HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Testimonianza sull'Africa del Sud di William Marrion Branham è stata predicata il 54-0902 La durata è di: .pdf La traduzione BBV
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf   
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Testimonianza sull'Africa del Sud

1                   Chiniamo il capo, mentre siamo ancora in piedi, per alcune parole di preghiera.

Nostro caro Padre celeste, le nostre voci hanno squillato: “Signore io credo”, pensiamo a quel giorno in cui quell’uomo con il ragazzo epilettico Ti si avvicinò e disse: “Signore, io credo; aiuta la mia incredulità”. E offriamo la stessa preghiera questa sera, Padre, che crediamo, e ti domandiamo di aiutare la nostra incredulità. Che i nostri cuori siano aperti stasera e pronti a ricevere qualsiasi cosa Tu abbia in serbo per noi per questa sera. E possiamo ricevere una meravigliosa benedizione questa sera, poiché siamo nell’aspettativa, e crediamo che Tu lo farai. Poiché Te lo domandiamo nel Nome di Tuo Figlio Gesù, che disse che qualsiasi cosa gli domanderemmo nel Suo Nome, Egli ce lo concederà. Amen.

2                   Dio vi benedica, cari amici. E’ un grande privilegio tenersi nell’Arena Saint Nicholas a New York City, e portare la Parola a tutti voi cari presenti, nel Nome del nostro amorevole Salvatore il Signore Gesù Cristo.

E questa sera pensavo, mentre ero in macchina, ad una persona che menziono molto raramente, alla sorella Brown, e al fratello Berg, del Tabernacolo Glad Tidings. Ho appena appena stretto le loro mani un momentino un giorno, e sono... A mio parere sono delle persone che non si sono mai fatte vedere a fare qualcosa, sono delle persone molto umili e quiete, molto care.

Non dimenticherò mai quando il fratello Berg mi guardò quando rientrai l’ultima volta dall’Africa, e vederlo lì, in piedi, ad aspettarmi, veramente ciò rallegrò il mio cuore. Siamo usciti insieme e abbiamo mangiato un buon hamburger. Da tanto tempo non ne avevo mangiato di così buoni. E speravo quasi che tornasse qui anche questa volta.

3                   Lo sapevate che… Lo sapevate, conoscevate quel vecchio detto: “E’ meraviglioso essere americani”. E’ ben più di un detto, è la verità. E’ vero. E’ meraviglioso essere un americano. Ed è per questo che a volte penso agli evangelisti ed ad altri, che martellano contro il peccato; odiano vedere come si insinua nella nostra bella nazione. Penso a Plymouth Rock e a come i nostri avi abbiano combattuto per la libertà di religione. E cosa farebbero, i ministri di quel tempo, vedendo come vanno le cose oggi. Ecco perché abbiamo bisogno di un vero risveglio dello Spirito Santo all’antica, a livello nazionale, per scuotere questa nazione. E’ proprio vero. Senza quello, ho paura che periremo, amici.

Ed io – io amo il mio paese. Oh, amo il mio paese. Non ho partecipato a nessuna guerra. Per la prima ero troppo giovane; all’ultima non mi hanno voluto, essendo un ministro, mi hanno messo nel 4-D. E forse non avevo l’istruzione necessaria per essere cappellano, perciò non mi chiamarono mai. I miei fratelli si arruolarono. Molti di loro furono feriti. Alcuni giacquero feriti e ne portano ancora oggi le cicatrici.

4                   Mi sono recato in Francia e in Germania, ed ho probabilmente camminato sulla tomba di molti Branham morti. E se un giorno dovesse succedere che io debba morire per questa nazione, sarei lieto di farlo. Qualsiasi cosa si possa fare per mantenere la libertà. Se vivere non ne valesse la pena, o morire, allora lasciatela stare. E’ vero. Allora, è la più grande nazione al mondo. E’ sempre impressionante tornare a casa.

Ma le altre nazioni, che visitiamo ora, amici, a noi sembra che abbiano un grande bisogno di una meravigliosa effusione dello Spirito Santo.

Non tanto tempo fa in Africa, vidi che obbligavano gli indigeni a lasciare le loro tribù dov’erano nati, davano loro un pò d’istruzione e in quel modo ne facevano una persona asociale. Al peccato della sua tribù, l’uomo bianco aggiunse ciò che aveva, e ne risultò un figlio del diavolo tre volte peggiore di quanto era prima. Qualche volta dovettero persino mantenerli fuori dal campo poiché alle tre o quattro del pomeriggio, ti avrebbero ucciso.

5                   Ma essi non agiscono così nelle loro tribù. Sapete cosa credo che abbiano bisogno? Non hanno bisogno di educazione, hanno bisogno di Gesù Cristo. Ecco cos’é. Li fate venire, insegnate loro la lettura, la scrittura, l’aritmetica, ma stanno meglio nel loro stato primitivo. In particolare, vi dico una cosa, abbiamo costatato meno malattie veneree fra gli indigeni nel loro stato primitivo, che dopo il nostro passaggio per educarli.

Hanno delle leggi fra le loro tribù. Se una giovane, qualcuno... In una certa tribù, se, a una certa età, una giovane non è ancora sposata, deve togliersi una certa pittura tribale. E prima che si sposi, è provata per la sua verginità; deve denunciarsi se è stata rovinata, deve denunciare colui che l’ha fatto, e sono entrambi legati e messi a morte nello stesso momento. Dovremmo avere qualcosa di simile in questo paese. E’ vero. E’ la verità, amici. E poi che cosa abbiamo da dire contro i pagani, mi domando chi sono i pagani.

6                   Ora, durante i servizi domani sera, mi è stato domandato questo. Se... Mi domandavo... quando son tornato in America, l’avete letto, i giornali e così via, alcuni l’hanno già pubblicato... Che quando sono tornato in America questa volta, Dio volendo, se mi fa ritornare, bene, voglio venire e procedere diversamente nelle riunioni. E’ sempre stato per... Alcune persone mi hanno detto: “fratello Branham, invitiamo i nostri cari, veniamo riunione dopo riunione, e nessuno prega per noi, e così via. E torniamo a casa. Migliaia tornano a casa e nessuno ha pregato per loro. Veniamo e stiamo due giorni, spendiamo tutte le nostre economie, dobbiamo tornare a casa. Perché non preghi per la gente?”

Se voi poteste vedere tutti i documenti… ho una piccola rimessa là dietro, dove c’è l’ufficio a Jeffersonville, che è stracolma di lettere di quel genere, migliaia, provenienti da tutte le parti del mondo. Dicono: “Vogliamo che preghi per noi. Siamo venuti per questo. Vogliamo che preghi per noi”.

7                   Bene, e s’incomincia ad impedire a qualcuno di venire nella linea di preghiera e vedi qualcosa tramite il discernimento. Ciò che succede dopo è che il prossimo che viene avanti, preghi per lui, e ha l’impressione che non abbia nemmeno pregato per lui ed allora torna su di nuovo. Perciò c’è un solo... e non posso dividerlo. Ci ho provato sera dopo sera, ho provato. Il fratello Baxter, l’altra sera, forse mi sta ascoltando in questo momento, mi disse: “fratello Branham, credo che sia possibile farlo”. Disse: “Veniamo sul palco non appena l’unzione ti tocca e che incomincia, e ti tiriamo fuori se incomincia a farti discernere le cose segrete delle persone”. Non si può farlo! No signore, non appena Egli si avvicina, l’unzione tocca la persona in un istante. Non si può... Bisogna essere interamente o da una parte o dall’altra. Un dono è in funzione o non lo è.

Un predicatore non può alzarsi e predicare e poi cantare qualcosa d’altro, o far qualcosa d’altro. Deve esserci una continuità nel suo messaggio. Lo sapete bene voi ministri. E’ vero. E non potete farlo.

8                   Di ritorno, domando al Signore, se mi permette, per un pò di mesi, se è la Sua volontà che io lo faccia. Voglio leggervi la visione stasera a proposito del viaggio oltremare. E se me lo permette al mio rientro, se mi lascia organizzare sei mesi all’anno, delle riunioni, predicherò, farò l’appello all’altare, farò salire la gente, affinché siano salvati e ripieni dello Spirito Santo, poi farò una linea di preghiera e pregherò unicamente per i malati.

Ora, quando incontrai l’Angelo del Signore, o, meglio, quando Egli venne a me, eravamo insieme, mi disse che dovevo pregare per gli ammalati. Quello fu il mio messaggio: “Prega per i malati”. Molti di voi hanno sentito la storia. E’ scritta qui dentro nel libro. E dissi: “Bene, io-io sono un analfabeta, e vivo fra la mia gente che è povera e io...”.

Mi spiegò che sarei andato in diverse parti del mondo ed altro, e che avrei pregato per i re e per i sovrani e così via. Non potevo capirlo con la mia educazione di settima elementare. Ed Egli disse: “Come al profeta Mosè furono dati due segni di conferma, anche a te ne sarà dato uno. Prendendo la mano delle persone, solo tenendo la loro mano con la mia mano sinistra e tenendo la loro mano destra... ma che dovevo rimanere umile”. E avete visto la reazione che ne è scaturita sulla mia mano. E poi che Egli avrebbe detto alle persone ciò che non andava. Siete in tanti a ricordarvi che quella era la verità e che succedeva solo quello.

9                   Poi Egli disse: “Se sarai sincero e rispettoso” – era una condizione – “mi saranno svelati i segreti dei loro cuori e le cose...”. Era quello che stavo cercando di fare. Poi si riferì alle Sacre Scritture e mi disse dove stava scritto.

La prima volta andò così per circa quattro o cinque anni. Il fratello Baxter ed io ci tenevamo a Queen Cities e a Regina nel Saskatchewan, e una signora si avvicinò sul palco. L’avevo vista uscire da una piccola casa rossa.

 Non poteva tornare indietro a causa della sua schiena. Ed è da quel momento che tutto incominciò, e da allora non si è più fermato.

10              Ora, la gente si raduna per il fenomenale. Va bene. Ma, a volte... Ora, non è ancora tanto chiaro nella mia testa, se quello deve essere così o no. Ed ora, son passati già circa dieci anni e attraverso il mondo, ogni volta, e in ogni luogo, Dio ha accreditato la verità. Mi sono trovato davanti a stregoni, demoni, intelligenti, delle persone astute, che hanno provato a falsificare e a fare altre cose, ma non una sola volta sono riusciti nel loro intento, poiché Dio ha sempre avuto il sopravvento e ne è uscito vittorioso, provando Lui stesso la verità.

La fotografia che ho qui dell’Angelo di Dio, fu una delle grandi conferme. La prima storia di questo libro, e quel maniaco che corse fuori sul palco per togliermi la vita, ne faceva parte. Quante volte ho potuto dire, in Svezia, in Norvegia, attraverso l’Inghilterra, e laggiù in Africa fra gli stregoni... E non andate a pensare che non riuscite a toccarli, o no, a volte possono diventare così mostruosi. Si impossessano di un cranio umano, ci versano dentro del sangue, e lo bevono. Si gettano per terra in spasmi e così via, e vanno avanti, con delle ossa nei capelli, e fanno ogni genere di incantesimi. E mi credete se vi dico che sono dei veri demoni? Andate laggiù in quei posti una volta e vedrete se sono dei veri demoni o no.

11              Il demone adora… Vedete come possono fare tutte quelle cose. Esattamente come quelle cose che potete vedere qui nei dintorni di New York, ne vedete tanti qui. Non avete bisogno di andare in Africa per trovarli; li trovate esattamente qui a New York. E fanno ogni genere di incantesimi e così via.

Dicono che in India è ancora peggio. Ebbene, amici, sono consapevole che devo far fronte a tutto questo in India. E laggiù sarà esattamente come in tutti gli altri posti. Non mi sono mai inviato, Egli mi ha inviato. Non sono responsabile, Lui è responsabile. Ed è il Suo ministero, non il mio. Allora non ho mai paura o non mi faccio pensieri. Faccio solo ciò che Egli mi dice di fare, e mi tengo sul mio posto qualsiasi cosa succeda; Lui fa sempre spiccare la verità.

12              Molti… Mi sembra che fosse proprio qui, a Windsor nell’Ontario. Ebbene, quel ministro si avvicinò sul palco sotto un falso nome, agì come se fosse stato ammalato, venne su e fece... Pensava che fosse della telepatia mentale, e che un usciere o qualcuno soleva raccogliere le carte di preghiera e me le leggeva, la telepatia mentale, come se leggeste sulla carta di preghiera i peccati e tutto quello che avevano fatto, dove erano stati, ecc. E che poi quelle cose erano state dette anni e settimane e mesi...

E io… in qualsiasi luogo voi vorreste... Conoscete il mio indirizzo. Non una sola volta, mai, Egli ha mancato di confermare che ciò era perfetto, esattamente com’era stato detto. Non può essere altrimenti, poiché è Dio. Vedete? Non il vostro fratello, son ben lungi dalla perfezione. Ma Lui è perfetto. E’ vero. Egli è perfetto, io non lo sono.

13              E quell’uomo in piedi sul palco, dicendo, così: “Sono... salito”, un bell’uomo. Ero così debole che potei prendere la sua mano per vedere e dissi: “Ebbene, lei non ha nessuna malattia”.

Disse: “Oh, sì, le ho”.

Dissi: “Ebbene, io non, non credo che lei sia ammalato, signore”.

Disse: “Oh, sì lo sono”.

E dissi: “Ebbene, forse aveva una malattia, ma ora non ne ha”.

Disse: “Oh, guardi sulla mia carta di preghiera. Ho la tubercolosi e il cancro”. E, ho persino dimenticato cosa fosse.

Dissi: “Ebbene, lei – lei - può darsi che l’avesse, ma ora non ce l’ha.” Dissi: “Forse la sua fede ha potuto elevarsi a tal punto che lei è stato guarito nell’uditorio”.

E così, egli si voltò, ficcò le mani nelle tasche e disse: “Ecco la prova, nevvero?”

14              Pensai: “Cosa sta succedendo?” E siccome ero veramente debole, stavano per condurmi via dal pulpito. E pensai: “Ma cos’è questo?” E mi guardai attorno. E un momento dopo, la visione apparve. E lo vedevo seduto a tavola con un altro uomo. Ed erano seduti. E una donna era in piedi accanto con un vestito a puntini. E c’era una cosa verde che pendeva sopra la tavola, in questo modo. E avevano deciso insieme che si trattava di telepatia mentale, e volevano dimostrarlo sul palco. Questo fu rivelato e gli fu detto il suo nome e a quale chiesa apparteneva.

15              Fratello, dissi: “Ed ora, le cose che lei ha finto di avere sul palco, sulla carta di preghiera, esse sono su di lei. Le ha in lei ora”. Ed era la verità. Cadde per terra, e cercò di afferrare la gamba del mio pantalone. Dissi: “E’ fra Dio e lei, non me”. Dissi: “Ora è fra lei e Dio”.

Per quanto io sappia quell’uomo, oggi, si trova nell’eternità, morto. Vedete? Ora, non potete giocare alla chiesa. Non avete a che fare con una cosetta da niente; parlate al Dio Onnipotente, e perciò dovete essere rispettosi e sinceri. Anche se rimanessi qui per – fino a domani pomeriggio... a recitare e a promettervi, a darvi esempi, e così via, non ci arriverei nemmeno. Perchè, si dovrebbero scrivere delle enciclopedie su tutto quello che ho visto fare dal Signore Gesù. Non c’è da meravigliarsi che disse: “Le cose che faccio le farete e più grandi ancora”, ne farete di più.

16              Parlando alla chiesa… E’ una cosa, amici, stiamo-stiamo vivendo nel giorno del Signore, poco prima del Suo ritorno. Ed ora, malgrado tutto, spesso, penso che ho mancato di pregare per molte persone. E’ la preghiera della fede che salverà l’ammalato. Dio lo disse: La preghiera della fede salverà il malato, e Dio lo rialzerà. Non “io” li rialzerò, ma DIO li rialzerà.

E penso che per ben dieci anni, in tutto il mondo, a l’eccezione dell’Estremo Oriente, ciò è stato confermato dappertutto. E prestate attenzione à ciò che Lui vi dice.  Qualsiasi cosa vi dica, credetelo come Egli ve l’ha detto. Si realizzerà esattamente nel modo in cui Lui l’ha detto. Se vi viene un – se vi viene una specie di dubbio, riascoltate le registrazioni di qui, riescono a ritrovare il passaggio e dirvi di che cosa si tratta, con precisione di che cosa si tratta. Osservate ciò che Egli vi dice. Mi sentite forse parlare, ma quando sentite muoversi e pronunciare “COSI DICE IL SIGNORE”, ricordatevi, è Dio che parla, non sono più io. Vedete? E’ LUI.

17               C’era una signora qui un pò di tempo fa, anzi due persone, che vennero nella linea di preghiera. Una di loro aveva un disturbo grave allo stomaco, e le ha detto: “COSI DICE IL SIGNORE”, sarai guarita.” Ora, come avrei potuto... Non avevo niente a che fare con quello che era stato detto, nello stesso modo che non saprei dire se sarò ancora in vita fra due giorni. Capite? E’ Lui che lo dice.

E poi, l’altra signora passò nella linea, aveva un nodo al collo e fu di nuovo detto “COSI DICE IL SIGNORE”, quel nodo partirà”. E così andò avanti credendo. La prima signora pensò: “Bene, allora posso tornare a casa e mangiare”. E così tornò a casa e provò a mangiare, e si sentì così male da non poter quasi più stare in piedi. Giorno dopo giorno ella provò ad aver fede dicendo: “Lo credo in ogni caso. Lo credo”.

18              Finché arrivò al punto che si sentì così male che incominciò a vomitare e tutto. Aveva lo stomaco ulcerato: molto gravemente. Allora, sei o otto settimane... Dimentico cosa disse, era tanto tempo dopo. Ebbene, il fratello Baxter si trovava alla riunione quando successe. E continuò, e mi scrisse una lettera. Ero di ritorno da due viaggi, e diceva: “Perché, fratello Branham? Ho ritrovato il passaggio sul nastro magnetico; diceva: “COSI DICE IL SIGNORE, sei guarita”.

Ebbene, non le risposi nemmeno poiché sapevo che se aveva detto quello, doveva realizzarsi. E dissi loro di annotarlo, dicendo: “Ora, osservate quella donna, ne sentirete ancora parlare; è solo il fatto che non capisce”.

19              Se non venite alla riunione del pomeriggio ad ascoltare il fratello Baxter che spiega come i demoni agiscono e come agisce la demonologia nelle escrescenze, e in simili cose, e come quando se ne va... Se la fede la fa partire, l’incredulità, la farà tornare, la risusciterà. Quando lo spirito impuro esce da un uomo, se ne va nei luoghi deserti, poi torna di nuovo con altri sette demoni peggiori di quello che era. Non è la verità? Dovete capire queste cose. Se non capite, siete un pò come se veniste avanti per una ragione senza sapere per quale ragione siete venuti. Infine penso che delle riunioni più lunghe ci aiuteranno in queste cose.

E la volta seguente, quella donna… Una mattina i suoi bambini erano partiti a scuola, ed era in piedi, lavando i piatti. E tutt’ad un tratto disse: “Qualcosa... si sentì così calma e piena di dolcezza; sentì come se Qualcosa si trovasse vicino a lei. E immediatamente in quell’istante ebbe fame. E così prese un resto di pane tostato che i bambini avevano lasciato e incominciò a mangiarlo, sgranocchiando quel toast e ciò non la disturbò affatto. Di solito ciò la rendeva veramente ammalata. Poi i bambini avevano lasciato un pò di avena e così incominciò a mangiarne; e di nuovo ciò non le provocò nessun disturbo. A quel punto ebbe veramente un giubileo gastronomico; bevve una tazza di caffè e mangiò un uovo fritto o qualcosa di simile. Si sentì a meraviglia. Nessuna complicazione. Risultato malattia zero!

20              Corse fuori sulla strada per annunciarlo alla sua vicina, che si trovava là in fondo, la signora con il nodo al collo; raccontò che stava scendendo lungo quella strada per dirle che si sentiva bene e che aveva mangiato. Due ore dopo stava ancora benissimo e incominciava ad aver nuovamente fame.

E poi, quando arrivò sul posto, sentì gridare e gridare. Corse in quella casa, e pensò “Mi domando cosa sta succedendo”. Corse dentro, e la sua vicina stava camminando avanti e indietro gridando, il nodo aveva appena lasciato la sua gola. E si misero a... Poi mi chiamarono e vennero alla riunione e domandarono il perché. Dissi: “certamente quando Dio dice qualcosa, Egli è obbligato a prendersi cura di quello che ha detto. E l’Angelo di Dio era appena passato in quel vicinato confermando la Parola che Dio aveva pronunciato”. Vedete?

21              Quanti qui sanno che una volta, Daniele... per ventun giorni l’Angelo del Signore non potè raggiungere Daniele. E’ vero che passarono ventun giorni prima che potesse raggiungerlo? Tenetevi saldamente a ciò che Egli ha detto poiché è la verità. Prendete Dio in parola e credete in Lui con...

Ora, questo è il primo mezzo, il mezzo iniziale tramite il quale Dio parla ad ogni uomo, attraverso la Sua Parola. Nevvero? Se avesse detto qualcosa tramite me sarebbe solo secondario. E’ la verità. Questo è per voi come nazione. Quello sarebbe per una persona.

Mia moglie che è seduta la dietro, è al corrente di un piccolo caso recente, prima che... Fra l’altro, prima che ci recassimo in Africa l’ultima volta... Oh, spesso succede in questo modo.

22              C’era una signora a New Albany. E mi recai da un amico mio, predicatore Metodista. Siamo cresciuti entrambi nella stessa regione nel Kentucky, e ci recammo laggiù a una piccola riunione. Disse: “Ti prometto che non dovrai pregare per nessuno, fratello Branham, se sei d’accordo di venire e predicare per noi, una serata”.

Ebbene, è quello che facemmo, in quella piccola chiesa Metodista che poteva contenere circa cinquecento persone. E si erano raggruppati tutti all’esterno. E feci un appello all’altare e domandai alla gente di imporre le mani contro le finestre e così via. Dovettero portarmi nel sottosuolo per farmi uscire. E disse: “Fratello Branham, ti avevo detto che non avresti dovuto pregare per – per nessuno”, ma, disse: “una delle mie insegnanti di catechismo che è praticamente quasi in fin di vita, è nevrotica”, disse: “è così da almeno dieci anni e si trova là fuori, verso l’entrata”. Disse: “Ti domando solo d’imporle semplicemente le mani quando le passerai vicino”.

E gli dissi: “D’accordo signore”.

23              Passai accanto, mi aspettavo, da come me l’aveva descritta, di trovare qualcuno con addosso una camicia di forza, dato che me la descriveva in uno stato così grave. Ma invece trovai una bella giovane, di circa trentatre o trentacinque anni, in piedi, dall’aspetto normale... Le dissi: “Piacere”.

Mi rispose: “Piacere”.

Domandai: “E’ questa la paziente?”

Lui disse: “Sì”.

“Oh”, dissi: “Mi aspettavo di vedere qualcuno veramente, veramente in cattivo stato”.

E lei disse: “Fratello Branham, lei non sa come mi sento male”.

E dissi: “Ebbene, cosa le succede, sorella?”

Disse: “Non lo so. E’ come se camminassi sulla cima del mondo e che, a qualsiasi momento, questa stia per scoppiare e sono, oh, sono così”. Disse: “Non posso lasciare la casa a meno che qualcuno mi accompagni”. Nervosa...

Dissi: “Allora, che Dio la benedica, sorella”. Pregai semplicemente, e la lasciai.

24              Poi, tre o quattro giorni passarono e io... mia moglie ed io ci trovavamo a New Albany, e incontrammo quella gentile piccola donna, due altre donne si trovavano con lei, e, oh, sembrava star ancora molto male. Disse: “Nessun miglioramento, fratello Branham”.

Ebbene, era passata attraverso tutte le riunioni di guarigione, l’avevano accompagnata. Era andata da un posto all’altro, senza sollievo alcuno. Allora dopo essere ritornato, la stessa visione che appare qui, parlo a quel momento... Mi trovavo in camera e l’Angelo del Signore entrò nella camera. Mia moglie disse: “Lascia che chiami quella piccola donna di New Albany, mi sembra di ricordare chi fosse”. Un’amica infermiera è la sua vicina.

Allora la chiamammo e potemmo raggiungerla. E quando entrò nella camera dissi: “Siediti sorella”.

Disse: “Oh, fratello Branham, oh...”; disse: “Oh, mi sento come se stessi per morire ad ogni minuto”.

E dissi: “Ora, rilassati, sta tranquilla”.

Disse: “L’Angelo del Signore è qui?”

Dissi: “Sì, l’Angelo del Signore è qui”.

Disse: “Oh, se – se solamente potesse scaccire fuori da me quella cosa”.

Dissi: “Ora, solo un momento sorella. Non parliamo di quello, ma parliamo piuttosto delle Scritture o qualcosa di simile”.

Disse: “Oh, sono così nervosa, non – non posso parlare di niente, fratello Branham”.

Dissi: “Partiamo per un piccolo viaggio”.

Disse: “Oh no, niente viaggio, niente viaggio”.

25              Poi dissi: “No, aspetta un momento, mentalmente, torniamo indietro a quando Dio all’inizio creò l’uomo e la donna, e li mise nel giardino d’Eden”. E si sedette un momentino, finché riuscii a calmarla un pò parlandole. E per caso osservai arrivare una piccola automobile nera, veloce che attraversò in questo modo.

Dissi: “Non sei mai stata vittima di un incidente d’automobile?”

Mi disse: “No, no, signore”.

Dissi: “Ebbene…”

Domando: “Perché?”

Dissi: “Non lo sapevo”. E poi aspettai un pò, ed ecco arrivare di nuovo la visione. Ed eccola. Ed ecco la visione. Incominciò... nel frattempo era svenuta. Vidi arrivare una piccola automobile nera, e lei si trovava seduta accanto ad un ragazzo dai capelli biondi. E furono quasi urtati da un – da un treno, sfuggirono alla morte per un pelo e continuarono.

26              Ed ecco di che cosa si trattava. Quando ella, suo marito... Si era sposata durante l’ultima guerra, e suo marito, ancora giovane, partì oltre mare. Mentre lui si trovava oltre mare, lei incominciò ad essergli infedele. E una notte ruppe il voto di matrimonio verso suo marito. Sul tragitto di casa, furono quasi uccisi da quel treno.

E dissi... E disse: “Oh...” Mia moglie arrivò correndo per aiutarla ad alzarsi dal suolo; e disse: “Oh, Reverendo Branham, non lo dica mai a nessuno. Non lo dica mai a nessuno”.

Dissi: “Guardi signora”, dissi: “Mi è stato detto che per circa dieci anni è andata da uno famoso psichiatra che si trova dall’altra parte del fiume”.

Disse: “E’ la verità: dieci dollari per viaggio”.

27              Non esiste nessun psichiatra che possa liberarti da quello”. Dissi: “Si trova laggiù, là dietro, nel tuo subcosciente, hai commesso un errore”. E dissi: “Potrebbero ungerti cinquanta volte ogni sera, danzare, dar dei calci e continuare, e gridare e qualsiasi altra cosa; quel demone se ne starà al suo posto perché ne ha il diritto legale”.

Disse: “Oh, l’ho confessato; sono un’insegnante di catechismo”.

“Ah, ed è in parte il problema della vostra chiesa laggiù, ora”. Dissi-dissi: “E’ quello il problema, sorella”.

Disse: “Ma, l’ho confessato a Dio”.

28              Dissi: “Non hai mai peccato contro Dio, hai peccato contro il voto di matrimonio verso tuo marito. Se non fossi stata sposata, sarebbe diverso, ma eri una donna sposata, e hai peccato contro il tuo voto di matrimonio”.

Disse – disse: “Cosa…”

Disse: “Cosa devo fare?”

Risposi: “Va e confessalo a tuo marito”.

Disse: “Oh, l’avevo dimenticato da così tanto tempo...”

29              Dissi: “Oh, no, non l’hai dimenticato. Si trova là dietro, è stato solo tagliato perché tu non lo senta più, ma si trova là dietro ugualmente”. Dissi: “Ora, lo sai che non ti conosco. E sai che nessuno su questa terra, a parte te, quell’uomo e Dio, conoscono questa cosa. E dissi: “Ecco che ti è stato rivelato”.

E disse: “Non posso semplicemente farlo, Reverendo Branham”, disse: “Mi dispiace, ciò distruggerebbe la mia famiglia”.

Dissi: “Ebbene, ciò sta già distruggendo la tua famiglia in tutti i casi, perché non potrai andare avanti ancora tanto tempo”. Dissi: “Faresti meglio ad andare a cercare tuo marito e a parlargliene”.

Disse: “Non posso farlo”.

E mia moglie disse: “Allora, c’è qualcuno alla porta”. E così uscì.

30              Dissi: “Ebbene, sta in lei signora ora”. Dissi: “E’ tutto quello che posso fare ora, le ho detto ciò che Egli disse e ciò è... Lei sa se è la verità o no”. Dissi: “Bene, è tutto; devo andare ora, e così, qualcuno aspetta nell’altra camera, la gente sta entrando”.

Allora disse: “Un minuto, non...” Disse: Oh, Reverendo Branham, non – non posso farlo”.

E guardai, ed accanto a lei in piedi c’era un uomo dai capelli neri, alto, in una visione; aveva i capelli pettinati con una riga da parte, capelli ondulati, un uomo veramente grande. Mi girava la schiena; sulla schiena della sua giacca bianca aveva scritto: Chevrolet. Dissi: “Suo marito non lavora per una ditta Chevrolet?”

Mi rispose: “Sissignore”.

Dissi: “E’ grande, ha i capelli scuri e ricciuti?”

Disse: “Sissignore, è vero”.

L’ho visto in visione. Dissi: “Deve confessarle la stessa cosa”.

Disse: “Non mio marito, è un diacono”.

31              Dissi: “Non mi importa ciò che sia”. E’ vero. “Deve confessarti la stessa cosa”. Dissi: “Meno di tre giorni fa si trovava in una Chevrolet verde, targata Indiana, posteggiato sotto un pesco con una donna che lavora in quell’ufficio, indossava un vestito rosa, e ha i capelli neri, ed ha commesso un’infedeltà verso di te”.

“Non mio marito!”

Dissi: “Esiste una donna così che lavora in ufficio?”

Disse: “Esiste, ma non la mia...”

Dissi: “Hai dei numeri di telefono qui, faresti meglio ad andare e chiamare tuo marito, incontratevi e parlatevi di queste cose. Avete tre bambini.” E così, mia moglie entrò e la persuase di farlo.

32              Dopo un pò di tempo, fra di loro, un uomo fu guarito dal cancro e si rallegrava. Veniva da una grande chiesa Battista di Louisville. E poi, rientrò e lei disse: “Se penso a quelle persone...”

Dissi: “Torneranno”.

E così incontrò suo marito lungo la strada, e si videro a metà strada, uscirono dalle macchine e lei era accompagnata da alcune donne. Non volle dirlo mentre le donne erano ancora presenti, si allontano e disse: “Ora sto per dirti qualcosa”. Disse: “Sto per domandarti qualcosa”. Disse: “Mi perdonerai ogni cosa che ti dirò che ho fatto?” Disse: “Lo so che ti ho fatto del male tutti questi anni andando avanti e indietro dai dottori, e non mi hanno fatto nessun bene”. Disse: “Mi perdonerai ciò che ho fatto?”

Disse: “Sicuro”. Disse... E gli raccontò ciò che aveva fatto.

Disse: “Non intendi dire che tu?”

Disse: “E’ vero”. E disse: “La stessa... Disse: “E tu non eri forse l’altro giorno con (pronuncio il suo nome) in una Chevrolet verde in quel certo posto?”

Disse: “Come fai a saperlo?” Disse: “Dov’eri?”

Disse: “Sono solo andata dal fratello Branham”.

33              Disse: “Amore, è la verità”. Disse: “Se mi perdonerai, ti perdonerò anch’io, e tiriamo su i nostri bambini. E andrò in chiesa e darò le mie dimissioni di diacono; tu dimissioni dal posto d’insegnante di catechismo, e ci mettiamo in ordine con Dio”.

Ed eccoli tornare indietro, camminando sotto il portico, abbracciati, piangendo. Dissi: “Ora entrate. Ora entrate, ora è venuto il momento che possiamo far partire quel demone – poiché non ha più nessun diritto legale”.

Ma finché c’è un peccato inconfessato, qualcosa che avreste dovuto fare, o non avreste dovuto fare, potreste ungere con l’olio, qualsiasi cosa desideriate fare, egli non partirà. E’ la verità. Ha un diritto legale di rimanere sul posto. Amen.

34              Ed ora capite cosa sia la linea più lenta? Le opere... Realizzate che una persona potrebbe togliere una maledizione da qualcuno sul quale è stata messa poiché si è messo nei pasticci? Vi ricordate di Mosè che percosse la roccia la seconda volta quando Dio gli aveva detto di non farlo? La percosse comunque, fece venire l’acqua comunque, poiché era un profeta. Sì, poteva farlo, con o senza la volontà di Dio. Ogni lettore sa che ciò ruppe la totalità, il programma di Dio nella sua totalità. Non è vero lettori, lettori della Bibbia? Dio disse... Gli disse, di: “Scendi e parla alla roccia”.

La roccia era Cristo, è stato percosso una sola volta. Ma Mosè, essendo profeta, la percosse, e l’acqua non venne. La percosse di nuovo. Venne. Ma Dio disse: “Vieni qua su, Mosè, mi occuperò di te”.

Mi ricordo, mi ricordo, il piccolo profeta Elia, camminava con la sua calvizia quando era giovane. Alcuni bambini piccoli si beffarono di lui, della sua testa calva. E si voltò e disse, emise una maledizione su quei bambini e due orse uccisero quarantadue di quei bambini innocenti. E’ vero? Quella non era la natura dello Spirito Santo, lo sapete. Allora, dovete fare attenzione à ciò che fate.

35              E’ per questa ragione che passo a setaccio la riunione, osservo ogni cosa, esattamente ciò che succede. A volte lo dico, poi attendo un momento e aspetto per vedere cosa Lui dice. Se non dice niente, aggiungo solo: “Che Dio vi benedica, Gesù Cristo vi guarisca”. Qualcosa del genere poi lo lascio continuare.

Ed ora, per domani sera, se volete, vorrei cambiare un pochino la linea di preghiera per domani sera com’è stato promesso al fratello Baxter, se l’uditorio è d’accordo. Ora, se credete che quello che vi dico è la verità... credete che la Bibbia insegna: “Questi segni seguiranno coloro che credono; se impongono le mani sugli ammalati essi saranno guariti?” E’ quello che... Pensate che vorremmo vedere... Voi siete le persone ed io sono solo il vostro servitore in un certo modo. Vedete? Ora, mi trovo qui per servirvi nel Nome del Signore Gesù.

36              Pensate a domani sera, voi tutti qui presenti che avete una carta di preghiera o altro… Ne saranno distribuite ancora domani. E se ogni persona che ha una carta di preghiera, se possiamo allinearle e farle avvicinare qui, e vi parlerò un pò, e terremo una linea di preghiera, e faremo venire le persone, e non provate, proprio imponete le mani sugli ammalati, pregate per loro, vi farebbe piacere vedere che si pregherà per ogni persona che si avvicina? Cosa ne pensate? Alzate la mano, voi che pensate che sarebbe un... D’accordo.

Ora, coloro che sono contro, sull’altro lato?… Cento per cento in quel modo. D’accordo, ci terremo a quella linea domani sera, Dio volendo. E pregheremo per ognuno di loro.

Ora, per un momento; mi rimangono dieci minuti, e devo-devo incominciare la linea di preghiera. Voglio leggervi la visione che mi ha dato concernente il fatto di andare in India. Ascoltate attentamente la sua lettura.

37              Mi trovavo in Africa, e il Signore mi avvertì, e lo annunciai proprio da questo pulpito che ... qui, quel disturbo che provai nacque in Africa. Ve lo ricordate.  E disse che il diavolo mi aveva teso una trappola. E pensai che si sarebbe realizzato fra gli stregoni o fra altre cose, non potevo immaginare che sarebbe provenuto dai miei fratelli.

E quando arrivammo a Johannesburg, ci aspettavano migliaia di persone. Avevano avuto una riunione meravigliosa. Persino l’Angelo del Signore... Un fratello nel ministero che si trovava là, ed era un fratello della Chiesa Riformata Olandese che non credeva nel battesimo, uscì e raccontò ad un amico, disse: “Stiamo mancando un giorno di visitazione”.

Disse: “Quel tipo è un demone”.

Allora disse: “Voglio pregare per la tua anima perduta”.

38              Ed uscì, si inginocchiò e incominciò a pregare per lui. E lui... Ora, non aveva mai sentito parlare della mia storia. Era venuto una sola volta quella sera e aveva visto... ero arrivato sul palco dopo settantadue ore di volo. Mi ero avvicinato al pulpito e trenta o quaranta mila persone erano sedute, ed avevo potuto vedere arrivare un pullman che avanzava attraverso la giungla. E portava una scritta: “Durban”. Ho visto salire un ragazzo che aveva una gamba più corta dell’altra di circa 6 pollici (circa 15,25 cm – N.E.). Poi ho visto quel ragazzo un pò dopo che incominciava a camminare normalmente. Guardai in tutto l’uditorio ma non potevo vederlo. Non sapevo se parlasse l’inglese. Fu tradotto, naturalmente. E per caso lo vidi seduto là fuori, eccolo apparire. Dissi: “Tu arrivi da Durban”. Fece segno di sì con la testa.

Dissi: “Sei con una… sei con le stampelle”.

“Sì”

“Una gamba è più corta dell’altra di 6 pollici”.

“E’ vero”.

Dissi: “Alzati, Gesù Cristo ti ha guarito, poiché COSI DICE IL SIGNORE, ho visto la visione e tu sei guarito”.

39              E quel ragazzo si alzò con quella gamba più corta di 6 pollici completamente guarito, e persino i dottori lo esaminarono e così via.

La mattina seguente l’Associazione Medicale Africana, mi chiamò affinché partecipassi ad una colazione. Domandate a chi volete, a loro stessi se lo desiderate, se un dottore volesse dubitarne. Dissero: “Quella è veramente la Guarigione divina. Lo crediamo in quel modo”. E’ vero. E ciò aprì le porte di ogni ospedale dell’Africa per me (è vero), qualsiasi posto, in ogni luogo avessi voluto andare. Quella era l’Associazione Medicale dell’Africa del Sud, il quartiere generale di Johannesburg.

40              Ora, in seguito ci fu una piccola bambina; vidi una piccola automobile verde distrutta che girò su se stessa. Ne tirarono fuori una bambina. Ero sul palco da appena cinque minuti quando vidi quella bambina farsi tirar fuori, era... La sua colonna vertebrale era rotta. E non riuscivo a vederla da nessuna parte. E guardai per caso, e la vidi distesa laggiù. Dissi: “Signorina, giovane signorina, parli inglese?” Sì, parlava inglese. Dissi: “Ti sei ritrovata in una piccola automobile verde che ha fatto un testa-coda e che ha sbattuto contro un albero e quello ha rotto la tua colonna vertebrale?”

“E’ la verità”.

Dissi: “In quattro punti?”

Guardai di nuovo e la vidi uscire camminando, attraverso l’uditorio, come un’ombra sopra la gente, così, con le mani alzate gioiosamente, muovendo la schiena in su e in giù. Dissi: “COSI DICE IL SIGNORE”, alzati sui tuoi piedi, sei guarita”.

Sua mamma disse: “Oh, no, no, no. Il dottore dice che se si muove si rompe e muore sull’istante”.

La ragazzina saltò su e disse: “E, guarda questo”.

41              E sua mamma svenì e cadde sullo stesso letto dove sua figlia era sdraiata un istante prima. Lo potete leggere nel giornale, naturalmente, dove l’hanno messo. Cadde esattamente all’indietro sul letto in questo modo... La figlia fu perfettamente guarita e normale.

Ora, e cominciò tutto così, ogni volta. Bene, una notte il Signore mi incontrò e disse: “Ora, la prossima, domani...” Il signor Baxter, il mio “manager”, Egli disse: “Ora ti domanderanno di cambiare l’itinerario. Essi faranno... Ti hanno preparato un itinerario affinché tu vada a Città del Capo”. E’ là che avevamo previsto di recarci. Disse: “Non andarci, rimani qui ancora per due settimane, e poi va’ a Durban e rimani là per un mese”.

Dissi: “Sì, Signore”.

E disse: “Affinché sia sicuro, come conferma, affinché il tuo – il tuo manager e gli altri non dicano niente di contrario”, disse: “domani, verranno a prenderti e ci sarà un incontro. E hanno l’intenzione di far venire un avvocato”. E disse: “Questo avvocato ha subito un’operazione, per la quale il dottore ha diagnosticato un cancro, ma si tratta di un errore”. Disse: “Il dottore ha lasciato scivolare un bisturi e quell’uomo sta per morire”...

42              Disse: “Lungo la strada, toccherete  una piccola venditrice di collane là dove vi fermerete, che avrà un pezzo dei suoi cappelli strappati così.” Sarà forse avvenuto nella giungla selvatica o così. E disse: “Poi, un piccola venditrice di perle sulla strada...” E disse: “Mentre sarai lì in piedi, passerà un grande uccello ridicolo, volando e facendo chiasso”. Disse: “Ricorda quello al fratello Baxter, così saprà che è: COSI DICE IL SIGNORE”.

Allora, la mattina seguente glielo dissi. Partimmo e andò tutto in modo perfetto. Egli... Il fratello Baxter ha preso una foto di quella giovane. Era là in piedi, preparando la macchina fotografica, e lo guardavo così; non potevo... Ed ecco arrivare un pavone selvatico, che volteggiava, sapete, stridendo così. Dissi: “Fratello Baxter, vedi quell’uccello?”

Disse: “Cos’è, fratello Branham?”

Dissi: “Fratello Baxter, non capisci?” Dissi: “Guarda la ragazza”.

Disse: “Bene, fra...”

Ecco la realizzazione. Dissi: “Ora non possiamo scendere”.

43               Ma, mio Dio, quei ministri avevano preparato un programma di ferro; dovevamo andarci in tutti i casi. Non conoscete gli stranieri. E così si doveva andare in tutti i casi. Allora arrivarono. E non avevo nemmeno potuto preparare la mia valigia. “Abbiamo fatto la promessa al fratello Tal dei tali; ci andiamo in tutti i casi”.

E dico questo, non per avere dei sentimenti duri verso i predicatori. Ma se volete incontrare dei problemi, mettetevi in compagnia di predicatori. Sicuramente incontrerete dei problemi. Avranno certamente la loro idea in proposito. Vedete? Ma dovete ricordare, Dio ha la Sua idea in proposito. Ecco il modo giusto di agire. Dissi: “Non posso andare laggiù”.

Disse: “Ebbene, abbiamo già fatto l’itinerario”. E un gruppo di ministri se ne stavano in piedi sulla strada, fra i quali il fratello Baxter, il fratello Bosworth, e tutti loro sono testimoni.

Disse: “Devi andare laggiù”. Disse: “Abbiamo speso migliaia di dollari in pubblicità”.

Dissi: “Fratello, no, non posso”.

“Oh, sì, devi”. Uno di loro si avvicinò e disse: “Immagino che tu pensi che Dio parli solo a te”.

Dissi: “Kore pensò a quello un giorno. Non so se Egli parlò...”

Disse: “A noi disse di preparare questo itinerario”.

Dissi: “A me disse di non seguirlo”. Dissi: “E’ – è tutto quello che posso dire, fratelli”.

44              E così noi… Ma in tutti i casi riuscirono a intrappolarmi. Scendevo lungo la strada verso un posto semplice. E dissi: “Ebbene...” il fratello Baxter disse, si trovava nelle automobili dietro. Il fratello Bosworth, il fratello Schoeman ed io eravamo davanti. Dissi: “Fratello Schoeman, devi fermare questa macchina; non posso assolutamente andare avanti”. Dissi: “Il Signore non vuole che io lo faccia”. Uno solo aveva preso posizione per me, ed era il mio ragazzo, Billy Paul. E dissi: “Non - non posso assolutamente farlo, ecco tutto. Devo – devo fermarmi adesso”.

Allora fermò la macchina e andò a dire al fratello Baxter e agli altri, disse: “Venite e parlatene con lui”. Disse: “E’ lì, e dice che non vuole andare oltre”.

Allora il fratello Bosworth si avvicinò e disse: “Fratello Branham, cosa succede?” Disse: “Credo che vedrai l’eccellenza...”

Dissi: “Fratello Bosworth, con tutte le volte che sei stato con me sul palco e che mi hai udito dire: COSI DICE IL SIGNORE?”

Il fratello Baxter disse: “Si tratta di quella visione, fratello Branham?”

E dissi: “Sì”.

45              Disse: “Allora tolgo la mano da quello, non ho più niente da dire in proposito”.

E dissi: “Certo, è la visione. Non dobbiamo andare laggiù, dobbiamo tornare a Johannesburg”. E dissi: “Dobbiamo andare là”. Ed ero al verde, non mi rimaneva più un soldo, ero in cattivo stato. Non potevo tornare a casa, e così facendo avrei trasgredito alla volontà di Dio. Dovevo rimanere e aspettare.

E poi, cosa successe, io... Dopo, affinché non si arrabbino, andai a cogliere alcune foglie e strappai delle foglie e le lasciai cadere sui loro piedi, e dissi: “Ricordatevi, COSI DICE IL SIGNORE, a partire da quest’ora siamo fuori dalla volontà del Signore”.

46              Quella notte, quando arrivammo in quel piccolissimo posto, circa duemila persone, un piccolo luogo laggiù, e circa venticinque mila persone erano là dentro, sdraiate sulle colline e dappertutto. Disse: “Oh, avremo una grande riunione stasera”.  Avrei voluto averli tutti a Johannesburg, e avremmo potuto farli sedere e così via.

Andammo laggiù, e quella notte, quando mi stavano per portare sul palco, ecco arrivare un temporale tropicale che sembrava voler annegare tutto e continuò così fino a pressappoco mezzanotte.

Oh, dissero: “Capita spesso”. Disse: “Saremo.... Domani andrà tutto bene”.

47              Il giorno dopo, una giornata meravigliosa, chiara… Quando arrivò il momento per me di entrare, fece irruzione una bufera che gelò tutta la gente. Dissi: “Ve l’avevo detto”. Vedete? Dissi: “Domani sera avremo forse un terremoto”.

E dissero: “Bene, vuoi dire che avremo un terremoto?”

Dissi: “Non so se avrete un terremoto, ma siamo fuori dalla volontà del Signore”.

E quella notte, mentre eravamo in preghiera là dentro... Dissero: “Allora, la volontà permissiva, chissà se Dio ci permetterà?”

E il piccolo Billy Paul entrò e disse: “Papà, non ascoltare quei predicatori. Fa’ quello che Dio ti dice di fare”.

48              E così continuai in quel posto. Andammo… E disse: “Bene, prega con me ora”. Entrai e pregammo fino all’incirca le due o tre. Billy si addormentò. E rimasi in piedi nella camera e vidi quella Luce. Eccola arrivare volteggiando attraverso la camera, e seppi che Lui era vicino. Si avvicinò proprio dove mi trovavo ed Egli disse: “Continua con loro, ma dovrai pagare per questo.” Disse: “Va avanti”. Disse: “Ma va e sveglia il tuo ragazzo e digli: COSI DICE IL SIGNORE”. Rispettava Billy, poiché Billy aveva preso posizione per la verità. Disse: “Va, sveglia tuo figlio e digli: COSI DICE IL SIGNORE”. Disse: “E poi riferisci agli altri questo: “Domani mattina farà di nuovo bello e caldo”. Sarebbe stato domenica mattina, naturalmente, poiché era sabato notte. Disse: “Domenica mattina verranno a te, e ti faranno cercare tramite Billy, e verrà con un giovane. Verrà insieme con un giovane vestito di nero. Lungo il percorso vedrete un indigeno con un vestito safari in piedi accanto ad un eucalipto vicino ad un ponte, e starà picchiando un altro sulla testa con un bastone”. Disse: “Quando succederà questo saprai che ti ho dato il permesso di andare, ma ricorda, pagherai per quello”.

49              E la mattina dopo successe esattamente come Egli aveva detto. E quando arrivai a Durban, avevo preso l’ameba, da quasi morire. Tornai a casa e atterrai qui. Ero quasi un uomo morto, ecco tutto. Non potevo quasi più vivere talmente ero ammalato. Tornai a casa, stavano per buttarmi in un lebrosario, allora… con l’ameba. Dio mi aveva semplicemente girato la schiena. Se non prestate attenzione a ciò che Dio dice, siete un candidato a problemi, poco importa chi siate. Vedete?

E così, pregai e pregai. Mi mandarono a Louisville dal dottore e mi esaminò; disse: “Oh, fratello, hem, rimani a casa”. Disse: “Non permettere a quell’ameba africano di espandersi”.

Allora, poi... Disse: “Ho qualcosa qui che vorrei che tu prendessi”. E’ qualcosa che si usa all’esercito”. Bene, mi diedero tutto quello che avevano. E niente mi faceva star meglio. Mi diede, disse: “Mi restano ancora due o tre cose da darti”. Me le diedero ma non successe niente. L’ameba non fece che progredire, sempre di più, ancora e ancora, i parassiti, capite, di male in peggio. E persi circa sessanta libbre (25 Kg.), e non potevo – non potevo quasi più vivere, ero in uno stato tale!

50              E così, ritornai e disse: “Allora, posso…”. Mi diede una specie di arsenico o qualcosa di simile, che mi fece diventare veramente giallo, disse: “Non posso dartene di più perché ti ucciderebbe”. Disse: “Reverendo Branham, torni a casa ora”. Forse che il dottore seduto qui farebbe la stessa cosa. Disse: “Quell’ameba andrà... E’ già fatto, è andata attraverso le ghiandole delle mucosi e nel flusso sanguigno. E si spanderà o nel cuore o nel cervello o nel fegato”. Disse: “Se va nel fegato, il tuo fianco ingrosserà, possiamo operare e togliere l’ameba e te la caverai”. Se va nel cervello o qualcosa di simile – disse – vivrai dieci ore – disse, ma non di più”.

51              Camminai a casa. Dio mi aveva girato la schiena, e non poteva rispondere alle preghiere. E andavo su e giù pensando: una moglie, due bambini, circa cento dollari in banca. Eccomi qua, appena all’inizio del mio ministero, avendo disubbidito a Dio; eccomi qua, fra dieci ore sarò morto. Andavo su e giù... non vi rendete conto cosa... La via del trasgressore è dura. Poco importa ciò che qualcuno vi dice: quando Dio vi dice di fare qualcosa, eseguitelo, rapidamente. Non prestate attenzione a coloro che vi dicono, che sia un santo, o un profeta, o chicchessia, ascoltate solo ciò che Dio vi dice.

 E andai su e giù. Sto per terminare, fra un minuto e passeremo alla linea di preghiera, non mi rimane più tempo. E su e giù una sera, oh, così ammalato. Mia moglie era nella camera vicina, e tornai indietro, e pensai... Mi sdraiai e pensai: “Allora, questa è la fine, immagino. Quella fu una riunione magnifica da ricordare, trentamila convertiti in un pomeriggio, molto bella. Penso che, il mio futuro finisce qui, ancora dieci ore”. Naturalmente ogni cinque minuti la febbre saliva, sapete, e pensavo a quello.

52              Ed ero sdraiato lì e mentre facevo, per la prima volta da mesi, ed erano forse passati otto o dieci mesi, e Lo sentii nella camera. Oh, fratello, sorella, che sentimento! Seppi che si trovava lì; mi alzai e dissi: “Signore sei qui vicino a me? Sei tornato per perdonarmi?” Dissi: “Lo prometto, Signore, non ascolterò mai più un altro predicatore o chicchessia se solo Tu mi perdoni, Signore. Non lasciarmi morire; sono-sono il Tuo servitore; voglio servirTi”.

Ed ascoltai ma non successe niente. Ma sapevo che si trovava ancora nella camera. E mi alzai sul lato del letto dove mi ero sdraiato. Erano quasi le due di notte. Non successe niente. Andai a sedere su una sedia. Proprio in quel momento guardai e vidi camminare, scendere, ed ecco apparire un Uomo che si stava avvicinando a me; teneva un mazzo di fogli bianchi, così, come della carta da macchina da scrivere. Mi si avvicinò e disse: “Come stavi pensando al tuo futuro...”

Dissi: “Sì”.

Disse: “Guarda verso il suolo”. E c’era scritto qualcosa, scribacchiato sopra. Poi Egli li prese in questo modo e li gettò. E pagina dopo pagina, dopo pagina, se ne andarono, finché toccarono il cielo. E diventò tutto chiaro. Disse: “Come hai visto che quello è diventato tutto chiaro, così anche il tuo futuro è chiaro”. 

53              Dissi: “Grazie Dio”. E mi alzai e pensai: “Oh, com’è meraviglioso, Signore, mi hai perdonato e vivrò”. E pensai: “Oh, sei meraviglioso Gesù. Ti amo così tanto, Ti amo”.

54              L’ho qui con me, è tutto scritto qui. Potete vederlo. Allora dissi: “Perché non ho domandato a proposito delle riunioni?” Dissi. E allora venne di nuovo, e dissi: “Come devo condurre le mie riunioni?”

Disse: “Fa come sei guidato”.

Allora di nuovo, venne nuovamente e mi condusse laggiù in Africa e vidi le riunioni. Era tutto arrotolato in questo modo, come la storia. E Lui si teneva al mio fianco, l’Uomo alto dai capelli scuri, vestito di una veste bianca, e mi girò verso l’Est. Disse: “Guarda da questa parte”.

55              E, oh mio Dio, la folla come le onde dell’oceano, e non si poteva vederne la fine. E Lo udii guardare da questa parte, e parlare a qualcun altro. E guardai, ed ecco apparire un uomo più piccolo di Lui, e teneva nella mano una grande luce oscillante. E teneva questa luce, e la accese, e cominciò ad oscillarla, sulla folla.

E poi udii quest’Angelo qui, sto parlando di quest’Angelo qui, che disse: “Ce ne sono trecentomila in quella riunione di Branham”. E l’uomo, e li vidi, si rallegravano e gridavano. Ma non sembravano essere africani, piccoli e pesanti. Era della gente snella, e sembravano avessero, delle lenzuola attorno al loro corpo, e lo sollevavano e lo ripiegavano giù nei loro vestiti, in questo modo, come, oh, erano avvolti in lenzuola, così. E riconobbi che si trattava di indiani (India). E poi sentii la mia Bibbia che si avvicinava ed era aperta in Giosuè, al primo capitolo, e Ciò mi lasciò. Sta tutto scritto qui, proprio qui.

56              Poi, la mattina dopo chiamai il Dottor Lukas, che mi aveva appena scritto il giorno prima, un vero Cristiano. E mi disse di fare attenzione. Lo chiamai e dissi: “Dottore, voglio venire ed essere esaminato”.

Disse: “Ebbene, Reverendo Branham, l’ho appena fatto ieri”.

Dissi: “Ne voglio uno questa mattina; non ho più l’ameba”.

Disse: “Non ha più l’ameba?”

Dissi: “No, signore”.

Disse: “Reverendo”.

Dissi: “No, signore, non l’ho”.

Disse: “Lei ha l’ameba e basta”.

Dissi: “Mi può esaminare?”

Disse: “Allora – disse – venga su”.

E così ci andai. Mi fece l’esame, uscì, torno dentro; disse: “Posso rifarlo?”

Lo sapevo che non aveva trovato niente. E io... Tornò indietro e disse, prese... Dissi: “Sì signore?”

Mi riesaminò. Si avvicinò, mise la sua mano sulla mia spalla e disse: “Ora, Reverendo, voglio parlarle. Cosa è successo?”

57              E gli raccontai la storia. Dissi: “L’Angelo del Signore mi è apparso la notte scorsa. Egli perdona il mio peccato per aver ascoltato quei predicatori al posto di ascoltare Dio”. Dissi: “I miei peccati sono perdonati. Voglio ritornare in Africa e in India e altrove di nuovo”.

Disse: “Lei vuole tornare in quei luoghi dove l’ha presa?”

Dissi: “Oh, sì signore. L’amore di Dio mi spinge di nuovo verso quelle persone. La visione ha detto che devo andarci, e ci andrò”.

E disse: “Dovrà essere esaminato per tre mesi, a causa di quello, prima che le possa dare un certificato medicale da presentare”.

Dissi: “Per quanto mi concerne potrebbe esaminarmi per dieci anni.” Dissi: “Non potrà trovare mai più nemmeno un’ameba, perché sono partite”.

58              E da quel giorno fino ad oggi, non ne è rimasta nemmeno una traccia. Ho ripreso almeno centosessantacinque libbre fino ad oggi. Vedete ciò che può fare Dio? Ora, sto ritornando in Africa, o in India, piuttosto, per questa riunione. E scrivete ciò che vi ho detto questa sera, scrivetelo su un pezzo di carta, e vedete se non si realizzerà in quel modo. Questo è il modo in cui Dio lo farà accadere; questo è il modo in cui Dio l’ha fatto fino ad oggi e sarà così quando andrò laggiù.

Se mai un giorno sono stato combattuto per una riunione - so che ho degli amici indiani seduti qui stasera - se mai una volta sono stato combattuto per una riunione, questa volta, per l’India, è stata la volta peggiore. E il diavolo voleva impedirmi di andare laggiù, ma Dio mi disse di andare, e ci sto andando, partirò domani mattina, Dio volendo. L’ho visto prima che succedesse.

59              Poi, un giorno, se Dio vuole, tornerò in visita a New York; e le cose che vi ho raccontato stasera, scoprite se non si realizzeranno come detto. Sarà esattamente così.

Ed ora, domani sera avremo una linea normale di persone, ognuno… (Passaggio vuoto sul nastro – N.E.). Poiché come il fratello Roberts, sicuramente, pregherà per cinquecento persone in un’ora. Ed altri fratelli, faranno passare la gente attraverso la linea e pregheranno per loro. Io mi fermo e osservo ogni caso. Ma ho migliaia di casi che sono passati attraverso quella linea. E’ vero. Vedete? Ora, a volte è...

60              La preghiera è la cosa giusta. Ma ascoltate, amici, se andate da un dottore. E il dottore, o voi dite: “Oh, dottore, ho continuamente mal di testa”.

Egli dirà: “Ecco, prenda questo”. E vi dà un’aspirina. Quello non è un dottore. Sta solo provando a sbarazzarsi di voi. Un vero dottore vi farà entrare e vi esaminerà e troverà la causa di quelle emicranie. E a partire da quello ci lavorerà dietro. Non è forse vero? Quello è un vero dottore.

Ebbene, ora, dato... Prima di poter trovare una cura, dovete scoprire la causa. Non è forse vero? Se una persona è ammalata, c’è una ragione che sia ammalata. Qual è la causa? Dovete... Può forse essere l’incredulità; può forse essere un peccato inconfessato; potrebbe essere un peccato inconfessato. Può essere che Dio stia provando a farvi arrivare ad un certo punto. Non lo so. Ma quando trovo di che cosa si tratta, allora so quello che dico. Allora posso dire: “É COSI DICE IL SIGNORE”, poiché è la verità.

61              Dio vi benedica, domani sera vi parleremo, se Dio vuole, sul soggetto pertinente alla Guarigione divina. E ci attendiamo una grande riunione domani sera ed una grande questa sera.

Credete ora che l’Angelo del Signore… Mi domando se hanno distribuito… Fratello Berg, ha distribuito le carte di preghiera? Dove si trova Billy Paul? Io... Mi hanno fatto entrare così in fretta. Il fratello Baxter mi disse: “Racconta la storia della tua vita o qualcosa stasera, fratello Branham, e ho dovuto incominciare”. Ed allora in cinque minuti sono dovuto entrare, e non ho domandato loro niente.

Se Billy Paul si trova nell’edificio, perché, potrebbe... Qualcuno ha alzato la mano? Hanno distribuito le carte di preghiera oggi? L’hanno fatto, oh, bene, va bene. Benissimo. Oh, hanno tolto dieci dollari dal suo salario, per quel...?... (Quali carte di preghiera hai distribuito? Cosa dici? X?) X, quante? Cento. Bene, incominciamo con le prime venti, le prime venticinque con la X, o qualcosa di simile, proviamo.

62              Chi ha la X-1, fatemi vedere la vostra mano, X-1? La carta di preghiera X-1, volete alzare la mano? X-1,2,3,4,5,6,7,8,9,10. Prendiamo le prime 10. Allora chiamiamo dalla X-1 alla X-10 e fateli alzare per non provocare un intoppo mentre vengono avanti.

Ora, quanti si trovano qui per la prima volta, fatemi vedere le vostre mani, per la prima volta. Bene, il Signore vi benedica. Diciamo tutti insieme: “Lode al Signore”, per quelle persone. Siamo riconoscenti che vi troviate qui nell’Arena stasera. E spero siate particolarmente rallegrati delle benedizioni del nostro Signore Gesù.

Ho passato un momento per testimoniare, perché, avevo promesso di farlo questa sera, ed è questa la ragione. E fra l’altro, i libri... Non siamo venditori di libri, e nemmeno venditori di immagini. Questi libri sono stampati proprio qui nella vostra città, e dobbiamo riceverli, e sono in vendita ad un prezzo che è il minimo delle nostre possibilità. Non mi ricordo di aver fatto mai dei soldi con i libri. Gente modesta, ed a volte ne regaliamo diversi. Non vendiamo libri. Ed è solo perché penso che potranno esservi di aiuto, altrimenti non lo farei mai, la campagna di evangelizzazione dovrebbe provvedere.

Questa fotografia ha un copyright dalla Douglas Studios, dell’Associazione dei Fotografi di Houston, nel Texas. Non è mia, ma appartiene a loro. Devo comperarla e venderla allo stesso prezzo. Allora, è unicamente per il vostro bene.

63              Un piccolo articolo… Ed ora, non è – non sono io che lo dico, ma è una signora che l’ha detto. Ne ha una incorniciata a casa sua. Si trovava all’ospedale, e il dottore le disse che non avrebbe potuto vivere. E stava pregando, e quella piccola foto era sospesa là. Ed era... Non me, ma stava guardando questo. E ha affermato che... Ora, ecco la sua parola. Afferma aver detto questo: “Fratello Branham, mentre guardavo quella Colonna di Fuoco sopra di lei, ho detto: ‘Caro Signore, non è il nostro fratello Branham, ma sei Tu’.” E affermò: “Quella Colonna di Fuoco uscì dalla fotografia e rimase sospesa su di me”.

64              In ogni caso, il giorno seguente, il dottore disse: “Il caso è chiuso”. Era guarita. Ora, quella è la sua parola; non ho mai... Non è la mia. Ho citato solo la sua testimonianza. Non posso... Non ne sono responsabile. Non posso mai, non ero presente e non l’ho visto.

Ma ora, qui dentro, nel libro, c’è la scrittura di George J. Lacy, del FBI, il migliore degli Stati Uniti, per quanto riguarda le impronte digitali e i documenti. E se lui, come rappresentante degli Stati Uniti è coinvolto in quello, allora penso che sia il migliore del mondo. Ed era colui che esaminò la fotografia e disse: “E’ la sola prova scientifica mai eseguita di un Essere soprannaturale”. L’unico Essere soprannaturale che sia mai stato provato scientificamente... Bene.

65               Vediamo un pò se hanno… E’ quello… Da dove dovrei chiamare, ho dimenticato (Il fratello dice: ‘da 1 a 10, credo’ – N.E.). Da uno a dieci. D’accordo. Da dieci a venti ora. Numero X-10 fino a X-20, per favore. Bene. 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20. X-10 a 20. Da X-10 a 20. Ed ora, fratello Berg o qualcuno, vogliate vedere quante persone si possono mettere in linea là dietro e vediamo quante persone possono ancora far venire nella linea.

Ora… Ora, fra l’altro, ecco qui i fazzoletti sui quali vogliamo pregare. Se volete gentilmente chinare tutti il capo con me, mentre prego per questi fazzoletti, per favore.

Gentile Padre Celeste, qui davanti a noi sono ammucchiati tanti fazzoletti, e tessuti, qui nelle lettere che raggiungeranno le persone nel bisogno. O Dio, esse non sono arrivate qui solo perché volevano mandare una lettera. Sono qui perché dietro c’è un bisogno. E Ti ringraziamo, Tu hai voluto che noi trovassimo favore agli occhi della gente, la Tua gente; essi hanno abbastanza fiducia in noi, come Tuoi servitori, per credere, che se seguiamo l’insegnamento delle Sacre Scritture, essi saranno guariti.

66              E ai tempi della Bibbia, presero dal Tuo grande San Paolo, dei fazzoletti e dei grembiuli e gli spiriti maligni abbandonavano le persone, ed esse erano risanate. E prego stasera, Signore, che Tu invii questi fazzoletti sotto lo stesso Spirito Santo, e che i malati siano guariti da ogni loro malattia, e che grandi segni e prodigi siano manifestati. Accordacelo, Padre. Benedico questi fazzoletti e questi tessuti per la guarigione dei malati nel Nome di Tuo Figlio, il Signore Gesù. Amen.

Quante persone – quante persone possono ancora venire qui in piedi? E’ abbastanza? Ah? D’accordo, chiamiamo da X... Cos’era? 15 a 20? D’accordo, allora venite da X-15 a 25. Fateli venire, da X-15 a 25, fateli venire avanti, nella linea. Se... Avremo venti... Bene... Mentre vengono avanti... Da che cifra devo chiamare? 25? Bene, che si avvicinino e si mettano al seguito.

67              Poco importa quanti possono venire nella linea, voglio farne venire un massimo, e – e non fa nessuna differenza, solo l’idea che possiamo pregare per la gente e – e far il massimo per aiutare la gente.

Ora, amici miei cari, penso che, per un pò di tempo, qui in America, questo genere di riunioni sia l’ultimo che abbia luogo, se Dio vuole. Domandiamo al Signore Gesù e crediamo con tutto il cuore.

Vorrei domandarvi qualcosa: pregherete per me mentre sarò in India e in diversi luoghi, lo farete? Io – Io... E’ talmente importante per me. Vi ringrazio di tutto cuore.

68              Ed ora, vorrei ora… Siete i benvenuti se volete scattare delle foto, ma non le farei in questo momento, fratello o sorella. Aspettate, più tardi, dopo il servizio o domani sera. Sono contento che prendiate delle fotografie se volete vedere la mia brutta faccia, mi va, ma è... Sono grato per la vostra considerazione. Ma, capite perché vi domando di non prendere foto ora, o quando l’unzione arriva? Quella è una Luce, e vedo la luce di un flash e ciò mi distrae verso l’uditorio. E la fede di qualcuno laggiù... Vedete, non sono io, Essa mi lascia e si sposta su qualcuno. E rimarrà là. Poi guarderò al di sopra di Lei e da laggiù verrà una visione. E dico solo quello che vedo, ecco tutto.

69              E a volte, ciò innalza la fede della gente (Vedete?) ed essi sono guariti così. Ora capite perché vi dico di non prendere foto. Non è perché non voglia, è perché ciò interferisce con quello. Ora, più tardi, potrete scattare foto oppure domani sera, o prima che entri, e così via, domani sera in qualsiasi momento.

Il Fratello Wood, se è qui, ha... Ve ne rimangono ancora di queste foto? Sì. Ci sono ancora delle foto e dei libri... Ed è per adesso, poiché dopo saranno terminati. Più tardi, al mio ritorno, questo libro sarà esaurito. Se volete fare un regalo di Natale a qualcuno, qualcosa, inviatelo a loro. Dato che avremo un nuovo libro che verrà da oltre mare dopo il prossimo viaggio.

70              Ora, se l’organista può suonare “Sol abbi fè”, per favore. Oh, quante volte mi ha chiamato in tantissime lingue, oh, quel cantico è speciale, quando lo sento, mi sembra poterLo sentire avvicinare. Non so perché, ma... Se dovessi morire prima del ritorno di Gesù, e se devono – devono farmi il funerale, suoneranno quello quando mi faranno scendere nella tomba. Allora, voi qui a New York, se ne sentite parlare, sapete quando succederà, fermatevi e cantate “Sol abbi fè” una volta e ricordatevi di me, lo farete? E ricordate, questa è la mia professione di fede: un giorno ne uscirò. E’ la verità. E’ la mia fede. Credo nel Signore Gesù Cristo, il Figlio di Dio, con tutto il cuore.

Ora, la ragione per la quale hanno istallato questi altoparlanti, quando l’unzione mi tocca, proprio… Voglio darvi un massimo di dettagli. Sono felice di darvi delle spiegazioni, ma ci sono – ci sono molte cose che non capisco nemmeno io. Non le capisco; succedono ed ecco tutto. Succedono. E così io... La sola cosa che faccio è pregare e Lui mi dice, e dico solo ciò che Lui dice, è tutto quello che posso dirvi.

71              Ora, là fuori – là fuori nel… là fuori, voglio che abbiate fede e che crediate con tutto il cuore. Quante persone non hanno ancora una carta di preghiera e vogliono che il Signore le guarisca stasera, volete alzare la mano? Oh, mio Dio, è meraviglioso; è meraviglioso. Voglio dire che è meravigliosa la fede che avete. Non intendo dire che è meraviglioso che siate ammalati, poiché Dio sa che se mi trovo qui è per provare a vedervi guariti.

Ora, ecco la ragione di tutto questo, amici. Il Dono divino... Quanti qui credono che Dio ha stabilito nella Chiesa dei doni per il perfezionamento della Chiesa? Sicuro. E’ esatto. Ora, ecco la ragione di tutto questo. Ecco ciò – ciò che sono per voi. Per la grazia sovrana, prima che ci fosse un mondo, Dio sapeva che sarei venuto e che avrei avuto questo ministero. Quanti qui credono in questo? Sicuro, Lo sa. Allora ciò vi fu inviato a voi il popolo. Sono felice di vedere che voi, del Pieno Vangelo, credete all’elezione, poiché è lì che risiede tutta la cosa, nell’elezione. E’ vero. Tramite l’elezione Dio scelse quello, niente poteva essere fatto da noi, Dio l’ha fatto.

Allora, io per voi, è un segno del Signore Gesù Cristo, come il fratello Berg un pastore, o gli altri pastori, quando predicano il Vangelo, e li vedete con l’unzione dello Spirito, quelli sono segni. Qualcuno dà un messaggio, un’interpretazione, dice qualcosa a proposito di qualcuno nella chiesa, quelli sono segni. Se c’è un errore, anche quello è un segno che sono nell’errore. Se è vero, quello è un segno che sono nel giusto. Vedete? Sono tutti dei segni.

72              Ora, vi avevo spiegato che Gesù, quando risuscito dai morti, prima che partisse, disse: “Le cose che faccio le farete anche voi”. E’ vero? L’ha detto? E disse: “Anzi ne farà di più grandi di queste poiché Io vado al Padre mio” (Giovanni 14:12 – N.E.). E disse: “Ancora un po’ di tempo e il mondo non mi vedrà più (qui si tratta del non credente: ‘kosmos’, la parola greca dice ‘l’ordine del mondo’, non mi vedrà più, ma voi mi vedrete (voi la Chiesa), poiché Io (pronome personale, come io vi ho detto), Io sarò con  voi, e persino in voi, fino alla fine delle generazioni”. Questo non sembra giusto, nevvero? “Sarò con voi e persino in voi fino alla fine del mondo”. E’ vero? “Gesù Cristo lo stesso ieri, oggi e in eterno...” Poté vedere quello, seppe ciò che sarebbe avvenuto.

73              Ora, stasera, Gesù Cristo è risuscitato dai morti, e vive esattamente qui fra di noi nella forma di Spirito, chiamato lo Spirito Santo, lo Spirito Santo di Dio, che è Gesù Cristo, la terza Persona della trinità. Ora, ora. E’ nella forma di Spirito. Era con i figli d’Israele nella Colonna di Fuoco. E’ vero? Quanti credono che era Cristo? Sicuro era Lui.

E poi Egli scese e fu fatto carne per togliere i peccati, per togliere la malattia. Poi disse: “Sono venuto da Dio”, uscito da qui, disse: “Sono uscito da qui e ritorno là dentro”. E oggi, Egli è qui ed ha persino permesso, in un mondo scientifico, che sia ne presa una foto per darci la conferma. La gente può schernirci e ridere, ma Egli si trova qui. Non preoccupatevi. Sappiamo dove andiamo. Sappiamo cos’è tutto questo, nevvero? Dio è qui. Il Suo Spirito è qui.

74              E quale reazione provoca tutto questo? Se vi dicessi stasera, che in me c’è lo spirito di un grande artista, vi aspettereste che io dipinga un bel quadro. Se vi dicessi che in me c’è lo spirito di John Dillinger, vi aspettereste che io abbia dei grandi fucili e correreste per la vostra vita.

Ma vi dico che lo Spirito di Gesù Cristo è qui ed allora vi aspettate che agisca come Gesù. Nevvero? Egli era un Uomo austero nel suo parlare, parole gravi, li ha scacciati fuori dal tempio e così via, eppure era un Uomo d’amore, un Uomo di dolore. Era un Uomo che aveva compassione. Ma disse: “Non posso fare niente finché non lo vedo fare prima dal Padre mio”. Non è vero?

75              Ma Egli guardò l’uditorio e percepì i loro pensieri, ciò a cui pensavano. Disse a una donna che aveva toccato il suo vestito e che era stata guarita e diverse cose. E li conosceva anche per nome, nevvero?

Credo che fosse l’altra sera, oppure da una qualche parte qui, può anche non essere stato durante questa riunione... So che lo Spirito Santo ha chiamato qualcuno per nome. Oh, mio Dio, non ho poi ricevuto una lettera da quella persona, che diceva: “Ah, ah!”. Vedete, non capite, non... Quando Pietro venne a Lui, Egli non gli disse forse: “Tu sei Simone, e da ora in poi sarai chiamato Pietro”. Non è vero? Perché Egli li conosceva per nome; Egli conosce il vostro nome, nevvero? Sa tutto di voi. Dio vi  benedica.

76              Piacere signora. Ora, la signora qui in piedi mi è totalmente sconosciuta, perfettamente sconosciuta. Non l’ho mai vista e non conosco nemmeno una cosa su di lei. Ora, al momento in cui stavo per chiudere la Bibbia e predicare un testo... Ora, questo è il testo di Dio che vi è destinato affinché crediate che vi ho detto la verità a proposito di Suo Figlio Gesù Cristo, che è risuscitato dai morti e che si trova qui. Non lassù in cielo, Egli si trova qui, precisamente qui con voi.

Ora, se Gesù Cristo è risuscitato dai morti, e se ha promesso che le cose che Egli faceva le avremmo fatte anche noi, stando qui e parlando alla donna... Ora, per ciò che concerne la sua guarigione, Egli non potrebbe farlo. No, signore. Egli non può fare una cosa due volte. Non posso pagare il mio viaggio oltre mare una volta e poi andare a pagare di nuovo lo stesso viaggio. Quando Egli morì per le vostre malattie e i vostri peccati al Calvario, ha terminato... E’ la verità? Tutto fu compiuto là.

Se sia ammalata o no, questo non lo so, ma se è ammalata, Gesù la guarì quando morì al Calvario. L’unica cosa che potrebbe fare ora, sarebbe di svelarle qualcosa che potrebbe elevare la sua fede per crederci. Nevvero?

77              Se voi tutti foste peccatori, la sola cosa che Egli potrebbe fare sarebbe di dirvi una certa cosa, predicherebbe tramite il Vangelo, o un’altra cosa che lo Spirito Santo vi farebbe sapere che Egli è il Figlio di Dio e voi lo accettereste come vostro Salvatore: la stessa cosa... Ora, possa Egli avvicinarsi, è la mia preghiera.

Ed ora, mentre suona dolcemente all’organo, che nessuno si muova, siate rispettosi, tenetevi quieti. Naturalmente, ora quando il Signore parla alla paziente, se lo fa, voi nell’uditorio siate attenti. Mi stanno dicendo e spesso è così, che la paziente non sente immediatamente. Siate vigili, aspettatevi che Dio vi chiami. Allora, siate veramente reverenti se Egli vi chiama. Poi, se volete ringraziarLo, fatelo pure; molto bene. Vedete? Ma mentre Egli procede, siate all’ascolto, siate rispettosi mentre vi parla.

78              Ed ora, signora, desidero parlarle solo un momento come – come parlo a mia sorella. E ci troviamo qui, non ci conosciamo per niente, siamo stranieri l’un l’altro, non ci siamo mai incontrati in vita nostra, per quanto io sappia. E’ la verità? E’ la verità. Non ci conosciamo. Ma il Signore Gesù ci conosce entrambi, nevvero? E’ vero, ci conosce entrambi.

Adesso, lei è – lei è consapevole che da quando mi sono girato per parlarle sta succedendo qualcosa. Vedete? Ora, se si tratta della verità, alzi la mano affinché l’uditorio possa riconoscere che una Luce bianca si è posata qui. La stessa Luce che si trova su questa fotografia, si trova qui fra me e questa signora, proprio ora.

79              Sembra che la signora stia partendo da qui. Ella è... vedo una casa, un luogo, e lei è estremamente nervosa; è turbata e sempre agitata. Cammina  torcendosi le mani; a volte... Ma vedo che la portano da qualche parte. E’ un... E’ in un – sta per essere operata. E’ un ospedale. E la vedo venire per una, due, tre, quattro operazioni. Ed era sulla gola. Hanno inciso nella gola, poiché l’hanno coperta da qui. E’ nella gola. Ed hanno tolto una parte della sua gola o qualcosa d’altro, ed hanno introdotto una certa cosa nella gola per permetterle di respirare attraverso il... Sì, è sotto i suoi vestiti. E’ vero. E’ vero, nevvero, signora? Quello era Lui. Chiniamo la testa.

Signore Gesù, che il Tuo Spirito e il Tuo potere vengano e condannino il nemico, e che la nostra sorella possa essere guarita nel Nome del Signore Gesù Cristo. Amen. Dio la benedica, sorella. Vada credendo con tutto il cuore.

80              Ogni persona qui presente, in questo momento, dovrebbe credere con tutto il cuore. Se potete credere, tutto è possibile. Ma dovete credere. D’accordo, fate venire la signora.

Desidererei sentirmi più forte in questo momento. Rimanete in silenzio, in preghiera. Non muovetevi; siate tranquilli, per favore.

Ora, parlerà per questa signora che si trova qui? Abbiate fede ora. Credete che Gesù Cristo è il Figlio di Dio? Credete che Lui-Dio Lo risuscitò dai morti, ed ora è vivo fra noi? Se Egli è vivo fra noi, allora ci conosce come se fosse qui fisicamente fra noi. Credete che sono il Suo servitore?

81              Ora, uditorio, questo è come quando siamo oltre mare. Vedete? Devo fare questo nel modo (vedete?), devo portare la persona a credere in me. L’Angelo del Signore disse. Non credere in me come se fossi Lui, ma credere che Egli ha mandato me. Lo capite, uditorio? Ora la signora non può capire ciò che sto dicendo. Ma sto attirando l’attenzione del suo spirito. Ora, guardate, non posso nemmeno parlare la sua lingua, allora come potrei conoscere qualcosa di lei? Vedete? Sto cercando di attirare l’attenzione del suo spirito. Vedete? Ora, siate rispettosi adesso. Ora, lei è Cristiana, è credente.

Ora, se Gesù Cristo fosse qui in piedi al mio posto, e fosse… Egli potrebbe discernere il suo problema, ma il suo Corpo è andato al Padre, e il Suo Spirito è qui ora. Ebbene, lei è consapevole che sta succedendo qualcosa. Lei sa che si trova nella Presenza di Qualcosa. Se è il caso, faccia segno con la mano affinché l’uditorio possa vederla.

82              Sta succedendo qualcosa. Non so cosa sia esattamente; un minuto. Ora, siate rispettosi ognuno di voi e rimanete in preghiera per me questa volta. Sembra che ci siano due persone che... Si sta muovendo. Sì, bene, signora, colga la mia voce immediatamente quando Lui entra. Lei – lei è venuta qui per qualcun’altro. E’ – è per un ragazzo. E’ suo figlio. Ed è mentalmente. Non è Cristiano. Ma lei è Cristiana. E’ c’è una relazione fra lei e quel... quello è suo marito, seduto proprio lì. Ecco com’era nel... lei ?... Lei ha l’asma, nevvero? E’ la verità. Venga qui.

Signore Gesù, pronuncio questa benedizione su quest’uomo e questa donna per la loro guarigione nel Nome di Tuo Figlio, Gesù Cristo. Amen. Andate per la vostra via rallegrandovi, fratello e sorella. Dite loro: che Dio vi benedica. Amen. Gloria a Dio.

83              Potevo vedere l’uomo, un ragazzo; non potevo dire di che cosa si trattasse. Si mosse, ma era suo marito seduto dietro di lei, ecco cos’era. E stava unendo il suo spirito con quello di lui nello stesso tempo. Oh, non è forse Meraviglioso? Il nostro Signore Gesù, osservateLo solamente, Egli è il grande Dio dell’eternità, il grande Dio dei cieli, Colui che fece i cieli e la terra e tutto ciò che contengono. Amen.

Bene, venga avanti signore. Siate veramente rispettosi; credete con tutto il cuore, e abbiate solamente fede. Non dubitate, credete con tutto il cuore.

84              Ciò continua a tenersi qui… Era questa la copia che era qui pochi minuti fa? Erano le persone che si trovavano qui prima? La Luce si trova ancora attorno a loro. Capite l’inglese, signore? Non bene. Questa Luce è tutt’attorno a voi ora. Avete una benedizione del Signore. Ora, nel loro paese d’origine, se Questo succedesse laggiù, tutto l’uditorio si alzerebbe dalle sedie a rotelle e da tutto il resto e se ne andrebbero via guariti. Ecco come funziona oltre mare. Vedete?

La piccola signora seduta dietro quella donna, la signora laggiù, con la mano sul petto, lei... Lei soffre di asma, già da tempo; quest’uomo ha la stessa cosa, l’asma. Bene, tutt’e due, potete partire ora, ed essere guariti. Gesù Cristo vi guarisce. Dio ti benedica, fratello...?...

85              La sua piccola amica accanto a lei, crede che sia il profeta di Dio? Voglio dire la piccola signora là dietro che indossa un vestito verde, seduta accanto alla signora che... Si alzi un minuto signora. Tante persone credono. Lei, proprio lei: è sospesa su di lei. Pensavo che si trovasse sulla piccola signora che ha la mano tesa nella mia direzione. Si alzi. Vuole dirle qualcosa, ma io... Ci sono così tante persone in preghiera e una tale fede dappertutto nell’edificio.

Lei è – lei è veramente nervosa per una ragione. Ha problemi alla testa, un problema alla testa. Non è forse vero? E lei, la vedo che sta scrivendo o leggendo, non si chiama Amelia ? Il suo indirizzo è: Avenue Columbia, 1, Hartsdale, New York. Il suo problema di testa è finito, sorella; la sua fede l’ha guarita. Gesù Cristo l’ha guarita. Dio la benedica.

86              Crede queste cose? Vuole poter mangiare? Essere guarita? Crede con tutto il cuore? Può andare. Dio benedici questa sorella e guariscila, poiché lo domando tramite Gesù tuo Figlio. Amen. Dio la benedica sorella. Abbia fede in Dio e creda.

Crede con tutto il cuore? Crede che il Signore Gesù vuole guarirla? Egli è amorevole, nevvero? Quanti anni ha signora? Ventotto. E’ spagnola? Vedo una ragazza bianca.

Madre, seduta là dietro, che sta piangendo, sta piangendo su sua figlia perduta, nevvero? Ecco di che si trattava. Si alzi in piedi un minuto. Continua a farmi vedere una ragazza bianca e questa è spagnola.

O Gesù, Figlio di Dio, fa tornare quella ragazza perduta a casa da sua mamma. Ti prego, Dio, accordalo per Tuo Figlio, il Signore Gesù Cristo. Amen.

87              Dio ti benedica, sei guarita anche tu sorella, va sulla tua via rallegrandoti e ringraziando Dio.

E’ il suo bebè, signora? Ah! Problema allo stomaco. Strano nevvero? Che un piccolo essere così abbia quello. Ma crede che Gesù Cristo lo guarisce?

Signore Dio, benedico i due, il bebè e la mamma, nel Nome di Gesù Cristo, il Figlio di Dio, per la loro guarigione. Amen. E’ la verità, sorella. Ringrazi solo il Signore Gesù e vada avanti credendo con tutto il cuore.

88              Vuole avvicinarsi signora? O, Egli è così meraviglioso, glorioso. Crede che il suo male alla schiena è partito, il problema al rene l’ha lasciata? Sì, è partito. Dio la benedica. Vada sulla sua via e sia riconoscente e si rallegri adesso...

Crede che il Signore Gesù vuole guarirla da quel cancro là dietro, signore? Lei è venuto da lontano, dal Connecticut. Crede che Dio la guarisce e che starà bene? Lo crede? Si alzi in piedi. La vedo che si strofina il viso. Starà bene, non abbia paura, signore. Dio la benedica.

Crede che l’artrite è terminata ora? Sì, lei è guarita. Dio la benedica. L’ha lasciata.

89              Crede con tutto il cuore che si trova nella Sua Presenza? Allora il problema al rene l’ha lasciata; può andare avanti ed essere guarita nel Nome di Gesù Cristo. Amen.

Abbiate fede in Dio, non dubitate, credete con tutto il cuore. Riceverete ciò che avete domandato.

Ha un problema al cuore, nevvero, signora, lei seduta là dietro, vicino all’ultimo rango, la... Sì. Crede che Gesù Cristo l’ha guarita? Amen. Si alzi; la sua fede l’ha guarita. E’ tutto finito ora. Dio ti benedica sorella.

Lei seduta... è rimasta così scioccata da quello, lei che soffre d’artrosi, Lui ha guarito anche lei, lei che è seduta da questa parte. Dio la benedica. Può andare, è guarita.

90              Oh, per la Gloria del nostro Signore Gesù risorto, vogliamo darGli la lode e dire: “Ti ringraziamo Signore Gesù per le Tue bontà e la tua grazia verso noi, noi che siamo indegni. E Tu sia benedetto per sempre. Oh, come Ti lodiamo, come Ti adoriamo, Tu l’Ineguagliabile. Sei stato così buono con noi. Ora, Ti adoriamo con tutto il cuore. Ricevici, Ti preghiamo, Padre. Tramite Tuo Figlio, il Signore Gesù, Lo adoriamo. Amen”.

Oh mio Dio, che sentimento! Vorrei che tutto l’uditorio potesse sentire come mi sento proprio ora in questo momento. Ognuno sembra essere innamorato e tutto è meraviglioso. Oh, mi domando se sarà così nel grande Millennio che sta per venire, dove non ci sarà più nessuna malattia, nessuna tristezza, nessun struggimento.

E’ chiaro, sapete che sto parlando, per provare a scuotermi un pò. Voglio pregare per più persone. Lo – Lo amate con tutto il cuore? Oh, Egli è così meraviglioso, e così buono, e siamo così indegni, noi povere creature indegne e miserabili.

91              La giovane signora spagnola seduta?... Là, con una piccola camicetta bianca (o cosa sia), seduta là, ha problemi agli occhi, nevvero, sorella? Crede che il Signore la guarisce? Bene, può tornare a casa è guarita. Gesù Cristo l’ha guarita. Dio la benedica. Abbia fede in Dio. Non dubiti, abbia solo fede. Ecco tutto.

Oh, com’è meraviglioso. Sta cominciando a credere, nevvero, signore? Dio la benedica. Cosa potrebbe succedere se ognuno, di comune accordo, con una sola fede. Non ci sarebbe più bisogno di nessuna linea di preghiera: sarebbe tutto finito.

92              E’ questo il paziente, Billy? O fratello? Ora, vorrei parlarle solo un istante. Non ci conosciamo, penso. Non la conosco, lei non mi conosce. E lei crede che la presenza del Signore Gesù sia vicina? Ha problemi ai polmoni. Vedo una specie di... Oh, ha subito un’operazione e le è stato tolto un polmone. Le hanno tolto un polmone. E lei non sta tanto bene. Ma è venuta affinché la benedica nel Nome di Gesù Cristo per la sua guarigione. Lei è già benedetta. Ma venga avanti affinché possa imporle le mani.

Caro Dio, benedico questa sorella nel Nome di Tuo Figlio, il Signore Gesù, affinché Tu la guarisca e che stia bene. Amen. Dio la benedica, sorella. Vada... ora e si sentirà bene.

Oh, com’è buono nei nostri confronti, noi così indegni.

93              Crede, signore? Crede con tutto il cuore? Sono – le sono sconosciuto. Non la conosco, ma c’è Qualcuno qui che ci conosce, nevvero?

Oh mio Dio, laggiù sopra l’uditorio. Sta tirando da ogni parte ora. Sembra come una grande forza di attrazione, così, che mi fa muovere. L’uditorio intero sta credendo. Oh, perché non avete avuto questa fede all’inizio?

Ora, vediamo, lei – lei e noi – noi non ci conosciamo. Ma il nostro Signore Gesù la conosce. Sì, la conosce. Lei soffre di una malattia nervosa, sì, è veramente nervosa. Lei è diventata nervosa ed è da un pò che la disturba. E poi lei ha qualcosa all’incirca sul suo fianco. E’ situato nel suo fianco. Lei ha, credo, ha subito un’operazione a causa di quello. Vedo che l’hanno operata due volte. E non è andata tanto bene. Ora, c’è, quello... Ma sta per andar tutto bene ora, venga avanti solo un minuto.

94              Signore Gesù, impongo le mani sul nostro fratello, questo demone l’ha legato. Satana, ti sei nascosto dai dottori, ma non puoi nasconderti da Dio. Esci da lui. Nel Nome di Gesù Cristo, ti ordino di lasciarlo. O Dio, benedici questo per i suoi cari. Nel Nome di Gesù Cristo. Sono certo che sarà-sarà guarito, indossalo. Amen.

Abbiate fede in Dio, credete con tutto il cuore.

Piacere. Crede con tutto il cuore? Crede che sono il Suo servitore? Lei è qui per qualcun’altro. E quella è una persona che è veramente, veramente nervosa. E vedo una battaglia o qualcosa di simile. E’ suo marito. E’ un soldato. Ed è come, soffre di stress da combattimento. E’ tutto scombussolato, e lo vedo in un luogo che si chiama, è l’Amministrazione dei Veterani. E lei è venuta qui per lui, poiché è troppo nervoso per venire.

95              Dio onnipotente, per quell’uomo che è degno della benedizione, condanno il Diavolo e domando che quell’uomo sia guarito, nel Nome di Gesù Cristo. Amen. Non abbia paura, sorella. Abbia fede, creda con tutto il cuore.

Amen. E’ vero. Gesù Cristo il Figlio di Dio vive e regna supremamente oggi. E’ lo stesso ieri, oggi e in eterno. Oh, come Lo amo.

Crede? Credo che non ci conosciamo, non la conosco. Ma c’è Qualcuno qui con me che la conosce. E’ il mio Amico, il Signore Gesù. Egli è mio Padre, tutto ciò che ho è Lui. La mia fede e la mia fiducia sono basate su Lui. E’ Lui. Lei viene a me perché sono il Suo servitore e posso aiutarla. Lei è Cristiana. E sta per essere operata. E si tratta di un organo nel suo corpo. Lo vedo da un esame femminile che qualcosa è caduto giù. Pensavano di introdurre un apparecchio per sostenerlo, ma è – è la vescica che è scesa, la vescica è scesa. E i dottori vogliono operarla.

96              Vedo una giovane signora accanto a lei; è sua figlia. E soffre di un tumore. E quel tumore è sul petto. Non abbia paura, sorella. Nel Nome di Gesù Cristo, il Figlio di Dio, condanno il diavolo e domando la liberazione. Amen.

La Sua Maestà, il Re d’eternità, il Re dei cieli, il Re dei cieli del cielo, il Re della terra, il Re dei santi, il Glorioso, l’Alfa, l’Omega, la Rosa di Sharon, il Giglio della Valle, la Stella del Mattino, il Padre, Figlio, Spirito Santo, Colui che è grande e potente si trova fra il popolo stasera e agisce estremamente e abbondantemente.

Alzatevi e adorateLo e glorificateLo. Pronuncio ora la benedizione di guarigione su ogni mortale sofferente in questo edificio. E, nel Nome di Gesù Cristo, comando ad ogni demone di lasciare la gente e di uscire da ognuno di loro.

IN ALTO