HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Ebrei Capitolo Due (PARTE SECONDA) di William Marrion Branham è stata predicata il 57-0825E La durata è di: 56 minuti .pdf La traduzione BBV
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf   
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Ebrei Capitolo Due (PARTE SECONDA)

  • ... venne innanzitutto, e studiò le Scritture, così egli poteva confrontare ciò, e vedere se era la Verità oppure no. Egli comprese la Verità tramite l'Antico Testamento. Dunque, Paolo era uno studioso dell'Antico Testamento. Quanti sanno ciò? Egli fu ammaestrato da uno dei migliori studiosi del suo tempo, Gamaliele, uno studioso straordinario. E Paolo conosceva l'Antico Testamento. E io penso al suo primo scuotimento, come dissi stamane, quando egli fu testimone della morte di Stefano. Qualcosa deve aver afferrato Paolo, perché attraverso tutti i suoi scritti egli continuò a riferirsi a ciò: "Io non sono degno perché ho perseguitato a morte la Chiesa. Sono il minimo in mezzo a loro".
  • Oh, ma Dio aveva un pensiero diverso. Egli era uno degli uomini più potenti del suo tempo.
  • Vedi, San Paolo, il grande apostolo

    Con la sua veste così splendente e senza macchia, (disse il poeta)

    Oh, lì ci sarà certamente qualche grido di giubilo

    Quando tutti ci incontreremo lì.

    Quel grande giorno quando vedrò lui che riceve una corona da martire, una ricompensa da martire.

    1. Mi trovavo con una piccola penna, qui non molto tempo fa; dove egli scrisse queste Lettere. Quando essi gli recisero il capo. E lo buttarono nella fogna, per trascinarlo lungo la fogna. E questo piccolo Giudeo lì, disse: "Io porto nel mio corpo il marchio di Gesù Cristo. Ho combattuto con le bestie a Efeso, tuttavia ho combattuto il buon combattimento. Ho finito la corsa. Ho conservato la fede. E, in avvenire, per me c'è una corona di giustizia, che il Signore, il giusto Giudice mi darà in quel giorno. E non solo a me, ma a tutti quelli che amano la Sua apparizione". Come amo ciò. Oh, io voglio essere annoverato con quelli. Noi solevamo cantare un inno:

    Vorresti essere annoverato come uno del Suo gregge? Vorresti essere annoverato come uno del Suo gregge? Sii senza macchia dentro, vigilando e aspettando di vedere quella visione,

    Egli verrà di nuovo. (Io voglio essere uno di loro.)

    1. Dunque, lo scrittore va avanti e dice:
    1. Perciò bisogna che ci atteniamo maggiormente alle cose udite, che talora non finiamo fuori strada.

    Come abbiamo insegnato stamane.

    1. Il secondo versetto:

    2.     Se infatti la parola pronunziata per mezzo degli angeli... (Cosa abbiamo scoperto in merito a cosa sono gli angeli? Profeti. "Dio, dopo aver parlato..." Dunque, voi non dovete prendere le nostre proprie idee, ma la Bibbia.)

    1. Ora, il primo capitolo, e il primo versetto:

    1.     Dio, dopo aver parlato anticamente molte volte e in molte maniere ai padri per mezzo dei profeti.

    1. Ora lui passa qui e dice ancora:

    2.     Se infatti la parola pronunziata per mezzo degli angeli fu ferma.

    (E cosa significa "angelo?" Messaggero.) Se Dio ungeva il messaggero... E dunque, se noi siamo unti, noi siamo messaggeri di Dio. Siamo messaggeri per il mondo, un ambasciatore del Cielo, professando di essere stranieri e pellegrini. Noi non siamo di questo mondo. Ma cerchiamo una Città il cui Architetto e Costruttore è Dio. Noi non accumuliamo tesori in questa terra dove la tignola e la ruggine consumano, e dove i ladri scassinano e rubano; ma nel Cielo dove Gesù siede alla destra della Maestà. Oh, quale meravigliosa e gloriosa cosa sapere che:

    Le nostre speranze sono edificate

    sul Sangue e la giustizia di Gesù;

    Quando tutto intorno alla mia anima cede

    Allora Egli è tutta la mia speranza e rimane.

    Su Cristo, la solida Roccia, io sto.

    Ogni altro terreno è sabbia mobile,

    Ogni altro terreno è sabbia mobile.

    1.        Come Eddie Pruitt scrisse quell'inno nei tempi della persecuzione.

    2. Se infatti la parola pronunziata per mezzo degli angeli fu ferma

    (Quando il messaggero di Dio annunciava la Parola, Essa si dimostrava ferma!) ...e ogni trasgressione e disubbidienza ricevette una giusta retribuzione,

    3. come scamperemo noi,... (Se non ascoltiamo Cristo, Colui che parla dal Cielo. Ora osservate.)

    1. come scamperemo noi, se trascuriamo una così grande salvezza?... (Pensate a ciò!) ...Questa, dopo essere stata inizialmente annunziata dal Signore...
    1. Cristo cominciò la Sua opera. Cosa fece Lui? Noi osserviamo Lui, come Egli...  umile, semplice, Egli non era un uomo famoso come un teologo. Ma era umile, mansueto, gentile. Egli non era un potente predicatore. La Sua voce non fu udita nelle strade. Tuttavia Giovanni andò avanti come un leone ruggente, egli era un predicatore.
    2. Gesù venne, non come un leone ruggente, tuttavia Dio operava con Lui confermando la Parola. Dio era con Cristo. Pietro disse, il giorno di Pentecoste: "Voi uomini d'Israele, e voi che dimorate in Giudea... Gesù di Nazareth, un uomo approvato da Dio in mezzo a voi con segni, prodigi e miracoli, che Dio fece per mezzo di Lui nel mezzo di voi tutti, di cui voi siete testimoni". Osservate come egli l'appuntò su di loro. Voi avreste dovuto riconoscerLo.
    3. Gesù disse: "Voi ipocriti". Disse: "Voi uscite, e osservate il sole, ed esso è rosso e cupo, e voi dite: 'ci sarà cattivo tempo'. E se esso è splendente e soleggiato e così via, voi dite: 'ci sarà bel tempo'. Disse: "Voi potete discernere il cielo, ma i segni del tempo, non li potete discernere. Perché se avreste conosciuto Me, avreste conosciuto il Mio giorno".
    4. Oh, come Egli griderebbe stasera! Come il Suo Spirito grida attraverso i Suoi predicatori: "L'ora è vicina". Noi discerniamo, osserviamo le bombe atomiche; sappiamo che prenderà il posto di Clark Gables, e chi farà questo, quello, o l'altro, oppure chi sarà il vice presidente. Noi siamo interessati a quello, ma non siamo capaci di discernere i segni dei tempi. Noi siamo alla fine.
    5. Cosa significa ciò? Noi siamo così interessati in quello che la prossima puntata del televisore "Cosa farà Susie?"; oppure qual è il nome di quella donna; e dove andrà Arthur Godfry "Che tipo di barzelletta tirerà fuori la prossima volta?" Noi, come Cristiani, riempiamo la nostra mente con simili sciocchezze, quando dovremmo stare in preghiera da qualche parte e studiare la Bibbia per conoscere i segni del tempo in cui viviamo.
    6. Ciò fa sì che nel nostro tempo ci sia debolezza nei pulpiti (proprio così) che non li farà scendere e portare la Verità del Vangelo. Noi dovremo rispondere di ciò nei giorni a venire. Non dobbiamo trascurare nulla. E la gente, mentre noi siamo qui in questo tabernacolo Branham, per vedere i segni e i prodigi, e la potenza del Cristo risorto; e dopo sapere che vorremmo piazzare il nostro tempo su altre cose e trascurare di ascoltare la Voce del Signore Gesù; "Come scamperemo se trascuriamo una così grande salvezza?"
    1. Il verso 3 oppure il verso 4. Ecco dove abbiamo terminato stamane, sul 4 verso:
    1. mentre Dio rendeva testimonianza assieme a loro (Ascoltate la Parola.) con segni e prodigi, con diverse opere potenti e con distribuzioni dello Spirito Santo

    Cosa significa diversi miracoli? Cosa significa diversi? Diversi significa molti. Con molti miracoli Dio rese testimonianza. O Dio, ho fiducia che ciò penetrerà dentro i vostri cuori.

    1. Ascoltate! Io sono uno dei vostri pastori, qui insieme al fratello Neville. Voglio che Lo prendiate per testimonianza. La Bibbia dice: "Se qualcuno sorge in mezzo a voi, e dice la tal cosa e ciò non accade, non ascoltatelo; perché Io non ho parlato. Ma se egli parla nel Mio Nome, e ciò che dice si avvera, allora ascoltatelo". (Amen) "Poiché Io sono con quel profeta, o predicatore, o qualsiasi cosa possa essere. Se ciò che lui dice si avvera allora ascoltatelo".
    2. Dunque, amici, ascoltiamoLo; lo Spirito Santo parla in mezzo a noi, mostrando diversi miracoli, e segni, e prodigi. Non trascuriamoLo come generalmente accade. Ricordiamoci che è Gesù Cristo; lo stesso ieri, oggi, e in eterno; che conferma la Sua Parola. Noi dobbiamo farlo. Oh, per favore fatelo. Fate attenzione! Lasciate che ogni altra cosa sia secondaria. Persino la tua casa, tuo marito, tua moglie, i tuoi figli, qualsiasi cosa possa essere. Mettilo al secondo posto. Metti Dio al primo posto! Tu dici: "Fratello Branham, sopra i miei figli?" Sopra ogni cosa! Metti Dio al primo posto. Lascia che Lui sia al primo posto.
    3. Un giorno Elia se ne andò dalla montagna, egli era un angelo, un messaggero, il messaggero di Dio unto. Ed egli trovò una vedova che raccoglieva due stecchi. Egli disse: "Va', cuocimi una piccola schiacciata e portami un pò d'acqua".
    4. Ed ella disse: "Come la tua anima vive, io ho solo farina sufficiente per fare una piccola schiacciata. Ed io ho appena olio sufficiente per entrare, per mischiarlo per accorciarlo. E sto raccogliendo due stecchi". La maniera all'antica degli Indiani era di incrociare gli stecchi e bruciare ciò nel mezzo, e continuare a spingerlo dentro. Molti facevano un fuoco nel campo così. Disse: "Ora cucinerò quella piccola schiacciata per me e per il mio bambino. E noi la mangeremo e poi moriremo". Ci sarebbe stata siccità per tre anni e mezzo, senza acqua in nessun posto.
    5. Quel rigoroso vecchio profeta, guardò quella donna in faccia, disse: "Vai prima a cucinarne una per me". Che comando, per un uomo dire a una vedova, affamata, di cibare per primo lui. Cosa disse? "Poiché COSÌ DICE IL SIGNORE, il barile non si svuoterà né il vaso si asciugherà finché Dio manderà la pioggia sulla terra". Prima di tutto, Dio! Ella entrò e cucinò quella piccola schiacciata e la diede al profeta. E ritornò indietro e ne cucinò un'altra, e un'altra, e un'altra, e un'altra. E il barile non si svuotò né il vaso si asciugò finché Dio mandò la pioggia sulla terra. Ella mise Dio prima dei suoi figli. Prima di ogni altra cosa. Ella mise il Regno di Dio al primo posto.
    1. Dio deve avere il primo posto nel tuo cuore, il primo posto nella tua vita, il primo posto in ogni cosa che tu fai o ciò che tu sei. Dio deve essere il primo. Egli non vuole il secondo posto. Egli non merita il secondo posto. Egli merita il meglio e il primo posto e tutto quello che noi abbiamo. Egli lo merita. Benedetto sia il Suo santo Nome.

     

    mentre Dio rendeva testimonianza assieme a loro (Egli rendeva testimonianza.) con segni e prodigi, con diverse opere potenti e con distribuzioni dello Spirito Santo secondo la Sua volontà. (Non ciò che l'uomo dice, ciò che la chiesa ha detto; ma ciò che era la volontà di Dio.)

    1. Oh, noi abbiamo bisogno di cercare la volontà di Dio, non il favore del tuo vicino, non il favore dei tuoi figli, non il favore di tuo marito o di tua moglie; ma cerca la volontà di Dio. Prima di tutto fai quello. Dopo ogni altra cosa, la volontà della moglie e la volontà dei figli. Tuttavia metti Dio al primo posto
    2. Osservate, ora:

    5. Infatti non è agli angeli che Egli ha sottoposto il mondo a venire, del quale parliamo.

    1. D'altronde, i grandi angeli che ministrano nei Cieli: Gabriele, Michele, e le decine di migliaia di angeli del Cielo; oppure i centinaia di profeti che sono stati sulla terra, ognuno di loro, Egli non ha mai posto qualcuno di loro per avere il controllo sul mondo futuro del quale parliamo; nessuno! Egli non disse mai: "Isaia, tu controllerai il mondo". Egli non ha mai sottoposto il mondo a Elia. Né l'ha sottoposto a Gabriele, né ad alcun angelo, o spirito al servizio.
    2. Osservate ciò che Paolo disse, Paolo magnifica ancora Cristo del quale parliamo:

    ma qualcuno ha testimoniato in un certo luogo, dicendo: "Che cosa è l'uomo, perché tu ti ricordi di lui, o il figlio dell'uomo perché lo consideri?

    Tu l'hai fatto per un po' di tempo inferiore agli angeli, Tu l'hai coronato di gloria e di onore e l'hai costituito sopra le opere delle tue mani.

    1. Ora se volete leggere ciò, è il Salmo 8:4 e 6; Davide che parla. Ora come lo chiamò Davide qui? Ciò lo sistema proprio lì, se ciò era proprio stamane sul profeta.
    2. Egli disse: "Poiché uno degli angeli disse in un certo luogo". Davide, il messaggero di Dio, era un angelo di Dio; poiché lui era un messaggero di Dio. L'angelo disse (Davide disse) nei Salmi: "Tu lo hai fatto di poco inferiore agli angeli".

    Un angelo disse che Dio lo fece di poco inferiore a un angelo, affinché potesse coronarlo; ed egli potesse soffrire e gustare la morte per essere di nuovo innalzato. Affinché Egli potesse farlo erede di tutte le cose del mondo.

    1. Dunque, in Matteo 28:18, noi leggiamo ciò. Dopo che Egli era stato crocifisso e risuscitato di nuovo il terzo giorno, si incontrò con i Suoi discepoli e diede loro l'incarico di andare in tutto il mondo a predicare il Vangelo ad ogni creatura. Egli disse: "Ogni potere in Cielo e sulla terra è stato posto nella Mia mano. Ogni potere in Cielo, ogni potere in terra, è stato dato a Me". Di cosa si trattava? L'uomo e Dio si erano uniti! Il Logos era stato fatto carne ed era stato ucciso, e risuscitò di nuovo per la nostra giustificazione; e fu dunque l'Emmanuele unto per sempre e per sempre. Dio cambiò il Suo luogo di dimora da un trono negli spazi laggiù, nel cuore! del Suo Figliolo, Cristo Gesù, per vivere e regnare per sempre. Dio era in Cristo; Egli è il luogo finale di riposo dello Spirito.
    2. Lo Spirito un tempo rimase nel tabernacolo (voi sapete ciò), sotto una tenda. E Salomone Gli edificò una casa. "Tuttavia l'Altissimo non dimora in una casa fatta da mano d'uomo; ma Tu Mi hai preparato un corpo".
    3. Nel Libro degli Atti al 7° capitolo, quando Egli parlava, disse: "Tutti loro Lo previdero. Essi edificarono una tenda per Lui, Mosè lo fece, e avevano una tenda e misero l'arca lì dentro. Perché Dio era nel Seggio di Grazia, Egli non dimorava lì".
    4. Benissimo dunque: "Tu Mi hai preparato un corpo". Il Corpo del Signore Gesù Cristo, fatto di poco inferiore agli angeli per gustare la morte; e nessuno tranne l'Altissimo, Cristo: il Principe di Pace, il Re dei re, il Signore dei signori, il Creatore di ogni stella nell'universo.
    5. O Dio. Egli divenne Signore della Sua creazione affinché potesse redimere l'uomo (senza casa, l'uomo indifeso) e dare loro una casa nel Cielo. Egli lasciò la gloria del Cielo. Lasciò il più alto nome che poteva essere invocato. E quando Egli stava sulla tetra l'uomo Gli diede il nome più basso che loro potevano dargli, dissero tanto per cominciare che Lui era un bambino illegittimo. Nato in una mangiatoia, avvolto in uno straccio tolto dal dorso di un bue. Senza un luogo in cui andare, senza una casa in cui andare. E fu chiamato "Beelzebub", il capo dei demoni. Egli fu maltrattato, fu sputato, fu beffato. Egli fu rigettato. E andò nei bassifondi, e si chinò verso la più vile delle prostitute. Ecco ciò che l'uomo fece a Lui.
    6. Ma Dio Lo innalzò così in alto fino al punto che Egli doveva guardare in basso per vedere il cielo. L'uomo Gli diede il posto più basso, diede a Lui il posto peggiore, il nome più basso. Dio Lo innalzò e Gli diede il posto più in alto, e il Nome più alto. Ecco la differenza fra ciò che l'uomo ha fatto con il Figlio di Dio, e ciò che Dio ha fatto con il Figlio di Dio.
    7. Egli si abbassò affinché noi potessimo essere innalzati. Egli divenne come noi, affinché noi per mezzo della Sua grazia, potessimo diventare come Lui. Egli venne per i senzatetto, e divenne Lui stesso un senzatetto, affinché noi potessimo avere una casa. Egli venne per l'ammalato e Lui stesso divenne ammalato affinché noi potessimo essere guariti. Egli venne per il peccatore, e Lui stesso divenne peccato, affinché noi potessimo essere salvati.
    1. Non meraviglia se Egli fu esaltato! Non meraviglia se Lui è chi Egli è stasera! Di Lo esaltò. E ogni potenza in Cielo e sulla terra è stata data a Lui.
    2. Quando la Sua opera terrena fu terminata qui sulla terra. Egli venne sulla terra, non appena Egli lo fece, la Stella del Mattino annunciò che Lui era il Figlio di Dio. Egli scosse ogni demone con il quale venne in contato. Benedetto sia il Nome del Signore! I demoni tremavano, e imploravano pietà nella Sua presenza. Sissignore! Tutto l'inferno conosceva chi Egli era.
    3. Egli camminò in umiltà. Non aveva un posto in cui poggiare il capo in una notte di pioggia. Gli animali che Egli creò; gli uccelli del cielo hanno un nido e le volpi hanno una tana ma il Figlio dell'uomo non aveva un posto in cui poggiare il Suo benedetto capo. Certo.
    4. Egli divenne peccato, divenne spregevole e abbandonato. Ogni demone sapeva chi Egli era. Essi imploravano pietà, dissero: "Perché sei venuto a tormentarci prima che venga il nostro tempo". E mentre i predicatori Lo chiamavano: "Beelzebub", l'indovino; i demoni Lo chiamavano: "Il Figlio del Dio vivente", e imploravano pietà.
    5. Oh, come potremmo fermarci solo un momento. Chi sei tu comunque? Cosa significa il lavoro che hai? Oppure cosa significa quella piccola casa che possediamo? Cosa significa quella macchina che possediamo?
    6. Graziosa ragazza, tu piccola cosa impertinente. Tu giovane uomo con i capelli lucidi, le spalle dritte; diventerai curvo un certo giorno, quando diventerai curvo con l'età.
    1. Ma benedetto sia il Signore. Tu hai un'anima che è Nata di nuovo, tu vivrai in eterno perché Lui divenne come te, affinché tu attraverso la Sua grazia potessi diventare come Lui; per preparare un luogo per te.
    2. Oh, noi che crediamo di avere un cambio di vestiti, e alcuni generi alimentari in casa; cosa siamo noi? Dio potrebbe prendere ciò in un secondo. Il tuo respiro è trattenuto nella Sua mano. É qui nel nostro mezzo per guarire i malati, per proclamare e professare, e preannunciare, e ogni volta in modo perfetto. E persino abbastanza interessato a riportare di nuovo in vita un pesciolino morto, in mezzo a noi. Jehovah intorno a noi. Jehovah in noi. Il grande e potente IO SONO.
    3. Quando Egli morì essi pensarono di averlo. Lui scese nell'inferno. Quando lasciò la terra quel giorno in cui fu crocifisso, Egli andò nella regione dei perduti. La Bibbia dice: "Egli andò a predicare alle anime che erano in prigione, che non si ravvidero nei giorni di Noè". Quando Lui morì e il Suo Spirito Lo lasciò, Egli divenne di nuovo il Logos. Egli disse: "Io vengo da Dio e ritorno a Dio".
    4. "E Dio era quella Colonna di Fuoco che guidò i figliuoli nel deserto. E quando Egli era qui sulla terra. E quando Lui morì ritornò di nuovo a essere una Luce. Paolo Lo vide, ed Egli era una Luce. Nessuno del rimanente di loro Lo vide. Essi videro cadere Paolo. Qualcosa lo colpì, ed era una Luce. Paolo disse, "Chi è Colui che io perseguitò?"
    5. E Lui disse: "Saulo, Saulo, perché Mi perseguiti?" Disse: "Chi sei?"
    6. Egli disse: "Io sono Gesù che tu perseguiti. Ti è duro ricalcitrare contro i pungoli".
    7. Dunque egli andò e studiò quella Luce. Paolo ritornò nella Bibbia e scopri cos'era quella Luce. Ed egli scrisse questa Lettera. Egli è lo stesso Jehovah. La stessa Luce che era nel deserto con i figlioli d'Israele. E quando Pietro era in prigione, Egli era una Luce che entrò e apri le porte.
    8. E tramite la Sua grazia, così nessuno avrà alcuna scusa Oh, se essi potevano dimenticare i messaggeri illetterati, e ricordate, non si tratta del messaggero, si tratta del Messaggio. Egli è sceso di nuovo con noi nella forma di una Colonna di Luce. Ed Egli si muove con i Suoi stessi miracoli e segni: niente fuori dalla Bibbia, rimane proprio con la Bibbia, tenendo ciò in sottomissione, rivelando la Sua gloria, mostrando la Sua potenza. Benedetto sia il Suo santo Nome!
    9. Lo so che penserete che sia impazzito, tuttavia, ho, che benedetto eterno riposo c'è nella mia anima. Benché le tempeste possano infuriare, la mia ancora tiene dentro il velo.
    10. E vedere Lui quando mori fino al punto che la luna ebbe una depressione nervosa. Il sole tramontò nel mezzo del giorno. E quando Egli andò nella regione dei perduti, bussò alla porta, e la porta si spalancò. La Bibbia dice: "Egli predicò alle anime che erano in prigione, che non si ravvidero nei giorni di Noè, dopo che Lui era morto su questa terra. E fratello mio e sorella mia, quando Egli mori, la Sua opera terrena fu compiuta. Tuttavia Egli stava ancora operando. E Lui sta ancora operando stasera. Amen.
    11. Egli bussò alla porta dei perduti (la Bibbia dice che lo fece) e testimoniò: "Io sono il Seme della donna. Sono Colui di cui parlò Adamo. Sono Colui ci cui Enoc disse che sarebbe venuto con diecimila dei Suoi santi. Io sono il Figlio del Dio vivente e voi avete peccato allontanando il vostro giorno di grazia. Tuttavia fu profetizzato a voi tramite l'angelo Enoc, Noè, che Io dovevo venire per adempiere ogni Parola della Bibbia di Dio. E Io sono qui come testimone in questa terra dei perduti". Ed Egli predicò loro. Lui scese nell'inferno, proprio giù alle porte dell'inferno. Bussò alla porta. E il diavolo aprì la porta, e disse: "Adesso ti posseggo".
    12. Strappò quelle chiavi dal suo fianco, disse: "Tu diavolo! Tu hai continuato a ingannare per lungo tempo". (Ciò è proprio qui nella Bibbia. Noi vi arriveremo in un minuto) "Tu hai continuato a ingannare per lungo tempo, ma Io vengo a prendere il comando". Afferrò quelle chiavi e con un calcio lo gettò dentro, e chiuse la porta.

    Venne e prese su Abrahamo, Isacco, e Giacobbe. Il terzo giorno Egli risuscitò, e quelli che dormivano nella tomba risuscitarono con Lui. Oh, Alleluia! Non meraviglia che il poeta disse:

    Vivendo, Egli mi amò, morendo mi salvò,

    Sepolto, Egli portò via i miei peccati,

    Risuscitando, Egli mi giustificò gratuitamente per sempre:

    Un certo giorno Egli verrà, oh glorioso giorno!

    1. Benedetto sia il legame che unisce i nostri cuori nella comunione Cristiana, l'amore di Dio. Quando Egli risuscitò, non aveva ancora terminato. Egli aveva ancora qualche opera da fare.
    2. La Bibbia dice: "Egli è salito in alto e ha fatto doni agli uomini". C'era un'atmosfera sospesa sulla terra; di oscurità, di tenebre, di morte, e di fatica. Le preghiere non potevano salire perché l'espiazione non era stata fatta, ma Egli aprì un varco attraverso quel velo. Lui aprì la via. Squarciò il velo della malattia. Squarciò il velo del peccato. Squarciò il velo della fatica. Squarciò il velo della depressione. Egli squarciò ogni velo e fece una strada maestra per il viandante. Per camminare sulla strada maestra del Re. Oh, quando Lui passò la luna e le stelle; sempre più Su.
    3. Dietro di Lui vengono i santi dell'Antico Testamento, Abrahamo, Isacco, e Giacobbe. Essi andarono su fin dentro i cieli dei cieli. Mentre essi erano lontani dalla città, io posso vederli che alzano gli occhi, Abrahamo disse: "Ecco la città che io bramavo vedere. Oh, vieni qui Isacco. Vieni qui Giacobbe. Oh, noi eravamo stranieri e pellegrini sulla terra, ma ecco la Città. Ecco Colui che noi aspettavamo".
    4. E la Bibbia dice che essi gridarono: "Alzatevi o porte eterne e restate alzate, perché il Re di gloria sta per entrare".
    5. E gli angeli dietro le porte gridarono a questi angeli qui dietro, e dissero: "Chi è questo Re di gloria?"
    6. E gli angeli qui fuori, i profeti, dissero: "Il Signore degli eserciti, il Potente in battaglia".
    1. Ed essi pigiarono il pulsante e le grandi porte si spalancarono. Proprio giù in mezzo alla strada arrivò Lui (il Vincitore! Trionfante!) con i santi dell'Antico Testamento che camminavano dietro di Lui. Sedette sul trono, disse: "Padre, essi sono qui. Sono Tuoi".
    2. Ed Egli disse: "Sali qui, e siedi finché abbia fatto dei Tuoi nemici lo sgabello dei Tuoi piedi". Come noi leggiamo, troviamo ciò qui nella Scrittura.
    3. Benissimo, ascoltate! Ora che siamo su questi.  l'8 verso:

    8… tu gli hai posto tutte le cose sotto i piedi. Infatti, nel sottoporgli tutte le cose, non ha lasciato nulla che non gli fosse sottoposto. Tuttavia al presente però non vediamo ancora che tutte le cose gli sono sottoposte, Quella è la morte. Poiché noi moriamo ancora. Noi vediamo la morte.

    9… ma... (Verso 9.) ...vediamo Gesù, che è stato fatto per un pò di tempo inferiore agli angeli, coronato di gloria e d'onore per la morte che sofferse, affinché per la grazia di Dio gustasse la morte per tutti.

    Perché Egli è stato fatto di poco inferiore agli angeli? Affinché potesse gustare la morte. Egli doveva morire. Lui doveva venire, per morire.

    1. Guarda qui, amico, non dimenticare questo. Quando Gesù stava salendo il colle, la morte stava ronzando intorno al Suo capo.
    2. Prendiamo il nostro quadro di Gerusalemme, duemila anni fa. E come potreste rigettarLo? Io odo un rumore che Viene attraverso la strada. Che cos'è? É qualcosa che sbatte. É una rozza croce che scende giù, esce dalle porte di Damasco, sbattendo sui ciottoli (quei grandi ciottoli sono ancora là). Sbattendo su questi grandi ciottoli, vedo il sangue schizzare sulla strada. Che cos'è? É un uomo che non ha fatto del male; niente tranne il bene. Le persone erano cieche. Essi non conoscevano Lui. Non Lo riconobbero.
    3. Voi dite: "Ciechi? Potevano avere la vista?" Tu puoi tuttavia avere la vista ed essere cieco. Lo credete? La Bibbia dice così. Ricordate Eliseo giù a Dothan? Egli uscì e colpì la gente di cecità, disse: "Ora seguitemi". Essi non lo vedevano erano ciechi. E le persone sono cieche stasera.
    4. Una certa chiesa che non crede nella guarigione divina Qualcuno si avvicinò a me una volta e disse: "Colpiscimi di cecità! Colpiscimi di cecità!" (Fu in casa del fratello Wright) Disse: "Colpiscimi di cecità!" Disse: "Una volta Paolo colpì un uomo di cecità", disse: "colpiscimi di cecità!"
    5. Io dissi: "Amico, il diavolo l'ha già fatto. Tu sei già cieco. Certo, lo sei".
    6. Lui disse: "Guarisci questa ragazzina ed io ti crederò".
    7. Io dissi: "Salva quel peccatore ed io ti crederò". Certamente!
    8. Oh, lui disse: "Egli deve credere".
    9. Dissi: "Qui è la stessa cosa, ciò deve venire dalla sovrana grazia di Dio".
    10. Il diavolo, il dio di questo mondo, ha accecato gli occhi della gente. "Essi hanno occhi ma non possono vedere", la Bibbia lo dice.
    11. EccoLo salire la strada, lasciando orme insanguinate sulla strada. L'ape della morte ronzava intorno a Lui, momorandoGli: "Ancora un pò di tempo e Ti avrò. Egli diventava debole, assetato d'acqua".
    12. Una volta fui colpito da un proiettile. Disteso lassù nel campo, il sangue usciva da me, io gridavo per avere acqua. Ed il mio amico corse, prese il suo berretto e lo immerse nell'acqua; vecchia acqua ristagnata. Arrivò, ed io tenevo la bocca aperta, e lui lo strizzò, poiché il sangue sprizzava come una fontana, dove io ero stato colpito da un'arma da fuoco. Assetato!
    13. Dunque io so come il mio Signore deve essere stato, dopo che sanguinò tutta quella mattina, dalle 9:00 fino alle 3:00 del pomeriggio; perdendo tutto quel sangue. Io vedo la Sua veste, innanzitutto, come piccole macchie su di essa. E tutte quelle macchie cominciano a ingrandirsi e scorrere insieme, formando una grande macchia sanguinante, colpendoLo sulla gamba mentre camminava. Quello era il Sangue dell'Emmanuele. Oh, la terra non ne era degna.
    14. Tuttavia mentre Egli saliva, quest'ape ronzava intorno a Lui. Cosa fece? Essa alla fine Lo punse. Ma fratello, ognuno sa, che insetto oppure un'ape se ti punge una volta, ciò fa terminare di pungere. Essa non può pungere più, perché quando se ne va, esso tira fuori il pungiglione. Ecco il motivo per cui Dio doveva farsi carne. Egli prese il pungiglione della morte nella Sua carne e tirò fuori il pungiglione della morte. Benedetto sia il Nome del Signore.
    15. La morte può ronzare e pungerti ma non può ferirti. Oh, quando egli sentì quell'ape ronzargli intorno, la morte girargli intorno, egli disse: "O morte dov'è il tuo pungiglione?" Egli poteva puntare il dito al Calvario dove esso fu lasciato nella carne dell'Emmanuele. "Dov'è la tua vittoria? Ma ringraziato sia Dio che ci da la vittoria per mezzo del nostro Signore Gesù Cristo".
    16. Sì, noi non vediamo tutte le cose:

    9.     ma vediamo Gesù, che è stato fatto per un po' di tempo inferiore agli angeli,...

    10.    a motivo della morte che ha sofferto. a causa del quale e per mezzo del quale sono tutte le cose, nel portare molti figli alla gloria, di rendere perfetto per mezzo di sofferenze l'autore della loro salvezza.

    L'unico modo per cui Egli poteva diventare l'autore della nostra salvezza, doveva soffrire.

    1. Ascoltate queste meravigliose Parole qui, adesso. Dunque, ascoltate:
    1. Infatti colui che santifica e quelli che sono santificati provengono tutti da uno; (Oh, non vedete la Vite e i Tralci lì? Tutti da uno!) per questo motivo egli non si vergogna di chiamarli fratelli, (Vedete? Perché? Ascoltate il verso seguente.)
    2. dicendo: "Annunzierò il tuo nome ai miei fratelli, io ti celebrerò in mezzo all'assemblea".
    3. E di nuovo: "Io confiderò in Lui". E ancora: "Ecco me e i figli che Dio mi ha dato".

    14. Poiché dunque i figli hanno in comune la carne e il sangue, similmente anch'egli ebbe in comune le stesse cose, per distruggere, mediante la sua morte, colui che ha l'impero della morte, cioè il diavolo,

    15.   e liberare tutti quelli che per timore della morte erano tenuti schiavitù per tutta la loro vita.

    1. L'uomo ha sempre avuto timore della morte. Cristo divenne peccato, fu reso inferiore, per prendere la morte su di Se. E Lui non si vergogna di essere chiamato "nostro Fratello", perché fu tentato proprio come noi siamo tentati. Ed Egli può essere il giusto tipo di intercessore, perché sostenne lo stesso tipo di tentazione che tu sostieni. Ed Egli prese il tuo posto, sapendo che tu non potevi farlo da te stesso.
    2. Perciò non vedi fratello, sorella, tutto ciò è grazia. Comunque non è ciò che tu fai. É ciò che Lui ha già fatto per te. Dunque, tu non puoi fare una sola cosa per meritare la tua salvezza. La tua salvezza è un dono. Cristo divenne peccato affinché tu potessi diventare giustizia. E Lui è il giusto tipo di Autore della nostra salvezza perché soffrì proprio come noi soffriamo. Egli è stato tentato proprio come noi siamo tentati. Ed Egli non si vergogna di essere chiamato "nostro Fratello", perché sa ciò che noi attraversiamo. Oh, benedetto sia il Suo Nome!

    16.   Infatti egli non si prende cura degli angeli, ma si prende cura della progenie di Abrahamo.

    1. Oh! Egli non divenne un angelo. Egli divenne il Seme d'Abrahamo. E noi, essendo morti in Cristo, diventiamo Seme d'Abrahamo e siamo eredi secondo la promessa. Vedete, Egli non prese la forma di un angelo. Lui non divenne un angelo. Egli divenne uomo! Divenne il Seme d'Abrahamo e prese il pungiglione della morte nella Sua propria carne, per riconciliarci a Dio, ed ora siede lì quale intercessore. Come potremmo rigettarLo, amici?
    2. Ascoltate:

    17.   Egli doveva perciò essere in ogni cosa reso simile ai fratelli, perché potesse essere un misericordioso e fedele sommo Sacerdote nelle cose che riguardano Dio, per fare la propiziazione dei peccati del popolo. (Affinché Egli potesse essere il Riconciliatore.)

    1. Vedete, c'era inimicizia tra Dio e l'uomo. E nessun uomo. essi mandarono gli angeli (i profeti), loro non potevano prendere il tuo posto perché dovevano pregare per loro stessi. Non potevano prendere il posto.
    1. Dunque Egli mandò la legge. La legge era un poliziotto che ci metteva in prigione. Essa non poteva portarci fuori. Egli mandò la legge. Mandò i profeti. Mandò la giustizia. Ed ogni cosa. non poteva fare un'espiazione. Tuttavia Egli scese e divenne uno di noi.
    2. Vorrei che avessimo più tempo adesso, vorrei prendere quella legge di

    redenzione, ma non ne abbiamo. Tuttavia solo per un momento il meraviglioso quadro è in Ruth e Naomi. Se potete vedete li, la riconciliazione. Come quell'agricoltore, l'uomo che doveva riscattare la perduta e decaduta proprietà, doveva essere parente alla persona che aveva perduto la proprietà. Ecco il motivo per cui Boaz doveva essere un era un parente di Naomi che poteva prendere Ruth. E dunque, egli doveva esserne degno, doveva essere in grado di farlo, per riscattare il perduto. E Boaz alla porta, diede una pubblica testimonianza togliendosi la scarpa perché aveva riscattato Naomi e tutta la sua proprietà. E lui doveva essere un parente.

    1. E quello è il motivo per cui Cristo, Dio, doveva diventare nostro parente. Ed Egli scese e divenne uomo. E soffrì la tentazione. E fu deriso, e beffato, e perseguitato, e ignorato, e chiamato "Beelzebub", e schernito, e patì la morte sotto la pena capitale. Vedete, Egli doveva essere nostro Parente. Doveva essere accusato falsamente, perché tu sei accusato falsamente. Egli doveva portare la malattia, perché tu sei malato. Doveva portare i peccati perché ciò era il tuo peccato. E Lui doveva diventare un parente. L'unico modo in cui poteva riscattarci era di essere nostro parente. Ed Egli divenne parente prendendo la forma di carne di peccato e divenne uno di noi. E in quella, Egli pagò il prezzo e ci ha riscattati riportandoci nella comunione con il Padre. Oh, che Salvatore! Le parole non possono esprimerlo.

    18. Infatti, in quanto Egli stesso ha sofferto nell'essere tentato, può venire in aiuto di coloro che sono tentati.

    1. Ecco il motivo per cui Egli divenne questo, affinché potesse simpatizzare con voi che siete. avete i vostri alti e bassi e i vostri piccoli dentro e fuori, e le tue tentazioni diventano così grandi che difficilmente potete sostenerle. Egli sapeva come simpatizzare con voi. Lui siede lì per fare intercessioni. Siede lì per amarvi. E anche se ti sviassi, Egli non ti abbandonerà. Lui viene ancora dietro di te e bussa al tuo cuore. Non c'è uno sviato nell'edificio che non sappia che Dio bussa ogni giorno al suo cuore. Ed Egli lo farà finché tu sei un mortale su questa terra, perché Lui ti amò. Egli ti ha redento.
    2. I poeti hanno provato. Gli scrittori stanno provando. L'uomo ha provato a esprimere quel tema dell'Amore, e ciò non può essere trovato nelle espressioni umane. Uno disse:

    Oh, l'amore di Dio, come è ricco e puro!

    Come è insondabile e forte!

    Esso durerà per sempre

    Gli angeli e i santi cantano.

    Se con l'inchiostro riempissimo l'oceano,

    E i cieli fossero fatti di pergamena,

    E ogni uomo uno scrittore di professione,

    Per scrivere circa l'amore di Dio

    Si svuoterebbe l'oceano

    Né potrebbero i rotoli di pergamena contenerlo tutto,

    Benché si stendessero da cielo a cielo.

    1. Tu non potresti mai comprenderlo. Non c'è maniera per noi di comprendere quel grande sacrificio che Egli fece, scese e ci ha riconciliati con Dio. Dopo Egli ritornò e disse: "Dunque, non vi lascerò senza conforto. Io verrò di nuovo e sarò con voi, persino in voi, fino alla fine del mondo".
    2. E oggi noi siamo qui, viviamo nel tempo della fine, con lo stesso Gesù, la stessa cosa, lo stesso segno, gli stessi prodigi, la stessa salvezza, lo stesso Spirito che fa la stessa cosa, lo stesso Vangelo, la stessa Parola, le stesse dimostrazioni, la stessa manifestazione, ogni cosa! Ci conviene non trascurare questa grande salvezza, poiché noi dovremo rendere conto un certo giorno di ciò che facciamo con il Figlio di Dio.
    3. Egli è sulle tue mani stasera, peccatore, sviato. Cosa farai con Lui? Tu dici: "Beh, me ne sbarazzerò". Tuttavia ricordati, non lo fare. Non c'è alcuna maniera, se sei un peccatore, che tu possa lasciare questo edificio ed essere lo stesso. Tu non puoi farlo.
    4. Pilato, una sera, cercò di farlo. Egli chiese dell'acqua e si lavò le mani. Disse: "Io non voglio avere a che fare con Lui. Per me è come se non l'avessi mai visto. Non ho mai sentito parlare del Vangelo. Non voglio avere niente a che fare con Lui". Poteva lavarLo via dalle sue mani? Egli non poteva farlo.
    5. Infine, sapete cosa accadde a Pilato? Egli perse il senno. E in Svizzera dove siamo stati l'anno scorso, a predicare il Vangelo Dunque c'è una vecchia leggenda che dice, che c'è uno stagno d'acqua dove le persone vengono da tutto il mondo, per osservare ogni anno nel periodo della crocifissione. Pilato, si suicidò tuffandosi in quest'acqua e morì annegato. E ogni anno nel medesimo giorno, l'acqua blu ribolle in quello stagno, per mostrare che Dio rigettò l'acqua. L'acqua non può lavare il Sangue di Gesù dalle tue mani né dalla tua anima. C'è solo una maniera per farlo, quella di accettarLo come tuo personale perdono ed essere riconciliato Con Dio. Preghiamo:
    6. Padre Celeste, noi Ti ringraziamo stasera per la Parola; "Poiché la fede viene dall'udire, e l'udire tramite la Parola". Ti ringraziamo per Gesù. E mentre vediamo questo grande giorno in cui viviamo, come quei segni e prodigi, come ci lasciamo sfuggire queste cose. Dio, apri gli occhi della gente in questo tabernacolo, stasera, affinché possano vedere e comprendere, che ci troviamo nelle ultime ore. Il tempo scorre. Non rimarremo molto a lungo qui, e vedremo Gesù. E saremo annoverati traditori, poiché non c'è scusa stamane. Quando hai dato quella grande e potente visione, di quell'uomo che veniva qui, da un paese laggiù e di vedere lui, senza ombra di dubbio, alzarsi dalla sedia a rotelle, ricevere la vista; le sue gambe diventare forti giù attraverso l'edificio, rallegrandosi e lodando Dio. Ciò mostra che Dio è ancora in grado di suscitare figlioli ad Abrahamo da queste pietre. Vedere le visioni come Gesù disse: "Io non faccio nulla se prima il Padre non Me lo mostra. Io non posso fare nulla".
    1. Il cieco che Lo seguiva, disse: "Abbi pietà di noi".
    2. Egli disse... toccò i loro occhi, e disse: "Visia fatto secondo la vostra fede".
    3. Dunque, Signore, noi vediamo Gesù. Non vediamo tutte le cose. Tuttavia vediamo Gesù, che ha fatto la promessa. Lo vediamo con noi. Non Gesù nella tomba, non Gesù di 2000 anni fa; ma Gesù, stasera, che è con noi. Noi Lo vediamo manifestato in tutta la Sua potenza, e segni e prodigi.
    4. Dio, possiamo noi mai trascurare questa grande Salvezza; ma che possiamo abbracciarla, e accettarla, ed essere riverenti, e vivere per essa fino al giorno in cui Gesù verrà a portarci a casa. Concedilo, Signore. Noi 10 chiediamo nel Suo Nome.
    5. E mentre abbiamo i nostri cuori chini, mi chiedo se c'è una persona dentro l'edificio stasera, sotto la divina presenza dello Spirito Santo che vorrebbe dire: "Fratello Branham, sono convinto di essere nell'errore. Dio ha rivelato i miei peccati. E io so di essere nell'errore. Stasera alzerò la mia mano a Lui e chiederò pietà. Dio sii misericordioso verso di me, io sono nell'errore". Farai ciò?
    1. Mentre aspettiamo solo un momento, se c'è una persona qui che vuole. c'è un battesimo che avrà luogo fra breve. E se sei un peccatore, io mi pentirei. Come puoi rigettare un tale ineguagliabile amore di Colui che mori? Il Dio santo del Cielo divenne un uomo peccatore, non perché avesse peccato ma perché Egli aveva i tuoi peccati e li rivelò lì al Calvario, e tu non vuoi accettare quel perdono. Non vorresti farlo stasera? Mentre abbiamo i nostri capi chini, qualcuno dica: "Ricordati di me, fratello Branham, io alzo le mie mani a Cristo e dico, "Sii misericordioso verso di me. Io sono nell'errore, e voglio essere riconciliato con Dio". Vorresti alzare la tua mano? Benissimo, se ognuno è Cristiano dunque, preghiamo:
    2. Padre, noi Ti ringraziamo stasera, che tutti qui dentro sono Cristiani, che loro hanno testimoniato la stessa cosa rimanendo in silenzio, che i loro peccati sono sotto il Sangue; e io sono così riconoscente per quello. Benedicili, Signore. Oh, sono così felice che loro hanno trovato riconciliazione tramite l'offerta del Sangue, tramite l'ascolto della Parola. Il lavaggio dell'acqua, per mezzo della Parola; Essa ci purifica, Essa ci porta in un luogo più grande, dove il peccatore nella sua vile oscurità è reso bianco come neve. Le macchie scarlatte del peccato sono state lavate e noi siamo nuove creature in Cristo. Noi Ti ringraziamo per questo. Ora si avvicina il servizio di battesimi. Comprendo che questa giovane signora, stasera, deve essere battezzata  quaggiù, nel Nome del Signore.

    O Padre Celeste, noi preghiamo affinché Tu possa benedire questa giovane donna. La mia mente torna indietro ad appena pochi giorni fa, scendendo in Henryville e vedendo quella ragazza carina scendere lungo la strada. E stasera, lei è una madre, una signora, lei Ti ha accettato come suo personale Salvatore. La vita è stata dura per il bambino, Signore, O Dio, tuttavia il Cielo è sicuro per lei. E noi Ti ringraziamo per quello. Noi preghiamo, Dio, affinché Tu possa ora benedire la giovane donna. Mentre lei viene per essere battezzata in acqua, possa Tu benedirla con lo Spirito Santo di Dio. Concedilo, Signore. E possa la sua anima essere proprio così rapita nei Cieli. Concedilo per la Tua gloria. Noi lo chiediamo nel Nome di Gesù. Amen.

    Voglio leggere negli Atti al capitolo 2: Pietro che parla il giorno di Pentecoste, il primo battesimo che fu mai eseguito nella Chiesa Cristiana; Pietro riprese i Farisei e la gente cieca per non aver riconosciuto il Figlio di Dio; parlando di come Dio Lo aveva risuscitato, e provò la Sua opera con grandi segni e prodigi. Ascoltate questo; come egli parlò, stava esaltando Gesù.

    Ogni spirito del Cristiano esalta Gesù, non solo per mezzo delle tue labbra ma tramite la tua vita. Le tue labbra possono dire una cosa, la tua vita dirne un'altra. Se tu fai quello, sai cos'è? É ipocrisia. E io vorrei stare di fronte al Cielo come incredulo piuttosto che come ipocrita. Se tu testimoni di Gesù e dici: "Egli è il Salvatore", vivi in quel modo, poiché le persone 10 aspetteranno da te. Proprio così. Tu devi vivere come un Cristiano. Noi vi siamo andati attraverso stamane.

    Dunque, se il Signore vuole, domani sera. oppure mercoledì sera, noi prenderemo questo terzo capitolo, che è un meraviglioso capitolo. E ora, siate certi di cercare di venire mercoledì sera. Quanti si rallegrano di questo Libro, dell'insegnamento di Scuola Domenicale? Oh, vi ringrazio molto, ciò è bello.

    Dunque, voglio leggere ora in Atti al 2° capitolo, cominciando dal versetto 32:

    1. Questo Gesù, Dio l'ha risuscitato; e di questo noi tutti siamo testimoni. (Essi lo sapevano.)
    2. Egli dunque, essendo stato innalzato alla destra di Dio e avendo ricevuto dal Padre la promessa dello Spirito Santo, ha sparso quello che ora vedete e udite.

    Ora ascoltate lui che parla in merito a Davide, uno degli angeli:

    1. Poiché Davide non è salito in cielo, anzi egli stesso dice: "Il Signore ha detto al mio Signore: 'Siedi alla mia destra,
    2. finché Io abbia posto i Tuoi nemici come sgabello dei Tuoi piedi'".

    Davide non poteva salire, egli stava sotto il sangue versato di giovenche, pecore e capre. Ma ora lui può elevarsi; egli è sotto il Sangue del Signore Gesù. Poiché essi risponderanno solo per quel Sangue quando Esso verrà in potenza. Quando il Sangue di Cristo verrà in potenza, tutti quelli che sono morti in grazia di Dio, risusciteranno. Proprio così, e ascesero nella gloria.

    Ora, ascoltate:

    1. Sappia dunque con certezza tutta la casa d'Israele che quel Gesù che voi avete crocifisso, Dio l'ha fatto Signore e Cristo.

    Che ne è di quello? Egli è una terza persona della trinità; oppure, Egli è l'intera trinità? Egli è corporalmente tutta la pienezza della Deità.

    1. Non c'è una tale cosa come tre Dei: Dio il Padre; Dio il Figlio; e Dio lo Spirito Santo. Quello non si trova persino nelle Scritture; da nessuna parte, in nessun posto. Da nessuna parte fu mai comandato di battezzare: nel nome del Padre; e nel nome del Figlio; e nel nome dello Spirito Santo; da nessuna parte nelle Scritture. Esso è un credo Cattolico e non è per la chiesa protestante. Io chiedo a ognuno di mostrarmi una Scrittura dove qualche persona fu mai battezzata in alcun altro modo che non sia nel nome del Signore Gesù Cristo. Venite e mostratemelo, e io mi metterò un cartello sulla schiena: "Ipocrita, falso profeta, e falso insegnante", e attraverserò le strade. Non c'è una cosa simile. Non c'è mai stato qualcuno battezzato in quel modo! Esso è un credo Cattolico, e non una dottrina protestante.
    2. Matteo 28:19, voi dite: "Gesù disse: 'Andate in tutto il mondo, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo'". Quello è corretto! Tuttavia non nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Il nome del Padre. Il nome, non i nomi, del Padre. Padre non è un nome". Quanti lo sanno? Quanti padri ci sono qui? Alzate la vostra mano. Quanti figli ci sono qui? Alzate la vostra mano. Quanti umani ci sono qui? Alzate la vostra mano. Benissimo. Dunque, qual è il tuo nome? Non padre, figlio, né umano.
    3. Una donna mi disse una volta, la quale era una rigorosa triteista, lei disse: "Fratello Branham, però lo Spirito Santo è un nome".
    4. Io dissi: "Lo Spirito Santo non è un nome. Lo Spirito Santo è ciò che Esso è. Esso è lo Spirito Santo, non un nome". Quello è ciò che Esso è. Io sono un umano, tuttavia il mio nome non è umano. Il mio nome è William Branham. Perciò se Egli disse: "Andate dunque, e ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre, e del Figlio, e dello Spirito Santo". Pietro dunque, dieci giorni dopo, disse: "Ravvedetevi..."
    5. Dunque, qui, ascoltate questo:
    1. Or essi, udite queste cose, furono compunti nel cuore e chiesero a Pietro e agli altri apostoli: "Uomini e fratelli, che dobbiamo fare?"
    2. Allora Pietro disse loro: "Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel Nome di Gesù Cristo per il perdono dei peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo".
    3. Dunque, Pietro fece ciò che Gesù gli disse di non fare? Egli non era confuso! Siamo noi confusi.
    4. In Atti 2:38, i Giudei furono battezzati nel nome del Signore Gesù Cristo per immersione. E in Atti l'8° capitolo, noi scopriamo che Filippo scese e predicò ai Samaritani, e li battezzò nel Nome del Signore Gesù Cristo; i Samaritani. E in Atti 10:49, Pietro comandò ai Gentili di essere battezzati nel nome del Signore Gesù Cristo.
    5. Paolo, Atti 10:5, attraversò la costa superiore di Efeso, egli trovò i discepoli. Essi erano discepoli Battisti. Ognuno di loro era Battista. Furono convertiti da un predicatore Battista di nome Apollo. Ed egli era un predicatore Battista, e stava provando per mezzo della Bibbia che Gesù era il Cristo. Paolo disse: "Avete ricevuto Lo Spirito Santo dopo che avete creduto?"
    1. Loro dissero: "Non abbiamo neppure sentito dire che ci sia lo Spirito Santo".
    2. Disse: "Allora come siete stati battezzati?"
    3. Essi dissero: "Noi siamo stati battezzati dallo stesso uomo che battezzò Gesù, nella fossa d'acqua là fuori, ciò è sufficiente".
    4. Paolo disse: "Ciò non funzionerà adesso. Voi dovete essere battezzati di nuovo". E Paolo comandò loro di essere battezzati di nuovo, nel Nome del Signore Gesù Cristo. Impose le mani su di loro, e lo Spirito Santo scese su di loro. Esatto. Sissignore!

    Sul far della sera vi sarà luce,

    il sentiero di gloria certamente troveremo.

    Nella via dell'acqua, quella è la Luce oggi,

    Sepolti nel prezioso nome di Gesù.

    Giovani e vecchi, ravvedetevi di tutti i vostri peccati,

    Lo Spirito Santo certamente entrerà.

    La luce della sera è venuta,

    É un dato di fatto che Dio e Cristo siano uno.

    1. Ecco ciò che la Bibbia dice. Proprio così. É giunta l'ora; è giunto il tempo in cui dovremmo pentirci.
    2. Dite grida quando sei pronto nella piscina, e noi Sei pronto? Benissimo, tirate semplicemente le tende.
    3. Dunque il Signore vi benedica adesso, mentre il fratello ministra il battesimo. Potete vedere questo?

     

    [II Fratello Neville battezza i credenti. Ed.]

    IN ALTO