HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Parla alla Roccia di William Marrion Branham è stata predicata il 53-1115 La durata è di: 1 ora 25 minuti .pdf La traduzione BBV
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf   
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Parla alla Roccia

1                   Numeri… Vorrei parlarvi per alcuni minuti, e rimanete attenti. Abbiamo avuto una bella piccola riunione questa mattina dal fratello Roger, e che accoglienza calorosa. E--e quando li abbiamo lasciati, mia moglie mi disse, mi disse: “Non ti ricordava il Tabernacolo, quando abbiamo iniziato?”

Le dissi: “E’ vero, certamente”.

Ed è così che avevamo iniziato, in un piccolo gruppo di persone come quelle, una piccola--piccola vecchia chiesa, il suolo non era pavimentato. Non possedevamo nemmeno un pavimento, con delle vecchie finestre. Mi ricordo che il primo anno incominciò a gelare, ed ecco che arrivavano attraversando quel locale alcune donne anziane. E il suolo era gelato, quando facevamo un fuoco si scaldava tutto e sgocciolava, il fango ci arrivava alle caviglie, e loro attraversavano tutto quel fango, sapete, si tiravano fuori, e si sedevano attorno ad una vecchia piccola stufa in fondo (al locale) e una quaggiù, ma lodavamo il Signore. Passavamo dei momenti magnifici.

2                   Molti sono già andati al di là del grande oceano, la divisione. Li ho visti alla fine della loro vita, li ho seppelliti. E come sono sicuro che esiste un Dio in Cielo, credo che se Gli rimarrò fedele, un giorno, in un paese migliore, mi ritroverò nuovamente con loro.

E questa è la cosa principale. Dopo tutto, la vita cos’è? Non sappiamo quanto tempo durerà, potremmo anche lasciarla oggi pomeriggio; questa potrebbe essere l’ultima volta che ci troviamo assieme. Lo sapevate? Ma che sia così o che non sia così, non possiamo perdere. Il cristianesimo non potrà mai essere sconfitto, nevvero? Non puoi perdere, poco importa quello che fai. Non esiste la sconfitta per il cristianesimo. Se vivo ci guadagno; se muoio ci guadagno. Se... Allora, non dovrei dire muoio. Non posso morire, finché in me c’è la vita eterna, non posso morire. Lo sapevate? Non potete morire.

3                   Non esiste una cosa come morire per un cristiano. Non c’è un solo passaggio della Bibbia che vi dica che un cristiano muore. Al contrario, siamo tutti vivi. Gesù ha detto: “Chi crede in Me ha vita eterna”. E’ vero? Come potrebbe avere una fine se è eterna. Vedete?

“Chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna, e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita.” (Giovanni 5:24 – n.d.t.) E’ la verità.

Perciò non possiamo morire e non possiamo cessare di esistere. Saremo per sempre. Vi fu un’epoca dove non eravate niente, ma non esisterà mai più un’epoca nella quale non sarete niente o da nessuna parte. Esisterete in un certo luogo, da ora, attraverso tutte le epoche, senza fine, esisterete in un certo luogo, per tutta l’eternità.

4                   Perciò ora, quando le prove diventano difficili penso solo a quello. Come tutti mi trovo davanti a problemi nella vita, delle prove per le quali dobbiamo combattere duramente per uscirne. Ma quando ho le spalle al muro, mi metto a pensare unicamente questo: Ebbene, che differenza fa'? La Bibbia dice:

“Or noi sappiamo che tutte le cose cooperano al bene per coloro che amano Dio” (Romani 8:28 – n.d.t.) E’ giusto?

Perciò, forse è per il mio bene. Allora vado avanti e ad ogni modo lo accetto. E se--se... Niente può nuocervi. Persino la morte non può farvi del male. Quando la morte si avvicinerà, dirò... Il vecchio apostolo mentre gli fabbricavano la forca là fuori, per tagliargli la testa, disse: “Morte, dov’è il tuo pungiglione? Tomba, dov’è la tua vittoria?”

La tomba disse: “Ti piglierò presto o tardi. Ti piglierò”.

Disse: “Cosa puoi farmi?” Ecco tutto.

5                   “Ti indico solo l’aldilà, verso l’Essere nel quale io sono, Gesù Cristo. Colui che strappò tutti i tuoi lacci e tornò alla vita. Ora, come farai a tenermi prigioniero?” Ecco tutto.

La morte rispose: “Ti farò stridere e urlare”, quando si avvicina.

“Fammi vedere dove potrai farlo”. So solo una cosa ed è che quella morte – ciò che quel Dio fece alla morte, Egli la imbrigliò rendendola simile a un carretto. L’unica cosa che possa fare è di tirare il credente direttamente nella presenza di Dio. Allora--allora, cosa può farci? Non può farci nessun male. Allora, non preoccupiamoci di nulla, d’accordo?

Se il recipiente della farina è vuoto, Dio ha promesso che provvederà. Forse Lui voleva che ogni tanto si svuotasse. Vedete? E forse se succede qualcos’altro, o se i bambini non hanno abbastanza scarpe per andarsene in giro, allora dovrete comperarne un paio questa domenica e aspettare la domenica prossima prima di comperarne un altro paio... So cosa significhi. Bene, Dio supplirà ad ogni cosa.

6                   Il fratello Bosworth, una volta, ha parlato di quando si trovava in una riunione. Disse: “Ebbene”, disse: “ho tenuto una riunione”, disse: “mi sono recato in California”. Disse: “Ho continuato con le riunioni” disse: “gli altri sono arrivati, Smith Wigglesworth e tutti loro”. Hanno raccolto le offerte per lui... e sono andati avanti. Disse: “Non avevo neanche un’offerta e mi mettevo sempre più nei debiti”. Quando poi è venuto il momento di tornare a casa, raccolsero la sua offerta, e quella sera raccolse le offerte, disse: “Oh!”, disse: “Incominciò a piovere così tanto che nessuno venne alla riunione”. E così dovette farsi prestare dei soldi per tornare a casa. Ma, ringraziò il Signore e tornò a casa.

Si recò ad un’altra riunione, ed eccola arrivare. Vedete? Ecco tutto. Non è forse un Padre amoroso? Lo amiamo tutti.

Ora, ci trovavamo in Esodo, no, leggevamo in Numeri, al--al capitolo 20°, e il verso 7:

Poi l'Eterno parlò a Mosè, dicendo:  

«Prendi il bastone; tu e tuo fratello Aaronne convocate l'assemblea e davanti ai loro occhi parlate alla roccia, ed essa...

(Voglio che notiate)

 ed essa darà la sua

(la sua, è un pronome personale, vedete?)

ed essa darà la sua acqua; così farai sgorgare per loro acqua dalla roccia e darai da bere all'assemblea e al suo bestiame».

7                   Chiniamo il capo, ora, per un momento. Padre, Ti ringraziamo. Ti ringraziamo dal profondo del nostro cuore che Tu sei qui. Ti ringraziamo per queste persone. E più di tutto, Ti ringraziamo di averci mandato Gesù. Eravamo dei poveri Gentili, travolti da idoli muti, duemila anni or sono, primitivi al massimo; vivevamo là fuori senza vestiti, e mangiavamo tutto ciò che trovavamo per terra. Morte, contaminate, di tutto, le mangiavamo ugualmente... i nostri padri istituirono gli idoli e li adorarono. E mentre eravamo peccatori in quelle condizioni, Dio con la Sua grazia, cosciente che eravamo la Sua creazione, mandò Gesù affinché chiamasse a ravvedimento i Gentili.

Ed ora, o Dio, siamo figli e figlie di Dio, il popolo più rispettato della terra. Come Ti ringraziamo per tutto ciò, poiché possiamo portare il nome di Cristiani. Oh, Ti amiamo, Padre.

8                   Ora, poiché tocca a me, oggi, e dato che hai fatto venire questo popolo affinché ascolti, desidero parlar loro del Tuo amore. Ti prego di circoncidere le mie labbra, il mio cuore, la mia mente, che io possa dire e pensare unicamente le cose che sono giuste, e dire le cose che sono giuste. Poi apri le loro orecchie, Signore, affinché possano riceverle. Che lo Spirito Santo prenda le cose di Dio, ora, e le distribuisca ad ogni individuo, secondo i loro bisogni, poiché lo richiediamo nel Nome di Cristo. Amen.

Immagino che alcune persone non abbiano ricevuto i loro fazzoletti, credo che erano già qui ieri sera, e probabilmente non li hanno raccolti. Cosa dite? Sono nuovi... Bene, mentre--mentre siamo qui, prima che mi dimentichi, preghiamo loro.

Signore, Ti prego di guarirli. Oh, pensiamo alla donna sunamita che è venuta a Elia, mentre questi oggetti sono qui, Ti domandiamo... e come avevano preso dei fazzoletti e dei grembiuli dal corpo di Paolo; possano queste persone essere guarite nel Nome di Gesù, Ti preghiamo. Amen.

9                   Amici, viviamo in un giorno così meraviglioso e... continuo a guardare da quella parte verso la sorella Beeler. Se questa signora non è la sorella Hoover – continuo a pensare che sia la sorella Hoover. L’ho chiamata così questa mattina. L’ho udita in una riunione l’altra sera, come gridava. E quando sono tornato a casa pensai: “Ebbene, sorella Hoover, hai proprio passato un momento mera...”.  Ma, non era qui. In vita mia non ho mai visto due persone che si assomigliano così tanto.

Una--una signora che avrà circa... ebbene, era a casa nostra lassù; è una signora, una cara cristiana, e... si occupa dei bambini e fa' delle cose per noi, una persona molto cara. E il modo con il quale è pettinata, le assomiglia, e si muove veramente e perfettamente come lei. E così, io... La Signora Beeler è con mia moglie là, e volevo solo dire che c’era una... per attirare la loro attenzione. Ma ogni volta che guardo da quella parte mi fa' pensare... A volte osservo l’udienza per vedere se conosco qualcuno personalmente.

10              La gente mi domanda: “Ma, non mi ha visto, fratello Branham? Ero seduto proprio davanti a lei”. Ma non li avevo notati.

Sono per strada e mia moglie mi domanda: “Ma non hai visto il Tai dei tali?”

Le rispondo: “No, non li ho visti”.

Ebbene, quello... Non so, penso che sono sciocco, ma non mi guardo in giro e non vedo la gente. Non so se veramente... Qualcuno mi passa vicino e se non alzo la testa, perché, scusatemi, mettetelo sul conto della mia ignoranza. Ma durante le riunioni cerco di osservare tutt’attorno per vedere se conosco qualcuno.

11              Ed ora, stiamo per aprire le Scritture e leggerne un passaggio, ma vorrei parlare alcuni minuti su questo (soggetto). Ora, mi piace pensare a... se ci concentriamo un po’... Vi prometto, con l’aiuto di Dio, sarò... proverò a lasciarvi uscire fra quarantacinque minuti, se ci arriviamo.

Se volete solo pregare per me, e poi ci sbrighiamo ad entrare nella Parola. Amo la Parola e voi? Quando si scava e si scoprono quelle vecchie pepite, si puliscono un pochino e si guardano; sono veramente magnifiche, le cose delle Scritture. Credo nel fatto che l’Antico Testamento era un tipo perfetto del Nuovo Testamento; era solo un’ombra.

Vedete, se mi metto al sole e se cammino verso la parete, e che guardo la mia ombra proiettata, potrei farmi un’idea di ciò che sono; se sono un animale a quattro zambe, se ho due ali come un uccello e così via.

Perciò, quella è l’ombra. E dato che ora il sole sta attraversando il tempo, stiamo vivendo all’ombra della venuta di Gesù, non credete? E queste cose che succedono, che vediamo, sono solo un’ombra di ciò che sta arrivando.

12              Oh, penso che parlo a un’udienza interamente riempita dello Spirito Santo. E sapete, amici, credo che ci troviamo all’ombra di uno degli avvenimenti più grandi che il mondo abbia mai ricevuto o udito, proprio... Siamo sul bordo.

Quando l’Angelo del Signore venne a me… La prima cosa che disse, molti veterani furono presenti nelle riunioni, quando mi incontrò per la prima volta, mi disse di prendere la mano delle persone. Ieri sera, o una volta, o ieri, ho incontrato una piccola bambina. Le ho preso la mano solo per vedere se... sì, sempre la stessa cosa. Vedete? Poi potete osservare come si muoverà, lo vedrete coi vostri occhi, in che modo agisce.

13              Poi aggiunse: “Allora, se sarai rispettoso, avverrà che conoscerai i segreti dei loro cuori”. Disse: “Se non crederanno al primo (segno), crederanno al secondo”.

Ebbene, per due o tre, o quattro anni era tutto ciò che conoscevo sul modo... l’imposizione delle mani sulle persone.

Ebbene, successe esattamente così. Ed ora, c’è qualcosa che mi spinge e  mi dice che siamo solo al... a quel momento dove qualcosa è sul punto di avvenire, e sarà più grande di tutto ciò che abbiamo mai udito fino ad oggi. Sono così riconoscente per questo, e pregate per me affinché Dio mi conceda di vivere per vederlo (capite?), per vederne la realizzazione. Ed ora, prego Dio che conceda a voi tutti di vivere e che possiate vederlo

14              Io… sappiamo quando passeremo velocemente su quello… Pensate un momento a tutte le cose che ora sono misteriose, e a quando i nostri occhi si chiuderanno e ci sveglieremo accanto a Lui, niente sarà mai più misterioso. Tutti quei grandi misteri che non capiamo, saranno là quando--quando avremo lasciato questa terra. Non trovate che sarà meraviglioso?

Oh! Finiti i pungiglioni e la paura di quelle cose. Da sempre ho voluto conoscere più e più di Dio, e voi? E’ per questo che ci troviamo qui ora, affinché possiamo conoscere meglio Dio. E, pensate, non appena chiamerà la nostra vita, Lo conosceremo – Lo vedremo faccia a faccia, allora. Oh! Non è forse meraviglioso?

Sono così felice di essere stato salvato, non so cosa farei. Potrei fermarmi e incominciare a gridare in questo momento. Vedete? Poiché sono così felice di essere stato salvato. Oh! Solo il pensiero della salvezza, della Vita eterna, non posso morire. Non... Nulla potrà farmi del male. Vivrò per sempre. Oh!

15              Pensate, uno di questi giorni queste spalle chine... L’altro giorno mi stavo guardando, pettinando quei pochi capelli che mi rimangono. E così, mi--mi guardavo e pensai: “Stanno diventando grigi da ogni lato”. Guardai oltre e vidi mia moglie, più giovane di me, ed era più grigia di me. E pensai: “Ebbene, le mie spalle si stanno abbassando, e guarda le mani, stanno diventando come le mani di un vecchio; e poche settimane fa giocavo alle biglie là fuori sulla strada.”

Poi pensai: “Che differenza fa'? Oh! Uno di questi giorni queste spalle si raddrizzeranno e quei capelli saranno nuovamente neri”. Sarò per sempre così. Sissignore. Posso confermarlo con la Parola di Dio.

16              Se avrò ancora un’occasione, forse lassù nella piccola città, vi sarete ugualmente. Allora, venite. Voglio cogliere l’occasione per parlarne di nuovo, provarvi, Bibbia alla mano, che è la verità.

Per ora, vogliamo parlarvi di un viaggio, di come Iddio fece uscire il Suo popolo dall’Egitto e lo fece entrare nel paese della promessa, un tipo perfetto dell’abbandono del peccato, per entrare nel paese dello Spirito. Ora, vi sono tre fasi in questo viaggio; la prima è Israele in Egitto, Israele durante il viaggio, Israele in Palestina, questo è un tipo perfetto della giustificazione per fede, l’uscire; la santificazione attraverso il Sangue, il battesimo dello Spirito Santo. E’ perfetto, le fasi della Chiesa. E’ qui che la Chiesa si trova ora.

17              Ora, la cosa che voglio che osserviate. Sono usciti sotto Martin Lutero. Furono santificati sotto John Wesley, ripieni dello Spirito Santo sotto la Pentecoste. Ora siamo nel paese della promessa qui, stiamo colpendo i filistei e abbiamo un tempo meraviglioso, vincendo. Da qualche parte è scritto: “Qualsiasi cosa domandate nel mio Nome, vi sarà data”.

Sono solo dei demoni, che si mettono tutt’attorno, ma noi penetriamo proprio là dentro con la spade di Dio e li tagliamo fuori, vincendoli. Ci appartiene. Dio ce l’ha data. Disse: “Ecco il paese, ve lo do, andate avanti, e possedetelo”. Perciò, abbiamo fatto il viaggio, ora siamo arrivati.

18              Ora, molte persone lo applicano a Canaan, al fatto di essere lassù nel paese della promessa, come se fosse il tipo dei Cieli. No, non può tipificare i Cieli. Ma sono le fasi del viaggio della Chiesa. C’erano le guerre e tutto quanto laggiù in Canaan. Non ci sono guerre nei Cieli, sapete. E c’era la morte, gli omicidi, e tutto quanto. Perciò non avevano quelle cose nei Cieli. E’ un tipo dello Spirito Santo.

Se avete notato come Israele scese laggiù, come Giuseppe, un sognatore, un veggente... Ora, non poteva fare a meno di essere un veggente. Dio fece di lui un veggente. E... Ebbero dei sogni e dovette darne l’interpretazione, e Dio gli disse ciò che sarebbe successo. E il suo – tutti i fratelli furono gelosi di lui.

19              Ora, osservate. Già dalla nascita era il figlio favorito, più degli altri. Quello era Gesù. Gesù Cristo visse in ogni apostolo, in ogni profeta. Gesù Cristo fu nella Chiesa fin già dall’inizio. Lo credete? Certamente.

Osservate Davide quando fu detronizzato e se ne andò sulla collina. Era il figlio di Davide, era Cristo. E andò a Gerusalemme, con la sua propria gente che lo destituì. E mentre se ne andava sulla collina, salì lassù e pianse, guardò indietro verso Gerusalemme e pianse. E’ vero? Perché era un re rigettato nella città. E’ vero?

Osservate Gesù, suo Figlio, circa cinquecento anni più tardi, si tenne di fronte a Gerusalemme e disse: “Gerusalemme, Gerusalemme...” era rigettato, il Figlio di Davide, “... Quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli come la gallina raccoglie i suoi pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto! (Matteo 23:37 – N.d.t.) Vedete? La stessa cosa... “Quante volte...” Vedete? E’ sempre Gesù Cristo attraverso tutti i tempi, esattamente.

20              Gesù Cristo era in Mosé. Gesù Cristo era in Giuseppe. Giuseppe era un tipo perfetto di Cristo. Osservate come Lo prefigurava, Dio operava. E il solo modo che io abbia... so che è la tipologia, ma come--come posso predicare quello senza istruzione, se non guardo l’addietro? E vedendo l’ombra, a cosa assomiglia, riesco ad avere una concezione di cosa possa essere la realtà.

Osservo quei tempi, vedo Giuseppe, quando nacque da suo padre tramite – fu amato da lui e rigettato dai suoi fratelli. E suo padre gli offerse un mantello di molti colori. Sette colori è un - solo sette colori, i colori originali naturalmente. E questo mantello fu messo sul suo piccolo corpo, esattamente come l’arcobaleno fu messo su Gesù dopo la Sua morte, sepoltura e risurrezione. Quando Giovanni Lo vide, Egli aveva un arcobaleno attorno a Lui che lo guardava come una pietra di diaspro e di sardio; e quelle erano le pietre di Efraim, o le – di Beniamino e Ruben. E--e come il primo e l’ultimo... L’arcobaleno attorno a Lui, che significava un’alleanza, l’alleanza del Sangue, Gesù – che Gesù diede alla Chiesa come alleanza. E l’arcobaleno è sempre il segno dell’alleanza.

21              E Giuseppe allora, quando andò a vedere i suoi fratelli, fu rigettato e fecero credere che fosse morto.

Ora, fu questo che gli ebrei fecero quando venne fra loro, i Suoi non Lo ricevettero. Non Lo amavano, perché? Perché era un veggente, perché era un profeta, perché era più spirituale di tutti loro. E quando decisero di ucciderlo, uno di loro li sfidò e disse: “Non uccidetelo, è il nostro fratello”.

Ma lo gettarono in un pozzo. Poi lo portarono... Fu tirato fuori dal pozzo e fu portato in una delle città più grandi del mondo, a quei tempi, in Egitto e diventò la mano destra del Faraone. Esattamente come Gesù fu rigettato dai suoi fratelli, ucciso e fu messo in un pozzo, risuscitò ed ora è seduto alla destra della città più grande in tutta l’eternità: il Cielo.

22              E nessuno aveva il diritto di venire al Faraone, se non tramite Giuseppe. E nessun uomo può venire a Dio, se non tramite Gesù (vedete?), è perfetto.

E ancora una cosa che osserviamo… dobbiamo sbrigarci, sto solo edificando il contesto.

Ma osservate, in questa tentazione, quando si trovava nel - quando si trovava in prigione, tramite il grande dono che possedeva, c’erano due uomini; uno era il domestico e l’altro il macellaio, o il panettiere. Uno di loro fu perduto e l’altro fu salvato. E’ vero?

Osservate Gesù sulla croce. Due vennero a Lui, e uno fu perduto e l’altro fu salvato, sulla croce, così perfetto. E poi ho notato un’altra cosa, quando Giuseppe fu rigettato dalla sua gente, gli fu data una sposa fra i Gentili. E’ la verità?

Il Faraone gli diede una sposa. Ebbene, è la stessa cosa... Gesù dopo essere stato rigettato dagli Israeliti venne alla chiesa dei Gentili e si scelse una Sposa. E noi, oggi pomeriggio, siamo la Signora Gesù. E’ la verità. Amen. Amo questo, di certo.

23              Ora, oggi pomeriggio, in questo luogo, ci sono molte giovani donne, molte belle ragazze. Ora, rispetto ognuna di loro, ma esiste solo una signora Branham. Vedete? Ed è mia moglie. Bene. E le cose stanno così. Esistono molte chiese; esiste molta gente che va in chiesa e così via, ma esiste una Signora Gesù. E’ vero.

E coloro che… è composta da ogni denominazione che è nata di nuovo dallo Spirito di Dio e viene nel Corpo di Cristo, prendono... Sono eredi con Lui. Sono con Lui, sono parte di Lui, proprio una parte del Suo corpo. Ed è così che è la moglie per suo marito, è parte di lui. Amen.

24              Oh, quando penso a queste cose. Penso a quello quando, nella Genesi, quando--quando Dio fece il sole e fece la luna. Ora la luna è la moglie del sole. Ora, quando il sole scompare, la luna riflette la luce del sole (è vero?) sulla terra.

Ed ora, quando Gesù fu rapito, noi siamo la Sposa che è la luna, e riflettiamo la Luce del Vangelo, e non possiamo rifletterLo se prima non si riflette su di noi. Amen.

Bene, quando arriviamo... Quando il Vangelo si riflette su noi, allora possiamo rifletterlo fuori. Perciò, manda la Luce, Signore, è la mia preghiera, affinché possiamo riflettere la Luce del Figlio di Dio nella Sua potenza, nella Sua risurrezione, nella Sua pienezza, com’é meraviglioso.

25              Ora, Dio fece tutto quello per uno scopo. Finalmente, sapete perché Giuseppe prosperò? Ecco un’altra piccola--piccola pepita che vorrei lasciarvi. Avevate notato che Giuseppe, quando morì, diede a quel popolo, finché rimanevano laggiù, un memoriale che, un giorno o l’altro, essi sarebbero usciti da quel luogo. Disse... Ora, avrei dovuto porre la mano su questo sarcofago, non tanto tempo fa, lassù nel... oh, in un grande museo, oltremare, una grande cosa che giaceva là dentro. Doveva essere un sarcofago d’Egitto. Perciò erano... si trovava in un museo britannico. E la sedia - la sedia sulla quale avevano eletto i re, vi sorprenderebbe il vedere a cosa assomigliava. La poltrona là fuori sotto il porticato è ben più bella, fatta di legno di noce americano. E’ vero.

26              Era una piccola cosa vecchia, con una pietra, quel frammento di pietra sul quale Giuseppe avrebbe dovuto posare il suo capo. Ma assomigliava più ad un vecchio pezzo di pietra di Bedford, là fuori, però non così grande. Ma--ma quella è la “Stone of Scone”, sapete, che hanno rubato in questo posto non tanto tempo fa. E tutte quelle cose sono solo...

Ma Giuseppe, era il-il-il tipo di ciò che doveva essere Gesù, e quando morì disse: “Non seppellite le mie ossa, ma lasciatele giacere qui”.

E ogni Ebreo che passava da quel posto, guardava quelle ossa... Poco importava che la sua schiena venisse flagellata dagli schiavisti, egli guardava verso quelle ossa ed era sicuro di una cosa, quel profeta aveva detto: “Un giorno, quelle ossa, portatele con voi, e Dio ha promesso che usciremo, e prendete le mie ossa con voi.”

Ed essi sapevano che era un segno perfetto, che un giorno avrebbero lasciato quella schiavitù egiziana, poiché le ossa di Giuseppe dovevano essere portate fuori e seppellite. Ed egli era un profeta che aveva la Parola di Dio, ed essi sapevano che non poteva fallire.

27              Che consolazione per ogni Ebreo che aveva la schiena flagellata e sanguinante, il fatto di camminare e gli schiavisti... poter guardare di là e vedere quella vecchia pietra, quel luogo dove giacevano quelle ossa, e di sapere: “Un giorno! un giorno! partiremo!” Gesù fece la medesima cosa, Egli lasciò una tomba vuota.

E uno di questi giorni quando passeremo vicino e diremo a nostra madre, la cara, dolce e vecchia donna che ci ha cullato sul suo grembo, e ci ha abbracciati, e amati… E forse il nostro piccolo bebè che stringevamo nelle nostre braccia, e cullato, e affezionato, quando udite il predicatore: “Cenere ritorna a cenere, e polvere alla polvere…”. Li potete vedere che gettano quelle vecchie zolle gialle e la ricoprono, ma che facciamo? Chiudiamo i nostri occhi e guardiamo al di là, a Gerusalemme laggiù. Esiste una tomba vuota. Un giorno usciremo da qui! E’ vero. Siamo in cammino verso il paese della promessa. Sissignore. E Mos – no, Giuseppe lasciò lo stesso segno che Gesù lasciò.

28              Ora, vorrei farvi osservare un’altra cosa. E quando... Prima di partire, la chiamata fuori, i figli d’Israele ricevettero un segno. Mosè uscì e incominciò a predicare loro, conosciamo la storia. E quando Mosè ebbe predicato a loro, operò il suo segno una volta... Dio lo incontrò, non voleva andare, ma Egli gli diede un segno da portare, la guarigione--guarigione fu uno dei segni. Il prossimo segno fu di operare un miracolo con un bastone. E quando questo fu fatto, essi credettero a Mosè e incominciarono la marcia. Bene.

Non si erano allontanati tanto che si misero già nei guai. Ogni volta che incominci a camminare per Dio, fa' attenzione perché sei diretto verso un guaio. Il diavolo si metterà lungo e tirato sul tuo cammino per intercettare ogni tuo passo. Ti farà inciampare, ti scoraggerà, ti farà ogni cosa. E’ il demone. Oh! Amo versargli addosso la Parola, e voi? Sissignore. Dite: “E’ scritto nella Parola del Signore”. E’ vero. Dio l’ha detto.

29              Il diavolo mi odia, lo so che odia anche voi. Ed è il mio nemico. Ma fintanto che Dio è il mio amico, non devo temerlo. Lo faccio solo tornare, prendo la Parola di Dio e lo faccio retrocedere, uscire dal suo... fuori dal territorio che pensa possedere. Non possiede nessun bastione. Egli è assolutamente e legalmente sconfitto in ogni luogo.

Il diavolo non ha nessun diritto in nessun luogo. E’ unicamente un demone, e una parola d’ordine, ecco tutto. Non ha nessun diritto legale su ogni uomo che accetta la promessa di Gesù Cristo.

E’ distrutto nella malattia; è distrutto nelle contrarietà, è distrutto in ogni cosa. E’ distrutto nella morte. Non può farmi paura, non può farvi paura. E’ solo una grande ombra e nient’altro.

30              Perciò farebbe meglio ad andarsene sulla strada. Ho appena visto la sua luce rossa passare sopra la collina, e voi? E’ partito. Sissignore. Bene. Lode al Signore. Incomincio a sentirmi molto bene ora. Sapete, si diventa un po’ irrigiditi e provati; mi domando se non sto’ diventando un po’ vecchio. Ma quando incomincio a sentire la Sua Presenza, allora dimentico di essere vecchio...?...

La prima volta che udii un predicatore pentecostale, quando incominciò a predicare – aveva circa ottant’anni – dovettero condurre il vecchio uomo. E quando quell’uomo incominciò a predicare, si riscaldò predicando, fece almeno tre cerchi, con un salto fece schioccare assieme i due talloni, lasciò il palco e disse: “Ma qui, non c’è abbastanza spazio per me per predicare”.

Pensai, “Oh, fratello è questo che ho bisogno”. E’ vero. Se quello lo faceva agire in quel modo, cosa farà a ... Perché, ti farà agire così... Si sentiva così a ottant’anni, immagino. Una persona molto vecchia, dovevano condurlo sul palco, ma non avevano bisogno di condurlo fuori. Perciò quella è la differenza, la potenza di Dio.

31              Avete visto ciò che capitò a quella vecchia persona, un maniaco, quando il diavolo s’impossessò di lui, ci volevano cinque o sei uomini per mantenerlo. Quello è il potere del diavolo. Allora, se un demone poteva far quello, cosa potrà fare Dio quando s’impossesserà (di un uomo)? Amen.

Ecco perché la notte per ore vedo le persone sulle barelle, qui, sedute qui. Poco importa ciò che dice il Signore, rimangono ancora lì: “Allora, se scende e mi apre la bocca, e riversa qualcosa dentro, mi caricherà un pochino...”. Aprite i vostri cuori, e Dio vi caricherà un pochino. Dovete solo...

Ho visto una piccola donna con le membra... la piccola Georgie Carter di Milltown, Indiana, le sue membra erano esilissime, giaceva da nove anni e otto mesi e non poteva muoversi. Non arrivava nemmeno a sollevare il vaso degli sputi. E quella ragazza, potete chiamarla al telefono se volete e pagherò io, se volete, è stata la mia pianista nella Chiesa Battista di Milltown durante gli ultimi otto anni. Dal suo giaciglio come ha fatto per alzarsi? Dio mi diede una visione e disse: “Va' e chiamala”.

32              Non ero mai stato a Milltown in vita mia fino a quel... Mi recai lassù e le dissi esattamente ciò che Dio aveva detto: “Alzati, Cristo ti ha guarita”. Non prestò nessuna attenzione, disse: “Come fa' ad alzarsi, sono otto anni, o nove anni e otto mesi che non si alza? Come...” E in cinque minuti si ritrovò nel giardino camminando tutt’attorno, benedicendo le foglie. Assomigliava ad uno scheletro, la gente sveniva vedendola. Come faceva a stare in piedi? Non lo so, la potenza di Dio l’aveva fatta alzare. Ed ora si trovava in piedi, in piedi nella potenza della risurrezione di Gesù Cristo.

Ogni persona che osa prendere Dio in parola, si alzerà. In che modo? E’ una potenza soprannaturale che vi fa' alzare, vi fa' mettere in piedi. Toglietele quella potenza e si sbriciolerà come un mucchio di ossa. No, la sola volta che ritornò a letto fu, la sera, quando si coricò per addormentarsi. Era la pianista laggiù nella chiesa battista di Milltown, dove ero pastore. Bene. Ecco ciò che succede quando Dio parla, tutto l’inferno se ne va, è tutto, non può resistere nella Sua presenza.

33              Bene, Dio parlò a Mosè dicendogli: “Portami… Ho udito le grida del mio popolo, scendi laggiù a liberarlo”.

Quando li fece uscire quale magnifico tipo del sacrificio dell’agnello quella notte, quando mantenne un agnello durante quattordici giorni.

Ora, dev’essere un maschio senza difetti, un tipo perfetto di Cristo, il primogenito della vecchia madre pecora. Ora, Cristo si trovava anche in quell’agnello.

Ogni cosa nella Bibbia indica Cristo. Non si può trovare una sola cosa nella Bibbia che non indichi Cristo. E la prima madre, il primo agnello nato dalla vecchia madre pecora. Allora, doveva essere... lo tennero per quattordici giorni. Doveva essere esaminato, non c’era nessun difetto in lui. Doveva essere messo a morte la sera. L’avevate notato?

Cristo non fu ucciso la mattina. Lo presero la mattina, e lo sospesero sulla croce alle nove; ma fu durante la sera che Lui morì. E’ vero? E osservate, questo agnello deve essere ucciso da tutto Israele, e gli anziani devono venire attorno e testimoniare di questo agnello sacrificale. Un tipo perfetto di Cristo e di come tutti loro dissero: “FateLo sparire, scegliamo Barabba. Liberiamo Barabba e prendiamo Gesù”.

34              Tutto Israele alzò le mani su Gesù. Egli era l’Agnello perfetto. Egli fu provato. E’ vero che fu provato? Sì, Egli fu provato; fu provato da tutto. Guardate la Sua... Persino i suoi nemici dovettero dargli testimonianza. E’ vero?

Bene, certo i suoi--suoi amici gli diedero testimonianza, Maria, Giovanni, Giacomo, tutti loro, dovettero dargli testimonianza. Ma osservate ciò che fecero i suoi nemici, osservate il vecchio Giuda Iscariota, il suo arci-nemico (Nemico numero uno - Ed). Quando riportò quei soldi e li gettò per terra davanti al sommo sacerdote, dicendo: “Ho tradito il Sangue innocente”. E’ vero?

Il romano che--che trafisse il Suo petto: “Veramente, Questo è il Figlio di Dio”.

I cieli dissero: è il Figlio di Dio. Ogni cosa diede testimonianza che era il Figlio di Dio.

35              Osservate il vecchio Pilato, in piedi, il grande imperatore, con quella cosa attorno al suo capo, in piedi, era un giudice. Lo fecero venire, ed era tutto scompigliato, di cattivo umore in tutti i casi, dal doversi alzare a quell’ora della mattina, e dover sistemare la sedia del giudizio. E sicuramente qualcuno ha detto... E posso udire la gente oggi che cerca di dire che è innocente. Era colpevole! Certamente era colpevole.

Leggete la storia della sua vita, come si suicidò lassù. Esiste--esiste una superstizione quando andate lassù. Migliaia di persone si radunano nel buco d’acqua dove si suicidò. Disse: “Quell’acqua blu appare ad un certo momento, un giorno, una volta all’anno, lì dove si buttò per suicidarsi”. Sissignore. Era colpevole.

36              E ogni uomo, Egli--Egli si trovava sulle sue mani. Egli è sulle vostre mani oggi pomeriggio. Perché, disse... Pilato disse: “Non voglio aver niente a che fare con questo Uomo giusto”.

Allora disse: “Portatemi l’acqua”, e si lavò le mani.

L’acqua non poteva lavare le sue mani. No, signore. E voi dite: “Ebbene, faccio parte di una certa chiesa, ecco tutto”. Ciò non lava le vostre mani.

Se una volta avete visto la potenza di Dio e avete conosciuto la potenza della Sua risurrezione, non esiste un’acqua che potrà lavarvi le mani. Esiste solo una sola cosa che può pulire le vostre mani ed è di accettare il Sangue di Gesù Cristo, Questo vi pulirà. E’ vero.

Se un giorno L’avete visto nella potenza della Sua risurrezione, e se ve ne andate in giro con qualche credo, o qualcosa che gli assomiglia, uscitene! (è vero) e venite a Gesù Cristo.

37              E posso vedere Pilato quando si alzò e disse “Portatemi dell’acqua, mi laverò le mani”.

Ma precedentemente quando, in piedi, disse: “Fammi un segno, fammi vedere un miracolo. Io... tu che sei l’operatore di miracoli, quel guaritore divino. Fammi vedere quando fai un miracolo. Ho sempre voluto vedere quello”. Qualcosa di simile... Lasciate che, per alcuni minuti, vi dia un’illustrazione della scena.

Posso udire qualcuno che sta correndo. Cos’è? Ecco che arriva un cavallo al galoppo. Da dove sta arrivando, da dove? Osserviamo, un giovane uomo, una guardia del palazzo, che salta su. Corre lassù. Ha in mano una lettera; cade ai piedi dell’imperatore, e gli presenta la lettera. Apre la lettera, e incomincia a leggerla con un aria di sdegno, legge la lettera così. Osservatelo, incomincia a diventar bianco. Le sue labbra diventano bianche; le ginocchia incominciano a tremare. Cosa succede? Tutte le forze l’hanno abbandonato.

38              Diamo un’occhiata sulla sua spalla e vediamo di che si tratta. La sua moglie pagana (gli aveva detto): “Non aver niente a che fare con questo Giusto, perché ho sofferto molte cose oggi in sogno a causa di Lui”. Sissignore. I pagani diedero testimonianza: “Non aver  niente a che fare con Lui”.

Poi, domandò l’acqua e cercò di lavarsi le mani. Ma quell’Agnello doveva essere ucciso, e tutto Israele doveva dar testimonianza, per essere un tipo perfetto del... o un antitipo del tipo.

Quando Israele uscì dall’Egitto sotto l’agnello di sacrificio, quando uccisero l’agnello, dovevano metterlo sopra la porta, sull’architrave e lo stipite; non giù in fondo, ma là sopra.

39              In questo luogo, un po’ di tempo fa, si teneva qui, a Chicago, dove hanno ammazzato quel famoso gangster... Il suo sangue giaceva sulla strada. Avreste dovuto vedere la gente quando vedeva quel sangue sulla strada, la gente che si avvicinava e si avvicinava... Volevano essere sicuri di non camminare sul sangue del loro compagno. No, no, non avrebbero voluto fare un passo sul sangue umano. Ma ogni giorno bevono e si lasciano andare, bestemmiano e tutto il resto, calpestando il Sangue di Gesù Cristo. E’ vero. Sissignore.

E’ una vergogna; è una disgrazia il modo con il quale trattano Gesù Cristo. Eppure non... E’ il mondo religioso che fa' queste cose ed è questo che fa' male. Sono le persone che dovrebbero essere... Ed è questo che Cristo disse: “L’anticristo sarà così simile che sedurrebbe anche gli eletti se fosse possibile”.

Notate, poi quando l’agnello fu messo a morte, e il sangue applicato su quel... Guardate un segno perfetto della croce. Vedete? E ogni persona che veniva sotto il sangue doveva rimanerci, finché si udiva l’ordine di marcia.

40              Non sono tanto portato verso la condizione retrograde, e voi? Nossignore. Rimanete sotto il sangue. E ognuno di loro rimase sotto il sangue finché udirono l’ordine di partire.

Posso sentire alcune di quelle ragazze, laggiù, dicevano... Le ragazze, le ragazze israelite, si erano preparate. Le altre ragazze arrivavano e dicevano: “Diremmo, su dai, esci da qui, andiamo al--al... a fare una certa cosa stasera”.

“No, no, non posso uscire”.

“Perché?”

“Siamo sotto il sangue. Non possiamo uscire. Dobbiamo rimanere qui, questi sono gli ordini”.

“Oh, quella vecchia religione noiosa dei tuoi genitori. Cosa c'entra il sangue con tutto questo?” Eccome che c'entra. Fu la differenza fra la vita e la morte. E’ vero.

“Quella vecchia religione di tuo papà e di tua mamma, lascia perdere”. L’avete già sentito, nevvero voi giovani.

Lasciate che vi dica: se la vostra mamma e il vostro papà hanno lo Spirito Santo, e sono quei santi di Dio all’antica, ascoltateli. E’ la verità.

41               Erano sotto il sangue. E prima che ve ne accorgiate, verso mezzanotte, ecco che subentrò un sentimento molto strano, di irrequietezza.

Avete mai fatto attenzione, oggi, fra la gente? Oh, non possono rimanere seduti nemmeno un minuto. No, la gente non ci arriva. Vedete? Non hanno la pace. Cos’è? Ma è perfetto, è la venuta del Signore.

Uscite là fuori sulla strada e parlate a qualsiasi mendicante, o qualsiasi persona per strada, in città, e in qualunque luogo si trovi, in qualsiasi. Tutti vi diranno che qualcosa non va. Se avessimo un... Lo sanno e ascoltate le mie parole: fra poco tempo si scoprirà che non rimane nemmeno un solo luogo tranquillo in una città, in questa nazione. E’ vero. Siamo diretti verso questo, fratello.

42              Lasciate che vi dica. Sono passato vicino al--alla cortina di ferro qui, recentemente, finché abbassarono le tende su quel piccolo treno tutto vecchio, e c’è una grande e vecchia guardia russa che si tiene lì con un fucile diretto su di me in questo modo, mentre passavamo accanto, e non ci permetteva di guardar fuori da un tunnel di cento miglia fatto dall’uomo. Andai verso un piccolo ufficiale finlandese, e--e mi disse: “Non trova che è orribile?”; parlava l’inglese.

Gli risposi: “Che cos’è?”

Rispose: “Voi, americani, imparerete ben presto”.

Nel sottosuolo i jet, gli aerei che escono fuori dal suolo solo così. Là sotto vi erano le bombe atomiche, ogni cosa pronta, possono volare attorno alla terra, in poco tempo, con le bombe atomiche. E possono inviare quei dischi volanti attraverso la nazione, lasciar cadere una bomba e in venti minuti possono far saltare in aria la terra intera; e se non avessero paura di scatenare una reazione a catena, non fermerebbero quella bomba a idrogeno, lo starebbero già facendo. Fratello, mentre è ancora l’ora del ravvedimento, mettiti in ordine con Dio!

America... stavo discutendo con una persona oggi, mi diceva: “Vuole dirmi che Dio permetterebbe che l’America sia invasa?”

“Sissignore”.

“Perché”, disse: “per rispetto ai nostri antenati”.

43              Dissi: “Dio non ha mai detto all’America ciò che disse ai Giudei laggiù, gli Israeliti. Ma quando lasciarono l’armonia con Dio, Dio li abbandonò”. E’ vero. E ti dico, fratello, ciò che semini lo raccoglierai.

E qui, poco tempo fa, avevamo la proibizione, e ogni cosa, provato... Ed ora, guardate ciò che abbiamo fatto. Non abbiamo camminato sulla stretta via. Come il maiale si crogiola (nel suo fango – n.d.t.) e il cane nel suo vomito, così le persone tornano indietro.

E guardate oggi, ci siamo dentro, e lo riceveremo. Vi avverto nel Nome di Gesù Cristo: entrate nel Regno di Dio ora! E’ vero. Non scherzate su queste (cose - n.d.t.). Correte dentro, perché verrà il momento che griderete e piangerete per ricevere il battesimo dello Spirito Santo, ma Egli vi sarà escluso!

44              Poiché credo che la riunione è all’apice ora e che il Vangelo sarà di nuovo riportato agli ebrei in Palestina, e allora per i Gentili è finita. Quando gli ebrei ricevono lo Spirito Santo di nuovo in Palestina, per voi, i Gentili, è finita. Griderete, piangerete, farete tutto ciò che vorrete, ma la grazia sarà tornata nuovamente a Israele. E’ la verità. E i Gentili, abbatteranno calpestando le mura fino a che la dispensazione dei Gentili sia terminata. Allora, per voi, sarà finita.

Perciò mettetevi in ordine con Dio ora! Siate sicuri di essere in ordine. E non prestate nessuna attenzione a quelle cose deboli, vecchie e noiose. Entrate nella potenza dello Spirito Santo che è forte e che ha cambiato il vostro essere profondo più intimo e fatto di voi ciò che non eravate.  

Il Sangue di Gesù Cristo è la sola cosa che poteva far quello. Mosè diede loro l’ordine, essi dovevano rimanere là sotto (il sangue – n.d.t.) e mezzanotte arrivò. Posso udire l’inquieto e il ragazzino, posso vederlo che corre verso il suo papà dicendo: “papà, papà”.

“Cosa?”

“Che cos’è quel grande rumore? Cosa succede... La gente sembra essere tutta agitata”.

E lui risponde: “Figlio, Dio sta inviando il giudizio su questa nazione”.

“Oh, papà, saremo tutti uccisi?”

45              “No, Dio ci ha promesso che se rimaniamo sotto il Sangue non moriremo”. Questa è la promessa per oggi: “Quando vedo il Sangue, passerò sopra di voi, sotto il Sangue”.

Ora, vorrei che osserviate. Allora, il ragazzino, immagino che un po’ più tardi, dice: “Papà, sei...” Il figlio più anziano che dovrà essere preso, capite. “Papà, sei sicuro che il sangue è sulla architrave?”

Sapete, credo che sia venuto il momento che nelle nostre case cristiane si faccia una verifica su questo, lo pensate anche voi? Andate fuori a vedere sulla porta e dite: “Sì, figlio, sì, è tutto a posto”.

“Allora, papà, posso riposarmi tranquillo?”

“Sì, sì. Dio ci ha detto che se rimaniamo sotto il sangue, andrà tutto bene. Perciò non c’è niente da preoccuparsi”.

Direttamente dopo, sento che un grande rimbombo sta arrivando. Il ragazzino va verso la finestra e guarda fuori. Dice: “Oh, papà, guarda laggiù”. E attraverso la nazione si muovevano due grandi ali nere.

Posso vederle scendere su una casa, il sangue non è applicato, ed entrare. Direttamente, grida e pianti, e gente che corre per le strade, il figlio morto. Per le strade si odono solo urla e pianti, tutti loro. Direttamente, quelle grandi ali nere arrivano su un’altra casa. Posso vedere che scendono. Quando se ne vanno dalla casa, la morte è (presente – n.d.t.), e ciò che succede, grida e pianti in quella casa. D’accordo, la morte è in casa. Poi vedo che si muove verso la loro casa, dalla nostra parte; vediamo che dice: “Papà, sta arrivando!”

46              “Non ti preoccupare, figlio, non preoccuparti, il sangue è ciò che ci è stato richiesto”. Questo è ciò che Dio esige. E Dio esige lo Spirito Santo, e la potenza, e il Sangue oggi. Avete capito? Bene, è tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

Quelle grandi ali nere incominciano ad arrivare. Posso vedere quel piccolo ragazzo dire: “Papà, sta arrivando, sta arrivando”.

Posso udire il vecchio padre, dice: “Non preoccuparti, figlio. (Alleluia) Va tutto bene ora. Sissignore. Va tutto bene.”

 “Papà hai paura?”

“No di certo, figlio! Credo in Dio. Sissignore. Credo in Dio”.

Quelle grandi ali nere scivolano giù: “Oh, papà, guarda, stanno salendo”.

“Certamente”. Amen.

47              Con un movimento circolare scendono su quella casa, e danno la morte qui e là. Poi, prima che ve ne accorgiate, se ne vanno su un’altra casa. “Quando vedrò il sangue passerò sopra – passerò sopra voi”.

Sissignore. L’Angelo della morte è presente oggi. Lasciate che vi dica qualcosa, egli sfreccia sui paesi in questo giorno.

Ascoltate, queste chiese e queste cose che hanno una forma di santità, ma che negano la potenza, scoprirete che entreranno là dentro; non è una morte naturale, ma una morte spirituale. La morte naturale non è poi così male, ma la morte spirituale, essere separati, tagliati fuori dalla presenza di Dio, i loro peccati li hanno separati dal giorno della grazia. Sono andati a vedere e hanno detto: “Che mucchio di santi rotolanti, non occupatevi di quella cosa”.  Com’è certo che esiste un mondo, il diavolo si trova sul pulpito. Certamente.

48              Fratello, un uomo deve essere nato di nuovo con lo Spirito Santo di Dio, rigenerato, lavato nel Sangue dell’Agnello, con il battesimo dello Spirito Santo, come testimonianza divina di Dio nella sua anima. E’ la verità. Sissignore.

Gli diceva: “Non ti preoccupare, figlio, va tutto bene. L’angelo della morte è partito”.

La siccità può venire, i tempi difficili possono venire. Potete essere perseguitati, ridicolizzati e ogni cosa, ma la Vita Eterna rimane al suo posto e non cambia. Alleluia.

Lasciate che i vicini dicano ciò che vogliono. Lasciate il ministro dire ciò che vuole. Lasciate che il medico dica ciò che vuole. Tutto questo non toglie la Vita Eterna! E’ un dono di Dio che fu dato tramite lo Spirito Santo. Non può partire. E’ lo Spirito Santo Lui stesso che vive nell’individuo.

49              Oh! Durante il viaggio, troviamo che, non appena arrivarono al Mar Rosso, Dio aprì il Mar Rosso e li fece attraversare. E dopo che furono arrivati, altro che una riunione all’antica! Mosè si girò, alzò il suo braccio in questo modo e il Mar Rosso rinchiuse dentro gli egiziani, perché Dio l’aveva detto. E quegli egiziani che li avevano tormentati, battuti, flagellato le loro schiene facendole sanguinare, e ogni cosa; (coloro che – n.d.t.) li avevano presi a calci e li avevano feriti, ora giacevano in fondo al Mar Rosso, finiti per sempre! Alleluia.

Penso che ogni uomo o donna che sfida lo Spirito di Dio, oppure ha una cattiva abitudine viziosa, o qualsiasi altra cosa, e se ne va in giro in quelle vecchie tenute d’inferno, e beve, fuma, gioca d’azzardo, e scrive il suo nome sul libro della chiesa, dovrebbe vergognarsi e avvicinarsi al Sangue rosso di Gesù Cristo. Passò attraverso quello, e fu un tipo dell’Agnello e della vita.

50              E ve lo dico io: tutti quei vecchi schiavisti che vi facevano fare le cose che non volevate fare, che vi facevano mentire, e rubare le cose, e imbrogliare, e rubare, e fare le cose che non avreste dovuto fare, bere e fare storie ed andare in posti dove non avreste dovuto andare; passate attraverso il Sangue di Gesù Cristo e vedrete ciascuno di essi morto e galleggiante là fuori nel Sangue. Amen. Vi separerà. Sì, Lo farà.

Notate, posso vedere Mosè, non appena ebbe visto quello, incominciò a gridare, ad alzare le mani e a cantare nello Spirito. E Miriam, la profetessa, fu talmente felice, che afferrò un tamburello e andò sulla spiaggia battendo il tamburello e danzando. Fratello, è la stessa cosa!

51              Andò sulla spiaggia battendo quel tamburello, danzando e cantando nello Spirito. Guardate come tutte le figlie d’Israele la seguirono danzando e gridando. Se non era una di quelle riunioni all’antica sarà meglio che taccia. Sissignore! Perché? Tutti quei vecchi--vecchi tormenti e le cose che li avevano messi in difficoltà erano morte nel sangue, partite. Gloria. Sissignore, ebbero un vero risveglio all’antica.

Dio aveva promesso che avrebbe provveduto ad ogni bisogno. Lasciarono ogni cosa che avevano. Alleluia. Amo questo: sbarazzatevi di tutto senza eccezione. E’ vero. Allora tutto parte, bruciate i ponti dietro di voi. Sissignore. Se dev’essere la mamma, il papà, se dev’essere la moglie, il bambino, qualsiasi cosa sia, sbarazzatevi di tutto. E’ vero, sbarazzatevi di tutto.

52              Continuiamo. La prima cosa che successe, sapete, quando ebbero attraversato il Mar Rosso e che tutte quelle cose furono passate, Dio disse: “Provvederò a tutti i vostri bisogni”. Finirono di mangiare quel piccolo pane che cadeva sulle loro teste, allora cosa stavano per fare? Da soli, separati sull’altra riva, è questo che Dio vuole che facciate.

Dio, chiamò Abrahamo affinché si separi dal suo popolo, e cammini in un paese straniero (è vero?), dove la gente parlava un lingua strana. Amen. E’ tutt’ora il programma di Dio che il popolo si separi! E’ vero. Farli uscire da se stessi, soli con Lui affinché arrivino a camminare da soli.

53              Sissignore. Posso udire Mosé, dice... Ora, i figli corrono su e dicono: “Come facciamo a fare del pane ora? Non abbiamo più pane”.

“Dio provvederà”. Purché usciate, uscite sulla base della promessa, Dio si prenderà cura del resto”.

“Ma allora, come mangeremo?”

“Dio se ne occuperà”.

“Ma, siamo un po’ affamati”.

“Avete bisogno di digiunare un pò”. Quella sera si coricarono e si addormentarono. Quando si alzarono, la mattina seguente, la manna giaceva per terra, il pane che giaceva dappertutto. Questo è il modo di fare di Dio, nevvero?

Allora, uscirono, la raccolsero e l’assaggiarono e dissero: “Oh! Sapete, assomiglia a--a – il suo sapore è quello del miele”.

54              Oh! Quel pane non cessò mai di scendere finché durò il viaggio. Ogni notte vi fu un nuovo rifornimento. Si poteva raccogliere solo il necessario per la giornata; il giorno seguente si doveva raccoglierne nuovamente. Che tipo dello Spirito Santo durante il nostro viaggio! Loro, nel naturale... Quando usciamo e ci separiamo dal mondo, Dio provvede ai nostri momenti buoni. Egli provvede al nostro pane, Egli provvede ad ogni cosa di cui abbiamo bisogno. Amen.

Disse loro, nel naturale, che lo avrebbe fatto; Egli lo farà per noi nello spirituale. E camminarono tutt’attorno... Ricordate, non potevano mettere in riserva quel pane per più tardi. Se ne mettevano da parte si riempiva di vermi, sapete, era contaminato. Ed è questo che succede oggi alla Pentecoste. Cercate di... avete vermi nella vostra esperienza, cercate di fare qualcosa che avevano molti anni fa. Ciò di cui abbiamo bisogno oggi, è di una scossa dello Spirito Santo all’antica, e di una boccata di manna! E’ vero. Si è contaminata.

55              La vostra esperienza è invecchiata, qualcosa che avevate vent’anni fa. Cosa siete ora, al presente? Cosa significa, ora, al presente? Non vi sto sgridando, ma mi sento bene. Guardate. E’ la verità.

Dovete arrivare ad un nuovo battesimo ogni giorno, ogni giorno, ogni giorno, continuate solo ad andare avanti. No, ci sono limiti a questo.

E volete dire: “Ma, guarda che un mese fa ho avuto un’esperienza meravigliosa”. Quella--quella testimonianza non funziona. Ma cosa ti rimane ora, proprio ora, una nuova proprio ora?  Dio faceva piovere ogni notte.

Voglio che notiate, ne rimaneva un pò là dentro... Ora, Dio disse a Mosè di dire a Aaronne di uscire a raccoglierne ancora. E gli disse: “Questa durerà per tutto il viaggio, finché entrerete nel Millennio lassù”, un tipo perfetto dello Spirito Santo oggi.

56              Quando lo Spirito Santo scese il giorno della Pentecoste, avevano dovuto aspettare dieci giorni, è vero, affinché scendesse; ma, da quel giorno in poi, mai più dovettero aspettare. Quando il cuore era pronto, lo Spirito Santo era presente. E’ vero. E quanto tempo durò? Bene, lo scopriremo.

Ora, Mosè disse a Aaronne: “Esci, va a raccogliere diversi grandi omer pieni, portali dentro e mettili dietro il santo dei santi. Ora, non andranno a male là dietro”.

Poi, per tutte le generazioni... Ed ogni volta che un uomo quando era--era nel sacerdozio, aveva il diritto, quando diventava sacerdote, di venire dietro, nel luogo santissimo e prendere una manciata di quella manna. Egli l’assaggiava. “Ora, cosa significa?”

“Questo è ciò che ricevettero i nostri padri quando incominciarono a camminare”.

“Oh, mmm, è buona. Assaggiala”.

57              Ogni prete che entrava, poteva prendere - andare là dietro e prendere una manciata in quegli omer, una grande manciata. La masticava. Oh, com’era buona. Che carattere privilegiato era per mangiare un po’ di quella manna originale.

Ebbene, questo è esattamente il tipo dello Spirito Santo. Quando la Chiesa incominciò il suo viaggio, duemila anni or sono, nel nostro viaggio verso il Millennio (Alleluia), Dio promise che avrebbe provveduto ai nostri bisogni.

E la prima volta, quando salirono e ricevettero lo Spirito Santo, la potenza di Dio incominciò a scendere su di loro, persero tutta la loro timidità, tutta la loro vergogna. Corsero per le strade e incominciarono a danzare nello Spirito e tutto. Non è forse vero?

58              Tutti loro, donne, uomini, tutti agivano come un gruppo di matti. Alleluia. Ditemi se non è la Bibbia; certo, è la Parola di Dio. Uscirono là fuori e barcollavano come ubriachi. Avete mai visto un ubriaco, ti dirà probabilmente: “Ciao amico. Va tutto bene, certo, certo. Va tutto bene, certo”.

Ebbene, è così che agisce un uomo quando è ebbro dello Spirito. Alleluia. Dio... Ciò che Dio gli dice è la verità per lui! Non si preoccupa se sembra lontano; per lui è la verità. Sissignore.

Poi, alla Pentecoste, barcollavano tutti, la Manna cadeva dal cielo, la nostra Manna. Bene, dicevano: “Quanto tempo durerà, fratello?”

Pietro disse:

“Poiché la promessa è per voi e per i vostri figli e per tutti coloro che sono lontani, per quanti il Signore Dio nostro ne chiamerà”. (Atti 2:39 – n.d.t.) Gloria a Dio.

59              Fratello, ogni uomo, ogni donna che viene in questo sacerdozio divino dello Spirito Santo, ha il diritto di ricevere un cuore genuino, ripieno del battesimo originale dello Spirito Santo che scese il giorno della Pentecoste; gli stessi segni, la stessa potenza, la stessa dimostrazione, lo stesso sentimento, la stessa azione (Gloria!), non qualcosa che assomigli, ma l’originale!

Il Signore disse: “Ho l’intenzione di metterne in riserva molta, perché verranno molte generazioni. Così ogni volta che uno entra, gli darò un grande cuore ripieno di quello”. Amen.

Sono così felice di dire che sono uno di loro. Sissignore. Guardate, Pietro perse ogni dignità e tutto, saltò su una scatola di sapone, e incominciò a predicare. Oh! Un predicatore di “scatola da sapone”. Sissignore. Cos’era? Aveva lo Spirito Santo. Stava mangiando quella Manna santificata. Non è forse vero?

60              E oggi, abbiamo la stessa cosa! Siamo in viaggio, un--un (viaggio) spirituale, come loro camminavano nel naturale. E cadde per loro. Ogni volta che ne volevano, cadeva. Cadde per noi nello stesso modo. Dio ne ha un cielo pieno. E’ la verità. E’ per voi e per i vostri figli, quelli di Owensboro, Kentucky, per quanti il Signore Dio nostro, il nostro Dio, ne chiamerà. E’ per ciascuno di loro. Tanto quanto ne vorrete, Dio l’ha per voi.

Ed ecco che camminavano… Vorrei che osserviate un’altra cosa. Egli disse: “Sapeva di miele”. E’ vero?

Il miele, il poeta disse che... credo che Davide disse: “Il suo sapore è come miele nella roccia”. Non l’avete mai sentito dire: “Gustate e vedete quanto l’Eterno è buono. Il suo sapore è come miele dalla roccia”. L’avete mai gustato? (n.d.t.: E io lo nutrirei (Israele) con fior di frumento e lo sazierei di miele dalla roccia – Salmo 81:16 – e Come sono dolci le tue parole al mio palato! Sono più dolci del miele alla mia bocca  - Salmo 119:10).

Oh, ho visto le vecchie cose battezzate dallo Spirito Santo, sedute e talmente paralizzate dalla potenza di Dio, non potevano muoversi e facevano: “Mmm, mmm”, era solo Dio che benediceva le loro anime, a tal punto che non potevano far nient’altro, solo leccarsi le labbra, e dire: “Amen”.

61              Ha il sapore del miele nella roccia. Pensate che sia stupido, ma questa è la Verità della Bibbia. E’ vero. Ha il sapore del miele nella roccia.

Davide, era un pastore ed aveva l’esperienza. Sapete, i pastori dei vecchi tempi, portavano sul fianco una borsa di medicinali. E la portavano sempre, quando radunavano il loro gregge; quando una delle loro pecore si ammalava, avevano del miele nella loro borsa di medicinali. Prendevano quel miele, uscivano verso una roccia calcarea molto grande; prendevano allora quel miele e lo spalmavano sopra la roccia calcarea, poi chiamavano le pecore ammalate. E quella pecora malata poteva annusare il miele, e doveva andare a leccare il miele. E così facendo, non era il miele che l’aiutava veramente; essa leccava il miele e mentre leccava il miele, leccava quell’ossido di calcio che era su quella pietra e questo guariva la pecora malata.

62              Ora, guardate, ne ho una borsa “di scritture” piena, e lo voglio mettere su Gesù Cristo, e voi, pecore malate incominciate a leccare ora. E scoprirete che siete guariti, com’è vero che il mondo esiste. E’ vero. Alleluia! E’ vero, riceverete... Sissignore. Non voglio metterlo sulla chiesa metodista; non voglio metterlo sulla chiesa battista; non voglio metterlo sulla chiesa pentecostale; lo metto su Gesù Cristo! Colui al quale appartiene. Non dite: “sono battista”, state leccando la chiesa battista. Non dite: “sono pentecostale”, state leccando quella chiesa. Ma leccate Cristo! Egli è la Roccia dei Secoli! É a Quest’ultima che appartiene, Cristo. Amen.

63              Non ho niente contro i pentecostali, i battisti, i metodisti, niente, ma sto parlando di Cristo. Ecco di che sto parlando... il miele appartiene a Lui. E un autentico predicatore lo attribuirà proprio a Cristo e lascerà leccare la pecora malata. “Non capite che ho il dono della guarigione, gloria a Dio, faccio gherminella su voi”. E’ un’assurdità.

Ma quando andate a dir loro che Cristo è morto per voi, che Cristo vi guarì laggiù, mettete il miele dove appartiene. E vi garantisco che la pecora che lecca sarà guarita! Amen.

Andate rallegrandovi e felici nella benedizione, state leccando il miele. E facendo quello assimilerete un pò di ossido di calcio, com’è vero che esiste un mondo. Sissignore. E ciò vi guarirà. Sì, lo farà. Oh, essi diranno: “Sono eccitati”. Saranno guariti in tutti i casi. Amen.

Vi posso dire che, ora, mi sento bene, ho cinquanta miglia di spazio di manovra.

64              Notate, Sissignore. Un’altra cosa a proposito di quel fatto di leccare il miele nella roccia. Una roccia ha qualcosa in comune; una roccia ha la potenza di guarigione, in un certo qual senso; ne fanno persino un medicinale. Sissignore.

Molti anni fa quando un uomo si faceva mordere da un cane rabbioso, ai tempi quando eravamo ragazzi, sapete cosa facevano, li mandavano via. Avevano una pietra, una “pietra pazza”. Prendevano la persona e l’attaccavano a quella pietra e se rimaneva attaccata a quella pietra guariva, ma se non rimaneva attaccata, moriva.

Perciò, fratello, ti sto dicendo che il peggior cane rabbioso che conosca è i diavolo. Egli morde chiunque riesce a mordere. Ma so dove esiste una Pietra. Alleluia. Quella pietra è Gesù Cristo; tenetevi saldi a Lui, aggrappatevi con le due braccia e dite: “Roccia dei Secoli, aperta per me, lascia che mi nasconda in Te”.

Tenete saldamente la mano di Dio che non cambia, quando tutto il resto fallisce. Rimarrà in piedi, reggerà; se rimanete attaccati, Egli vi porterà fuori. Rimanete saldi.

65              Qui, non tanto tempo fa, mi trovavo nelle montagne. Amo la caccia, lo sapete. E’ la mia seconda natura, sono un vero “Kentuchiano”; ho un fucile per gli scoiattoli. Vedete? Mi piace andare a caccia. Ero lassù, molto lontano fra le montagne e osservavo, guardavo nel binocolo. A quei tempi, non stavo proprio cacciando, ma raggruppavo la mandria. Avevo lavorato per le mandrie fin da ragazzo, e così andai lassù per i raduni e quelle cose, e stavo osservando laggiù con il binocolo.

Vidi una vecchia madre aquila; aveva un grande nido sulle rocce. Erano già passati alcuni mesi, sapete, e i nostri piccoli amici erano usciti dall’uovo e camminavano attorno su quel nido, e mi misi a spiare il nido. La vecchia madre li aveva fatti uscire dal nido e loro stavano saltellando tutt’attorno, sapete, poveri loro. Poi gettò giù le sue ali così e (il fratello Branham fa' un grido – n.d.t.) mandò uno strillo e tutti quegli aquilotti si fecero avanti, e con la loro piccola bocca si aggrapparono a quelle ali, alzarono i loro piedini aggrappandosi alle ali.

66              Li sollevò, fuori dal nido, e andò giù attraverso i crepacci, giù nella valle. Non erano mai usciti prima da quel vecchio nido schifoso (scusate l’espressione) e volò laggiù. Il nido è la cosa più puzzolente che abbiate mai visto attorno a un nido d’aquila. Poi li lasciò cadere. E quei poveri piccoli amici scesero e arrivarono sull’erba verde; oh com’era tenera sotto i loro piedini. Salterellavano tutt’attorno, e si riempivano il becco con l’erba, spizzicando.

La vecchia madre volò di nuovo lassù, sempre più in alto verso la cima più alta che poteva raggiungere, arruffando le sue grandi piume; ed io ero lì, con il cavallo attaccato, osservando quella scena. Vidi quella vecchia madre che osservava i suoi aquilotti.

Rimasi lì e cominciai a piangere; dissi: “Gloria a Dio”. Pensai: “Cosa mi sta succedendo?”

Guardai giù e pensai: “Sì, una volta la piccola Chiesa si trovava in un vecchio nido schifoso e doveva far questo, quello e quest’altro: unitevi alla chiesa, fate questo, fate quello. Ma un giorno, il grande Maestro della Vita, con la Sua potenza di attrazione dello Spirito Santo La sollevò, La portò fuori da quella cosa, la mise a posto, come un vecchio...”

67              Ditemi un pò se quegli aquilotti non stavano avendo una riunione di “santi rotolanti”! Erano gioiosissimi, saltando tutt’attorno, proprio come in una riunione dello Spirito Santo all’antica e più spensierati di così non si poteva. Amen. Sissignore.

Amo guardare Dio in questo modo. E perché erano così spensierati? Mi domando... Osservate quei piccoli amici, era la prima volta che si trovavano in un luogo simile. Cosa fece che furono talmente spensierati? Ma osservatene uno, alzava la sua testolina e sapeva che lassù si trovava la sua mammina. Sissignore.

68              Fratello, essa li curava. Allora pensai: “Sì, il nostro grande Maestro, dopo che ci ebbe portati fuori dal nido schifoso del mondo, salì i Bastioni della gloria e si sedette alla destra della Sua Maestà, e si cura di noi”. Alleluia.

No appena un coyote si lancia contro uno di quegli aquilotti, osservate la frustata che riceverà. Sissignore.

Pensai: “Il diavolo non ha che da venire se vuole prendersi una frustata. Siamo liberi”. Amen. Passiamo solo un buon momento. Bene.

Rimase lì ad osservare e dopo un pò, arrivò una tempesta, era iniziata là dietro, e udii il rimbombo del tuono. Quella vecchia madre, la stavo osservando con il binocolo, girò la testa e continuò a guardare. Aveva sentito l’odore della tempesta. I piccoli amici udirono la tempesta, non avevano mai udito una cosa simile. Proprio come la chiesa oggi, ci domandiamo cosa sono tutte quelle confusioni. Ma la prima cosa che fecero essi si radunarono tutti assieme. Amen.

69              E’ ciò di cui abbiamo bisogno oggi; radunarci assieme. Non m'importa se sei questo, quello o quell’altro, riuniamoci assieme come credenti cristiani. Non separatevi! Riuniamoci.

E prima che me ne accorgessi, quella vecchia madre guardò - conosceva il momento giusto - lasciò partire un grido. E quando fece così, quegli aquilotti si girarono verso di lei. Volò giù in quella valle così, distese le sue grandi e belle ali. I piccoli compagni saltarono sulla medesima ala. (Alleluia, pensai: “Sissignore, E’ vero!) con un salto si ritrovarono sulla medesima ala, e con il loro becco afferrarono una piuma, rincalzarono le loro piccole zampe, e si agganciarono all’altra piuma. Li sollevò su, su, su, su penetrando in quella tempesta, corse dritta nella spaccatura della roccia lassù, e nascose i piccoli compagni.

70              Pensai, “Gloria a Dio, lo stesso Spirito Santo che mi sollevò fuori dal mondo e dalle cose del mondo, un giorno, dall’altra parte, lo afferrerò; e, all’ora della mia morte, Cristo mi solleverà su, su, su, su in alto sopra questa vita mortale in quella dimensione, dall’altra parte al sicuro. La tempesta si scateni pure, che m’importa, purché Egli mi guardi”. Lasciate che sia completamente spensierato, nessuna condanna.

Un giorno ero alla pesca nel Connecticut, o nel New Hampshire, e avevamo piantato una piccola tenda là fuori, Burt Caul ed io. Era tornato in città e mi trovavo in quella piccola tenda. Eravamo a pesca. E io... sapete che sono... che mi piacciono i pancake con la melassa. Vi piacciono? Ne vado matto per colazione, e ne avevo portato alcuni. Non riesco a farli proprio buoni, non come quelli di mia moglie o di altri, ma faccio del mio meglio. Parte di quei condimenti sono già mescolati, e così mi piace prenderne. E così mi portai assieme un grande recipiente di melassa, e sono veramente un Battista; non mi limito a spruzzarli, ma li battezzo. Li metto veramente sotto. E così mi piace versarne un bel po’ sopra.

71              Una mattina ero partito, lungo il torrente, ma tornai sui miei passi; ci sono molti orsi neri in quel paese, e uno di quei piccoli orsi era entrato nella mia tenda, una vecchia madre con i suoi due cuccioli, aveva fatto a pezzi tutta la tenda. Non è tanto quello che mangiano ma ciò che distruggono. E tutto, ogni cosa era schiacciata ed era sparpagliata tutt’attorno. Pensai: “Ebbene, che ne sai”.

Poi la vecchia madre mi vide arrivare, e incominciò a grattare, sapete. Allora la guardai, avevo in mano un’ascia. Il fucile si trovava nella tenda, o un piccolo vecchio fucile giaceva nella tenda che avevano completamente fatto a pezzi. Allora la vecchia madre incominciò a chiamare dolcemente i suoi cuccioli, e corse via. Uno di loro la seguì, e l’altro non volle seguirla; e rimase lì seduta. Aveva la sua piccola schiena...?... così. E pensai: “Ebbene, cosa lo diverte in quel modo, che gli altri non lo seguono”. Poi lo chiamò di nuovo dolcemente, ma non voleva venire.

Allora, incominciai ad avvicinarmi, domandandomi il perché quel piccolo amico era così coraggioso. Stava facendo qualcosa. Era seduto là, sapete. Pensai: “Ma, cosa gli succede?”

72              Ma temevo che la vecchia madre si mettesse a rincorrermi. E non volevo ucciderla, perché avrei lasciato quei piccoli orfani nei boschi. Allora, scivolai attorno così per osservare il piccolo amico e dissi: “Scappa via!”.

Mi guardò, e in quel momento vidi che aveva preso il recipiente di melassa e ne aveva tolto il coperchio. Teneva fra le zampe quel recipiente, in questo modo, le sue piccole zampe sprofondate dentro, ed aveva appena preso una zampata e la stava leccando... Era coperto di melassa dalla testa fino in fondo alle zampe. Amici, i suoi occhietti erano completamente incollati di melassa, e non riusciva nemmeno ad aprirli. Mi guardò in questo modo, e ricominciò a servirsi in questo modo. Lo guardai, e mi fece ridere così tanto da avere dei crampi allo stomaco. Dopo un momento, quando ne ebbe abbastanza, lo rimise per terra e se ne andò.

73              Pensai, “Non è forse questa una riunione nello Spirito Santo all’antica, quando abbiamo il recipiente aperto, le nostre mani all’interno, completamente immerse fino ai gomiti, e lecchiamo la melassa finché non ne rimane più. Non ha nessuna importanza ciò che dice il mondo. Conta solo ciò che stiamo gustando. Amen. ‘Gustate e vedete com’è buono il Signore’”. E’ la verità.

E, sapete, la cosa ridicola era, quando ebbe terminato con tutta quella melassa e tutto il resto… L’altro era impaurito e non voleva venire. Poi, quando ebbe finito di servirsi… Gli altri due andarono a leccarlo. Amen. E’ in questo modo che funziona, nevvero? Andarono a leccare l’altro amico, quello che aveva preso la melassa; andarono e lo leccarono. “Gustate e vedete com’è buono il Signore”, disse Davide.

Oh! Penso al loro viaggio, laggiù, quando attraversarono il deserto, come Dio disse: “Provvederò a tutti i vostri bisogni”.

Il mio tempo è quasi scaduto, ancora un minuto d’attenzione e avrò finito.

74              Ma osservate, durante il viaggio essi scesero laggiù. Poiché Dio aveva detto: “Provvederò ai vostri bisogni”.

Eppure non è forse strano come, voglio che notiate questo: essi andarono dritti nel deserto del peccato. Non vi sembra strano che il cammino di Dio guidi da quella parte? Direttamente al Mar Rosso dove furono tagliati fuori, direttamente attraverso il deserto del peccato, direttamente nella tentazione, proprio direttamente attorno ad ogni luogo, è la verità?

Ma, sapete, questo è il modo con il quale Dio ci guida, nevvero? Alcuni attraverso l’acqua, alcuni attraverso l’inondazione, altri attraverso profonde difficoltà, ma tutti attraverso il Sangue. E’ la verità? La Sua grazia mi ha portato al sicuro fin qui attraverso ogni rovo spinoso e tentazione; la grazia mi porterà avanti. E’ vero.

Attraverso molti pericoli, fatiche e trappole, sono già passato. La Sua grazia mi ha portato in salvo fin qui e la grazia mi porterà avanti. Credo in Lui, non so perché. Non so ciò che l’indomani ha in serbo, ma so Chi possiede l’indomani. Questa è la cosa principale.

75              Perciò, sulla via stavamo--andarono avanti e per prima cosa scesero laggiù. Ma, malgrado avessero visto tutti i miracoli di Dio, essi incominciarono a mormorare.

Non è forse come la chiesa oggi? Malgrado avessero visto il Mar Rosso aperto, e aver avuto una grandissima riunione nello Spirito Santo e ogni cosa, il popolo incominciò a lamentarsi dicendo: “Ed ora dove troveremo l’acqua per abbeverarci? La nostra anima è assetata”, e non sapevano che il Dio stesso che li aveva portati attraverso il Mar Rosso poteva provvedere all’acqua. Ma loro mormorarono. E la chiesa è esattamente così oggi. Non è forse vero, fratello?

Si lamentarono di questo, si lamentarono di quello. “Ebbene, la signorina Jones ha detto che se continuo ad andare in quella chiesa di “santi rotolanti”...” Oh! “Ebbene, il--il Dottor Jones è venuto a farmi una visita e mi ha detto che si tratta unicamente di telepatia mentale e che quella gente era solo eccitata”.

Fate così, dopo aver visto i miracoli di Dio, e agite in quel modo, meritate di vagabondare un momento nel deserto.

76              Per prima cosa, osservate, avevano lasciato quei dottori sbruffoni d’Egitto, per essere con il Grande Dottore (è vero?) e si lamentavano ancora. Avevano lasciato la gente che diceva: “I segni e i miracoli erano per gli anni passati. I miracoli non esistono”, per essere con la gente che credeva che tutto... e credeva nei segni... Avevano la Colonna di Fuoco sopra loro. E’ la verità?

Lasciarono gli egiziani. Non avevano mai avuto qualcosa di simile. Fra loro non c’erano né miracoli né segni, malgrado fossero una grande nazione aristocratica. Ma avevano lasciato il viaggio qui, e avevano visto quei segni e avevano preso il loro posto, tuttavia essi si lamentavano. Se questo non rappresenta la cristianità di oggi, non so proprio; lamenti senza fine. “Ebbene, se potessi far questo”. E ricominciate. (Passaggio non registrato – n.d.e.).

77              La volta dopo, sapete, osservate tutte le cose che avevano fatto. Avevano lasciato le acque melmose d’Egitto per bere l’acqua dalla roccia, che era così pura e pulita. Avevano lasciato i vasi d’aglio laggiù in Egitto per mangiare il cibo degli Angeli, e malgrado tutto si lamentavano. Non è forse come la chiesa di oggi? E così la loro condizione carnale li guidò fuori nel deserto.

E temo che la nostra chiesa pentecostale sia andata là fuori, nel deserto, a causa dei mormorii e dei lamenti e non accetta il Dio vero e vivente, per andare avanti. Mi riferisco alla chiesa in generale; non sto parlando di voi come persone. Se vi trovate qui, ciò è bene per voi. Queste sono vitamine migliori di quelle che potete ottenere alla farmacia. Bene. Guardate. Sissignore. Raddrizzatevi, su, avanti; la Chiesa è in movimento.

78              Quindi, in primo luogo, essi scesero nel deserto. E cosa successe allora. Essi erano là fuori e andavano in giro mormorando, e Dio li privò di acqua. E’ per questo che la chiesa oggi diventa così secca e così via; mormorii, lanie, e dispute, e tensioni e uno dice: “Oh, Dio sia benedetto, faccio parte delle Assemblee, è la più grande”.

E l’altro dice: “Ebbene, io sono unitario e ve lo posso dire: l’ho ricevuto”. E quella è la ragione per la quale il vostro rifornimento è cessato. E’ così, certamente. Certo che è così.

Se vi mettete assieme, poco importa se uno appartiene a questo, o a quest’altro; se è cristiano è io mio fratello. Alleluia. E’ tutto qui. E potrò gridare, e stringergli la mano e andremo avanti. Che m’importa, quale... Se dice di essere un cristiano, le sue azioni provano che è un cristiano, i suoi frutti provano che è cristiano, mi associo a lui e andiamo avanti. Se quella persona non lo è, lo prenderò per il braccio e gli dirò: “Su, fratello, raddrizza la tua vita e andiamo avanti”.

Dite: “Ebbene, io sono battista”. Non mi importa ciò che siete, andiamo avanti. Continuiamo ad andare avanti. Siamo in cammino. Alleluia. Sissignore.

79              Ora, vorrei che osserviate ancora per un minuto. Allora quando il rifornimento d’acqua fu tagliato, Dio disse a Mosè di uscire e di colpire la roccia, ed egli colpì la roccia. Ora, vorrei che notiate, che quella canna che teneva in mano, quel bastone, non era il bastone di Mosè, ma quella era la verga del giudizio di Dio.

Vedete, quando prese quella verga, diresse quella verga sull’Egitto e le mosche apparirono. La diresse sull’acqua e si trasformò in sangue. La sospese sull’acqua e le rane sopraggiunsero; sui campi e i pidocchi arrivarono. Era la verga del giudizio di Dio. Era nella mano di Mosè, era... il bastone si trovava nella sua mano, ma era il giudizio di Dio. Vedete ciò che voglio dire? Era solo stata data a Mosè. I doni e le cose sono date all’uomo per la gloria di Dio.

80              Ed ora, osservate ancora un minuto. Osservate questo, è una bella storia che mi viene in mente solo ora. Quando Mosè prese la roccia, o la verga e colpì la roccia... E la Roccia era Gesù Cristo. E’ vero? La Roccia era Cristo. Ed egli fece una breccia su lato della roccia. Quando Israele ebbe fame, andarono laggiù un giorno, e le api avevano costruito un alveare là dentro; avevano un sacco di miele sospeso alla roccia. E’ vero?

Ed è qui che ci rechiamo oggi; quando vogliamo qualcosa da mangiare, andiamo alla Roccia. E’ vero? E se vogliamo qualcosa da bere, quando volevano dell’acqua, andarono alla roccia. Dio disse a Mosè allora, quando il rifornimento d’acqua... Disse: “Va’ e parla alla roccia, e la roccia farà scaturire la Sua acqua. La roccia farà scaturire la Sua acqua, e tu abbevererai la congregazione.” Un tipo perfetto, un popolo morente che stava per perire nel deserto, senza speranza alcuna, e la roccia percossa erano i giudizi di Dio sulla roccia, percosse la roccia e fece scaturire l’acqua...

81              Giovanni 3:16, per noi, è un tipo perfetto di questa Chiesa oggi. Quella è la Roccia percossa, Cristo, i giudizi di Dio. Noi che meritiamo la morte, che meritiamo tutta questa condanna, e il giudizio di Dio colpì la Roccia, Cristo; e da Lui scaturì l’acqua eterna, affinché un popolo morente potesse vivere, e potesse ricevere la Vita eterna, che viene dalla Fontana inesauribile di Vita, che è Gesù Cristo; Colui che è il giudizio di Dio, percosse l’innocente, affinché noi, popolo colpevole potessimo bere e vivere. Alleluia. Oh quanto è meraviglioso!

“Parla alla roccia”. Disse: “farà scaturire la sua acqua”. Ed essi--essi girarono dappertutto; non poterono trovare acqua da nessuna parte. E Dio disse loro: “Va’ parla alla roccia”.

Che cosa ridicola per il pensiero carnale che direbbe: “Ma, quello è il posto più arido del deserto”.

82              La roccia sembrava essere uno dei posti più vecchi e più aridi. Eppure, ogni luogo che percorsero, ogni piccolo luogo, là dove doveva esserci dell’acqua, non ce n’era. Andarono verso quella oasi, niente acqua. Scesero laggiù alla sorgente, niente acqua. Allora Dio disse loro di fare una cosa ridicola: “Va’ parla alla cosa più arida che esiste, una vecchia roccia situata lassù su una collina. Va’ parla a quella cosa e farà scaturire l’acqua”.

“Ma, dov’è l’acqua? Ebbene, se ci fosse dell’acqua si dovrebbe trovare quaggiù nella valle, e non lassù sulla collina, in quella roccia arida”.

Eppure è lì che si trova oggi. Quando il dottore ha fatto tutto ciò che è in suo potere per te, sei passato attraverso ogni studio medico, ogni ospedale. Ciò nonostante, Dio disse: “Parla alla Roccia”.

83              Essi dicono: “Cosa devo fare, uscire ed andare da quel gruppo di santi rotolanti? Ma è la peggior chiesa che esiste al mondo”. Eppure è lì che Dio ha detto di andare. Amen. Non trovate che è strano come il Signore prende le cose ridicole e le rende reali? Alleluia.

Ebbene, aggiunse: “Se Dio dà un dono, ciò avverrà tramite una chiesa importante e dignitosa”.

Ed è questo che pensarono all’inizio. Ma osservate dove Egli lo portò, in una mangiatoia. Non è forse vero? Egli lo porta sempre sulla persona umile e docile. Dio è un Dio di misericordia. Sissignore. Essi dovevano andare ad abbeverarsi nel luogo più arido del deserto.

Poi dici: “Se il dottore non può più niente per me, tutto il resto non serve a niente”. Ebbene, parla solo alla Roccia e lo scoprirai.

84              Mosè uscì e parlò alla Roccia. E quando parlò alla Roccia, le acque incominciarono a scaturire e il popolo incominciò a bere. Ma, oggi, rivolgete la parola alla Roccia? Senti fratello, credo che sia il momento di parlare alla Roccia. Non credete?

Ho visto una donna, una volta nella Bibbia, che aveva una perdita di sangue. I medici avevano fatto tutto il possibile. Aveva ipotecato la sua casa e venduto tutto ciò che possedeva. Ma nessun dottore poté farle del bene. Ed ella parlò alla Roccia e la Roccia fece scaturire l’acqua (è vero?), le acque della guarigione.

85              Nella Bibbia, vi era un vecchio, laggiù, che si chiamava il cieco Bartimeo. Era cieco da anni, posso vederlo davanti alla porta. Oh! E’ arrivato il momento di parlare; credo che sia questo il momento nel quale la chiesa dovrebbe spingersi in su o retrocedere. Credo che il tempo dei segni menzionati in Marco 16° dovrebbero seguire il credente. Non lo credete?

La Bibbia dice che “negli ultimi giorni verranno tempi difficili, perché gli uomini saranno orgogliosi, amanti dei piaceri invece che amanti di Dio” (2° Tim. 3 v. 4 – n.d.t.). Ci siamo arrivati. Gli stadi di calcio sono pieni zeppi oggi pomeriggio, e la chiesa di Dio è vuota; le Scritture si avverano esattamente. Sissignore. Siamo nel deserto.

86              Ora notate. Vorrei che osserviate come Mosè disse loro di uscire e di parlare e che avrebbero ricevuto l’acqua. Ho notato che l’uomo che si chiamava il cieco Bartimeo, ne parlavo poco fa, lo vidi, egli si avvicinò alla Roccia. La gente diceva: “Ma insomma, cosa succede qui? Cos’è tutto questo rumore?”

Sapete, di solito, con Gesù vi è anche tanto rumore. Non è forse strano? Un giorno arrivarono in città, e tutti facevano molto rumore, e quel grande e vecchio prete, dall’aspetto funebre, disse: “Mi fanno venire la pelle d’oca e la febbre”. Disse: “Fateli tacere!”

Disse: “Se tacciono, le pietre grideranno immediatamente”.

87              La Vita stava entrando. Sì, e loro erano là fuori in quella grande condizione da funerale. Il piccolo vecchio Bartimeo, era là fuori, ed era-era cieco e non sapeva cosa fare. Immediatamente Lo udì e domandò: “Chi è?”

Alcune persone dissero: “Gesù di Nazareth sta passando”.

Oh, alcuni dissero... Disse: “Oh, Gesù, Figlio di Davide, abbi pietà di me, abbi pietà di me”. Egli parlava alla Roccia.

La Roccia che rotolava giù lungo la strada, e la gente gridava, e urlava, e così via. Gli dissero: “Non disturbare il Maestro, credo che abbia abbastanza da fare. Perciò non è necessario che Lo disturbi, rimani tranquillo”.

88              Ma tutto questo non servì a fermarlo. Voleva parlare alla Roccia. E si mise a gridare ancora più forte: “Oh, Gesù, Figlio di Davide, abbi pietà di me, abbi pietà di me!” Egli è cieco. “Abbi pietà di me”.

E subito, le Sue piccole orecchie udirono quel suono. Si girò, la Roccia aveva udito. Disse: “Portatemelo qui”.

Osservate. Aveva addosso i vestiti; faceva freddo tenersi lì seduti e tremava. Non fece attenzione dove posò i vestiti, li gettò su un lato. Perché? Era entrato in contatto con la Roccia. Ecco di che si trattava. Era entrato in contatto con la Roccia. Oh! Egli lo sapeva che quella era la Roccia nel deserto. Lo credete?

Credo che Egli è qui, oggi, e voi? Lo Spirito Santo ha promesso di ritornare, la stessa Roccia che era nel deserto. Non era quella roccia, era lo Spirito nella roccia. E’ la stessa cosa che si trova qui con noi oggi. Egli parlò alla Roccia e Gesù arrivò e lo guarì.

89              Conosco una piccola storia a proposito di Bartimeo. Era cieco da anni e aveva avuto una piccola bambina, dicono che aveva circa dieci anni o dodici; e lei – non aveva mai visto... Lui non l’aveva mai vista. Una sera si ammalò. Bartimeo... A quell’epoca invece di un cane, per guidarli, come fanno oggi i ciechi, avevano un agnello che li guidava.

Ora, ascoltate attentamente. L’agnello lo guidava alla porta e rimaneva seduto con davanti una piccola tazza. Possedeva due piccole tortorelle e quelle tortorelle si giravano e facevano degli incantesimi, in questo modo, e tutto ciò interessava i turisti. Si fermavano a guardare quelle piccole tortorelle che facevano dei capitomboli; con un bastoncino faceva far loro i capitomboli. E così facendo, la gente gli gettava delle monetine e delle cose nella sua tazza, delle monetine. E lui... era così che faceva vivere lui, sua moglie e la piccola.

Una notte la sua piccola bambina si ammalò, e così lui uscì a pregare. Il dottore aveva detto che non c’era niente da fare. E così se ne andò fuori a pregare. Disse: “Oh Dio, non voglio perderla. Non l’ho mai vista in vita mia. Non voglio perderla, non ho niente da darTi. Sono solo un povero cieco mendicante. Ma se--ma se guarisci la mia bimba, Ti prometto che domani prenderò le mie due piccole tortorelle e--e le offrirò in sacrificio per Te. E’ tutto ciò che ho”.

90              La mattina seguente la bimba era guarita. Prese le tortorelle e le offrì lassù. Una settimana dopo sua moglie si ammalò. Non c’era niente da fare. Non è forse strano come le tragedie colpiscono le famiglie e i credenti? E così è tutto per il bene. Così, essi--essi andarono lassù, e uscì a pregare quella sera.

Disse: “Signore, non mi rimangono nemmeno le tortore. Le mie elemosine diminuiscono, perché non ho niente che attiri la loro attenzione. Non ho niente su questa terra da offrirTi, solo il mio agnello. Ma se lasci vivere la mia povera e cara moglie, Ti darò il mio agnello”.

Tornò in casa e rimase ad aspettare. La mattina seguente sua moglie era guarita. Era una magnifica mattina; si incamminò sulla strada, l’agnello lo guidava. E il sommo sacerdote, in piedi, in cima--sul parapetto del balcone del tempio.

Disse: “Dove stai andando, cieco Bartimeo?”

 Disse: “Oh, sommo sacerdote, sto andando nella camera dei sacrifici. Ho promesso a Dio che se guariva la mia--la mia moglie, ieri sera, Gli avrei dato il mio agnello”.

91              “Oh”, disse: “Cieco Bartimeo, non puoi dare quell’agnello.” Disse: “Ti darò io un sacrificio, o dei soldi per comperare un agnello, qui sulle bancarelle”, dove Gesù, più tardi, li scacciò. Disse: “Ti darò dei soldi per comperare un agnello”.

Disse: “Oh, sommo sacerdote”, disse: “Che le benedizioni di Dio riposino su di te”. Ma, aggiunse: “Non ho mai promesso a Dio un agnello, Gli promisi questo agnello”. E’ la verità. E’ qui che si trova.

E che ne è di voi? Volete che il mondo sia cristianizzato, ma avete paura dello Spirito Santo. Capite? Che ne è di voi? Bene.

Disse: “Cieco Bartimeo, non puoi dare quell’agnello. I tuoi occhi sono l’agnello. I tuoi occhi sono quell’agnello, cieco Bartimeo. E hai insegnato a quell’agnello come guidarti”. Aggiunse: “Quel leone... I tuoi occhi sono quell’agnello, ti tira dappertutto. I tuoi soli occhi sono quelli”.

92              Egli alzò le sue vecchie deboli mani e disse: “Oh, sommo sacerdote, Dio provvederà un agnello per il cieco Bartimeo”. Egli offrì il sacrificio.

In una fredda giornata di novembre, se ne stava là seduto e agghiacciato, al vento. Udì un rumore. Cos’era? Dio aveva provveduto un Agnello per gli occhi del cieco Bartimeo. E’ vero. Dio provvede con lo stesso Agnello, oggi pomeriggio, per ogni persona seduta qui. Lo credete?

Egli provvede un Agnello per ciascuno di voi. Egli è qui, pronto a darvelo; Egli vi darà la potenza della Sua benedizione. So che è qui. So che il Suo Spirito è qui. E farà--farà esattamente ciò che Gli domanderemo di fare. Lo credete?

Quando, durante il viaggio, Dio ha provveduto il Suo agnello... La Roccia è già stata percossa; le acque sgorgano liberamente. Abbeveriamoci, ora; lo farete? Tutti coloro che hanno un bisogno di Gesù Cristo. Chiniamo il nostro capo per un minuto.

93              Benché possa sembrare strano, con il vostro capo chino, l’Angelo del Signore è qui sul palco. So che Lui vuole benedirvi ora. E’ strano il modo con il quale Egli mi strappò fuori da quella cosa, nevvero? Una cosa così non mi era mai successa. La Luce è assolutamente qui, in piedi nel locale, proprio ora. Dio dei cieli abbi misericordia.

Vedete, è sospesa sopra una piccola bambina, proprio in questo momento, qua dietro, sopra, alla mia sinistra, ha – ha un problema ai reni. La sua mamma è seduta accanto a lei con un problema al fegato. Il piccolo ragazzo, seduto qui, ha la tensione bassa.

Eccolo che viene, quassù, verso questa fila, proprio qui davanti a me, sospesa sopra, ha... Qualcosa non va per questa signora seduta qui, ha qualcosa che non va con la testa, ha dei problemi alla testa.

La persona seduta accanto a lei ha la stessa cosa, e la signora seguente, seduta accanto. E anche l’uomo seduto lì ha la stessa cosa, tre persone. Ed è la verità, nevvero? Ecco, voi tre, con le mani alzate, potete tornare a casa ed essere guariti; vi sta lasciando, e vedo che si illumina tutt’attorno a voi.

94              Oh, quanto sei glorioso e meraviglioso Spirito Santo... Imponi le mani su quella piccola bambina là dietro, mamma, che ha un problema ai reni. E il piccolo ragazzo laggiù con la tensione bassa, imponi le mani, papà. Mamma, sarai guarita anche tu.

Voglio che vediate ciò che sta succedendo. Siate rispettosi per favore per un minuto. Sissignore. Sta diventando chiaro tutt’attorno... Oh, non è forse meraviglioso?

L’Angelo di Dio che condusse i figli d’Israele, quella stessa Colonna di Fuoco, si sta muovendo tutt’attorno qui, sopra questo gruppo di persone... Come... Oh, amici, che momenti meravigliosi. L’agnello che condusse il cieco Bartimeo, e noi siamo qui, seduti, neanche in una riunione di guarigione; ed ecco che Egli si trova qui, è appena sceso su di me. Come vi ha amati, Egli vuole che sappiate che è qui. Vi ama, ciascuno di voi. Non volete riceverLo?

95              Padre nostro Celeste, Ti ringraziamo per la tua misericordia. Oh Dio, che la gente possa realizzare che sono nella ... Lo stesso Angelo che li condusse laggiù nel naturale, ci conduce oggi, nello spirituale. La Colonna di Fuoco è qui, e noi... Persino il mondo scientifico ne ha preso la fotografia. E’ qui con noi. Lo amiamo, e sappiamo che è qui. Vediamo che si sta muovendo in un modo infallibile per andare sopra l’uditorio e adempire miracoli e segni, mentre il popolo è seduto qui nell’uditorio, ed è guarito in questo momento.

O Maestro della Vita, tocca ognuno. Dona loro le Tue benedizioni. Accordalo, Signore. Che ognuno sia guarito e benedetto. Che i peccatori vengano salvati, i retrogradi possano ritornare, che abbandonino il loro proprio cammino, possano venire quassù e uscire dall’Egitto, che traversino il Mar Rosso oggi, e che brucino ogni cammino dietro di loro. Accordalo, Signore. Abbi compassione ora, e guarisci la gente seduta qui, nel Nome di Tuo Figlio, Gesù, lo domandiamo.

E mentre avete il capo chino, voglio che rimaniate raccolti con Dio solo un momento. E credete solamente che Dio è qui, ora, per guarirvi.

EccoLo di nuovo. EccoLo che si tiene sulla mia destra, verso il lato della balconata... è sopra una piccola mamma con problemi alla schiena. Dio ti benedica, mamma.

96              Viene e rimane su una piccola signora, ha una posizione abbastanza pesante. Ha qualcosa sul suo fianco. La vedo che sostiene sempre il suo fianco. Ha un problema sul fianco. Dio la benedica, signora. Creda, sarà guarita.

Oh, ve lo posso dire, amici, potreste credere ogni cosa ora, questa santa quiete, questo silenzio. Che Dio vi benedica.

Fratello Bosworth, vieni e guidaci nella preghiera, per favore, voglio tenermi qui in piedi con te, mentre preghi. Conduci nuovamente l’assemblea nella preghiera.

Ecco qui un uomo buono e santo, desidero che ti tenga qui vicino, fratello Bosworth. Vedo qualcosa di nuovo.

Fratello Bosworth, l’Iddio stesso che ci ha guidati ed è stato con noi, e ci ha benedetti, è qui e sta circolando sopra questo gruppo di persone.

97              Mentre migliaia di persone sono là fuori nel mondo, Egli è qui, questo Essere potente, e si sta muovendo in questo uditorio, guarendo le persone, rendendole sane. Ora, le Sue benedizioni si trovano qui. Il Suo Spirito è su di noi. Sappiamo che è qui presente.

E io ti conosco, fratello Bosworth, come un uomo gentile e santo. Sei il servo di Dio. Predicavi già questo messaggio prima che io fossi nato, fratello. Desidero, se così ti senti guidato, che guidi la congregazione nella preghiera mentre mi congedo, per favore e tu--tu prega per la congregazione.

IN ALTO