HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Dov'è il Re dei Giudei? di William Marrion Branham è stata predicata il 58-1221M La durata è di: 1 or a49 minuti .pdf La traduzione BBV
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf   
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Dov'è il Re dei Giudei?

1              Le cose, ed io certamente lo apprezzo. Questo è il mio primo regalo di Natale, così vi sono molto grato. E, bene, se ora posso predicare senza tentare di aprirlo... sono proprio come un bambino che nell’attesa del Natale si aspetta qualcosa, sapete; voi sentite che c'è una piccola sorpresa e cercate di scoprirla. E, sapete, anche quando diventiamo vecchi, non penso che perdiamo tutta la nostra infantilità. Lo pensate anche voi? [la congregazione dice, “No”-Ed.] Noi siamo solo bambini cresciuti; ciò è tutto.

2              Bene, il Signore sia lodato. Noi siamo felici di essere di nuovo qui in questa meravigliosa mattina di vigilia, aspettando ansiosamente le benedizioni del Signore e sono sicuro che Egli le ha, per continuare con noi mentre proseguiamo la riunione.

3              Ed io penso, che questa mattina avranno dei regali per i bambini, o è... [il fratello Neville dice, “ si è già provveduto”.-Ed.]...  i regali dei bambini sono già stati presi. Bene, ciò và benissimo..  

4              Ora, gradirei dare solo un breve resoconto sull’ultima nostra riunione, se va bene in questo momento. [Il fratello Neville dice, “Amen”.-Ed.] Voi gente siete coloro i quali pregano e si aggrappano a Dio per me, per andare fuori in questi servizi. E gradirei fare solo un piccolo sommario dell’ultima riunione.

5              Uno degli eventi più notevoli dell'ultima riunione, accade in Shawano, Wisconsin. Fu all'auditorio del liceo, all'auditorio del liceo nuovo, quando noi eravamo quasi pronti per pregare per gli ammalati. Avevo appena fatto la chiamata all’altare e molti avevano alzato le loro mani per accettare Cristo come loro personale Salvatore. E poi notai che nell’assemblea successe qualcosa poco distante da me. Era un uomo di approssimativamente settanta o settantacinque anni. Cadde morto e morì con un attacco cardiaco. Versava schiuma dalla sua bocca e l'acqua usciva dai suoi vestiti. E sua moglie strofinava freneticamente la sua faccia.

6              E seppi che quello era il trucco del nemico. Fa queste cose solo per sconvolgere le persone (Vedete?) e poi quando lui lo fa, avviene uno sconvolgimento. È accaduto molte volte nelle riunioni. Recentemente nella Nuova Inghilterra, accadde di nuovo una cosa come questa, proprio prima della chiamata.

7              Così per impedire alle persone di eccitarsi, io... In quel genere di momenti dovete trattenere il vostro spirito per vedere cosa dirà lo Spirito Santo. Perché noi abbiamo imparato dalle Sacre Scritture che tutte le cose cooperano per il bene di coloro che amano Dio. E là c'erano molti dei figli di Dio, innamorati di Lui.

8              Ed io continuai a guardare all’uomo, vedendo che lui faceva schiuma dalla bocca. E come chiunque sa, quando la morte colpisce una persona, di solito esce l’acqua. Comprendete? E sua moglie che sfregava così la sua faccia, continuando in quel modo.

9              Ora, per distogliere l’attenzione delle persone da lei, chiesi: “vorrebbe qualcuno portare un bicchiere d’acqua a suo marito?” e attirai la sua attenzione. E lei disse: “Fratello Branham, io lascio ogni cosa nelle tue mani.” E lei era di una denominazione luterana.  

10         Poi pensai che avrei chiamato la linea di preghiera e messo le persone in preghiera per loro. Ma invece di fare così, lo Spirito Santo cominciò a muoversi sull’assemblea, sulle persone, chiamandole. E passò due volte sopra quell’individuo. E poi all’improvviso dissi: “semplicemente pregheremo.”

11         E quando cominciai a pregare, io sentii me stesso pregare, che dicevo a questo morto: “Lascialo libero.” E non appena lo dissi, l’uomo ritornò di nuovo in vita e si alzò in piedi.

12         E la città intera sembrava grandemente entusiasta a riguardo, per quello che il Signore aveva fatto. E poi, naturalmente, ci furono le altre riunioni. Ed un altro caso che gradirei solo citarvelo, per non prendere troppo del vostro tempo, fu recentemente a Los Angeles. Ero con il fratello Arganbright.

13         E molti di voi sanno come è in quei luoghi, le persone telefonano. Sono persone bisognose. Noi non condanniamo le persone che chiamano e vogliono preghiere. Quello è il nostro dovere, pregare per quelle persone. E là, fu proprio terribile, perché noi avevamo avuto molte grandi cose, che il Signore Dio aveva fatto. Ed in una, c'era un uomo paralizzato, era stato paralizzato per venti anni o qualcosa di più, coricato sul suo lettino, ed il Signore Dio guarì l'uomo e lui uscì dalla riunione, camminando. E ciò cominciò un piccolo movimento fra le chiese. 

14         E poi una mattina, io sentii lo squillo del telefono. E il Fratello Arganbright, con il quale stavo, non era in casa in quel momento per rispondere al telefono. Ed io alzai la cornetta e risposi ed era un missionario messicano. E lui disse: “non sapevo che tu eri in città, Fratello Branham.” Lui disse: “io so che tu avrai una riunione stasera, giù in qualche luogo presso il Cow Palace.” E lui disse: “io ho un piccolo bambino che non ha ancora cinque mesi.” E disse: “sta morendo di cancro.” E disse: “io so che non è consueto fare questo.” Ma, domandò, “potrei trovare misericordia, affinché tu possa venire a pregare per il piccolo?”

15         Immaginate, se quello era il vostro bambino? Ed io dissi: “farò venire il Sig. Arganbright al telefono, e mi dirai… insegnerai a lui dove è l’ospedale, perché io non conosco bene la città.” In una città di quattrocento miglia quadrate, io non troverei mai l’ospedale. Il Sig. Arganbright venne; egli disse: “Fratello Branham, io-tu...” io Dissi: “sento senza alcun dubbio, che questo è condotto dallo Spirito Santo.”  

16         Così andammo giù in città, e là, all’ospedale. Un fratello messicano, sebbene lui non era scuro, non più scuro di me, un uomo circa della mia età, e sua moglie era una donna finlandese, un po’ bionda, veramente una cara signora. Lui era un gentiluomo. E noi entrammo nell’ospedale. E, oh, io ho visto molti casi, noi tutti ne abbiamo visto, che ci hanno turbato e impressionato, ma quello era uno dei peggiori che io abbia mai visto. Loro dovevano portare il piccolo vicino alla stanza dell’infermiera, con una infermiera specializzata.

17         E quando guardai, il cancro era diffuso sulle sue piccole mascelle, fuori tanto così, dovevano tenere la sua testa avvolta in un panno, per impedire che la sua testa aperta scoppiasse. E nelle sue piccole mascelle, dove il dottore aveva tentato di tagliare via il cancro, fece grandi fosse, dietro e davanti, grandi così, tutto intorno alla sua piccola gola. E questo ha solamente aggravato il cancro, che io lo chiamerei con la parola giusta, che sarebbe sparpagliato. Ed andò nella sua piccola lingua, una piccola bocca di bambino, non più larga di così, la piccola lingua era gonfia e nera ed era uscita fuori tanto così, la quale impediva all'aria che respirava dalle sue narici di entrare.  

18         Il padre camminò accostandosi al fianco di questo piccolo bambino e disse: “Ciao, Ricky”, disse: “piccino di papà. Il papà ti ha portato il Fratello Branham per pregare per te, Ricky.” Ed il piccolo bambino riconobbe suo padre. E non aveva respirazione qui su, così dovettero aprire un buco nella sua gola. C’era un piccolo, sembrava proprio un piccolo fischietto rotondo che noi avevamo anni fa, ed era nella sua piccola gola. E respirava attraverso quel fischietto. Ed una infermiera doveva stare sempre là, perché il cancro, drenando, lascerebbe--ostacolerebbe questo piccolo foro.

19         19- E lei doveva fare in modo di togliere lo spurgo del cancro. Le sue piccole braccia erano steccate con assicelle, così che lui non potesse prendere questo con le sue mani e strapparlo via quando si sentiva soffocare. Ed un’infermiera doveva stare sempre là, quando cominciava a soffocarlo, lei prendeva gli strumenti per estrarre la materia del cancro dal piccolo fischietto, lì dove passava per la sua gola.

20         E le sue piccole mani così, cercavano di raggiungere suo papà, la sua piccola testa indietro. E il suo piccolo... Bene, noi siamo fratelli e sorelle. Il suo piccolo pannolino, non era... Il bambino, non era nemmeno così lungo. Non aveva ancora nemmeno cinque mesi, e quella piccola cosa riconobbe il suo papà. E lui disse: “Ricky, piccolo di papà...” Oh, come scioglierebbe il cuore di pietra di un uomo. E lui stava tentando di giocare con lui o accarezzarlo così.

21         Ed io stando là, pensai: “Signore Gesù, se Tu sei la Sorgente di ogni comprensione, ed ogni misericordia è riposta in Te, avresti gioia vedendo questo piccolo caro che giace qui, morendo in questo modo? Non posso proprio crederlo e mai crederò che è il-che questa è la volontà dell’Onnipotente Dio di vedere una cosa simile.” Io pensai: “Tu sei la Sorgente della misericordia. E se Tu sei la Sorgente della misericordia, allora come puoi Tu essere un Dio misericordioso e gioire vedendo una cosa come quella?” Pensai, “Cosa faresti Tu se stessi qui?”

22         Bene, io non lo so, spero che il mio piccolo gruppo qui mi conosca abbastanza bene per sapere se io sono un fanatico. Se voglio essere qualcosa, è essere onesto. Quando io incontro Dio, voglio incontrarlo con un cuore onesto. Ed ho fatto il meglio che so fare.

23         Ma Qualche cosa mi parlò quando dissi: “Signore, cosa faresti se Tu fossi qui presente?” Qualche cosa mi rispose, dicendo: “Io sto aspettando di vedere quello che farai tu.”

24         E come guardai a quella piccola cosa, presi la sua piccola manina, non più grande di così e la misi nelle mie dita, così, e la trattenni. E dissi: “Per fede in Dio, io metto tra questo cancro ed il bambino, il Sangue del Signore Gesù Cristo,” mi girai e mi allontanai. Il padre venne con me. Non potevo dire più niente.  

25         Arrivai alla macchina e lui disse: “Fratello Branham, ecco un po’ delle decime che io ho messo da parte per te.”

26         Io dissi: “Oh, fratello misericordioso, non farlo.” Dissi io, “No, io non prendo soldi.” 26-

27         Lui disse: “Ma queste sono le decime che vanno al ministero.” Disse: “le misi da parte, pensando che ti avrei visto un giorno o l'altro.”

28                   Dissi io: “mettile sul piccolo conto di Ricky.” io dissi: “Lui-lui ne avrà bisogno.” E così io andai a casa.

29                   E entro due ore da allora le piccole mascelle erano ritornate normali; la lingua era ritornata nella sua bocca. La misericordia amorevole di un tale Padre amorevole e affettuoso, come ci si aspettava, aveva guarito il bambino. La mattina dopo, il bambino fu dimesso e mandato a casa, come un bambino in buona salute.

30         E come stavo preparandomi per andare via... Certamente, questo si è diffuso sulla costa dell’ovest. E qui un famoso dottore, molto tempo fa, aveva mandato suo nipote vicino a Pasadena e fecero là un blocco stradale per pregare per quel bambino; quando gli fece una puntura di penicillina che gli causò un cancro nel suo fianco, un piccolo bambino approssimativamente di due anni.

31         E così questo piccolo missionario messicano telefonò, e disse: “Devo vedere il fratello Branham prima che lui parta.” E mia moglie ed io eravamo già nella macchina.

32         Avevo preso un pesce, un paio di anni fa, giù al Fiume “No Return,” con gli uomini d’affari cristiani. E quella società laggiù, di Walt Disney l’aveva imbalsamata perché era una trota arcobaleno da record mondiale. Ed io stavo sistemandola nella macchina. 

33         C’era una piccola autovettura familiare che si avvicinò dietro e saltò fuori questo padre messicano e la sua mogliettina finlandese. Le lacrime scorrevano giù sulle sue guance, corse su e si levò il cappello. E lui disse: “fratello Branham, ecco le decime che il Signore ti manda.” “Oh”, dissi io: “fratello...” Disse: “ sai, Ricky verrà a casa oggi.” E io dissi: “ sono grato per questo.”

34         Lui disse... io dissi: “Ma io ti dissi di prendere le decime e metterle sul conto di Ricky.” Lui disse: “questo è proprio quello di cui io volevo parlarti, fratello Branham.” Lui disse: “Quando io andai a pagare il dottore questa mattina, misi questi soldi davanti a lui. Dissi: “dottore, io voglio pagare un po’ del conto.” Lui disse: “signore, non me ne parli affatto. Lei non mi deve nulla.” Lui disse: “Quella è la più grande cosa che io abbia mai visto fare in tutta la mia vita.”

35         Lui disse: “Quello è il fenomeno dei fenomeni.”Disse: “Lei non mi deve un centesimo.” Ciò dimostra che il Dio vivente vive ancora. Ed ora prima che noi apriamo la Sua...

36         Oh, là sono successe molte altre cose. Io desidererei avere tempo per raccontarvelo, ma il tempo non lo permette.  

37         Dunque, subito dopo il primo dell’anno, in gennaio, partirò di nuovo per oltre oceano, per il... sarò in Kingston, Giamaica, all’ippodromo per gennaio, e da là a Portorico e così via. Quindi, chiniamo le nostre teste solo un momento in preghiera al nostro grande, amorevole Cristo.  

38         O Signore, Tu sei stato il nostro Rifugio in ogni generazione. Tu sei il sempre presente Aiuto in tempo di distretta. E sapere che la Tua amorevole presenza non ci viene mai a mancare, va di fronte a noi e ci è stato insegnato che gli Angeli di Dio sono accampati intorno a quelli che Lo temono.

39         Manda su di noi oggi, Signore, quel Santo timore affinché riconosciamo che siamo dei soggetti nella Tua mano e staremo un giorno o l’altro nel Tuo giudizio Divino.

40         E c’è solamente un rimedio che noi conosciamo e che la Tua Parola ci insegna; è il Sangue di Tuo Figlio Gesù che fa intercessione per noi questa mattina nella Presenza dell’Onnipotente, portandoci in riconciliazione a Lui per mezzo dei Suoi meriti. E poi è data a noi, la grazia immeritata e Ti amiamo per questo. E mentre noi...  

41         Nella nostra mente vi sono centinaia di grandi cose che Tu hai fatto. Ma la più grande di tutte quelle che noi possiamo pensare, è quando Tu ci hai salvati da una vita di morte, perché in noi dimora la morte a causa dei peccati e trasgressioni. Ma accettando il Suo perdono, secondo la Sua Parola... Perché è scritto, “Chi ascolta le Mie Parole e crede in Colui che mi ha mandato, ha Vita Eterna.”

42         E noi lo crediamo e l’abbiamo accettato e testimoniamo la presenza dello Spirito Santo. Ed in queste ultime malvagie ore della storia di questo mondo, siamo grati a Te, O Dio, di sapere che quando c’è una così grande confusione mentale, le persone corrono avanti e indietro, come Tu hai detto per mezzo dei santi profeti che in questo giorno, sarebbe venuto un tempo che gli uomini andrebbero dall'est, dall'ovest e dal nord, al sud, cercando di sentire la vera Parola di Dio. E noi viviamo vedendo quel tempo.  

43         E Tu predicesti che ci sarebbe stato un tempo dalla Tua crocifissione fino al Tuo ritorno, un giorno che non sarebbe né giorno ne notte, sarà un tempo cupo, oscuro, solo un po’ di Luce per riuscire a superarlo. Ma Tu dicesti, che: “verso sera ci sarà luce.” lo stesso Figlio, lo stesso Cristo che sorse sulla scena nell’est... E geograficamente il sole che attraversa la parte orizzontale della terra ed ora sta tramontando all’ovest, è lo stesso sole che è sorto nell’est. Quindi è lo stesso Figlio di Dio che manda il Suo Spirito in questi ultimi giorni per mostrare che le Sue Sacre Scritture non possono essere spezzate; tutte devono essere adempiute.

44         E nella vigilia di questo grande Natale, quando, per quel poco che ne sappiamo, questa può essere l’ultima volta che noi sediamo qui insieme. E vorremo chiedere che il Figlio del Dio vivente dimori nel nostro mezzo questa mattina e parlarci nella Sua amabilità e misericordia, darci il perdono dei nostri peccati.

45         E noi non possiamo dimenticare, Signore, quelli che sono afflitti e bisognosi del tocco della Tua guarigione; lo stesso Dio che fece vivere il piccolo Ricky, risuscitare i morti, come Tu hai promesso che avresti fatto negli ultimi giorni... le Tue Parole sono verità. Noi crediamo che Tu sei qui questa mattina, onnipresente, più che desideroso di fare smisuratamente e abbondantemente, più di tutto quello che noi potremmo chiedere o pensare. Noi Ti aspettiamo, Padre, nel Nome del Signore Gesù, Tuo Figlio. Amen.  

46         Ora, stasera, se il Signore vuole, desidero tenere un servizio evangelistico. Solo non so ancora esattamente quale sarà il mio messaggio, il nostro gentile e amato pastore mi ha chiesto di avere due servizi oggi. E ci proverò per la grazia di Dio.

47         E questa sera vorrei parlare sulla venuta del Messia, o qualcosa in proposito, o di quel ordine. Questa mattina, essendo che è la domenica prima di Natale, gradirei parlare su qualcosa che credo i piccoli, che hanno appena congedato e preso le loro posizioni nella chiesa, possano comprendere un po’ di quello che noi chiameremmo, un testo di Natale.

48         Voi che desiderate aprire le Sacre Scritture, volete andare con me al Vangelo di San Matteo al 2° capitolo, mentre leggiamo la Sua Parola? Non dimenticate, i servizi cominceranno alle sette e trenta a... è corretto, vero, fratello?

49          [Il fratello Neville dice: “È giusto. Sì”.-Ed.] Sette e trenta, precise, stasera, sarà un servizio di un’ora, un servizio di predicazione.  

50         Ed ora, voi che avete le Bibbie aperte, gradirei leggere solo un versetto o due per il testo, e pregare che Dio ci dia il contesto.

51          Ora, essendo Gesù nato a Betlemme di Giudea nel re... nei giorni del re Erode, ecco dei magi d’oriente arrivarono in Gerusalemme, dicendo: dov’è il Re de’ Giudei che è nato? Perché noi abbiam veduto la Sua stella in oriente e siam venuti per adorarlo

52         Loro dovrebbero essere stati tremendamente stanchi. Comprendete, l’ordine era urgente. Ed era l’ordine del re; perciò, doveva essere eseguito. E sembrerebbe strano come in quella grande scena che stiamo guardando, il primo Natale, tale ordine fosse promulgato proprio in quel periodo. Ma, sapete, il Dio del cielo ha predestinato tutte le cose per mezzo di Gesù Cristo e tutto deve operare in accordo alla Sua grande volontà. E come loro furono là, dalla parte ovest di Betlemme...  

53                   Come andate su verso la Giudea, voi salite su una montagna in un roccioso, deserto e desolato paese. E uscendo fuori da una delle strade principali di Betlemme, c'è un piccolo sentiero che sale sulla montagna che è chiamata strada e non è altro che solo un piccolo sentiero come noi troveremmo qui, dove passavano gli animali. Perché era un sentiero per asini, dove passavano asini e cammelli, che andavano giù in Giudea fuori Betlemme.  E come raggiungete la vetta, venendo dalla Giudea, verso Betlemme, spuntando sulla cima della collina, c’è una grande pietra che giace là, quanto un terzo della grandezza di questo edificio.

54         E deve essere stato all’incirca lì davanti dove loro si fermarono, dopo essersi arrampicati sulla collina, per far riposare il piccolo asino. E Giuseppe era molto stanco, perché lui aveva avuto molte difficoltà per arrivare quel giorno a Betlemme. Perché, c’era stato un decreto emanato da Erode e Cesare Augusto, che ogni persona doveva ritornare al luogo di nascita per pagare le tasse. Le tasse sono sempre state la rovina di tutte le nazioni. Ogni nazione che mai sia caduta, è caduta a motivo delle sue tasse.

55         E loro erano stati tassati. E, oh, ci vorrebbe un uomo dal cuore di pietra per indurre una donna nella sua condizione a venire via da casa e lontano da casa nella sua condizione, perché, comprendete che lei doveva essere madre da un momento all’altro. Lei era soltanto una ragazza, si ritiene approssimativamente sui diciotto, diciannove anni. Lei era seduta sull’asinello.  

56         E come il piccolo asino sospirò, quando si fermarono per solo un momento di riposo e Giuseppe andò sul ciglio, da dove loro stavano e guardò giù verso Betlemme, il mondo non sapeva che quella notte sarebbe stata cantata sulle labbra delle persone, attraverso i secoli che dovevano venire. E Giuseppe, come guardò, vide la città e la confusione delle persone, alcuni contro il-dovendo pagare le tasse ed io posso sentirlo dire qualcosa così: “Cara lo sai, dubito che troveremo un posto all’albergo per te stasera. Io vedo le persone che dormono nelle strade e dovunque possono trovare da dormire. La città è gremita. E da tutte le regioni e dintorni sono venuti per questa tassazione.”

57         Ma stranamente, come lui si gira con stupore per guardare, la sua mogliettina sembrava incapace di rispondere. E come lui girò la testa per vedere quello che le era accaduto, notò che c’era una luce sulla sua faccia, come lui non vide mai prima. E sotto la sua bella fronte, i suoi occhi sembravano stessero fissando dritto verso l’alto, guardando verso il cielo, come se ci fosse uno splendore celestiale sulla sua faccia. E lui si gira e la tocca con la mano.  

58         E finalmente lei lo guarda e dice: “Giuseppe, hai osservato quella Stella che sta lassù? Sembra essere la più bella stella che mai abbia visto in tutta la mia vita. Sembra illuminare tutto il villaggio di Betlemme.” Ed io posso sentirla dire: “da quando il sole tramontò ho osservato quella stella e sembrava che ci avesse seguito.” E Giuseppe, io posso sentirlo dire una cosa così: “Sì, cara, vedo qualche cosa di insolito, perché sembra essere la stella più brillante di tutti i cieli.” E veramente quello è giusto.

59         Lui è il Giglio della Valle, la Stella del mattino (come il poeta Lo ha identificato), il più bello di dieci migliaia per la mia anima.  

60         E così lui mise le sue mani con tenerezza intorno ai fianchi e le gambe del suo tesoro, e moglie, l’alzò dall’asino, la portò e la sedette sulla pietra, così che la povera bestiola da soma potesse riposare. E così lui mise dolcemente le sue braccia intorno alle sue spalle e io posso sentirla dire qualche cosa come questo: “Giuseppe, noi siamo entrambi consapevoli che tutto questo è misterioso.

61         Noi proprio non possiamo comprenderlo. Ma siamo tutti e due credenti, sappiamo che Geova ha qualche compito e Lui ci ha scelti; e mi ha scelto oggi, fra le donne del mondo per portare questo Messaggio celato nel mio cuore.”

62         Vedete, il mondo pensò che doveva nascere un bambino illegittimo, ma Maria sapeva qual’era la Verità. Ed oggi molte persone pensano la stessa cosa delle persone che hanno ricevuto questo Cristo, pensano che loro sono qualche genere di pazzi o persone di mala fama. Ma quelli che hanno serbato quello Spirito e quella fede nei loro cuori, sanno dove stanno; niente può turbarli.  

63         Un mio caro amico mi chiamò alcuni giorni fa, stava parlando con una persona che studia psicologia e- il-la mente. E questa persona aveva letto il mio libro e loro dissero: “Se lui è un uomo spirituale, saprà che c’è solo un piccolo filo tra le persone profondamente spirituali e l’alienazione mentale.” E la persona era alquanto allarmata. Io dissi: “non pensi che sia strano. Il nostro Signore fu chiamato pazzo; tutti i Suoi discepoli furono chiamati matti; e tutti quelli che Lo hanno adorato furono chiamati matti. Secondo la via chiamata eresia,” disse il grande Paolo, “così io adoro l’Iddio dei miei padri.” Loro non sono matti.

64         Ma il mondo, la predicazione del Vangelo è pazzia per quelli che periscono; ma piacque a Dio attraverso questa pazzia salvare quelli che avrebbero creduto.

65         Come loro, questi sposini si sedettero là, guardarono giù attraverso quelle valli, videro questa grande Stella che risplendeva all’est, lontano centinaia di miglia, oltre quelle montagne e mari fino su in India e anche là c’erano i Magi che l’osservavano. Ora, questi uomini saggi dei quali noi stiamo parlando erano chiamati...

66         Loro sono realmente Magi, che sono astronomi che osservano le stelle; sono chiamati anche uomini saggi. E loro esistono ancora oggi. Io ho parlato con loro molte volte. E loro vanno sempre in tre, perché il tre deve essere in accordo.

67         E il tre è una conferma. Ed in India, recentemente io li vidi seduti nelle strade, consultandosi insieme, vestiti proprio precisamente come i primi Magi. Loro non cambiano.  

68         Sono adoratori di un vero Dio. Loro sono Figliuoli di Abramo, tramite un’altra moglie. E loro credono che c’è un vero Dio. Quante volte ho visto i sacerdoti maomettani colpire il grande gong in questo modo e gridare, c’è un Dio vero e vivente, e Maometto è il Suo profeta.” Noi diciamo, c’è un Dio vero e vivente, e Gesù è Suo Figlio. E loro dicono: “lungi da Dio che abbia un Figlio.”

69         Io fui privilegiato nel vedere quasi centomila venire in una sola volta, a motivo della Sua Presenza e a quello che Lui fece in India.  

70         Ora, gli Indiani che noi chiamiamo gli uomini saggi, prima erano (nella Bibbia) rappresentati come Medi o Persiani. Lo troverete nel 2° capitolo di Daniele. Quella è la ragione per la quale i missionari dicono: “È così arduo convertire un maomettano dalla sua credenza, al Cristianesimo,” perché loro sono dei vecchi Medi o Persiani le cui leggi non mutano o si spezzano. Molti di voi lettori della Bibbia sanno che, i Medi o Persiani, non hanno alterato le loro leggi. Quando qualche cosa, una proclamazione era fatta, era immutabile. Perciò quando un maomettano fugge nel Cristianesimo, tutto è morto per lui, perché ha infranto le loro regole.

71         E questi uomini, aspettavano il vero Dio e loro l’adorano nella luce di un sacro fuoco. E girando attorno a questi fuochi aspettano il Signore. E molti di loro avevano osservatori, qualche cosa come abbiamo noi oggi e loro andrebbero su questi luoghi in alto sulle montagne e guarderebbero ogni movimento delle stelle. Loro dicono che prima che Dio faccia qualsiasi cosa sulla terra, Lui lo mostra sempre prima in cielo.

72         E hanno ragione. Dio prima lo mostra sempre con segni celesti. Da allora, quando mai ha fatto qualcosa che Lui non abbia mostrato prima con un segno celeste? Pensate a qualsiasi epoca alla quale desiderate, Dio mostra sempre prima i segni nel cielo, prima che Lui faccia qualsiasi cosa sulla terra. Viene dal soprannaturale, entra nel naturale ed è reso manifesto: ogni epoca, ogni volta.  

73                   E così questa volta non era diverso. I Magi stavano guardando quei corpi celesti che erano visibili, stelle, lune e tutto quello che loro potevano vedere con i loro occhi. E loro conoscevano ogni posizione, proprio dove è collocata ogni stella. Conoscevano il calendario astronomico così come noi conosciamo le Sacre Scritture. E se una piccola cosa è fuori posto, loro lo sanno, perché è un segno. E loro osservavano attentamente quei segni, li osservavano ogni ora della notte. Non meraviglia se una strana apparizione nei cieli li avrebbe preoccupati. Non meraviglia se il visitatore li scosse un po’. Perché loro conoscevano ognuna di quelle stelle e le studiavano scientificamente e in ogni movimento.

74         E loro si radunarono intorno a questo fuoco. E lo accesero con sacri oli e mentre bruciava, guardavano dentro, perché credevano che Dio era un Fuoco consumante. E Lui lo è.  

75         Vedete, in Atti al 10° capitolo ed al 35° versetto, le Sacre Scritture dicono che Dio non fa nessuna parzialità di persona, ma Egli riceve quelle persone che lo temeranno e l’onoreranno, non importa quello che sono. Se sono metodisti, Battisti, presbiteriani, luterani o cattolici o qualunque cosa possano essere. Se siete sinceri nel vostro cuore, Dio vi darà un’opportunità di portarvi nella Luce Divina della Sua misericordia. Lui è Dio, è obbligato alla Sua promessa. Quindi sta a voi, quello che farete dopo che lo avete ricevuto; allora potete sostenere il giudizio. Ma fino allora, non siete responsabili; state entrando in tutta la vostra conoscenza.

76         Così questi Magi, sarebbero saliti, dopo l’adorazione intorno all’altare del sacro fuoco, mentre bruciava, guardando nelle sue sacre fiamme, chiedendosi se l’ispirazione di quel Dio che è un Fuoco consumante... Nella Sua Presenza la terra perirà. Dopo aver guardato dentro, allora lui riceverebbe la sua ispirazione. Poi salirebbe sulla torre, e avrebbe osservato in giro per vedere se qualche cosa si fosse mossa. E loro facevano questo, anno dopo anno, un giorno dopo l’altro, ora dopo ora, millennio dopo millennio. Osservavano le stelle e i corpi celesti. E loro avrebbero tirato fuori i rotoli e li avrebbero letti.

77         E deve essere stato sicuramente in quella notte, che loro stavano discutendo riguardo alla caduta dell’impero ed il crollo dei regni e come il mondo risorse e prosperò ma crollò di nuovo e così via e c’era un rotolo che fu aperto. E deve essere stato il Libro di Daniele. E loro stavano discutendo su qualche cosa che Daniele disse: “che ci sarebbe stata una pietra tagliata fuori dalla montagna, senza intervento umano.”  

78         E deve essere stato mentre stavano pensando su questo, i fuochi sacri bruciavano e per caso notarono che c'era un(qualcosa di) estraneo fra loro, qualche cosa della quale non potevano darsi una spiegazione. Nessuno dei loro rotoli ne parlava. Nessuna delle loro Scritture diceva qualcosa a riguardo, ma era là. Loro non potevano negarlo. Loro osservarono i corpi celesti, e riconobbero che qualche cosa di soprannaturale doveva essere successo.

79         Oh, Lui è così buono. Attirerà l’attenzione di ogni persona che è predestinata alla Vita, forse nei loro propri modi di adorazione. Ma Lui è Dio e conosce i cuori degli uomini, Lui li guarda e li protegge e li porta in un luogo. Quando l’abisso chiama un altro abisso, deve esserci là un abisso che risponde a quella chiamata. Se un uomo è assetato di qualcosa, mostra che c’è qualcosa là fuori che risponde, per estinguere quella sete.

80         Come spesso ho detto, prima che possa esserci una pinna sul dorso di un pesce doveva esserci prima dell’acqua nella quale nuotare, o non avrebbe avuto bisogno di nessuna pinna per nuotare. Prima che possa crescere un albero sulla terra, deve esserci prima una terra o non ci sarebbe nessun albero.  

81         Alcuni anni fa mentre lo stavo studiando, notai in un articolo del giornale, dove un ragazzino a scuola mangiava le gomme da cancellare dalle matite. Ed un giorno la sua mamma lo trovò fuori, dietro la veranda, mangiando il pedale dalla sua bicicletta. E lei si chiese quale era il problema col piccolo giovanotto. Lo portò alla clinica per un esame. Mentre esaminavano il suo piccolo corpo, i dottori scoprirono che lui aveva bisogno di zolfo.

82         E lo zolfo è nella gomma. Perciò, prima che ci possa mai essere un desiderio ardente, nel suo sistema per lo zolfo, doveva esserci dello zolfo che risponde a quella brama, o lui non avrebbe mai avuto quel desiderio intenso. E prima che ci possa essere una creazione, ci deve essere un Creatore per fare quella creazione.  

83         E quale è l’uomo o donna qua dentro oggi, ragazzo o ragazza, che non desiderano ardentemente la vita? Ditemi quale mortale oggi non desidera ardentemente la vita, vivere per sempre, ed io vi mostrerò una persona folle che non sa, che non c’è niente di più grande della vita. Cosa dareste oggi se voi possedeste il mondo e tutti i suoi beni, Li dareste orgogliosamente per vivere per sempre ed essere un povero. Vita... Quanti di voi, persone in età avanzata darebbe tutto quello che possiede per ritornare di nuovo giovane?

84         Ogni uomo lo cerca. Perché? C’è in qualche luogo o non lo bramereste mai. Perché voi persone ammalate siete qui oggi, se ci siete, cosa state cercando? Cosa vi fa venire a pregare? Perché c’è qualcosa in voi. Non importa a quale chiesa voi appartenete, con che marca siete marcati, quello non ha niente a che farci. Voi siete esseri umani. Siete creature di Dio. E c’è qualche cosa in voi che vi attira in qualche luogo. E come è certo che c'è una attrazione nel vostro cuore, dopo che il dottore forse vi ha dato per spacciato, ci sono ancora speranze, ci deve essere una fonte delle ricchezze di Dio, della Sua Potenza di guarigione aperta in qualche luogo, o voi non lo bramereste mai: deve esserci in qualche luogo

85         Se voi bramate vedere quel Gesù, se qualcosa vi fa bramare di vedere Geova, Egli è in qualche luogo o voi non avreste mai quella brama. E Dio è buono con voi proprio come Egli lo è con quei uomini saggi o chiunque. “Se Lo desiderate ardentemente, benedetti coloro che hanno fame e sete per la giustizia, perché saranno portati a quella Fonte dove possono bere la porzione soddisfacente.

86         Ci possono essere persone che stanno per morire qui. Voi non volete morire; sentite che è rimasto qualcosa per voi. Ecco perché siete qui. Ci possono essere nevrotici che non possono nemmeno controllare la loro mente; ma qualcosa in voi vi sta dicendo, che c’è qualcosa che vi può rimettere di nuovo in salute.

87          “Ci possono essere prostitute che hanno battuto la strada in vergogna; ci possono essere donne che sono vissute ingiustamente verso i loro mariti e spezzato i loro voti matrimoniali; ci possono essere uomini che sono ubriaconi degradati che hanno fatto tutto quello che c’è sul calendario del peccato; ma qual cosa vi dice che c’è una Fonte in qualche luogo. Potete essere cattolico, potete essere ebreo, potete essere qualsiasi cosa, ma voi siete esseri umani fatti all’immagine di Dio. E Lui vi sta attirando, chiamandovi e voi siete guidati proprio come quei saggi uomini furono guidati.  

88         E come loro studiavano, guardavano lassù e visto quella Luce, loro non potevano asserire che cosa fosse. E pensiamo che loro... Il giorno dopo sono andati a coricarsi per dormire. Essi erano agitati e continuavano a guardarla. Ed uno di loro deve avere avuto un sogno, Bildad, noi diremmo che lui ha avuto un sogno. E lui sognò che c’era una profezia che ha detto: “ci sarà una Stella di Giacobbe che sorgerà. Ed in qualche luogo, dall’altra parte, fra i Giudei, c’è un bambino Re che deve essere nato.

89         E quella Luce che voi ora vedete vi condurrà alla Luce perfetta che illuminerà ogni uomo che entra nel mondo e che cerca la Luce.” Vedete, non importa quale religione c’era, se loro temono Dio realmente, Dio è obbligato a portarli a questa Luce. Egli li porta nei loro propri modi.  

90         Qualche volta Lui li porta tramite afflizioni. Qualche volta Lui li porta... Sapete, in questi ultimi giorni Lui profetizzò che sarebbero venuti per mezzo di afflizioni. Lui fece la cena, poi quando nessuno venne, allora Egli disse: “Andate per le strade principali e per le strade secondarie e portate lo zoppo, lo storpio, il cieco e l’afflitto, finché la Mia tavola sarà riempita.” Lui sta cercandoli dappertutto in ogni sentiero ed ogni angolo della vita, muovendosi nello Spirito in questi ultimi giorni, portandoli insieme.

91         Tutte le denominazioni e tutti quelli che desiderano ardentemente la vita hanno il diritto a riceverla per camminare nella presenza del Suo Essere glorioso, perché Lui è il Figlio del Dio vivente è anche la Stella del mattino che splende fra noi poiché Lui risplende sempre.  

92         E quella stessa Luce colpì Paolo, sulla strada di Damasco... Sincero nel suo cuore, cercava di perseguitare un gruppo di persone che era troppo rumoroso, gridando, facevano troppo rumore; lui andò giù per abbatterli, e pensava di aver ragione.

93         E là incontrò quella Colonna di Fuoco sulla sua via che lo abbatté a terra e gridò: “Saulo, perché Mi perseguiti? Egli chiese: “Chi sei Tu, Signore?” Rispose: “Io sono Gesù,” il Geova del quale lui era zelante. Lui era zelante per Geova. Lui non sapeva nulla di Gesù, solamente che Lui era un malfattore. Ma Dio lo inviò e poi divenne il più grande missionario che il mondo abbia mai conosciuto. Perché? Lui era sincero; lui aveva creduto e Dio lo condusse alla Luce.

94         Cosa pensate che sia oggi che ci da quel sentimento come cristiani, solo al vedere il Suo ritratto? Ed io ora ne ho uno che passa quello un centinaio di volte. Ma quello stesso Geova Dio ha mandato la Sua Luce, prima della seconda venuta di Suo Figlio per condurci, confortarci e portarci a quella Fonte, affinché noi possiamo essere lavati dai nostri peccati e possiamo essere purificati nella giustizia di Suo Figlio, il Signore Gesù e divenire figli e figlie di Dio, nati di nuovo dallo Spirito di Dio che ci cambia.

95         Una nascita vuole dire che noi siamo stati cambiati nel nostro pensare, cambiati nei nostri atteggiamenti, cambiati da qualcosa che è avvenuta all’interno. Non c’è una religione nel mondo; non c’è abbastanza acqua; non ci sono abbastanza cerimonie o sermoni che potrebbero cambiarti. Ci vuole il Sangue del Figlio di Dio, Gesù Cristo. Voi non potete purificare voi stessi unendovi ad una chiesa, quanto non potrebbe un leopardo leccarsi via le macchie. Più le lecca, più brillanti diventano. Le mette solamente in risalto. Unendovi alle chiese e tentando di avere meriti da voi stessi, voi mostrate solamente la mancanza di fame dentro di voi, qualcosa che non è stato ancora riempito. Smettetela di provare; riceveteLo, Egli vi conduce alla Luce.  

96         E come queste persone, con questo sogno, devono adorare questo Bambino; loro devono andare. Erano uomini ricchi. Radunarono le loro ricchezze e le spesero in tesori come incenso, oro e mirra. I tre andarono per una testimonianza.

97         E caricarono i loro cammelli e partirono, seguendo la Stella. Loro devono aver salito la montagna, scesi giù ed attraversato il Fiume Tigri al guado e giù nella valle di Shinar. E la Stella stava conducendoli a Gerusalemme. Perché Gerusalemme è sempre stato il centro religioso del mondo, perché il grande Re visse là. Era in quella stessa città dove c’era un Re che incontrò Abramo che veniva dal massacro dei re ed il Suo Nome era Melchisedec. Lui non ebbe né padre né madre, nessun inizio di giorni o fine di vita. Anche il patriarca Abramo Gli pagò le decime. Nessun padre, nessuna madre; Lui non ebbe mai un inizio, nemmeno una volta ebbe una fine, Egli è il Grande Re venuto da Salem che era Gerusalemme.  

98         La Stella condusse questi uomini saggi esattamente al seggio religioso del mondo, ma la cosa triste fu, che quando arrivarono là, non ne sapevano nulla a riguardo. E questi uomini saggi andarono su e giù per le strade. La Stella, appena loro arrivarono a Betlemme-appena loro arrivarono a Gerusalemme, sparì, quindi non li guidò più. Cosa stava facendo Dio? Mostrando solo il-come quelle persone possono raggiungere. Anche in tutta la nostra teologia, e le nostre grandi chiese e così via oggi, quando la grande Luce di Dio ha cominciato a splendere, la chiesa non ne sa niente in merito.

99         Cosa ne sa il Vaticano di queste cose? Cosa ne sanno le organizzazioni chiesastiche? Nulla. Siamo ad un altro Natale.  

100    Questi uomini sapevano che avevano visto qualcosa. Loro sapevano che era avvenuto qualcosa. Perché studiavano i corpi celesti e qui c’era uno straniero e furono guidati stranamente da Lui.

101    Ed ora nella città andavano su e giù per ogni stradina, gridando: “Dov’è il Re dei Giudei che è nato? Noi abbiamo visto la sua stella in oriente.” Ora, loro erano nell’est; videro la Sua Stella nell’ovest. Ma dissero: “Quando noi eravamo nell’est…” centinaia di miglia. Comprendete, ci vollero due anni per fare il viaggio.  

102    So che questo butterà a terra alcuni dei vostri insegnamenti, ma è la verità. Ci vollero due anni per fare il viaggio. Loro non vennero mai come questi così definiti cristiani di oggi, che hanno lì il loro piccolo bambino in una mangiatoia e i magi che vengono. Quella è una sciocchezza cristiana. Loro non hanno mai trovato un bambino nella mangiatoia. Non c'è nessuna Scrittura che lo afferma. Trovarono un piccolo Bambino di due anni. Non era in una mangiatoia, era in una casa. Leggete il resto di quelle Sacre Scritture. Ma le tradizioni cristiane, oh, hanno riempito senza scrupoli il mondo intero con i loro insegnamenti.

103    Allora perché Erode uccise i bambini di due anni, se Egli era solo un neonato? Le Sacre Scritture dicono che trovarono un Bimbetto, non un neonato, un piccolo Bambino di due anni.

104    E Erode andò ad uccidere i bambini di due anni per cercare di trovarLo; essendo neonato lui non li avrebbe presi a due anni, ma solo i neonati. Non Lo trovarono mai in una mangiatoia; Lo trovarono nella casa. “E quando loro vennero alla casa, trovarono il Bambino e Maria.” Ma vedete come loro lo torcono. Non c’è da meravigliarsi.

105    Alcune sere fa stavo predicando su ciò che Gesù disse a quei Farisei, “Voi avete preso le vostre tradizioni e avete annullato i Comandamenti di Dio.” Così, loro gridano, “Dov’è Dio?”

106    Come potete credere a Dio quando voi non volete credere alla Sua Parola; poi dite: “Dov’è quel Dio della Bibbia?” Ritornate a Lui nel modo che Egli è; questo è l'unico modo che mai Lo conoscerete. Ecco il modo.  

107    Loro andavano su e giù per le strade, gridando: “Dov’è? Dov’è il Re dei Giudei che è nato? Perché noi abbiamo visto la Sua Stella quando eravamo nell’est e siamo venuti per adorarLo.”

108    Oh, posso vedere alcuni dei sacerdoti dire: “Diteci, signori, voi dovete aver ascoltato un gruppo di fanatici in qualche luogo. Voi state ascoltando l’insignificante teologia di qualcuno.”

109    Quegli uomini potrebbero dire: “No, signore. Noi la vedemmo in attività. Noi sappiamo che è vero. E ci ha condotti fin qui. Ma noi non possiamo più trovarla e questa è la città del re."  

110    Non è strano? La più grande chiesa nel mondo, la maggior parte delle persone, ancora non ne sapevano niente. E se quella non è la stessa condizione delle persone sulla terra in questo Natale: la stessa condizione. Nessuno aveva la risposta. Non potevano trovare la risposta. E alla fine diventò così cattivo...

111    Questi erano uomini ricchi, voi potevate dirlo dal modo che i loro cammelli erano bardati. E loro non tralasciarono mai nessuna strada; e in ogni vicolo, andavano gridando: “Dov’è Lui? Dov’è Lui? Dov’è Lui?”  

112    Ed oggi con le bombe atomiche appese laggiù nei depositi, oggi quando il mondo è sull’orlo dell’annientamento completo e questa generazione di persone può essere morta in un secondo, o nella frazione di un secondo, la maggior parte di qualsiasi piccola nazione può sprofondare. In una riunione di scienziati l’altro giorno dissero che c’era un gran timore e mancanza di speranza.

113    Perché, la bomba atomica è una pistola giocattolo a confronto di quello che hanno ora. E altre nazioni ce l’hanno.

114    Se il Pentagono mai lasciasse andare quello che hanno, non ci rimarrebbe più nessun’altro spirito di Natale; le persone starebbero correndo spaventate nelle strade, gridando e piangendo. E voi non potete nascondervi. Non c’è nessun modo per nascondersi.

115    Ora è la fine. Siamo alla fine, si vedono segni e miracoli, il Messia si manifesta nello Spirito, quello Spirito, che viene giù attraverso le epoche e formandosi sempre più, alla fine nacque in quell’Uomo perfetto.

116    Ora attraverso le epoche dei Metodisti, Battisti, Presbiteriani, Pentecostali, giù fino alla fine, ora Egli è qui manifestato poco prima del Suo ritorno in un corpo fisico, il Perfetto; attirando la Sua Chiesa insieme, tirandoli fuori da ogni denominazione e ogni cosa, portandoli a Lui perché apparirà presto. E le chiese non hanno la risposta.

117    Così il Sinedrio fu riunito da Erode il tetrarca e le corti si riunirono insieme. Riunirono i sacerdoti ed i rabbini. E dissero: “leggete le Sacre Scritture. Dove deve nascere questo Messia?” Chiese il re. E cosa strana, sapete dove lo trovarono? Nella profezia di Michea. “Tu, Betlemme di Giudea, non sei tu la più piccola fra tutti i principi di Giuda? Non siete voi i santi rotolanti?

118    Non siete voi i più piccoli di tutti loro? Ma fuori da te verrà il Governatore della Mia gente." Ecco dove lo trovarono.  

119    E così i Magi, quando l’udirono, uscirono decisi dalla porta. Ed appena lasciarono quel vecchio, freddo, sviato, luogo formale, lassù c’era di nuovo la Stella. La Stella era là. E la Bibbia dice: “Loro si allietarono con abbondante grande gioia.” Oh, posso dire che loro gridarono un po’ quando scoprirono quel benedetto supernaturale che loro avevano visto; quando uscirono dai loro vecchi, freddi, modi formali, essa apparve di nuovo. Eccola là.

120    E li condusse a Betlemme, dove trovarono Colui che È, l’Emmanuele, allevato in un povero negozio di falegname. E scaricarono tutto ciò che avevano e lo posarono ai Suoi piedi. E l’adorarono perché sapevano che la Luce era venuta, ed il Salvatore del mondo era nato. Diedero tutto quello che avevano, perché Dio l’aveva dato.  

121    Perché Dio ha tanto amato il mondo (Amici, questi siamo io e voi) che ha dato il suo unigenito figlio, affinché chiunque (Metodisti, Battisti, Presbiteriani, infedeli,qualsiasi cosa siate), chiunque crede in Lui, non perisca ma abbia vita Eterna.

122     (Cosa state cercando?) avere Vita.” E nell’ora che stiamo vivendo e nel vicino ritorno del Suo Essere sulla terra di nuovo…  

123    Se voi osservate le Sacre Scritture, guardate chi era Giuseppe; Guardate allo Spirito di Cristo in Giuseppe: odiato dai suoi fratelli perché era spirituale; egli vedeva visioni, ma amato da suo padre. Non era Gesù quello? Venduto approssimativamente per trenta pezzi d’argento dai suoi fratelli, come lo fu Gesù; tradito, come lo fu Gesù; gettato in una fossa come morto, come pure Gesù; innalzato alla destra di Faraone; nessun uomo poteva andare a Faraone se non attraverso Giuseppe.

124    E quando Giuseppe andò innanzi, alla destra di Faraone, loro gridavano: “Piegate le ginocchia perché sta arrivando Giuseppe!” La Bibbia dice che quando Lui viene, sarà come lo splendore del lampo dall’est all’ovest ed ogni ginocchio si piegherà, ed ogni lingua confesserà che Lui è il Figlio di Dio. Allora tutte le nazioni piangeranno e tremeranno in quel tempo.

125    Che cos’era? Era più rivelato; Si rivelò in Davide come re. “Perché Lui era sia Profeta, Sacerdote e Re; e quando Davide fu deposto dal trono e rifiutato in Gerusalemme come pure Gesù, Davide, sulla montagna, un re respinto dal suo popolo pianse su Gerusalemme.

126    E venne il Figlio di Davide, sulla stessa montagna, il Re rigettato nella Sua Propria città, pianse sopra Gerusalemme, dicendo: “Quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli, come la chioccia raccoglie i suoi pulcini sotto le ali; e voi non avete voluto!”Come Lo chiamarono? Belzebub, un indovino, un cattivo spirito.  

127    Quando il Suo ministero cominciò, Gli portarono un vecchio pescatore il quale non sapeva nemmeno firmare il suo proprio nome. E guardò a quel vecchio pescatore e gli disse qual era il suo nome. Gli disse qual era il nome di suo padre.

128    Quel vecchio pescatore Gli credette con tutto il suo cuore. Ed un altro che stava là, di nome Filippo, fu convertito. E lui andò per la montagna, a trenta miglia e trovò uno di nome Natanaele, mentre stava pregando sotto un albero e disse: “Vieni a vedere chi abbiamo trovato. So che sei un grande credente in Geova. Io so che lo sei. Ma Geova promise un Messia, e noi lo abbiamo trovato. Lui è solo un Uomo comune, nulla di grande. Non c’è niente di superbia e cultura in Lui. Egli è un Falegname.”

129    Lui era un Falegname, entrambi il materiale e  l’anima umana. E Natanaele lo guardò e disse: “Ora, aspetta un attimo, potrebbe venire qualcosa di buono da Nazareth?” Vedete, stavano cercandoLo fuori da Gerusalemme.  

130    Lì è dove molti di voi stanno guardando oggi. Non guardate là. Il Diavolo usa sempre la testa di un uomo ed i suoi occhi. Dio usa il suo cuore. Voi guardate e dite, "Oh, non può proprio essere. È irragionevole. Vedete, io posso dire; Io posso guardarlo.” Lì è dove sta il Diavolo.

131    Il Diavolo usa gli occhi dell’uomo. Lo fece con Eva all’inizio e lui lo fa sin da allora. Ma Dio dice all’uomo che Lui vive nel suo cuore ed il vostro cuore vi fa credere cose che voi non potete vedere. Perché la fede è la sostanza di cose che si sperano, l’evidenza di cose che non vedete.  

132    Sicuro, questa grande chiesa con tutte le sue grandi persone, che con tutti i sui milioni in tutto il mondo, controlla le potenze del mondo, dovrebbe essere grande. Non guardate a quello.

È lo Spirito, lo Spirito. Natanaele Disse: “può venire qualcosa di buono?”Rispose: “vieni e vedi.”

133    E quando lo vide venire, Gesù lo guardò, Lui stava per compiere il Suo segno Messianico su di lui. Disse: “ecco un israelita, in cui non c’è frode.”

134    Disse: “Quando mi hai conosciuto, Maestro?” 135- Ciò lo meravigliò: “Quando mi hai conosciuto?”

135    Egli disse: “Prima che Filippo ti chiamasse, quando eri sotto l’albero, Io ti vidi.” Come poteva vederlo a circa trenta miglia, sulla montagna, il giorno prima?

136              Colui sul quale il miracolo fu fatto, alzò lo sguardo e disse: “Rabbi,Tu sei il Figlio di Dio. Tu sei il Re d’Israele.”

137    Gesù disse: “Perché ho fatto questo davanti a te, tu lo credi, tu ne vedrai di più grandi di queste; perché verrà un tempo quando vedrete gli Angeli discendere dal cielo.”

138    Là vicino c’erano quelli che, sebbene fossero scaltri, appartenevano alla grande chiesa; loro non si volevano compromettere. Dissero: “Quest’uomo è un indovino. Lui è Belzebub. È pazzo. È un Samaritano che ha un cattivo spirito su di Lui. Lui è impazzito,” dichiarandoLo pubblicamente insano di mente.

139    E Gesù disse: “Poiché voi mi dite questo, io vi perdonerò . Ma verrà un tempo quando lo Spirito Santo sarà sulla terra, farà la stessa cosa che io sto facendo ed una parola contro di Lui non sarà mai perdonata, in questo mondo o nel mondo a venire.” Pensate a questo. Una parola contro di Lui è tutto, sigillato per sempre.

140    Dove viviamo?Siamo di nuovo a Natale. Mi chiedo se la nostra religione ci ha portati abbastanza vicino a Dio sì che noi possiamo essere condotti tanto quanto i Magi?

141    Ora, ricordatevi, ci sono comunque solamente tre popoli sulla terra: Cam, Sem e le persone di Iafet; che sono gli Ebrei, i Gentili e i Samaritani.

142    Ebbene, entrambi, Ebrei e Samaritani, stavano aspettando la Sua venuta, non noi Gentili. Noi eravamo pagani, trascinati in quei giorni da idoli muti, attaccati sulla nostra schiena, un bastone, uccidendo e mangiando quello che potevamo: Gentili, cani muti.

143    Ma loro stavano aspettando un Messia, e mancarono di vedere perché non riconobbero il Suo segno. Quella è la ragione che Gerusalemme non aveva la risposta.

144    Questa è la ragione oggi, per la quale non hanno ottenuto la risposta. Dio solo ha la risposta.

145    Guardiamo a questi solo un momento. Come erano... C’era un altro gruppo di persone che Lo aspettavano, è in S. Giovanni 4; erano i Samaritani.

146    Loro credevano che c’era un Messia che doveva venire. Quindi ricordate, Lui non fece mai quel segno di fronte ai Gentili ma solo ai Samaritani ed ai Giudei, a chi stava aspettando la Sua venuta. Perciò loro non lo credettero; alcuni di loro sì; alcuni no.

147    E quando Lui andò in Samaria, Lui mandò via le persone, i Suoi discepoli, nella città. Lui aspettò. “Perché Egli disse loro: Andate a prendere qualcosa da mangiare.” Era circa quest’ora del giorno, penso.  

148    Mentre loro andarono, una bella donna uscì al pozzo a prendere dell’acqua.

149    Oh, noi la chiamiamo una prostituta. Forse lei lo era. Vedete? Ma diciamo che lei era una donna di bell’aspetto. Lei andò a questo pozzo per prendere dell'acqua.

150    E sentì una voce che disse: “Donna, dammi da bere.” E lei si guardò intorno e là stava un Giudeo. C'era la segregazione in quel tempo, loro non avevano nessuna relazione. Ed ella Gli disse: "Perché Tu che sei un ebreo, chiedi a me, una donna Samaritana? Noi non abbiamo nessuna relazione l'un l'altro. Non è giusto per voi di chiedermelo.”

151    Lui disse: "Ma, donna, se tu conoscessi con Chi stai parlando, tu chiederesti a Me dell’Acqua.” Lei disse: “Dove è il... Come puoi Tu prendere dell’acqua?” Disse: “Tu non hai niente per attingerla, e così via.”  

152    Ed Egli andò avanti con la conversazione, come il- seguì il suo corso. Alla fine Lui le disse; percepì quale era la sua brutta situazione, Lui disse: “Donna, vai a prendere tuo marito e venite qui.” Lei disse: “io non ho nessun marito.”

153    Disse: “Giusto. Sei stata sposata cinque volte e quello col quale ora stai vivendo non è tuo marito.” Osservate ciò che lei disse. Loro stavano aspettando un Messia, voi sapete. Ella disse: “Signore, io riconosco che Tu sei un profeta.” Uh-huh. Eccovi. “Io riconosco che Tu sei un profeta. Noi sappiamo che quando il Messia viene, Lui ci dirà queste cose. Il segno del Messia, noi sappiamo che il Messia lo farà quando Lui viene.

154    Ma tu sei solo un-hai i calli nella Tua mano. Sei un Falegname, ed un Giudeo. Ma Tu devi essere un profeta, o non saresti capace di fare questo. Ma quando il Messia viene... Noi qui Lo stiamo aspettando. Quando Lui viene, farà questo.” Gesù Disse: “Io Sono, Colui che ti parla.” Oh, my.

155    Lei lasciò cadere il secchio. Corse nella città e disse: “Venite a vedere un Uomo Che mi ha detto le cose che ho fatto. Non è questo il Messia? “E la città intera andò fuori e credette in Lui, sì, perché fu fatto quel segno. Le Chiese non avevano la risposta, ma l'umile di cuore guarda a Dio.

156    Ed oggi, mi chiedo se la nostra religione ci ha portati a quell’intelligenza per comprendere che non è una artificiale e profumata teologia che noi stiamo cercando di insegnare, ma è nella potenza e risurrezione di Gesù Cristo, lo Spirito Santo oggi nel paese. Fratello, sorella in questa ultima ora, mentre sta venendo la fine del tempo, esaminate la vostra anima, analizzate qual è la vostra posizione con Dio.  

157    È Natale. Tutte le decorazioni di babbo natale su e giù per le strade, un’invenzione tedesca, un dogma cattolico... in tutto non c'è un’oncia di verità. E ha preso il posto di Gesù Cristo nei cuori di troppi Americani. Natale non vuole dire babbo natale. Con Natale intendiamo Cristo. Non è qualche uomo con la pipa nella sua bocca, che viene giù in un camino. Insegnando ai vostri bambini cose come quelle, cosa vi aspettate che diventino, crescendo? Dite loro la Verità, non della narrativa o storie fittizie.

158    Dite loro che c'è un Dio in Cielo Che mandò Suo Figlio, quello è ciò che il Natale significa. E Lui è prossimo a venire di nuovo. E come la pressione comincia a venire sulla terra, il Diavolo ha buttato fuori le sue cose, tramite gli occhi, quello che voi potete vedere, i luccichii e così via. Dio ha mostrato il Suo, il quale è Spirito, che voi non potete vedere, ma voi credete.  

159    Gerusalemme non aveva le risposte. Jeffersonville non ha le risposte; Louisville nemmeno; l’America nemmeno; nemmeno il mondo le ha.

160    Dio ha le risposte e Lui promise che le avrebbe manifestate. Ed io vi dichiaro che lo stesso Gesù Che nacque millenovecento anni fa vive oggi, per mezzo della risurrezione,ed è lo stesso ieri, oggi e in eterno

161    Chiniamo i nostri capi. Lo credete solennemente con tutto il vostro cuore? Se lo credete... E forse non Lo avete accettato mai prima, ma prima che Lui faccia una cosa per manifestarsi, vorreste alzare le mani? Alzate le vostre mani, mentre ognuno è con il capo chino, vorreste alzare le mani e dire: “Fratello Branham, prega per me. Io credo che questa è la verità. Ed io credo che in un modo o l’altro, misteriosamente sono stato condotto in questo luogo qui all'angolo questa mattina. Ed io credo che lo Spirito del Dio vivente ora è qui. Io voglio adorarlo. Alzerò la mano.” Dio ti benedica. Benissimo. Oh, my, venti o trenta persone nell’edificio.  

162    Caro Dio, Tu vedi quelle mani e Tu conosci ognuno di loro. Sono nel bisogno. E non avrebbero mai alzato la mano, a meno che non ci fosse Qualcosa di più grande presso di loro; avrebbero seguito le loro proprie vie.

163    Ma lo hanno creduto ascoltando la Parola. Le nostre Sacre Scritture ci dicono, Signore, il Tuo Santo Spirito, che la fede viene dall’udire, udire la Parola di Dio. Ed in questo rude, anche se semplice modo, l'unico modo con il quale dobbiamo presentarlo alle persone, loro l'hanno creduto. E moltissime, mani si sono alzate. Io non conosco nessuno di loro. Tu li conosci tutti. Ma io so che nel loro interiore, sono governati e controllati da uno spirito e quello spirito che è in loro ha detto: “Siete nell’errore.”

164    E c’è un altro Spirito che sta loro vicino, dicendo: “AccettateMi Io Sono il vostro Salvatore.”E loro ruppero tutte le leggi scientifiche alzando le loro mani. Perché c’è un Dio in tutto questo, il Quale fece le leggi scientifiche e le loro mani si alzarono, perché volevano raggiungere per fede ad afferrare il Salvatore e accettarLo come loro Salvatore. Questo hanno fatto, questa mattina, Signore. Accettali nel Tuo Regno, proprio ora. Sono i trofei del Messaggio. Io prego che li riceverai nella Tua presenza, nel Tuo Regno. E possano vivere qui felici, aspettando l'arrivo del Signore Gesù in ogni momento, mentre vedono il giorno avvicinarsi, i segni e i miracoli, perché Lui sta avvicinandosi sempre più. Lui è in arrivo.  

165    Come Rebecca si mise a cavalcioni del cammello e partì per incontrare il suo innamorato, Isacco... Ed Isacco era già andato via nel campo, ed era fuori nei campi nel tempo della sera, quando la vide arrivare.

166    Fu amore a prima vista. Lei saltò giù dal cammello e corse ad incontrarlo. Lei fu presa nella tenda di Abramo, e là divenne un’erede, ed ereditò tutte le cose. Dio, noi comprendiamo che ora è il tempo della sera. Tu hai detto che ci sarebbe Luce, che lo Spirito Santo sarebbe qui sulla terra e manifesterebbe Se stesso in un piccolo gregge, che Tu hai scelto per la Tua grazia. Ora prego che ti manifesterai grandemente ad ognuno. E possano essere salvati dai loro peccati.

167    E possano venire in qualche luogo ad una fonte, una fonte terrena, dopo che sono venuti a quella celeste, essere battezzati nel Nome del Tuo adorato Figlio, il Signore Gesù; purificati dai loro peccati, invocando il Nome del Signore. Possano ricevere lo Spirito Santo ed essere messi nella loro posizione per svolgere la parte di questo grande dramma che sta per essere eseguito.  

168    Noi crediamo che la nostra riunione questa mattina, Padre, era nella Tua saggia provvidenza. Non c’è niente di stolto in Te. Tutto, tutto quello che Tu Provvedi è perfetto. Uomini e donne, seduti qui, provengono da parti diverse del paese.

169    Tu li hai portati tramite il Tuo Spirito in un modo misterioso. Loro Ti hanno creduto. Ricevili, ora. Nel Nome di Gesù Cristo, li presento a Te. Ora, Signore, lascia che il Tuo Santo Spirito venga a guarire gli ammalati, che questi Tuoi nuovi convertiti, possano realizzare che noi non stiamo parlando solo di una Bibbia che è stata una storia. È vivente, tempo verbale presente, proprio ora. Lui è lo stesso Signore Gesù Ora, lascia che venga, Signore e prenda controllo sulla nostra carne, i nostri corpi, mentre apriamo i nostri cuori.

170    Togli ogni dubbio e tutto il mondo e lascia che lo Spirito Santo si muova in mezzo a noi; che Tu possa operare la Tua volontà fra di noi come vasi purificati; non perché siamo puri per la nostra propria rettitudine, ma perché abbiamo creduto in Lui il Quale ci ha purificati, il Signore Gesù; e ha compiuto e ha fatto le cose che Tu facevi quando eri qui sulla terra, che questi nuovi convertiti possano vedere che Tu sei ancora il Signore Gesù. Tu non sei morto. Ma Tu risorgesti di nuovo, millenovecento anni fa, e sei vivo oggi, adempiendo ad ogni promessa che Tu hai fatto. Amen.

171    So che questo non è un canto Natalizio, ma è un canto dei nostri cuori, che noi amiamo; ora se il messaggio è finito, un po’ tagliente e così via, è l'unico modo. La cosa della quale i nostri pulpiti hanno bisogno oggi, non è di una religione profumata; ha bisogno della Verità.

172    La Verità, predicata dalla Bibbia. Non dare interpretazioni differenti, solo dire, quello che la Bibbia dice. Dio è obbligato alla Sua Parola. Se Lui non sostiene la Sua Parola, allora non è Dio, o quella non è la Sua Parola.Ma Lui si prenderà cura della Sua Parola.  

173    Ora, prima di pregare per gli ammalati, cantiamo questo buon vecchio canto, tutti insieme, gente, tutti.

Io Lo loderò, io Lo loderò,

Lode all’Agnello ucciso per i peccatori;

DateGli gloria, tutti voi popoli,

Perché il Suo Sangue ha lavato via ogni macchia.

174    Ci dai l’accordo, sorella? Ognuno insieme ora, tutti.

Io Lo loderò, io Lo loderò,

Lode all’Agnello ucciso per i peccatori;

DateGli gloria, tutti voi popoli,

Perché il Suo Sangue ha lavato via ogni macchia.

175     Mi chiedo. Questo non è sacrilego. Questo è solo per esprimere, che noi siamo bambini, come bambini. Quando voi pensate di essere adulti in Dio ciò dimostra che non siete giunti da nessuna parte. Siate sempre bambini, Lui può condurvi. Ma quando voi sapete più di Lui, voi cercate di guidarLo. Vedete? Lasciate che sia Lui a guidare. Solo chiudiamo i nostri occhi ed alziamo le nostre mani, chiniamo i nostri capi e cantiamolo ancora una volta.

Io Lo loderò, io Lo loderò,

Lode all’Agnello ucciso per i peccatori;

DateGli gloria, tutti voi popoli,

Perché il Suo Sangue ha lavato via ogni macchia.

 

Dalla mangiatoia di Betlemme uno Straniero si fece avanti,

Sulla terra io bramo essere come Lui,

Per tutto il viaggio della vita dalla terra alla Gloria

Chiedo solo di essere come Lui

Solo come Gesù, Solo come Gesù,

Sulla terra io bramo essere come Lui,

Per tutto il viaggio della vita dalla terra alla Gloria

Chiedo solo di essere come Lui

176     “Le cose che Io faccio le farete anche voi.”

177    Non vi sarebbe piaciuto anche a voi essere là quando Lui disse alla donna dal flusso di sangue... Lei venne svincolandosi attraverso la folla; toccò la Sua veste, “Perché lei pensò dentro di sé, Quello è il Figlio di Dio e se riesco solo a toccare la Sua veste...” Ora, l'indumento palestinese scende giù sciolto; e aveva un sotto indumento. Lei... Lui non sentì mai il tocco, perché Lui lo provò. Lei toccò il Suo indumento, e corse precipitosamente fuori nell’auditorio.

178    Gesù si fermò e disse: “Chi mi ha toccato? Chi mi toccò?”

179    Pietro Lo rimproverò e disse: “Signore, ognuno sta toccandoTi, stringendo la mano, accarezzandoTi e altro. Tutti Ti toccano, perché dici una tale cosa come quella?”

180    Lui disse: “Ma Io sono diventato debole. Una virtù è uscita da Me. Qualcuno Mi toccò.”

181    E Lui guardò in giro, sul pubblico, e Lui la vide. E allora le disse che lei aveva avuto un flusso di sangue, e la sua fede l’aveva sanata.

182    Non amereste essere come lei? Non poteva pensare a qualcosa di più grande.

183    Un uomo salì da Lui. Ed Egli gli disse: “Il tuo nome è Simone. Il nome di tuo padre è Giona.” Oh... 

Io chiedo solo di essere come Lui.

184    È possibile? Lui disse: “Queste cose che Io faccio... Ed ancora un po’ e il mondo...” (Il mondo, la parola greca è cosmos, la quale significa l’ordine del mondo, non la terra, l’ordine del mondo.) “Ancora un po’ ed il mondo non mi vedrà più; ma voi mi vedrete (Questi sono i credenti.), perché, Io (Io è un pronome personale.), Io sarò con voi, anche in voi, fino alla fine del mondo. Le opere che Io faccio le farete anche voi. Ne farete di maggiori, perché Io vado al Padre”. Benedette, Sacre Promesse che non possono essere spezzate. Gesù Disse: “Nessuna Scrittura può essere spezzata.” Essere come Gesù, (È qui?) Gesù, (Ora in atteggiamento di adorazione.)  

185    Potreste immaginarLo camminare in Galilea? Là, quei Farisei dicevano nel loro cuore, “Lui è Beelzebub.” Loro non lo dissero mai ad alta voce, ma Lui percepì i loro pensieri.

186    Le Sacre Scritture lo dicono; Lui percepì i loro pensieri. Lui disse: “Voi dite quello contro me, ed Io vi perdonerò. Ma verrà un tempo quando lo Spirito Santo farà queste stesse cose.

187    Non parlate contro di Lui.” Solo essere come Gesù. Quanti in questa piccola assemblea, questa mattina credono che Lui è risorto dai morti, che Lui vive oggi ed è Lo stesso che mantiene ogni promessa? [la congregazione dice, "Amen".-Ed.] Grazie. Questo porta la Sua Presenza.  

188    Molti di voi conoscono il ritratto dell’Angelo del Signore, è lì sopra dove io sto. Noi li abbiamo dalla Germania, Svizzera e dappertutto dove loro li prendono. Ne presero uno, l’altro giorno, è la cosa più eccezionale che io abbia mai visto. Lo porterò in chiesa la prossima volta che ritorno.

189    Le autorità nazionali lo stanno esaminando ora per duplice esposizione, sotto una luce—raggi ultra… e così via, per vedere. L'Angelo di... La più grande consolazione che io ho avuto da quando Lui mi incontrò, è sapere che siamo alla fine del tempo. Io sono un uomo, e non c'è cosa buona in un uomo. Ma se un uomo apre il cuore e lascia che Dio lo purifichi, allora non è... Dio però ha mani; sono le tue mani e le mie mani; I suoi occhi sono i miei occhi ed i vostri occhi, perché Lui è Spirito. Ma Lui può operare per mezzo di noi per manifestare e fare la Sua volontà.  

190    Stavo per chiamarvi qui su in una fila di preghiera. Ho cambiato idea. Credo che la presenza del Signore Dio è qui. Ed io credo che Lui può fare proprio le stesse cose che Lui faceva quando era prima qui, o Lui non è Dio. Quante persone...

191    Ci sono molti visi qui che non conosco. Io non sono qui... anche molti di voi potrebbero venire alla chiesa qui; Io non vi conosco. Ma quanti ci sono qui che sono bisognosi e sanno che io non vi conosco, alzate le vostre mani, tutti nell'edificio lo sanno... Principalmente qui davanti, quasi tutti qui davanti sono totalmente estranei.

192    Allora se Gesù vive, e se Lui è lo stesso ieri, oggi e in Eterno, e se voi avete bisogno di qualsiasi cosa, la Sacra Scrittura dice... Ora, non il Vecchio Testamento, il Nuovo Testamento... Il Nuovo Testamento, il Libro degli ebrei dice: “Gesù Cristo è un Sommo Sacerdote, proprio ora”. Chiunque sa cos’ è un sommo sacerdote. Un Sommo Sacerdote che può essere toccato dal sentimento delle nostre infermità. Un sommo sacerdote fa intercessioni nella Presenza di Dio. Gesù sta come un Sommo Sacerdote per fare intercessioni e Lui può essere toccato col sentimento delle nostre infermità. Ora, se Lui è lo stesso ieri, oggi e per sempre; e se una donna lo toccò in quel tempo, Egli si voltò e le parlò; e il cieco Bartimeo stando alla porta, a trecento metri da dove era Lui, gridando, “Abbi misericordia di me...”

193    E le persone si facevano beffe di Lui mentre passava e Lui con la Sua testa verso il Calvario, saliva a Gerusalemme per essere offerto. E quei sacerdoti dicevano: “Di’, Tu che risorgi i morti, noi ne abbiamo un cimitero pieno quassù, vieni e risorgili. E Ti crederemo.”

194    È lo stesso gruppo che disse: “scendi giù dalla croce se Tu sei il Figlio di Dio e ti crederemo.” Li vedete quei criticoni? Li abbiamo sempre avuti. Non considerateli, togliti da quel genere di individui. Dio lo proibisce. Accetta Dio nel tuo cuore, così puoi vederLo e conoscerLo.

195    Ma questo povero vecchio mendicante cieco, stando là, disse: “Tu Figlio di Davide, abbi misericordia di me.” E la sua fede fermò Gesù. Gesù si girò e guardò fino a che lo ebbe trovato e gli disse che avrebbe ricevuto la sua vista.

196    Quello stesso Gesù vive. Se... che servirebbe un Dio storico, se Lui non è lo stesso Dio oggi?

197    Che bene fa, cercare di far riscaldare un uomo indicandogli un fuoco dipinto? Un fuoco dipinto non lo farà. Quello è un fuoco storico.

198    Voi dite: “non è un fuoco dipinto, fratello Branham; è un quadro di un fuoco che è davvero accaduto. “Non potete riscaldarvi col quadro. E’ solamente qualcosa che fu. Che ne è ora? Egli è lo stesso ieri, o Lui-ed oggi, o Lui non è lo stesso Dio. Non lo credete?

199    Ora, ognuno di voi sia davvero riverente. E se dovessi essere io a parlare, non ho nessun modo di conoscervi. Dio conosce il mio cuore. Ma se Gesù verrà e prenderà il controllo sulla mia carne, e prende su... Non importa quanto Lui lo prenda su di me, se Lui non lo prende anche su voi... Voi dovete crederlo. Perché, ricordate, è solamente se voi credete. Se il Signore Gesù verrà e lo farà, e voi toccherete la Sua veste, dicendo: “Signore io sono in bisogno, permettimi di toccarTi, Signore”...

200    Allora se voi Lo toccate e Lui è lo stesso Sommo Sacerdote, Egli agirà allo stesso modo come faceva quando era qui sulla terra. E’ giusto? Se agisce in altro modo, allora la cosa è sbagliata, voi avete toccato la cosa sbagliata. Deve essere lo stesso, deve agire allo stesso modo. Allora se voi potete toccare la Sua veste, come fece la donna che toccò il Suo indumento, non farebbe Egli la stessa cosa?  

201     Se accadesse che io... Dato che alcune di voi persone vengono in questa chiesa, dovreste sapere che, non vi dirò nulla, deve essere la vostra fede, perché questo è... io sono-io voglio estranei. Lo farò dopo, se il Signore vuole. voglio... vi chiamerò qui su alla piattaforma, pregheremo per voi. Io voglio estranei che vengono da fuori città.

202    E voi persone di fuori città, voi siete qui in alberghi e motel, ecc., aspettando. Certamente, venite da tutto il mondo, da lontano. Loro amano il Signore. Credono in Lui. E hanno letto nella Bibbia che si suppone che Lui faccia questo negli ultimi giorni.  

203    Gesù disse: “Nessun uomo può venire a Me a meno che il Padre Mio non lo attiri.” Non potete venire; non c'è nessun bisogno di cercare di fare qualche cosa a meno che Dio vi attiri. Quando Dio vi attira, allora verrete. “E colui che viene a Me, in nessun modo lo caccerò fuori.” Ora, abbiate fede e credetelo. Siate davvero riverenti, state ancora seduti solo un momento. Date a Dio la vostra attenzione.

204    Pregate, dicendo: “Signore Dio, permettimi di toccare la Tua veste. Io sono ammalato. Sono bisognoso. Ho bisogno. Il Fratello Branham non mi conosce; questa è la prima volta che vedo quell’uomo. Ma io voglio provare a me stesso che Tu sei ancora Geova, che Tu sei ancora il Gesù del quale lui parla. Ed io credo a questa Luce misteriosa della quale il mondo sta parlando oggi; Io credo che sei Tu. E Tu sei lo stesso che mi ha condotto qui. Cosa troverò ora? Permettimi di trovarLo, Signore, lo stesso Gesù che hanno trovato loro. Lasciami trovarLo." Ora, guardate e osservate .  

205    Io non ho nessuna possibilità di saperlo fino a che Dio non me lo rivelerà. E quando Dio lo rivela, allora è Dio che lo fa, non io. Quanti crederanno se Lui lo farà?

206    Io Lo sto aspettando. Alzate le mani, e dite, “lo crederò. Sì, signori. Lo crederò con tutto il mio cuore.” Benissimo. Ora, alzate le vostre teste, mentre prestate attenzione e pregate. Ora, molto dolcemente, questo cantico; c’è il vecchio pianoforte, io lo sentii prima.

207    Solo credi... Gesù scendeva dalla montagna, i Suoi discepoli stavano tentando di guarire un caso epilettico. Non poterono farlo, sebbene loro avevano il potere. Lo portarono a Gesù. Lui disse: “Io posso se tu credi, perché ogni cosa è possibile. Solo credi.”

208    Siate il più possibile riverenti. Guardate da questa parte, come Pietro e Giovanni dissero: “Guarda a noi,” non cercare qualche cosa, ma dar loro attenzione. Dissero: “Argento ed oro non ne abbiamo.”

209    Possa l’Iddio del cielo concedervelo. Vedete? E’ la Sua Parola in gioco, non la mia. Io sono solo responsabile di predicarla. È duro; questa è la mia propria città natale.

210    Voi sapete, Gesù una volta disse, quando Lui andò nella Sua propria città, non poté fare molte opere potenti. Tutti voi lo sapete. Allora Gesù si fermò e disse: “Un profeta non è disprezzato che nella sua patria, fra la Sua gente.” Ciò va bene ancora oggi.

211    Ma ci sono molti qui che non sono nella loro patria. [Il fratello Branham fa una pausa-Ed.]  

212    Là, diritto alla fine della fila, il signore con gli occhiali che mi sta guardando, suppongo che noi siamo estranei l’un l’altro. Dio ci conosce entrambi. Tu sei consapevole che c'è qualcosa di misterioso che sta avvenendo. Se tu potessi vedere quello che io vedo, dritto sopra te c’è quella Luce. Se Dio me lo rivelerà... Ora, sei in contatto con Lui. Egli dovrà usare la mia voce ed i miei occhi.

213    Ma tu sei nel bisogno di qualcosa. Io non ti conosco. Non so niente di te. Se ciò è esatto, alza la mano, signore. Ma ti accorgi come di sentire un vero dolce, umile sentimento su di te, vero? Proprio ora. Quello è l'Angelo del Signore. È proprio sopra di te. Se Dio mi rivelerà qual è il tuo problema, proprio come Lui fece per mezzo di Suo Figlio, il Signore Gesù...

214    Lui venne a santificare il mio cuore affinché Lui possa vivere qui e rispondervi; crederesti che Lui è lo stesso Sommo Sacerdote che tu hai toccato? Sei in contatto con Qualche cosa. È Lui. Il tuo guaio è nei tuoi polmoni. Se è esatto, alza la tua mano. Sono così ammalati che non puoi lavorare. Se è esatto, alza la mano. Io non ti conosco.

215    Quanti ora credono? Guardate qui. Voi pensate che io l’ho indovinato. Lo Spirito è ancora sull’uomo. Credi che il Dio del cielo ti conosce? Lo servi? Sostengo di si. Sì, signore, voi siete un cristiano. Tu sei venuto qui con lo scopo di essere guarito.

216    Andrai a casa guarito. Il tuo nome è Sig. Raney. Ciò, è proprio esatto. Alza la mano se è vero. Puoi ritornare a casa. Sei guarito, signore. La tua fede ti ha sanato. Dio ti benedica.

217    Io non ho mai visto l'uomo in vita mia; ecco le mie mani, forse è la prima volta. È Dio. Ora, state tranquilli; ognuno in preghiera. Voi sapete che c’è Qualcosa che lo sta facendo.

218    Ebbene, i Farisei dissero: “Lui è il Diavolo.” Perciò, ebbero la loro ricompensa. Filippo Disse: “è il Figlio di Dio.” Lui ebbe la Sua ricompensa. Qualunque cosa che voi ne pensate, quello sta a voi.  

219    Tu, là che stai piangendo, tu sei consapevole che Qualche cosa ti ha toccato, non è vero? Se è così, alza la mano. L’uomo che sta piangendo, seduto proprio qui, noi siamo estranei l’un l’altro. Proprio così. Io non ti conosco. Ma Dio ti conosce. Se Dio mi rivelerà qual è il tuo problema, crederai con tutto il cuore? Se lo vuoi, fai un cenno con la mano. benissimo.

220    Tu soffri di mal di stomaco. Proprio così. Credi che Dio ti guarirà? Vero? molto bene. Credi che Dio sa chi tu sei? Se Lui mi dirà chi tu sei, ti fortificherà? Tieni la tua mano su, se è vero; muovila di nuovo in avanti e indietro. Benissimo, ti fortificherà? Sig. Fred Moore. Ciò è proprio esatto. Vai a casa, signore, l’ulcera duodenale dello stomaco ti ha lasciato. È stata provocata da una condizione nervosa, ma Gesù Cristo ti ha guarito quando là, Lui ti toccò.  

221    La signora che è seduta là, accanto a te, oh, io la conosco. Io conosco quella donna, quale è il suo nome... se non mi sbaglio; Credo che sia la sig.ra Greene, non è vero? Io non posso chiamarti, Sorella Greene perché ti conosco. Ma qui, aspetta un attimo. No, non è per te. Tu stai pregando per qualcun’altro. Proprio così. E quella persona è in un grande paese lontano da qui, dove sta nevicando molto. È il Nebraska. Tu stai pregando per una signora con il cancro. Se ciò è esatto, alza la mano.

222    È una persona con il cancro, per la quale stai pregando, in Nebraska. Perfetto. Dio ti benedica. Abbi fede. Credilo. La signora seduta là, che sta asciugando le lacrime dai suoi occhi, lei è un’estranea per me. Io non conosco la signora. Quello è suo marito seduto accanto a lei, quel grande uomo. Sono stranieri... Credete che Dio ascolta le preghiere? Credi che questo è lo Spirito di Dio, signora? Tu sei adombrata dalla morte, vero? È un cancro. Noi siamo estranei.

223    Se ciò è corretto, fai un cenno di nuovo con la tua mano. Proprio così. Io non ti ho mai visto in vita mia. tu non sei di questa città; vieni da qualche luogo dall’altra parte del fiume. Proprio così. sig.ra Sanders è il tuo nome. Proprio così. Hilda è il nome di battesimo. È proprio veramente così. Alzati in piedi, signora, ed accetta la tua guarigione da Gesù Cristo. Dio ti benedica. Vedete?  

224    Abbiate fede in Dio, non dubitate. Alcuni di voi in tutte queste file qui, credete al Signore Gesù e sarete guariti. Dunque, è Lui. Credete che è Lui? [la congregazione dice, “Amen”.-Ed.]

225    Vedete, io non vi conosco. “Se potete credere...” Sta a voi. Sembra che stai pregando, signore, seduto proprio qui. Credi che sono il Suo profeta? Credi che ciò sarebbe Lui? Io sono un estraneo per te; tu sei un estraneo per me; questo è il nostro primo incontro.

226    Ma Dio ci conosce entrambi. Lo credi? Se queste cose sono vere, alza la mano. Credi che andrai a casa senza il tuo mal di schiena, che Dio ti guarirà? Vero? Ritorna ad Hamilton, Ohio. Proprio così. Il tuo nome è sig. Burkhart. È vero. Gesù Cristo ora ti ha guarito, puoi andare a casa, sii guarito. Amen. Qualcun’altro crede?  

227    Oh, siete consapevoli della Sua presenza? Comprendete che Qualcosa deve averlo fatto. È precisamente quello che dice la Bibbia che Lui fece prima e promise... Lui lo fece di fronte ai Giudei, di fronte ai Samaritani e promise di farlo di fronte ai Gentili. Questa è l'ora. Non un Dio storico, ma un Dio Che mantiene le Sue promesse, che è attualmente vivente, il Signore Gesù, lo stesso Che guarisce gli ammalati, allo stesso modo che Lui lo faceva, lo stesso metodo e lo promise anche negli ultimi giorni. È di nuovo Natale, la Sua Luce che guida. “Cosa stai guardando, Fratello Branham?” Io sto guardando a Lui. È un altro mondo; è un'altra dimensione, se volete chiamarla così. È nel mondo spirituale.

228    Vedo un uomo, col cuore veramente afflitto, ma io lo conosco. Fratello Funk, io non lo sapevo fino a questo momento; tu hai un problema: un ombra molto scura su tua madre. E tu sai che io non lo sapevo; se non proprio ora. Ma tua madre ha avuto un'operazione, per cancro maligno.

229    E tu sei preoccupato per lei e stai pregando. L’Iddio Che sanò tuo padre nella corretta facoltà mentale, ridandogli la salute, può guarire tua madre. Non temere. “Se tu puoi credere, tutte le cose sono possibili a coloro che credono.” Ecco, Lui è su un’altra persona, ma io la conosco. Lei sta pregando per qualcun altro. Sig.ra Arganbright, se tu crederai che quel cancro sarà guarito... è per un’altra persona. Credi.

230    Che ne è di te? Credi, signora che io sono il Suo profeta, il Suo servitore? Tu soffri con la stessa cosa della donna dal flusso di sangue. Ciò è giusto. Non sei di questa città. Anche tu vieni dall’Ohio. Sei appena stata guarita in una delle mie riunioni di qualche cosa in te. Avevi un cancro; Eri adombrata a morte, ed ora se né andato. È vero. Affinché tu sappia che io sono il Suo servitore, il flusso di sangue è per la tua età. Ma hai anche un reumatismo, è come un’artrite, quando ti alzi sei indolenzita tutta la mattina. Hai anche problemi con la gola.

231    Credi che sono Suo servitore? Hai qualcun altro sul tuo cuore per il quale stai pregando. È tua nuora. Lei ha le vene varicose. È madre di un grande gruppo di bambini, vero? È esattamente giusto. Il suo nome è sig.ra Alice Thompson. È proprio esattamente così. Ritorna, ricevi quello che hai chiesto. Quindi sii guarita, perché hai creduto nel Signore Gesù. Ora, se noi siamo estranei l’un l’altro, agita la mano avanti e indietro così. Io non ti conosco, non so niente a tuo riguardo.  

232    Sfido la vostra fede. Sfido ogni persona qui dentro, nel Nome di Gesù Cristo a credere che la Sua Presenza è qui. Non mi importa di quello che è sbagliato in voi, se voi lo credete...

233    Ricordate, questa è l’ultima cosa che Lui farà prima del Suo arrivo. Voi ricordatevi ciò che disse: “Come era nei giorni di   Sodoma e Gomorra, così sarà al ritorno del Figlio dell’uomo.”

234    Quale era il messaggio? C’erano tre Angeli che andarono giù. Due di loro, un Billy Graham ed un Jack Schuller andarono giù in Sodoma e predicarono solo il messaggio del Vangelo di liberazione per le persone. Ma un Angelo si trattenne con gli eletti, Abramo ed il suo gruppo. 

235    L’Angelo aveva la Sua schiena girata verso la tenda. E Sara rise nella tenda. L’Angelo disse: “Perché Sara ha sorriso?” Come faceva a sapere che lei rise nella tenda dietro di Lui? Quello era l'ultimo messaggio che Sodoma ebbe prima della distruzione.

236    Ed ecco gli ultimi segni che Dio mostrerà prima della distruzione. RiceveteLo; credeteLo e siate salvati. Chiniamo le nostre teste solo un momento.  

237    Siete consapevoli della Sua presenza? Lo volete ora, dopo che Lui, dopo che voi avete... io vi ho predicato il Vangelo e voi avete ascoltato il Suo messaggio. Quindi voi avete visto Lui stesso venire giù e parlare. Un uomo non può dire niente; a meno che Dio parli e lo confermi, non farà alcun bene. Ma quando Lui viene, Dio, e rende il messaggio reale e di nuovo vivente, allora è Dio.

238    Volete accettarLo ora, con la vostra vita completamente arresa? Volete alzare le mani solo un momento, dicendo: “io alzo le mani; ora mi arrendo completamente, completamente a Lui?” Dio vi benedica. Dio vi benedica. Tutti quelli che hanno bisogno di preghiera, di guarigione, credo che ognuno sarà guarito. Preghiamo per gli ammalati.  

239    Signore, fa che nessuno sia lasciato fuori, che tutti possano ricevere... Noi siamo consapevoli, Signore, mentre sono qui debole e tremante, Tu sei qui, al di là di ogni ombra di dubbio. Le persone sono prese da timore reverenziale dalla santa presenza di Dio. Un altro Natale, la stessa Luce soprannaturale risplende. Conduce molti nelle diverse vie della vita. Loro hanno sentito la Tua Parola letta e predicata, ed ora Ti hanno visto venire e confermare la Parola.

240    La Bibbia disse: “I discepoli ritornarono e predicarono la Parola dappertutto, il Signore operava con loro, confermando la Parola con i segni che li seguivano”, le ultime cose che sono state scritte nelle Sacre Scritture, al di fuori dell’Apocalisse. Noi lo vediamo di nuovo ora. È vicino l’arrivo, Signore. Sii misericordioso. Guarisci tutti gli ammalati che sono qui questa mattina. Lo Spirito Tuo è vero; è Potente, è qui.  

241    Ci sono molti qui, Signore, che sono persone del Tabernacolo, che vengono qui. Tu sei stato misericordioso a chiamarli. E tuttora, Signore, La grande Gloria della Shekinah (Santo dei Santi) è proprio ora sul pubblico intero. La grande Potenza del Cristo Risorto, l'Arcobaleno dai molti colori, l’Alfa e l’Omega, l’Inizio e la Fine, la Stella del mattino, la Rosa di Sharon è presente.

242    Guarisci, Signore. Li dichiariamo guariti per mezzo della tua grazia. Dà loro fede per crederlo, Signore e accettarlo proprio ora, per la gloria di Dio. Possa ogni persona ammalata essere guarita. Ed ogni persona che ha sbagliato e vissuto scorrettamente verso il proprio compagno, possa essere perdonata. Ogni persona che fuma o beve, possa essere perdonata.

243    Possano i loro peccati essere sotto il Sangue del Dio Onnipresente che ora è qui, probabilmente più vicino che mai Lo sia stato, in tutta la loro vita. Accordalo ora, che questo sia ricevuto.

244    Ascoltaci, Signore, O Dio, nostro grande Re, mentre noi invochiamo il Tuo Nome in queste feste Natalizie, non un babbo natale, ma un Gesù che è risorto dai morti ed è vivente, mostrando Se Stesso fra il Suo popolo. O Signore, Tu sei Dio, il solo Dio e non c’è nessun altro all’infuori di Te. E Ti ringraziamo che abbiamo il privilegio di essere seduti nella Tua presenza, in questo piccolo, umile luogo. Egli ha umiliato Se stesso venendo tra noi. Noi siamo così felici per questo. Benedetto sia il Suo santo Nome. Diamo a Lui le lodi da mattina fino a sera, in tutte le sere di Natale i nostri cuori cantano i canti e le lodi di Geova. Grazie siano a Lui per tutti i secoli.

245    Prendi questi Tuoi figliuoli, Signore, sotto le Tue ali, tienili come una chioccia fa con i suoi pulcini. Guidali in una Vita più profonda ed una vita più felice e una vita più piena, dà loro il battesimo dello Spirito Santo. Rigenera le loro anime, Signore, in nuove creature in Cristo, che Tu possa vivere e dimorare in loro e operare tramite loro, come Tuoi discepoli. AccordaLo, Signore. Perché, noi crediamo che presto il cielo si aprirà ed il nostro Signore verrà e Lo vedremo, Colui che noi amiamo. Ti ringraziamo per questo, per mezzo del nostro Signore Gesù. Ora con i nostri capi chini, rimetto il servizio al pastore.

IN ALTO