HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Fede di William Marrion Branham è stata predicata il 61-0813 La durata è di: 28 minuti .pdf La traduzione VGR
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf   
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Fede

  1. Voi dovete usare la fede in Dio, per farla operare. Vedete? Così avete la vostra propria risurrezione dentro di voi. La vostra risurrezione si trova in voi, nel vostro spirito.

2     Ora, sapete, quando Gesù morì sulla croce: "La Sua anima discese nell'inferno e predicò alle anime che erano in prigione, che non si ravvidero nei giorni di pazienza di Noè". Il Suo corpo andò nel sepolcro. Ma, prima che Egli morisse, affidò il Suo Spirito nelle mani di Dio. Nelle mani... "Nelle Tue mani affido il Mio Spirito". Perciò, vedete, il Suo Spirito andò a Dio; la Sua anima andò all'inferno; il Suo corpo andò nel sepolcro.

3     Ora, quello Spirito che era in Lui era lo Spirito di Dio. "Quello Spirito, in tempi diversi e in vari modi, unse i profeti, per portare il Messaggio alla gente; negli ultimi giorni, attraverso Cristo; ed ora, in questi giorni qui, attraverso il Vangelo". Ora, quando riceviamo Cristo nel nostro cuore, ecco tutto quello di cui abbiamo bisogno. Ecco la Vita Eterna.

4     Ora, Cristo non poteva ritornare fino a che non erano adempiti tre giorni. Perché, il Suo Spirito stava dietro un riparo, come un ostacolo, in questo modo, affinché Egli non potesse attraversare quell'ostacolo, perché ciò era la Parola parlata di Dio, che: "Egli doveva giacere nel sepolcro per tre giorni e tre notti". Ora, Egli non poteva ritornare fino a che i tre giorni e notti non fossero terminati. Allora quando i tre giorni e notti furono terminati, il Suo Spirito fu rilasciato. Andò direttamente alla Sua anima, e la Sua anima ritornò a prendere il corpo, e adempì quel che Egli disse. "Io ho potestà di deporre la Mia vita. Io ho potestà di riprenderla. Io ho potestà".

5     Ora, ognuno di voi ha il potere, allo stesso modo, poiché voi siete figli e figlie di Dio. E lo stesso Spirito che è in voi, questa mattina, lo Spirito Santo che è in voi questa mattina, quello stesso Spirito Santo vi risusciterà. Perciò, voi avete il potere di risuscitare voi stessi di nuovo.

6     Quando morite, la vostra anima andrà nel—il...  sotto l'altare di Dio, non in… proprio nella Presenza di Dio. Ora, il vostro spirito andrà a Dio, ma voi non potete ritornare. Ricordate, nella Bibbia, Essa disse che lo spirito...  "Le anime sotto l'altare, gridano: 'Signore, quanto ancora, quanto ancora?'" E non potrebbero ritornare fino a che le Scritture non si adempiono, e, come Cristo, non potrebbero ritornare fino a che le Scritture non si adempiono. Poi, dopo che tutto era stato compiuto, che tutta la sofferenza è passata, e che i fratelli hanno sofferto le stesse cose, ossia che noi abbiamo sofferto come soffrirono loro, e così via; allora, in quel giorno, saprete esattamente dove siete seppelliti, il vostro spirito sarà liberato da Dio e verrà all'anima.

7     Ora, l'anima è quella parte di voi che sa e comprende, la vostra intelligenza. Ricordate la visione che ho avuto non molto tempo fa, ovvero il piccolo trasferimento, e sono entrato in quel luogo e ho visto quelle persone? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.] Ora, il vostro spirito ritornerà in quel corpo, e in quel—quel tipo di corpo, l'anima, la quale è un corpo che non deve mangiare e così via. "Se questo tabernacolo terrestre viene dissolto, ne abbiamo già uno che aspetta", un corpo celeste. E con quello spirito, e con quell'anima e corpo celeste, voi risusciterete di nuovo questo corpo naturale per quel grande Millennio. Vedete? Avete in voi il potere ora, per fare questo ora. Ma, quel potere che avete in voi ora, potrebbe fare un nuovo mondo. Dio non ha piccoli punti deboli; e grandi, forti punti che sono potenti. Il più piccolo tocco di Dio è onnipotente, vedete, il più piccolo tocco di Dio. Così, sapete.

Così sto cercando di farvi arrivare ora nella fede.

8     Sai che ti è accaduto qualcosa, quale cristiano. Lo sai? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.] Tu procedevi quaggiù nella sporcizia, con tutta la sporcizia ed il peccato, ed il bere, e il giocare d'azzardo, e—e le cose del mondo. Bene, non appena hai creduto che Cristo perdona i tuoi peccati, ti sei elevato al di sopra di quella roba. Ora procedi quassù, vedi, al di sopra di tutto ciò. Perché? Perché credi di essere un cristiano. Poi quando hai accettato Cristo, e lo Spirito Santo è venuto a te, allora hai fede nello Spirito Santo, che ti dà la potenza di procedere al di sopra di quel tipo di vita di peccato.

9     Bene, ora, la sola cosa che devi fare, per procedere più in alto nella guarigione, abbi semplicemente più fede, continua proprio—proprio a spingerti in alto. Vedi? E lì ci sei. Ora se sei ammalato, e non sei un cristiano, diventa proprio ora un cristiano, così che quella potenza di guarigione venga in te, tramite il diventare un cristiano. E quello ti darà fede per procedere al di sopra del peccato. Ciò ti darà fede. E ogni cosa di cui hai bisogno, in questo viaggio, si trova proprio in te ora. E la sola cosa che devi fare è avere fede in Dio, che spinge fuori da te quelle buone cose, le quali sono in te, tramite lo Spirito Santo. Lo comprendi chiaramente ora? L'hai afferrato? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.]

10    Credo che Billy mi abbia detto, ieri sera, mi abbia chiamato e abbia detto: "Vieni dentro questa mattina, vieni in particolare per una persona, la quale pensava che teniamo i servizi di quei Sette Sigilli, questa settimana". E hanno portato un bambino ammalato, credo. E se sei qui ora, signore, ricorda, tu non puoi… La tua—la tua fede deve valere per quel bambino, se è—se è un piccolo bambino.

  1.  Ma ora lasciate che prenda un'altra Scrittura, se va bene, giusto un momento. [Il fratello Neville dice: "Fai pure, fratello. Amen".—Ed.]
  2. Ricordate proprio, ora, nei Vangeli, leggiamo lì nel 16° capitolo, credo, degli Atti, dove Paolo e Sila una notte erano in prigione. Ed erano stati percossi perché cacciarono un diavolo fuori da una ragazza indovina. E ciò fu… E, lei, i suoi padroni si erano incolleriti riguardo a ciò. E li percossero, li misero nelle prigioni interne. E poi quando lo fecero, mentre Paolo e Sila pregavano, e Dio mandò un terremoto e scosse la prigione.
  3. Il carceriere di Filippi, essendo un centurione, il che, per rilasciare i suoi—i suoi prigionieri, doveva essere la sua propria vita che avrebbe dovuto pagare per i prigionieri. Sfoderò la sua spada e stava per commettere suicidio, quando Paolo corse innanzi e disse: "Non farti alcun male. Siamo tutti qui".
  4. E questo centurione aveva, diciamo, qualche impressione che si era avuta di Paolo e di loro. Potrebbero aver cantato inni. Potrebbero aver testimoniato, o fatto qualcosa. Ma, qualunque cosa fosse, sapevano che erano uomini santi. Sanno che c'era qualcosa di diverso riguardo a quegli uomini. Perché, prontamente, lui chiese: "Cosa debbo fare per essere salvato? Cosa debbo fare per essere salvato?"
  5. Ora, Paolo disse: "Credi nel Signore Gesù Cristo, e sarai salvato tu e la tua casa".
  6. Bene, ora, se credere nel Signore Gesù Cristo... Quello non significa che la sua salvezza avrebbe salvato la casa. Ma se lui ha abbastanza fede in Dio per la sua propria salvezza, può avere la stessa fede per la sua casa. E la sua casa dovrà entrare, vedete, la stessa cosa.
  7. Lo stesso come fece Giobbe, come ho detto l'altra sera, giù in Georgia, ad una riunione. Ho detto: "Giobbe, egli disse: 'Ora, non so se i miei figli hanno peccato, ma, e se hanno peccato?'" E Giobbe doveva fare una cosa, per essere giusto, cioè, offrire un olocausto. Disse che avrebbe offerto l'olocausto, se i suoi figli avessero peccato, allora sarebbero stati perdonati del loro peccato. E fu buono che quel padre lo fece. È un padre dal buon pensare. Oggi abbiamo di più bisogno di quei tipi di padri. E Giobbe offrì l'olocausto. Questo fu prima che la sua tragedia iniziasse.
  8. Ma quando i suoi figli furono tutti uccisi, e le sue pecore tutte distrutte, e tutto quello che aveva, tolto, egli sedeva sul cumulo di cenere dietro casa sua, grattandosi con un pezzo di coccio.
  9. Avete notato, dopo i giorni della sua tragedia, quando Dio iniziò di nuovo a restituire a lui? Dove egli aveva diecimila capi di bestiame, e così via, Egli restituì il doppio. E duplica le sue pecore, e duplicò ogni cosa. Ma avete notato? E Dio diede a Giobbe anche i suoi sette figli. Avete mai pensato dove loro si trovavano? Quell'olocausto li rappresentò. Furono salvati, nella Gloria, aspettando che lui venisse. Lui oggi è con loro. "Tu e la tua casa sarete salvati". Vedete? Ora, Giobbe doveva fare una cosa, per essere giusto, doveva offrire l'olocausto.
  1. Voi dovete fare una cosa, per essere giusti, cioè, avere fede in Dio. Poiché, per fede siete salvati, per fede siete guariti, per fede ottenete ogni cosa che avete. Vedete? È per fede, che voi lo credete. Ora: "Credi nel Signore Gesù Cristo, e tu e la tua casa sarete salvati".
  2. Ora, signore, se hai il neonato qui affinché vi si preghi, credi tu stesso. Io sono qui per mettere la mia fede assieme alla tua, e noi crederemo, insieme, che Dio guarirà quel neonato.
  3. Vedete, abbiamo in noi la potenza per farlo. Avete la potenza in voi per fare ciò. Ogni cristiano ha la potenza per farlo. Ma ora se possiamo soltanto ottenere… Quella potenza è controllata da una legge.
  4. Come ho spesso detto, è come la gravità che controlla l'acqua, perché è una legge. La gravità controlla l'acqua.
  5. Il sole, è controllato dal—dal… ovvero la terra, la rotazione della terra. Non potete far fare una cosa al sole, poi dire: "Credo che voglio dormire un po' più a lungo. Ritarda un'ora". Non lo farà, vedete, perché c'è una legge. Se opererete in accordo a quella legge, bene, allora, ogni cosa andrà benissimo. Se andrete a letto in tempo, potete svegliarvi in tempo. E se voi.
  6. Come noi abbiamo il Lago Superiore, il Lago Ontario, il Lago Huron, e tutti questi Grandi Laghi quassù. Abbiamo decine di migliaia di migliaia di acri di terreno fuori nel Nevada, e California e Arizona e Nuovo Messico, che bruciano, per quell'acqua, di terreno che produrrebbe qualsiasi cosa. Potreste cibare l'intero mondo, là fuori, se solo aveste quell'acqua, quassù, laggiù. E ciò non lo infastidirebbe, perché è una sorgente alimentata. Proprio non appena scende, risale proprio al livello, perché la gravità la mantiene là. Bene, ora, se riuscite ad operare in accordo alla legge della gravità, potete prendere tutti questi Grandi Laghi e innaffiare quell'intero paese là fuori, e cibare l'intero mondo, nessuno sarebbe affamato. Ma non potete sedere qua e dire: "Sì. Lo vedo. Sicuro". Dovete andarlo a fare.
  7. Bene, questo è lo stesso modo in cui è con la legge di Dio. La legge di Dio è fede. E noi abbiamo fede qui, questa mattina, per guarire ogni malattia, per fare qualsiasi cosa. Ma ciò è controllato da una legge, e quella legge è fede. La legge di Dio è fede. Gesù disse: "Qualsiasi cosa voi desiderate, quando pregate, se potete credere che lo ricevete, potete averlo". Lì ci siete. Perciò, è la fede che lo controlla, e ci viene data fede proprio come ne abbiamo di bisogno. Ora, dobbiamo… Dio dà ad alcuni di noi una certa fede, ad alcuni un'altra fede. Non è qualche grande potenza sovrannaturale che avete. Perché, quando divieni un cristiano, tu—tu hai già la potenza, ma manchi di fede nel mettere in azione quella potenza.
  1. Perciò ora, questa mattina, quando venite affinché si preghi, ricordate, la Bibbia ha detto questo. Questo è vero. Giacomo 5:14: "Se ci sono degli ammalati in mezzo a voi, chiamate gli anziani della chiesa. Lasciate che li ungano in olio, e che preghino su loro. La preghiera della fede salverà il malato, e Dio lo ristabilirà". È una promessa, se la crederete. Perciò, vedete, la guarigione è data all'individuo.
  2. Ciò era nei giorni di Gesù di Nazareth. Egli non poteva guarire le persone contro la loro—contro la loro propria fede. Disse: "Io posso, se tu credi. Se credi che sono in grado di fare questo, Io posso farlo". Se potete crederlo!
  3. Così, alcune persone mettono la—mettono la potenza di guarigione verso qualche altro, evangelisti. Non è così. La potenza di guarigione è in voi. È in voi. Essi mettono proprio il carro davanti al cavallo. L'evangelista non ha potenza di guarire.
  4. È lo Spirito Santo che ha la potenza di guarire, e voi avete lo Spirito Santo. Ecco il piccolo albero che siete, e tutte le cose di cui avete bisogno sono in voi. Così, perciò, voi iniziate solo a bere dalla promessa di Dio, dicendo: "È la verità. Dio ha detto che mi avrebbe guarito. 'Per le sue lividure sono stato guarito'". Eccovi. Sapete cosa fate? Iniziate a spingere all'esterno la guarigione, questo è tutto. Vedete? E poi che cosa? E poi gli altri possono vedere quel che voi avete.
  5. Che cosa ora? "La fede è la sostanza di cose che si sperano; l'evidenza di cose che non si vedono".
  6. Potrei piantare quell'alberello fuori. Non vedo le mele, tuttavia sono lì dentro. Quell'alberello sa che sono lì dentro. Così inizia semplicemente a bere, a spingere, spinge, perché sapeva: "È in me. Lo farò uscire tra un po'. Dammi un po' di tempo. Sostentami solo un po' di tempo". Egli continua semplicemente a bere. "Sì, so che le mele sono in me. Tra un po' le porterò su". E la prima cosa che sapete, eccole venire. Ecco venire le mele, perché egli ha creduto che erano in lui.
  7. E se credete che la potenza dello Spirito Santo è in voi, per guarirvi, eccoli lì. Continuate solo a spingere. Vedete? Voi avete fede. Non potete vedere immediatamente i risultati. Non lo vedete.
  8. Ora, vedete, Giacomo giustificò Abrahamo per le sue opere. Paolo giustificò Abrahamo per la sua fede. Cosa diciamo noi allora tra i due? Abrahamo parlava di quello che… Voglio dire, Paolo parlava di quello che Dio vide in Abrahamo. E Giacomo parlava di quel che le persone videro in Abrahamo. Vedete? Ora, vedete?

35    Perciò, Dio lo sapeva, prima che il neonato venisse, che Abrahamo aveva fede. E Abrahamo lo dimostrò a Dio, giacché (egli) agì come se il neonato stesse per venire quando lui era sterile. Non aveva nessun figlio. Il grembo di sua moglie era morto, e lui era sterile. Ma, nondimeno, sapeva che: "Lì dentro in qualche luogo c'era il neonato". Vedete, continuò a bere la promessa, appoggiandosi al grande El-Shaddai di Dio, al Petto. Si appoggiò lì, bevendo, sapendo che Dio glielo avrebbe dato; sapeva che era una promessa, ed Egli doveva compierla.

  1. E noi siamo i figli di Abrahamo. Perciò appoggiamoci alla Sua promessa, e aggrappiamoci lì, sapendo che Dio la compirà. Egli ha detto così. Lo credete ora? [La congregazione dice: "Amen".—Ed.]
  2. Allora lasciate che la fila degli ammalati, per cui si vuole pregare, si allinei qui su uno parte, sull'altra. E condurremo qui l'anziano e li ungeremo in olio. Io pregherò su loro. E crederemo che Dio sanerà tutti loro: "Se tu puoi credere".
  3. Teddy, dove sei? Vieni su questo lato destro. Questo è buono. E voglio che suoni Solo Abbi Fe'.
  4. E mentre vengono, chiniamo semplicemente i capi, il resto dell'uditorio, e stiamo in preghiera per queste persone che stanno venendo.
  5. Nostro Padre Celeste, portiamo a Te, questa mattina, nel Nome di Gesù Cristo, questa povera, ammalata, sofferente umanità che si trova in questa terribile, disastrosa condizione. Io Ti credo, Signore. Io—io so che le Tue Parole sono vere. Sono così vere! Non possono fallire, perché Esse sono l'immortale ed Eterna Parola di Dio. Esse sono onnipotenti, come lo è Dio, perché sono una parte di Lui. "Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio. E la Parola è divenuta carne e ha dimorato in mezzo a noi". Ora, noi crediamo questo, Signore, con tutti i nostri cuori, con tutta la nostra anima, con tutto quello che è dentro di noi. Lo crediamo.
  6. Ed io ho cercato, in una semplice maniera infantile, di presentarlo alla gente, affinché potessero comprendere e sapere che la Potenza di Dio si trova in loro. Se possono solo avere la loro fede e seguire gli ordini di Dio.
  7. Ecco come furono salvati. Vennero e si ravvidero dei loro peccati, e furono battezzati nel Nome di Gesù Cristo, in accordo a questa Bibbia, Atti 2. E poi Pietro disse, che: "Voi riceverete il dono dello Spirito Santo". Ed eccoLo venire, proprio esattamente, perché è la Parola di Dio resa manifesta.
  8.  Bene, ora, la stessa cosa, Padre, sappiamo che è vera, quando ungiamo gli ammalati con olio, e vi preghiamo sopra. "La preghiera della fede salverà il malato. Dio li ristabilirà". Dio, possa ognuno lasciare quest'altare stamani, intorno a questo luogo, così felice e giubilante, sapendo che Dio li ha guariti. "Va', e sii sanato". Poiché li rimettiamo a Te ora, nel Nome di Gesù Cristo.
  9. Possa ognuno essere guarito, e afferrare la visione, quel che essa significa. "Come Abrahamo, chiamava quelle cose, che non sono, come se fossero". Non importa quali siano i risultati, quello non ha niente a che fare con la fede. I risultati non sono niente. La fede ha già fatto presa. "E la fede è la sostanza di cose che si sperano, e l'evidenza di cose che non si vedono". Dio, possa ciò andare a fondo nei loro cuori, poiché hanno bisogno di Te.
  10. Vado quale Tuo umile servo, per stare qui insieme ad altri servi, e prego Dio di dedicare il nostro cuore per queste persone ammalate. Lo chiediamo nel Nome di Gesù. Amen.
  11. Qualcuno ha detto che il fratello Estel Beeler era nell'edificio. Credo ci sia un altro ministro qui, che ha condotto in preghiera, stamattina. Ci piacerebbe chiedere a tutti i ministri qui, cosa mai essi siano, se voleste poi venire quassù e stare intorno a questo altare con noi per favore, giusto un momento, fratelli. E gli uomini… Fratello Ben, grazie. Vieni proprio su e stai qui intorno, intorno all'altare qui, così possiamo avere la preghiera con questa gente, imporre loro le mani.
  12. Ora, mentre suonano il cantico. E i ministri prendono il loro posto qui, così noi, ciascuno, possiamo imporre le mani sugli ammalati.
  13. Vediamo, scendere laggiù dall'altro lato del monte. Vedo venire un Uomo, non era affatto diverso da qualsiasi altro uomo. Semplicemente un Uomo ordinario, dal corpo piuttosto piccolo, alquanto fragile. Mentre Lo vediamo guardare, i Suoi occhi giù su una—una scena che ha luogo giù nella valle. Erano i Suoi apostoli. Avevano un ragazzo laggiù, che aveva l'epilessia, e non c'è dubbio che essi stessero dicendo: "Guariscilo, Signore! Guariscilo!"
  14. Ma, vedete, il solo dire: "Guariscilo, Signore, guariscilo", non lo compirà. Quello proprio non lo compirà. Ci deve essere qualcosa dietro a quel: "Guariscilo, Signore, guariscilo". Vedete? E se io riesco a farvelo credere, e crederlo con tutto il vostro cuore, voi sarete guariti, se io realmente vi induco a vedere la visione.
  15. Guardate ora, quei discepoli che stanno lì, forse scuotendolo, forse spingendo più duramente. "Credilo, fratello! Credilo! Alleluia! Credilo! Guariscilo, Signore! Guariscilo!" Ma il Diavolo stava proprio lì, perché non riusciva a trovare abbastanza fede da farlo uscire.

51    Ma ecco che scende Uno dall'altro lato della collina. E non appena quel diavolo riconobbe che quello era fu un po' diverso dagli altri uomini...  Vedete?

52    Ora, ecco il tipo di uomini che vogliamo essere noi, come il nostro Signore Gesù. Sì. Non venite solo per uno spettacolo, ma venite, amate il nostro Dio, sappiate che siamo stati incaricati per andare a fare questo. Questo è il nostro incarico.

  1. Poi, quando Egli andò su dal padre. Penso che questo è da dove questo cantico fu scritto, composto dalla Parola. Egli disse: "Signore, abbi misericordia di mio figlio, poiché in modi vari è oppresso da un diavolo". Disse: "Lo getta nel fuoco, e diviene secco, e così via". Egli disse: "L'ho portato dai tuoi discepoli, ma non sono riusciti a guarirlo. Ma io—io—io pensavo."
  2. Egli disse: "Io posso, se tu crederai. Ora, Io ho la Potenza in Me", Egli disse: "per farlo, se puoi crederlo".
  3. Lascerebbe Dio quella gente oppressa dal cancro che siede qui stamattina, che è stata relegata, costretta a letto con il cancro, e la leucemia, la malattia, e l'afflizione, guarirebbe Dio loro e ignorerebbe voi? Neanche per sogno. No. Vedete? Ora, Egli non fallisce. "Io posso, se tu credi". Cosa disse Egli?

Poiché tutte le cose sono possibili, solo.

Ora, fratello Tyler, vieni su... ?...

Ora proprio solo abbi fede, solo abbi fede,

  1. Ora, mentre prego, voglio che imponiate le mani sulle persone. Qualunque cosa di cui abbiano bisogno, benedite tramite la preghiera della fede, e continuate ad andare avanti.
  2. Fratello Neville, ungi con olio, e i fratelli. ..?...
  3. Voglio tutti, nell'uditorio, con i vostri capi chini ora. Ognuno profondamente in preghiera.

Solo.

  1. Signore, abbi misericordia, io prego, e guarisci queste persone, attraverso il Nome di Gesù Cristo. Amen.

Nel Nome di Gesù di Nazareth.?.

  1. [Il fratello Branham e i ministri pregano e impongono le mani sugli ammalati, mentre il fratello Neville li unge con olio. Punto vuoto sul nastro—Ed.]
  2. Così tanti, lungo la fila, li osservavano, per vedere la loro reazione di come stavano, per vedere come essi reagiscono ad un'azione. Vedete? C'è una tale cosa come un'azione, essi si sono alzati e sono venuti avanti. Un'altra cosa, è come essi reagiscono a quell'azione che hanno fatto. Dopo che sono arrivati al punto di credere che, quando si sarebbe pregato per loro, sarebbero stati guariti, allora osservate la reazione della loro azione.

62    Ora, sono sicuro, il nostro pastore ha il messaggio per noi, stamattina.

  1. Una cosa che mi piacerebbe commentare giusto un minuto, era una ragazza cattolica che stava lì lungo l'altare. Alcuni giorni fa lei è stata a casa mia, lei e suo marito. E conoscevo suo marito da qualche tempo. E—e c'è stato qualcosa di particolare, mentre eravamo seduti ad un colloquio privato.
  2. Ecco dove avemmo la visione. Ecco dove… Solevo avere ciò qui nella chiesa, ma occupava proprio la mattinata, e così via. E così ciò accadde là dentro.
  3. Io non ho detto niente, perché lei è una ragazza, un'altra cosa, è sempre cresciuta in una chiesa cattolica, e così via. Ma lei è andata a parlare per sua madre. E durante quel tempo, ho visto una visione di sua madre. Le ho detto qual era il problema di sua madre, e l'ho descritta, e qual era l'aspetto di sua madre. Di certo, lei ne è stata giudice, se era giusto o no. Non avevo mai visto sua madre in vita mia. Lei lo sa.
  4. E la ragazza, questa mattina, è venuta qui all'altare e vi è rimasta, per fare una confessione, e accettare Cristo come suo Salvatore. Lo ha fatto all'altare, questa mattina.
  5. Il fratello Neville, non sapendo, l'ha unta in olio. Come— come Dio opera! L'ha unta in olio, per gli ammalati. Ma osservate il movimento dello Spirito Santo. Ora, giacché è stata unta, in realtà non era ammalata, ma è stata unta. Vedete come ciò fa sì che ogni cosa funzioni bene? Lei stava quale una cristiana ora, dopo essere divenuta quello che noi crediamo sia una cristiana. Ora, lei ha detto: "Vorresti pregare per mia madre? Lei è ammalata". Questo è lo stesso. Così l'unzione dell'olio è stata applicata prima. Pensavo, quanto appropriato, che, vedete, qualcuno che è stato appena salvato. Cristo rappresentò tutti noi. Egli rappresentò tutti. E non appena questa ragazza diviene una cristiana, allora anche lei vuole rappresentare qualcuno, mostrando che lo Spirito di Cristo viene dentro di noi quando siamo realmente salvati. Ora, questo è davvero meraviglioso. Io—io certamente apprezzo questo, questo meraviglioso spirito cristiano di credere. Ora, ricordate soltanto.
  6. Ora, a questa signorina, lei è qui da qualche parte, e ad un'altra signora cattolica che è passata. E mi piacerebbe dire queste parole, proprio prima che renda il servizio al nostro pastore, vedete, è questo. [Il fratello Neville ha detto: "Amen".—Ed.]
  7.  Ora, la chiesa cattolica una volta era come questa chiesa. Se tornerete indietro a leggere la Bibbia, che noi crediamo, e saprete che la Chiesa cattolica era la prima Chiesa. Questo è vero. Ma essa si è allontanata dai Suoi Insegnamenti. Questo era l'insegnamento della Chiesa cattolica. Ma, vedete, loro hanno circa seicento altri libri che i papi e così via avevano scritto, che sono per loro tanto sacri quanto questa Bibbia.
  8. Così, vedete, quel che questo è, voi non avete cambiato. Quel che avete fatto, siete stati solo convertiti. Vedete? Se prendete ora… Certo, suppongo forse alcuni di voi, queste due stamattina, erano donne. Ci potrebbero essere alcuni uomini cattolici seduti qui.
  9. Se andrete indietro alla storia della chiesa, se poteste chiedere al vostro prete: "L'azione di questi apostoli qui nella Bibbia, era quella la maniera in cui… Erano quelli i primitivi cattolici?" Egli dirà: "Sì". E questo è vero. Lo erano. Ora, loro, guardate quale tipo di religione avevano. Si incontravano in piccoli, semplici luoghi. Non dicevano mai gli: "Ave Maria" o i "Padre nostro". Quella è una tradizione della chiesa. Cosa dicevano? Lodavano Dio. Gridavano. Piangevano.

72    Guardate qui in Atti 2, quando il santo Apostolo Pietro, e Giacomo, e Giovanni, e tutti erano insieme. La Bibbia disse che parlarono in lingue. E gridarono, e agirono perfino così, così ripieni dello Spirito da agire come se fossero ubriachi, e che perfino il mondo esterno chiese: "Non sono questi tutti ubriachi?"

  1. E allora Pietro, l'apostolo, il santo San Pietro, quando si alzò, e disse: "Uomini e fratelli, questi uomini non sono ubriachi, ma sono riempiti con lo Spirito", e la—giacché la Bibbia disse che lo erano. Ora, quella era la primitiva chiesa Cattolica, secondo il loro insegnamento.
  2. Ora, vedete, circa dopo duecento anni, i nobili iniziarono ad entrare nella chiesa. Cosa fecero allora? Fecero la loro prima organizzazione al Concilio Niceano, 606. Fecero la loro… Quando fu tenuto il Concilio Niceano a Nicea, Roma, iniziarono ad entrare tutti i grandi dignitari, e proprio formarono una chiesa, e fecero una chiesa.
  3. Dopo di ciò, si spezzò quattro o cinque volte. Essi andarono—essi vi entrarono, se ne andarono da ciò, ad un vescovo; dal vescovo, ad un papa. E da questo, là è venuta la Greca Ortodossa e differenti, fino a che proprio la spezzettarono, fino al punto in cui la vedete oggi. Essa si trova proprio in tutti i tipi di disgregazioni.
  4. Ma quello che cerchiamo di fare, mio amico cattolico, vedi, anche noi siamo cattolici. Noi siamo i primitivi cattolici del principio. E la chiesa in cui ci nominano ora, per lo più, ci attribuiscono il nome di pentecostale, perché crediamo nella benedizione pentecostale.
  1. Ecco dove la chiesa cattolica fu organizzata. E nelle nostre organizzazioni di Pentecoste, oggi, se—se questo mondo stesse ancora altri cinquecento anni, questa organizzazione Pentecostale sarebbe più formale di quanto la chiesa Cattolica Romana lo è oggi. Si sta proprio allontanando sempre più, allo stesso modo. E quando si organizzano, ne fanno una loggia. Ed allora diventano proprio loggia, e membri e anime non convertite.
  2. Ai miei preziosi, cari fratelli e sorelle, a tutti voi. Quale servo di Dio, non ho mai detto questo prima, nel mondo, in questa chiesa, non l'ho mai detto. Ma quale profeta del Signore, vi dico: "Questa è la Luce. Camminate in Essa". [La congregazione si rallegra e dice: "Amen".—Ed.]
IN ALTO