HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Attesa di William Marrion Branham è stata predicata il 50-0405 La durata è di: 1 ora 38 minuti .pdf La traduzione Palermo
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf   
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Attesa

1  Grazie...?... Buona sera a tutti. Sono felice di essere qui nella chiusura dei nostri servizi  nel — in  questo delizioso  paese,  che  io amo  molto,  con  tutto  il mio cuore — l'America. Penso ai nostri progenitori quando cantavano:

Che la nostra terra possa essere luminosa,

Con la luce santa della libertà,

Proteggici tramite la Tua potenza,

Nostro grande Dio, nostro Re.

2  Sono grato di andare in altre nazioni e rappresentare una nazione come questa, l'America, dove abbiamo la libertà di religione e possiamo parlare come — per come ci sentiamo guidati dallo Spirito di Dio. E sono felice che... di sentire la chiamata dell'Evangelo, cioè che Gesù Cristo, il Figlio di Dio, mi ha chiamato per andare in altri paesi per — per insegnare loro. Nel mio viaggio ricordo sempre questa ultima sera, ricordo New York, ricordo tutta la gente. Siete stati così gentili con noi in questo piccolo lasso di tempo insieme. Ho fiducia che un giorno mi permetterete di ritornare per — per essere di nuovo con voi, e... grazie. In tutta la mia vita ho sempre apprezzato gli amici. Per me la cosa più importante è l'amore che io ho per il popolo, e ho voluto che la gente amasse anche me.

3  Nei primi giorni io non avevo molti amici. Ero più o meno... beh, io... da ragazzo non fumavo, non andavo alle feste da ballo e via dicendo; ebbene, la gente pensava fossi una femminuccia, amici miei. Poi, più tardi nella mia chiesa, quando fui convertito pochi anni fa, ho visto l'Evangelo come potenza di Dio, e per loro ero un fanatico. E poi, quando ho visto che c'era un gruppo che credeva in me, ed ha accettato me come fratello, Oh! Sono certamente grato per — che Dio mi abbia messo con voi.

Ed ora, ringrazio ognuno di voi per aver cantato pochi minuti fa: "Io prego per te". Ecco che cosa voglio che voi facciate. È — vedete, è sulla preghiera che io confido. Ecco il segreto di tutti i misteri di Dio. Questa è la chiave che apre la porta per ogni cosa davanti a Dio: è la preghiera. Se voi pregate e credete, quando pregate, allora credete di ricevere quello che chiedete, e Dio lo renderà noto.

4  Molto tempo fa mi ha chiamato un ministro dalla Louisiana. Erano tutti confusi, e lui aveva abbandonato la sua chiesa perchè qualcuno lo aveva chiamato ad uscire fuori. Disse, "Fratello Branham, vorrei solo sapere". Disse, "Mi è stato detto che sono un certo qualcosa in chiesa". Disse, "Io ho abbandonato la mia chiesa, ed io... adesso non so proprio cosa fare". Dissi, "Io ti do un consiglio, ritorna in chiesa". Dio non sta chiamando la gente ad uscire dalle chiese, Egli sta chiamando a Se Stesso, per farci unire.

5  So che una volta la gente del Pieno Evangelo era considerata fanatica. Vivevamo in — nei vicoli, in qualsiasi luogo, basta che avevamo un posto dove predicare. E... ma ora, i capelli di Sansone sono cresciuti, e si è tutti uniti. Quando essi erano divisi in tutte quelle denominazioni e si facevano pregiudizi religiosi, Dio non poteva trattare con quel popolo. Ma ora, quando quel muro di mezzo è fatto cadere, e noi siamo venuti insieme in una grande unità, è la chiesa più potente sulla faccia della terra. E sapete, i quadri più famosi, prima di essere appesi nei musei, devono prima passare per tutte le critiche possibili ed inimmaginabili, allora possono essere appesi nel museo.

Ora, io credo che sia così per la nostra piccola chiesa. È passata attraverso tutte quelle critiche, è stata chiamata con ogni sorta di nome indegno. Ma io credo che Dio sta per appenderla nel museo delle Arti uno di questi giorni, e sarà presa su, ed io... ed io voglio essere con loro quando ciò avverrà.

6   Non dimenticate di pregare per me. E quando voi... quando pregate, qualsiasi cosa pensiate di me, cantate: "Solo abbi fè", lo farete? Questa è la mia canzone preferita. È una...

Paul Rader ha scritto questa canzone. Era un mio amico. Una volta entravo in chiesa e l'ho sentita cantare. Io nemmeno sapevo che fosse stato lui a scriverla. E immediatamente dopo venne a visitarmi l'Angelo del Signore. E qualcosa subito mi ha colpito. E da allora è stata sempre la canzone principale delle campagne: "Solo abbi fè".

Se sarò seppellito prima che ritorni Gesù, è stato già programmato che prima di seppellirmi, ebbene, essi canteranno "Solo abbi fè; tutto è possibile". Se saprete che me ne sono andato, vi fermerete da qualche parte e vi ricorderete di me? Cantate "Solo abbi fè". Poichè io credo che un giorno io uscirò di nuovo fuori.

7  Stiamo dirigendoci verso una camera buia, una camera di morte. Ognuno entra in quella camera. Ed ogni volta che il nostro cuore batte, ci avviciniamo sempre di più a quella camera. Un giorno io entrerò in quella camera. E quando arriverò all'ultimo battito del cuore, non voglio entrare lì dentro come un vigliacco; io voglio avvolgermi nella Sua giustizia; la metterò addosso ed entrerò nella camera, per conoscerLo nella potenza della Sua resurrezione. E quando essi... l'Angelo strillerà, la Voce, la tromba suonerà, ed io vorrò uscire fuori dai morti. Spero di incontrarvi tutti là. Come vorrei parlare con ognuno di voi, proprio per ore! Ma questo non mi è possibile farlo. Ma vi darò un appuntamento, e tramite la grazia di Dio, lo manterrò. E se è così anche per voi, un giorno, quando sarà tutto finito, ci metteremo a sedere lungo i fiumi della Vita lassù, dove avremo per noi migliaia di anni, ognuno di noi, per poter parlare delle vecchie cose.

8  Io credo che sarà così. Io credo che sarà reale, proprio per come lo dice la Bibbia. Ed io... non avremo poco tempo, assolutamente. E quando parlerò con tutti voi, avremo tutti lo stesso tempo, e sarà un tempo glorioso. E noi ce la stiamo mettendo tutta, ci stiamo sforzando per arrivare a quel posto.

Io ho... ora, non per prendere del vostro tempo, ma... proprio prima di andarcene, vorrei dire poche parole. Poco fa stavo pensando ad alcuni miei amici dell'Arkansas e di diverse parti del paese, domani verranno a salutarci. E di questo ne sono proprio grato.

Vedo una giovane signora laggiù... al pianoforte. Ed io mi trovavo in una riunione, e... dove stavo predicando, anzi, cercavo di predicare. Io non sono un predicatore, ma... lei ha ricevuto il battesimo dello Spirito Santo nel... nel servizio. E sono stato lieto di vederla.

E il fratello Moore mi ha detto che ce ne sono parecchi da altre parti del paese. E noi ne siamo grati per questo. Spero che un giorno sarò di nuovo con voi tutti.

9  Ora, nel Libro di San Luca, al secondo capitolo, io... vorrei solo leggere alcune parole. Volevo venire un pò più presto e parlare un pò di più, ma... ma credo che in ogni servizio si deve leggere la Parola di Dio. Vedete, le mie parole falliranno, come tutte quelle di tutti i mortali, ma la Parola di Dio non può fallire. Dura per sempre. E vorrei parlare con voi prima di formare la linea di preghiera; San Luca, al secondo capitolo, iniziando dal 25° versetto...

Quando guardo sulla Bibbia, qui ho una piccola Bibbia Scofield, dove le parole sono scritte proprio in modo piccolo. E mentre voi andate al capitolo; ebbene, ciò mi fa sentire molto felice vedere la Bibbia e poterla leggere.

Una volta praticamente ero cieco. Dovevano proprio condurmi. La mia vista era andata. Indossavo un grosso paio di occhiali. E proprio in un momento, i miei occhi hanno iniziato di nuovo a vedere, ed io posso... adesso i miei occhi sono 20/20, sapete. E posso leggere il giornale ad una distanza di 5 piedi. È la grazia di Dio ad aver fatto questo.

10  Se l'intero mondo avesse il dubbio su di Esso, io Lo crederei lo stesso con tutto il mio cuore. Se dovessi pregare per dieci mila persone oltre oceano, oppure qui, e tutti questi 10 mila morissero subito dopo aver pregato per loro, io continuerei a dire che la guarigione Divina è giusta. Si tratta della Parola di Dio. E se io predicassi a 10 mila persone e tutte morissero, e fossero morte da 20 anni e poi ritornassero e dicessero che non c'è nessun Gesù, non... non esiste una cosa come Dio, non c'è nessuna eternità, Gesù non è il Figlio di Dio; ed io stessi morendo, io direi, "Lasciatemi andare con Lui". Non importa quello che gli altri avrebbero da dire, io credo in Lui con tutto il mio cuore. Esatto! Io credo in Lui. Nel 25° versetto, leggiamo l'adorazione della profezia di Simeone.

25 Or ecco, vi era a Gerusalemme un uomo chiamato Simeone; quest'uomo era giusto e pio e aspettava la consolazione d'Israele; e lo Spirito Santo era su di Lui.

26 E gli era stato divinamente rivelato dallo Spirito Santo, che non sarebbe morto prima di aver visto il Cristo del Signore.

27 Egli dunque, mosso dallo Spirito, venne nel tempio, e, come i genitori vi portavano il bambino Gesú, per fare a suo riguardo quanto prescriveva la legge,

28 egli Lo prese tra le braccia e benedisse Dio, dicendo:

29 «Ora, Signore, lascia che il tuo servo muoia in pace secondo la tua parola,

30 perché i miei occhi hanno visto la tua salvezza,

11 Chiniamo i nostri capi per un momento di preghiera. Nostro Padre Celeste, mentre veniamo nella Tua Presenza adesso, dedicando noi stessi e questo edificio, e tutto ciò che si trova dentro qui, per il Tuo servizio di oggi, ci rendiamo conto che questa potrebbe essere l'ultima volta che qualcuno ascolta l'Evangelo, o che è privilegiato ad essere in una chiesa; e questo prova la destinazione eterna del loro essere. E così aiutaci oggi, Padre, ad essere molto riverenti e di essere molto fedeli all'Evangelo, e alla chiamata che Tu ci hai fatto in questo mondo. Ed io Ti ringrazio, Padre, per il privilegio che abbiamo oggi di stare davanti a questa riunione di gente. Ho spesso pensato come amerei, curerei nelle mie mani un caricatore che contenesse una goccia del Sangue di Tuo Figlio. Ma mi rendo conto che io posseggo molto di più, nella Sua stima. Davanti a me c'è l'acquisto del Suo Sangue, che Egli ha dato in modo che questi potessero diventare Suoi.

12  E Padre, è il mio lotto oggi parlare a questa gente. E così, possa il Tuo Spirito dirigere ogni parola. E noi Ti ringraziamo per la grazia di Dio, di sapere che una volta eravamo alieni, tagliati fuori da Dio, senza misericordia, senza speranza. Cristo è morto per noi, al nostro posto, portando su di Sè il vituperio e i peccati nel Suo proprio corpo, sapendo che un giorno Egli verrà. Noi non sappiamo come saremo, ma sappiamo che avremo un corpo come il Suo; poichè noi Lo vedremo per come Egli è. E Padre, quello sarà un corpo glorificato, libero dal peccato, dal dolore, dagli attacchi di cuore, e dalla morte. Oh, i nostri spiriti gemono per quella liberazione. E aiutaci oggi, Padre, mentre siamo per il viaggio, sapendo che Tu hai provveduto una via; che l'ammalato sarebbe guarito, e che il perso sarebbe salvato. E mentre siamo riuniti insieme qui, come mortali legati all'eternità, aiutaci a mettere le nostre affezioni alle cose di sopra, dove Cristo siede alla destra di Dio. Accordalo, Padre. E possa l'Angelo di Dio, che mi ha guidato per tutta la vita, e che mi ha nutrito sin dalla nascita, essere qui oggi per guarire l'afflitto e l'ammalato. Lo chiediamo nel Nome del Tuo amato Figlio, Gesù Cristo. Amen!

13 Voglio parlare adesso su di un testo, e se dovessi dargli un nome, lo chiamerei: "Aspettativa, Attesa".

Noi otteniamo sempre quello che ci aspettiamo. Quando la gente si aspetta una cosa, qualsiasi cosa, ebbene, si ottiene proprio quello che si cerca. È l'attitudine mentale che si ha.

Ricordate questo, e non dimenticatelo mai. La giusta attitudine mentale verso qualsiasi promessa di Dio l'adempierà, la giusta attitudine mentale verso qualsiasi promessa di Dio. Non c'è bisogno dei doni di guarigione per guarire la gente ammalata, ogni persona qui dentro ha il diritto di affrontare Satana da qualche parte -se tu sei un Cristiano - e sconfiggerlo su ogni terreno su cui egli può stare. Quando Gesù Cristo era qui sulla terra, e in Lui dimorava la pienezza della Deità in corpo umano, tutta la potenza di Dio era nel Suo Figlio, Cristo Gesù. Poichè la Scrittura ci dice che Dio era in Cristo riconciliando il mondo a Se Stesso. Tutte le cose furono liberate a Lui, anche se Egli non parlava niente se non quello che il Padre Gli diceva di dire. Egli guariva solo quelli che Egli vedeva che doveva guarire. Poichè Egli disse, "In verità io vi dico, che il Figlio non può fare niente da Se Stesso, ma solo quello che Gli mostra il Padre". Questo si trova in San Giovanni 5:19.

14 San Giovanni 5:1, Egli passò dallo stagno di Bethesda, e c'erano una moltitudine di zoppi, ciechi, atrofizzati, e che aspettavano che le acque si agitassero. E quando le acque si agitavano, allora la prima persona ad entrarci dentro, per fede, riceveva la guarigione. Essi dovevano credere! E se ne stavano là, moltitudine di gente. Gesù che passava da lì vide un uomo, non era storpio, ma con un'infermità da 38 anni. Egli disse, "Vorresti guarire?" Egli rispose, "Non c'è nessuno che possa portarmi in acqua". Egli disse, "Prendi il tuo letto ed entra nella casa"

Era il giorno del Sabbath, ma l'uomo prese comunque il suo letto ed obbedì. E quando Gli fu chiesta la situazione, nel 19° versetto dello stesso capitolo - ora, Egli fu interrogato dal popolo Giudeo, dai preti di quel giorno - Egli disse, "Il Figlio non può fare niente da Se Stesso, ma solo quello che il Padre Gli mostra".

15  È sempre una cosa prevista, cioè quello che avverrà con i doni nello Spirito. Si tratta della rivelazione di Dio che viene rivelata. E tuttavia, tu soltanto agisci ed esageri quello che è stato già visto accadere.

Molta gente è confusa a volte riguardo ai doni e alle chiamate. I doni e le chiamate sono senza pentimento. Dio ha preordinato quelle cose e le ha mandate sulla terra. E poi Egli le conferma per quello che sono.

Non molto tempo fa venne da me una persona. Ora... quando essi fanno questo, molte volte dicono, "COSI' PARLA IL SIGNORE, Il Signore ha detto 'Fai questo'. Se tu non vai in tale e tale luogo, e non fai tale e tale cosa, il Signore ti colpirà e ti toglierà via il dono".

16  Ora, questo non è vero. Doni e chiamate sono senza pentimento. Nella Chiesa ci sono spiriti. È vero! Come il dono di profezia, di guarigione, e via dicendo. Ma essi sono tutti nell'intero corpo. Essi possono cadere su di una persona oggi, una profezia, ma Ciò non potrebbe mai cadere di nuovo su quella stessa persona; potrebbe essere da qualche altra parte del corpo. E quegli spiriti dovrebbero essere giudicati. "Parlino due o tre profeti; e gli altri giudichino", disse Paolo.

Ora, quelli sono spiriti dei doni che sono nella Chiesa. Ma la sola persona che ha il diritto di dire: "COSI' DICE IL SIGNORE", deve essere un profeta confermato. Non si è mai visto qualcuno giudicare Isaia, o Geremia, o gli altri. Essi erano profeti, preordinati e nati nel mondo per essere dei profeti. Ed essi hanno previsto le cose tramite visione, e poi dicevano, "COSI' DICE IL SIGNORE", poichè il Signore lo ha già detto. E dunque, quello di cui ha bisogno oggi la Chiesa, è un insegnamento all'antica dell'Evangelo. Esatto! Per sapere dove essi... io non intendo insegnamento di istruzione; io intendo insegnamento spirituale. C'è gente che parla di Dio, e... ma non ne sa proprio niente. Tu non… vedete, tu devi trattare con lo spirito stesso, vedete, per sapere quello di cui stai parlando.

17  Ed ora, Simeone era un uomo, un grande uomo, condotto dallo Spirito Santo. Credete voi nella guida dello Spirito Santo? Certamente! Tutti noi lo crediamo, tutti i Cristiani lo credono; credono che sia lo Spirito Santo a guidarci. E Simeone era un grande uomo. Era un uomo onorevole, un prete; ed aveva 80 anni, da come si dice. E se ne stava nel tempio.

E ricordate, egli aveva molto prestigio sul suo nome, cioè di essere un prete, anzi, un insegnante di... in Israele. Ma gli fu rivelato, tramite lo Spirito Santo, che egli non avrebbe visto la morte se prima non avesse visto Cristo. Ed egli non temeva di fare quella dichiarazione a tutta quella gente. Non importa quale fosse il suo nome, o il prestigio che egli avesse, oppure il suo titolo; lo Spirito Santo gli aveva rivelato che egli non avrebbe visto la morte, se prima non vedeva Cristo.

18  Ora, osservate ora. Nessuno aveva mai visto Cristo. Ora, se n'è parlato fin dall'inizio, nel giardino dell'Eden. E sono passati 4 mila anni, ed ogni grande uomo Lo ha cercato qui sulla terra. Il flusso di sangue Giudeo – credo – è il più puro che ci sia sulla terra oggi, e sta aspettando il Messia. Ed essi... essi hanno guardato ed aspettato che nascesse quel Figlio. Essi Lo cercavano.

E dunque, tutti hanno osservato. Ma Simeone ebbe una rivelazione dello Spirito Santo, cioè che non sarebbe morto se prima non avesse visto Cristo. E così disse a tutti che questo sarebbe accaduto. Non aveva paura che questo non potesse succedere, egli sapeva che lo Spirito Santo disse ciò, e doveva avvenire! Quando Dio dice qualsiasi cosa, è la verità assoluta. Tu non ne puoi fuggire, perchè ciò avverrà.

19   Qualcuno disse, "Fratello Branham, non hai paura di sbagliare quando... quando qualcuno viene alla piattaforma, e tu gli potresti dire una malattia sbagliata?".

Nossignore!

"Non hai paura..."...

L'altro giorno c'era un uomo arrestato, del sud, aveva detto ad un uomo che viveva in modo infedele a sua moglie, e via dicendo, e fu arrestato, perchè c'era una storia. Ebbene, se c'è una storia, tutto può accadere. Tu stai facendo qualcosa da te stesso. Ma quando tu stai sotto la promessa Divina di Dio, allora in Dio non c'è nessun timore. Esatto! È un qualcosa che è legato. È una cosa perfetta! Non ha mai fallito, e mai fallirà, perchè Dio non può mentire.

Tu puoi soltanto credere in Dio quando Egli ti parla, allora tu agisci su quello che Egli ti dice.

20  Ora, questo prete non si vergognava di dire alla gente che egli credeva che fosse Gesù, anzi, che era il Cristo che stava per nascere, e che egli Lo avrebbe visto prima di morire. Notate ora, quando Dio ti fa una promessa, Egli l'adempierà. Tu non devi avere paura che Egli non manterrà la Sua Parola, poichè Dio mantiene la Sua Parola. Io... ciò è vero. Tu devi soltanto avere fiducia in Lui.

21  E poi ho notato questo: Oh! Quando nacque Gesù, ebbene, là... essi non avevano la radio o la stampa come ce l'abbiamo oggi. L'unico modo per dare un messaggio era la bocca, e si riceveva con le orecchie. E otto giorni più tardi, Maria portò il piccolo bambino Gesù nel tempio perchè c'era la legge di offrire tortore, o... anzi, una colomba, se essi erano poveri, e così facevano un sacrificio, per la purificazione.

E notate, questo ce l'ho davanti a me proprio quando ci penso. Ora, Simeone, probabilmente si trovava in una stanza di preghiera, oppure fuori dal tempio. E magari quella mattina, c'erano 15 bambini, diciamo così, che stavano nella linea per la circoncisione.

Ma notate, proprio quando Maria portò Gesù, lo Spirito Santo parlò a Simeone da qualche parte. Ed egli fu condotto dallo Spirito Santo proprio dove si trovava il Bambino Cristo. Entrò prestamente, Lo prese in braccio e disse, "Signore, fa che il Tuo servitore si diparta in pace, poichè io ho visto la Tua salvezza". Pensateci!

22  Ora, egli ebbe la promessa. Non è strano che lo Spirito Santo ha condotto Simeone, proprio colui che aveva la promessa, e lo conduce dritto a Ciò? Vedete come Egli lo fa?

Ora, io non credo che qui ci sia qualcuno... quanti ce ne stanno qui oggi che sono ammalati, e vorrebbero che si pregasse per loro? Vediamo le vostre mani. Io non credo che voi venite qui per essere visti. Non credo che voi venite qua per criticare. Io credo che voi venite perchè vi aspettate di essere guariti. E voi credete nella guarigione, vero? Voi credete nella Guarigione Divina. E la ragione per cui credete alla guarigione Divina, è perchè c'è qualcosa in voi che fa in modo che voi crediate. E non è lo Stesso Spirito Santo oggi che ha promesso di mandare queste cose negli ultimi giorni? Non ha promesso Egli queste cose per gli ultimi giorni, quando disse: "Ed avverrà negli ultimi giorni..."? Quello che Egli ha promesso in Marco 16, "Andate in tutto il mondo...". Questa è New York. Vedete? "A predicare l'Evangelo ad ogni creatura. Questi segni seguiranno coloro che credono". Egli lo ha promesso! Ed Egli ha promesso la pioggia della prima e dell'ultima stagione. E noi stiamo vivendo già da anni l'ultima pioggia.

23  E proprio prima che Dio tagliasse la relazione con i Giudei, Egli ha messo 9 doni spirituali nella Chiesa. E proprio prima che l'epoca Gentile finisca, Egli ristorerà nella Chiesa quei 9 doni spirituali, dando alla chiesa Gentile la sua ultima chiamata, prima di ritornare ad Israele.

Ed oggi, mentre ci sono promessi questi doni, e tu sei ammalato, non credi che lo Spirito Santo ti abbia condotto qua proprio per come Egli ha fatto con Simeone tramite Gesù, quando Egli venne? Lo stesso Spirito Santo che conduce... proprio la ragione per cui voi credete nella guarigione Divina, mostra che c'è qualcosa lì dentro che vi fa credere nella guarigione Divina.

Qui, prima che possa nascere un desiderio in cuore, ci deve essere un Creatore per fare la creazione. È ciò esatto?

In altre parole, è così: prima che ci fosse una sola pinna sulla schiena di un pesce, doveva esserci prima dell'acqua in cui nuotare, altrimenti non ci sarebbe stata nessuna pinna. Vedete cosa intendo?

Prima che ci fosse un solo albero sulla terra, doveva esserci prima il terreno su cui quell'albero potesse crescere, altrimenti non ci sarebbe stato nessun albero. E se tu hai un desiderio nel cuore, cioè di essere guarito tramite la Guarigione Divina, è sicuro che deve esserci una Fontana di guarigione da qualche parte, altrimenti non avremmo quel desiderio nel cuore.

24  Se c'è il desiderio di adorare Dio... perfino gli Ottentotti e gli Indiani, negli anni passati, adoravano oggetti, poichè la creazione stessa dell'adorazione era nel loro cuore, ed essi adoravano qualcosa. Essi adoravano qualcosa come loro Creatore. E ciò dimostrava che da qualche parte doveva esserci un Creatore da adorare, un Dio. Se nel vostro cuore volete di più da Dio, di certo da qualche parte deve esserci più di Dio da poter trovare.

25  Mia madre credeva in una superstizione. Quando ero piccolo... ce n'erano dieci così. E quando da piccoli noi... ebbene, prendevano l'abitudine di leccare le labbra. E mia madre diceva che a loro piaceva qualcosa. E lei guardava a queste cose. Ma ciò non funzionava. Magari metteva un po' di miele sopra, non funzionava. Magari un po' di anguria, ma ciò non funzionava. Ma dopo un po', quando lei trovava quel qualcosa che a loro piaceva, ebbene, essi erano... ciò gli faceva smettere di leccare le loro labbra.

Bene, quella potrebbe essere una superstizione. Ma questo, quando nel cuore umano c'è fame di qualcosa, deve per forza esserci Qualcosa che crei quella fame lì dentro. In altre parole, Davide disse, "Quando l'abisso chiama l'abisso...". E quando c'è un abisso che chiama, deve esserci un abisso che risponda da qualche parte. E se c'è un abisso che chiama per la guarigione, deve esserci una fontana di guarigione e la potenza di Dio da qualche parte, che possa rispondere. Lo credete questo? Con tutto il mio cuore, io so che è la verità. E quando noi chiamiamo, c'è qualcosa in noi che ci dice che c'è una terra al di là del fiume.

26  Ho seppellito una moglie e una bambina circa 15 anni fa, e stando davanti alla tomba, quando tutto sembrava che fosse intorno a me, la mia intera famiglia se n'era andata. E mettevano dei fiori sopra quella piccola bara, e la mia bambina morì poche ore dopo sua madre. E il mio cuore era a pezzi; sembrava proprio che non riuscivo a stare in piedi, mai più. Sentivo dire un ministro, "Cenere alla cenere, polvere alla polvere, e terra alla terra".

E sembrava che ci fosse una brezza fra gli alberi che veniva e diceva:

C'è una terra al di là del fiume.

Dove noi chiameremo dolce per sempre.

Raggiungiamo quella sponda tramite il decreto della fede;

Uno ad uno otteniamo l'entrata,

Lì a dimorare con gli immortali,

Un giorno le campane d'oro suoneranno per te e per me.

27 [Spazio vuoto su nastro - N.d.R]... qualcosa che chiama, un abisso. C'è un luogo più grande, una terra migliore. Vedete cosa intendo? Io mi aspetto di essere là. Io aspettavo Dio quando stavo pregando nella stanza... pochi attimi fa prima di entrare nell'edificio, sembrava che Qualcosa venisse su di me e dicesse qualcosa che poi sarebbe successa oggi, una grande guarigione spontanea. Io mi aspetto ciò. Dio ha... io mi azzardo a dire questo a voi pastori. Scoprirete che almeno dal 60 all'80% di ogni persona ammalata in questo edificio sarà guarita nella prossima ora. Io... vedete, se ciò non è giusto, potrete marchiarmi come falso profeta. Io so quello di cui sto parlando. Esatto!

28  Ora, io... io credo questo. Io ho pregato, ed ho chiesto a Dio se vuole muoversi in mezzo al Suo popolo nel servizio, e in qualche modo... poiché ce ne sono molti, sapete. Ma io ho chiesto al Padre se Egli vorrebbe... e mentre pregavo, Qualcosa mi ha sùbito confortato. Ho saputo allora che Dio stava per rispondere alla mia preghiera. Io non so quello che succederà, ma succederà qualcosa che... che lo farà. Io voglio che voi stiate costantemente in preghiera.

Ora notate. Quando voi vi aspettate qualcosa; Simeone si aspettava che Gesù venisse mentre egli era ancora vivo. Egli lo aspettava, e Dio lo ha riguardato per la sua fede. Ed io mi aspetto che Dio guarisca almeno il 60 o l'80% della gente qui presente oggi, prima che questo servizio sia finito. Lo credo con tutta la mia anima. Vedete? Io me lo aspetto.

29  Daniele si aspettava che Dio lo liberasse dalla fossa dei leoni. I Figli Ebrei, quando entravano nella fornace ardente, dissero, "Il nostro Dio è capace...". Essi si aspettavano che Dio li liberasse. Ed essi fecero l'ultimo passo prima che Egli venisse, ma Egli arriva sempre alla fine. Gesù viene nell'ora più buia, ecco quando Egli arriva. Essi se lo aspettavano.

La donna con il flusso di sangue se lo aspettava. Se lei poteva toccare l'orlo del Suo vestimento, era tutto finito. Quando lei toccò il Suo vestimento, furono adempiute le sue aspettative.

Se tu vieni oggi aspettandoti di essere guarito, allora tu sarai guarito. Se vieni perchè ti aspetti di trovare qualcosa su cui criticare la riunione, di certo tu la troverai. Tu ottieni in base a quello che ti aspetti di trovare. Esatto!

30  Notate. Il cieco Bartimeo, anche lui se lo aspettava. Se Egli poteva arrivare a Gesù, almeno attirare la Sua attenzione, allora egli sarebbe stato guarito. E così cercarono di appoggiarlo, ma egli gridava ancora di più, "Tu, figlio di Davide, abbi misericordia di me", poichè egli sapeva che se solo poteva attirare l'attenzione di Gesù a lui, allora egli sapeva che Egli lo avrebbe guarito. Se tu ti aspetti di essere guarito oggi, allora lo sarai. Quale siano le tue aspettative...

Solo il pensiero della mia vita interiore... adesso io me ne vado un pò per andare in un altro paese. E vorrei dirvi solo qualcosa adesso. Ci sono cose che vanno con ciò, amici, e che nessuno ne sa niente. Esatto! Io non dico che... alla gente tutte le cose che direbbe Dio. Ognuno ha questo nella propria vita. Questo è un affare privato fra te e Dio.

31  Ma questa è stata una cosa gloriosa, se io non dovessi fare ritorno. Io sento che Dio ha confermato e provato che ho detto la verità alla nazione, se non dovessi più tornare. Esatto! Egli lo ha provato scientificamente. Ed Egli lo ha confermato molte volte che io ho detto la verità. È lo Spirito che guida questo. Egli fa cose che... Molte volte nella stanza, io... io sono dentro e prego e vedo cose nella riunione che poi avvengono, e chiamo i manager tutti insieme, e dico loro cose che accadranno proprio nella riunione, ore prima che ciò accada, a volte anche settimane prima. E certe cose... non che io lo sappia, ma Dio me lo mostra, ed io so che sarà così. Io lo credo.

32  Non molto tempo fa qui in Fort Wayne, stavamo avendo una riunione, una gloriosa riunione dove Paul Rader predicava, B. E. Rediger, molti di voi conoscete quei ministri internazionali e nazionali. Ed io mi trovavo nella stanza dove essi cantavano, "Solo abbi fè", proprio nella stanza dove Paul Rader scrisse questa canzone, pochi mesi fa. E alloggiavamo nell'Hotel Indiana. Molte volte, essi non permettevano alla gente di sapere dove io fossi.

Ora, quello che è duro per me, è di dover passare in mezzo alla gente che mi ama. Ed io... io proprio... il mio cuore piange per loro. Ma voi... voi... ce ne sono tanti. Ciò prende proprio la vita. Si tratta...

Quando quelle vibrazioni colpiscono la mano qui qualche volta, osservate i fratelli e gli altri. Essi mi osservano. Essi sanno quando ne ho abbastanza; essi mi afferrano e corrono subito sulla piattaforma. A volte, amici, io passo proprio oltre, ed essi mi raggiungono in città, magari per 2 o 3 ore, cercando di arrivare a me. Questo proprio mi svuota, mi indebolisce moltissimo.

33  Potreste pensare che questa è una cosa strana. Potreste pensare che è — che è una cosa strana, un dono, ma è una cosa che tira. Non è come predicare l'Evangelo, oppure come imporre le mani sull'ammalato; si tratta di un Essere Divino che opera tramite un corpo mortale. Arrivo ad avere la mano gonfia fino al punto che la devo tenere sotto l'acqua calda praticamente per un'ora, e per poter far ritornare sulla mia mano il tatto; e questo è dovuto alle vibrazioni di quei terribili cancri e cose del genere, per come essi operano. E a mala pena c'è qualcuno che comprende queste cose. I miei dirigenti lo sanno.

Ma ricordo che in questa riunione essi avevano scoperto dove io mi trovavo. E il giorno successivo, ebbene, era una cosa penosa vedere la gente.

34  Ricordo che in una riunione nel — mi trovavo in un'altra riunione, tenevo un servizio serale, là in Missouri al — una città abbastanza grande. E mentre lasciavo l'uditorio, era piccolo, un uditorio come questo qui oggi. E così io salì fino al — fino al terzo piano. Camminai verso — dal tabernacolo, anzi, l'auditorio, fino al terzo piano dell'hotel, e così mi addormentai sul letto subito dopo un po' con i vestiti addosso. E il giorno successivo dovevo incontrare mia moglie al Poplar Bluff, e c'era una trasmissione radiofonica, ed io dovevo proseguire per l'Arkansas. E ricordo quando ero sdraiato sul letto, che sentì qualcuno bussare alla porta. E quando mi avvicinai alla porta era il manager dell'hotel. Egli disse, "Lei è il Reverendo Branham?".

Dissi, "Sissignore, sono io".

Disse, "Bene, Signor Branham, deve lasciare l'hotel". Dissi, "Beh, che cosa ho fatto, signore?".

Disse, "Beh, non possiamo avere ciò nell'hotel", e così aprì la porta, e amici, c'era un linea di preghiera fuori nel corridoio che giungeva fino a sotto, fino all'ingresso dell'hotel, e la linea di preghiera proseguiva perfino fuori per la strada. E così io guardai lì. Egli disse...

Dissi, "Bene, io non so proprio cosa fare, signore".

Disse, "Scenda fino alla rampa antincendio, così io scenderò e chiamerò un taxi per lei. Così verrà a prenderlo e lo porterà fuori".

E così io scesi, stava nevicando. Guardai fuori, e vidi quelle piccole vecchie madri che tenevano in braccio quei piccoli bambini, e li guardavano dal non fargli andare sopra la faccia la neve; c'era gente che si teneva su con dei bastoni; altri con delle paralisi. Io proprio non riuscivo a passare oltre.

35  Così uscì fuori per la strada e iniziai una linea di preghiera. La strada iniziò a riempirsi con la folla. E il Signore guarì, fece loro buttare via quelle sedie a rotelle, stampelle e via dicendo, e scappavano via. E lì c'era anche la polizia che dirigeva il traffico. Abbiamo avuto un gran tempo là, poiché quella gente credeva veramente che poteva essere guarita.

36  Ora, a Fort Wayne scoprirono qual era l'hotel in cui noi stavamo, era l'hotel Indiana. E noi abbiamo iniziato proprio quella sera. Noi non riuscivamo proprio ad uscirne fuori. Voi proprio.   la gente era così congestionata. Era terribile. E così noi ne abbiamo avuto per altri tre giorni.

E così il fattorino d'albergo.   mio fratello ha assunto quel fattorino. Ed egli gli disse in quale direzione noi dovevamo scendere, e dunque.  attraverso quella stanza cocente giungevamo nel vicolo della strada. Ora, ciò era una cosa dura da fare. Ma essi mi presero, e attraverso la riunione mi portarono in quel vicolo; la moglie e una delle infermiere di Mayo furono guarite dal cancro. E lei adesso è con noi. E così essi — mi portarono a colazione, ed ho mangiato in un piccolo posto chiamato Toddle House, credo fosse questo il suo nome. E... no, Hobb's House. E una mattina, mentre scendevamo.   la mattina seguente, con il cappotto in questo modo, io — stavo camminando per strada portando con me la mia bambina. E all'improvviso scese lo Spirito Santo. Voi credete nell'essere guidati dallo Spirito Santo? E così portai la bambina da sua madre, e lei disse, "Che cosa c'è, tesoro?". Dissi, "Lo Spirito Santo mi sta guidando".

37  Ed io ho sentito l'Angelo del Signore... voi avete visto la foto. Egli è proprio sceso. E voi fate quello che Egli dice di fare. Ed io pensavo che stavamo andando dritti all'Hobb's House; ci trovavamo a circa un isolato da lì. E lo Spirito del Signore disse, "Vai sulla sinistra".

E così io scesi, e continuavo a camminare. Essi mi seguivano. E mi fermai in un posto che si chiama Snack bar dei Miller. E così scesi nel seminterrato, o così, dove c'era il bar, la tavola calda. E proprio come.   presi delle prugne secche, credo, e un po' di toast, e mi sono seduto per mangiare. E udì qualcuno dire, "Gloria al Signore". Mi guardai intorno, e si alzò una signora, con le lacrime che le scendevano dagli occhi. E la signora Morgan, l'infermiera, disse, "Vedi? Sei stata osservata". Vedete? Ed io dissi, "Aspettate un momento".

La donna camminò, disse, "Fratello Branham", disse, "Ti ho seguito proprio in tutte le riunioni". Disse, "Qui ho un fratello. Il suo cuore è spezzato nel diaframma". Disse, "Non c'è proprio niente da fare per lui". Disse, "Non gli è rimasto altro che pochissimo tempo da vivere". Disse, "Abbiamo venduto tutto quello che abbiamo. Ed abbiamo fatto proprio di tutto per poter avere la possibilità di stare nella linea. Abbiamo avuto i biglietti, ma non è mai stato chiamato". E disse, "Adesso non abbiamo più niente; né soldi né altro". Disse, "Noi proprio. non possiamo fare niente". Disse, "Io prego tutte le sere. Questa mattina, ero inginocchiata a fianco del letto dell'hotel, e poi andai a letto". Disse, "Ho sognato di venire qui al snack bar dei Miller alle nove in punto". Io guardai il mio orologio, erano esattamente... [Spazio vuoto su nastro - N.d.R.]...?...

38  Credete che possiamo essere guidati? Quello è lo Spirito Santo che guidò Simeone. Questa è la vita interiore. Ed io dissi, "Porta tuo fratello qui". Ebbene, in un attimo il Signore lo ha guarito. Egli piangeva così tanto! Disse, "Non mi sono mai sentito così bene sin da quando ero giovane".

E così uscì dall'edificio, e mi misi di nuovo a sedere per mangiare, ma Qualcosa mi fece alzare. Così uscì fuori, mia moglie e gli altri mi seguivano. E non appena misi i piedi fuori dalla porta, ho sentito qualcuno che diceva, "Oh, grazie Dio!". C'era una piccola donna vestita di nero. E si mise in ginocchio per la strada; iniziò a piangere; io dissi, "Alzati, sorella".

E lei si alzò. Disse, "Fratello Branham". Lei era di Chicago. Disse, "Ho un cancro al petto". Disse, "Ho cercato con tutte le forze di giungere a te, ovunque". Disse, "Non ho potuto". E disse, "Questa mattina ho iniziato a mangiare. E mi sono messa a piangere, perché devo ritornare a casa". Disse, "Lo Spirito del Signore disse: 'Vai a stare al snack bar dei Miller 10 minuti dopo le nove'".

39  Ed ecco. L'ho incontrata là in Arkansas l'altro giorno che gridava. È stato settimane fa. Disse, "Tutto... ogni cosa è sparita. È andata". E così iniziai a camminare per la strada. Ho iniziato... mia moglie disse, "Non vai a mangiare?". Dissi, "No. È lo Spirito del Signore che guida".

E così andai per la strada. E così andai in farmacia per prendere qualche libro da colorare. Dovevamo tenere la bambina chiusa in camera, una bambina di tre anni, era nella stanza con noi. Ed io passai tutto il tempo in preghiera. Ecco come so quelle cose; è la preghiera continua.

E così andai per la strada, Qualcosa disse, "Fermati".

Dissi, "Oh, Oh! E così mi voltai.

Mia moglie disse, "Dove stai andando?".

Dissi, "Voi andate all'hotel. Egli vuole fare qualche altra cosa con me". E così ritornai indietro all'angolo per osservare alcuni mulinelli da pesca. A me piace pescare, sapete. Ritornai là, nessuno mi stava osservando, mi voltai e dissi, "Padre, che cosa vuoi che faccia?".

E me ne stavo là. Immaginate adesso. Ho sentito che una Voce diceva, "Vai all'angolo".

40  Andai all'angolo della strada. Me ne stavo là, e così iniziarono a suonare il fischietto, e c'era del traffico per la strada, e... e camminavano là con le luci. E... sono rimasto là per circa 10 minuti. E continuavo a starmene lì. Dopo un pò, sentì di nuovo il fischietto suonare, un gruppo di persone attraversarono la strada, proprio di fretta. E ho notato che c'era una signora con un piccolo vestito a scacchi. Portava addosso un piccolo...?... Canadese... e portava un libro tascabile in mano. Camminava per la strada, e lo Spirito del Signore disse, "Avvicinati a lei".

E così mi avvicinai a lei, lei passava guardando per terra, e passò oltre a me. Ora, io pensai, "Ciò è strano. Forse Dio ha fatto qualcosa là ed io non lo so".

41  Camminò per circa 15 piedi [circa 5 metri - N.d.T.]. Si girò e guardò in questo modo. Disse, "Oh, fratello Branham". Disse... disse, "Oh...". Iniziò a battersi. Disse... oh, lei neanche sapeva cosa era successo. Dissi, "Cosa c'è che non va, sorella?"

Disse, "Sono del Canada". Disse, "Ho speso tutti i centesimi che possedevo. Mi sono rimasti solo 150 dollari". Disse, "Ho la mano addormentata". E disse, "Ho dormito in un corridoio la scorsa notte, e stamattina ho preso un caffè con 5 centesimi". Disse, "Stavo uscendo per la strada per fare l'autostop e poter ritornare a casa". Una giovane donna di circa 30 anni. Disse, "E stavo camminando e Qualcosa mi disse, 'Va da questa parte'".

Oh, Oh! Ecco! Dissi, "Allunga la mano, sorella".

Ed ecco la sua mano. E quel poliziotto Irlandese che se ne stava là a guardare. Disse, "Io la conosco, fratello Branham".

Ed eccolo venire. Oh, c'era un gruppo di persone là. Dovevano prendere una banda e portarla via. Ognuno tutt'intorno, proprio un servizio di guarigione. Il Signore stava operando.

42  È Dio che conduce. Non lo credete? Esatto! Non molto tempo fa, venendo da una riunione... stavo uscendo. Questo accadde in... in questo... a Camden, in Arkansas. Stavo uscendo dalla riunione. E vedevo proprio come il Signore conduce. Primo, proprio prima di togliere la mia uniforme, il Signore mi ha chiamato, e mi è apparso l'Angelo del Signore, per come vi ho già detto che è successo.

43  E così scesi, era appena nata la mia piccola ragazza. Sono sceso a prenderle un pò di tappi di bottiglia per il suo tè all'erba gatta, o quello che essa è. Avevo con me un assegno di 28 dollari e stavo andando a cambiarlo. E così entrai in... e l'autobus si è fermato a Spring Street [il nome di una strada americana - N.d.T.] nella città in cui io vivevo. E notai l'agire strano di un uomo, mi guardava. Così entrai nella farmacia e cambiai il mio assegno, e... e presi i tappi di bottiglia e sono ritornato.

E quando ero per strada, qualcuno mise la mano su di me. Mi voltai, egli disse,

"Signore, vedo che lei è un ufficiale".

Dissi, "Sissignore. Lavoro per la Salvaguardia dell'Indiana.

Disse, "Dal momento che lei è un ufficiale, vorrei porle una domanda".

Dissi, "Certo, sissignore".

Disse, "Farei meglio prima a dirle qualcosa". Disse, "Io... sono venuto meno in salute, e ciò è da circa due anni".

44  E l'Angelo mi era appena apparso circa 4 o 5 giorni prima di questo e mi aveva detto questo. Ed egli disse... anzi, riguardo al dono. E disse, "Io ero... vivo a Paducah, nel Kentucky". Disse, "La scorsa sera ho fatto un sogno strano". Disse, "Ho visto un Angelo che scendeva dal cielo. Egli scese e mi disse di venire nella città di Jeffersonville, e di domandarmi di un certo Branham, e che avrebbe pregato per me".

Disse, "Sa se da queste parti c'è qualcuno, qualcuno che si chiama Branham?".

Oh, Oh, il mio cuore sembrava stesse diventando così grande. Dissi, "Mia madre gestisce una pensione proprio all'angolo".

Disse, "Lei è... "

Dissi, "Mia madre".

Disse, "Si chiama Branham?".

Dovetti così porgli le mani. Dissi, "Fratello, vieni qui all'angolo". E iniziai a raccontargli quello che era successo. E lui iniziò a piangere. E così si mise in ginocchio per strada, ed io ho pregato per lui. E quando mi alzai, per strada c'erano quelle mamme con quei bambini in braccio, gli uomini si toglievano i cappelli, proprio in mezzo alla strada. E Dio scese dal cielo e lo guarì proprio là.

45  Poche settimane più tardi, stavo uscendo da un edificio, e sentì qualcuno gridare, "Pietà, pietà!".

Quattro poliziotti mi stavano portando fuori, per farmi passare attraverso la folla. Ce n'erano a migliaia che facevano pressione. E la sera prima, l'Angelo del Signore venne proprio nell'edificio dove mi trovavo io, scese giù. E lì c'erano persone zoppe, cieche, ed ogni altra cosa. Io stavo cercando di spiegare, cioè cercando di far credere alla gente. Dissi, "Non potete credere?". Dissi, "Io vi ho detto la verità". E dissi, "È la verità".

E mio fratello venne a chiamarmi correndo proprio in tempo. Lo so che parlo troppo. Esatto! Ma io... io vi amo, ed io... io voglio... voglio dirvi questo comunque. E c'era un... mentre venni lì al... a quel posto, stavo parlando, dicendogli riguardo allo Spirito del Signore. E in quel momento, proprio davanti alla porta, ecco che Egli venne. Dissi, "Non ho più niente da dire. Ecco qui Lui Stesso".

46  E venne proprio nell'edificio in questo modo. Intorno a me in questo modo. E quella gente cieca, zoppa, sorda, ed ogni altra cosa, che era proprio... si alzava e camminava per l'edificio glorificando Iddio.

Il giorno successivo, ero preso da una... una chiesa dove io parlavo con 4 ufficiali. Così iniziai a sentire qualcuno gridare, "Pietà, pietà, pietà!".

E guardai, e nella folla notai un uomo di colore, era cieco, con un cerchio di capelli bianchi intorno alla testa e un cappello, e piangeva, "Pietà, pietà!".

Egli non poteva stare con la gente bianca, ovviamente. E piangeva. E dunque Qualcosa si mosse, disse, "Vai là".

Ed io dissi, "Andiamo dov'è quell'uomo".

E disse... l'ufficiale disse, "Oh, fratello Branham, non puoi mettere la mano sopra quell'uomo". Disse, "Ti arresteranno". Disse, "Non lo puoi fare, sei dell'Arkansas".

Dissi, "Bene, guarda, lo Spirito Santo mi ha detto di andare là...".

Disse, "Causerai una sommossa". Disse, "Non lo puoi fare. Questo è il Sud".

Dissi, "Non ci posso fare niente dove ci troviamo. Il Signore dice di andare là, ed io...".

47  Ed essi vennero con me. Non dimenticherò mai questo. Sentì sua moglie dire, "Tesoro, il pastore sta venendo verso di te — il pastore".

E così arrivai dove si trovava lui. E disse, "Sei... sei... sei tu il pastore Branham?". Disse, "Posso toccare la tua faccia?". E mise la sua vecchia mano tremolante sul mio viso.

Dissi, "Sissignore"

Disse, "Pastore Branham, vuoi sentire per un attimo la mia storia?" Dissi, "Ma certo. Racconta".

E la gente che cercava di fare pressione, ma la tenevano indietro. E disse, "Pastore Branham", disse, "La mia vecchia mamma aveva la tua religione". Disse, "Non mi ha mai detto bugie in tutta la sua vita". Disse, "Adesso sono dieci anni che è morta". E disse, "La scorsa sera", disse, "Io non ho mai sentito parlare di te in tutta la mia vita". E disse, "La scorsa sera, circa alle otto". Disse, "Vivo a circa 150 miglia da qui". Disse, "La mia vecchia mamma se ne stava a fianco del mio letto. E disse, 'Figliolo caro, vai a Camden, in Arkansas, e chiedi di qualcuno che si chiama Pastore Branham, e tu otterrai la tua vista'".

Oh, Oh! Io misi la mia mano sopra la sua vecchia faccia rugosa. Dissi, "Signore Gesù, io non capisco questo. Ma chiedo la sua vista, nel Tuo Nome".

E come mettevo giù la mano, amici, Dio mi giudicherà alla barra del Giudizio. E quando abbassai la mia mano, lacrime iniziarono a scorrere lungo le sue guance. Disse, "Cara, posso vedere".

Lei disse, "Tesoro". Iniziò a strillare, disse, "Riesci a vedere?".

Disse, "Bene, lì c'è una macchina rossa". Disse, "Lì c'è il Pastore Branham". E continuava a strillare in questo modo. Ed eccolo, perfettamente in salute.

48  Pochi mesi fa, venendo da Dallas, ero atterrato dall'aereo. Vi dirò questo prima di chiudere. Ero ve... ero atterrato dall'aereo a Memphis, in Tennessee. Ho riposato tutta la notte, e la mattina seguente ci hanno chiamato e ci hanno detto che l'aereo partiva alle 9 in punto.

E così scesi. Stavo rispondendo ad alcune lettere, e andai all'ufficio Postale. E stavo andando all'ufficio postale per spedire le lettere, e per strada cantavo quella canzone che cantate voi Pentecostali, "Sono grato di essere uno di loro". Non è ciò esatto? Qualcosa che viene detta da tutti, ovunque. Cercavo di cantare questa, sapete. E mentre camminavo per strada, Qualcosa disse, "Fermati".

49  Io continuai ad andare avanti, e vidi che era lo Spirito del Signore. Così tornai indietro all'angolo di una banca. Dissi, "Padre, che cosa vuoi che faccia?" Disse, "Vai indietro".

Così andai verso l'hotel, continuavo a camminare, e cantavo, "Solo abbi fè, tutto è possibile...". Condotto dallo Spirito, sono sceso verso il fiume, e c'erano delle piccole baracche colorate... e continuavo a scendere. Egli disse, "Adesso volta a destra". E scendevo verso una piccola collina, così, una mattina bellissima, il sole che saliva, i fiori che sbocciavano intorno a Memphis. Ed ero... il sole era proprio sulla collina, e la sera prima c'era stata pioggia, e dunque, era bellissimo nel Sud. E così guardai, mi affacciai dal cancello e lì c'era una che somigliava a Zia Jemima. Aveva un... invece di... aveva la camicia di un uomo legata intorno alla testa. E guardava dal cancello. Io stavo camminando, andavo [il fratello Branham canticchia - N.d.T.]e andavo per la strada, osservavo, mi domandavo dove mi stesse conducendo il Signore. Lei osservava, con lacrime lungo le sue guance. Disse, "Buon giorno, pastore".

Dissi, "Come stai, zia?". Mi venne in mente, "Pastore?". Mi guardai intorno, dissi, "Mi conosci?"

Disse, "Sissignore!"

Dissi, "Conosci il mio nome?"

Disse, "Nossignore!".

Dissi, "Come fai a sapere che sono un pastore?"

Disse, "Pastore", disse, "Hai mai sentito parlare della donna Shunamita che aveva un figlio... il Signore le aveva promesso un bambino, e il bambino morì?" Dissi, "Si".

Ed io dissi, "Si".

Disse, "Ero quel tipo di donna. Ed ho promesso al Signore che avrei fatto crescere il mio bambino per Lui"; e disse, "Il Signore ha dato a mio marito e a me un delizioso ragazzo".

E disse, "Pastore, egli ha preso la strada sbagliata quando aveva — pochi anni fa". E disse, "Egli ha — una malattia grave, una malattia venerea". Disse, "Era su di lui per molto tempo, noi non sospettavamo questo". Disse, "Ed ora è lì nella sua stanza che sta morendo". Disse, "Il dottore gli ha fatto ogni tipo di iniezione". Disse, "Non riesce a star bene". Disse, "È incosciente da ieri. Il dottore ha detto, 'Aspettatevi il peggio in qualsiasi momento'. Non c'era speranza per lui. Il suo sangue era 4 volte maggiore, e niente poteva aiutarlo". Disse, "Sta morendo".

Disse, "Mi sono inginocchiata". Disse, "Ho pregato". Disse, "Ho pregato, 'Oh, Signore'". Disse, "'Sono una donna come la Shunamita. Dove sei, Elia?'. Ed ho iniziato a pregare". Disse, "Ho pregato moltissimo". Disse, "Questa mattina, proprio prima di fare giorno". Disse, "Il Signore ha detto: 'Stai qui a questa porta'".

50  E la sua schiena era bagnata dalla parte di dove era seduta. Non mi stava dicendo niente di male. Disse, "E guarda".

Oh, Oh! Iniziò a... entrai in casa. C'era un ragazzo veramente molto debole. Lei gli dava dei colpetti. Egli giaceva là con — con una coperta in mano, e faceva, "Um, um, um", in questo modo. E diceva, "Mamma, è così buio. Um. Non so dove me ne sto andando, mamma", in questo modo. Lei disse, "Tesoro mio, conosci tua mamma?"

Piccolo tesoro. Egli era... ovviamente non importa quanto sei grande, sei lo stesso il figlio di tua mamma". Non importa quello che hai fatto, sei sempre il suo ragazzo. Ed eccola, che gli dava colpetti, lo amava. Disse, "Conosci mamma?", diceva, "Conosci mamma?".

Sembrava che lui non la riconoscesse. Egli gridava, "Mamma", in questo modo; era privo di sensi.

E lei disse, "Possiamo pregare, pastore?" Dissi, "Certo, signora".

51  E quella santa vecchia andò là e pregò. Oh, Oh! Ciò torce il cuore. Io mi sono alzato, e sentivo i suoi piedi. Erano freddi e appiccicosi; la morte era su di lui. Poi ci siamo di nuovo inginocchiati ed abbiamo pregato. Ed io dissi, "Caro Dio, io non so perchè mi hai mandato qui. Ma mi hai fatto girare per strada in questo modo, e mi hai portato qui. E so che è tempo passato per l'aereo". Tuttavia, l'aereo ha fatto ritardo due ore. E così dissi, "Io — io non so perchè Tu mi hai portato qui. Ma ora, in ubbidienza con la guida dello Spirito, io impongo le mani su questo ragazzo nel Nome del Tuo Figlio, Cristo Gesù". Egli disse, "Mamma, si sta facendo chiaro".

In pochi attimi fu in piedi sui suoi piedi. Sono passato da lì pochi mesi fa. Mi ha visto alla Stazione di Abbey. Disse, "Fratello Branham, adesso sono perfettamente normale. È tutto andato via ormai".

52  Oh, fratello, sorella, il Dio che ha condotto Simeone è qui oggi. Esatto! Egli può guidare coloro... ora dopo ora potrei testimoniare.

Ma guardate. In quello stesso tempo, c'era una vecchia profetessa cieca che si chiamava Anna. Osservatela! Quando Simeone prese in braccio il piccolo Gesù, condotto dallo Spirito, proprio a Lui... non credete che Esso è lo stesso Spirito Santo oggi?

E osservate, in mezzo alla folla venne una vecchia donna cieca, Anna, che si faceva strada in mezzo alla folla. Nessuna la tratteneva. Ma venne perfettamente dove si trovava Lui, alzò le sue mani e benedì Dio. Lo Spirito Santo la stava guidando in mezzo alla gente.

53  Egli guida i pesci attraverso le acque; gli uccelli per aria. Oh, Oh! Egli può guidare il Suo popolo, se voi soltanto Glielo permettete. Siamo guidati dallo Spirito di Dio. E noi ci aspettiamo che Dio faccia qualcosa oggi. Ed io credo che Egli sia qui e stia facendo qualcosa in questo tempo: guarire l'ammalato.

Padre, noi Ti ringraziamo per il Tuo Spirito e il Tuo amore. Ed io Ti aspetto oggi, Padre, che Tu voglia muoverti sopra i cuori del popolo e fargli vedere il Tuo programma Divino, per condurre la gente che Tu hai chiamato in questo giorno. Ed io credo, Padre, che Tu voglia fare avverare oggi, la cosa che Tu mi hai rivelato, cioè che molti ammalati guariscano oggi. Accordalo, Padre. Ascolta la preghiera del Tuo umile servitore. Poichè lo chiedo nel Nome di Gesù. Amen!

54  Mentre mi accingo a pregare, pregate anche voi con me, se volete, pregate per me. I fratelli chiameranno la linea di preghiera. E voi pregate per me. Quanti faranno questo per me, perchè quando io esco, io... se Egli mi unge quando poi ritorno. Magari non saprei dire molto. Ma vedete, amici, non dipende da me stesso. Deve dipendere da Ciò. Io non dico niente; Esso parlerà.

Ora, osservate. Quando Dio fa qualcosa sul pulpito, tutti voi lo credete. Questa non è nient'altro se non dimostrare l'attitudine di Dio. Se può essere fatto una volta, allora ciò dovrebbe provare a tutti voi che Gesù è qui per fare questo. Esatto? Mosè fu un profeta mandato da Dio. Egli aveva due segni per dimostrare al popolo che egli era — che egli aveva il Messaggio di Dio. E quando egli eseguiva quei due segni, la gente lo credeva. Egli non doveva ripeterlo di nuovo, il popolo lo credeva. E se io vengo a voi nello stesso modo, e chiedo quelle cose, allora non dovreste credere con tutto il cuore? Se io posso fare i segni che Dio mi ha promesso di fare, allora voi dovreste credere con tutto il cuore. Non è ciò esatto? Ciò è vero!

55  Ora, ancora prima che io vada sulla piattaforma, oppure quando prego per la gente, io voglio che voi crediate. Allora quando voi vedete queste cose avvenire, voglio che ognuno mi prometta questo, cioè che voi farete solo quello che Dio dice di fare.

Io ho chiesto a Lui di far venire qui in questo uditorio quell'Angelo unto, e toccare uno o l'altro, in questo modo. E guarirli oggi mentre va avanti il servizio. Io lo chiederò. Io ho chiesto a Lui di farlo. Ed io credo che Egli lo farà. Io lo credo con tutto il cuore. Anche voi, credete! E che Dio vi benedica. [La congregazione canta "Solo abbi fè" - N.d.R.]

56  Chiniamo i nostri capi solo un momento. O Padre, aiutaci a ricevere il Tuo Amato Figlio e la Sua promessa, sapendo che il Suo Spirito è nel nostro mezzo oggi. Ed io Ti chiedo che Tu voglia guarire ogni persona ammalata dell'edificio. Lo chiedo nel Nome di Gesù Cristo. Amen. Ora, potete sedervi se volete.

57  Che ognuno stia riverente. Ed ora, potrebbero esserci degli estranei che non hanno ancora udito dell'operazione dello Spirito di Dio, che ha consegnato questo ministero a me. Mi fu dato da un Angelo quando io sono nato. Si è manifestato tre anni fa. Mi ha sempre seguito, mi ha fatto sapere che Egli era vicino. Poi venne a me, era un uomo. È stato visto nelle riunioni molte volte. Grande, un grande uomo, del peso di circa 200 libbre, con capelli scuri sulle Sue spalle. Testimoniando, quando veniva diceva, "Io sono mandato dalla Presenza di Dio per dirti che la tua...?... nascita e la tua vita indicano che tu hai un dono di guarigione per la gente del mondo". E iniziava a dirmi diverse cose che sarebbero successe.

Io Gli ho detto che ero illetterato e non ero in grado di andare. Egli mi disse che mi sarebbero stati dati due segni.

Dissi, "La gente non mi crederà, perchè non sono istruito abbastanza per parlare con il popolo".

Egli disse, "Ti saranno dati due segni, come lo fu con il profeta Mosè". Disse, "Un segno sarà che tu... tu rivelerai le malattie tramite la tua mano. Quando la gente ti contatterà, sarai in grado di dirgli quali malattie essi hanno tramite un discernimento sovrannaturale". E poi disse, "Se tu sarai sincero, allora avverrà che dirai alla gente i segreti del loro cuore, e le cose che essi hanno fatto in vita, e quello che potrebbe aver impedito la guarigione...", e via dicendo.

58  Ed io dissi, "Io... io... essi non mi crederanno". Egli disse, "Io sarò con te" Dissi, "Io andrò"

E la Luce iniziava a mettersi sul pavimento, saliva... l'Angelo saliva con quella Luce, e formava una vera e propria Luce, come la vedete nella foto, e poi andava via. Ritorna sera dopo sera, e viene nelle riunioni.

Io non dico che... ognuno adesso deve essere certo di sapere, io non pretendo di essere un guaritore Divino. I giornali Lo chiamano così, ma ciò è un errore. Non c'è uomo che possa guarire, neanche Gesù. Gesù non pretendeva di essere un Guaritore Divino. Egli disse, "Non sono Io che faccio le opere; è il Padre Mio che dimora in me; Egli fa le opere".

Nessun mortale potrebbe reclamare di essere un guaritore Divino. E dunque, se Egli non poteva sostenere la guarigione Divina, di certo non potrei farlo io. Nessuna carne può gloriarsi; viene tramite lo Spirito di Dio. Egli è il Guaritore.

59  Ma io... io... Esso rivela le malattie e le diverse cose che avvengono, prende il posto nella vita delle persone, a volte se essi sono... [Spazio bianco su nastro -N.d.R.]...?... viene chiamato e fa sapere che sono dei peccatori. Se nella loro vita hanno dei peccati non confessati, ricordate, Esso li chiama fuori, e... Esso ti dirà qualcosa a riguardo.

Ecco perchè quando la gente viene, a volte quando essi dicono... viene a me senza l'unzione, essi dicono, "Oh, io... io... io sono un credente, fratello Branham". Io prendo la loro parola. Ma sotto l'unzione, voi... voi sentite in modo chiaro che essi sono qui; dovete salire a questo livello, diciamo se io lo sto illustrando. Qui sopra c'è il dono, e voi venite qua sopra credendo; ma questo non lo fa perchè venite qui. Dovete alzare in alto la vostra fede, qui! E allora quando la fede crede perfettamente, la potenza che vi sta trattenendo deve lasciarvi.

60  Io non l'ho mai visto fallire. Non importa se sono ciechi, zoppi, storpi, o qualsiasi... qualcuno è mai stato alle mie riunioni prima, vediamo le vostre mani, quelli che sono stati alle mie riunioni? Sto dicendo la verità? Avviene questo? Se è così, alzate le vostre mani. Tutti quelli che vengono sulla piattaforma, nonostante quello che ci sia di sbagliato in loro... esatto. E vengono detti i loro segreti; essi — ora, il loro... Io non posso guarire. Ma io so se essi hanno abbastanza fede per essere guariti o meno. Vedete? Ciò... ecco la cosa.

Ma mentre Dio si muove qui, Egli si muoverà anche là. Vedete? E ricordate, quando Egli fa qualcosa qui...

61  Ora, Mosè poté fare solo questi miracoli, ma il popolo doveva credergli. Quella era la conferma che egli era mandato da Dio. Capite? La sua parola deve essere confermata. Se qualche uomo dice qualcosa e Dio non testimonia in quel modo, allora quell'uomo ha torto. Ma se l'uomo dice qualcosa, e Dio lo conferma, allora quell'uomo ha ragione. Vedete? Non solo una volta, ma sempre, ogni volta; deve essere il... un — una volta. Ora, Mosè fece questo e lo dimostrò al popolo. Ora, se tu... se questi... se Dio oggi risponde e prova che quello che ho detto è la verità, allora ascoltate la mia parola. Dio guarirà ogni persona nell'edificio. Ciò è se... se tu prometti di servirLo e crederGli.

62  Ora, ricordate, poi quando lasciate questo edificio, andate a testimoniare che voi siete guariti. "La fede è la sostanza di cose sperate, l'evidenza di cose non viste". Se queste persone vengono qui ma non hanno esattamente fede, il che da una parte è fede, ma la loro fede deve essere edificata. Tu vai avanti testimoniando che tu lo credi, allora sarai guarito, e starai bene. Bene, lo credete? Proprio quando voi avete testimoniato che siete stati guariti, opera la rettitudine. Testimonia che sei guarito, e Dio lo concederà.

Bene. Ora, vediamo dove iniziamo nel — nella linea. Bene, proprio da qui. Bene. Siate tutti riverenti.

63  Di dove sei, sorella? New York. Sei da qui, della città. Ora, se notate il paziente... proprio il — lo Spirito del Signore è qui, e il — il paziente, io — io non la conosco. Lei è di New York. Ma un — un sentimento molto strano...

Osservateli, e quando essi arrivano a 8 o 9 piedi, vedrete l'espressione venire sopra le loro facce. Ora, la signora, io non la conosco.

Ma tu hai un sentimento strano, vero signora? Un sentimento molto, molto strano. Ora, giusto per far capire all'auditorio, vorresti avvicinarti un attimo al microfono? Non è ciò vero? [La sorella risponde: "È la verità - N.d.R.] Veramente un sentimento strano. Potresti non essere... potrebbe venire in modo chiaro. Lo dovresti vedere Questo. Ma Egli è qui. Io so che è qui. Tutto sembra essere come se l'edificio fosse di latte. E ciò è... io so che Egli è qui. Lo vedete? Adesso viene l'unzione.

64  Ora, vediamo. Voglio che restiate in preghiera. Ciò è...?... che soffrono quelle cose...?... nervosi...?... Esatto. E stai soffrendo questo da un pò di tempo...?... camminate. Tu non hai servito il Signore come avresti dovuto farlo. Lo vuoi servire da questo momento in poi? Lo prometti? Nessun altro modo, solo tramite Dio. Esatto? Io vedo che ci stai provando. Hai anche pregato prima di venire qui, cercando di trovare favore, vero? Ti sei inginocchiata da un lato di una sedia recentemente, dove c'è un piccolo tavolo sulla destra, pregando (è ciò esatto?) cercando di trovare favore. Nessuno sa questo, solo Dio, io e tu. Esatto?

Allora se io, tramite lo Spirito di Dio, ti sto dicendo la stessa cosa, come fu detta alla donna al pozzo... [Spazio bianco su nastro - N.d.R.]Quando il Maestro era qui, Egli le disse le cose segrete che la stavano trattenendo dalla libertà. E lei ha detto di aver accettato Lui. disse, "Venite a vedere un Uomo che mi ha detto tutte le cose". E il Suo Spirito è qui ora, che opera tramite il Suo servitore, e ti sta parlando... lo credi? Ed io ti ho detto la cosa che ti sta ostacolando. Lo vuoi accettare adesso, lo farai?

65  Vogliamo chinare i nostri capi? Padre Celeste, Tu sei qui per far star bene questa sorella. Accordalo, caro Dio, che Tu voglia guarirla proprio ora, anima e corpo. Possa lei lasciare l'edificio adesso gioendo. Perdonala, Signore, di ogni trasgressione. Accordalo, Padre; che lei possa essere una tua figliola da questo momento in poi, vedendo adesso la sua convinzione, vedendo quell'errore che lei ha fatto, Padre, e il Tuo Spirito la potrà chiamare proprio qui dal pulpito.

Ma, tu demone, sopra la confessione della fede di questa donna, nel Figlio di Dio, io vengo nel Nome di Gesù Cristo, professando il dono della guarigione Divina. Ti sei fatto conoscere. Non puoi più nasconderti. Esci da questa donna tramite Gesù Cristo. Qualcosa ti ha lasciato. Lo accetti? Sei guarita. Eccoti. Ti senti diversa adesso, vero? Bene. Puoi alzare la tua testa. Sorella, i tuoi peccati sono perdonati, e sei guarita adesso. Componiti e lascia la piattaforma. Stai bene. Cammina veloce. [Un fratello dice, "La cosa che io voglio che voi notiate su questo, è che il fratello Branham discerne questo interamente tramite lo Spirito di Dio. Su questo biglietto, dove dice 'Sei salvata?', la signora ha la parola 'No'. Voglio che adesso notiate come lo Spirito di Dio rivela esattamente quello che c'è nella vita di ogni individuo" - N.d.R.]

66  Ognuno sia riverente adesso, proprio il più riverente possibile. Bene, portate il vostro paziente.

E ognuno sia riverente e — e proprio — con fede. Ora, voglio che voi facciate questo. Io — io so che Dio sta per rispondere a quello che Gli chiedo oggi. Voglio che voi guardiate da questa parte. Riesco a mala pena a dire quello che è, ma voglio che guardiate da questa parte e crediate con il cuore, a tutto quello che è stato detto.

67  Si, lo Spirito del Signore è qui, adesso. La signora è girata di schiena. Io ho la schiena rivolta verso lei. Voglio avvicinarmi un altro pò, signora, qui sulla piattaforma, tu. Sei una straniera per me. Ma io posso dirti quello che non va con te. Accetterai tu questo come l'essere mandato da Dio? Tu hai l'artrite, vero? Alza le mani; sei guarita. Gesù Cristo ti rinnova adesso. Salta con i piedi su e giù, in questo modo. Così, su e giù; con i tuoi piedi, in questo modo. Ora, cammina sulla piattaforma proprio come... tu e io, veloce. [Un fratello dice, "Sul biglietto della signora c'è la parola 'artrite'"- N.d.R.]

68  Che ognuno creda con tutto il cuore. Ora, abbiate fede, credete. Ora, questo è il modo. Lo Spirito del Signore è qui. Questo può rivelare, discernere. Signore, tu che stai là. Credi con tutto il cuore adesso. Tu mi credi? Mi accetti come il servitore di Dio? Tu credi che io sia il Suo profeta che è stato mandato qui per il tuo scopo, in modo che tu possa essere guarito? Allora ubbidirai a quello che ti dico di fare? Anche tu hai l'artrite. Esatto? Alza le mani in questo modo. Salta in questo modo, perchè Gesù Cristo ti fa star bene. Amen! Ora, puoi camminare per la piattaforma. Sei guarito, fratello mio. Rafforzati. Che Dio ti benedica, mio caro fratello. Sei guarito. Ora, che ognuno sia riverente. Continuate a pregare.

69  Nell'uditorio, è stato riconosciuto questo. Quando essi si avvicinano, a volte entrano in uno stato di subconscio quando essi sono — quando vengono; e tuttavia, essi non — essi non si rendono conto perfettamente finché è... Egli va avanti stringendo le mani agli amici.

Potremmo dire, "Grazie al Signore", tutti...?...

[Un fratello dice, "Sul biglietto dell'uomo c'è la parola 'artrite'" - N.d.R.]

70  Tutti forse capiscono come vengono date le carte. Vedete, quella gente è... siete alla riunione da tre giorni. Cosa pensate che possa succedere in una o due settimane, quando la fede della gente inizia ad edificarsi? Ebbene, camminano nei balconi, vengono con le sedie a rotelle, si alzano, saltano fuori dalla sedia a rotelle, corrono, poichè essi — essi credono. E quando essi credono con tutto il cuore, ciò tira fuori dalla gente la forza dello Spirito di Dio, proprio — dal popolo. Ora, se il... se... tu devi credere; tu devi avere fede, devi... tu...

Quanti credono in Dio, vediamo le vostre mani. Credete in Cristo? Credete nello Spirito Santo? Ora, voglio chiedervi qualcosa. Voi credete che io vi ho detto la verità? Ciò è — questo... Vedete, se fate questo, ciò vi porta benedizione. Egli disse, "Se tu fai in modo che la gente ti creda — ti creda, e sei sincero quando preghi, allora niente potrà durare con la preghiera".

71  Ora, ricordate, io non posso guarire. Si dice solo quello che avviene quando la gente è in piedi, essi — essi iniziano a guardare, e si domandano, e... e poi, quando lo Spirito inizia a parlare a loro e dice loro quali sono le loro malattie ed afflizioni, ebbene, la loro fede si muove in loro e la cosa li lascia.

Ora, se io posso dire che quel... quello che hai, e quello che è fatto tramite lo Spirito di Dio, allora io so quando ciò se ne va. Come se Mosè potesse predire quello che sta per accadere, e poi avviene, noi crediamo che la creazione è stata in accordo alla Sua Parola. Ve... vero? Perchè è Dio che parla in entrambi i modi. Bene. Ora, voglio che tutti preghiate e che siate molto riverenti, in tutto l'edificio. Ovunque voi siate, siate riverenti. Ma adesso pregate. Non chinate la testa finchè non ve lo chiedo, voi...

Bene, puoi portare il paziente, fratello. Ora, siate proprio riverenti.

72  E stasera io sento ancora che qualcosa di glo... ora, a volte quando lo Spirito del Signore si avvicina molto, ebbene, è... perdo il filo di quello che sto dicendo. vedete? Ma ora, notate ora che io... se riesco a dirvi... sta iniziando a scendere, ora, per questo paziente. Vedete? Io non conosco la signora, non so niente di lei. Ora, solo un attimo. Quando Ciò — Esso contatta, è su di me adesso. Ora, quando prendo... si avvicina a me...?... oh, lei è sorda. Bene. Chinate i vostri capi ora, tutti voi. Nostro Padre Celeste, Che hai riportato indietro Gesù dalla morte, Tu sei qui per guarire la nostra sorella, e per dichiarare la tua potenza Divina. E noi abbiamo fatto arditamente la dichiarazione, che niente potrebbe resistere davanti al dono di Dio, e che quello che sarebbe detto, e la donna, anche lei, ha fede. Ed io Ti chiedo di liberarla oggi dalla sua afflizione, che Satana ha piazzato sopra di lei, e che possa essere una testimonianza nella sua comunità della potenza guaritrice di Dio. Che la sua testimonianza possa iniziare proprio come un risveglio all'antica. Accordalo, Padre.

Tu, spirito di sordità, che sei entrato in questa donna, io ti scongiuro tramite Gesù Cristo, il Figlio di Dio, lascia la donna! Esci fuori da lei!

Ti sei sentita molto male ultimamente, vero? È una dieta tubercolare. Si! Tutto è andato.

Bene. Potete alzare i vostri capi, udienza. Metto le mie mani nelle sue orecchie.

73  Mi senti? [La sorella risponde, "Si"- N.d.R.]Dì Amen'["Amen"]. Io metterò... mi senti adesso? Dì "Amen" ["Amen"]. Io amo Gesù. ["Io amo Gesù"]. Gli occhi ti stanno disturbando. Ultimamente ti stai sentendo debole, vero? Molto debole; di sera, ma specialmente nel pomeriggio. Ho aspettato che tu ricevessi l'udito in modo che tu possa sapere. Nei tardi pomeriggi, tu diventi molto debole. E la notte, non... tu sei... tu hai... non riposi la notte e cose del genere. Ora, quello che è stato, è che sei stata afflitta con tubercolosi, sorella. L'ho presa con le vibrazioni. Ma adesso è andata. Sei guarita; tu stai sentendo che ciò è vero; sei perfettamente normale; puoi togliere gli occhiali, e andare via dalla piattaforma...?... sei guarita.

Bene, portate il...?... ognuno dica, "Grazie, Gesù". Amen, bene. Bene.

[Un fratello dice, "Sul suo biglietto sta scritto: "Sordità e glaucoma degli occhi"- N.d.R.].

74  Voglio che tu guardi da questa parte solo un momento. Sei stato molto nervoso in tutta la tua vita. E un'altra cosa che adesso non va con te, ovviamente sono i tuoi occhi che ti hanno causato problemi... astigmatismo, questo c'è nei tuoi occhi. Hai problemi allo stomaco. È ciò esatto? Si! Ti vedo seduta ad una cattedra, che guardi in modo strabico, cercando di leggere, da quando eri bambina. Questo tale giorno, quando è successo qualcosa; stavi indossando — indossavi un vestito rosa a quadri...?... Ora, quando tu... quando tu sai anche che stai soffrendo con un'ulcera peptica allo stomaco, e ti causa problemi allo stomaco. Esatto? Ora, un sentimento strano è sopra te. Esatto? Sorella, cara, Gesù Cristo ti guarisce. Togli gli occhiali; vai a casa e mangia ciò che vuoi; perchè adesso sei guarita. Che Dio ti benedica. Ognuno sia proprio riverente e pregate. Bene. Potete portare il vostro paziente. [Un fratello dice, "Nervoso, problemi allo stomaco, e problema agli occhi. Notate che sta ottenendo la guarigione senza preghiere" - N.d.T]

75  Credete con tutto il cuore, cioè che voi... voi state cercando di credere. Sei una donna logorante, vero? Sei stata profondamente depressa, vero? Stai avendo problemi. E tu sai quello di cui sto parlando. Io non lo dirò. Bene. Posso avere la tua mano? C'è qualcos'altro; oh, è un cancro, sorella. Ciò è brutto. Ma tu credi che Gesù Cristo ti guarirà e ti farà star bene? Io... in modo che... vedi, tu hai avuto guai e prove. Ed ora c'è sopra te quel strano sentimento; quello è lo Spirito del Signore. Voglio che guardi qui in modo che tu abbia più fede per credere. Ecco ora cosa io chiamo vibrazioni. Avvicinati. Voglio che tu noti la mia mano là. Voglio che tu guardi come appare. Vedi come diventa piena di macchie e nera? E come ci sono anche piccole macchie bianche, di sopra? Adesso prenderò la tua mano e la metterò sopra la mia. Ora, adesso non è lì, vero? Sembra proprio la mano di qualsiasi altro. Metto adesso la mano sopra qui. Sembra proprio normale, vero?

Ma Reverendo Lindsay, vorresti venire avanti? Ora metterò la mano del rev. Lindsay sopra. Proprio normale. Metto la mia propria mano; normale. Ora, osservate. Io prendo questa mano qui e la poso qua. Guardatela. Vedete come si gonfia? Diventa proprio rossa, di sangue, con quelle piccole cose bianche. Quello è il tuo cancro, sorella. Quella è la vita di un demone che sta cercando di prendere la tua vita. E adesso si sta muovendo qui. Questo si sente proprio in tutti i miei polsi e le braccia. Vedete? Si muove proprio fino al mio cuore. Ed ecco che cosa fa questo.

76  Ora, voglio che voi osserviate la mia mano. Ed ora, se rimane in quel modo, la tua vita è breve. Se diventa... stai avendo fede. Io sono stato — sto aspettando che ti lasci in qualsiasi momento. Ma fino ad ora non è stato così. Ma tu sei — tu soffri di — anche di vertigini, il che sono causate dall'alta pressione. E — e un'altra cosa è il tempo, il tuo nervosismo ti causa menopausa, ti cambia la vita, opera in te. È ciò esatto? Tu hai anche dei figli, vero?

Io — io voglio... io voglio che tu... Si. Io voglio che tu mi creda con tutto il tuo cuore. Ora, per confermare che quello che ti sto dicendo è vero, voglio che tu guardi la mia mano. E se si ferma... voglio che tu prenda quest'altra mano e senta quelle piccole cose che si muovono sulla mia mano, che essi possono vedere. Questo è — questa è la vita di quel cancro. Esso cammina, proprio come... sembra proprio che tuoni, thrrrr, thrrr, thrrr. [Il fratello Branham fa quel rumore - N.d.R.]. Ora, se si ferma, voglio che tu lo veda.

77  Ora, la Bibbia dice, "Che la Parola sia stabilita sopra la testimonianza di due o più testimoni". È ciò vero? Tu sei un Cristiano, ed io... e tu credi, e tu vieni adesso, sei uno straniero. Io ti ho detto qual è il tuo problema, e quello che ti è accaduto nella vita, vero? Questa è una testimonianza, vero? Stai guardando qui a qualcosa che sta avvenendo in modo sovrannaturale, sulla mia mano, è giusto? Ecco le due testimonianze. Se rimane, sono tre; se se ne va, sono tre.

Ma questo determina se starai bene o meno. Ora, c'è — non c'è nient'altro che Dio potrebbe fare per farti credere. Esatto? Ora, io voglio che tutta l'udienza chini i capi mentre il paziente guarda la mia mano.

78  Nostro Padre Celeste, pensiamo al tempo in cui Nathanaele venne a Te. Filippo andò a prenderlo, e quando giunse a Nathanaele, lo trovò che pregava. E disse a Nathanaele, "Vieni a vedere Chi abbiamo trovato, Gesù di Nazareth, il Quale è stato citato da Mosè, il profeta".

Egli disse, "Potrebbe uscire fuori qualcosa di buono da Nazareth?" Disse, "Vieni a vedere".

E quando egli giunse alla linea di preghiera, oh Dio, possiamo vedere che lo Spirito di Dio ha mosso Gesù. Egli disse, "C'è un Cristiano. C'è un credente, un vero Israelita", diverso.

E Nathanaele disse, "Quando mi hai conosciuto?"

Disse, "Prima che tu venissi, quando eri sotto all'albero che stavi pregando". Ed egli disse, "Tu sei il Figlio di Dio, il Re di Israele".

Oh, Tu hai promesso che il Tuo Spirito sarebbe con noi sempre, fino alla fine del mondo. E Tu sei qui oggi per rivelare, dire, e per guarire tramite la fede. E Padre, siamo grati che Tu abbia detto, "Un altro pò e il mondo non mi vedrà più — più. Ma voi mi vedrete, poichè Io sarò con voi, e perfino in voi, fino alla fine del mondo". Come siamo grati che Tu sei qui a New York, con noi oggi, in questo auditorio. E questa nostra sorella, di cui abbiamo pregato, è una Cristiana... e ci è stato insegnato che tutte le cose cooperano per il bene di coloro che Ti amano. E Padre, io ho detto a lei proprio ogni cosa possibile, tutto quello che Tu hai messo nella mia bocca, ed io mi aspetto che Tu la guarisca. Vorresti concederlo, Signore, prima che lei... [Spazio bianco su nastro - N.d.R.]... presa. Io Ti chiedo di concedercelo. Dammi fede, Padre, in questa prova, mentre lei osserva la mia mano.

79  Tu, demone, nel Nome del Signore Gesù Cristo, lascia la donna! Ovviamente, vedete, è iniziato...?... mani.

[Una sorella parla in lingue - N.d.R.]

Signore Gesù, Figlio di Dio.

Accorda le Tue benedizioni, oh Dio, sopra questa mortale. Accordalo, Padre. [Un fratello interpreta - N.d.R.] [Spazio bianco su nastro - N.d.T.]

Tu vedi cosa è successo, vero, sorella? Andato! La donna è stata guarita. [Spazio bianco su nastro - N.d.T.] Ora, la signora, di dove sei? La mia mano è normale proprio come ogni altra mano. Esatto?

Ora, la donna è qui, guarda a se stessa. È una donna di New York. Io non ho mai mosso la mia mano. Proprio una mano normale di uomo, vero? Ciò è andato via, proprio svanito. Ora questo è... ci sono tre testimonianze. E lo Spirito Santo parla attraverso la chiesa, ha testimoniato quello che Esso ha mandato. Ora, c'è...?... C'è... la tua guarigione è finita, sorella. Che Dio ti benedica. Puoi andare a casa e... Chiniamo i nostri capi e diamo ringraziamenti.

80  Portate il vostro paziente, se volete. Padre, io prego che Tu voglia essere misericordioso. Fa che il Tuo popolo veda, caro Padre, le Tue opere e che Ti conosca. Attraverso Gesù Cristo, io prego per questa benedizione. Amen!

[Un fratello dice, "Sul biglietto della signora c'è la parola 'cancro di tre anni'" - N.d.R.].

81  Dio Onnipotente, Tu hai promesso, tramite il Tuo Figlio Gesù, che Tu avresti tolto questo spirito di soffocamento dalla donna.

Esci fuori da questa donna, Satana! Io te lo ordino nel Nome di Gesù, il Figlio di Dio. Bene! Puoi — potete vedere cosa le è successo. Il gozzo se n'è andato dalla gola. Bene, che Dio benedica...?...

Amici, Egli è qui per guarire tutti. Lo credete? Ora, osservate! Voglio chiedervi qualcosa. Lo Spirito di Dio sta parlando. La gente non deve venire sul pulpito per essere guarita, tutti possono essere guariti ovunque nell'edificio. Ora, solo perchè quelle persone avevano il biglietto e sono venute... Vedete, su 100 biglietti noi ne diamo 50. E quando veniamo alla riunione, essi proprio mi — mischiano quei biglietti, da 1 a 50, o qualsiasi...

82  E dunque abbiamo avuto un tempo in cui la gente si stringeva intorno se non riuscivano ad ottenere il biglietto di preghiera, essi non volevano venire. E se non riuscivano ad ottenere qualcosa verso il 15 o 20, dove noi arriviamo in una sera, allora essi non volevano nessun biglietto. E così abbiamo dovuto mischiare i biglietti. E poi si domandavano da che numero avremmo cominciato. E così, invece di questo, lasciamo proprio il tutto insieme, diamo i biglietti, e selezioniamo un gruppo da lì. E poi, durante la sera, preghiamo proprio per tutti, per quanti noi possiamo. Ora, questo è — in questo modo abbiamo visto di avere più successo nell'opera. E la gente viene sulla piattaforma.

La sola cosa buona del venire sulla piattaforma, è di avere se stessi — solo per stare qui, in modo che si possa... Tu non devi venire per quello. Poichè Dio può rivelare proprio qui i segreti di ogni cuore presente nell'edificio.

83  Ed io so questo: c'è un grande, grande gruppo di gente qui che crede. Sembra che ci sia una pressione che viene da ogni parte. Dio può fare proprio tutto. Tutte le cose sono possibili per coloro che credono. È ciò esatto? Sissignore! Ora, Egli può — Egli può parlare là fuori. Ma osservate, se Egli ha verificato questo, come verità, voi credete che sia la verità? È lo Spirito del Signore Gesù Cristo. Ricordate, se non vi vedrò più, io vi ho detto la verità. Ed ora, Dio guarirà, e guarirà ognuno qui, se solo voi credete.

Ciò... Ora, io Gli ho chiesto di fare questo oggi. Ed io — io credo in Dio. Io credo che Egli sta per fare quello che io Gli ho chiesto di fare. Poichè io — io credo, cosa se quella fosse mia madre, mio padre, mio fratello, o il mio figlio, o chiunque altro, o ammalato...

84  C'era una piccola ragazza che guardava da questa parte, proprio allora, una cosa dolce, e lei... la sua vibrazione che cominciava a muoversi. C'è un... io... c'è seduta qui una ragazza dai capelli neri. Tesoro, alzati in piedi. Vorrei poterti guardare un attimo. Guarda qui. Si, alzati. Guarda da questa parte, cara. Tu vuoi che quel bambino possa entrare nella linea di preghiera, vero, sorella? Se io, tramite lo Spirito di Dio, posso dirti quello che non va con quel bambino, mi accetterai come il servitore di Dio? Il bambino ha una crescita nella gola. È ciò esatto? Sta disturbando. È qualcosa nella sua gola che bo... vero, tesoro? Ingoia, e metti la mano sulla gola. Gesù Cristo ti guarisce ora. Che Dio ti benedica, tesoro. È vero, madre? Dio conosce proprio tutto.

85  Qui, davanti a me c'è un uomo seduto, ed ha un bastone in mano. Caro fratello, mi credi? Guarda qui. Stai soffrendo di un problema al cuore, vero? Lascia quel bastone ed esci fuori dall'edificio. Sei guarito, signore. Non ti serve più. Credete tutti voi in Gesù Cristo? Voglio che guardiate da questa parte e... è... Dio conosce tutti i vostri cuori.

Qui c'è una signora, è seduta qui con un girovita rosso. Guarda da questa parte, sorella. Sembra che tu abbia problemi. Tuo marito è seduto lì vicino a te, ti tiene, il tuo amato. Guarda qui. Stai soffrendo. Recentemente hai avuto dei problemi, vero? Sei stata in una clinica o ospedale. Si, hai subìto un'operazione, vero? È stato al "Fratelli Mayo". Esatto? Posso vedere l'istituto. Sta avvenendo fra me e te. È un'operazione alla cistifellea, se non sbaglio. È ciò esatto? Ti stai preoccupando di questo, perchè sei debole. Alzati in piedi, Gesù Cristo ti guarisce ora. Sei guarita. Non temere.

86  Che ognuno creda. Esatto! Abbiate fede in Dio. Credete con tutto il vostro cuore. Siate sicuri che Egli conosce tutte le cose. Lo credete?

Ecco una piccola signora di colore che siede qui con un cappello nero. Alzati. Tu eri sorda, donna. Adesso puoi sentire. Gesù Cristo ti guarisce. Eri sorda, è ciò esatto? Ci senti bene adesso? Puoi sentirmi? Certo! Sei guarita. Gesù Cristo ti... Ebbene, Egli guarirà proprio tutti in questo edificio. Lo credete? Alzatevi un attimo. Alzate le mani. Preghiamo.

Su nel balcone. Tu laggiù, che hai il cancro. Tu stai bene. Gesù Cristo ti ha guarito. Tu che te ne stai là, eri storpio. Alzati da quella sedia a rotelle. Gesù Cristo ti guarisce.

Tu, proprio là, quell'uomo là, c'è un... sissignore, fratello. Gesù Cristo ti ha guarito proprio ora. Esatto! Tu vieni da quel luogo.

Proprio là, seduto là su quel balcone. Quella signora che sta là. Ha gli occhi storti. È finita. Osserva e vedi. I tuoi occhi sono dritti.

Oh, EccoLo, amici. Egli guarisce in questo momento. Ognuno di voi, alzate le mani e la vostra voce per dare gloria al Signore Gesù.

87  Ora, io sgrido ad ogni potenza di dubbio, ogni spirito di demone, che lasciquesta udienza in questo momento, nel Nome del Signore Gesù Cristo.

Tu sulla sedia a rotelle, alzati! Tu che sei ammalato, tu stai bene!

Onnipotente Iddio, io affido questo a Te e ti dò lode...?... Signore Dio del cielo e della terra, manda il Tuo potere su questa udienza che sta aspettando, e fa quello che Tu hai promesso. Adesso chiedo una completa liberazione per ogni persona ammalata nell'edificio, nel Nome di Gesù Cristo, il Figlio di Dio.

Accettatelo! Credetelo! Proprio adesso, sento la pressione di centinaia di persone che sono appena state guarite. Se io vi ho detto la verità, io vi sto dicendo la verità. Ora, Dio ha verificato questo...

IN ALTO