HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Perchè? di William Marrion Branham è stata predicata il 63-0626 La durata è di: 1 ora 19 minuti .pdf La traduzione BBV
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf    .mp3
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Perchè?

1                   Buona sera amici, è veramente un grande privilegio di essere qui, questa sera e, una cosa ancora, di essere di nuovo ad Arkansas, e, un'altra cosa, di essere sui campeggi. Io credo che questo è il mio primo raduno all’aperto a cui sono intervenuto da lungo tempo. Ed io ho avuto l’invito di venire, e di iniziare con voi. E ho udito, dal momento che siamo appena arrivati, che voi state avendo un periodo stupendo qui, a questo incontro. Io sono così grato per questo.

2                   Ed io, venendo lungo la strada, alcuni momenti fa, con mio figlio... e noi stavamo parlando riguardo ad anni fa, quando io per la prima volta venni quaggiù, in Arkansas, era il primo dei miei convegni. Quando per la prima volta incominciai, era in Arkansas, nel carattere evangelico dei convegni, comunque. E da allora, sono stato sette volte attorno al mondo, e adesso di nuovo in Arkansas. È come la moneta falsa, ritorna sempre. Io ho, in ogni luogo, dove sono stato, io suppongo negli Stati Uniti, ho chiesto: "Qualche persona qui è dell’Arkansas? Io ho sempre avuto amici dall’Arkansas, molto vicini, in ogni luogo. E io ho sempre detto: "Alcuni dei cuori più fedeli, credo, che mai battino, sono sotto le vecchie camicie blu, quaggiù in Arkansas. Veramente gente fine! Io vi amo.

3                   E io sono grato a Dio per l’opportunità di essere di ritorno, questa sera, in Arkansas, essere qui con voi. E così penso che abbiamo ancora due sere rimaste nel congresso, {e} per avere l’opportunità di giungere ed esprimere il mio amore per Gesù Cristo, ed avere comunione con voi gente, e il nostro bel gruppo di fratelli qui. Ci sono molti di loro che non conosco. Ho dato giusto un occhiata e ho visto uno che conosco; il Fratello Jack Moore, mi è giusto capitato di... e la Sorella Moore, capitato di riconoscerli dunque. E noi siamo certamente felici d’essere presenti.

4                   Ebbene, io so, che tutto il giorno voi dovete essere stanchi, fisicamente stanchi. Noi non siamo mai abbastanza... {diventiamo} stanchi di lodare e benedire Dio, per la Sua bontà, quanto meraviglioso Egli è. E tuttavia, tutto il giorno, e poi quando si fa sera, allora arrivo qui io. E io sono uno di quel genere di ministri che è venuto a dare l’impressione di parlare per lungo tempo. Tuttavia non penso che noi lo faremo adesso, per questo affollamento nel congresso. Voi avete udito grandi oratori, senza dubbio, per tutto il giorno e durante il congresso. E poi stare quassù, sulla piattaforma, {perché} davanti a questi fini oratori che... io mi sento molto piccolo, nello stare qui.

5                   Uno dei ministri a cui ho appena stretto le mani, mi ha detto che questo è il vostro primo servizio che avete in questo tabernacolo. Io lo chiamerei... io non so proprio esattamente cosa, questo tempio o qualsiasi cosa è. E noi siamo certamente grati di nuovo per l’opportunità di entrare in una nuova chiesa, qualcosa che è stata eretta per la lode e l’onore di Dio. Com’è meraviglioso!

6                   E noi ci siamo appena trasferiti di nuovo, o non trasferiti di nuovo... appena ritornati dalle... dalle vacanze della scuola per i bambini. Noi abitiamo a Tucson, Arizona, adesso. Ed ha fatto terribilmente caldo laggiù, ma noi constatiamo che è un po’ più caldo qui a casa, che non lo era laggiù; a causa della tremenda umidità. E questo quasi ci abbatte, dopo esserci quasi abituati all’aria di là.

7                   Noi giungemmo in patria e avemmo il primo servizio sabato scorso, e abbiamo visto il Signor Gesù continuare la Sua grande Opera d'amore e di potenza in mezzo alla gente. E lo stesso Evangelo che ho predicato a voi quindici anni fa, qui in Arkansas... io credo ancora la stessa cosa. Proprio non cambia, è Cristo.

8                   Domenica ci fu qualcosa che successe nella chiesa. Accadde semplicemente di guardarsi intorno e vedere il gentiluomo su cui il miracolo venne compiuto.

9                   Notate, noi tutti amiamo vantarci sul Signor Gesù. Noi amiamo farlo. E una donna una volta mi disse; lei disse che era il solo difetto che lei potesse trovare in me: "Io mi vanto troppo di Gesù". Io dissi: "Io sicuramente andrò in cielo se quelli erano tutti i difetti che io avevo; vantando Gesù". E quindi lei proprio non pensava che Lui era divino. Lei cercò di dire che Lui era semplicemente un uomo, un filosofo, o profeta, o qualcosa di quel genere. Ma io dissi che Egli era Dio. E così noi... E lei disse: "Io posso provarti che Egli non era Dio". E io dissi: "Io non credo che puoi fare questo". Lei disse: "Oh, io posso provare che Egli era soltanto umano".

10              Io dissi: "Ebbene, ammetterò che Egli era umano, ma Egli era entrambi, umano e Divino". Lei disse: "Egli non poteva essere Divino". E io dissi: "Oh, Egli era Divino, ed Egli è Divino".

11              Lei disse: "Oh, Egli non poteva esserlo". Disse: "Io te lo proverò con la tua stessa Bibbia". Io dissi: "Va bene".

12              E lei disse: "In San Giovanni, l’undicesimo capitolo, per la strada, giù alla tomba di Lazzaro, la Bibbia ha detto: "'Gesù pianse'". Io dissi: "Cos'ha da fare questo con ciò?"

13              Lei disse: "Ebbene, se Egli piange, ciò prova che Egli non è Divino".

14              Io dissi: "Signora, il tuo argomento è più annacquato che il brodo fatto da un'ombra di un pollo che è morto di fame". Io dissi: "Tu lo sai bene". Dissi: "Egli era umano mentre andò alla tomba di Lazzaro piangendo; questo è vero. Ma quando raddrizzò le sue piccole spalle e disse:'Lazzaro, vieni fuori'; e un uomo che era stato morto per quattro giorni, stette sui suoi piedi e visse di nuovo, quello era più che un uomo". Io credo ancora che Lui è così.

15              Domenica, mentre stavo parlando, noi... Io stavo chiedendo alla gente di voltarsi indietro nel Tabernacolo e di darsi una stretta di mano l’uno l’altro. E là c'era un caro amico, io avevo appena imparato ad amarlo. Egli semplicemente entrò nella chiesa, lui e sua moglie. Sua moglie è un'infermiera diplomata. E lui stesso è un'Inglese. Lei è una Norvegese. Come ciò proprio è accaduto non so! Tuttavia però, loro sono entrambi persone fini. E questo fratello aveva avuto un po’ qualcosa che non andava, pressappoco nel suo cuore. Un Cristiano molto fine, e anche un uomo intellettuale. Egli svolge un'opera laica per ragionieri e così via. Ed egli si voltò dietro, e quando lo fece, lo colpì un attacco cardiaco, e si abbatté sul pavimento morto.

16              E sua moglie, essendo un'infermiera, lo agguantò velocemente, e afferrò il suo polso sul suo cuore: "È andato!" E io osservai la sua faccia, molto nera, i suoi occhi si erano rivoltati indietro. I suoi occhi non si erano chiusi semplicemente, ma {i suoi occhi} si erano cacciati in fronte. Ed egli era... Io giunsi dalla piattaforma, cercai di tenere il pubblico tranquillo, molte persone stavano cercando di aiutare la sorella, naturalmente, in quella condizione, con suo marito. Qualcuno mise qualcosa sulla sua testa, o piuttosto sotto la sua testa.

17              Io afferrai il suo cuore, a... il suo polso al suo braccio, e non c'era più nessuna pulsazione come non c'è in questo pezzo di legno. E allora m’inginocchiai e pregai: "Signor Gesù, ti prego, restituisci al nostro fratello Way la sua vita". E il suo cuore batté quattro o cinque volte, e incominciò a battere di nuovo regolarmente. Egli sussultò di nuovo, ancora, e stava cercando di parlare; egli non poteva parlare stava... Il sangue si ferma, quando il cuore si ferma. E fu fermo qualche momento prima che il suo sangue si mettesse a circolare proprio bene. Ed io udii lui chiamare il mio nome, e allora tornai indietro sulla piattaforma.

18              Fratello Way, vorresti semplicemente alzarti su, così che la gente potrebbe vedere chi era l’uomo. Quello è l’uomo che cadde morto, domenica mattina, per un attacco cardiaco. [La congregazione si rallegra.] La Sorella Way, sua moglie, infermiera, che stava là a prendere il suo battito, per vedere... E vedete che lui... Così io...

19              Questo forse suona molto strano, per la gente che non vuole credere queste cose. Ma io ho visto il Signor Gesù risuscitare i morti molte volte, e questo non è nuovo per noi, perciò non vogliamo... Io penso che è bene di vantarsi di Gesù, ma penso che dovrebbe essere qualche verità intorno a cui vi state vantando. Così noi abbiamo visto Lui, io L’ho visto, negli ultimi quindici anni in molti casi infallibili, risuscitare i morti.

20              Specialmente uno in Messico, dove ci trovavamo io e il Fratello More; a Città Del Messico, un piccolo bambino morì una mattina alle nove, di polmonite, nell’ufficio del medico. E la piccola donna, noi non potemmo convincerla di... Ebbene, l’uomo aveva distribuito tutte le carte di preghiera, e noi proprio dovevamo numerarli non appena giungevano. Non c'erano più carte di preghiera; e questa piccola Sorella spagnola, intorno, (io credo) ai ventiquattro anni, aveva un piccolo bambino morto; e stava piovendo, e lei lo teneva sotto una coperta.

21              E la sera prima di quella, c'era stato un uomo cieco, che era, oh, probabilmente così vecchio come sarebbe mio padre, probabilmente settanta anni, cieco, ed egli ricevette la sua vista quando io stavo pregando per lui. E quella sera, la piattaforma praticamente, era così larga com'è questa in senso trasversale, qui; era semplicemente coperta di mucchi di... oh, del genere alto, due o tre piedi, coperta proprio con scialli e cappelli e vecchi abiti che loro avevano messo là sopra.

22              E questa piccola donna stava cercando di giungere lassù. E Billy Paul, mio figlio, venne e disse: "Papà, io ho quasi trecento uscieri là, e tutti trecento non possono trattenere quella piccola donna". Lei teneva un bambino morto sotto una piccola coperta blu. Io dissi: "Bene", io dissi al Fratello Jack Moore: "Vai giù".

23              Il Fratello Jack Moore e io abbiamo molte cose in comune. Io non voglio dire che noi ci somigliamo, poiché egli è un tal bell’uomo. C'è però una cosa riguardo al fratello Moore; noi entrambi dividiamo i nostri capelli allo stesso modo. [Il Fratello Branham e la congregazione ridono.] Noi abbiamo molte cose in comune. Io pensai: "Lei non mi ha mai conosciuto", dovettero calarmi giù su delle corde e degli arnesi per riuscire a entrare. Così lo mandai giù per pregare per il piccolo bambino. Io pensai: "Ebbene, loro non... lei non saprà mai la differenza".

24              E così stavo iniziando a parlare di nuovo, quando il Fratello Espinoza, molti di voi Fratelli lo conoscono, della costa occidentale, stava facendo la traduzione. Questo fu là fuori dentro l’arena a Città Del Messico. E io guardai fuori sull’udienza e vidi una visione di un piccolo bambino Messicano che stava seduto sorridendomi. Perciò dissi: "Portate la piccola signora qui". Così, posai le mani sulla piccola, morta, rigida forma fredda. I suoi piedi iniziarono a scalciare, ed egli iniziò a gridare, ed era là, vivo.

25              Ed io mandai un corriere, Espinoza lo fece, per verificare con il medico, per ottenere una dichiarazione prima che potessimo trascriverlo. Il medico scrisse una deposizione che quel bambino morì quella mattina nel suo ufficio verso le nove, e questo fu verso le dieci e quaranta di quella sera. E il bambino oggi vive godendo di buona salute, per l’onore e la gloria di Dio.

26              Perciò vedendo molte cose accadere, noi non avremmo da dire riguardo al nostro fratello Way là, ma la verità è la verità. E Dio non fa queste cose giusto per... Egli vuole che siano conosciute, e che le persone sappiano che Lui le ama. E per la grazia di Dio, il Fratello Way siede in mezzo a noi questa sera, vivente. Noi siamo riconoscenti per questo.

27              Io pensai, essendo al campeggio, giungendo, proprio non voglio interrompere il gran momento. Billy mi stava dicendo; questo pomeriggio, disse: "Tu parli intorno alla genuina Pentecoste all’antica", disse: "Aspetta finché non giungi lassù!" Disse: "Loro cantano come se avessero avuto l’esperienza da cinquant'anni". Io dissi: "Io credo che alcuni di loro ce l’hanno, si, da cinquant'anni".

28              Ed io semplicemente amo di giungere in un incontro come quello, credo che è così per ognuno di noi, dove entriamo dritti in esso.

29              Come io avevo l’abitudine di raccontare una piccola storia intorno al pescare. Su, nel nordico New Hampshire, stavo pescando le trote. E lassù, in cima alla montagna, avevo una piccola tenda collocata lassù, oh, quelle piccole tende, piccole tende cucciolo del governo. E avevo trovato un posto dove c'erano molte trote, era dietro, sotto un cespuglio. E là c'era un salice del tipo ad alce, ed ogni volta che cercavo di inumidire la mia esca soleva impigliarsi nel salice. Così quel mattino mi alzai, andai lassù presto e pensavo: "Abbatterò quei salici". Io solevo giusto... Se ammazzavo un pesce, allora solevo mangiarlo altrimenti l’avrei lasciato libero. Così avevo tutta la settimana, intorno a tutto quello di cui mi potevo occupare, ed io ero lassù da solo.

30              E mentre io ero andato via quel mattino, sulla mia strada del ritorno, una vecchia madre orsa e due cuccioli erano andati nella mia tenda. E voi discorrete intorno alle cose rovinate! Loro veramente l’avevano distrutta per bene. E loro avevano fatto a pezzi ogni cosa. E io pensai... Quando ritornai, udii un rumore, e diedi un'occhiata a dei piccoli cespugli da cui stavo venendo. E la vecchia madre orsa e tutti loro stavano proprio avendo il loro momento, raschiando da cima a fondo ogni cosa.

31              Ed essa mi vide, e corse via tubando ai suoi cuccioli. Uno dei cuccioli venne, e l’altro non venne. Un piccolo tipo di primavera, era appena così alto. Stava seduto in questo modo. Ed io pensai: "Ebbene, in che cosa è così interessato il piccolo amico?"

32              Ed io andai intorno e guardai, allora dissi: "Esci fuori di là! Esci fuori di là!" Ed esso semplicemente sedeva là. Io pensai... Ed osservai la vecchia madre, poiché, voi sapete, lei vi graffierebbe se fareste gli stupidi con i suoi cuccioli. Perciò io osservavo; là c'era un albero abbastanza vicino, sapete. Io avevo una vecchia pistola arrugginita che stava lassù nella tenda, era probabilmente andata in pezzi allora. E comunque, io non volevo sparare alla vecchia madre e lasciare due orfani nella foresta. Così continuai ad osservare quest'albero, andando attorno per vedere in che cosa era così affascinato il piccolo amico.

33              E sapete, a me piacciono le frittelle. Noi siamo tutti sudisti non è vero? [La congregazione dice: "Si".] Frittelle, è quello che loro son quaggiù, sapete. Così, {e} a me veramente mi piacciono, e io so... Non ci sono molti metodisti intorno a me. A me piace versar su la melassa. Io veramente le battezzo bene, la verso completamente su di loro. Così a me non piace giusto una piccola spruzzatina come l’avete voi qui in questi luoghi, una piccola cosa; a me piace di andare dove realmente la si versa sopra, sapete, e si ricevono ben mischiate e pesanti.

34              Io avevo con me un secchio pieno di mezzo gallone, di buon vecchio sciroppo di sorgo. Questo piccolo orso aveva tolto il coperchio e si stava davvero gustando la mia melassa. Esso aveva preso la sua piccola zampa e l’aveva infilata giù in questo secchio, sapete, e non sapeva come tirar fuori la melassa, quindi infilava la sua zampa giù nella mia melassa, e poi la tirava su e leccava quando essa veniva giù.

35              Vi dico, che quando andai intorno e attirai la sua attenzione, egli mi guardò; non poteva vedermi, era pieno di melassa dalla punta della sua testa, fin giù alla sua piccola pancia, proprio così pieno di melassa. E i suoi occhi, esso non poteva nemmeno aprire i suoi occhi per guardarmi, sapete, cercando di farlo.

36              Io pensai, "Ciò è vero, non c'è condanna per coloro che stanno mangiando". Mi mette in mente una buona vecchia riunione pentecostale, quando noi mettiamo le nostre braccia giù in quella giara di miele, intorno a quel profondo, (sapete) di quel miele pentecostale.

37              Sapete, la cosa strana riguardo a ciò; dopo che esso si riempì lo stomaco, e il mio secchio si asciugò, andò verso sua madre e il suo piccolo fratello, e la madre lo leccò.

38              Perciò, sapete, io spero che ne mettiamo così tanto su di noi qui, che quando noi andiamo a casa, quelli che non sono venuti, leccheranno da noi un pò della nostra esperienza; diciamo loro intorno a che grandi cose il Signore ha fatto quaggiù, a Hot Spring. Il Signore vi benedica.

39              Ed ora, credo che loro mi hanno detto che non lo hanno capito in tempo, o qualcosa d'altro, per annunciare di distribuire delle carte di preghiera, per pregare per gli ammalati; alcuni numeri sulle carte li chiamiamo e preghiamo per loro. E ora in quel modo; così mi si dà una sera pressappoco per mettermi al corrente. E così domani sera penso che distribuiranno le loro carte di preghiera, già nel pomeriggio. È così? Si, voi avete già... Alle sei? Alle sei domani sera.

40              Ora pensavo, questa sera, noi prendiamo giusto una piccola porzione della Scrittura qui e La leggiamo, e vediamo se possiamo trovare quello che il Signore avrà da dirci. E adesso, giusto prima che noi apriamo il Libro, parliamo all’Autore del Libro, mentre chiniamo i nostri capi.

41              Prima che noi preghiamo, e i vostri capi siano chinati; e tutte le preoccupazioni, e il divertimento della giornata, e il breve senso dell’umore che noi abbiamo avuto, spingiamolo semplicemente da parte adesso, poiché ci stiamo avvicinando al Re. Vi è qualche speciale richiesta, che si desideri essere ricordata, vorresti semplicemente alzare la tua mano e dire: "Signore", dritto giù nel tuo cuore, semplicemente mantieni la tua richiesta.

42              Padre Nostro Celeste, noi consideriamo questo un tale privilegio, Dio Altissimo, di venire nella congregazione del Signore, per aver comunione insieme, testimoniando, raccontando delle grandi cose che Tu hai fatto, e i luoghi in cui noi siamo stati. E ciò proprio mi ricorda di Atti 4, nella Bibbia, quando loro ritornarono e stavano parlando di quello che il Signore aveva fatto. E tutti loro pregarono, e il luogo fu scosso, dove erano radunati insieme.

43              Dio, noi non siamo ansiosi, questa sera, di vedere l’edificio scosso; ma ci piacerebbe che Tu scuota noi, Signore. Scuoti il nostro intelletto, scuoti il nostro essere, le nostre emozioni, i nostri cuori dell’intelletto, affinché possiamo andarcene di qui, questa sera, più determinati che mai di servirTi, affinché possiamo sentire la Presenza di una nuova fresca Pentecoste, dello Spirito Santo che si versa su di noi, da capo e di nuovo, come giù, in questi boschi e colline in Arkansas, cinquant'anni fa, quando gli antenati vennero fin qui in cavalli e carri, {un} predicando quest'Evangelo. E qui, Signore, possiamo noi, i latori di questa grande degna Causa, che Tu hai mandato attraverso qui. Possiamo noi non essere confusi di questa grande cosa, ma che possiamo camminare nelle orme di quelli che andarono prima di noi, Signore, portando lo stendardo del Signore Gesù.

44              Possano altri, che non hanno ancora accettato questo grande piano di salvezza che Dio ha stabilito per noi nella Scrittura, predicendo completamente giù attraverso il Vecchio Testamento, ed oggi noi lo stiamo godendo. Possa esserci un grande scuotimento in mezzo a noi, Signore, e un rinnovamento della fede e un rinnovamento degli sforzi.

45              Ti ringrazio per questa convenzione, per questo gruppo di persone che sta ancora resistendo Signore, in quest'ora di prova che è venuta sulla terra, per provare quelli che stanno professando di essere Cristiani. Possiamo noi essere trovati, alla fine, degni di entrare nella gioia del Signore, che è stata preparata per i redenti, dalla fondazione del mondo. Benedici la Tua Parola.

46              Signore, ricordati d’ogni mano che si è alzata. Tu conosci l’obiettivo, Tu conosci il motivo, Tu conosci la richiesta dietro quella mano. Io prego Dio, che tu voglia concederlo a ciascuno. Possa ogni uomo che... o donna, ragazzo o ragazza, che hanno sollevato una mano, che vorrebbero più salvezza, o un'andatura più stretta, o di conoscere Te come il loro Salvatore, non possano mai abbandonare questo campo finché quella richiesta sia corrisposta.

47              Per quelli che sono malati e bisognosi, noi preghiamo, Dio, che ci sia una tale ondata di guarigione attraverso questo luogo, che non ci sia una persona debole che giunga in questo campo e se ne vada nel modo che è arrivata. Tu che puoi risuscitare un uomo dalla morte, e presentarlo qui, davanti a noi; ciò mostra che tu sei lo stesso Dio che stava là presso la tomba di Lazzaro chiamandolo di mezzo ai morti. Padre, fai saper loro che Tu sei lo stesso ieri, oggi e per sempre. Qui sta uno in mezzo a noi, questa sera, richiamato indietro proprio alcuni giorni fa, dal paese al di là dell’ombra della conoscenza dell’uomo, in questa vita. Come Ti ringraziamo per questo!

48              Benedicici insieme adesso, mentre noi meditiamo la Tua Parola, poiché veramente la Tua Parola è Verità. Tu e la Tua Parola siete uno, e non potete essere separati. Perciò Ti chiediamo le Tue benedizioni su di noi, Padre, mentre aspettiamo che Tu ci parli questa sera, attraverso Gesù Cristo nostro Signore. Amen. Ora, se voi volete, mi piacerebbe di rivolgermi alle Scritture, e così via.

49              Io pressappoco, mi adagiai sul letto e mi addormentai; e per prima cosa, Billy arrivò e disse: "Andiamo" Dissi:"Tu intendi che è l’orario di chiesa?" Io dovevo tirar fuori un piccolo gruppo di Scritture che io avevo usato prima, su cui parlare questa sera.

50              Io pensavo che forse si sarebbero distribuite delle carte e ci sarebbe la preghiera per i malati, e così via. Ho notato, da quando sono entrato qui, due persone adagiate su letti a ruote; forse vengono affinché venga pregato per loro, questa sera.

51              Ebbene, e Billy venne dietro e disse: "Io veramente non sono arrivato in tempo, papà". Parlando riguardo a ciò disse: "Noi ci proveremo domani sera".

52              Io dissi: "Va bene, vedi se puoi persuadere i fratelli a distribuire delle carte".

53              Allora adesso, voglio che voi vi rivolgiate con me al Secondo Libro dei Re, e al primo capitolo. E poi inoltre, voglio che vi rivolgiate in, là a Geremia, l’ottavo capitolo, il ventiduesimo verso. Leggiamo giusto una porzione di questa Scrittura. Allora Moab si ribellò contro Israele dopo la morte di Acab. E Acazia cadde giù per la grata nella sua camera superiore che era in Samaria, ed egli fu malato; ed egli mandò dei messi, e disse loro: "Andate, domandate a Baal-zebub il Dio di Ekron, se io mi ristabilirò da questa malattia. Ma l’Angelo del Signore disse a Elia il Tishbita: "Levati, e sali ad incontrare i messi del re di Samaria, e dì loro: "È perché non c'è un Dio in Israele, che voi andate a domandare a Baal-Zebub il dio di Ekron?" Perciò dunque, così dice il Signore Iddio: "Tu non scenderai dal letto sul quale sei salito, ma di certo morirai. Ed Elia se ne andò.

54              E poi, nel Libro di Geremia, l’ottavo capitolo {e} il ventiduesimo verso: Non c'è balsamo in Galaad; non c'è nessun medico là? Perché allora la salute della figlia del mio popolo non è stata riacquistata?

55              Io voglio parlare, se noi lo vorremmo citarlo, sul soggetto: "Perché?" Ciò è una domanda, e Dio sta chiedendo questa domanda.

56              E Dio è Eterno. Noi sappiamo che Egli Lo è. Egli è immortale. Egli non ebbe mai un inizio, e non può mai avere una fine. L’eternità non è mai iniziata, essa non finisce mai, poiché è Eterna.

57              E Dio non può cambiare la Sua mente e nemmeno la Sua via. Questa è la ragione che noi, siamo come persone che non accetteranno credi, se essi sono contrari alla Parola, poiché noi crediamo che Dio e la Sua Parola sono la stessa cosa. Noi crediamo che la Bibbia dice in San Giovanni, al primo capitolo, che: "Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio. E la Parola fu fatta carne e abitò in mezzo a noi". Perciò, quando Dio dice qualcosa, Egli non può domani, o in qualsiasi altro momento, mai ritirarlo; se mai Dio è chiamato sulla scena per prendere una decisione. E la stessa Sua decisione è Eterna. Non può mai essere cambiata.

58              E Dio fu chiamato a prendere una decisione per la razza umana, nel giardino dell’Eden, quando fu commesso il primo peccato. Poteva Egli mai di nuovo essere capace di redimere il Suo figliuolo perduto, di nuovo nella comunione con Lui? Ed Egli fissò un programma, esso non è mai cambiato, attraverso la via del sangue. E seguite le Scritture, Essa non è mai mutata o cambiata, e mai Lo può, poiché è la decisione di Dio, attraverso il sangue, anche se noi cerchiamo di alterarla. Noi abbiamo cercato di educarla, abbiamo cercato di denominarla, abbiamo cercato di fare ogni cosa che c'è nella legge dell’uomo, per cercare di cambiare Quello, come fece Adamo attraverso foglie di fico e così via, ma ciò rimane sempre. Il sangue è il solo luogo d’adorazione.

59              Perciò, insieme questa sera, noi possiamo trovarci, non come una denominazione, probabilmente molti di noi insieme. Noi però non possiamo trovarci qui per rappresentare una denominazione, noi dobbiamo trovarci qui in questa comunione sotto il sangue di Gesù Cristo. Noi possiamo tutti essere fratelli, sorelle. Dio prepara una via per l’uomo, e poi l’uomo rifiuta di camminare in quella via, allora Dio ha il diritto di chiedere: "Perché non l’hai fatto?" E questo è ciò che fece allora, e questo è ciò che Egli fa adesso. E questo è il motivo per cui Egli... ciò che Egli chiederà nel Giudizio. Loro hanno chiesto: "Perché?"

60              Ora, leggendo la nostra Scrittura, incominciando proprio immediatamente dopo la morte di Achab, un re malvagio, un credente tra virgolette, un uomo che sapeva quello che era giusto fare, e tuttavia, non aveva il coraggio di allungare il passo e di fare quello che sapeva che era giusto fare.

61              Io semplicemente penso, se questo mondo oggi, non è contaminato con gli Achab; questo Cristianesimo in cui noi viviamo, non è contaminato con gli Achab, con uomini che sanno che è giusto dare la {vostra} loro vita e essere... a Dio, ed essere riempiti con lo Spirito, e seguire l’insegnamento della Bibbia, e tuttavia senza il coraggio di stare in piedi e farlo. Mi ricorda di nuovo un'altra situazione come quella in Sodoma.

62              La Bibbia ha detto: "I peccati di Sodoma, tormentavano ogni giorno l’anima giusta di Lot", e come quell’anima umana era giusta, ed egli guardava fuori sui peccati del paese, ed egli sapeva quello che non andava, che loro stavano agendo male, e tuttavia senza il coraggio di rappresentare la sua convinzione.

63              Nessuna meraviglia che l’intero mondo è diventato una Sodoma e Gomorra, e come i Lot di oggi, attraverso la nazione e attorno al mondo, stando nelle chiese, i quali sono convinti che Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e per sempre, e che la Sua potenza è proprio così reale oggi, come lo era sempre; senza il coraggio di stare in piedi sul pulpito e di denunciare il peccato, per via di qualche barriera che li scomunicherebbe da una comunione in cui loro si sono uniti. Tuttavia ritornate al Sangue di Gesù Cristo, il solo rimedio.

"Perché? Perché?"

64              Achazia era il figlio di Achab, era stato allevato nel genere di casa che era una casa tiepida, non era del tutto Cristiana. Sua madre era una pagana e suo padre si era sposato fuori dalla comunione, aveva sposato una donna che non era una credente.

65              E ciò crea sempre un cattivo focolare domestico in cui si viene allevati, per qualsiasi bambino. Questo avviene quando incredulità e fede cercano di mischiarsi insieme.

66              Ed ora, se il padre sarebbe stato un vero uomo forte nella sua fede, il bambino poteva aver avuto una migliore opportunità; ma egli non lo era. Egli non la ebbe. Egli sapeva che c'era un Dio, sapeva che c'era un Jahweh. E poi egli... gli dei di sua madre, e così via. Egli era tutto confuso. Quindi dopo la morte di suo padre, questo ragazzo in questa condizione, piuttosto confuso, in tutti i modi.

67              E se ciò non è l’immagine dei paesi oggi! Uno nella famiglia è in questa direzione, e un altro... e uno che va in questa direzione, e uno che va in quella direzione. Nessuna meraviglia che noi stiamo producendo così tanta delinquenza giovanile, e tutto l’altro genere di roba, sotto il nome di Cristianità. Questo è perché non c'è unità. Non c'è un reale venir fuori e rappresentare Dio.

68              Ebbene, noi constatiamo che questo ragazzo, diventando erede del trono di suo padre; un giorno, su in cima al suo terrazzo, da qualche parte, andando in giro, cadde per la grata. Potrebbe essere stato inebriato ad eccesso e cadde per la grata, giù, probabilmente sul fondo del piano colpì un banco o qualcosa d'altro, e si ruppe alcune costole o si ferì. E la malattia deve aver iniziato un’infezione da qualche parte, o la contusione, e gli causò di aver febbre. Ed era piuttosto malato.

69              Naturalmente in quei giorni, loro non avevano i rimedi che hanno adesso. Probabilmente i dottori vennero e fecero quello che loro poterono per il ragazzo, ma loro non avevano la capacità. Allora egli sapeva che la sola cosa che egli poteva fare era di andare ad una potenza più grande di quella che i dottori potevano produrre, nella loro terminologia medica. Ed egli pensò allora che sarebbe andato; e mandò a chiedere a sua madre.

70              Che lezione ciò dovrebbe essere per le madri! Un bambino abitualmente ascolterà la sua mamma.

71              Ed egli andò da sua... mandò un messaggio al dio di sua madre, Baal-zebub, verso Ekron, dove si trovava la sua statua, il suo monumento. E disse: "Andate, consultate i sacerdoti lassù, e fateli consultare la loro statua di Baal-zebub, per sapere se io guarirò da questa malattia che ho, oppure no".

72              Ma vedete, quel’uomo veramente, potete immaginarvelo? Un popolo che era presupposto di essere una gente timorosa di Dio, lasciava che un tale uomo dominasse su di loro, ciò era per una condizione tiepida. Ciò era la condizione in cui la chiesa era giunta; che misero in autorità una tale persona, o lo permisero. Io non penso che i tempi sono cambiati molto, sembra che vadano ancora del tutto nello stesso modo. E lasciare quest'uomo dominare, avere la parola sopra il paese, che consulterebbe una statua, di qualche idea pagana, sulla sua condizione.

73              E poi, sapete, che dietro a tutto ciò, non importa quanto sembri che Dio abbia allontanato la Sua faccia dal popolo; Egli fa questo delle volte per vedere che genere d’attitudine voi prendete. Ogni figlio che viene a Dio deve essere provato e purificato.

74              E allora, c'è un piccolo punto in un uomo, o donna, quando sono nati dallo Spirito di Dio, che è Eterno.

75              E tu giungerai in un punto, un giorno o l’altro, dove ogni... Ogni cosa che è umana, intorno a te, in modo di ragionare, il diavolo può con il ragionamento, portarla via da te. Ma quando tutto ciò si stacca allora, se quella Vita Eterna non è là, tu cadrai anche, poiché tu, con il ragionamento puoi andar lontano da Dio.

76              Ma un uomo che pretende di essere un Cristiano, non ha il diritto, sul pulpito, né ha nessun diritto nell’ufficio, un leader, da nessuna parte, fintanto che prima egli abbia scalato quei gradini al punto in cui sia nato dallo Spirito di Dio, riempito con lo Spirito Santo, in un tal modo che nessuno può chiarirlo via da lui.

77              Iddio, quando mandò Mosé giù in Egitto, per liberare il popolo, dapprima lo prese didietro al deserto, e tolse tutta la teologia che egli aveva in lui, in quarant'anni; e poi apparve a lui. Egli seppe più intorno a Dio in cinque minuti, alla presenza di quel cespuglio ardente, che non seppe in quaranta anni d’istruzione che egli ebbe.

78              Questo è ciò di cui la chiesa ha bisogno questa sera; è di un'altra esperienza del cespuglio ardente, dove gente di lingua abile... Dove, la Scrittura dice che: "I due spiriti, negli ultimi giorni, saranno così vicini, che ciò ingannerebbe, gli eletti stessi, se ciò fosse possibile".

79              Un uomo dovrebbe prima giungere in quel sacro luogo con Dio, dove tutti i teologi, tutti i dottori in teologia, tutti i ragionamenti, tutti gli ateisti, niente altro possa mai chiarire ciò via da lui. Egli era là quando Dio venne, ed egli sapeva quello che accadde. Non lo si {può} poteva persuadere del contrario; Egli era là quando ciò accadde. Quello è il genere d’uomo di cui noi abbiamo bisogno oggi nel governo, nella chiesa, e in ogni altro luogo, in tempi come questi. Per guida, noi abbiamo bisogno di un uomo che sia ripieno dello Spirito Santo.

80              Questo è ciò di cui la chiesa ha bisogno oggi; non un teologo, ma un uomo ripieno di Spirito, nato di nuovo, riempito con lo Spirito Santo. Io vi dico; se noi avremmo più di ciò, la chiesa apparirebbe un pò diversa da come appare al tempo presente. Le cose sarebbero diverse, se noi semplicemente, avremmo più uomini riempiti con lo Spirito di Dio, non andando dietro alle tradizioni degli antenati, e così via.

81              Ebbene, noi troviamo, che questo ragazzo, mandò un messaggero lassù per ricevere quest'informazione dal Dio di Ekron, Baal-zebub.

82              Ma, per tutto il tempo, Dio sapeva che egli lo stava facendo. Così, Lui aveva un profeta laggiù, con il nome di Elia, allora Egli parlò ad Elia e disse: "Vai lassù, a una certa strada, e trattieniti in quella via. Dei messaggeri stanno giungendo". Vedete? Voi non potete nascondere niente a Dio. Vedete? Non ha importanza quello che voi state facendo. Ebbene, quanto poco sapeva quel ragazzo che Dio stava parlando a Elia, lontano, laggiù, da qualche parte nel deserto, in una piccola capanna di fango, da qualche parte, e poteva dire a lui di andare, e di trovarsi all’angolo della strada, lassù, e parlare a quei tipi, e dir loro di ritornare giù da lui e dirgli: "Così dice il Signore; egli non verrà fuori da quel letto".

83              Ed Egli disse: "Chiedigli: 'Perché l’hai fatto? Cosa ti ha fatto fare ciò? È perché non c'è nessun Dio in Israele? È perché Egli non abbia un profeta? È quella la ragione per cui tu l’hai fatto? Perché? Tu conosci quello che è successo, tu conosci la Scrittura. Ce l’hai nel tuo proprio palazzo. I sacerdoti stanno là attorno. Senza dubbio Le hai lette da quando eri un ragazzo. E perché hai fatto una tale stupida cosa come quella?'"

84              Io mi chiedo, questa sera, se Cristo verrebbe sulla scena, o sulla nazione oggi, traendo questa nazione al giudizio, se non verrebbe fatta la stessa domanda. Com'è? Com'è che noi stiamo facendo queste cose? Perché stiamo facendo confusione nel governo sul se dovremmo leggere la Bibbia in pubblico; e perché, se noi stiamo leggendo tutte queste assurdità? I nostri antenati non misero in ordine questa costituzione? Non nacque questa nazione sui principi della Bibbia? Non siamo qui per la libertà di religione, per agire in Dio, nel modo che noi sentiamo opportuno, nel modo in cui noi siamo convinti che sia la Verità?

85              Ma vedete, noi abbiamo fatto qualcosa come loro fecero allora. Noi stiamo lasciando semplicemente che ogni cosa, che la politica c’ingoi, invece di rispettare la nostra Fede nel nostro Dio, e colui che ha rappresentato la verità. E stiamo lasciando che la nostra politica passi sopra a quello, votando così disonestamente, che sta contaminando questa nazione, e mentre noi stiamo arrivando al giudizio, Dio salirà sulla scena, qualche giorno, con un potente profeta, che parli in questa generazione e dica alla gente... e loro vedranno che è Dio che parla, ma loro non si pentiranno. Sarà proprio come era allora.

86              Egli disse: "Non c'è Dio in Israele? È perché non c'è Dio?" Lo stesso come disse Geremia: "Non c'è balsamo a Galaad? Non c'è medico là?" Allora loro non poterono rispondere a ciò; poiché c'era. Ebbene, Egli disse: "Allora perché, perché non lo faceste? Perché la figliuola del Mio Popolo non è guarita?"

87              Ebbene, noi ci domandiamo ciò, questa sera. Perché? Non c'è Bibbia? Non c'è Dio? Non c'è differenza? Se Dio porterà le persone in giudizio, deve avere qualcosa tramite cui giudicarle. Deve esserci qualche standard.

88              Se Egli le giudicherà attraverso la chiesa cattolica... allora se loro le giudicano attraverso la chiesa romana, la chiesa greca è perduta, le altre chiese cattoliche sono perdute. Se Egli le giudica attraverso la greca, la romana è perduta. Se Egli le giudica attraverso la luterana, la metodista è perduta. Se Egli le giudica attraverso la metodista, la luterana è perduta. Egli non può giudicarle attraverso una chiesa; ci sono troppe differenti organizzazioni di esse.

89              Ma Dio giudicherà il mondo, Egli disse, attraverso Gesù Cristo; e Gesù Cristo è la Parola, e la Parola è Dio. Ed Egli le giudicherà attraverso questo Bibbia, poiché questa è la Parola. Questo è lo standard di Dio. Noi dobbiamo essere all’altezza di quello che la Bibbia dice.

90              E noi ci chiediamo perché abbiamo così tanta confusione, così tante organizzazioni, così tante differenze, che separano la fratellanza, ed ogni altra cosa. È perché non c'è balsamo in Galaad?È perché non c'è medico là? Io mi chiedo, se Dio ci farebbe questa domanda!

91              Ebbene, ciò non era esatto, che loro non avevano un medico. Loro lo avevano. Dio era il Medico. E non era perché non c'era un Dio in Israele. C'era un Dio. E loro avevano un profeta da consultare, per scoprire cosa {sono} erano quelle cose. Ma era la propria volontà ostinata del re. Questo è esatto.

92              E questo è il problema nella nazione, oggi. È la propria volontà ostinata della gente. Non perché noi non abbiamo lo stesso Dio che attraversò il Mar Rosso, con il Suo Popolo, che nutrì quarant'anni nel deserto. Non è perché non abbiamo lo stesso Dio che avevamo all’inizio. È la propria volontà ostinata della gente. Loro non vogliono prostrarsi. Loro non vogliono avere nulla a che fare con la santità e purezza di vivere, nella maniera biblica di vivere. Loro vorrebbero piuttosto appartenere alla chiesa e mettere i loro nomi in un libro, e vivere come il resto del mondo, che prostrarsi alle promesse e ai comandamenti del Dio Onnipotente. Questo è il problema oggi. Questa è la ragione che le cose stanno andando nella maniera in cui sono, la gente si allontana dalla Parola. Voi non sarete mai in grado di raddrizzarvi finché non ritornate sul sentiero giusto.

93              Loro costruirono quest'edificio, collocarono quest'angolo quaggiù, da qualche parte, voi non avreste mai costruito l’edificio. Voi dovete essere posti sul fondamento. E il fondamento è la Bibbia. La dottrina degli apostoli e profeti, e così via, della Bibbia.

94              La propria maniera ostinata del re. Egli proprio non voleva mandare ambasciatori laggiù. Ciò non era molto popolare.

95              Il genuino vero modo di vivere di Dio non è mai stato popolare. Non sarà mai popolare. "Poiché la predicazione dell’Evangelo è pazzia per coloro che periscono". Paolo disse: "Io non mi vergogno dell’Evangelo di Gesù Cristo, poiché è la potenza di Dio a salvezza per coloro che credono.

Ebbene, noi constatiamo qui che il re era ostinato.

96              Proprio qualcosa come oggi, un paziente starà steso dritto su un... Cosa sarebbe se un paziente andasse da un dottore e starebbe adagiato sui suoi gradini, e avrebbe qualche genere di febbre che starebbe per ammazzarlo? E il dottore viene alla porta e dice: "Signore, io ho la medicina qua dentro".

Egli dice: "Ah, io proprio non la voglio". "Vieni dentro, io ti darò l’iniezione, la vaccinazione". "Io non voglio la tua medicina".

97              E dice adesso: "Signore, io posso aiutarti se tu semplicemente verrai dentro". "Ebbene, io non sto venendo".

98              E l’uomo è steso là, sui gradini del dottore e muore; muore sui gradini del dottore perché non vuole accettare la vaccinazione per la febbre tifoidea o qualsiasi cosa sia, che egli aveva. Egli non vuole accettare la vaccinazione per ciò, e l’uomo muore proprio sul gradino della porta del dottore. Ebbene, l’uomo... Non si può incolpare il dottore, se egli ha la medicina che curerà la malattia, e il dottore è disposto a darla, ed è stato provveduto. E l’uomo è collocato... viene così vicino fino al gradino della porta del dottore, e si colloca laggiù e muore, non si può incolpare il dottore. Non si può incolpare la medicina. È l’uomo che deve essere incolpato; che muore, sul gradino della porta del dottore, di una malattia di cui c'è una medicina per essere guariti; che può guarirla dall’interno. Ebbene questa è semplicemente una parabola.

99              Ma sapete, Dio ha la medicina all’interno del Suo Regno che guarirà ogni morbo di peccato che c'è nel mondo, e la gente siede giusto sui gradini della porta della chiesa. Non soltanto questo, ma loro siedono giusto nel banco e muoiono, e sono perduti e vanno all’inferno, poiché loro rifiutano di accettare la medicina del dottore, Amen. Questo è vero. Loro assolutamente rifiutano di prendere la medicina del dottore. Perciò loro muoiono con la febbre.

100         E la gente siede nella chiesa e ascolta i Messaggi di Dio, e li crede, e non li accetta. Loro non diranno: "Dunque, ebbene, io non credo che ciò è giusto". Alcuni di loro verranno, dicono, e sono d’accordo con ciò; dicono: "Io credo che ciò è giusto", ma voi non lo volete fare. Vedete? Voi morirete. Morirete nei banchi della chiesa, poiché loro non vogliono accettare il rimedio. Loro non vogliono. Vedete cosa fa ciò? Ciò toglie un po’ di popolarità dalla gente. Ciò pressappoco li picchia un po’ selvaggiamente.

101         Loro hanno paura di quella nuova nascita. Voi sapete, ogni nascita è un pasticcio. A me non importa cosa è, se è in un recinto di maiali, o un ospedale decorato di rosa; essa è un pasticcio, e così è la nuova nascita. Essa ti farà fare cose che tu non pensavi che avresti fatto. Essa ti metterà a posto. Ma prima che tu possa mai diventare giusto, tu devi superare quel pasticcio. Questo è vero. Amen. Prima che un seme possa mai essere nato, egli deve morire e marcire. E questo è il problema della gente oggi, loro non vogliono morire e marcire al mondo, così che loro possano essere nati di nuovo dallo Spirito Santo. Vedete? Questo è vero. Loro hanno paura di quella Nuova Nascita. Loro hanno paura.

102         Essa fa far loro cose che non vogliono fare. Essa toglie la popolarità fuori da loro. Essa toglie il formalismo fuori da loro. Oh, io vi dico, che sono grato che c'è la vaccinazione, questa sera, che tirerà fuori da te, fratello, che tirerà fuori il mondo. Essa farà fare alla gente fratellanza, li farà associare insieme senza tener conto delle differenze denominazionali. Essa farà mettere, a un paio di tute da lavoro, la mano attorno a un vestito, e gridare: "Fratello, sono contento di vederti!" Amen. Sicuro! Ma voi... Loro hanno paura di quella vaccinazione. Oh, my!

103         È pericoloso di rifiutare la medicina del dottore, sapete, se voi state andando da lui. E ciò è pauroso di... se voi rifiutate la medicina, è pericoloso. Voi potete morire. Se non quello, voi giusto morirete fisicamente, per non prendere la medicina del dottore. Quanto più però è pericoloso di rifiutare la vaccinazione di Dio, dal peccato!

104         Qui, qualche tempo fa, ebbi un breve periodo di malattia, e qualcuno mi disse, disse: "Ebbene Billy", disse: "hai mantenuto la tua religione durante la tua malattia?" Disse: "Tu credi nella guarigione Divina; hai mantenuto la tua religione?"

105         Io dissi: "No, essa ha mantenuto me. Non il mio pensiero di mantenerla; essa mantiene me".

106         Quando il sangue di Gesù Cristo fu versato sul Calvario, Dio fece un preparativo. Quando l’uomo all’inizio peccò, abbandonò se stesso a un grande vuoto che egli attraversò, rimanendo senza via di ritorno. Dio ricco in misericordia, accettò un sostituto, e questo era il sangue di un agnello, o un torello; e quel sostituto durò per anni.

107         Mosè stava sotto l’ispirazione di Dio, quando il peccato non era nemmeno separato, esso era appena semplicemente coperto tramite il sangue di torelli e becchi. Ed egli aveva la Gloria di Dio sopra di lui, al punto che poteva creare volatili parlando, egli poteva creare rane parlando; poiché una parola è un pensiero espresso, e Dio portò i Suoi pensieri a Mosè, e Mosè li espresse in parole. E quando la Parola si espresse, l’intero mondo fu formato dalla Parola di Dio.

108         C'era un tempo quando io solevo andare a scuola, quando avevo dell’inchiostro nero sulla mia camicia, mamma soleva prendere la mia camicia e dire: "Porgimela a me presto, tesoro", ed ella soleva mettere del petrolio grezzo su essa. E tutto quello che veniva fatto era soltanto di disperderlo, veniva fatta una grande macchia circolare, dove lei metteva il petrolio grezzo sull’inchiostro. Questo era tutto quello che lei conosceva al riguardo. Questo era il meglio che lei aveva.

109         Candeggina. E voi...È un prodotto chimico che quando quell’inchiostro cade di nuovo in quel cloro o candeggina, qualsiasi cosa essa sia, quando essa tocca ciò, non si può affatto più trovare quel nero. Cosa gli succede? Fate cadere una goccia di inchiostro nero in un tino di candeggina, ebbene, voi non avete niente, non potete constatare nessuna esalazione.

110         Se io fossi un chimico, queste parole non possono essere proprio esattamente vere per la scienza, io però direi, che cos'è ciò? "Ciò è H2O, acqua per una parte, e poi c'è un prodotto chimico in essa che l’ha fatta diventare nera". C'è soltanto un colore originale, e quello è bianco. Tutti gli altri colori sono un'alterazione di quello. Ed ora io dico... E allora se tu lo disperderesti di là, {e} forse tu diresti: "Ebbene, si è trasformato in un acido quando è venuto in contatto con la candeggina. Si è trasformato in un acido". Va bene, allora dov'è andato l’acido? L’acido è andato di nuovo...»  Ebbene, è del colorante, è questo di cui stiamo parlando, il colorante.

111         Voi dite: "Esso è ritornato di nuovo in molecole". Ebbene, dite: "Quattro volte sei molecole, più nove, fanno la molecola H". Se uscirebbe quattro più sei più otto, cosa verrebbe fuori? Rosa invece di nero. Quindi è ritornato da lì in atomi. Quindi, da atomi, più uno, più B2, più tre, fa quattro, che lo colloca con la molecola H. Cosa significa? Allora tu ritorni di nuovo indietro al nero. E dopo, quando tu vai al di là di quello, tu potresti andare agli elettroni.

112         Dove vai da li? Tu dovrai andare indietro; poiché c'è una creazione, essa deve venire da un Creatore. Tu devi farlo. Perciò essa è ritornata completamente indietro al Suo Creatore. Quel colorante che era in quell’inchiostro, non può mai più ritornare di nuovo.

113         Ebbene, Dio vide che il sangue di tori e becchi non poteva togliere via il peccato. Egli non inventò, ma creò un prodotto chimico nel Sangue di Gesù Cristo. Amen. Quel peccato, una volta confessato nel modo giusto; voi non dovete nemmeno colmare quella voragine, voi togliete completamente via la voragine, e Dio non sa nemmeno che voi avete peccato. Questo è vero. Egli disse: "Egli li ha gettati nel mare della dimenticanza", per non ricordarseli più del tutto, contro di voi. Quindi uomini e donne stanno alla presenza di Dio, come figli e figlie di Dio, la stessa natura di Dio nei loro cuori.

114         Dov'è la chiesa oggi, amici? Cos'è successo alla chiesa? Quando noi possiamo vedere che il Sangue di Gesù Cristo ha rimesso così i peccati, che Dio non si ricorda nemmeno che noi abbiamo peccato. Allora: "Qualsiasi cosa chiedete nel Mio Nome, quello Io lo farò". Cosa succede? Poiché qualcuno è stato a dogmatizzare queste Scritture per la gente. Questa è la sola cosa che io mi posso immaginare che si è svolta. Poiché il rimedio di Dio è sempre lo stesso. Ebbene, è pericoloso di rifiutare la vaccinazione del dottore, quanto più quella di Dio!

115         Ebbene, come trova l’uomo ad ogni modo, la medicina per operare sull’essere umano? Voi sapete quello che i chimici fanno, o gli scienziati? Loro considerano una malattia e scoprono che genere di germe è in essa, poi loro prendono qualche genere di veleno, antidoto e così via, abbastanza veleno da uccidervi, e abbastanza antidoto da trattenervi dall’esserlo; e loro lo iniettano dapprima in una cavia. Loro somministrano alla cavia la malattia che voi avete, e poi sottopongono la cavia alla medicina, e se la cavia sopravvive ad essa, allora la danno a voi. Quindi, questa è proprio una cosa... darla ad una cavia e vedere se essa può accettarla; e, se la cavia non muore, allora loro la danno a voi. Non tutte le persone sono fatte come le cavie, voi lo sapete, così essa ne uccide alcuni e ne aiuta altri.

116         C'è però una cosa riguardo a questa vaccinazione che Gesù Cristo dà, essa aiuta ognuno. Essa non è un rimedio, essa è una guarigione.

117         Voi avete udito la gente dire oggi: "Il killer numero uno è la malattia di cuore". Io differisco da loro; non per essere differente, io semplicemente differisco poiché ciò è sbagliato. Il killer numero uno è la malattia del peccato. Giusto, non la malattia di cuore, è la malattia del peccato.

118         Sapete, della gente dice: "Ebbene, adesso, Fratello Branham, io credo che tu là hai tirato un po’ la coperta. Ora lascia che ti chieda qualcosa. Un uomo deve peccare; io proprio devo peccare un po’ ogni giorno". Questo è perché tu non sei mai stato vaccinato. Questo è tutto, vedi? Si, tu non hai mai provato il rimedio di Dio. Questo è vero. Se tu faresti quello, allora tu non lo faresti.

119         Dici: "Io proprio devo fumare. Qualcosa semplicemente mi costringe a fumare". Prova la vaccinazione una volta, e scopri se funziona oppure no. Tu dici: "Io non posso trattenermi dal fare questo, io...»  Ebbene, tu prova semplicemente la tossina di Dio, una volta, e vedi cosa essa ti causa.

120         Una donna, non molto tempo fa, mi disse; io stavo procedendo con lei riguardo all’indossare questi corti scaltri indumenti scandalosi. E lei disse: "Ebbene Fratello Branham, lascia che io ti dica, che tu non hai il diritto di dire questo. Noi abbiamo il diritto di indossare pantaloncini se noi lo vogliamo".

121         Io dissi: "Io credo che ciò è vero. Ma se tu fossi una Cristiana, non vorresti indossarli". Lei disse, lei disse...

122         E lei disse: "Ebbene, ora aspetta Fratello Branham". Lei disse: "Sai, loro non fanno nessun altro genere d’abiti, ma soltanto quegl’abiti sexy; e così via in quel modo".

123         Io dissi: "Loro hanno ancora rotoli di stoffa, e fanno macchine da cucire; non c'è scusa". Questo è vero.

124         Questo è perché loro non vogliono prendere la vaccinazione del riempimento dello Spirito Santo, la santità all’antica della salvezza di Dio degli incontri all’aperto. Amen. Questo è vero.

125         Soleva essere scorretto fare quelle cose. Ciò è sempre scorretto! Questo è vero. Ma qual è il problema? C'è qualcosa che è accaduto. Si usava che la gente che soleva agire in quel modo... loro erano persino scomunicati dalla società; ora loro non possono essere introdotti nella società, fin quanto non lo fanno veramente. E così, vedete, dipende da dove il vostro cuore è, là sono anche i vostri tesori; o dove il vostro tesoro è, il vostro cuore lo è anche. Voi dovete ricordarvi, che se voi amate il Signore con tutto il vostro cuore, voi vivrete puliti e puri.

126         Mia moglie e io andammo su al supermercato; qui, non molto tempo fa. Noi vedemmo una strana cosa, una donna con un abito addosso. Ciò era una strana cosa nel nostro paese. E Meda mi disse, lei disse: "Bill, io la conosco questa, loro, alcune di quelle donne cantano nei cori quaggiù nelle chiese". E lei disse: "Io le conosco". E lei disse: "Ebbene, perché, Cosa fanno loro?"

127         Io dissi: "Ma vedi, tesoro", dissi: "Essendo un missionario, e da me stesso", dissi: "Noi siamo di un paese differente".

Lei disse: "Cosa?" Io dissi: "Noi siamo di un paese differente, una nazione differente". Lei disse: "Non siamo Americani?"

128         Io dissi: "Noi viviamo qui, ma questa non è la nostra casa, noi siamo pellegrini, amen! Noi stiamo cercando una città il Cui Costruttore e Creatore è Dio. Io andai in Finlandia; ho visto il modo in cui loro agiscono in Finlandia. Io andai... e giù nella Germania; ho visto il genere di spirito tedesco che loro avevano. Io andai giù nella Svizzera; loro avevano lo spirito svizzero. Io vengo in America; loro hanno uno spirito americano".

Lei disse: "Ebbene allora, che ne è di noi?"

129         Io dissi: "Noi siamo nati dall’alto, Celesti, dov'è purezza, e santità, e giustizia, e onestà". Si. Io dissi: "Perciò, quelli che professano questo, non considerano le cose del mondo. Ma noi francamente diciamo, attraverso la nostra vita, e il modo in cui viviamo, che noi abbiamo un Dio, noi abbiamo un Regno, noi abbiamo un luogo in cui noi stiamo andando. E questa non è la nostra casa". Amen.

130         My, a me piace questo! Io inizio a sentirmi piuttosto religioso proprio adesso. Sissignore. Io credo in questa vecchia salvezza dello Spirito Santo. Oh fratello, sorella, ciò ti fa qualcosa. Lo stesso Dio, che viveva una volta, vive ancora oggi; la Sua stessa dottrina di santità, vive proprio questa sera, nello stesso modo come viveva sempre, proprio la stessa cosa. Sissignore. Notate, la gente si è allontanata dalla dottrina di ciò, questo è tutto. Si. Ora, sissignore.

131         Il nostro numero uno, la malattia di cuore, non è la cosa principale che uccide la gente oggi. Il numero uno è la malattia del peccato. E il peccato è l’incredulità. Incredulità in cosa? La Bibbia. Questo è vero. Si, essa è il numero uno, la malattia del peccato, che uccide la gente oggi, sia spiritualmente che... E quello li ucciderà fisicamente naturalmente, perché loro possono già provare che l’uomo che tiene rancore, e le donne che si irritano, si agitano, e si azzuffano e litigano, muoiono. Ciò causerà cancro, funghi, ogni altra cosa si conficcherà dentro, ulcere.

132         Vedete, voi eravate creati per essere felici e liberi. Voi eravate creati per vivere come figli davanti al vostro Padre, e sapere che Egli fa che ogni giorno, ogni cosa operi bene per voi, ogni giorno. Sissignore.

133         La gente è semplicemente spaventata di questa nuova nascita. Questo è tutto. Loro sono spaventati di venire ad essa, poiché essa li metterà a posto. Essa vi farà smettere di giocare a tombola, smettere di giocare a queste macchine mangiasoldi. Essa vi farà smettere di rimanere a casa il mercoledì sera, dall’incontro di preghiera, per guardare "Noi amiamo Sucy", e tutte quelle altre cose folli che Hollywood possiede, e quelle sporche barzellette che vengono dette lassù. Ed essa farà sì che voi lasciate che i vostri capelli crescano lunghi. Essa farà sì che voi agiate come una signora. Essa farà sì che un uomo smetta di fumare sigarette, e poi essere in chiesa come diacono. Essa farà sì che la gente smetta di mentire, di rubare. Essa farà qualcosa per voi. Essa vi ripulirà e vi darà una salvezza che non c'è nulla al mondo che può dissiparla da voi, poiché voi sapete che eravate là quando ciò accadde. Sissignore.

134         Ebbene, come ho detto un momento fa, quando Dio... Quando l’uomo trova la medicina; la cosa che loro fanno, investigano per questo rimedio. Poi trovano questa malattia, allora la iniettano in una cavia, e vedono se la cavia sopravvive ad essa.

135         Ebbene, quando Dio stava per far scendere questa vaccinazione di cui io sto parlando questa sera, questo balsamo di Galaad, Egli non trovò una cavia, Egli stesso venne. Amen. Il solo modo in cui Lui poteva farlo, era di venire nella forma del Suo Figlio, e fu fatto carne e abitò in mezzo a noi, per prendere il pungiglione della morte. Egli venne per morire. Il solo modo che Egli potesse morire... Egli non poteva morire da Spirito, ma come uomo, perciò Egli fu formato in un corpo chiamato Gesù Cristo, il Figlio di Dio, e Dio abitò in questo corpo, facendo se stesso Emmanuele in terra, per togliere via il peccato dell’uomo. Ciò era quella chimica che era in quel sangue.

136         Qualcuno disse: "Egli era un giudeo". Egli non era un giudeo. Alcuni di loro dissero: "Egli era un gentile". Egli non era un gentile.

137         Egli era niente meno che Dio. La Bibbia ha detto questo: "Noi siamo salvati attraverso il sangue di Dio". Il sangue viene dal sesso maschile, noi sappiamo questo. L’emoglobina viene fuori dal maschio; la femmina è soltanto l’uovo. Questo è vero.

138         Come ho detto là, come la stagione primaverile. Queste esperte madri uccelli stanno costruendo i nidi qua fuori e deponendo uova. Alcune di loro deporranno un nido pieno di uova che non si schiuderanno mai, per giunta. Perché? Essa potrebbe deporre un nido pieno di uova, e potrebbe appollaiarsi su di loro, ed essere proprio così fedele. Essa potrebbe girare le uova ogni giorno, e stare là, lontano dal cibo, finch’essa diverrebbe così indigente, che non potrebbe quasi volar via dal nido. Non importa quanto essa li curerebbe, e quanto li coccolerebbe, e quanto fedele essa sia verso di loro, loro non si schiuderanno mai. Perché? Essa non è stata con il compagno, e loro non sono fertili, perciò staranno là e marciranno.

139         Questo è il problema di molte delle nostre conferenze. Questo è il problema dei nostri incontri all’aperto; molti di loro oggi; e delle nostre conferenze. Cosa riceviamo noi? Un gruppo di vigliacchi predicatori vezzeggiati che dovrebbero... Perché? È una disgrazia. E entrano là poiché hanno un po' di prestigio, o un po' di educazione, che li fanno salire su qualcosa. Io... my, la sola cosa di cui noi abbiamo bisogno oggi è... Noi abbiamo un nido pieno di uova marce.

140         Quello di cui abbiamo bisogno è di un buon vecchio tempo di pulizia di nido, completamente, di là, che le caccerà fuori, finché non abbiamo uomini e donne che siano riempiti con lo Spirito Santo; che sono stati con il Capo, `Gesù Cristo`, e siano riempiti con lo Spirito con cui Lui fu battezzato. Questo è vero. Allora noi abbiamo la vita nel campo. Sissignore. La tossina, loro hanno paura di ciò.

141         Gesù Cristo il Figlio di Dio, quando Egli fu nato, alcuni di loro dissero: "Ebbene, dunque, Egli era l’uovo di Maria". Egli non lo era. Se Maria doveva ricevere quell’uovo, giù attraverso il canale e al grembo, ci doveva essere una sensazione; perciò vedete cosa mettete a fare di Dio? Egli non era né l’uno né l’altro, nessuna parte di ciò.

142         Dio, il Creatore, adombrò la vergine Maria, e creò le cellule dentro il suo grembo, e generò un Uomo che fu Emmanuele, Dio Stesso fatto carne, in mezzo a noi, senza l’aiuto di nessuno. Egli è il Creatore che creò il primo uomo. Amen. Oh, my! EccoLo, là, sta Lui. Sissignore. E quindi Egli fece questo affinché potesse prendere la vaccinazione.

143         Ogni vero genuino scienziato, un buon dottore che scopre una malattia... alcuni di loro andranno su un campo di prigione e troveranno qualche uomo per provarla, che dovrà restare in prigione a vita. Se egli sopravvive alla vaccinazione, ebbene, allora il veleno non lo uccide; egli può andarsene libero se è pronto a prendere la vaccinazione. I prigionieri aspettano ciò. Oh, quello è un dottore che ha paura della sua medicina.

144         Ma, sapete, Dio non era spaventato della Sua propria medicina. [Punto vuoto sul nastro.]...in una mangiatoia, un uomo che stava sulle sponde del giordano. Quando la vaccinazione cadde laggiù, egli la vide come una colomba che veniva giù dal Cielo, ed egli fu vaccinato. E una Voce disse: "Questo è il mio amato Figlio in cui mi sono compiaciuto di abitare". Amen. Dio nell’uomo, questa è la vaccinazione. Dio nell’uomo. Il mondo Lo osservava. Egli sopportò ogni tentazione. Quando loro sputarono sulla Sua faccia, gli staccarono la barba e sputarono su di Lui, Egli sopportò la tentazione, nell’ora della prova Egli sopportò la tentazione, essa tenne! La vaccinazione che Egli ricevette al Giordano tenne. Essa tenne nel tempo della popolarità.

145         Cosa succede di molte chiese oggi; Dio le vuol benedire, loro si mettono ad iniziare... E questo è quello che sta danneggiando la nostra gente pentecostale. Loro dovrebbero essere di nuovo come erano i nostri nonni, con una casseruola di stagno o un tamburino, giù all’angolo da qualche parte, battendo un tamburino; allora ciò abbatterebbe questi grandi obitori che noi stiamo costruendo oggi, cercando di foggiare alla maniera dell’altra gente. Quello di cui abbiamo bisogno è di una buona effusione all’antica dello Spirito Santo, che vi ripulirà, includendo i vostri pastori della chiesa pentecostale. Questo è vero.

146         Ebbene, l’osservazione di ciò fu, che quando lo Spirito Santo venne giù, su Gesù, nel giorno del Suo Battesimo, egli fu vaccinato. Noi Lo abbiamo osservato nell’ora della prova. Quando il diavolo provò a darGli tutti i regni del mondo, cosa fece Egli? Egli stette dritto con la Parola. Amen.

147         Quello che io mi sto domandando oggi, è che molti fratelli, fuori, sul campo, da quando questo ultimo risveglio... Per quale ragione è così? Se voi ricevete alcuni nickel o un cambio di abiti, voi siete troppo importanti per andare da qualche parte. Anche... oh, qualcos'altro, e voi dovete avere qualcosa più grande dell’altro? Ciò è diventato una regolare corsa al successo. Ciò è una vergogna. Dio vuole l’uomo che umilii se stesso, e giunga laggiù in un punto, qualcuno a cui Lui possa parlare. Ma ciò è diventato una tale corsa al successo; ognuno sta cercando di ricevere qualcosa più importante dell’altro compagno. Ciò è una... E, vedete, loro non possono resistere a quel prestigio della tentazione di satana.

148         Ma il Nostro Signore sopportò la tentazione. La vaccinazione tenne. Quando il tempo venne, ci fu un dibattito sulla Scrittura, Egli stette esattamente con la Parola. Satana disse: "Sta scritto". Egli disse: "Sta anche scritto". Oh, è... Gloria! Dio nell’uomo, vedete!

149         Cosa aveva Egli? Egli aveva qualcosa con Se per confermare ogni parola che diceva. Egli disse: "Se io non faccio le opere di Mio Padre, allora non credeteMi. Ma se voi non potete crederMi, credete alle opere che Egli fa attraverso di Me". Oh, my! Eccolo!

150         Quello di cui noi abbiamo bisogno è di uomini e donne come questi, oggi, che possano chiudere la bocca del mondo, attraverso i segni dello Spirito Santo. Noi abbiamo bisogno di un incontro all’aperto come quello. Noi abbiamo bisogno di una svolta sottosopra, uno scrollar fuori, molto del mondo e altre cose fuori dalla chiesa, che sono entrate in questi ultimi giorni. Il denaro si sta sparpagliando fuori attraverso il paese, e grandi cose, che hanno preso la mente della gente su grandi cose invece che su Dio. Vengono a compromessi, vengono a compromessi con le Scritture! Ogni fratello che inizia in quel modo... quando loro diventano popolari in qualche organizzazione, vengono a compromessi su quello che credono.

151         Quel sangue, non scorre in un genuino uomo nato dallo Spirito Santo. Tutti i diavoli nell’inferno non possono rovesciarlo da quella Parola. Egli rimarrà su Quella senza riguardo a qualcosa. Amen. Paolo disse: "Non c'è presente o futuro, che possa venire, o qualsiasi cosa, che possa separarci dall’amore di Dio". Quando quella vera genuina nascita dallo Spirito Santo, entra in un uomo, egli è un figlio di Dio. Non c'è abisso fra lui e Dio. Egli è Suo figlio nella Sua Presenza. Amen. A me piace ciò. Io so che ciò è vero. Va bene.

152         Noi constatiamo, che nell’ora della tentazione, per le faccende mondane, la vaccinazione mantenne. Nel momento di venir chiamato santo rotolante, o di essersi fatti beffe, quando misero uno straccio attorno alla Sua faccia, ai Suoi occhi, e lo colpirono sulla testa con un bastone; dissero: "Ebbene, se tu sei un profeta, dicci chi ti colpisce". Quei soldati romani, loro Lo avevano visto discernere i pensieri della gente. Di resistere e...

153         Se Egli sarebbe qui, questa sera, guarderebbe in giro e direbbe a quella donna quello che non andrebbe in lei, e cos'era questo e quello. Questo è il modo in cui Egli lo fece. Questo è il modo in cui Egli ancora lo fa, poiché Egli non cambia. Amen! Non siete grati? Questo è un Dio vivente. Che un uomo potrebbe cadere da una terrazza, e la vita uscire da lui; e un uomo stando là, con Dio in lui, potrebbe sdraiarsi su quell’uomo, ed egli vivrebbe di nuovo. Quello stesso Dio vive questa sera. Amen! Egli è l’Iddio immutabile. La chiesa ha bisogno di una vaccinazione. Questo è vero.

154         Come David du Pressis disse una volta: "Dio non ha nipoti". Questo è vero. Dove i nostri fratelli pentecostali stanno cambiando; i loro figli entrano in chiesa e dicono: "Ebbene, noi siamo pentecostali perché papà lo era". Se papà era un pentecostale, e ricevette il Battesimo dello Spirito Santo, tu dovrai riceverlo nello stesso modo che papà lo ricevette. Egli non ha nipoti. Egli ha soltanto figli e figlie, non nipoti; solo figli e figlie. Ciò è vero.

155         Perciò voi dovete fare la stessa cosa che loro fecero nel Giorno di Pentecoste. Voi dovete avere la stessa esperienza. Voi dovete avere la stessa cosa che loro ebbero. Dio non cambia mai il Suo programma. Egli non cambia mai le Sue vie. Egli fa semplicemente la stessa cosa continuamente. Nel modo in cui Egli stabilisce il Suo programma, deve attenersi ogni volta a quello. Deve essere la stessa cosa. E se tu farai la stessa cosa, verranno gli stessi risultati. Amen! Questo è vero.

156         Ebbene, noi scopriamo che essa tiene nel tempo della tentazione. Essa tenne quando ogni cosa stava andando male. Essa tenne quando tutti i Suoi amici Lo abbandonarono. Essa tiene ancora, la vaccinazione tiene. Allora il diavolo pensò: "Io lo tengo in pugno, adesso". Egli iniziò al Calvario; il sangue che scorreva fuori dal Suo corpo. I Suoi indumenti si avvolsero attorno a Lui, una grande macchia di sangue. Il diavolo deve aver detto: "Io lo tengo in pugno, adesso". Questo non può essere Dio. No, no, questo non può essere Lui; se Egli soleva lasciare quei soldati sputare sulla Sua faccia, se Egli soleva lasciare loro strappare manciate di barba dalla Sua faccia, se Egli soleva lasciar loro sfidarLo per vedere una visione, ed Egli non lo fece. Ed adesso qui, Egli va sulla collina, trasportando quella croce, io Lo avrò in pochi minuti".

157         Quell’ape della morte scese, e volteggiava attorno per pungerLo. Voi sapete, come qualsiasi ape; ha un pungiglione in essa. Ma sapete, Dio aveva preparato una carne quella volta, era la carne di Dio. Quando quel pungiglione, una volta ancorato in quel Figlio di Dio, in Emmanuele; quando egli si tirò fuori, non era rimasto nessun pungiglione. Egli tolse proprio il pungiglione dalla morte. Nessuna meraviglia che Paolo poteva dire: "Morte dov'è il tuo pungiglione? Morte, dov'è la tua vittoria? Ma grazie sia a Dio, Che ci da la vittoria attraverso il Nostro Signore Gesù Cristo".

158         Egli poteva pungere Elia, ed egli morire, egli poteva pungere Elia, e rimanere con il suo pungiglione. Ma, sapete, se pur un'ape punge abbastanza profondamente, essa non può pungere più, si stacca il suo pungiglione. Così non c'era carne umana in cui esso poteva ancorare. Oh my! Nessuno in cui esso poteva ancorarsi. Ma quando egli lo inserì in Emmanuele, quella volta, perse il suo pungiglione. Ringraziato sia Dio! Sissignore, egli fallì su quello. Sissignore.

159         Loro scoprirono che la tossina tenne. Loro dissero: "Se Tu sei il Figlio di Dio, vieni giù dalla croce". Il sommo sacerdote, il grande prelato della chiesa disse: "Dicci chiaramente ora, se Tu sei il Figlio di Dio, vieni giù dalla croce e salva Te Stesso", e così via. "Facci vedere se Tu sei il Figlio di Dio". Egli non aprì mai la Sua bocca per dire una parola.

160         Ebbene, noi constatiamo che Egli morì. Egli realmente morì. Egli morì al punto che il sole e la luna dissero che Egli morì. Tutto della natura disse che Egli morì. La terra tremò, essa ebbe un brivido nervoso che la investì. E quando loro videro che il medesimo Dio che creò la terra, stava appeso sulla cima della terra, e il Sangue di Emmanuele cadeva sul suolo; nessuna meraviglia che Lui morì. Egli morì al punto che ogni cosa disse che Egli morì.

161         E poi, noi constateremo, che prima di morire disse: "Voi distruggete questo tempio, e io lo rialzerò di nuovo nel terzo giorno. Voi non potrete mai tenerlo giù. Distruggetelo, ed io lo riporterò di nuovo su nel terzo giorno".

162         Loro misero una guardia attorno per scoprire che la vaccinazione avrebbe tenuto. Loro avevano visto che essa tenne attraverso la tentazione del peccato. Essa tenne attraverso la povertà. Essa tenne attraverso la ricchezza. Essa tenne attraverso tutti i generi di tentazione, essa tenne sempre. Ma adesso è nella morte, cosa farà adesso?

163         Ma nel mattino di Pasqua, oh my, giusto prima che il sole si alzasse, quella vaccinazione fece presa. E, quando lo fece, la morte ruppe le sue barriere, la tomba si aprì, ed Egli sorse di nuovo nel terzo giorno e ascese in Cielo. Ciò mostra che quella vaccinazione, è la vaccinazione della Vita Eterna. Non la si può distruggere. Perfino il ventre dell’inferno non la può trattenere. La tomba non può trattenerla. La morte non può trattenerla. Niente può trattenerla. Essa sorgerà di nuovo.

164         Gesù Cristo disse: "Tutti quelli che il Padre mi ha dato verranno a Me, e Io li risusciterò di nuovo nell’ultimo giorno". Alleluia! Un uomo o una donna che sono stati vaccinati con questo, non possono restare nella tomba. Nessuna tomba può fermare il giusto. Nessun inferno può trattenerlo; nessuna tomba, né altro ancora. Gesù Cristo ha promesso di risuscitarlo di nuovo in quel Giorno. Amen. Oh, io sono così grato per quello, quella vaccinazione. Sapete, nel mattino di Pasqua Egli lo provò.

165         Sapete cosa ciò era? Era una tal grande cosa, al punto che cento e venti persone vollero essere vaccinate. Ebbene, se Egli poté tener fede attraverso la tentazione, là c'erano cento e venti persone che Lo conoscevano molto bene, loro volevano quella vaccinazione. Perciò proprio allora Egli doveva andar su al laboratorio per sistemare il siero; perciò Egli disse: "Voi andate lassù nella città di Gerusalemme finché Io non abbia sistemata tutta la formula. Io la manderò giù da voi". Perciò loro andarono su per attendere.

166         Come dovrebbe funzionare la Chiesa Cristiana, che genere di vaccinazione dovrebbe prendere? Cosa sarebbe la vaccinazione? Come farebbero? Cosa succederebbe? Se ne andrebbero tutti al seminario per imparare ad avere un dottorato in Filosofia e Legge? Dovrebbero dei sacerdoti presentarsi sulla strada con un cibo appropriato, e lambirlo e prendere la comunione? E così è Essa?

167         Ma là venne un suono dal cielo", la vaccinazione stava sulla sua strada, "come un potente vento impetuoso, ed Essa riempì tutta la casa dove loro stavano radunati. Delle lingue divise si collocarono su di loro, come fuoco. E loro furono tutti riempiti con lo Spirito Santo, e iniziarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito dava loro espressione".

168         Avete mai visto il vecchio tempio, l’immagine di Esso? C'era una piccola porta che andava fuori, andava su lungo la scala a gradini, andava su, nella stanza superiore. Loro chiusero le porte e andarono dentro, poiché avevano paura.

169         Ma io vi dico, quando loro furono vaccinati, come un vitello marchiato di fresco, non li potevano trattenere. Nossignore. Egli venne fuori da quella camera, andò fuori, nelle strade; egli fu vaccinato. Morte, inferno, persecuzione, deriso, preso in giro, non fece nessuna differenza per lui, egli era vaccinato. Amen. Oh, my!

170         Ascoltate a Pietro che stava lassù. Loro iniziarono a chiedere: "Non c'è più balsamo in Galaad? Non c'è più balsamo in Galaad? Non c'è medico là?" Oh, si, noi abbiamo molto balsamo in Galaad. Noi abbiamo molti medici.

171         In quel giorno, il Dottor Simon Pietro, egli era il medico. Egli disse: "Io vi scriverò una prescrizione; io vi dirò... E questa è una prescrizione Eterna, poiché essa sarà per voi, e per i vostri figli, e per coloro che sono lontani. Onestamente è per ognuno che la richiederà; il Signore tuo Dio lo visiterà. "Io gliela darò".

172         Dissero: "Cosa possiamo fare per essere vaccinati?" Ecco dove si trova. "Cosa possiamo fare per essere vaccinati?

173         173 Egli disse: "Io vi scriverò la prescrizione". Egli disse: "Pentitevi, ciascuno di voi, e siate battezzati nel Nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. Poiché questa prescrizione è per voi, e per i vostri figli, e per coloro che sono lontani, ancora per tanti, quanti il Signore nostro Dio ne chiamerà". Oh, my!

174         Sapete una cosa? Quando un dottore trova un rimedio per una malattia; ed egli compila una prescrizione, e qualche farmacista ciarlatano se ne impadronisce, e va ad aggiungerci un poco di questo, e a toglierci da essa un poco di questo; egli o ucciderà il paziente o gli farà qualcosa. La prescrizione non ha proprio abbastanza medicina in essa per fare del bene. Se essa non ce l’ha, è così debole, che non si aiuterà il paziente.

175         E questo è il problema di molti seminari per farmacisti oggi. Loro neutralizzano la prescrizione ed aggiungono qualcos'altro al posto di essa, e così si ha un gruppo di obitori morenti.

176         Questa prescrizione rimane sempre la stessa. Quando i Samaritani la ricevettero, furono vaccinati, loro ebbero la stessa cosa. Quando i Gentili la ricevettero, ebbero la stessa prescrizione. Paolo incontrò un gruppo, in Atti 19, che aveva parte della prescrizione, non tutto di essa. Egli disse: "Ciò non funzionerà. Voi farete morire l’intera cosa". Perciò egli la scrisse su per loro, disse loro come riceverla. Loro la ricevettero nello stesso modo.

177         E questo è il problema oggi. C'è molto balsamo in Galaad, e noi abbiamo molti medici, ma la gente ha paura della prescrizione. Gloria! Dia sia lodato! Non c'è balsamo in Galaad? Non c'è potenza dello Spirito Santo? Ebbene, è...

178         Questa vaccinazione agisce su tutti, vedete. Lo fece sui Giudei. Lo fece sui Samaritani. Lo fece sui Gentili. Lo fa su ognuno allo stesso modo.

179         Io sono un missionario. Io passo in paesi, dove la gente là, non sa nemmeno qual è la mano destra e quale la sinistra, e loro stanno là. Sapete cosa fanno, quando ricevono lo Spirito Santo? La stessa cosa che voi fate. La stessa cosa.

180         Oh, cos'è ciò? "Ciò è per voi, e per i vostri figli, e per coloro che sono lontani, tanti, quanti il Signore nostro Dio ne chiamerà". La stessa prescrizione opera la stessa cosa.

181         E la Chiesa farà la stessa cosa che fece all’inizio. Proprio così. Gesù è la vite, noi siamo i tralci. E nell’essere vaccinati con quella Vita che era nella vite, la Chiesa che ne uscì vaccinata... loro scrissero un libro degli atti dietro Essa.

182         Ora noi abbiamo dei sostituti; abbiamo dei frutti innestati. Essi vivono a spese della vita dell’albero, ma non produrranno i frutti. Questo è vero.

183         Io mi trovavo con un mio amico, John Sharrit; su in Phoenix, da qui, a non molto tempo fa. Egli aveva un albero là, un albero di aranci, che aveva circa cinque o sei generi di frutti su esso. Io dissi: "Io non ho mai visto una cosa come questa".

Egli disse: "Loro sono innestati".

Io dissi: "Che genere d’albero è? Egli disse: "Arancio".

184         Io dissi: "Ebbene, là c'è un limone, e là c'è una limetta, e là ci sono mandarini, e mandapompelmi, e pompelmi, molte specie differenti".Io dissi: "E tutti loro sono usciti dallo stesso albero?" Egli disse: "Si, sono tutti agrumi".

185         Io dissi: "Be', allora questa è una cosa strana". Io dissi: "Ebbene, quest'anno, dopo che tutti quei frutti finiscono, il prossimo anno, produrrà un arancio?"

186         Egli disse: "Oh no, no". Disse: "Esso produrrà il genere che si trova nel ramo".

187         E io dissi: "Allora quell’albero si è trasformato da... tu intendi, dall’albero di arancio a cosa...»

188         Egli disse: "No, no. No. Se mai mette fuori un altro ramo, esso produrrà un arancio". Io dissi: "Vedo". Amen.

189         Fratelli, noi abbiamo tali cose come denominazioni di chiese, iniettate in questo, e che vivono da esso, che chiamano loro stessi Cristiani. Ma ammesso che, la Vita genuina di quell’albero, mette fuori un altro ramo del suo, esso sarà un altro Libro degli Atti, dietro a ciò. Poiché Egli è lo stesso ieri, oggi e per sempre. Quello che il mondo e i loro tesori; e loro non sanno nulla al riguardo. La gente che legge questa Bibbia, se La si legge da un punto di vista denominazionale, non si riceverà molto da Essa. Ma se si guarderà semplicemente a quello che Essa dice, e poi si obbedisce a quello che la prescrizione dice; leggerLa, obbedirLa; ciò produrrà una persona differente.

190         Io sono appena venuto dall’India, da qui a non molto tempo fa. Io udii di una donna quassù, lei era molto povera; suo figlio era andato in India per essere un dottore. Ed egli andò lassù e abbandonò il suo esercizio medico, ed entrò in un altro; io credo che egli fosse un ingegnere elettrico. O qualcosa del genere. E questa donna divenne molto povera. Lei proprio non aveva nulla, e perciò la carità stava quasi venendo a prendersi cura di lei. E così loro investigarono il caso, e quando loro investigarono, scoprirono che la donna aveva un sostegno, e ciò era un figlio che era un uomo molto ricco in India. E dissero: "Ma, perché tuo figlio non ti da sostentamento?"

191         Disse: "Oh, io proprio non potrei chiederglielo". Disse: "Io sono sua madre", disse: "Io prenderei semplicemente piuttosto la carità che chiedere a mio figlio". Dissero: "Non senti mai di lui?"

192         Disse: "Oh, io sento di lui minimo una, o due volte al mese". Disse: "Egli scrive fra le più dolci lettere che uno abbia mai letto".

193         Dissero: "Ebbene, sembra, che se lui amerebbe abbastanza sua madre, e avrebbe molto denaro, egli cercherebbe di prendersi cura di lei, invece di farla andare dalla carità".

194         Lei disse: "Ma, se egli saprebbe che io sono in questo stato", disse: "egli si prenderebbe cura di me. Ma", disse: "Sapete, egli non lo sa, e io proprio mi sento imbarazzata a dire a mio figlio così". E loro dissero: "Ed egli ti scrive ancora dolci lettere?"

195         Lei disse: "Oh, fra le più dolci lettere!" E disse: "Egli mi manda le immagini più graziose che uno abbia mai visto". Loro dissero: "Le immagini più graziose? Allora lasciacene vedere alcune".

196         Lei andò dalla sua Bibbia e le tirò fuori. Sapete cos'erano? Buoni di banca. L’India pone immagini sui suoi buoni di banca; vedete? Immagini graziose. Lei aveva migliaia di dollari, convertiti dal denaro Indiano, in denaro Americano. Cos'era ciò? Nella sporgenza della sua Bibbia, lei aveva dei tesori che pensava fossero "soltanto immagini", ma venne a scoprire che ciò era di vero valore per lei.

197         E fratello, quando tu cerchi di leggere da un fuoco dipinto, di Pentecoste, e qualcuno cerca di dirti che lo Spirito Santo, non è lo stesso oggi come era allora, qualcuno cerca di dirti che i giorni dei miracoli sono passati, che Gesù Cristo non è lo stesso ieri, oggi e per sempre, che loro cercano di dirti; non crederlo. Di quello non c'è descrizione. L’Iddio Onnipotente ha mandato quel Messaggio a te, questo è vero, "Esso è per voi e per i vostri figli, per coloro che sono lontani, tanti, quanti il Signore nostro Dio ne chiamerà". Dio è sempre Dio. Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e per sempre.

198         Egli è proprio qui, questa sera, per salvare i perduti, per guarire i malati, per riempire con lo Spirito Santo, coloro che desiderano di essere riempiti. voi credete ciò, non è vero? Sissignore. Se voi lo credete, allora vedete che ciò è la promessa di Dio in questa Parola qui, voi potete entrare giusto là e trovare ogni promessa. La promessa è per voi. Pietro disse: "La promessa è per voi, e per i vostri figli, e per coloro che sono lontani". Non abbiate paura di incassare ciò; c'è un buono di banca nel Cielo. Questo è vero. Gesù Cristo è lo stesso ieri e per sempre!

199         Cosa succederebbe se Lui sarebbe qui, questa sera e vedrebbe quella donna che è adagiata là malata? Lei sembra essere molto malata, handicappata, probabilmente paralitica o qualcosa del genere. Due donne... Una donna, e un uomo di colore e una donna di colore, che cercano di far muovere un piccolo bambino. Cosa pensate che Lui farebbe se Egli starebbe a guardare a quei due pazienti là, come un guaritore? Pensate che Egli potrebbe guarirli? Egli l’ha fatto già, vedete? Quando Egli morì al Calvario, l’ha fatto. Lo credete questo, pazienti? Credete che ciò è giusto? Voi là con il piccolo {signora} bambino di colore, là con il bambino, credete che Gesù Cristo, quando morì al Calvario, acquistò la guarigione di vostro figlio?

200         Tu sulla lettiga là, se tu... Tu sembri molto malato. Tu sei paralizzato, qualsiasi cosa sia; credi che Gesù Cristo morì al Calvario, per salvarti dalla tua malattia? Lo credi questo? Credi che quello che io ho detto questa sera è vero? Credi che la prescrizione è vera? Lo credi?

201         Se Egli starebbe qui questa sera, e tu Gli chiederesti: "Vuoi guarire mio figlio?" Sai cosa Egli direbbe? "Io l’ho già fatto questo". Vedete? Voi credetelo semplicemente. Vedete? Se tu diresti: "Signore, io sono handicappato, non posso camminare", o qualsiasi cosa sia. "Io non posso camminare. Io sto morendo", o qualcosa del genere. "Mi vuoi salvare?" Egli direbbe: "Io l’ho già fatto!" Vedete?

202         Ebbene, come sapreste che era la Sua voce? Poiché Egli farebbe qualcosa come la fece allora. Egli vi potrebbe dire qualcosa riguardo a voi stessi, dirvi dove eravate, o cosa c'era che non andava in voi, o qualcosa come quella, come Egli fece al tempo della Bibbia. Ciò mostrerebbe che Egli fosse lo stesso. Ma per la guarigione, tu stesso la devi accettare. "Egli fu ferito per le nostre trasgressioni; per le sue frustate noi fummo guariti". Lo credi questo?

203         Credi che Egli questa sera, potrebbe dirmi qual è il tuo problema, o qualcosa riguardo al tuo essere adagiato là? Lo accetteresti e crederesti che io sono il Suo Profeta? Lo farai?

204         Che ne è riguardo a te, la signora là, vicino a lei, con la tua mano sul tuo bambino, tu lo credi questo? Bene.

205         Quanti lo crederanno?

206         Ora, Padre Celeste, ecco il Tuo servo. Io ho soltanto... Io sono soltanto responsabile di predicare la Tua Parola. Ora, io so che ciò è insolito, ma io prego che Tu voglia concederlo questa sera, che la gente possa conoscere che questa è la verità.

207         Va bene, guardate in questa direzione. Il tuo bambino ha qualche genere di malattia delle ossa. Questo è vero. Egli ha un grande rigonfiamento nella gamba. È vero questo? Tieni la tua mano su di esso; ripeti e dici: "Signore Gesù, guarisci il mio bambino, io ti servirò per tutta la mia vita". Se tu non hai mai preso questa vaccinazione, credilo con tutto il tuo cuore, e metti una corda attorno alla gamba del bambino, questa sera, e misuralo. E poi, riporta la corda indietro domani, dove tu la blocchi, e vedi quanto essa si restringe da adesso a domani sera. Lo farai questo?

208         Tu che stai stesa là vicino, credi che io sono Suo servo? Io non ti ho mai visto, nella mia vita. Ma tu stai stesa là ombrata a morte; c'è un’ombra nera sopra la donna. Lei sta soffrendo, morendo di cancro. Ciò è proprio vero. E tu credi che Dio ti farà sana? Puoi crederlo? Allora perché stai stesa là finché tu muoia? Il dottore non può guarire quello. Alzati, nel Nome di Gesù Cristo, e prendi il tuo letto e vai a casa.

209         Credete? Tutti quelli che vogliono credere e accettare la loro guarigione, si alzino sui loro piedi e ringrazino Dio. Vedete? Vedete?...

210         Diciamo: "Lode al Signore". ognuno. Lo credete? Alzate le vostre mani, adesso, a Dio, e lodateLo. Credete? Non c'è balsamo in Galaad? La potenza di Dio può fare questo!

211         Alziamoci sui nostri piedi, ognuno adesso, con la fede per crederlo. Alzatevi sui vostri piedi, ognuno, e accettate la liberazione, nel nome del Signore. Amen.

IN ALTO