374  E da giovane, avevo perso i capelli; un barbiere vi aveva messo dell'acido fenico, mi erano caduti tutti quand'ero appena un ragazzo. E per me piuttosto è stato sempre un—un guaio, per cui prendo freddo molto presto, dato che il mio cuoio capelluto è ancora delicato, sapete. E le radici dei capelli ci sono ancora, solo che furono bruciate dall'acido fenico, e i capelli non possono più crescere, vedete.

375  E andai, mia moglie, quando io… molti anni fa, mi comprò un parrucchino per indossarlo, una piccola capigliatura, lo mettevo per coprirmi il capo. Ma mi vergognavo sempre a portarlo, perché sembrava che fosse qualcosa di falso. E io non volevo nulla di falso.

376  E così pensai: "Mi metterò un berretto di lana". Allora, lo feci per un po'. Sapete cosa fecero? Volevano chiamarmi "vescovo" dunque, dicevano che io volevo essere… Vedete? Dissi: "Lo lascerò andare".

377  Perciò devo patire dei brutti raffreddori, e lo lascio… Ma, ora, se solo aprite quelle finestre, qualsiasi cosa, entra quel po' d'aria così, cari miei, mi raffreddo.

378  E andai da un medico e gli chiesi che cosa ne pensava. Egli disse: "Beh, guarda, i tuoi—tuoi pori sono aperti. Tu predicando sudi. Capita quella corrente d'aria. Ciò—ciò causa un germe di raffreddore quassù nel muco, e scorre giù per la tua gola. Il mattino seguente sei rauco. È così".

379  E—e così, oh, my, voialtri che avete i capelli, non sapete quanto dovreste essere riconoscenti, e di averli. Proprio così.

Vedete?

380  Ebbene, ora, ho scoperto, quindi, che io—io sto per... Uno di questi giorni se non avrò denti, me ne dovrò procurare alcuni, e, quindi, altrimenti ne farò a meno.

381  Perciò se un tizio—se un tizio… Ebbene, non penserei che sarebbe diverso per un uomo, se lo volesse, di indossare un parrucchino più di quanto lo sarebbe per una donna di portare una di queste chiome false che usano, o cosa mai mettono sui capelli così, per acconciarli. Vedete? Ma—ma, naturalmente, se lo fate, dipende dal perché lo fate. Capite? Dipende dal perché lo fate. E così.

382  Ma, comunque, mentre stavo là, mi toccai il capo e avevo di nuovo i capelli. My! Ero giovane. E queste, tutte queste giovani! E pensai: "Ebbene, non è strano questo? Eccole qui". Ed esse correvano tutte.

383  E io guardavo, che venivano, e io—io vidi venire Hope. Ella sembrava… Sapete, ella morì a ventidue anni. Era ancora più graziosa che mai! Molti di voi la ricordano; con quei grandi occhi scuri. Ella era Tedesca. I capelli neri le ricadevano sulle spalle. Pensai: "Ora, quando giungerà qui, dirà—dirà: 'Bill'. So che lo farà. So che dirà: 'Bill', appena giungerà qui".

384  Io osservavo. E ognuna di queste donne veniva e mi abbracciava, dicendo: "Oh, nostro prezioso fratello, siamo così felici di vederti". Pensai… Ognuna era vestita in modo simile, però avevano i capelli diversi, sapete, capelli rossi, e capelli neri, e capelli biondi. E—e si avvicinavano, erano comunque tutte giovani.

385  E quando ella mi raggiunse, pensai: "Vedrò cosa mi dirà".

386  Ed ella alzò lo sguardo su di me, e disse: "Oh, nostro prezioso fratello!" Mi abbracciò e andò oltre. Un'altra donna venne e mi abbracciò, la prossima.

387  Udii un rumore. E guardai al di là così, ed ecco venire una schiera d'uomini, giovani, tutti dell'età di circa vent'anni. Avevano capelli neri, e capelli biondi. E avevano tutti indosso delle stole bianche, ed erano a piedi nudi. Ed essi corsero verso di me e cominciarono ad abbracciarmi, esclamando: "Prezioso fratello!"

388  Io pensavo. E mi rigirai, ed ero là, ancora a giacere là. E pensai: "Beh, ora, questo è strano".

389  E proprio allora una Voce mi parlò. Io non vidi la Voce. Essa disse: "Tu sei stato riunito, tu—tu sei stato riunito al tuo popolo". Allora alcuni uomini mi sollevarono e mi misero lassù, su una grande cosa alta così.

Dissi: "Perché l'avete fatto?"

Disse: "Sulla terra tu eri un conduttore".

E io dissi: "Bene, io—io non capisco questo".

390  E quella Voce mi parlava. Non mi fu mai possibile vedere la Voce. Ora, Si trovava al di sopra di me, che mi parlava.

391  Dissi: "Ebbene, se—se sono morto, voglio vedere Gesù". Dissi: "Io… Egli è stato tanto… Egli è stato tutta la mia vita. Desidero vederLo".

E così disse: "Non puoi vederLo ora. Egli è ancora più in alto".

392  Vedete, si era ancora sotto l'altare, vedete, al sesto luogo, dove l'uomo va, vedete; non al settimo, dov'è Dio, la settima dimensione. La sesta!

393  E si trovavano—e si trovavano tutti là, e mi passavano accanto. E io dissi… Sembrava che ce ne fossero davvero milioni. Non li avevo mai visti… E, quando mi misi a sedere lì, queste donne e gli uomini mi passavano ancora accanto, e mi abbracciavano, chiamandomi "fratello". E io sedevo là.

394  E allora quella Voce disse: "Sei stato riunito al tuo popolo, come Giacobbe fu riunito al suo".

Dissi: "Tutti questi, sono il mio popolo? Sono tutti dei Branham?"

Egli disse: "No. Sono i tuoi convertiti a Cristo".

395  Mi guardai intorno. Ed ecco arrivare una donna assai bella. Ella assomigliava quasi alle altre. Mi gettò il braccio attorno, e disse: "Oh mio prezioso fratello!" Ella mi guardava.

396  Pensai: "My! Sembrava un Angelo". E passò oltre. E quella Voce disse: "Non l'hai riconosciuta?" Dissi: "No, non l'ho riconosciuta".

397  Disse: "L'hai condotta a Cristo quando aveva superato i novant'anni". Disse: "Sai perché ti considera tanto?"

Dissi: "Quella bella ragazza aveva più di novant'anni?"

398  Sì". Disse: "Ella non può mai più cambiare ora". Disse: "Ecco la ragione per cui dice: 'Prezioso fratello'".

399  Pensai: "Oh, my! E avevo paura di questo? Ebbene, queste persone sono reali". Essi, essi non andavano da nessuna parte. Non si stancavano di stare là.

Io dissi: "Beh, perché non posso vedere Gesù?"

400  Disse: "Ebbene, un giorno Egli—Egli verrà. E verrà prima da te, e allora sarai giudicato". Disse: "Queste persone sono i convertiti che tu hai guidato".

401  E io dissi: "Vuoi dire che poiché sono un conduttore, che io… che Egli mi giudicherà?"

Disse: "Sì".

402  Ed io dissi: "Ogni conduttore deve essere giudicato così?"

Disse: "Sì".

Io dissi: "Che ne è di Paolo".

Egli disse: "Egli dovrà essere giudicato con i suoi".

403  Bene", dissi io: "se il suo gruppo entra, entrerà pure il mio, perché ho predicato esattamente la stessa Parola". Esattamente. Dissi: "Come lui battezzava nel Nome di Gesù, l'ho fatto anch'io. Ho predicato."

404  E milioni gridarono, improvvisamente, dissero: "Noi riposiamo su Ciò!"

405  E pensai: "My! Se solo l'avessi saputo prima di venire qui, avrei costretto le persone a venirci. Esse non possono permettersi di mancare questo. Bene, guarda!" E poi.

406  Ed Egli disse: "Ora, un giorno Egli verrà, e allora… Ora, qui dentro noi non mangiamo, né beviamo o dormiamo. Siamo tutti uno".

407  Ebbene, non è perfetto; è più del perfetto. Non è sublime; è più del sublime. Non c'è alcun nome che può… Non si può pensare… Non ci sono parole nel vocabolario che l'esprima. Si è semplicemente arrivati, tutto qui.

408  E io riflettevo: "Beh, questo, questo sarebbe perfetto. E che si farà allora in seguito?"

409  Disse: "Quando poi Gesù verrà, e noi saremo… ed Egli ti giudicherà, per il tuo ministerio, allora ritorneremo sulla terra e riprenderemo i corpi". Beh, io—io non ci avevo mai pensato allora. Questa è esattamente la Scrittura. Disse: "Allora ritorneremo sulla terra e riprenderemo i corpi, allora mangeremo. Qui non mangiamo né dormiamo". Disse: "Laggiù mangeremo, però dobbiamo ritornare sulla terra".

410  Pensai: "My, non è meraviglioso questo? Oh, my! Ed io ne avevo timore. Perché avevo paura di morire, per arrivare a questo? Ebbene, questa è perfezione, più perfezione, più perfezione. Oh, questo è meraviglioso!"

411  Vedete, eravamo proprio sotto l'altare. Vedete? Eccolo, vedete, proprio sotto l'altare, aspettando la Venuta, vedete, affinché Lui andasse a prendere coloro che dormivano nel… i— i loro corpi che dormivano nella polvere, per risuscitarci; passare vicino, risuscitarci.

412  Come Gesù andò per il paradiso e fece salire Abrahamo, Isacco, e tutti gli altri, sapete, che aspettavano la prima risurrezione. Essi entrarono in città e apparvero a molti.

413  È perfettamente Scritturale. La visione era quella, o qualunque cosa fosse, era perfettamente Scritturale.

414  E dissi: "Bene, non è questo meraviglioso?" E allora pensai: "Non è questo meravi-... ?"

415  Udii qualcosa nitrire, come un cavallo. E guardai, e il mio cavallino sellato che solevo cavalcare, il piccolo Prince, l'ho stimato tanto. Eccolo, che mi stava accanto e poggiava la testa sulla mia spalla, per toccarmi. Solevo dargli dello zucchero, sapete, ed esso metteva la sua… Misi il mio braccio intorno a lui. Dissi: "Prince, sapevo che saresti stato qui".

Ebbi la sensazione che qualcosa mi leccava la mano. C'era il mio cane da caccia.

416  Quando—quando il Signor Short, quaggiù, lo avvelenò, giurai che avrei ucciso il Signor Short per questo. Avevo circa sedici anni. Egli lo avvelenò con un biscotto per cani. E mio padre mi sorprese con un fucile mentre andavo a sparargli al posto di polizia. E dissi: "Lo ucciderò". Dissi: "Bene... " Mi recai alla tomba del cane. E gli dissi, dissi: "Fritz, sei stato come un compagno per me. Mi hai vestito e mandato a scuola. Quando saresti diventato vecchio, mi sarei preso cura di te. Ora ti hanno ucciso". Dissi: "Ti prometto, Fritz, che lui non vivrà". Dissi: "Ti prometto che lui non vivrà. Una volta o l'altra, lo investirò per la strada, mentre cammina, allora gli salterò addosso, vedi". E dissi: "Lo ucciderò per te".

417  Ma sapete che successe? Condussi quell'uomo a Cristo, lo battezzai nel Nome di Gesù, e lo seppellii alla sua morte. Sissignore. Circa due anni dopo questo mi convertii. Poi vidi le cose in modo diverso, vedete. Lo amavo invece di odiarlo.

418  Perciò dunque, ma, in ogni modo, c'era Fritz che stava là a leccarmi la mano. Ed io ero… Io guardavo.

419  Non potevo piangere. Nessuno poteva piangere. Tutto era gioia. Non si poteva essere triste, giacché era tutto felicità. Non si poteva morire, perché tutto era Vita. Vedete? Vedete? Non si poteva invecchiare dal momento che tutto era giovinezza. Ed ecco cosa… È proprio perfetto. Pensai: "Oh, non è questo meraviglioso?" E milioni... Oh, my! Ero proprio a casa, capite.

420  E—e proprio allora udii una Voce. Ed Essa gridò e disse: "Tutti quelli che hai amato." la ricompensa per il mio servizio. Io non ho bisogno di ricompensa. Disse: "Tutti quelli che hai amato e tutti quelli che ti hanno amato, Dio te li ha dati".

Dissi: "Lode al Signore!"

421  Mi sentivo strano. Pensai: "Che succede? Mi sento strano". Mi girai a guardare, e sul letto, il mio corpo si stava muovendo. Dissi: "Oh, senza dubbio non devo andare laggiù. No, non lasciatemi andare".

422  Ma il Vangelo doveva essere predicato. In appena un secondo, fui di nuovo nel letto, vedete, in quel modo.

423  Non più di due mesi fa, che… Avete sentito che ciò si leggeva sulla—sulla Voce degli Uomini d'Affari. Andò in tutto il mondo, vedete. E il Fratello Norman, qui dentro, suppongo che sia qui stasera da qualche parte. Egli lo trascrisse e lo inviò in opuscoli. Andò dappertutto. Dei ministri mi scrissero, molti di loro, e dicevano.

424  Vi parlerò di uno. Ce ne sono stati centinaia, naturalmente. Questo accorse e disse: "Fratello Branham, la tua visione nella Voce degli Uomini d'Affari... "

425  E io apprezzo Tommy Nickel; sebbene egli non sia più con gli Uomini d'Affari. Non so il perché, però non lo è. Ma egli lo presentò là in modo corretto, dove dissi io. Proprio là in quella rivista trinitariana, disse: "Dove io… Come Paolo battezzava nel Nome di Gesù, e ordinava alle persone di fare lo stesso, io ho agito così". Vedete, lo presentò nel modo in cui andava. Capite? E così poi io—io—io pensai: "My!"

426  Questo ministro mandò una lettera, disse: "Fratello Branham, la tua visione."

427  Perché avrebbe potuto essere una visione. Disse… Ora, io non voglio dire "traslazione". Se Paolo… Se io fui preso su in questo primo cielo e vidi ciò, che ne dite di Paolo che fu preso direttamente nel terzo cielo? Che cos'era quello? Egli disse che non poteva nemmeno parlarne, vedete, se era stato preso su. Se ciò fu un essere preso su, non lo so, non so dirlo, non saprei dirvelo.

428  Ma questo ministro diceva: "Fratello Branham, la tua visione suonava molto Scritturale e andava bene finché non hai detto che là c'era un cavallo". Disse: "Un cavallo nel Cielo?" Disse… Vedete quella mente ecclesiastica con sapienza umana? Capite? Disse: "Il Cielo fu creato per gli esseri umani, non per i cavalli".

429  Ebbene, mi sedetti. Billy, mio figlio, aveva portato la lettera nel vecchio ufficio della chiesa, circa tre o quattro mesi fa.

430  Dissi: "Mio prezioso fratello, sono sorpreso per la tua sapienza, ma, e la tua conoscenza delle Scritture. Io non ho detto che ero in Cielo. Ho detto che era in un luogo simile al paradiso, perché Cristo stava ancora più in alto, vedi. Ma", dissi: "se ciò ti può soddisfare, volta fino ad Apocalisse 19. E quando Gesù esce dai cieli del Cielo, Egli cavalca un cavallo bianco, e tutti i santi con Lui cavalcano dei cavalli bianchi". Esatto. Assolutamente. Certamente.

431  E lassù in quello stesso Luogo, c'era uno che sembrava un'aquila, e uno dall'aspetto d'un bue, e uno… Ebbene, my, dove sono quei cavalli che vennero a prendere Elia? Ciò vi mostra, vedete, che la mente umana vuole qualcosa da criticare. Proprio così.

432  Notate ora. Pensavo però, come questo prezioso santo fratello, Giovanni… Pensavo che sarebbe stato un buon punto per introdurre questo, prima di concludere, capite. Se Giovanni diede uno sguardo Lassù, e quelli facevano parte dei suoi fratelli, vedete, i suoi fratelli che dovevano soffrire per un po'; allora, vedete, il Signore Iddio mi permise di vedere i miei fratelli e i santi che stavano aspettando la Venuta del Signore. Notate, essi non erano sotto l'altare del sacrificio; i miei non lo erano, ma questi sì, erano martiri. Vedete? I miei non stavano sotto l'altare dei martiri.

433  Ora, voglio che ascoltiate molto attentamente. E concluderò, sinceramente fra circa dieci minuti, alle dieci, anche se devo abbreviarlo e finirlo domani.

434  Guardate. Essi, essi non erano i miei… quelli che il Signore mi mostrò, la Sposa, Essa non era sotto il blocco dei martiri, no, sotto l'altare del sacrificio dei martiri; però aveva ricevuto delle stole bianche per aver accettato la grazia che perdona della Parola vivente. Cristo aveva dato loro una stola bianca. Non penso, che all'apertura.

435  O meglio, penso, che con l'apertura di questo Quinto Suggello, come credo io, che Esso ci è stato aperto. L'ho fatto con buona coscienza, con la chiara rivelazione davanti a Dio. Non che cerco di far pensare loro, che per essere sempre stato contro l'organizzazione, non sono mai appartenuto a loro. Ma ora mi è stato aperto.

436  E penso un'altra cosa. Con l'apertura di questo Quinto Suggello, in questo giorno, si rimette a posto una dottrina proprio qui, su cui potrei parlare, dell'anima che dorme. Ora, mi rendo conto che ci sono persone qui dentro che credono questo, vedete, l'anima che dorme. Penso che Questo lo confuti. Esse non stavano dormendo. Sono viventi. Sono i loro corpi che dormono. Ma, l'anima, non è nella tomba, essi sono nella Presenza di Dio, vedete, sotto l'altare.

437  Ecco dove non sono d'accordo con un prezioso fratello, un insegnante. E, noto, so che vedo alcuni dei suoi seduti qui. Per cui, mi rendo conto che costui è un grande insegnante. È un dottore, e un—un Dottore in Teologia, ed un F., D.LL.. Ed è—ed è pure un vero brav'uomo. Penso che non ci sia più al presente. Ma era un brav'uomo, e un bravo scrittore. E si tratta del Fratello Uriah Smith, l'autore di Daniele e l'Apocalisse. Ora, per voialtri che siete seguaci dei suoi insegnamenti, vedete, ora non… non sono.. non intendo dire questo con arroganza, ma io… Vedete?

438  Ma, il Fratello Smith, e cercando di sostenere, vedete, e cercando di sostenere l'anima che dorme, menziona il fatto che: "L'anima dorma. E che in Cielo non ci sia alcun altare di sacrificio. Per cui, il solo altare di cui si parla è", che lui—che lui crede ci sia in Cielo, "è l'altare dell'incenso". Ma per voialtri cari… E non per dissentire dal mio fratello. Io prob-.spero d'incontrarlo dall'altra parte, capite. Non per dissentire da quel grande insegnante.

439  Ma solo per mostrarvi come Questo lo smentisca, vedete. Questo lo smentisce. L'apertura di questo Suggello in quest'ultimo giorno, esclude il fatto che l'anima dorma. Vedete? Essi sono viventi. Non sono morti. Vedete? Notate.

440  Notate questo ora. Ora, se non c'è altare di sacrificio in Cielo, dov'è posto il sacrificio per i peccati, cioè l'Agnello? Deve esserci un luogo in cui quell'Agnello ucciso, sanguinante, sia deposto lì, dove il Sangue… ciò…

441  Ora, l'incenso erano i profumi, la sostanza profumata che veniva bruciata, per cui la Bibbia disse che erano "le preghiere dei santi". Se non c'è sacrificio sull'altare, allora le preghiere non possono essere ricevute. È solo per il Sangue, sull'altare del sacrificio, che le preghiere passano fino a Dio.

442  Il Fratello Smith era in errore, vedete. Non per essere in disaccordo con lui; penso d'essermi spiegato, con amore fraterno e rispetto per la sua grande opera, vedete. Ma lui si era sbagliato.

443  Il Quinto Suggello lo ha aperto, vedete, vedete; molte altre cose, se l'avete afferrato. Capite? Aspetto le mie domande, vedete, se io… Bene.

444  Ora, dov'era l'arca; l'Agnello ucciso, ferito, sanguinante, insanguinato per l'espiazione, per queste preghiere profumate?

445  Notate, la Bibbia dice: "Se questo tabernacolo terrestre della nostra dimora fosse dissolto, ne abbiamo già uno che aspetta". Ecco dove vidi quei santi. Capite?

446  Osservate quando un bambino… Scusatemi ancora, sorelle, per questo parlar chiaro davanti alle giovani donne. Ma, guardate. Quando una madre ha concepito, e quel mucchietto di muscoli si muove e palpita, voi capite, si tratta d'un corpo naturale. E come la natura fa il corpo naturale.

447  Avete mai notato vostra moglie prima che il piccolo nasca? Essa sempre, fino al termine, diviene molto gentile, amabile. Se non lo è stata per tutta la sua vita, lo sarà allora. Avete mai notato quanto pia, o piuttosto un sentimento, che si nota nella madre?

448  E si vede là fuori qualche peccatore, farsi beffe d'una madre cioè d'una—una donna incinta. Penso che sia assurdo. Si tratta della vita che viene al mondo.

449  Ma avete notato, che intorno a quella madre sembra esserci un sentimento amabile? Che cos'è? È un corpicino spirituale, la vita spirituale che aspetta d'entrare in quel corpicino non appena sia nato. Ora, è soltanto generato, ma, quando è nato, è nato. Il corpo spirituale si unisce al corpo naturale.

450  E, inoltre, la Bibbia insegna che noi siamo generati da Dio. Siamo generati dallo Spirito Santo, cioè, Cristo in noi, un figlio di Dio che viene formato in noi. E quando questo corpo terrestre si dissolve, questo corpo spirituale viene dalle viscere della terra, c'è un altro corpo che aspetta di riceverlo. "Se questo tabernacolo terrestre cade, c'è un altro corpo per riceverlo". Questo corpo mortale indossa l'immortalità. Questo terrestre indossa il celeste. Questo, capite ciò che voglio dire? C'è un corpo naturale che è peccaminoso; ma nella sua fattura simile, c'è un altro corpo al quale andiamo.

451  E sono tanto grato a Dio che posso dire, come vostro pastore e fratello, d'aver visto quelle persone, com'è vero Dio, in quel corpo, e d'averle toccate con le mie mani. Proprio così. Notate.

452  Osservate. Considerate Mosè, Eliseo. Dopo che Mosè era morto, ed Eliseo era stato preso in Cielo, egli stava qua sul Monte della Trasfigurazione coi suoi sensi del parlare, udire, capire, e conversava con Gesù prima della crocifissione. Ora, quale genere di corpo aveva lui?

453  Guardate Samuele, dopo che era morto da quasi due anni. Fu evocato nella—la spelonca quella notte dalla maga di Endor, e parlò a Saul col linguaggio; lui udiva Saul, rispose, e previde delle cose che dovevano accadere. Nondimeno, il suo spirito non era cambiato. Egli era un profeta.

454  Quando lo spirito d'Elia viene sull'uomo, lo condurrà proprio come Elia. Egli se ne andrà per il deserto. Amerà il deserto. Sarà uno che odierà le donne immorali. Egli sarà contro l'organizzazione. Non tratterrà i colpi per nessuno. Ed è proprio… Quello è, quello sarà il suo spirito. Lo fu ogni volta che venne, capite.

Mosè sarà la stessa persona. Ora, in Apocalisse 22:8, scopriamo la stessa cosa.

455  Ora, o per stabilirlo, per quelli che… Quelle anime (osservate ora questo) sotto l'altare, dell'apertura di questo Suggello, le quali erano state uccise nel periodo che va dalla morte di Cristo e l'andar su della Chiesa; il gruppo di Eichmann, e tutto quello, quei veri Giudei coi loro nomi sul Libro. Se osserverai, fratello mio, secondo la Scrittura, essi potevano conversare, gridare, parlare, udire, e avevano tutti i cinque sensi. Non che dormivano nella tomba, incoscienti. Erano ben svegli, e in grado di conversare, parlare, udire, qualsiasi altra cosa. È così? [La congregazione dice: "Amen".— Ed.] Oh, davvero!

456  Due minuti! Amen. Mi è dispiaciuto d'avervi trattenuti mezzora. No, non posso, non dovrei dirlo, vedete. Capite? Proprio così, vedete.

457  Ma, guardate, è il meglio per quel che ne so io, il meglio. E in accordo alla rivelazione che mi è stata data stamane appena prima dell'alba, dal Signore Gesù Cristo, ecco il Quinto Suggello aperto, che va insieme con gli altri quattro. Tramite la Sua grazia, Lui me lo ha dato, la Sua grazia verso di voi e me. Lo ringraziamo per questo. E, col Suo aiuto, intendo vivere più vicino al… quanto mi è possibile vivere, insegnando agli altri a compiere la medesima cosa, finché io Lo incontro, assieme a voi, nella Gloria, quando tutte le cose sono finite. Lo amo per questo, ed è il meglio che io sappia per Questo.

458  E veramente credo, con tutto il cuore, che le vere rivelazioni delle rivelazioni del Primo, Secondo, Terzo, Quarto, e Quinto Suggello, ci sono ora aperti.

Io L'amo, io L'amo Perch'Ei prima mi amò

[Il Fratello Branham parla tranquillamente con qualcuno—Ed.]

Alla croce del Calvario. [Il Fratello Branham comincia a mormorare Io L'amo—Ed.]

459  Ora, tranquillamente, con riverenza, davanti a Dio! Mentre abbiamo visto questo Suggello apertoci, Dio dovette prendere i Suoi amati figlioli, accecare i loro occhi, e lasciarli andare, giacché la Sua giustizia—giustizia richiede il giudizio del peccato. Pensateci. La Sua giustizia, e la Sua santità esige giustizia. Una legge senza una penalità non è legge. E Lui Stesso non può sfidare la Sua Stessa legge e restare ancora Dio.

460  È la ragione per cui Dio dovette diventare uomo. Non poteva prendere un sostituto, un figliolo che non era… un comune Suo figliolo o altro. Dio divenne entrambi, Gesù divenne entrambi, Figliolo e Dio, l'unico modo per il quale poteva farlo giustamente. Dio doveva prendere Lui Stesso la penalità. Non sarebbe stato giusto, darla a qualcun altro, a un'altra persona. Perciò, la Persona di Gesù era Dio, manifestato nella carne, chiamato Emmanuele.

461  E per far questo, e prendere una Sposa, e salvare un gruppo perduto di pagani Gentili, dovette accecare i Suoi Stessi figli. E poi punirli per questo, nella carne, per il rifiuto. Ma la Sua grazia provvide delle stole. Ma, la Vita, vedete quel che è avvenuto?

462  E se Lui dovette far questo, affinché noi avessimo una possibilità, come possiamo respingere questa occasione d'amore? Se c'è in questo edificio, stasera, tale persona, giovane o vecchia, che abbia fino ad ora respinto quell'opportunità che costò a Dio un simile prezzo, e volesse accettare questa offerta a Dio, stasera, non dovete, per quanto ne sappiamo, essere un martire, benché possiate esserlo. Però vi è stato provveduto una stola bianca. E se Dio bussa al vostro cuore ora, perché non accettarlo? [Il Fratello Branham bussa sul podio tre volte—Ed.]

Chiniamo ora di nuovo i capi.

463  Se tale persona, o persone, qui dentro, lo desiderano, o volete accettarlo sulla base della vostra fede nel Sangue versato che Dio sparse per voi, che soffrì più di qualsiasi cosa che ogni altro mortale. Non avrebbe potuto esistere un essere mortale che soffrisse in simile modo. Al punto che, la Sua angoscia separò nelle Sue vene l'acqua dal Sangue. Prima che Egli andasse al Calvario gocce di Sangue scorrevano dal Suo corpo, con tale angoscia e crepacuore di ciò che doveva fare. Eppure, avrebbe pure potuto rifiutare. Ma, volontariamente lo compì per voi e me. Potete rifiutare tale ineguagliabile amore?

464  E voi lo vedete ora, tramite l'apertura di questi Suggelli; cioè, quel che avete fatto voi, e ciò che Dio ha fatto per voi. E siete pronti a cedere la vostra vita a Dio, e se Egli vi strapperà dalle mani dell'anticristo in cui siete adesso? Accettereste la Sua offerta alzando a Lui la mano, dicendo: "Dio, con questo, esprimo, che accetto quell'offerta di grazia".

465  "e Fratello Branham, desidero le tue preghiere, che io rimanga sempre fedele".

466  Alzate la mano, e io pregherò. Dio ti benedica. Dio ti benedica. Abbiatene l'intenzione ora. Non—non fatelo se non ne avete l'intenzione. E proprio dove siete seduti, accettatelo proprio là. Perché, ricordate, non avreste potuto alzare la mano se Qualcosa non vi avesse detto di farlo. E nient'altro avrebbe potuto farlo tranne Dio.

467  Perciò, ora, quando vedete le Scritture così perfettamente svelate! Voi vedete ciò che è successo, durante le epoche, negli ultimi pochi anni, venti o trent'anni. Lo vedete perfettamente confermato. Vedete che la Scrittura vi riferisce ciò che è avvenuto e quanto è destinato ad accadere. Allora, sulla base della fede nell'opera di Cristo, dove siete seduti proprio ora, e avete alzato la mano, dite: "Da questo minuto in poi, è deciso. Prendo Cristo ora come mio Salvatore. E vivrò per Lui, per il resto della mia vita. E desidero che Dio mi riempia con lo Spirito Santo". E se non siete stati battezzati nel Nome di Gesù Cristo, la vasca vi aspetterà.

Preghiamo.

468  Signore Iddio, c'è stato un gran numero di mani tra la gente, che si sono alzate. Sono sicuro che Tu sei il medesimo Signore Gesù che compì l'espiazione per noi, tanti anni fa. E a vedere quei Suggelli rivelati, e le grandi cose che hanno avuto luogo proprio qui negli ultimi pochi anni, credo con tutto il cuore che la porta della misericordia sta cominciando a chiudersi, e Tu sei pronto a metterTi in viaggio ora per redimere il Tuo popolo. Mentre c'è posto, e una porta aperta, come fu nei giorni di Noè, possano queste preziose anime che vivono nel corpo di questo tabernacolo che un giorno verrà dissolto, che hanno sollevata quella mano mortale, nel loro intimo; a causa della loro convinzione e della loro professione, per cui credono e vogliono accettare il Tuo proponimento per loro, come salvezza, su questo Libro suggellato aperto che è stato aperto per noi. Dà' a loro, stasera, Signore, una stola della giustizia di Gesù Cristo, e rivesti la loro anima in quella, affinché possano stare davanti a Te in quel Giorno che è vicinissimo, perfetti, tramite il Sangue di Cristo.

469  Signore Iddio, se non sono stati battezzati nel Nome di Gesù Cristo! E sulla rivelazione che mi hai dato in proposito; e dal momento che Paolo ordinò a delle persone che pure erano state battezzate da Giovanni Battista, d'essere ribattezzate nel Nome di Gesù Cristo, allo scopo di ricevere lo Spirito Santo, in Atti 19. Ti chiedo di convincerli, Signore, della Verità, e possano essi obbedirTi.

470  E poi in obbedienza della loro accettazione, e in obbedienza alla loro confessione, e per l'acqua, possa Tu, in risposta, riempirli con lo Spirito Santo, per la potenza del servizio per il resto della loro vita. Te li affido ora nel Nome dell'Agnello di Dio immolato, Gesù Cristo. Amen. Amen.

Io L'amo, io L'amo perch'Ei prima mi amò

E acquistò la mia salvezza alla croce del Calvario.

471  Ora, per voi che avete alzato le mani. Obbedite al comando dello Spirito che segue la—la costituzione della Parola, per un peccatore ravveduto. Seguitelo in ogni atto. E l'Iddio del Cielo vi ricompensi per la vostra posizione nei Suoi confronti. Il Signore vi benedica.

472  Domani sera portate le vostre matite e la carta, come avete fatto. Ci aspettiamo che siate qui alla stessa ora, alle sette e trenta, in punto, se il Signore vuole. E per… pregate per me, che Dio mi apra il Sesto Suggello, domani, che io sia in grado di esporveLo come Lui me Lo dà. Fino ad allora, cantiamo ancora. Non solo mediante gli inni, ma mediante le lodi per Colui che morì al nostro posto e ci ha redenti. Io L'amo. "Io... "

Ecco ora il vostro pastore.

… L'amo, io L'amo perch'Ei prima mi amò.

IN ALTO