HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Il Quinto Suggello di William Marrion Branham è stata predicata il 63-0322 La durata è di: 2 ore 44 minuti .pdf La traduzione BBV
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf   
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Il Quinto Suggello

1                   Chiniamo ora i nostri capi per la preghiera.

2                   Grazioso Padre Celeste, l'Onnipotente Iddio, Colui che risuscitò di nuovo Gesù Cristo dai morti, e Lo ha presentato a noi in questi ultimi giorni nella Potenza dello Spirito Santo; noi siamo grati per queste potenti visitazioni dell'immortale Iddio.

Ed ora, Padre, noi stiamo affrontando un'altra ora, un'ora che potrebbe cambiare il destino eterno di molte persone.

3                   E per accostarci a Questo, Signore, noi siamo insufficienti; poiché è detto nelle Scritture, che:

L'`Agnello' prese il Libro, ed aprì i Sigilli.

4                   O Agnello di Dio, vieni avanti, Ti preghiamo. Noi invochiamo Te, Signore, il grande Redentore. Vieni avanti, e mostraci il Tuo piano di redenzione che è stato nascosto attraverso gli anni. Padre, spezza questa sera questo Quinto Sigillo per noi, e rivela per noi ciò che c'è sotto a quel Sigillo, in modo che possiamo andarcene via come Cristiani migliori di quanto lo siamo ora, e così che possiamo essere meglio equipaggiati per il compito che ci sta innanzi. Ti chiediamo questo nel Nome di Gesù. Amen. Potete sedervi.

5                   Buona sera, amici! Io considero questo un grande privilegio l'essere qui questa sera, in questo grande evento. Io non conosco alcun altro posto in cui mi potrei sentire meglio, che l'essere nell'opera del Re. Ed ora, venendo in particolare su queste lezioni su cui noi stiamo aspettando; se Egli Questo non volesse rivelarmelo, io non potrei darlo a voi. Io non sto cercando di usare alcuno dei miei pensieri o altro; Lo darò semplicemente nella misura che Egli Lo dà. Ed io sono sicuro che se non uso i miei propri pensieri, allora Esso viene nel modo in cui Esso deve venire. E lungo tutta la mia vita, Egli non è mai stato nell'errore, ed Egli non sarà nell'errore nemmeno questa volta.

6                   Ora noi siamo proprio mirabilmente molto, molto grati per quello che Egli ha fatto per noi; per la grande e misteriosa mano dell'Iddio vivente! Quale cosa più grande potrebbe esserci, e quale popolo più privilegiato potremmo essere, più di quello di avere nella nostra presenza il Re dei re, e il Signore dei signori?

7                   Noi probabilmente suoneremmo i fischietti, e isseremmo le bandiere, e metteremmo fuori i tappeti, ed ogni altra cosa, purché il Presidente della Nazione venga nella città. Però, pensate: quello potrebbe essere buono, e ciò sarebbe un onore per la città.

8                   Ma, pensate: questa sera, nel nostro piccolo ed umile Tabernacolo, noi stiamo invitando il Re dei re, Dio! Ed Egli non desidera che siano distesi fuori dei tappeti, e via dicendo. Egli desidera che dei `cuori umili' vengano distesi fuori, così che Egli possa prendere questi cuori umili e rivelare loro le buone cose che Egli ha in serbo per tutti coloro che Lo amano.

9                   Ora, noi abbiamo chiesto... Io ho una testimonianza che vorrei dare. Ora, se in questo io mi sbaglio... Io l'ho appena sentita, e potrebbe essere che mi sbaglio. Però io penso che le persone siano qui, quelle a cui si riferisce la testimonianza.

10              E, dunque, alcuni giorni fa, mentre io ero a casa mia, fuori in Arizona, noi avemmo una chiamata la quale diceva che c'era un piccolo ragazzino che aveva la febbre reumatica. Or essa va nel cuore. Ed egli era in un tale...! Suo padre e sua madre sono dei miei cari e preziosi amici. Egli è uno dei nostri diaconi, qui nella Chiesa; il fratello Collins. Il suo piccolo ragazzo, il piccolo Michele, l'amichetto di Giuseppe, stava soffrendo con febbre reumatica del cuore. E i dottori lo avevano mandato a casa, lo misero nel letto, e dissero ai genitori di non lasciarlo nemmeno alzare, né di sollevargli su la testa per bere un sorso d'acqua! Egli doveva bere con una cannuccia; egli era proprio grave. E i genitori vengono fedelmente qui al Tabernacolo, e credono.

11              E alcune sere fa, per non fare aspettare, noi annunciammo i servizi di guarigione per Domenica. Ma vedendo che noi avremmo avuto delle domande a cui rispondere, dovemmo dunque cancellare il servizio di guarigione.

12              E dunque io avevo un piccolo qualcosa che continuavo a tenere dentro di me, nel mio cuore.

13              E il padre e la madre volevano sapere se essi potevano portare il ragazzino nella sala. Ed essi portarono il piccino là fuori, e lo Spirito Santo lo dichiarò guarito.

14              E così i genitori, avendo rispetto a ciò, portarono il piccino a casa e lo mandarono su a scuola; lo mandarono semplicemente su a scuola.

15              Il dottore venne a sapere la cosa; per cui il dottore non fu molto contento di una simile cosa. Così, naturalmente, egli disse alla madre che il bambino doveva stare a letto. Ma lei gli raccontò la storia. Ed io penso di aver capito che quell'uomo è un credente Cristiano, in una denominazione; quel dottore è un Avventista del Settimo Giorno. E così egli disse: “Beh, lei dovrebbe... è tempo che io esamini il ragazzo”.

      Disse: “Lei dovrebbe almeno farlo esaminare”.

Lei disse: “Va bene”.

16              Portò giù il ragazzo, e il dottore gli esaminò il sangue, dove risiede la febbre reumatica. E così io ho appreso che il dottore fu così stupito tanto che non sapeva cosa fare!

Il piccolo ragazzino è perfettamente normale, sano e bene, senza nemmeno...!

17              Ora, sono i Collins qui? Io forse ho detto quello nel modo sbagliato. Io voglio... È ciò esatto, sorella Collins? Sì. Esatto. Sì. Egli è il piccolo Michele Collins, di appena circa sei o sette anni.

18              E quello accadde proprio nella sala, circa tre sere fa. Oh, ci deve essere stato Qualcuno nella sala oltre che all'essere umano! Esso era il Grande e Potente Geova, che viene per onorare la Sua Parola. Ed io sono proprio grato di udire quello. Vedete? Ed io so che tutti noi lo siamo! Non solo me, ma lo siamo tutti; poiché, cosa se quello fosse stato il tuo piccolo ragazzo o il mio piccolo ragazzo?

19              E, ricordatevi, io sto dando solo `una' testimonianza, ne prendo fuori solo una qua-e-là, poiché ciò sta accadendo da ogni parte; ma questo lo dico solo per farvi sapere che il mio vero ministero è sulla guarigione Divina. Ma io sono qui per questi Sigilli; poiché, un po' più in avanti, voi comprenderete perché io ho dovuto fare questo.

E, così, io non sono un insegnante; io non sono un teologo; io semplicemente prego per gli ammalati, ed amo il Signore. Ed ora...

20              Ora abbiamo detto questa qui. L'altra sera noi abbiamo dato la testimonianza di una piccola ragazzina... Io ho il suo nome, e Billy ha qui da qualche parte i suoi genitori e chi essi sono. E questa piccola ragazzina era nel suo ultimo stadio di leucemia, stava proprio così male tanto che non potevano più nutrirla dalla bocca; lei viveva tramite flebo nelle vene e la trasfusione del sangue. E lei era piuttosto piccolina, troppo piccola per la sua età; io suppongo che lei fosse circa come questa signora qui. Lei era alta circa così. Essi erano come molti di noi; dal modo di vestire della bambina e dei genitori, tu potevi dire che essi erano molto poveri, proprio molto poveri, però erano molto riverenti. E lo Spirito Santo dichiarò quella bambina guarita!

21              Ora, pensate a quello: con la leucemia! Il sangue di quella piccina era così malato tanto che essi non potevano più nutrirla dalla bocca. Essi dovevano prenderla, andare in ospedale, fare la trasfusione del sangue, e nutrirla dalle vene; io credo che le davano glucosio, o quello che sia; io non conosco quali siano i termini medici per quella malattia. Ma, comunque, ella doveva essere nutrita in quel modo. E prima che la bambina lasciasse quel posto, ella piangeva per un hamburger!

22              E i genitori, dopo che essi avevano sentito dallo Spirito Santo il COSÌ DICE IL SIGNORE... Vedete, essi erano degli estranei, mai stati qui attorno prima! Però essi... Una elegante e vecchia coppia, per i quali pochi momenti fa sono stati riservati qui dei posti, il fratello e la sorella Kidd, li avevano istruiti su ciò che essi dovevano fare, e a cosa dare ascolto. E la bambina mangiò il suo pasto mentre erano sulla via di casa!

23              Due o tre giorni dopo quello, era a scuola. Ed andarono dal dottore, e il dottore fu così stupito! Egli disse: “Nella bambina non si trova nemmeno una traccia di leucemia!”. Ora, quello avvenne istantaneamente, subito; la Potenza dell'Onnipotente Iddio prese quel flusso sanguigno e lo purificò all'istante, facendo pulsare là dentro una nuova vita. Poiché il tuo flusso sanguigno è la tua vita mortale. E per creare nuove cellule, e purificare le vecchie,... E ciò che esso fu, fu un assoluto... Io direi questo: ciò fu un atto CREATIVO dell'Onnipotente Iddio! Egli prese quel flusso sanguigno, il quale era contaminato col cancro a tal punto che quella piccina era tutta gialla e gonfia, ed entro solo pochi minuti di tempo, lei aveva un flusso sanguigno nuovo di zecca! [La congregazione giubila e loda il Signore—n.d.t.]

24              Io credo di non dire questo nel Suo Nome; io lo dico secondo la rivelazione della mia fede, cioè, quello che accadde l'altro giorno nel Canyon Sabino.

Io credo che l'ora si sta avvicinando, quando degli `arti mancanti' verranno restaurati, tramite la gloriosa Potenza del Creatore. [La congregazione giubila e loda il Signore—n.d.t.] Io credo che se Egli è in grado di fare apparire uno scoiattolo, il quale non ha... Qui c'è un uomo o una donna che ha una parte mancante, e quello in se stesso è completamente animale. Egli è Dio! Io Lo amo.

25              Ora, se io comincio con quei soggetti, allora noi proprio continueremo a parlare. Ma c'è gente in piedi attorno alle pareti, e nelle sale e stanze, e via dicendo; per cui è meglio che io vada dritto al Messaggio.

26              Però io voglio dire questo: io voglio rendere grazie a Lui che è Onnipresente. Ed oggi, non conoscendo nemmeno una cosa circa quel Quinto Sigillo, Egli venne in quello stesso modo misterioso, questa mattina, proprio circa un'ora prima che spuntasse il giorno, mentre mi trovavo fuori in preghiera.

27              Ed oggi io sono semplicemente stato seduto... In questi cinque o sei giorni, sono semplicemente stato in una piccola camera, senza vedere nessuno. Esco solo per mangiare il mio cibo assieme ad un amico, assieme ad alcuni dei miei amici qui. E, naturalmente, voi sapete chi è quell'amico; esso è il fratello e la sorella Wood. E, sapete, io sono andato su da loro e sono stato con loro; e loro sono stati proprio gentili. E non c'è stato niente di...solo semplicemente...

28              Io sto cercando di stare dritto con quel Messaggio di questi Sigilli. Esso è importante! Io credo che questa è l'ora e il tempo della Sua rivelazione, della rivelazione di Questo.

29              Ed ora, io voglio che voi ora siate certi. Per prima, subito, non appena potete, scrivete giù quello che non sapete o non comprendete su questi Sette Sigilli, se avete delle domande; e mettetele sul pulpito. E forse il fratello Neville, o qualcun altro, potrebbe mettere qua sopra una scatola... [Qualcuno dice: “Ecco qui una scatola”.—n.d.t.] Oh, eccolo qui, ora lo vedo! Questo è buono. Io preferisco averle questa sera, così che io possa studiarle un po', e darle per Domenica mattina.

Ora, per questa volta, non fate richieste dicendo: “È la evidenza dello Spirito Santo questa?”. Vedete, io vorrei sapere circa quello che ho insegnato. Vedete? Così che noi possiamo afferrare bene questo soggetto, come con le Epoche della Chiesa. Vedete? Poiché quello è ciò che noi stiamo trattando ora.

30              Ora, è come se noi stessimo per pregare per gli ammalati; per quello ci vuole una preghiera diversa, e la tua Unzione viene per una cosa diversa, sapete. E tu cerchi Dio per sapere: “Ci sarà lì qualcuno questa sera, Signore?”.

31               “Sì, ci sarà qualcuno che indossa un vestito giallo, seduta nell'angolo a destra. E quando tu la chiami, chiamala così. E dille che lei ha fatto questo e questo. E lei ha questo e questo”. Allora tu vai giù lì e osservi, ed ecco che lei è lì. Vedete? Eccovi qui. Vedete, Essa è diversa. Vedete?

32              E così io sto pregando in questo modo: “Signore Gesù, qual'è l'interpretazione di Questo? RivelameLo!”.

33              Ora, tiriamo di nuovo ora fuori le nostre Spade, la Parola.

34              Ed io apprezzo il sostegno spirituale del fratello Neville, come pure il suo amore fraterno, mentre sta qua dietro a me e prega per me. E anche tutti voi là fuori.

Ed ora, essendo che questa sera è Venerdì sera, noi cercheremo semplicemente di...

35              Non è possibile che tu possa toccare tutte le cose; poiché tu potresti prendere solo uno di quei Sigilli, e stare...e portarLo proprio attraverso la Scrittura, giù in profondità. Vedete, Esso prenderebbe mesi e mesi e mesi, e ciononostante tu non Lo finiresti, poiché il Sigillo in se stesso lega l'intera Scrittura, dalla Genesi all'Apocalisse; solo un Sigillo!

36              Così quello che io cerco di fare, è di evitare di allontanarmi da Esso. Io ho annotato giù una Scrittura, o una piccola nota qui da qualche parte, e mi tengo proprio a quell'unica cosa. Io devo stare attento, poiché io voglio parlare solo tramite... Io spero che essa sia la giusta ispirazione. E poi quando io guardo giù per vedere la... Io comincio a parlare e sento che mi sto allontanando dal soggetto, così torno indietro, guardo dall'altra parte, per cercare di afferrare un'altra Scrittura da mettere su quello; vedete, cerco come di portare luce un pochino da quella parte, anziché cercare di andare avanti con quello.

37              E così ora questa sera, noi studieremo, tramite la grazia di Dio, tramite il Suo aiuto, il Quinto Sigillo. Ed Esso è uno corto. Esso è un pochino più lungo dell'altro. Ora, i quattro cavalieri avevano due versi per ciascuno, e in questo qui ci sono tre versi.

Ora, il Quinto Sigillo comincia nel 6º capitolo di Apocalisse, dal verso 9.

38              Ed ora, se capita che tu sei straniero e non hai sentito circa questi quattro cavalieri, ebbene, tu... Vedete, a volte tu salti indietro e parli su qualcosa; e quando fai questo, tu ti aspetti che la gente lo comprenda. Così se c'è qualche piccola cosa che tu non comprendi, ebbene, scrivi semplicemente una piccola nota. Oppure, procurati il nastro e ascoltalo, ed io sono certo che tu da ciò avrai una benedizione. Io la ricevo; spero che la riceviate pure voi.

39              Ora, che ognuno sia pronto. Ora, dal verso 9 fino all'11º, o incluso l'11º:

E quando egli ebbe aperto il quinto sigillo, io vidi sotto l'altare le anime di coloro che furono uccisi per la Parola di Dio e per la testimonianza che essi sostennero;

Ed essi gridarono a gran voce, dicendo: “Fino a quando, O Signore, che sei santo e verace, aspetti per giudicare e vendicare il nostro sangue su coloro che abitano sulla terra?”.

E a ciascuno di essi furono date delle vesti bianche; e fu loro detto che si dovevano riposare ancora per una piccola stagione, fino a quando fossero compiuti anche i loro conservi, i loro fratelli, che devono essere uccisi come furono loro.

40              Ora Questo è uno piuttosto misterioso. Ed ora, a motivo dei nastri, e degli uomini di clero e insegnanti che sono seduti presenti; ora, se voi avete un punto di vista diverso da Questo, c'è l'avevo pure io. Ma io sto semplicemente prendendo Questo dall'ispirazione, la quale ha cambiato COMPLETAMENTE il mio punto di vista su Questo. Vedete?

41              E dunque io ho trovato che, man mano che vedete Questi rivelati, Ciò si attacca dritto indietro, portando quelle Epoche della Chiesa e le Scritture proprio assieme, e legandoLe assieme. Vedete? E quella è la ragione per la quale io credo che Ciò viene da Dio.

42              Ora, noi ci rendiamo conto che... Or io sto pensando che a volte noi dipendiamo su quello che qualche grande insegnante possa aver detto riguardo a Questo. Vedete? Ora, quello va bene, io non condanno l'insegnante, per nessun motivo. Ed io non condanno nessuno! Io condanno solo il `peccato', l'incredulità; non le persone.

43              Ora alcune persone hanno detto: “Tu condanni l'organizzazione”. No, io non lo faccio! Io condanno il SISTEMA dell'organizzazione, non le persone che sono lì dentro, il gruppo di persone che formano l'organizzazione; ma il `sistema' col quale essi sono governati, quello è ciò che io condanno; Cattolico e Protestante, allo stesso modo.

44              Oh, io ho...! Alcuni dei migliori amici che io conosca, sono Cattolici. Vi rendete conto che... Forse quell'uomo è seduto qui questa sera. L'unico modo tramite il quale noi potemmo costruire questo tabernacolo, fu perché un Cattolico Romano si alzò in piedi, là nel tribunale, e andò avanti per me; e, ragazzi, egli fece quello che nessuno poteva fare! Proprio così. E così essi non poterono buttarlo giù. Proprio così.

Uno disse: “Essi devono dimostrare di avere `molte persone'”.

45              Egli disse: “Oh, in quella chiesa non ci sono più di ottanta persone, qualcosa del genere!”.

Quello disse: “Quella chiesa deve rimanere là”. Egli disse: “Io conosco il pastore, e tutti loro”. E disse: “Quella chiesa ha da stare là!”. Disse: “Tutti voi potete aggiungere alle vostre, perché non lo possono loro?”. Un Cattolico Romano! Un mio caro amico. Vedete?

46              Un ragazzo Cattolico, un vero e reale amico mio, stava parlando con me. Prima che io andassi via, egli aveva un negozio di ferramenta. Egli disse: “Billy, lo so che tu non credi nel sistema della nostra religione”. Egli disse: “Ma lascia che proprio ora ti dica: Dio ha così tanto onorato le tue preghiere per noi, tanto che credo che se tu ti trovassi in difficoltà in qualsiasi parte della Nazione, ogni Cattolico che c'è nel Paese verrà in tuo aiuto!”. [Il fratello Branham si rallegra assieme alla congregazione—n.d.t.] Così, vedete, ciò è...

47              Egli disse: “Ogni `portatore di croce'”, così li definì lui; io lo dico proprio nel modo in cui lo disse lui. Certo, essi pretendono di essere quello perché i primitivi Cristiani portavano delle croci sulla loro schiena. Noi quello lo sappiamo tramite storia. Ed essi pretendono di essere i Cristiani primitivi, cosa che lo furono, però il sistema li ha portati fuori da quel sentiero. Vedete?

48              E quelle persone, Cattolici o Giudei, o quello che siano, sono esseri umani, e vengono fuori dallo stesso albero dal quale veniamo noi! Vedete? Proprio così. Essi sono persone che amano, e mangiano, e bevono, e dormono, proprio come chiunque altro. E così noi non dobbiamo mai condannare gli “individui”, no, nemmeno uno! Vedete? Perciò non dobbiamo condannare gli individui.

49              Però, quale ministro, io devo colpire quel serpente là fuori, che sta mordendo in quella gente. Vedete? Ed io non avrei nemmeno... Io, in me stesso, non farei mai quello, se non fosse per il mandato da Dio, per il quale sono doverosamente OBBLIGATO a farlo! Vedete? Ed io devo tenermi a quello in modo veritiero e fedele.

50              Ma se un Cattolico, o Giudeo, o quello che sia, viene qui; se egli è un Maomettano, Greco, o Ortodosso, o quello che egli abbia ad essere; se egli viene qui perché si preghi per lui, io pregherò per lui altrettanto sinceramente come farei per i miei. Proprio così. Certamente, poiché egli è un essere umano! Ed io ho pregato per Buddisti, e Sikh, Janis, Maomettani, e di ogni genere, vedete, proprio così. Ed io a loro non faccio alcuna domanda; io semplicemente prego per loro, poiché essi sono `qualcuno', un essere umano che vuole stare bene; e così cerco di rendere la loro vita un po' più leggera lungo la via.

51              Ora, noi ci rendiamo conto che, in Questo,... E molti di voi qui io vi conosco; ci sono almeno due o tre veri studiosi seduti qui. Essi sono istruiti, e su questo soggetto hanno letto le dottrine di altri uomini. Ed io voglio che voi fratelli sappiate che io non sto condannando questi uomini. Io sto solo esprimendo ciò che il Signore mostra a me. E quello è tutto ciò che io faccio.

52              Ora noi non vogliamo mai pensare a quello, cioè che qualche piccola donna lavandaia, o qualche piccolo ragazzo con l'aratro là fuori, non possa ricevere una rivelazione da Dio. Poiché, vedete, Dio, in pratica rivela Se Stesso in semplicità. Ecco perché noi avemmo Quello Domenica, per dare inizio a Questo; come Egli rivela Se Stesso in semplicità. Quello è ciò che rende Lui grande.

53              Ora, lasciatemi semplicemente ripassare quello per solo un momento.

Ciò che rende Dio grande, è perché Egli può rendere Se Stesso molto semplice! Quello è ciò che rende Lui grande.

Dio è grande, ed Egli può rendere Se Stesso in una tale semplice forma tanto che i savi del mondo non riescono a trovarLo. Essi proprio non Lo trovano, poiché Egli rende Se Stesso troppo semplice.

Ora, osservate. E Questo, in se stesso, è il mistero della Rivelazione di Gesù Cristo. Vedete? Questo, in se stesso, è... Non può esserci niente di più grande di Dio. E tu non puoi rendere NIENTE più semplice di quanto Egli renda Se Stesso. Vedete, quello è ciò che rende Lui grande. Vedete?

54              Ora, un grande uomo, egli può sentirsi un pochino più grande, o forse egli può abbassarsi giù e dirti: “Come stai?”, vedi, o qualcosa del genere. Però egli NON PUÒ fare se stesso piccolo. C'è proprio qualcosa riguardo a lui; egli è un essere umano. Egli proprio non riesce a rendere se stesso piccolo; poiché, quando egli si abbassa giù per divenire troppo piccolo, allora, la prima cosa che vedete, è che egli deve riferirsi a quello che qualcun altro ha fatto, e in questo modo egli comincia di nuovo a tirare se stesso su. Vedete?

Però, con Dio: “La via che porta in alto va in basso”. Sì.

55              I savi del mondo stanno cercando, nella loro saggezza, di trovare Lui. Nel fare così, essi non fanno altro che allontanarsi via da Lui. Vedete? Voi savi del mondo, se state cercando di spiegare qualcosa tramite qualche matematica o altro, ricordatevi: Egli ha perfino reso ciò...

Nella Bibbia, in Apocalisse; no, vi chiedo scusa. Isaia 35, io credo che sia; dice che Essa è così semplice tanto che perfino un delinquente può comprenderLa. Vedete? Ebbene: “Perfino un INSENSATO non può smarrirvisi”.

56              I savi, tramite la loro sapienza, Lo mancano di molto; tramite il cercare di trovare Lui tramite la sapienza, si allontanano ancora di più da Lui. Ora, non dimenticate questo! Questo viene registrato. Vedete?

57              I savi, nella loro sapienza, si allontanano a tal punto, tramite il cercare di trovare Lui per mezzo della loro sapienza, tanto che Lo mancano. Vedete? Se essi potessero essere abbastanza grandi da essere abbastanza semplici, allora essi Lo troverebbero. Se tu fossi abbastanza grande da divenire abbastanza semplice! Vedete? E voi sapete che ciò è realmente la Verità.

58              Io sono andato da persone, nei loro uffici, e via dicendo, i quali erano dei veri grandi uomini, grandi re, vedete, e potenti, monarchi, e di solito essi sono dei grandi uomini. Poi io sono andato in posti dove un tizio aveva un cambiamento di maschera, forse qualche ministro che voleva disputare un po' con me; e tu avresti pensato che il mondo non poteva andare avanti senza di lui! Vedete? Or quello è essere semplicemente montati di testa. Vedete? Ma un grande uomo; un uomo grande si siede giù e cerca di farti pensare che l'uomo grande sei `tu'. Vedete, egli riesce ad umiliare se stesso.

59              E, vedete, Dio è così grande tanto che Egli riesce ad umiliare Se Stesso a tal punto che un essere umano non riesce a scendere così in basso. Vedete? Questo è tutto.

60              Or essi stanno cercando di trovare Lui!

61              Ora, guardate: essi stanno cercando di trovare Lui tramite il mandare i ragazzi a scuola, per prendersi una Laurea in Arte. Ed essi stanno cercando di trovare Lui tramite una terminologia teologica della Bibbia. Ed essi stanno cercando di trovare Lui tramite programmi educativi, e tramite programmi organizzazionali, e tramite l'abbellimento di cose; essi cercano di trovare Lui. Ma Lui non è lì, affatto! Tu stai semplicemente lottando contro il vento! Questo è tutto. Tu ti stai allontanando da Lui.

62              Se essi potessero essere abbastanza grandi da essere abbastanza semplici, allora potrebbero trovare Lui in quella direzione, cioè tramite l'essere semplici. Ma fintanto che tu vai verso la sapienza, tu ti stai allontanando da Lui.

Ora, lasciate che tratti quello, così che voi non lo manchiate.

Fintanto che tu stai cercando di trovare Dio tramite la sapienza, come fu nel Giardino dell'Eden, come fu ai giorni di Mosé, come fu ai giorni di Noé, come fu ai giorni di Cristo, ai giorni di Giovanni, ai giorni degli Apostoli, e fino a questo giorno; quando tu cerchi di immaginarteLo, e cerchi di trovare Dio tramite la sapienza, tu ogni volta ti allontani da Lui sempre di più! Se tu stai cercando di comprenderLo, non c'è alcun modo per poterlo fare! Tu devi semplicemente ACCETTARLO! Vedi? Semplicemente CREDERLO! Non cercare di comprenderLo.

63              Io non comprendo perché... Ebbene, molte cose... Non ci sono molte cose che io comprendo o che posso comprendere. Io non riesco a comprendere com'è che questo giovane seduto qui mangia lo stesso cibo che mangio io, ed eccolo lì, egli ha la testa piena di capelli, mentre io non ne ho! [La congregazione ride—n.d.t.] Io questo non lo comprendo! Loro mi dicono che è il calcio a farli crescere; però io non riesco a tenere corte le mie unghie, e non ho alcun capello da tagliare! Io questo non lo comprendo.

64              Come dice il vecchio detto... Con questo non vuol dire che io stia cercando di cambiare la posizione di serietà; questa è una cosa seria, ma io non sono ancora arrivato al Sigillo.

65              Com'è possibile che una mucca nera mangia erba verde e dà latte bianco che sbattendolo si trasforma in burro giallo? Io di certo quello non so spiegarlo! Vedete? Poiché, vedete, ciascuno di essi è un prodotto dell'altro. E come fa a fare ciò, io proprio non so spiegarlo.

66              Non so spiegarmi come possono crescere due gigli, o due fiori, della stessa specie, e uno è rosso, l'altro è giallo, l'altro marrone, e uno è blu. Io quello non lo capisco. E su di loro splende lo stesso sole! Da dove vengono quei colori? Vedete? Io quello non riesco a spiegarlo, eppure tu questo devi accettarlo.

67              A me proprio piacerebbe che qualche grande teologo mi spiegasse come fa questo mondo a stare in orbita. Mi piacerebbe che tu scientificamente gettassi per me una sfera in aria, facendola girare, e far sì che essa faccia il secondo giro nello stesso posto. Tu non puoi farlo. Eppure questo mondo è così perfettamente temporizzato tanto che essi possono annunciare l'eclisse del sole al minuto, da qui a vent'anni! Essi non hanno alcun orologio, o qualsiasi tipo di macchina, che sia così perfetta. Eppure esso sta là. E poi, esso gira all'indietro! Cosa se esso si raddrizzasse su un pochino? Sì, ciò proprio ti fa andare in crisi, se ci pensi. Vedete?

68              Così, vedete, non cercate di avere sapienza per comprendere. Semplicemente “credi” quello che Egli dice. E più semplice tu diventi, allora, eccoti qui, tu Lo troverai.

Ora, io sono molto grato per quello; sono grato che Egli ha fatto Se Stesso semplice.

Ora, andiamo al 6º capitolo e al verso 9. Lasciate che cominci ora:

E quando egli ebbe aperto il quinto sigillo, io vidi sotto l'altare le anime di coloro che furono uccisi per la Parola di Dio e per la testimonianza che essi `sostennero'.

69              Notate: in questo annuncio del Quinto Sigillo, non c'è alcuna menzione di un'altra Bestia, o di una Creatura vivente. Ora, ricordatevi, nel Quarto Sigillo ci fu. Ci fu nel Primo Sigillo, nel Secondo, Terzo, e Quarto, ma non qui. Vedete?

70              Ora, se voi notate... Leggiamo indietro uno dei Sigilli. Andiamo indietro al Quarto Sigillo, vedete, e al 7º verso:

E quando egli ebbe aperto il quarto sigillo, io udii la voce della quarta bestia che diceva: “Vieni e vedi”.

...quando egli ebbe aperto il terzo sigillo, io udii la voce della terza bestia che diceva: “Vieni e vedi”.

...della seconda bestia che diceva: “Vieni e vedi”.

...della prima bestia che diceva: “Vieni e vedi”.

71              Ma poi quando noi arriviamo al Quinto Sigillo, non c'è alcuna Bestia. Ora, notate questo:

E quando egli ebbe aperto il quinto sigillo, io vidi sotto l'altare...

72              Subito! Vedete, lì non c'è Bestia. E una Bestia rappresenta “potenza”. Noi questo lo sappiamo. Vedete, non c'è Creatura vivente.

73              Ora noi abbiamo trovato, nello studio della rivelazione nelle Chiese, che una di quelle Creature era un Leone, l'altra era un Bue, l'altra era un Uomo, e l'altra era un'Aquila. Noi abbiamo trovato, nelle Epoche della Chiesa, che quelle quattro Bestie significano “quattro potenze”, le quali furono radunate attorno agli Atti degli Apostoli, proprio come fu col Tabernacolo nel deserto. Or questo voi lo comprendete, per cui non mi prenderò tempo per andare in questo. Noi lo abbiamo descritto qua fuori, e l'abbiamo mostrato proprio esattamente. Esse vigilavano sopra Questo, l'Agnello e la Parola, per eseguire la Parola proprio come essi fecero con l'Arca del Patto nel Luogo Santo nel deserto, e via dicendo.

74              Ora, noi le abbiamo mostrate perfino posizionalmente, tramite i colori tribali di Israele, e tramite i... Quanti hanno sentito le Sette Epoche Della Chiesa? Io suppongo che l'hanno ascoltati molti; due terzi di voi?

Notate come perfino la `natura' della Bestia, era esattamente un emblema tribale che misero le dodici tribù, quattro per ogni lato, anzi tre tribù per ogni lato. E le quattro Bestie stavano sedute e sorvegliavano queste tribù, da tutti e quattro i lati.

75              E quando noi abbiamo trattato i Vangeli, lo abbiamo mostrato esattamente. Quando tu entravi nell'Arca, essi stavano a guardia dell'Arca, del Patto. E poi noi abbiamo visto che il Patto della nuova Chiesa, cioè la Sua rappresentazione sulla terra, era lo Spirito Santo. Il Sangue è stato rimandato a noi: lo Spirito Santo. E come fu con le dodici tribù d'Israele, le quattro Bestie Lo rappresentano, Lo vigilano. E se investighiamo le loro nature, e portiamo quelle stesse nature esattamente a ciascuno dei quattro Vangeli, troviamo che sono ESATTAMENTE le stesse. Uno parla al Leone, l'altro al Bue, e l'altro... I quattro Vangeli!

Ecco qui: I quattro Vangeli sono la PROTEZIONE dello Spirito Santo. Amen.

76              Io mi sono sempre chiesto... Ora questo è stato con me da circa sei anni, credo, da quando ho sentito un grande uomo dire che gli Atti Degli Apostoli fu semplicemente “un'opera di cornice”. Io gliel'ho sentito dire molte volte. Ma il sentire un uomo della sua statura...! Egli è un predicatore, e un insegnante, il quale ha scritto alcuni dei più famosi libri che la gente legge da ogni parte, e dice che gli Atti Degli Apostoli in pratica non sono idonei per l'insegnamento della Chiesa!

77              Quando invece gli Atti Degli Apostoli è l'esatto FONDAMENTO di Essa! Non la “cornice”, ma il FONDAMENTO! Poiché la Bibbia dice che il fondamento di Dio è “edificato sulla Dottrina degli Apostoli”. Esatto. E Cristo ne è il Capo, la Pietra angolare.

78              E quando questo tizio stette là e fece quell'affermazione, io proprio...il mio cuore proprio venne meno! Ed io pensai: “Non c'è da stupirsi se...”. Beh, ora io lo vedo, nei Sigilli. Ciò semplicemente non era rivelato. Tutto qui.

79              Vedete, così eccoli lì, che stanno là; però c'era Qualcosa che semplicemente diceva quello.

Ora, notate: essi “sorvegliano”.

80              Ora, quando noi prendemmo Matteo 28:19, e trattammo quella cosa giù attraverso Matteo, il quale rappresenta il Leone, venendo lì dentro noi trovammo ESATTAMENTE perché essi battezzavano nel Nome di Gesù Cristo. Ed eccolo lì, che egli stava là proprio con quella Scrittura, per vigilare sul sacro mandato del battesimo nel Nome di Gesù Cristo.

Beh, io ora sto sconfinando sulle Epoche della Chiesa.

81              Notate. Ma qui ora, quando noi veniamo a questo Quinto Sigillo, non c'è alcun cavaliere che si fa avanti, e non c'è alcuna Bestia che Lo annuncia. L'Agnello semplicemente Lo annunciò, e Giovanni Lo vide. Non c'era nessuno lì che disse: “Ora, vieni, guarda. Vieni e vedi”.

Notate: nessuna potenza di Creatura vivente.

82              E nel Sesto Sigillo, non c'è alcuna Bestia che Lo annunci. E nel Settimo Sigillo, non c'è alcuna Bestia che Lo annunci. Nessuna potenza che Lo annunci. Vedete, nessuno fa questo.

Ora, guardate: dopo il Quarto Sigillo, non c'è alcun annuncio tramite alcuna potenza di Bestia; dal Quinto, al Sesto e Settimo Sigillo. Niente affatto.

83              Ora, notate (io questo lo amo!) come al tempo del cavaliere dei quattro cavalli (il “cavaliere”, al singolare), dei quattro diversi cavalli, ci fu una Bestia che annunciò la potenza. Ogni volta che il cavaliere saltava sopra un altro cavallo e si faceva avanti per cavalcare, un'altra specie di Bestia veniva fuori e lo annunciava.

84              Quello è un grande mistero! Vedete? Quello è il mistero. Quale? L'annuncio del mistero. Perché qui nel Quinto Sigillo non c'è nessuno per annunciarLo? Eccolo qui, secondo la rivelazione che il Signore Gesù mi ha dato oggi, vedete, questa mattina, presto. Esso è che a questo tempo il mistero delle Epoche della Chiesa è già finito. A questo tempo il mistero dell'anticristo è rivelato. L'anticristo ha fatto la sua ultima cavalcata, e noi lo abbiamo trovato sul suo cavallo pallido, mescolato coi suoi molti colori, che cavalca dritto nella perdizione.

85              Noi vedremo questo nelle Trombe, e via dicendo; quando noi insegneremo quello. Io potrei andare in esso ora, però ci allontaneremmo di nuovo dal soggetto, e noi andremmo...

86              Egli cavalca. Ecco la ragione per la quale lì non c'è n'é uno. Ora noi per questo non abbiamo alcuna ragione scritta, e ciò è per qualche motivo. Ora, vi ricordate che dapprima, al principio, io dissi che non c'è niente senza una ragione? Vi ricordate della piccola goccia d'inchiostro? Vedete? Ora, tu devi trovare la “ragione”. Ci deve essere una qualche ragione perché essi non dovevano avere una Bestia, o una potenza, per annunciare la rottura di questo Sigillo. E solo Dio può rivelare il perché. Questo è tutto. Poiché tutto risiede in Lui.

87              Ma la ragione per la quale Egli Lo rivela, come io ho compreso, è a motivo del mistero del Libro della Redenzione. Man mano che l'anticristo viene rivelato, allo stesso tempo la Chiesa se ne va, e queste cose perfino non accadono nell'Epoca della Chiesa, affatto. Proprio così. Esse sono lontane dalla Epoca della Chiesa. A questo tempo la Chiesa è assolutamente Rapita. La Chiesa va su nel 4º capitolo di Apocalisse, e non ritorna fino a che Essa ritorna col Suo Re, nel 19º capitolo. Ma questi Sigilli qui stanno rivelando ciò che è stato, ciò che è, e ciò che sarà. Vedete?

Ed ora, ciò che doveva essere per l'Epoca della Chiesa, è stato rivelato tramite questi Sigilli. Ed ora, osservate cosa ha luogo.

88              I quattro `stadi' del suo cavaliere sono stati rivelati. A questo tempo i quattro `stadi' dell'anticristo che cavalca, sono stati rivelati; ecco perché essi non ne avevano più.

89              E ci furono quattro viventi Creature di Dio, per annunciare il cavaliere, man mano che essi cavalcavano. Quattro Bestie sono quattro potenze. Ora noi sappiamo che Bestia, tramite l'interpretazione dei termini dei simboli della Bibbia, significa “potenza”.

Ora, vediamo questo più da vicino. Le nostre quattro Bestie nella Bibbia, rappresentato “una potenza tra il popolo”.

90              Ora, se noi andiamo a indagare, come in Daniele, quando egli vide una certa nazione che sorgeva; essa forse sarà stata un orso, che teneva una costola al suo fianco; un simbolo. Poi egli vide un'altra potenza che sorgeva; un capro. Esso rappresentava qualcosa. Poi egli vide un'altra potenza che sorgeva, ed esso era un leopardo, con molte teste. Esso rappresentava un certo regno. Poi egli ne vide un'altra che sorgeva; un grande leone che coi suoi denti tritava il rimanente. Quello nell'insieme rappresentava una diversa potenza. Uno era il regno di Nebukadnetsar. E in un'altro tipo di sogno... Daniele vide una visione. Nebukadnetsar sognò un sogno. Ma Daniele interpretò il suo sogno, ed esso era correttamente con la visione. Amen! Sheuh! [Il fratello Branham batte le sue mani una volta—n.d.t.]

91              Oh, se solo voi sapeste cosa è accaduto! Cosa è accaduto prima che noi andassimo via da qui? Comprendete? Ebbene, sei precisi sogni vennero ESATTAMENTE con la visione. Amen. Vedete? Un sogno interpretato è una visione. Poiché una persona potrebbe non essere nata con un subconscio che sta sveglio quando egli vede ciò, allora Dio entra nel suo subconscio e gli parla; quello Egli lo ha promesso, che negli ultimi giorni tramite sogni, ed anche tramite visioni, Egli avrebbe visitato il Suo popolo. Vedete?

92              Ora, una visione è quando tu sei completamente sveglio; mentre stai all'impiedi in questo modo, certe cose ti vengono rivelate. E tu stai lì e a riguardo lo dici dritto a loro; vedi quello che è accaduto, e quello che accadrà, e via dicendo.

93              Ma, ora, un sogno è quando tu stai dormendo, e i tuoi cinque sensi sono inattivi, e tu sei nel tuo subconscio. Tu sei andato da qualche parte, poiché, quando ritorni, tu ti ricordi dove sei stato, e lo ricordi per tutta la tua vita. Vedi? Così, esso è il tuo subconscio. Poi, onde poter vedere...

94              Come soleva dire Upshaw, un uomo del Congresso: “Tu non puoi essere qualcosa che non sei”. E quello è proprio esatto. Vedete?

95              E, dunque, se tu sei nato un “veggente”. Ora, vedi, per fare quello, entrambe quelle coscienze devono essere proprio assieme; non una qui, attiva coi cinque sensi, e l'altra qui quando tu stai dormendo, e i cinque sensi non sono attivi. Ma, vedi, quando esse sono entrambe assieme. E tu nasci così, con entrambe assieme. Tu non vai a dormire; tu semplicemente passi da una all'altra, in questo modo. Tu non vai a dormire. Non c'è abbastanza spazio per andare a dormire. E tu non puoi fare te stesso in quel modo.

96              Per cui: Doni e chiamate sono predestinate da Dio. Essi sono `doni' e `chiamate' di Dio, ed essi sono perfino “senza pentimento”, dice la Bibbia. Vedete? Essi furono ordinati prima della fondazione del mondo. Vedete?

97              Ora, noi ora troviamo che una bestia, in Daniele, significava che essa era una “potenza” che sorgeva in mezzo al popolo. Benissimo. E anche qui, nelle visioni di Giovanni, mostra che esse sono potenze, nazioni che sorgono. Come gli Stati Uniti, che appaiono in Apocalisse 13, come un agnello. E, dunque, se voi volete sapere le diverse...

      Tu dirai: “Beh, quello è un parlare circa la potenza `nazionale'”.

98              Essa, una bestia, rappresenta pure una “santa” potenza. Lo sapevate quello?

99              Notate Rebecca: quando il servitore di Abrahamo, Eliezer; quando egli venne per prendere Rebecca, egli la mise sopra un `cammello', lo stesso cammello che lei abbeverò. E lei cavalcò questo cammello per incontrare il suo INVISIBILE sposo. La stessa cosa che lei abbeverò, fu la cosa che la portò al suo sposo e alla sua futura dimora.

100         Ed oggi è la stessa cosa! Vedete, la stessa Cosa che la Chiesa sta abbeverando, cioè il Seme, il Seme della Parola, è la stessa Parola che diviene VIVENTE e ci porta al nostro invisibile Sposo. Vedete? Vedete?

101         E, guardate com'è perfetto. Isacco aveva lasciato la casa, e si trovava fuori nei campi; era lontano da casa sua, quando Rebecca lo vide.

102         E la Chiesa incontra Cristo nell'“aria”, e poi Egli La porta nella Dimora, nella Dimora del Padre, dove sono preparate le stanze. Isacco prese Rebecca nello stesso modo.

103         E, notate: esso fu amore a prima vista. Oh, mamma! Lei proprio gli corse incontro!

104         E quello è il modo in cui la Chiesa incontra Cristo, nell'aria, e sarà per sempre con Lui.

105         Ora, in termini Biblici, queste Bestie sono “potenze”.

106         Notate: io ora voglio che voi notiate che, per andare avanti, il Diavolo ebbe le sue quattro bestie che cambiavano colore. Egli ebbe le sue quattro bestie. Ne prese tre di esse e le mise nel colore di uno, facendo così di esso il cavallo pallido; un cavallo bianco, un cavallo rosso, un cavallo nero. E noi abbiamo visto che ciascuno di essi fu uno stadio del suo ministero; uno stadio della Chiesa primitiva che si era formata in una denominazione.

A Nicea, l'originale Chiesa Pentecostale, sulla quale era stato versato lo Spirito Santo, venne giù, prese su uno spirito anticristo, formò una organizzazione e diede la nascita ad alcune figlie di organizzazione. Cambiò la sua potenza tre volte, poi mise il tutto in uno e fece un cavallo pallido, a cui venne dato un nome chiamato Morte, il quale condusse lui nell'Eternità. Ciò più chiaro di così proprio non può essere! Ora, notate, a lui è dato questo cavallo, ed egli lo sta cavalcando.

Ma anche Dio ha, in ogni tempo,...

107         Ora, osservate. Quando all'inizio apparve l'anticristo, in che forma apparve egli? Cavallo bianco. Vedete? Proprio il più innocente possibile; semplicemente una “dottrina” nella Chiesa. Essi volevano comunione. La tua comunione è con Cristo! Ma essi volevano una comunione. Essi proprio non riuscivano a resistere; essi volevano avere...

108         Ebbene, sapete, come quelle piccole “cricche” che sorgono nella Chiesa. Voi pastori questo lo sapete. Vedete? Essi sono, come si suol dire: “Uccelli dello stesso piumaggio”. Però se noi siamo fratelli nati di nuovo, allora quella non è l'attitudine che prendiamo. Vedete? No.

109         Ora, se noi vediamo qualcosa di sbagliato nei nostri fratelli, allora preghiamo e teniamo ciò davanti a Dio; ed amiamo quell'uomo a tal punto che possiamo portarlo dritto nella Presenza di Dio. Vedete, quello è il modo corretto nel fare questo.

110         Sapete, Gesù disse: Lì dentro ci saranno delle zizzanie; Gesù disse che ci sarebbero state: Ma non tiratele via; altrimenti assieme ad esse tirerete via anche il grano. Vedete: “Lasciateli stare soli”. Lasciate che sia Lui a fare la segregazione, quando giunge il tempo. Vedete? Lasciate che crescano tutti assieme.

111         Notate come la bestia andò fuori, ossia come l'anticristo andò fuori su una bestia, la sua potenza.

112         Oh, io questo lo amo! Proprio ora io mi sento veramente religioso. Vedete, forse è la stimolazione! Notate, quando l'anticristo... Oh, quelle rivelazioni, nella Presenza di quella Palla di Fuoco sospesa là in quella stanza! Oh, fratello! Benché io L'abbia vista sin da bambino, ogni volta che Essa viene vicino a me, Essa mi allarma! Egli mi mette quasi in una condizione di incoscienza. Tu non ti abituerai mai ad Essa; TU NON LO PUOI! Essa è troppo sacra.

113         Notate, come l'anticristo andò avanti nella “sua” bestia per ministrare, lì Dio mandò avanti una Bestia per combatterlo. Vedete?

Ora, osservate. Dunque, ogni volta che la bestia cavalcò sul suo cavallo, cioè l'anticristo cavalcò sul “suo” cavallo, sulla “sua” bestia, per annunciare il “suo” ministero, anche Dio mandò la “Sua” Bestia, ed Egli era su di Essa, per annunciare il Suo combattimento contro ad esso.

114         Ora, la Scrittura dice:

Quando il nemico viene dentro come una fiumana, lo Spirito di Dio suscita contro di lui uno stendardo.

115         E così quando il nemico andò fuori come un anticristo, Dio mandò fuori un certo tipo di Potenza per affrontarlo.

116         E poi quando egli andò di nuovo fuori come “un cavaliere sul cavallo rosso”, un'altro colore, un'altra potenza, un altro ministero; Dio ne mandò un altro contro di lui, per combatterlo, per sostenere la Sua Chiesa.

117         Mandò il terzo; e di nuovo Dio mandò la Sua terza Bestia, per venire ad annunciarlo.

118         Egli mandò il quarto; Dio mandò la Sua quarta. Ed allora a quel tempo l'anticristo finisce, ed anche le Epoche della Chiesa finiscono.

Osservate. Ora, oh, questo è veramente buono!

119         Ora in questo mutamento delle quattro bestie noi abbiamo visto quello che il Diavolo intendeva; quale potenza essi rivelarono al...o quale potenza egli rivelò al mondo; e come essi finirono in questo cavallo pallido di “morte”.

120         Guardiamo ora alle Potenze di Dio, a queste Bestie, le quali combattono contro a quelle.

121         La prima Bestia di Dio, con La quale Egli andò fuori per affrontare l'anticristo, lo spirito anticristo, quando esso era semplicemente nel suo “insegnamento”. Ora, ricordatevi: quando l'anticristo iniziò a cavalcare, egli era in un ministero di “insegnamento”. L'anticristo cavalcò, dapprima, in un ministero di “insegnamento”. Ora osservate colui che andò per affrontarlo: il “Leone”, il Leone della tribù di Giuda, il Quale è la Parola. Quando il suo falso insegnamento andò avanti, LA VERA PAROLA ANDÒ AD AFFRONTARLO!

122         Ecco la ragione per cui noi abbiamo avuto un Ireneo, e un Policarpo, e tutti gli altri; e un San Martino.

123         Quando quell'anticristo stava cavalcando con il suo falso insegnamento, Dio mandò fuori il Suo Insegnamento, la Parola, il Leone della tribù di Giuda, il quale è la Parola resa manifesta nello Spirito Santo. E lo Spirito Santo fu lì per manifestare Se Stesso, il quale è la Parola!

124         Ecco la ragione per la quale la Chiesa primitiva aveva guarigioni, e miracoli, e visioni, e potenza; è perché Essa era la vivente Parola, nella forma del Leone della Tribù di Giuda, cavalcando fuori per combattere quello. Amen! Lo avete afferrato ora?

Egli manda la sua potenza, anticristo; Dio manda la Sua, LA PAROLA. L'anticristo, falso insegnamento. Il VERO Insegnamento andò di pari passo, per combatterlo! Ora, quello fu il primo.

Ora, questa fu la prima Chiesa, quella Apostolica, che andò ad affrontarlo.

125         Ora, la seconda bestia che l'anticristo mandò fuori, fu una bestia rossa, sulla quale egli cavalcò; e fu per togliere la pace dalla terra e fare guerra.

126         Ora, la seconda che andò per combattere lui, fu la Bestia-Bue. Il bue significa una “fatica”, una Bestia da “fardello”.

127         Ed ora, fermiamoci qui solo un momento. Lasciate che tratti questo, così che siate certi di vedere questo. Questo potrebbe lasciarvi come un pochino perplessi. Ma andiamo su qui in Tiatira. Osservate e vedete se essa non è una Chiesa che “fatica”. Vedete?

E all'angelo della chiesa in Tiatira scrivi: Queste cose dice il Figlio di Dio, il quale ha gli occhi come fiamme di fuoco e i suoi piedi sono come bronzo lucente.

Io conosco le tue “opere”,...

128         Vedete, ora tratta tutto di opere; vedete, poiché quello era colui col quale stava cavalcando.

...e la tua carità, il tuo servizio (vedete, esse sono semplicemente tutte...), la tua fede, la tua pazienza, e le tue ultime opere (di nuovo; due volte “le tue opere”) sono più numerose delle prime.

129         Vedete, quello mostra che l'Epoca Tiatiriana, dopo che l'anticristo si era stabilito giù ed era venuto nell'Epoca Tiatiriana, la piccola Chiesa non poteva fare altro che semplicemente “faticare”.

130         E, un'altra cosa: il bue è anche una bestia da “sacrificio”. Vedete, essi dettero la loro vita proprio liberamente, senza riserve, nelle Epoche Oscure, in quei mille anni in cui il Cattolicesimo controllava il mondo. Ed essi andarono semplicemente dentro: sì o no. Essi non si preoccupavano di morire! Se si trattava di morire, ciò andava bene! Essi andarono e morirono, comunque. Perché? Perché esso era lo Spirito dell'Epoca!

131         Ecco la ragione perché... Ecco la ragione perché Ireneo, ecco la ragione perché Policarpo, Giovanni, Paolo, quei grandi e potenti uomini, uscirono là fuori combattendo quella cosa!

132         Paolo la vide. Egli disse:

Io so che dopo la mia dipartita dei lupi entreranno in mezzo a voi; fratelli, che insegnano cose perverse, ed essi vi svieranno.

Guardate a quel piccolo vecchio e severo Apostolo, che stava là, con la schiena tutta battuta e piena di lividi, i suoi occhi esausti. Però egli poteva vedere più lontano di quel telescopio là fuori, col quale essi possono vedere nello spazio per centoventi milioni di anni luce. Egli poteva vedere dritto nell'Eternità. Eccolo lì! Ed egli questo lo PREDISSE, e disse che quello era ciò che avrebbe avuto luogo. Egli disse anche ciò che sarebbe venuto giù lungo l'altra epoca a venire.

133         Ora, notate, eccolo lì. Dopo lui, ecco farsi avanti San Giovanni, il quale visse più a lungo. E quando San Giovanni, unto con lo Spirito Santo, stava cercando di prendere tutte le sacre epistole, mettendole insieme per fare la Bibbia, l'impero Romano lo catturò e lo mise nell'isola di Patmos. Egli fu là fuori sull'isola di Patmos a motivo della Parola di Dio. Policarpo lo stava aiutando a tradurLa.

134         L'altro giorno io lessi la lettera che Maria stessa scrisse a Policarpo, con la quale lo biasimava...non biasimava, ma lodava per essere un uomo galante, che ACCETTAVA e INSEGNAVA l'Insegnamento di Gesù Cristo, il Quale era nato da lei, da Dio. Maria, nella sua stessa nota, che lei scrisse a Policarpo.

135         Policarpo venne dato in pasto ai leoni, voi lo sapete. No, egli venne bruciato. Per loro era troppo tardi per slegare un leone nell'arena, e così essi fecero giù a pezzi un locale per toilette, un vecchio locale da toilette che era là, lo misero nell'arena e lo bruciarono.

136         E lungo la strada, mentre veniva giù, egli camminava con la testa chinata. Il centurione Romano disse: “Tu sei un uomo anziano, e ben rispettato. PERCHÉ NON RINUNCI A QUELLA COSA?”.

137         Egli continuò semplicemente a guardare verso il Cielo. E una Voce parlò DA QUALCHE PARTE. Essi non riuscirono a capire da dove proveniva. Essa disse: “POLICARPO! NON TEMERE, IO SONO CON TE”. [La congregazione giubila—n.d.t.] Perché? Perché egli stava con quella Parola!

138         E quando essi cominciarono ad ammassare le tavole su di lui, per bruciarlo, ci fu una musica Celeste che venne giù. Da qualche parte c'era il canto di alcuni esseri Angelici che cantavano il cantico! Verso gli schernitori egli non batté ciglio nemmeno una volta!

Quelli sono gli uomini valenti! Quelli sono gli uomini che possono resistere!

139         I martiri giù lì lungo le epoche, soffrirono TERRIBILMENTE. Ma, come ci riuscirono essi? Essi erano sotto l'ispirazione, lo Spirito di Dio, la POTENZA.

140         Non dimenticare questo, Chiesa! E voi, fratelli dei nastri, io voglio che questo voi lo ESAMINIATE: come possono gli uomini fare qualcosa di diverso da quello che la Potenza di Dio ha messo su di loro?

Per raffigurare questo, io metto qua sopra questa scatola. Se Dio manda un certo spirito su di loro, quello è l'unica cosa tramite la quale essi possono operare; esso è uno spirito che opera tra di loro.

Ora noi vi proveremo questo tramite la storia della Chiesa, tramite l'apertura dei Sigilli e tramite le potenze che vennero rilasciate; e osservate come la Chiesa rispose ESATTAMENTE all'unzione; ed essi non potevano fare NIENTE ALTRO.

141         Ora, la prima a ruggire fu quel Leone; quella pura e inadulterata Parola.

142         La seconda, in Tiatira, fu il Bue. Ed Esso fu un fardello...una Bestia da “fardello”. Scusatemi. Ed Esso fu anche una Bestia da “sacrificio”. E non fu esattamente ciò, quella piccola e povera Chiesa? Roma si era stabilita giù lì per mille anni di Epoche Oscure, ed ogni cosa che non professava di essere della Chiesa Romana, veniva IMMEDIATAMENTE messa a morte. Ed essi dovettero “faticare”, andare da un posto all'altro.

143         E voi Massoni, voglio richiamare la vostra attenzione. Vi ricordate del segno della croce? Uh! Ora, voi sapete di cosa io sto parlando.

144         Ora, notate! Ora, se voi notate, quello significava: portare e conservare quella Bibbia. Vedete? Ed essi dovettero “faticare” tra di loro. Eccovi qui, il bue.

E quando venne il tempo... Noi questo lo abbiamo letto l'altra sera. Vedete, quando la cosa andò avanti, e il sacrificio venne, ed essi dovettero andare, Egli disse:

Non danneggiare il vino e l'Olio!

145         Cosa fecero essi? Essi VOLENTEROSAMENTE andarono su là e morirono. Essi non se ne curavano, poiché lo Spirito della Chiesa in quel giorno era “sacrificio”, “fatica”. Ed essi andarono là sopra proprio il più liberamente possibile, unti con il vero Spirito di Dio di “quella epoca”, e morirono come eroi, un “sacrificio” di migliaia e migliaia di migliaia; SESSANTOTTO MILIONI DI LORO, quelli registrati.

146         Bue, “sacrificio”! Oh, mamma! Lo comprendete? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.] Okay. Benissimo.

Ora, il sacrificio. Essi potevano faticare solo in quella epoca, per combattere la grande opposizione per quei mille anni.

147         Ora, la terza bestia che uscì dal Diavolo, fu questo cavallo nero. Vedete?

148         Ora, la terza Bestia che uscì, cioè una potenza da Dio, per combattere lui, per combattere le potenze del cavallo nero, fu un “Uomo”, abile, scaltro, con la sapienza di Dio. Sapete, un uomo è più scaltro di qualunque bestia. Vedete, egli è più scaltro, poiché soprattutto in astuzia egli la supera. Egli è abile, astuto. Vedete?

149         E l'epoca... Venendo ora dalle Epoche Oscure, venendo fuori dalle Epoche Oscure. Veniamo ora in quest'altro lato, quando questo cavallo nero stava cavalcando, quando essi li tassavano per i loro sacrifici e per ogni cosa che essi facevano. E i soldi erano proprio... Oh, voi sapete come era ciò!

150         Ora, la cosa seguente che andò fuori per combattere quello, fu la Bestia con la faccia di un uomo; scaltro, istruito, astuto, ben unto con quello Spirito di “quel” giorno. Lo avete notato questo?

Ora, egli andò a combattere lui, avendo con sé l'astuzia della sapienza di Dio. Quella fu l'epoca della Riforma: Martin Lutero, Giovanni Wesley, e via dicendo. Vedete, essa fu la Riforma. Zwingli, e, oh!, tutti gli altri; Knox, Calvino, e tutti gli altri che uscirono. Vedete? Ciò fu “scaltrezza”. Ora, osservate, esattamente dall'Epoca Oscura, dalla Riforma, fu in questo modo; osservate, ciò fu la “scaltrezza” dell'UOMO.

151         Forse è bene che apriate un pochino le finestre! Io credo che forse qui dentro le persone sentono un pochino caldo. Così forse è bene se tirate giù un pochino le finestre. Poiché so che se sento caldo io che sto qui predicando, di certo lo sentite pure voi là fuori.

152         Ora, notate, essa fu la scaltrezza dell'“uomo”. Ora, lo comprendete?

153         Quella terza bestia che Satana mandò fuori, pure lui divenne scaltro. Osservate:

Una misura di frumento per un denaro. Tre misure di orzo per un denaro.

Vedete? Oh, mamma! Vedete, lo schema per fare soldi, la scaltrezza per prendersi l'oro del mondo; e la ricchezza venne portata in essa. Quello fu esattamente adempiuto. Quello fu ciò che dette inizio al far pagare per le preghiere, facendo un luogo chiamato “purgatorio”, pregando per fare uscire fuori da lì i loro avi. E, oh!, tu dovevi lasciare il testamento di ogni tuo bene, le tue proprietà. La Chiesa e lo Stato erano la stessa cosa; e la Chiesa prendeva la tua proprietà.

154         E, non vedete come alcuni di questi evangelisti di questo giorno, hanno ancora addosso quella stessa unzione? Fanno sì che le persone anziane cedano la loro pensione, e le fanno fare il testamento delle loro case su ad una certa cosa. Ebbene, fratello, io non voglio entrare in quello, vedi. Io voglio stare dritto con Questa; io guardo indietro per vedere dove sto andando!

Ora, notate, circa quegli uomini, quello è qualcosa che riguarda loro. Quello è affare loro. Quello non ha niente a che fare con me. Io sono solamente responsabile per Questa qui.

155         Ora, notate, la Bestia che ora venne per combattere quello, era “Uomo”. E tutti noi sappiamo che questa Bestia simile ad uomo, questa potenza di uomo, nella sua intellettualità riconobbe che quel kosher che Martin Lutero aveva in mano, quando egli stava salendo quei gradini...

156         Essi dicono: “Questo È il Sangue di Gesù Cristo. Questo È il Corpo di Gesù Cristo”.

157         E Lutero lo gettò a terra, e disse: “Esso è PANE e VINO. Esso NON È il Corpo di Cristo, poiché Esso è stato ESALTATO, e siede alla destra di Dio, facendo intercessione”. Vedete: sapienza. Vedete: Uomo.

158         Ed allora si fece avanti Giovanni Wesley, dopo che era venuto dentro Zwingli, e Calvino.

159         Or essi avevano portato la Chiesa ad un tale punto, sulla sicurezza, tanto che essi non volevano più alcun risveglio. “Quello che sarà, sarà”. Quello era tutto. Ed essi proprio vivevano ogni genere di vita. La Chiesa Luterana era così ingarbugliata! E anche la Chiesa Anglicana. Oh, mamma, l'intera nazione era divenuta corrotta, proprio com'è ora! Le Chiese si erano ingarbugliate. Quando il re Enrico VIII salì al potere in Inghilterra, con l'appoggio della sanguinaria Maria, avvenivano tutte queste cose; e la Chiesa era così piena di violenza e corruzione! Molti pretendevano di essere Cristiani, e vivevano con quattro o cinque mogli, o facevano qualsiasi cosa essi volevano fare, andando avanti così, nella sozzura.

160         Giovanni Wesley, studiando la Scrittura, meditandoLa, gli fu rivelato che il Sangue di Gesù Cristo santifica il credente. E, dunque, cosa fece egli? Egli venne fuori in un'altra Riforma. Nel suo giorno egli salvò il mondo, come fece Lutero. Vedete? Che cosa fu? Fu la potenza di quella Bestia simile ad uomo, che usciva.

161         Dette all'uomo sapienza di comprensione, che quella cosa era sbagliata. “Quello NON È il Sangue di Gesù Cristo. Quello NON È il Corpo di Gesù Cristo. Quello RAPPRESENTA il Corpo”.

162         Vedete, quello è ancor ora una grande controversia tra Cattolici e Protestanti. Quella è l'unica cosa per la quale proprio ora voi non riuscite a stare insieme. Su ogni altra cosa, essi riescono a stare assieme, eccetto che in quella; questo è ciò che stanno avendo nei loro concili. Ora, notate, ma su questo essi non riescono ad accordarsi! [Il fratello Branham batte il suo pugno sul pulpito tre volte—n.d.t.] Vedete?

163         Per uno: “Esso è il Sangue; esso è letteralmente il Sangue. Che il prete ha il potere di mutare quel pane nel letterale Corpo di Cristo”. Quello è ciò a cui serve il piccolo tabernacolo nella chiesa, voi lo sapete. Quella è la ragione per la quale essi fanno segni ed ogni genere di offerte pagane mentre passano da lì, sapete, inchinandosi, e togliendosi i cappelli, e via dicendo. Quello non lo fanno all'edificio, ma a quel kosher che è nel tabernacolo. E, notate come Satana ha scaltramente fatto leva su quello!

164         Ma, vedete, a quel tempo, sopra l'essere “umano”, vedete, Dio mise uno Spirito di sapienza sopra l'uomo, per comprendere che quello è sbagliato. Ora, quello era per combattere la terza bestia che egli stava cavalcando, il quale aveva corrotto così tanto la Chiesa al punto che essa era terribile.

I riformatori, dunque, cosa fecero essi nell'epoca dei riformatori? Essi portarono la Chiesa, dalle sue cerimonie pagane e idolatre, indietro di nuovo a Dio. Vedete, quello fu ciò per cui la Bestia andò avanti in quella scaltrezza d'uomo, contro al cavaliere, per fare questo.

165         Ora, ma leggiamo ora il verso 3. Apocalisse 3:2; solo un momento, io questo l'ho segnato qui per qualche ragione. Ora, questo ora si inserisce nell'Epoca Luterana, nell'Epoca dei Riformatori; Apocalisse 3:2.

166         Cosa fecero essi? Essi si organizzarono. Non appena Lutero dette inizio alla sua Chiesa, essi la organizzarono. Ebbene, la stessa cosa fecero con Wesley. La stessa cosa fanno con la Pentecostale; esattamente, la organizzano. E, cosa fanno essi? Essi prendono su lo stesso `sistema' dal quale vennero fuori! Vedete?

167         Ora, osservate questo, l'Apocalisse che parla di questa Chiesa di Sardi. Naturalmente il 1º verso è all'angelo della Chiesa. Vedete?

Sii vigilante, e rafforza le cose che “rimangono”,...

168         Cioè: “La Parola che ti è stata insegnata”; vedete, “le cose che rimangono”.

...che stanno per morire,...

169         Proprio in quel momento egli era pronto per ricominciare in una organizzazione, proprio come la Chiesa Cattolica dalla quale egli era uscito. Vedete?

...poiché io non ho trovato le tue opere perfette davanti a Dio.

170         Eccoti qui! Ecco qui che egli torna di nuovo dritto indietro. Non vedete perché il sistema organizzazionale è sbagliato? Chi lo iniziò? Fu forse Dio? Furono forse gli Apostoli? Fu la Chiesa Cattolica Romana che lo iniziò! Ora, lasciate che qualche storico dica differentemente. Ciò non è lì.

Essi lo sono, essi dicono di essere la “madre chiesa”, ed essi lo sono! Però organizzarono la cosa, e misero un sistema con a capo di esso un UOMO. E noi non prendiamo un uomo, come fecero loro; noi prendiamo un intero “concilio di uomini”, li mettiamo assieme, ed allora tu hai una vera confusione! Proprio così. Come potrebbe un concilio fare altrimenti?

171         Ciò è proprio come noi che pensiamo che la democrazia è giusta. Pure io lo credo, però essa non funzionerà mai bene. Essa non lo può! Con un mucchio di pervertiti che stanno qui attorno per dirigerla, come potrai mai al mondo farla funzionare? Tu non lo puoi! Notate, la cosa migliore sarebbe: un re buono.

172         Notate la Bestia. Ora, la terza Bestia, fu l'abilità di un uomo. Ed egli rappresenta i riformatori che andarono oltre l'idolo del prendere questo, dicendo: “Questo è il pane. Questo è il vino”. [Il fratello Branham batte le mani quattro volte—n.d.t.]

173         Vedete, l'anticristo ha ancora qualcosa simbolizzato come Cristianesimo. Egli deve averlo, poiché egli è “contro”, vedete. E dunque egli deve essere contro a qualcosa.

174         Ora, se lui si facesse avanti e dicesse: “Oh, io sono Budda!”. Beh, in quello non c'è proprio niente. Quello è semplicemente un pagano, tanto per iniziare.

175         Ma l'anticristo è astuto. Egli lì ha ogni genere di cose che rappresentano il Cristianesimo. L'unica cosa è che è finito dall'altra parte, avendo qualcosa che è contro alla Sua Dottrina originale. Vedete, quello è ciò che fa essere lui anti-Cristo. Vedete?

176         Così, i riformatori furono la Bestia quando andò avanti nella forma di un uomo, per combattere quello.

177         Ora, non dimenticare questo, classe! Non dimenticartelo! [Il fratello Branham batte quattro volte il pugno sul pulpito—n.d.t.] Vedete? RICORDATEVELO, per tutti i giorni della vostra vita! Vedete? Queste Bestie sono corrette. Ciò è il: COSÌ DICE IL SIGNORE. Vedete?

Notate, l'idolatria portò il...

178         La Bestia-Uomo andò avanti con la Potenza di Dio, tramite la sapienza che Dio gli dette, e portò la Chiesa dall'idolatria indietro a Dio. Ma nella...

179         Ora noi troviamo che, in quella stessa Epoca della Chiesa quando essi cominciarono a denominarsi per fare la stessa cosa che essi fecero al principio, cioè quello che fece Roma, essa cominciò a fare “figlie” a quella Chiesa.

E cosa disse Lui? Disse:

Ora io non ti ho trovato perfetto. E tu devi rafforzare quella piccola forza che ti è rimasta.

180         Ora, ascoltate come Lui li ammonisce di nuovo, in Apocalisse 3:3. Prendiamolo. Ebbene, io credo di averlo preso pochi momenti fa.

Ricordati quanto hai ricevuto e udito, serbalo, e ravvediti.

181         Proprio, in altre parole: “Ricordati che tu sei VENUTO FUORI da una simile corruzione come quella”. Vedete? E, guardate qui:

Se perciò tu non vegli, io verrò su di te come un ladro (uh-huh!), e tu saprai...e tu non saprai a quale ora io verrò su di te.

182         E andando più giù, Egli rimuoverà il candelabro, vedete. Così, eccolo qui. Che cos'è esso? La Luce della Chiesa.

183         Ed essa andò dritta dentro nello stesso sistema organizzazionale pagano di tenebre dal quale era venuta fuori; e lì essa rimane oggi, con persone di cuore onesto, proprio come lo sono i Cattolici, pensando che quella è la Verità. E i Protestanti si ridono dei Cattolici; quando invece ciò è sei da una parte e mezza dozzina dall'altra. Esatto, secondo la Parola. La sapienza dell'uomo!

184         Ora, notate. Oh, come io amo Questo! Ascoltate ora a Lui che li ammonisce. Ora, siete tutti perfettamente d'accordo (ora, se non lo siete, scrivetemi una domanda) che quelle Bestie sono esattamente identificate in ciascuna epoca, come la Bibbia li ha identificati qui? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.] Quello è esattamente ciò che essi hanno fatto lì. La `storia' dimostra quello che essi hanno fatto, e noi guardiamo dritto qui e `vediamo' ciò che essi hanno fatto.

185         E qui quelle Bestie... Io non avevo mai saputo quello prima. Io stavo semplicemente seduto là, e potevo vedere questo che si muoveva su di là proprio allo stesso modo come voi state guardando a me. Vedete? E ciòDEVE essere giusto, poiché ciò è proprio qui nella Bibbia! Per cui come potrai tu fare diversamente dal dire che ciò è giusto?

186         Notate. Ora, la quarta Bestia che venne mandata avanti per combattere l'anticristo, è queta ultima Bestia. Siete pronti? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.]

L'ultima Bestia che venne mandata avanti, o l'ultima potenza per combattere l'anticristo, colui che era contro l'Insegnamento di Dio, l'anticristo, era un'“Aquila”. Vedete, la quarta Bestia vivente era un'Aquila. Ora, voi studiate semplicemente le Epoche, studiate le Scritture. Essa è un'Aquila! E nella Bibbia, l'ultima epoca fu un'epoca dell'Aquila. E Dio paragona l'aquila ai Suoi “profeti”. Vedete?

Ora, osservate: l'ultima epoca, l'epoca dell'Aquila, è la rivelatrice della vera Parola! Vedete?

187         Prima che Dio entra in azione, come Egli fece ai giorni di Noé, Egli manda avanti un'Aquila. Quando Egli portò fuori Israele, e l'esercito del Faraone era pronto a partire, Egli mandò un'Aquila. ogni volta che egli manda un'aquila, è all'ultimo momento!

188         Ed ecco qui che Egli manda di nuovo un'Aquila. questo è esattamente in accordo alla parola! per cui come farai tu a fare qualcosa di diverso?

Manda un'Aquila. Cos'è? Un rivelatore della Verità che si è persa lungo tutte le epoche.

189         Così, come mai al mondo il Bue, o l'Uomo, o qualunque fosse la Bestia che stesse cavalcando, avrebbe potuto rivelare ciò prima che fosse venuta l'Aquila? Essi ebbero il loro posto; essi furono Bestie mandate da Dio proprio allo stesso modo in cui fu chiunque altro.

190         Il Leone; quello fu l'originale. Fu lì che l'anticristo venne su in combattimento.

191         Poi egli suscitò un'altra potenza; Egli mandò una Potenza per affrontarla.

192         Poi egli suscitò un'altra potenza; Egli mandò un'altra Potenza per affrontarla.

193         E poi per l'ULTIMA potenza, Egli porta giù l'Aquila: “PER RIPORTARE I FIGLI INDIETRO DI NUOVO ALLA FEDE ORIGINALE”. L'epoca dell'Aquila! Poi, lo avete notato? Non ci sono più Bestie. Quello è tutto. Quella è la fine!

Ora, se volete, prendete Apocalisse 10:1-7. Io mi sono continuamente riferito a questo. Ricordatevi: nell'epoca dell'ultimo messaggero, vedete, che cosa doveva accadere? “TUTTI i misteri di Dio sarebbero stati rivelati”.L'AQUILA! Amen! [La congregazione giubila—n.d.t.]

194         Ora, vedete le quattro bestie che cavalcarono? Quello fu perfettamente giusto. Lo credete voi questo? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.]

 Ed ora qui c'è ciascuna Epoca, e ciascuna potenza che cavalcò dietro ad essa, e lì c'è la Scrittura che mostra ciò che fece il cavaliere nemico. Questo è ciò che è stato rivelato in questi Sigilli. Ed ora è stato pure rivelato che ciascuna Bestia-Potenza che Dio mandò fuori per combattere quello, collima esattamente alla virgola, su fino al tempo dell'Aquila. Ora, se questo è l'ultimo tempo, allora dovrà venire un'Aquila! Esatto. E a quella...

195         Ora, ricordatevi: ora nei giorni in cui venne il Leone, la Parola originale, solo circa un centinaio di loro dettero ascolto al Leone.

196         Nei giorni in cui venne il Bue, solo un piccolissimo gruppo di essi dette ascolto al Messaggio del Bue.

197         Nei giorni in cui venne l'Uomo, egli operò in mezzo agli uomini. Vedete? Per cui egli fu scaltro! Egli tirò fuori solo un piccolo gruppo.

198         E, cosa fecero essi? Satana vide ciò, e così egli li mandò semplicemente dritti indietro e li fece sposare in quello.

199         E, ricordatevi: quando infine verrà l'Aquila, ciò sarà un centesimo dell'uno per cento che ascolterà! Essa è l'Epoca dell'Aquila.

Ricordatevi: essa è tutti questi altri cavalieri! E perciò perfino Gesù predisse che se Egli non avesse affrettato la Sua Venuta, non ci sarebbe affatto alcuna carne che si salverebbe per il Rapimento! È ciò la Scrittura? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.] Non vedi dunque dove noi ci troviamo, fratello e sorella? Vedete dove noi ci troviamo?

200         Dio, sono così felice! Io non so proprio cosa fare! Questo non è semplicemente me che sta su qui a parlare. Sono pure io incluso qui dentro! Io sono tra di voi! Vedete, Questo riguarda pure me! Io ho una famiglia! Ed io ho fratelli e sorelle che amo. E il Dio del Cielo è abbastanza gentile da venire giù e rivelare quella cosa Egli Stesso, tramite visioni che sono state provate per trenta anni essere la Verità! Eccoci qui. Noi siamo arrivati! Questo è tutto.

La ricerca scientifica Lo ha provato. La conferma della Parola Lo ha provato. E NOI SIAMO QUI! E questa rivelazione viene da DIO, ED ESSA È LA VERITÀ!

201         Avete afferrato qualche cosa? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.] Io proprio mi chiedevo se l'aveste afferrato. Vedete? Sissignore. Io dunque non ho bisogno di dirvelo Domenica. [La congregazione ride—n.d.t.] Notate. Notate com'è meraviglioso!

202         Ora, notate ora. E, dunque, secondo il tempo in cui Dio stava per liberare il mondo antidiluviano, Egli mandò l'Aquila.

E al tempo in cui Egli stava per liberare Israele, Egli mandò l'Aquila.

203         Credete voi che perfino anche al tempo di Giovanni, sull'Isola di Patmos, questo Messaggio era così perfetto tanto che Egli non poté affidarlo nemmeno ad un Angelo? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.] Sapete, un angelo è un “messaggero”. Ma, lo sapete che il messaggero è un profeta? Lo credete questo? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.] Proviamolo. Apocalisse 22, e vediamo se egli era un'Aquila. Vedete, egli era un... Certo, egli era un angelo, egli era un messaggero; però fu un profeta a cui fu rivelato questo intero libro di Apocalisse.

204         Apocalisse, il 22º capitolo e il 19º verso; io credo che ciò sia esatto, poiché ho scritto giù qui 22:19, forse mi sono sbagliato. No. [Qualcuno dice: “Forse è 22:9”.—n.d.t.] 22:9, ecco qual'è. Io stavo guardando a 22:9. Esatto. Oh, sì, eccolo qui!

Poi egli mi disse: Guardati dal farlo, poiché io sono tuo conservo e dei tuoi fratelli, i profeti,...

205         Osservate ciò che Giovanni vide qui.

...io Giovanni vidi queste cose, e le udii.

206         Ora egli sta per chiudere. Questo è l'ultimo capitolo.

...E quando io udii e vidi, io caddi giù per adorare davanti ai piedi dell'“angelo” che aveva mostrato queste cose...che mi aveva mostrato queste cose.

207         Ed “egli”, dunque è “l'angelo”, vedete.

Allora egli mi disse: Guardati dal farlo;...

208         Nessun vero profeta, o messaggero di qualsiasi genere, accetterebbe l'adorazione. Vedete? Quella appartiene solo a Dio.

Allora egli mi disse: Guardati dal farlo; poiché io sono tuo “conservo”, e dei tuoi “fratelli”, i PROFETI, e di coloro che osservano i detti di questo libro. Adora Dio!

209         Vedete? Ora, il Libro era molto importante, poiché Esso È la Parola di Dio. Ora, osservate! E quando la Parola di Dio viene portata avanti, Essa DEVE essere portata tramite il PROFETA, poiché quello è colui a cui viene la Parola di Dio.

210         Io mi sto aspettando una domanda su quello, che verrà messa in questa scatola qua. Io pensavo che avrei battuto su questo un pochino, sapete. [La congregazione ride—n.d.t.]. Per cui sento che lì dentro ce n'è una simile, tutto qui. Io ho semplicemente pensato che la riceverò. Vedete?

211         Vedete, OGNI Parola di Dio viene portata in quel modo. La Bibbia non muta il sistema, affatto. Vedete, Questo è la stessa cosa. Ciò deve venire a questo veggente che noi stiamo aspettando che arrivi.

Ora, notate Apocalisse 10:1-7.

212         Ora, leggiamo di nuovo il verso 9. Ora noi prenderemo... Ora, prima che noi andiamo a quel verso, io voglio chiedervi qualcosa.

213         Lo vedete perfettamente questo, prima che lasciamo questi Sigilli? Ora, ricordatevi: NON CI SONO PIÙ POTENZE che escono dopo quell'Aquila. Vedete? Non ce ne più.

Ogni volta che l'anticristo mandò avanti qualcosa, Dio mandò una Potenza. L'anticristo mandò un'altra potenza; Dio mandò qualcosa per combatterlo. Poi egli mandò un'altra potenza; Dio mandò qualcosa per combatterlo. Vedete? E poi quando Egli giunse giù all'Aquila, Quella fu la Sua Parola, di nuovo come Essa era al principio.

214         Ora, osservate: non è il profeta che noi stiamo aspettando che venga, qualche uomo unto con lo Spirito come Elia? Certo, egli non sarà Elia. Però egli sarà un uomo simile a quello. Egli verrà giù, e il suo vero ministero per il quale è inviato, è di restaurare e riportare, a questo popolo caduto tramite questi ingarbugliamenti denominazionali, l'originale Fede dei padri. Ora, se quello non collega assieme quella Bibbia, io non so cosa possa farlo. Io non so dire altro a riguardo, poiché si tratta di questo. Tu sei proprio arrivato; Questo è la Verità. Se tu togli via da lì qualcosa, tu Lo ingarbugli. Vedi? Per cui, ciò deve proprio essere in quel modo.

215         Ora, notate. Ora, nel verso 9: “Anime sotto l'altare”. Ora, qui è dove io avrò alcuni veri disaccordi. Però, osservate semplicemente per solo un momento. Vedete, pure io pensavo quello, però Ciò non venne in quel modo.

Io ho sempre pensato che queste anime sotto l'altare erano i martiri della Chiesa primitiva. Ed io sono certo che il Dr. Uriah Smith, e ciascuno di loro, dice che è così. Vedete? Ma, io stesso la pensavo così. Ma quando lo Spirito Santo mostrò la visione di questo, ciò non era così; esse non sono quelle anime.

Ora, tu dirai: “Beh, ora, io non so niente a riguardo”. Ebbene, solo un momento, e noi lo vedremo.

216         Guardate: queste non sono le anime della Chiesa-Sposa, niente affatto. Vedete, noi abbiamo pensato che quelle anime sotto l'altare fossero la Chiesa-Sposa che aspettava là, gridando: “Fino a quando, Signore, fino a quando?”. Lasciate ora che questo io lo legga di nuovo, così che possiamo afferrarlo nel modo giusto.

E quando egli ebbe aperto il quinto sigillo, io vidi sotto l'altare le anime di coloro che furono uccisi per la Parola di Dio e per la testimonianza che essi sostennero.

217         Vedete: “La Parola di Dio, e la testimonianza che essi sostennero”. Ora, non scostatevi da lì; ancora un momento, vedete.

Ed essi gridarono: “Fino a quando, Signore, fino a quando?... (vedete?) che sei santo e verace, aspetti per giudicare e vendicare il nostro sangue su coloro che abitano sulla terra?”.

E a ciascuno di essi furono date delle vesti bianche; e fu loro detto che si dovevano riposare ancora per una piccola stagione, fino a quando fossero compiuti anche i loro conservi, i loro fratelli, che devono essere uccisi come furono “loro”.

218         Ora, poiché essi... Se notate, nel tempo in cui questo Quinto Sigillo viene aperto, vedete, la Chiesa se n'è andata! Per cui le anime lì sotto NON POSSONO essere quelle della Chiesa primitiva.

219         Ora, vi prego, prestate attenzione a questo ora, poiché in questo c'è una grande controversia, per cui io ora voglio che voi ascoltiate molto attentamente. E voi avete la vostra carta e le cose con cui scrivere. Ora, io voglio che voi notiate questo.

220         Ora, questi NON POSSONO essere quelle anime, poiché le anime dei giusti martirizzati, e delle persone giuste, cioè la Chiesa, la Sposa, sono già stati portati su; per cui essi non possono essere sotto l'altare. Essi sono in Gloria, con la Sposa!

Ora, osservate: poiché essi se ne sono andati nel Rapimento nel 4º capitolo di Apocalisse. Essi sono stati portati su.

221         Ora, chi sono allora queste anime? Questa è una domanda spontanea: “Chi sono essi, dunque, se essi non sono la Chiesa primitiva?”.

Questo è ISRAELE, il quale deve essere salvato come NAZIONE, tutti quelli che sono predestinati! Quello è Israele. Quello è proprio Israele!

222         Tu dirai: “Oh, aspetta un momento!”. Tu dirai: “Essi non lo possono”. Oh, sì, essi DEVONO essere salvati!

223         Ecco, sistemiamo questo per il momento. Io ho quattro o cinque Scritture. Ne prenderò una. Prendiamo Romani per un momento, e vediamo se essi lo sono. Prendiamo il Libro ai Romani, e andiamo all'11º capitolo di Romani, e noi lo troveremo. Leggiamolo, e così lo vedremo da noi stessi. Romani, l'11º capitolo, il verso 25 e 26. Ora, ascoltate a Paolo qui.

224         E Paolo disse:

Se qualcun altro, perfino un Angelo, predicasse qualche altro vangelo...

Cosa doveva egli essere? Maledetto.

Osservate:

Poiché io non voglio, fratelli, che voi ignoriate questo “mistero”, affinché non siate saggi secondo il vostro proprio concetto (eccoti qui!): che ad Israele è accaduta una parziale cecità, finché sarà entrata la pienezza dei Gentili.

225         Finché l'ultima Sposa Gentile venga portata dentro. Ciò avvenne per la Sposa; la cecità venne ad Israele per quel proposito.

E così tutto Israele sarà salvato, come sta scritto: “Fuori da Sion verrà un Liberatore, e toglierà via l'empietà di Giacobbe”.

È esatto? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.]

226         Ora, quelli sotto a questo altare sono Israele. Osservate: il solo scopo perché Israele fu accecato fu perché noi venissimo salvati! Lo credete questo? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.]

Ora, chi fu ad accecarli? Dio! DIO ACCECÒ I SUOI PROPRI FIGLI!

227         Non c'è da stupirsi che Gesù stava là alla croce, e quei Giudei gridavano per il Suo Sangue! Quelli erano i Suoi Propri piccini. Ed Egli ERA la Scrittura. Egli Stesso era la Parola. Ed ecco, Egli SAPEVA che quella gente Lo avrebbe ricevuto CON GIOIA! Ecco la ragione per la quale Egli li accecò, così che essi non Lo avrebbero riconosciuto. Egli venne in un modo così umile tanto che ciò li accecò, e così non Lo ricevettero. Vedete, la Scrittura disse che essi l'avrebbero fatto. Ed Egli li accecò! Li accecò. E Gesù li COMPATÌ così tanto che Egli disse: Padre, perdonali. Essi non sanno quello che stanno facendo! Essi erano ciechi! Paolo disse che essi furono accecati per uno scopo: per NOI!

228         Notate, io ora voglio che voi osserviate questo molto attentamente: “Ad essi furono DATE delle vesti”. Essi non ne avevano. Ad essi furono “date” delle vesti, vesti bianche, a ciascuno di loro. Ora, i santi c'è l'hanno “ora”; ESSI CE L'HANNO GIÀ! Essi la ricevono QUI. Ma là ad essi furono “date” delle vesti; mentre i santi le loro ce l'hanno già, ed essi sono andati su. Vedete? Vedete, essi non ebbero...

229         Vedete, essi non ne ebbero la POSSIBILITÀ, poiché essi furono accecati da Dio, il loro stesso Padre; così che la grazia di Dio potesse essere adempiuta, così che la Sposa potesse essere presa d'infra i Gentili. È ciò esatto? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.]

230         Lasciate che qui vi mostri una bella figura in Giuseppe; Giuseppe, l'uomo spirituale, l'Aquila. Egli nacque tra i suoi fratelli, proprio come la vera Chiesa è tra le altre. Ed egli poteva interpretare sogni e vedere visioni. E il resto di loro lo odiava. Suo padre lo amava.

231         Notate. Poi egli venne messo fuori dai suoi fratelli, non da suo padre. Messo fuori dai suoi fratelli, e fu venduto per quasi trenta pezzi d'argento. Venne gettato in un fosso, e si suppose che fosse morto.

232         Venne preso su, e si sedette alla destra di Faraone. E a motivo che fu cacciato dai “suoi fratelli”, vedete, gli fu data una sposa Gentile, non del suo proprio popolo. Da essa egli ebbe Efraim e Manasse, i quali furono aggiunti “dentro” Israele.

233         E mentre Israele li benediceva, incrociò le sue mani, dal più giovane al più vecchio, per passare le benedizioni dai Giudei ai Gentili. Vedete, incrociò le sue mani, ponendola sul figlio più giovane, il quale è la Chiesa più giovane che viene dentro. “La Chiesa madre stava nel sole; lei portò alla luce questo bambino”. E, notate: per averlo, Israele incrociò le sue mani, in simbolo. E quei figli di Giuseppe, vennero da una madre Gentile.

234         La Sposa Israelita, per l'addietro, passò dalla vecchia Ortodossia su alla maniera Cristiana tramite lo Spirito Santo che incrociò le mani di Israele. Egli disse: “Dio ha incrociato le mie mani”. Egli non ebbe niente a che fare con questo.

235         Notate. Dunque Giuseppe, rigettato dai suoi propri fratelli, dal suo stesso popolo, prese una sposa Gentile. Proprio esattamente ciò che ha fatto Gesù; rigettato dai Giudei, prese una Sposa Gentile.

236         Ora, leggiamo qui qualcosa; io ho una Scrittura scritta qui, Atti 15. E, oh, questo è proprio qualcosa che noi dovremmo insegnare comunque! Ora, io credo di aver annotato questo correttamente. Leggiamo Atti 15:14. Benissimo, io spero che ora questo sia giusto. Benissimo. “Simone ha dichiarato come Dio...”. No, iniziamo dal 13.

E dopo che essi si furono acquietati, Giacomo rispose,...

237         Ora, vedete, ciò che era accaduto fu a motivo che loro erano andati dai Gentili. Vedete? E la controversia era a motivo che loro erano Giudei. Vedete?

E dopo che essi si furono acquietati, Giacomo rispose, dicendo: “Uomini e fratelli, datemi ascolto:

Simone (cioè Simon Pietro) ha dichiarato come Dio ha primieramente visitato i Gentili, per prendere fuori da essi un popolo per il suo nome.

238         Uh! Vedete, il nome di mia moglie era Broy. Quando io me la presi, lei divenne una Branham. Vedete?

239         Gesù prende la Sua Chiesa, cioè la Sua Sposa, fuori dai Gentili. Ciò è simboleggiato nella Scrittura, proprio come fu con Giuseppe.

240         Ora, notate questo. Ora queste anime sotto l'altare... Ebbene, noi ora comprendiamo che queste anime che sono sotto l'altare, furono martirizzate tramite uomini peccatori, come Eichmann. Vedete, essi continuarono a perseguitarli, milioni di loro; però essi rimasero Giudei.

241         Ora, ricordatevi: perché avvenne ciò? Essi furono uccisi a motivo della “Parola di Dio”, non per la “testimonianza di Cristo”. Avete compreso quello?

242         Ma, ricordatevi: la Chiesa venne dentro, ed anche i martiri della Chiesa, e fu a motivo della Parola di Dio e la “testimonianza di Gesù Cristo”. Quanti qui sanno questo? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.]Benissimo.

243         Ora, ma questi non avevano la “testimonianza di Gesù Cristo”.

     ...per la Parola di Dio e per la testimonianza che essi “sostennero”.

244         ESSI SONO “GIUDEI”! E Hitler li ODIÒ, così fece pure Eichmann, così fece Stalin, e tutto il resto del mondo. Vedete? Però essi rimasero FEDELI a ciò che CREDEVANO. Ed essi li uccisero a motivo che loro erano Giudei.

245         Lo sapevate che anche Martin Lutero ebbe pressappoco quella stessa idea? Ciò è vero. Egli disse: “Tutti i Giudei dovrebbero essere messi fuori. Essi sono anticristo”. Vedete? Però egli era sotto un'altra dispensazione, e questo non lo vedeva, non vedeva la Parola.

246         Ora la Parola, la Verità, si fa avanti. Come farai mai tu ad accecare Israele? Tu non puoi farlo! No.

247         Oh, come ha potuto quel profeta stare là sopra, e dire: “Israele, tu assomigli ad un unicorno”?, quando essi stavano cercando di mostrargli le parti peggiori di esso! Egli disse: “Ebbene, chiunque ti benedice sarà benedetto, e chiunque ti maledice sarà maledetto”. Proprio così. Oh, mamma! Come farai tu a farlo?

248         Un tempo essi pensarono che Dio li avrebbe dimenticati, quando il profeta vide quella cosa scura che veniva per i Giudei. Quell'uomo stava là, e la Parola di Dio venne a lui, ed egli disse: “O Signore, dimenticherai Tu il Tuo popolo?”.

Egli disse: “Che cos'è ciò che giace là a fianco a te?”.

Egli disse: “Un bastone da misura”.

249         Disse: “Quanto è alto il Cielo? Misuralo!”. Uh-huh. “QUANTO È PROFONDO IL MARE?”.

Egli disse: “Io ciò non riesco farlo!”.

250         Egli disse: “E neppure lo posso Io. Io non potrò mai dimenticare Israele”. Nossignore. Egli a lei non la dimenticherà.

251         Egli dovette accecare il Suo Proprio figlio! Ora, pensate a questo: accecò il Suo Proprio figlio per dare a noi una possibilità, e noi la rigettiamo! Ora, non ti fa ciò sentire piccolo così, tanto che tu puoi strisciare sotto ad un blocco di cemento di cinquanta chili senza nemmeno toccarlo? Quello è piuttosto piccolo, sapete. Oh, mamma!

252         Sì, essi si tennero alla Parola di Dio. Essi erano GIUDEI. Essi avevano la loro Legge, ed essi stettero con Essa. Vi ricordate ora l'altra sera? Essi stettero con Essa. Essi erano Giudei, ed essi avevano la Legge. E la Legge era la Parola di Dio; ed essi stettero proprio a fianco ad Essa. Proprio così. E per la “testimonianza che essi sostennero”, essi furono martirizzati. E qui sono le anime sotto l'altare, DOPO che la Chiesa se n'era andata.

253         Ora, osservate. Nella loro cecità essi avevano martirizzato il loro Messia, ed ora per questo ne stavano raccogliendo il frutto. Essi di questo si resero conto, essi lo riconobbero, dopo che ciò era avvenuto. Essi allora videro Lui, quando essi vennero davanti all'altare di Dio.

Però ora la grazia di Dio è per loro.

254         Osservate. Ora essi non potevano, in nessun modo, essere santi, poiché quelli erano già stati vestiti. Però qui ora essi sono semplicemente “anime sotto l'altare, per la Parola di Dio e la testimonianza che essi sostennero”, per essere il popolo di Dio, i Giudei.

255         Però ora, osservate: la grazia di Dio viene a loro, e Gesù dà a ciascuno di loro una veste bianca! [Il fratello Branham si rallegra e batte le mani una volta—n.d.t.] Oh, mamma! Osservate: su di là, dopo che la Chiesa se n'era ANDATA! Questo perché essi furono LEALI ALLA LORO CAUSA. Ed essi furono CIECHI, e non lo sapevano. Essi non lo sapevano! Essi stavano giocando ESATTAMENTE la parte che Dio aveva ordinato che loro giocassero. E qui Giovanni guarda oltre e vede anime sotto l'altare. Ora, osservate: egli vede quelle anime, e guardate come egli li chiama.

Essi gridarono: “Signore, fino a quando?”.

Osservate: “Aspettate solo ancora un pochino”. Vedete?

256         Approfondiamo questo ora, man mano che andiamo giù attraverso la Scrittura. Essi si resero conto di aver assassinato il loro Messia. Vedete? Ed essi non lo sapevano; ma poi se ne resero conto, e a loro volta pure loro vennero assassinati, per pagare quello, l'errore che avevano fatto.

Ed ora, guardate che cosa essi dovettero subire! Vedete, essi furono colpevoli di assassinio, così essi vennero assassinati. Vedete, essi gridarono: “CHE IL SUO SANGUE SIA SU DI NOI!”. Vedete? Esatto. Ed essi erano ACCECATI.

257         Ora, se essi non fossero stati accecati, Dio avrebbe detto: “Lasciateli andare. Essi non ne sono degni!”. Ma essendo che essi furono accecati da Dio, ALLORA LA SUA GRAZIA SCESE GIÙ SU DI LORO! AMEN! PARLATE CIRCA LA “STUPENDA GRAZIA!”. [La congregazione giubila—n.d.t.]

E dette una veste a CIASCUNO DI LORO, poiché: “Tutto Israele sarà salvato”. Ognuno di loro ha il suo nome scritto. Proprio così.

Gesù dà loro delle vesti.

258         Come fece Giuseppe ai suoi fratelli, in simbolo. Guardate, quando Giuseppe stette là, quando infine egli fece riconoscere se stesso, egli era là a fianco all'altare, il suo proprio altare, nel suo palazzo: il suo trono. Egli disse: “FATE USCIRE TUTTI DALLA MIA PRESENZA!”. Sua moglie era su nel palazzo, dove sarà la Sposa.

259         Ed egli disse loro: “Non mi conoscete?”. Ehi, ora egli sta parlando l'ebraico! “Io sono vostro fratello, Giuseppe!”. Oh, mamma!

Essi dissero: “Oh, tu ora ci vuoi prendere!”.

260         Egli disse: “Aspettate un momento! Aspettate un momento! Dio fece quello per uno scopo. Fece sì che voi mi cacciaste via, onde preservare la vita”.

     GLORIA! ECCOVI QUI, ESATTAMENTE! [La congregazione giubila—n.d.t.] Disse: “Non contristatevi in voi stessi”. Vi ricordate che Giuseppe disse quello? Disse: “Non contristatevi in voi stessi. Ogni cosa è a posto ora. Tutto è passato. Dio mi ha mandato qui, davanti a voi”.

261         Voi sapete che la Bibbia dice che essi Gli diranno, quando Lo vedranno venire: “Ehi, Tu sei il Messia, questo lo sappiamo. Ma—ma—ma cosa circa quelle cicatrici?”. Vedete?

262         Egli dice: “Oh, le ho ricevute nella casa dei Miei amici!”. Amici?

263         Ed allora quando essi se ne renderanno conto, cioè quei centoquarantaquattromila che sono rimasti, la Bibbia dice che essi si separeranno, una casa dall'altra; e passeranno dei giorni interi solo per piangere, e lamentarsi, e a camminare su-e-giù per il pavimento, dicendo: “Come abbiamo potuto farlo? Come abbiamo potuto farlo? Ebbene, NOI ABBIAMO CROCIFISSO IL NOSTRO STESSO MESSIA!”. Dice che essi piangeranno come una casa piangerebbe il suo unico figliuolo.

“Come abbiamo potuto farlo?”.

264         Quei Giudei sono la gente più religiosa che ci sia al mondo! SONO GLI ELETTI DI DIO! MA EGLI LI ACCECÒ, PER PRENDERE NOI, E NOI LO RIGETTIAMO!? Quale sarà il giudizio sulla Chiesa Gentile?

Eccovi qui. Vedete? Accecati di proposito, da Dio, così che Egli potesse prendere noi, una Sposa per Gesù; prendendoci fuori da... Vedete, ciò è prefigurato in ogni cosa.

265         Vedete ora chi sono quelle anime? Essi non sono i santi martirizzati, poiché essi se ne erano già andati. Proprio così.

Notate: essi se ne erano già andati. Vedete?

266         Così a questi vengono “date” delle vesti, a ciascuno di loro; io voglio che voi notiate questo. Ma ora, la grazia di Dio si ferma da loro. Gesù dà a ciascuno di loro una veste bianca, come Giuseppe dette la sua grazia ai suoi fratelli.

267         Ora, osservate: benché essi avessero cercato di sbarazzarsi pure di Giuseppe, ciononostante la sua grazia si estese giù dritta fino a loro. Vedete?

“Oh, tutto è a posto! Tutto è a posto. Voi non intendevate fare quello. Ma, vedete, era Dio che faceva quello. Vedete, Dio lasciò che tutti voi faceste quello, così che Egli potesse mettermi fuori, e portarmi giù qui, così che io potessi salvare la vita delle persone, di questi Gentili qui, da dove io ho preso mia moglie. Io non avrei avuto alcuna moglie se fossi rimasto su di là. Ora, io amo mia moglie! E lei mi ha dato questi figli qui”. Egli disse: “Ed io ora sto per venire e prendervi tutti. Ora, anche tutti voi starete bene. Io sto per portarvi giù qui, e tutti noi vivremo assieme, come una grande famiglia!”. [La congregazione giubila—n.d.t.]

268         Disse: “C'è ancora una cosa che voglio chiedervi. È il mio vecchio padre ancora in vita?”. Oh!

E, osservate ciò che egli fece al piccolo Beniamino, il quale è una figura dei centoquarantaquattromila, come vedremo più avanti. Vedete, cosa fece egli? Egli proprio corse in fretta da Beniamino, gli si gettò al collo e cominciò ad abbracciarlo! Egli era il suo piccolo fratello, il quale era nato nella famiglia dopo che egli se n'era andato; nato da “sua” madre, la prima Chiesa, la Chiesa Ortodossa.

I centoquarantaquattromila sono nati durante la Sua assenza, mentre Egli era via per prendere la Sua Sposa Gentile. Oh, mamma! Non vi fa ciò proprio sentire qualcosa? Così, vedete chi sono essi? Eccoli lì.

269         Notate. Ora, benché essi cercarono di sbarazzarsi di Giuseppe, la sua grazia fu estesa a loro.

270         Benché essi cercarono di sbarazzarsi di Gesù, poiché essi furono accecati, ciononostante Egli torna indietro e dà a ciascuno di loro una veste bianca. Egli se li porterà dritti su, a Casa, comunque. Non fa alcuna differenza, poiché Egli ha detto: “Io li salverò tutti, comunque”. Vedete?

Ora, il verso 10. Notate, essi chiedevano “vendetta”. Vedete?

271         Ora, se quelli fossero stati la Sposa, essi sarebbero stati come Stefano: “Padre, perdonali!”. Vedete?

272         Ma questi sono Giudei, i quali sono appena venuti dentro. Vedete, essi chiedevano “vendetta”.

Notate, ancora, vedete; di nuovo Egli dice... Notate, essi non sono... Egli disse: “Essi sono i `tuoi fratelli'”, i Giudei. I cento...

Ora, essi volevano “vendetta”. Essi dissero: “Oh, noi vogliamo che... Noi vogliamo che giù lì Tu ci vendichi!”.

273         Egli disse: “Ancora solo un momento, ora; ancora solo un momento. Poiché...”. Lasciate ora che questo qui lo legga. Esso è il 10º verso. Benissimo:

Ed essi gridarono a gran voce, dicendo: “Fino a quando, O Signore, che sei santo e verace, aspetti per giudicare e vendicare il nostro sangue su coloro che abitano sulla terra?”.

E a ciascuno di essi furono date delle vesti bianche; e fu loro detto che si dovevano riposare ancora per una piccola stagione (Vedete? Cosa? Una piccola stagione), fino a quando i loro conservi...

274         Vedete? Ora, di chi si tratta? Si tratta dei profeti che stanno predicando ad Israele. Vedete?

...finché anche i vostri conservi...i vostri conservi ed anche i vostri fratelli, che devono essere uccisi...

275         Vedete: coloro ai quali è predestinato che sia fatto così. Vedete?

...che devono essere uccisi come furono loro, debbono essere compiuti.

276         Vedete? In altre parole, ciò è loro “predestinato”. Ciò è Scritturale che loro debbano farlo.

“Ed ora riposatevi solo ancora un pochino. Ora voi avete le vostre vesti; voi state andando a casa; così state semplicemente seduti lì un momento; vedete, aspettate solo ancora un momento”.

277         277      Ora, notate. Ora, notate: “I vostri `fratelli'”. “I vostri fratelli, che devono ancora essere uccisi”, il che significa i centoquarantaquattromila che devono ancora essere chiamati nella Tribolazione. I centoquarantaquattromila che sono chiamati...

278         Mi sarebbe piaciuto avere più tempo! Forse noi lo tratteremo domani sera, se piace al Signore, proprio prima che entriamo nell'altro Sigillo. Vedete? Inoltre...

279         Ora, osservate: essi devono essere martirizzati tramite l'“anticristo”. Noi questo lo abbiamo appena trattato, e abbiamo notato che, nella sua ultima cavalcata, egli rompe quel patto con quei Giudei che sono giù lì. Eccolo lì. Vedete?

280         Questi Giudei, i centoquarantaquattromila, devono essere chiamati fuori tramite i due testimoni di Apocalisse 11. Ora, ricordatevi: essi devono profetizzare.

281         Voi questo l'avete letto. Quanti hanno letto questo? Certo, lo sappiamo tutti, leggendo la Scrittura.

282         Ed essi profetizzano, questi due testimoni profetizzano, nel tempo della seconda metà della Settantesima Settimana di Daniele; cioè negli ultimi tre anni e mezzo.

283         Vi ricordate quando noi trattammo le Settanta Settimane di Daniele, che io dissi che noi avremmo avuto bisogno di quello quando saremmo venuti qui dentro? Io non sapevo perché, ma Qualcosa semplicemente mi disse che ne avremmo avuto bisogno. Ed eccoci qui. Sì. Vedete?

284         Notate: nel tempo di Daniele... Ora, ricordatevi: a Daniele fu detto che “Il Messia sarebbe venuto”, il Principe, anzi il Messia, “ed Egli avrebbe profetizzato. A Israele rimanevano ancora Settanta Settimane. E nel `mezzo' delle Settanta Settimane, il Messia sarebbe stato tagliato fuori, e il sacrificio giornaliero portato via”. È ciò esatto? “Però c'erano ancora determinate tre settimane e mezza”.

      In “questo” blocco, Egli prende la Sposa Gentile.

285         Ora, Lei va su. E quando Lei va su, sorgono due profeti, per “Israele”. Vedete?

286         Ed ora, quelle anime che sono state martirizzate giù fino a qui, giù di là, sono i veri e genuini Giudei, che avevano il loro nome sul Libro, i quali vissero una vita corretta e fecero la cosa giusta, vivendo il Giudaismo alla virgola. Essi furono martirizzati tramite Eichmann e molti altri. Gente onesta, a milioni giù di là, da quei Tedeschi furono fucilati a morte, e assassinati, e uccisi, e impiccati agli steccati, e bruciati, e cremati, ed ogni altra cosa. Quel cuore sanguinario e avido di Hitler, e Stalin, e Mussolini, e di tutta quella gente, ha odiato quei Giudei!

287         Io penso che quella è una delle cose che tiene unita questa Nazione, poiché essi hanno sempre rispettato il Giudeo, dandogli un luogo.

Tu onori il Giudeo, e Dio onorerà te.

288         Ora, c'è un gruppo di Giudei che sono dei rinnegati, proprio come lo sono i Gentili, allo stesso modo.

289         Ma del vero Giudeo, Dio ha messo il suo nome sul Libro prima della fondazione del mondo. Ed ecco che egli fu qui, assassinato giù in questo tempo. E, ricordatevi, pensate a questo ora, a come questo è perfetto!

Proprio subito dopo che quei milioni di Giudei, gente innocente, vennero scannati tramite le nazioni del mondo, qui la Scrittura dice che, proprio in questo tempo, ciascuno di loro era sotto all'altare, realizzando ciò che era accaduto, e a loro venivano date vesti bianche!

290         Ed essi dissero: “Ebbene, perché non possiamo ritornare nel regno proprio ora?”. Sapete, il regno Giudeo deve essere stabilito sulla terra. Giovanni disse che il regno era là, vedete, per essere stabilito.

Ora, questo è il Regno del “Vangelo”. Vedete?

291         Ma il regno dei Giudei sarà predicato tramite questi due profeti. Così, notate qui il regno della “terra”.

292         Il Regno del “Cielo” è predicato dai Giudei...anzi, intendo dire, ai Gentili.

293         Il regno qui sulla terra, deve essere stabilito su dopo, nel Millennio, il Millennio per i Giudei.

294         Ora, notate. Notate ora questo, qui, mentre essi stanno predicando.

295         Vedete, ancor prima che questi profeti sorgono sulla scena, questi Giudei che dovettero morire sotto Eichmann e gli altri, sono tutti quelli che furono predestinati, e a cui è data, per grazia, una veste bianca. A ciascuno di essi viene data una veste bianca.

Notate. Ora, cosa accade? Non appena ha luogo quello,...

296         Io sto tenendo d'occhio quell'orologio là dietro, ed io so che stiamo facendo tardi. Però io non voglio... [La congregazione dice: “No!”.—n.d.t.] Vedete, io noto quei poveretti che stanno lì all'impiedi! Dio vi aiuti, fratelli. Vedete, io spero che in quel giorno a ciascuno di voi venga data una veste bianca! [La congregazione si rallegra—n.d.t.] State all'impiedi, muovendovi avanti-e-indietro per cambiare posizione, con le gambe che vi fanno male; e alcuni di voi hanno lavorato per tutta la giornata. Io so che cosa ciò significa. E, guardate qui, alcune di quelle povere piccole vecchie donne stanno all'impiedi! Ho notato come alcuni di questi uomini hanno dato il posto alle donne; qualcun altro l'ha dato a qualche povera madre col bambino. Ed io tutto questo lo vedo, vedete, e sono sicuro che lo vede pure Lui.

Notate, però io non voglio trattenervi troppo a lungo. Se io riesco semplicemente a portarvi a vedere il Messaggio, quello è tutto ciò che io voglio che voi facciate. Vedete?

297         Ora, notate: questi Giudei... Io questo devo farlo, onde permettere che voi vediate la rivelazione di questo Sigillo; vedere che cosa Esso è, queste anime sotto l'altare, e chi essi sono.

298         Ora, notate. Ora, nel tempo di Daniele, la seconda metà della Settantesima Settimana. Ora, ricordatevi: il Messia doveva essere tagliato fuori nel “mezzo”, cioè nella “metà”. Ebbene, qual'è la metà di sette? [La congregazione dice: “Tre e mezzo”.—n.d.t.] Tre e mezzo. Per quanto a lungo predicò Cristo? [La congregazione dice: “Tre anni e mezzo”.—n.d.t.] Esatto. Ora: “Ma ci sono ancora determinati, per il popolo”, cosa? “altri tre anni e mezzo”.

299         Ebbene, durante questo tempo... Ebbene, vedete, ciò che avviene è che, la Sposa Gentile viene selezionata nelle Sette Epoche della Chiesa, e va su.

300         E quando Ella fa quello, tutti questi Giudei che furono martirizzati giù di là a motivo della cecità, e che giacciono sotto all'altare, Dio si fa avanti e dice: “Vedete di che si trattava? Ora Io do a ciascuno di voi una veste”.

      Essi dicono: “Fino a quando, Signore? Andremo noi dentro adesso?”.

301         Egli dice: “No, no, no, no. I vostri conservi, i Giudei, devono soffrire ancora un pochino. Essi devono essere martirizzati come siete stati martirizzati voi. La bestia deve prenderli, quando egli spezza il suo patto”.

302         Ora, notate. Ed ora notate, una volta... Ora, ricordatevi: questi profeti devono profetizzare secondo Apocalisse 11. Voi avete alzato le mani, per dire che l'avete letto, vedete. E a loro è dato potere di...

303         Or tra qualche minuto, se piace al Signore, noi vedremo chi essi sono, e noterete chi sono questi profeti. Ed ora... Questo lo dice la Bibbia qui. Certo che lo dice. Certo! Vedete?

304         Ora, notate: dunque nel mezzo di queste tre settimane e mezza, in cui essi profetizzano giù qui, come dice qui l'Apocalisse; essi profetizzano per milleduecentosessanta giorni.

305         Ora, il regolare calendario Giudeo, il regolare tempo del calendario di Dio, è esattamente di trenta giorni al mese. È il calendario Romano quello che ha ingarbugliato tutto. Il calendario regolare è di trenta giorni al mese.

306         Ora, se volete, prendete trenta giorni e moltiplicateli per tre anni e mezzo, e vedrete che è di trenta giorni. Ebbene, cosa otterrete? Milleduecentosessanta giorni. Milleduecentosessanta giorni sono esattamente tre anni e mezzo.

307         Ora, vedete, in questo non c'è errore. Eccolo lì, collima proprio assieme come una...combacia proprio bene assieme.

Notate, quei due profeti predicano per tre anni e mezzo, ai Giudei. In quel tempo vengono chiamati fuori i centoquarantaquattromila.

308         E poi, notate, questi due profeti sono esattamente Mosé ed Elia. Vedete?

Ora, guardate, guardate al loro ministero; osservate a ciò che questi profeti fanno. “Essi hanno potere di colpire la terra con una piaga, ogni volta che vorranno”. Chi fece questo? Mosé.

“Essi hanno potere di chiudere i cieli, tanto che nel giorno del loro ministero non piove”. Chi fu che chiuse i cieli per tre anni e mezzo? [La congregazione dice: “Elia”.—n.d.t.] Eccoli lì! Quelli sono loro!

309         Vedete, l'uomo, quando muore, egli non muta il suo status. Egli non muta il suo carattere. Vedete? Guardate, prima, quando...

310         Quando Saul si sviò, e nel Paese non c'era alcun profeta, egli non sapeva cosa fare; Egli era su contro a lui, e lui stava andando in battaglia. Allora egli andò dalla maga di Endor.

311         Ora, lei poté fare questo solo perché si era sotto al sangue dei tori e dei capri. E lei chiamò su lo spirito di Samuele.

312         E quando Samuele venne su, ecco che egli stava lì, nella sua veste di profeta! E non solo quello, ma egli era “ancora” un profeta. Disse: “Perché mi hai chiamato fuori dal mio riposo (vedete?), visto che tu sei divenuto nemico a Dio?”. Egli disse: “Domani sera a quest'ora tu cadrai in battaglia. E domani sera a quest'ora, tu sarai con me”. E quello è esattamente ciò che accadde. Vedete, egli era ancora un profeta! Vedete?

E questi individui sono “ancora” profeti!

313         Ora tra qualche istante noi in quello andremo ancora un pochino più in profondità, se piace al Signore. Vedete?

314         Oh, mamma, come io amo quella Parola! Non c'è da meravigliarsi se:

L'uomo non vive di solo pane, ma tramite ogni Parola che procede fuori dalla bocca di Dio.

315         Secondo le loro opere che vengono ripetute di nuovo, questi due profeti sono Mosé ed Elia. Il loro ministero è stato sempre quello. Ora, notate: agirono esattamente come essi fecero prima. Quello non li ha cambiati. Ricordatevi: questi individui non sono mai morti! Osservate questo ancora un momento.

316         Ora, non confondete... Prima che noi ci allontaniamo da questo, non confondete il tempo del “quinto” ministero di Elia col tempo del suo “quarto” ministero. Io ho continuato a dirvi, che la Chiesa Gentile sta guardando per Elia. Esatto.

317         E qui egli è su qui coi Giudei. Ricordatevi: egli non può venire “quattro” volte, poiché quello è il numero del nemico. Egli deve venire “cinque” volte.

318         La prima volta che venne, egli era Elia stesso. La volta successiva che venne, egli fu Eliseo. La volta successiva che venne, egli fu chi? Giovanni il Battista. La volta successiva che viene, è per il settimo angelo. E la “quinta” volta che viene, egli è su di là con Mosé, predicando a loro. [La congregazione si rallegra—n.d.t.] Sissignore. Non confondete questo!

319         “Cinque”, se voi conoscete la vostra numerologia della Bibbia, “cinque” è il numero della “Grazia operante”. E quello è ciò che Egli ha fatto.

Ora, osservate, volete sapere dove si trova questo? Fu Gesù una “opera di grazia”? J-e-s-u-s, cinque; O-p-e-r-a, cinque. È ciò esatto? “Opera in amore per te”. E se tu arrivi a Lui, come fai a venire, tramite cosa? F-e-d-e in O-p-e-r-a. È ciò esatto? “Opera” è il numero della grazia, esatto, per i credenti. [La parola “Fede” nella lingua inglese è composta da cinque lettere: Faith.—n.d.t.]

320         Notate: il primo Elia, fu lui stesso. Il secondo fu Eliseo. Il terzo fu Giovanni. Il quarto è il settimo angelo, ossia, l'ultimo messaggero alla Chiesa, secondo Malachia 4 e Apocalisse 10:7.

Ora, la quinta volta, egli è un messaggero ai Giudei, ai centoquarantaquattromila; ai Giudei, dopo che la Chiesa se n'è andata.

321         Io proprio mi sento un pochino strano! Vedete? Guardate, se qualcuno pensa... Io ora voglio che voi afferriate questo. Se qualcuno pensa ancora che Malachia 4, cioè il “restaurare il popolo”, è la stessa cosa che egli farà giù là ai Giudei, e pensa che è tutto una stessa cosa, allora permettimi un momento che io ciò per te lo raddrizzi. Vedete, ciò potrebbe essere un pochino confusionevole. Poiché, ricordatevi, in Malachia 4 dice:

Per volgere la Fede dei figli indietro ai padri.

Vedete, per riportarli ai padri.

322         Ora, lasciate che vi mostri la differenza del ministero. Se egli viene per volgere la Fede dei figli indietro ai padri, egli negherebbe Cristo. Egli andrebbe indietro alla Legge. È ciò esatto? I padri osservavano la Legge. L'avete afferrato? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.]

323         Notate: quando Elia viene per adempiere il suo ministero in Malachia 4, vedete, come Malachia 4, Elia è “solo”.

324         Ma quando egli viene per ministrare ai Giudei di Apocalisse 11, egli ha con sé Mosé. [Il fratello Branham batte le mani due volte—n.d.t.] Per cui non c'è alcuna confusione, nemmeno un pochino! L'afferrate? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.]

325         Quando viene l'Elia di Malachia 4, egli è da solo. “`Elia' verrà”; non Elia e Mosé. “Elia” verrà. Ma la stessa ispirazione che dice che Elia verrà per l'ultima parte dell'Epoca della Chiesa, per “restaurare la Fede dei figli indietro alla Fede originale dei padri”, cioè la Fede apostolica, alla quale voi siete tenuti a tornare. Poiché l'anticristo li ha trascinati tutti via da Essa. “Restaurare”, per collegare assieme tutto il resto delle Scritture. Vedete, egli viene da “solo”. Vedete?

326         Ma quando egli viene alla Chiesa, la Bibbia...ossia quando viene ai centoquarantaquattromila, la Bibbia CHIARAMENTE afferma, che di loro ce ne sono “due”, non uno. “Due” di loro! E tanto per iniziare il suo ministero non è di prendere i Giudei e portarli indietro alla Legge, poiché egli viene predicando Cristo ai centoquarantaquattromila. Amen! [La congregazione giubila—n.d.t.] “EccoLo lì, quello è il Messia che venne tagliato fuori!”. Amen! Ecco cos'è! Per cui non avete d'essere confusi. Ciò non è confusionato. La Scrittura non mente, nemmeno un pochino.

327         Gloria! Oh, quando io vidi quello, io cominciai a saltare! Io dissi: “GRAZIE, SIGNORE!”, quando io osservavo ciò che avveniva là fuori. Vedevo quell'Elia che veniva là fuori per quella prima epoca, da solo; egli era da solo. Poi quando io vidi che egli veniva di nuovo, su di là da qualche altra parte, là di loro ce n'erano “due”, quando quello ebbe luogo. Dissi: “Eccolo lì! Ecco cos'è, Signore. Amen! Io ora lo vedo! Alleluia!”. [La congregazione giubila—n.d.t.]

328         Se io non avessi menzionato questo, forse per qualcuno ciò sarebbe stato un pochino confusionato. Ma Egli mi disse di menzionarlo, e così ho fatto.

329         Notate: questi uomini sono tenuti vivi da Dio col loro ministero originale, per un futuro servizio; poiché in questo essi servirono molto bene. Vedete?

Pensate: quello Spirito di Elia ministra per cinque volte. Mosé due volte.

Cosa? Tenuti in vita, per un ulteriore servizio.

330         Ora, nessuno di loro è morto; non credete a quello. Essi furono visti entrambi vivi, che parlavano con Gesù sul Monte della Trasfigurazione. Però, ricordatevi: essi devono morire.

331         Ora, Mosé in pratica morì. Però egli risorse, poiché egli è una perfetta figura di Cristo. Vedete? Nessuno ha mai saputo dove egli fu seppellito. Gli Angeli vennero e se lo presero. Vedete, come becchini egli ebbe gli Angeli! [La congregazione ride—n.d.t.] Uh-huh. Perché? Perché nessun uomo mortale poteva portare lui dove egli stava andando! [La congregazione giubila—n.d.t.] Egli passò semplicemente attraverso una “scena”, tutto qui. Come becchini egli ebbe degli Angeli, vedete, poiché Essi lo portarono dove egli era destinato ad essere.

332         Nessuno sa dov'è. Perfino Satana non lo sa, e per questo egli fece disputa con l'Arcangelo! Proprio così. Egli non riuscì a capire cosa accadde a Mosé! “Io lo vidi su di là che tremava. Lo vidi che guardava su verso il Paese, poi guardava indietro verso i figli, e via dicendo; lo vidi che tremava. Poi egli saltò su sopra la Roccia, e quella fu l'ultima volta che io lo vidi!”. [La congregazione giubila e ride assieme al fratello Branham —n.d.t.]

Quella è la Roccia! Quella è la Roccia! Lasciate che io stia su quella Roccia, alla fine della mia strada! Sissignore.

333         Ora, i miei fratelli di colore di solito venivano su qui e cantavano un piccolo cantico: “Se io potessi, io di certo starei su quella Roccia dove stette Mosé”. Sissignore! Oh, quella è la Roccia sulla quale pure io voglio stare! Per fede io sto là.

334         Ma, ricordatevi: Elia divenne semplicemente stanco, poiché egli era molto carico di lavoro! [Il fratello Branham fa pausa e la congregazione scoppia a ridere—n.d.t.] Per cui egli era piuttosto esausto, e così Dio lo mandò a prendere per portarlo a Casa, proprio così; gli mandò un carro. È ciò esatto? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.] Lo portò su. Egli non morì mai, poiché Egli lo tenne vivo; Egli in futuro aveva un lavoro per lui, quello di ungere ancora un altro uomo, vedete, affinché venga avanti nel suo Spirito.

Però essi devono gustare la morte.

335         Ora, Apocalisse, l'11º capitolo. Ora, andiamo... Oh, c'è l'ho già qui! Trattiamo questo un pochino; Apocalisse 11. Osservate e vedrete se essi non vengono uccisi entrambi. Sissignore, entrambi loro devono gustare la morte. Sissignore, dopo che il loro ministero è finito, essi gustano la morte. Apocalisse 11, e iniziamo dal 7º:

E quando essi avranno finito la loro testimonianza, la bestia che sale fuori dal fosso senza fondo, farà guerra contro di loro,...

336         Oh, mamma, egli non riesce a sopportarli! “Guardate, quei santi rotolanti sono tornati di nuovo!”. [La congregazione ride—n.d.t.] Benissimo.

...fuori dal fosso senza fondo, farà guerra contro di loro, li vincerà e li UCCIDERÀ.

337         Però osservate ciò che accade. Essi ora vengono descritti perfettamente.

E i loro corpi morti giaceranno nella strada, nella strada della grande città, che spiritualmente è chiamata Sodoma ed Egitto, dove anche il nostro Signore fu crocifisso. (Gerusalemme, vedete).

338         Ora, essi devono gustare la morte, non è vero? Esatto, dopo che il loro ministero è finito.

339         Ebbene, perché il ministero del settimo angelo, il ministero del settimo angelo, cioè il ministero di Elia al settimo angelo, non... Anzi, quello che sto cercando di dire è: perché allora il ministero del settimo angelo non può essere tramite Mosé, se egli è immortale, allo stesso modo in cui esso può esserlo tramite Elia? Perché Dio non dice semplicemente: “Elia, tu hai lavorato così duro, hai fatto ogni cosa in questi diversi posti. Io credo proprio che manderò giù Mosé”?

340         Ebbene, guardate al ministero di Mosé. Elia fu un profeta per “tutte le nazioni”; però Mosé fu un legislatore “solo per i Giudei”.

Mosé è lì per dire... La ragione per la quale egli viene con Elia, è perché quei Giudei dicono: “Aspetta, noi qui stiamo ancora osservando la Legge”. Ma qui sta Mosé IN PERSONA; e qui c'è Elia che sta con lui! Ah-ah-ah! Vedete, egli viene soltanto ai Giudei. Vedete? Mosé andò solo ai Giudei; il profeta Elia fu per tutte le nazioni. Ma Mosé divenne un profeta ai “Giudei”, e un legislatore. Vedete, quello fu il suo Messaggio: la Legge.

341         Ma per chi fu il Messaggio di Elia? Per le donne coi capelli tagliati; per le denominazioni. [La congregazione giubila—n.d.t.] Sissignore. Ed egli li fece veramente a pezzi. Alle facce pitturate disse: “Voi sarete date in pasto ai cani”. Egli fu proprio duro con loro!

342         E poi quando il suo Spirito venne su Giovanni, egli venne dritto fuori dal deserto e fece la stessa cosa. Esatto. Disse: “Non pensate che noi apparteniamo a questo o a quello. Dio è in grado di suscitare figli ad Abrahamo da queste pietre”.

343         Andò su per la strada, e disse: “E tu vuoi dirmi che hai sposato tuo cognato?”. Disse: “NON È LECITO che tu faccia quello!”. Oh, fratello! Sheuh! Egli glielo disse. Certo.

344         Notate: queste anime devono aspettare una piccola stagione, finché siano martirizzati i centoquarantaquattromila. Oh, non è ciò...non mette ciò semplicemente la Bibbia insieme?

345         Ora il mio tempo è esattamente finito; se io avessi finito prima... Ma io ho solo un po' di altre cose da dire, se voi riuscite a resistere. [La congregazione dice: “Vai avanti!”.—n.d.t.] Lo so che fa caldo; ed io sto sudando.

346         Ma, ascoltate, io ho solo qualcosa da dirvi. Essa è proprio così buona, tanto che sta proprio bruciando nel mio cuore. Io spero che voi non l'abbiate dimenticata, vedete. Lasciatemi dire questo, alla Presenza di Lui: per la Sua grazia, non molto tempo fa Egli mi ha anche fatto vedere il mio popolo, in vesti bianche. Ve lo ricordate? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.] Vi ricordate la storia? [“Amen!”.] Non è stato molto tempo fa. La Sposa Gentile; essi sono Là ora. Essi erano tutti in vesti bianche.

347         Io mi ero appena svegliato. Io ero stato in una riunione. Ciò è stato circa un anno fa, o poco più. Una mattina mi svegliai, e mi alzai su. Ed io dissi a mia moglie: “Tesoro!”. Lei non si mosse. I bambini dovevano quasi alzarsi per portarli a scuola, su qui nel vecchio locale. Beh, io mi sollevai sul letto, sapete, e mi appoggiai. Voi sapete come; ti alzi e appoggi la tua testa dietro nella testiera. Noi abbiamo uno di quei letti all'antica.

348         E così io semplicemente mi appoggiai in quel modo, e pensai: “Ehi, ragazzo, tu hai già cinquantatré anni! Se tu vuoi fare qualcosa per Dio, è meglio che cominci a farla, poiché tra un po' tu stai per diventare troppo vecchio!”.

349         Ed io pensai: “Sai, ora, quello è giusto”. Io pensai: “Ehi, ragazzo, sai, io non ne sono molto lontano. Io devo fare in fretta!”. Io dissi: “Io sono un anno più vecchio di quanto visse mio padre!”. Vedete? Io pensai: “Io dovrò andarmene via molto presto”. Io pensai: “Ecco qui, io non ho ancora fatto niente per Dio! Io pensai: “Io ho sempre voluto fare qualcosa per Lui”. Io pensai: “Io devo sbrigarmi a farlo, se devo farlo. Però io non so proprio come dovrò farlo! Tutto qui”.

350         Io pensai: “Ehi, spero di vivere a lungo da vedere Lui che viene. Io non voglio essere uno spettro, o uno spirito”.

351         Vedete, io ho sempre avuto paura di essere uno spirito. Ed ora, voi sapete, quel tipo di... Io ho sempre pensato come: se io incontrerò il fratello Neville, ed egli sarà come una piccola nuvoletta bianca che si muove attorno, sapete, io gli dirò: “Ehi, fratello Neville!”. [La congregazione ride—n.d.t.] Ed egli mi dirà: “Ehi, fratello Branham!”, tramite qualche altro senso; poiché egli non potrebbe parlare. Però io semplicemente saprei che quello è il fratello Neville. Mi piacerebbe potergli dare la mano, come faccio sempre! Però tutto quello che saprei è che è un essere umano. Vedete, mi piacerebbe potergli dare la mano, però lui non ha alcuna mano; essa è giù nella tomba, putrefatta. Vedete?

Oh, mamma! Io spero di non passare attraverso quello!

352         Ora, io ero... Io ora vi sto dicendo la verità: io avevo paura di morire. Non paura di essere perduto; ma io non volevo essere uno spirito. Io volevo rimanere un uomo. Io volevo aspettare per il Rapimento, vedete. Io proprio volevo rimanere in quel modo. Io non volevo essere alcun spirito, che gira attorno.

Io stavo appoggiato là, pensando a quello.

353         E, tutto ad un tratto, ci fu qualcosa che accadde.

354         Ora, voi sapete, e tutti voi ne siete a conoscenza, circa le visioni. E se questa era una visione, io non ne ho mai avuta una simile, vedete. Ed io ne ho avute sin da quando ero un piccolo ragazzino.

355         E, tutto ad un tratto, qualcosa accadde. Ed io sentii me stesso che me ne andavo. Io pensai: “Oh-oh!”. Ed io pensai: “Io sono già morto, vedi, e me ne sto andando su”. [La congregazione ride—n.d.t.] Vedete?

356         Ed io arrivai a un certo posto, e pensai: “Io credo che mi volterò”. Amici, ciò era così reale com'è vero che io sto qui! Ed io mi voltai per guardare indietro, ed ecco che ero lì, coricato sul letto; io ero disteso, accanto a mia moglie.

357         Io pensai: “Bene, probabilmente ciò è stato un attacco cardiaco”. Vedete? [La congregazione ride—n.d.t.] Io pensai: “Beh, vedi, io proprio sono morto istantaneamente”, cosa che sarebbe una buona maniera per andarsene. Così pensai: “Quello è stato un attacco cardiaco. Io non ho nemmeno sofferto”. Io guardai, e pensai: “Beh, ora quello è strano. Io giaccio lì, e mi trovo pure qui!”.

358         Così io mi voltai, e vidi qualcosa come un grande prato, proprio come un grande disteso prato di erba blu. Ed io dissi: “Beh, mi chiedo cosa sia questo?”.

359         E, tutto ad un tratto, mentre io guardavo, ecco qui venire MIGLIAIA e MIGLIAIA di giovani donne, tutte in vesti bianche, coi capelli che pendevano giù fino ai loro fianchi, scalze; ed esse correvano dritte verso di me. Io pensai: “Ora, che cos'è questo?”.

360         Io mi rigirai, guardai  dietro, ed ecco che ero lì; riguardai su da questa parte, e c'erano loro che venivano. Mi morsi il dito e pensai: “Io non sono esattamente addormentato, perché posso sentire”. Ed io dissi: “Beh, qui c'è qualcosa di strano”.

361         E tutte queste donne vennero correndo. Ed io non ho mai visto donne così carine! E tutte loro vennero di corsa su da me. E quando esse arrivarono da me...

362         Voi sapete come io sono stato piuttosto... Loro mi chiamano “odiatore di donne”, però io non lo sono, vedete. [La congregazione ride—n.d.t.] Ma io semplicemente penso che una donna buona è un gioiello. Però io penso anche che una donna non buona è, come dice Salomone: “Acqua nel tuo sangue”. Per cui di certo io non ho buone maniere per le donne malfamate o civette.

363         E così tutte queste donne vennero, ed esse cominciarono ad abbracciarmi. Ora, quello è insolito. Voi sapete che quello io non lo tollererei. Così, ed esse erano... Ora, io dovrò dire questo in un certo modo così che... Io sono tra una folla mista. Ma esse erano donne! Esse erano donne. E ciascuna di loro mi abbracciò, dicendo: “Nostro prezioso fratello!”. E una mi abbracciava, poi mi abbracciava l'altra.

364         Io stavo là, e guardavo. Io pensai: “Ebbene, ora, che cos'è questo?”. Vedete? E stando là, pensai: “Che cosa è successo?”. Guardai di nuovo giù, ed ecco che ero lì, disteso giù ; ma ero anche qui. Pensai: “Ora, questo è strano. Io questo non lo comprendo!”.

365         E quelle donne dicevano: “Oh, il nostro prezioso fratello!”, e mi abbracciavano. Ora, esse erano donne in tutti i sensi!

366         Ora, perdonatemi, sorelle, se io dico questo, poiché... Ma voi date ascolto al vostro dottore! Or se noi non abbiamo delle menti pulite, allora non siamo Cristiani. A me non importa...

367         Io sono sempre vissuto pulito, Dio questo lo sa. Quando io ero un piccolo ragazzo, l'Angelo del Signore mi disse di non insozzare il mio corpo col fumare o col bere; e ciò è vero, per la grazia di Dio io quello l'ho osservato. Quando ero un peccatore, io non sono andato in giro con donne. E così...

368         Ma qualunque uomo che lascia finire una donna tra le sue braccia, essendo che lui è fatto di cellule maschili e lei di cellule femminili, avviene una sensazione; non m'importa chi tu sia. Ora, non dirmi di no, se tu sei una persona in ottima salute.

369         Questo però Là non c'è, poiché lì tu non hai più cellule differenti. Tu Là non pecchi più, poiché c'è stato un mutamento. In quelle donne non c'era altro che semplicemente “amore fraterno”.

370         Ma se esse guardano alla grazia, allora io penso che una donna, una bella donna che tiene se stessa nel giusto, e cammina come una signora, lei sulla terra è un gioiello esemplare. A me piace ogni cosa che è graziosa. Io penso che una donna che tiene il suo posto, e cerca di essere una signora, è una statua d'onore. Io questo lo credo. Ed io penso che una che non lo è, ciò è proprio come Cristo e l'anticristo; la stessa cosa.

371         A me piace ogni cosa che è naturale. A me piace un bel cavallo, che rimane semplicemente nel suo stato di un vero bel cavallo. Come pure ogni altra cosa simile: una bella montagna, belle donne, bei uomini; ogni cosa che rimane come Dio l'ha fatta, io l'ho sempre ammirata.

372         E queste erano perfette! E non importava quanto esse mi avessero preso tra le loro braccia (ed esse erano donne! Voi comprendete), lì non poteva mai esserci alcun peccato. Le ghiandole maschili e le ghiandole femminili se n'erano andate entrambe. [Il fratello Branham batte le mani una volta—n.d.t.] Grazie al Signore! Esse erano mie sorelle, completamente.

373         Io guardai e cominciai... Io guardai le mie mani, e vidi che esse erano tutte così giovani! Ed io guardai, ed ero giovane pure io!

374         E sin da giovane io ho perso i miei capelli, poiché il barbiere mi ha messo dell'acido fenico, e me li ha fatti cadere tutti quando ero appena un ragazzo. E ciò per me ha comportato qualcosa, cioè prendo subito il raffreddore, poiché, sapete, il mio cuoio capelluto è ancora soffice. Ora le radici dei capelli sono ancora lì, però esse sono state bruciate dall'acido fenico, e così i capelli non potranno mai più crescere, vedete.

375         E, molti anni fa, mia moglie andò a prendermi un pezzo di parrucca da portare; un pochino di capelli, da mettere su, e coprire così la mia testa. Ma io mi sono sempre vergognato di portarla, poiché ciò sembrava che fosse qualcosa di falso. Ed io non voglio avere niente di falso.

376         E così io pensai: “Io mi metterò su semplicemente un berretto di lana”. [La congregazione ride—n.d.t.] Così per un po' lo feci. Sapete allora cosa fecero essi? Essi mi volevano chiamare “vescovo”. Allora io dissi: “Io non voglio essere...”. [La congregazione scoppia a ridere—n.d.t.] Vedete? Io dissi: “Lascialo perdere”.

377         Così io devo proprio soffrire dei brutti raffreddori, e lasciare che... Ed ora, non appena voi alzate un pochino quelle finestre, ed entra quel pochino di aria, ecco che subito lo prendo.

378         Ed io andai da un dottore e gli chiesi cosa ne pensasse lui. Egli disse: “Beh, vede, i suoi pori sono aperti. Col predicare lei suda, poi viene quell'aria, mette un germe freddo su lì nel muco, ed esso corre giù nella sua gola. La mattina seguente lei è rauco. Ecco cos'è”.

379         E così, oh, mamma, voi che avete capelli non sapete quanto grati dovreste essere per averli! Proprio così. Vedete?

380         Ebbene, io dunque ora sto scoprendo che se in uno di questi giorni non avrò i miei denti, io dovrò averne alcuni di quelli, o stare senza denti!

381         Così se qualcuno... Ebbene, io non penso che ciò debba essere diversamente per un uomo; se egli vuole portare una parrucca, ciò sarebbe la stessa cosa come per una donna portare uno di questi topi o ratti, o come chiamano quello che esse mettono nei loro capelli, per tirarli su. Vedete? [La congregazione ride—n.d.t.]

Ma, naturalmente, se tu lo fai, ciò dipende dal motivo per cui lo fai. Vedi? Ciò dipende per quale motivo tu lo fai. E così...

382         Ma, comunque, stando là, io mi toccai e sentii che avevo di nuovo i miei capelli. Mamma, io ero giovane! E questi, tutti questi giovani! Ed io pensai: “Non è questo strano? Qui essi sono...”. Ed essi stavano tutti correndo...

383         Ed io guardai, e vidi Hope che veniva. Sapete, lei morì a ventidue anni. Lei era ancora bella proprio come non mai! Molti di voi se la ricordano; con quei grandi occhi neri. Lei era tedesca. I suoi capelli neri che pendevano giù sulle sue spalle. Io pensai: “Ora, quando lei arriverà qui, lei dirà: `Billy!'. Lo so che lei lo farà. Lo so che lei dirà: `Billy!', quando lei arriverà qui”.

384         Io stavo osservando. E ciascuna di queste donne veniva e mi abbraciava, dicendo: “Oh, prezioso fratello, noi siamo così felici di vederti!”. Io pensai... Ognuna era vestita proprio allo stesso modo, però i loro capelli erano diversi, sapete; capelli rossi, e capelli neri, e capelli biondi. Ed esse si avvicinavano, ed erano tutte giovani.

385         E quando lei arrivò da me, io pensai: “Io proprio voglio vedere cosa dirà lei”.

386         E lei guardò su a me, e disse: “Oh, nostro prezioso fratello!”. Lei mi abbracciò, e passò semplicemente oltre, lasciando alla prossima donna che veniva di abbracciarmi.

387         Ed io udii un rumore. Ed io guardai su da questa parte, ed ecco venire un gruppo di uomini, dei giovani, tutti dell'età di circa vent'anni. Essi avevano capelli neri, e capelli biondi. E tutti loro avevano addosso vesti bianche, ed erano scalzi. Ed essi corsero da me e cominciarono ad abbracciarmi, dicendo: “Prezioso fratello!”.

388         Io pensai di rigirarmi, ed ecco che ero lì, ancora disteso lì. Ed io pensai: “Beh, questo ora è strano!”.

389         E proprio allora una Voce cominciò a parlarmi. Io non vidi mai la Voce. Essa disse: “Tu sei stato raccolto...tu sei stato raccolto al tuo popolo”. Ed allora alcuni uomini mi presero su, e mi misero su in alto, su una grande ed alta cosa come questa.

Io dissi: “Perché fate questo?”.

Dissero: “Sulla terra tu sei stato un conduttore”.

Ed io dissi: “Ebbene, io questo non lo comprendo!”.

390         E quella Voce mi parlava. Io non vidi mai la Voce. Ora, Essa era proprio sopra di me, che mi parlava,

391         Io dissi: “Ebbene, se io sono passato di qua, allora voglio vedere Gesù”. Io dissi: “Egli è stato buono per tutta la mia vita. Io voglio vederLo!”.

E così Egli disse: “Tu non puoi vedere Lui ora. Egli è ancora più in alto”.

392         Vedete, mi trovavo ancora sotto l'altare, vedete, nel sesto posto, dove vanno gli uomini, vedete; non nel settimo, dov'è Dio, la settima dimensione, ma nella sesta.

393         Ed essi erano tutti là, che passavano. E sembrava proprio che ce ne fossero milioni di loro! Io non avevo mai visto così... E quando io mi sedetti là, queste donne ed uomini continuavano a correre e ad abbracciarmi, chiamandomi “fratello”. Ed io mi sedetti là.

394         Ed allora quella Voce disse: “Tu sei stato raccolto al tuo popolo, come Giacobbe fu raccolto al suo popolo”.

Io dissi: “Sono tutti questi mio popolo? Sono tutti questi dei Branham?”.

Egli disse: “No. Essi sono i tuoi convertiti a Cristo”.

395         Io guardai attorno, e ci fu una donna proprio carina che corse su. Lei assomigliava quasi alle altre. Lei gettò le sue braccia attorno a me, e disse: “Oh, mio prezioso fratello!”.

396         Lei mi guardò, ed io pensai: “Mamma, lei assomiglia ad un Angelo!”. E lei passò oltre.

     E quella Voce disse: “Non l'hai riconosciuta?”.

     Io dissi: “No, non l'ho riconosciuta”.

397         Disse: “Tu la guidasti a Cristo quando lei aveva passato i novant'anni”.

     Disse: “Sai perché lei ti pensa così tanto?”.

     Io dissi: “Quella bella ragazza aveva più di novant'anni?”.

     “Sì”.

398         Disse: “Lei ora non cambierà mai più”. Disse: “Ecco la ragione perché lei ti sta dicendo: `Prezioso fratello!'”.

399         Io pensai: “Oh, mamma! Ed io avevo paura di questo? Ebbene, queste persone sono reali!”. Essi non stavano andando da qualche altra parte; ed essi non erano stanchi di stare Là!

     Ed io dissi: “Beh, perché io non posso vedere Gesù?”.

400         Disse: “Ebbene, ora, un giorno Egli verrà. Ed Egli verrà prima a te, ed allora tu verrai giudicato”.

Disse: “Questa gente sono i tuoi convertiti, quelli che tu hai guidato”.

401         Ed io dissi: “Intendi dire che io sono una guida, e che Egli mi giudicherà?”.

Disse: “Sì”.

402         Ed io dissi: “Deve ogni guida essere giudicata in quel modo?”.

     Disse: “Sì”.

     Io dissi: “Cosa circa Paolo?”.

     Egli disse: “Egli dovrà essere giudicato coi suoi”.

403          “Beh”, dissi io, “se il suo gruppo va dentro, allora entrerà pure il mio, poiché io ho predicato esattamente la stessa Parola”. [La congregazione giubila—n.d.t.]

     Io dissi: “Dove egli battezzò nel Nome di Gesù, io lo feci pure. Io ho predicato...”.

404         E MILIONI gridarono tutti assieme, dicendo: “NOI CI STIAMO RIPOSANDO SU QUELLO!”. [La congregazione giubila—n.d.t.]

405         Io pensai: “Mamma!, se solo avessi saputo questo prima che io venissi qui, avrei fatto di tutto per far venire le gente qui! Essi non possono permettersi di mancare Questo! Ebbene, guarda qui!”.

406         Ed allora Egli disse: “Ora, un giorno Egli verrà, ed allora...”. Ora, lì dentro noi non mangiamo, né beviamo o dormiamo. Noi siamo semplicemente tutti uno!

407         Ebbene, ciò non è perfetto; ciò va oltre la perfezione! Ciò non è sublime; ciò va oltre al sublime! Non c'è nome col quale tu possa descriverlo. Non ci sono parole nel vocabolario per dire questo. Tu sei semplicemente arrivato; quello è tutto.

408         Ed io pensai: “Beh, questo sarebbe perfetto! E poi, cosa faremo noi prossimamente?”.

409         Disse: “Poi, quando verrà Gesù, ed Egli ti giudica per il tuo ministero, allora noi ritorneremo sulla terra per prendere i nostri corpi”. Ebbene, io allora non avevo mai pensato riguardo a questo, ma ciò è esattamente secondo la Scrittura.

Disse: “Allora noi ritorneremo sulla terra e prenderemo i nostri corpi, e allora mangeremo. Qui noi non mangiamo, e neppure dormiamo”. Disse: “Noi mangeremo giù lì, quando torneremo sulla terra”.

410         Io pensai: “Mamma, non è ciò meraviglioso? Oh, mamma! Ed io che avevo paura di questo! Perché avevo io paura di morire, per venire a questo? Ebbene, questo è perfezione più perfezione più perfezione! Oh, questo è meraviglioso!”.

411         Vedete, noi ci trovavamo proprio sotto all'altare. Vedete? Ecco cos'era, vedete, proprio sotto all'altare, aspettando per la Sua Venuta; aspettando che Lui venga a prendere coloro che si sono addormentati, i cui corpi stanno dormendo nella polvere, per risuscitarci di nuovo; per venire a risuscitarci.

412         Come Gesù che venne attraverso il paradiso, e portò su Abrahamo, Isacco, e tutti coloro che stavano aspettando la prima risurrezione. Poi essi entrarono nella città ed apparvero a molti.

413         Ciò era perfettamente Scritturale. Se quella fu una visione, o quello che era, ciò fu perfettamente Scritturale.

414         Ed io dissi: “Ebbene, non è ciò meraviglioso?”. E dunque io pensavo: “Non è ciò meraviglio...?”.

415         E sentii qualcosa che sbuffava, come fa un cavallo. Ed io guardai, ed ecco lì il mio piccolo cavallo da sella che io di solito cavalcavo, il piccolo Prince; io avevo pensato così tanto a lui! Ed ecco che era qui; stava lì a fianco a me, e mise la sua testa sulla mia spalla, per accarezzarmi. Di solito io gli davo dello zucchero, sapete. Io lo abbracciai e gli dissi: “Prince, lo sapevo che tu saresti stato qui”.

Io sentii qualcosa che leccava la mia mano. Ecco lì il mio vecchio cane nero.

416         Quando giù qui il sig. Short me lo avvelenò, io giurai che per questo avrei ucciso il sig. Short. Io avevo circa sedici anni. Egli me lo avvelenò, dandogli un boccone avvelenato. E mio padre mi trovò con un fucile, mentre andavo giù alla stazione di polizia per sparargli. Io dissi: “Io lo ucciderò”. Io dissi: “Ebbene,...”. Io andai su alla tomba del cane, e gli dissi: “Fritz, tu per me sei stato come un compagno. Tu mi stavi vicino e mi accompagnavi a scuola. Quando sei divenuto vecchio, io mi sarei preso cura di te. Ora essi ti hanno ucciso”. Io dissi: “Ti prometto, Fritz, che egli non vivrà”. Io dissi: “Te lo prometto: egli non vivrà! Prima o poi io lo troverò che cammina per la strada, allora gli salterò addosso, vedi”. Ed io dissi: “Io ti vendicherò”.

417         Ma, sapete cosa? Io guidai quell'uomo a Cristo, lo battezzai nel Nome di Gesù, e alla sua morte gli feci il funerale.

Due anni dopo quello io mi convertii, allora io cominciai a vedere le cose in modo diverso, vedete; io lo amai anziché odiarlo.

418         Così, dunque, comunque là c'era Fritz che stava là, leccandomi la mano.

419         Ed io guardavo. Io non riuscivo a piangere! Nessuno poteva piangere. Esso era tutto gioia! Tu non potevi essere triste, poiché lì era tutto felicità. Tu non potevi morire, poiché lì era tutto Vita. [La congregazione giubila—n.d.t.] Vedete? Non potevi diventare vecchio, poiché era tutto giovane. E quello era semplicemente perfetto!

Io pensai: “Oh, non è questo meraviglioso?”. E tutti quei milioni di... Oh, mamma! Io mi trovavo proprio a casa! Vedete?

420         E proprio allora io sentii una Voce. Ed Essa gridò, dicendo: “TUTTO CIÒ CHE TU HAI AMATO...”, quello era la ricompensa per il mio servizio.

Io non ho bisogno di alcuna ricompensa. Egli disse: “TUTTI quelli che tu hai amato, e tutti quelli che ti hanno amato, Dio te li ha dati”.

Io dissi: “Lode al Signore!”.

421         Io mi sentii strano. Io pensai: “Che mi succede? Io mi sento strano!”. Io mi voltai e guardai, e sul letto il mio corpo si stava muovendo. Io dissi: “Oh, io non voglio tornare indietro! Certo, non-non lasciarmi andare!”.

422         Ma il Vangelo doveva essere predicato! E proprio in un secondo, io ero di nuovo sul letto, vedete, in un attimo.

423         Non più di circa due mesi fa, voi questo l'avete letto nella rivista degli Uomini d'Affari, la Voce. Ciò è andato per tutto il mondo, vedete. E il fratello Norman di qui (io suppongo che egli sia qui da qualche parte) lo ha tradotto da lì, e l'ha mandato in ogni parte in forma di foglietti. E dei ministri hanno scritto, molti di loro, dicendo...

424         Uno di essi (vi dirò solo questo, poiché ce ne sono stati centinaia di loro) subito disse: “Fratello Branham, la tua visione è nella Voce degli Uomini d'Affari!”.

425         Ed io apprezzo Tommy Nickels, benché egli non sia più con gli Uomini d'Affari. Io non so perché, ma egli non è più con loro. Però fu lui che mise ciò dritto lì dentro, proprio in quella rivista trinitariana, dove dico: “Ebbene, siccome Paolo battezzò nel Nome di Gesù, e comandò al popolo di fare lo stesso, io ho fatto lo stesso”. Vedete, egli mise ciò proprio nel modo in cui lo dissi. Vedete? Ed allora io pensai: “Mamma!”.

426         Questo ministro scrisse, dicendo: “Fratello Branham, la tua visione...”. Cosa che avrebbe potuto essere una visione.

427         Ora, io non voglio dire “traslazione”. Se Paolo... Se io sono stato preso su in questo primo Cielo e ho visto quello, cosa riguardo a Paolo che fu preso su fino al terzo Cielo? Cosa a riguardo? Egli disse che a riguardo non poteva perfino parlarne! Vedete, se egli fu portato su... Se ciò è stato un essere portato su, io non lo so. Io non so dirlo. Io quello non so dirvelo.

428         Ma questo ministro disse: “Fratello Branham, la tua visione suonava molto Scritturale e a posto, fino a quando tu non parlasti circa quel cavallo che era lì”.

     Disse: “Un cavallo in Cielo?”.

     Ora, vedete quella mente e sapienza dell'uomo ecclesiastico? Vedete?

     Egli disse: “Il Cielo fu fatto per gli esseri umani, non per i cavalli”.

429         Ebbene, io mi sedetti giù. Billy, mio figlio qui, mise la lettera qui nell'ufficio della vecchia chiesa; ciò fu circa tre o quattro mesi fa.

430         Io dissi: “Mio prezioso fratello, io sono sorpreso della tua sapienza, e della tua conoscenza della Scrittura. Io NON HO DETTO che fui in Cielo. Io ho detto che fui in un posto come il Paradiso, poiché Cristo era ancora più in alto. Vedi?”. Ed io dissi: “Ma se ciò può soddisfarti, vieni su in Apocalisse 19. E quando Gesù viene fuori dai CIELI DEL CIELO, Egli cavalca su un cavallo bianco, e tutti i santi sono assieme a Lui cavalcando su cavalli bianchi!”. [La congregazione giubila grandemente—n.d.t.] Esatto! Assolutamente. Sì, certo.

431         E su in quello stesso Luogo, c'era uno che assomigliava ad un'Aquila, e uno assomigliava ad un Bue, e... Oh, mamma! Dove sono quei cavalli che vennero per prendersi Elia? [La congregazione giubila—n.d.t.] Vedete, quello semplicemente dimostra che la mente umana vuole sempre qualcosa su cui obiettare. Proprio così.

432         Ora, notate. Ma io stavo semplicemente pensando come questo prezioso e santo fratello Giovanni...

     Io semplicemente pensai che questo sarebbe stato un buon punto dove iniettare quello, proprio prima di terminare.

     Vedete, se Giovanni guardò su di Là, e quelli erano dei suoi fratelli, vedete, i “suoi” fratelli, che dovevano soffrire ancora un pochino; allora, vedete, il Signore Iddio permise a me di vedere i “miei” fratelli, e i santi che stanno aspettando per la Venuta del Signore.

     Notate, essi non erano sotto all'altare del sacrificio; i miei non lo erano. Ma questi lo erano; essi erano martiri. Vedete, i miei non erano sotto all'altare dei martiri.

433         Ora io voglio che voi ascoltiate molto attentamente, ed io terminerò veramente tra circa dieci minuti, alle dieci; anche se ciò devo tagliarlo e finirlo domani.

434         Guardate: essi non erano... Coloro che il Signore mi mostrò, la Sposa, Lei non era sotto il blocco dei martiri, sapete, l'altare di sacrifico dei martiri; ma avevano ricevuto vesti bianche, tramite l'aver accettato la grazia perdonatrice della vivente Parola. Cristo aveva loro dato una veste bianca.

435         Io non penso che l'apertura... Anzi, io penso che ciò è l'apertura di questo Quinto Sigillo; io credo che Esso ci è aperto.

     Io ho fatto questo di buona coscienza, con chiara rivelazione davanti a Dio. Non cercando di farlo solo per farvi pensare che siccome sono sempre stato contro l'organizzazione, non sarei mai appartenuto a loro. Ma Esso mi è stato aperto ora.

436         Ed io penso pure un'altra cosa. Tramite l'apertura di questo Quinto Sigillo, in questo giorno, ciò raddrizza una dottrina che circola proprio qui, e di cui potrei parlare, cioè: “Anime che dormono”. Ora, io mi rendo conto che qui dentro ci sono persone che credono quello, vedete, cioè nelle “anime che dormono”. Io penso che Questo ciò lo confuti. Essi non stanno dormendo. Essi sono viventi! I loro “corpi” stanno dormendo. Ma l'anima non è nella tomba; essi sono nella Presenza di Dio, vedete, sotto all'altare.

437         Qui è dove io differisco con un prezioso fratello, un insegnante. Ed io ho notato e visto alcuni della sua gente seduti qui. Ed io mi rendo conto che egli è un grande insegnante. Egli è un dottore, un Dottore in Teologia, e un Dottore in Filosofia. Ed egli è veramente pure un brav'uomo! Io penso che egli deve essere già andato su. Ma egli era un bravo uomo, e un buon scrittore. Ed egli è il fratello Uriah Smith, l'autore del Daniele e l'Apocalisse.

     Ora, per voi gente che siete seguaci del suo insegnamento, vedete, io non voglio...io non voglio dire questo con arroganza, ma io voglio solo...

438         Ma, vedete, il fratello Smith, nel cercare di sostenere... Vedete, cercando di sostenere la dottrina delle “anime che dormono”, lì egli menziona che: “L'anima dorme. E che in Cielo non c'è alcun altare di sacrificio. Che l'unico altare di cui si parla è”, quello che egli crede sia in Cielo, “l'altare dell'incenso”. Ma a voi, care persone... E non dico questo per differire dal mio fratello. Io spero di incontrarlo nell'altro lato, vedete.

439         Non per differire con quel grande insegnante, ma solo per mostrarvi come Questo CONFUTA quello. Vedete? Esso lo confuta.

L'apertura di questo Sigillo, in questo ultimo giorno, Esso semplicemente toglie proprio via di mezzo la dottrina delle “anime che dormono”. Vedete? Esse sono viventi! Esse non sono morte. Vedete?

440         Notate, notate questo ora. Ora, se in Cielo non c'è l'altare del sacrificio, dove risiede dunque l'altare per il peccato, l'Agnello? Deve pur esserci lì un luogo dove giace quell'Agnello ucciso, sanguinante, dove c'è il Sangue.

441         Ora, l'“incenso” erano gli “odori”, quella roba odorifera che essi bruciavano, cosa che la Bibbia dice che sono “le preghiere dei santi”.

Se sull'altare non c'è sacrificio, allora le preghiere non possono essere ricevute. Poiché è solo tramite il Sangue che è sull'altare del sacrificio, che le preghiere possono passare per andare a Dio.

442         Il fratello Smith si sbagliava. Vedete? Non per essere in disaccordo con lui; io penso di aver reso me stesso chiaro, con amore fraterno e rispetto per la sua grande opera. Vedete? Però egli si sbagliava.

443         Il Quinto Sigillo ha aperto quello. Vedete? E molte altre cose, se voi le avete afferrate. Vedete? Io mi sto aspettando le domande, per vedere se... Benissimo.

444         Ora, dov'è l'Arca, l'Agnello ucciso, ferito e sanguinante, per fare l'espiazione di queste odorose preghiere?

445         Notate, la Bibbia dice:

Se questo tabernacolo terreno dove dimoriamo si dissolve, noi ne abbiamo già uno che aspetta.

Quello è dove io ho visto quei santi. Vedete?

446         Osservate quando un bambino... Scusatemi, sorelle, per questo parlare chiaro davanti a giovani donne. Ma, guardate: quando una madre ha concepito, e quel piccolo mucchio di muscoli si contorcono e saltano (voi comprendete), quello è un corpo naturale. E proprio come la natura sta formando il corpo naturale...

447         Hai mai fatto caso a tua moglie prima che i piccini nascono? Verso la fine lei diventa sempre molto gentile, dolce. Se lei non lo è mai stata lungo tutta la sua vita, lei lo sarà allora. Hai mai notato come la madre ha un sentimento di santità, o gentilezza?

448         E se tu vedi qualche peccatore là fuori che si fa beffa di una madre che è una donna incinta, io penso che ciò sia una stoltezza. Quella è una vita che sta venendo al mondo.

449         Ma hai notato come attorno a quella madre sembra che ci sia un dolce sentimento? Che cos'è ciò? Esso è un piccolo corpo spirituale, vita spirituale, che aspetta di venire in quel piccolo corpo non appena esso nasce. Ora esso è solo “concepito”; ma quando esso nasce, esso è nato. Il corpo spirituale si unisce col corpo naturale.

450         E, poi, la Bibbia insegna che:

Noi ora siamo generati da Dio.

Noi siamo generati dallo Spirito Santo, cioè, in noi c'è Cristo, un figlio di Dio che viene formato in noi. E quando questo corpo terreno viene dissolto, questo corpo spirituale che viene dalle viscere della terra, c'è un altro corpo che aspetta per riceverci.

Se questo tabernacolo terreno si disfa, c'è un altro corpo per riceverci.

Questo corpo mortale si veste dell'immortalità. Questo corpo terrestre si veste del celeste. Questo! Vedete cosa io intendo dire? C'è un corpo naturale che è peccaminoso; ma nella stessa forma, proprio come questo, c'è un altro corpo, nel quale noi andiamo.

451         Ed io sono proprio grato a Dio che posso dire, quale vostro pastore e fratello: io quelle persone le ho viste! Io le ho viste in quel corpo e le ho toccate con le mie mani. Proprio così.

452         Notate! Osservate: guardate a Mosé e a Elia. Dopo che Mosé era morto, ed Elia era stato portato nel Cielo, egli stette qui sul Monte della Trasfigurazione con i suoi sensi del parlare, ascoltare, comprendere, e parlò a Gesù prima della crocifissione. Ora, che tipo di corpo aveva lui?

453         Guardate a Samuele, dopo che era stato morto per circa due anni, quella notte venne chiamato indietro nella spelonca tramite la maga di Endor, e parlò a Saul, con un linguaggio; e sentì Saul, che gli rispondeva, e preconosceva cose che dovevano accadere! Nel suo spirito egli non era affatto cambiato. Egli era un profeta.

454         Quando lo spirito di Elia viene sopra quell'uomo, esso lo guiderà proprio come guidò Elia. Egli andrà nel deserto. Egli amerà il deserto. Egli sarà un odiatore di donne immorali. Egli sarà contro l'organizzazione. Egli non risparmierà colpi a nessuno! E quello sarà semplicemente il suo spirito. Esso è stato così ogni volta che è venuto. Vedete?

     Mosé sarà la stessa persona!

     Ora, in Apocalisse 22:8, noi troviamo la stessa cosa.

455         Ora, per sistemare questo circa quelle anime... Ora, osservate questo: quelle anime sotto l'altare. Nello spezzare questo Sigillo, quelli sono coloro che sono stati uccisi durante il tempo tra la morte di Cristo e l'andare su della Chiesa; il gruppo di Eichmann, e tutti gli altri, tutti quei veri Giudei, coi loro nomi sul Libro.

Se tu fai caso, fratello mio, secondo la Scrittura, essi potevano esprimersi, gridare, parlare, ascoltare, ed avere tutti e cinque i sensi! Non che dormivano nella tomba, inconsci. Essi erano MOLTO svegli, e potevano esprimersi, parlare, ascoltare, ed ogni altra cosa. È ciò esatto? [La congregazione dice: “Amen!”.—n.d.t.]

Oh, aiuto, mancano due minuti! Amen.

456         Mi dispiace di avervi trattenuti ancora per mezz'ora. No, non lo sono, io quello non avrei dovuto dirlo! Vedete? Proprio così, vedete.

457         Ma, guardate, eccoLo qui, secondo il meglio della mia comprensione, il meglio e in accordo alla rivelazione che mi è stata data questa mattina, proprio prima dell'alba, dal Signore Gesù Cristo: questo è il Quinto Sigillo aperto, che va assieme agli altri quattro.

Per la Sua grazia, Egli me Lo ha dato; la Sua grazia a voi e a me. Noi ringraziamo Lui per Questo. E, col Suo aiuto, io intendo vivere vicino a Lui più che posso, insegnando altri a fare la stessa cosa, fino a quando io incontro Lui, assieme a voi, in Gloria, quando tutte le cose sono passate. Io Lo amo per Questo, ed Esso è secondo il meglio della mia conoscenza.

458         Ed io credo veramente, con tutto il mio cuore, che la vera rivelazione della rivelazione del Primo, Secondo, Terzo, Quarto e Quinto Sigillo, è ora a noi aperta.

Io Lo amo - Io Lo amo

Poich'Egli per primo mi amò

Alla croce del Calvario

La salvezza Ei mi acquistò.

 [Il fratello Branham continua a canticchiare Io Lo Amo—n.d.t.]

459         Ora, quietamente, riverentemente, stiamo davanti a Dio! Dato che abbiamo visto questo Sigillo aprirsi a noi; Dio, che ha dovuto prendere i Suoi Propri amati figli, e accecare i loro occhi, e mandarli via, poiché la Sua Propria giustizia richiede il giudizio del peccato. Pensate a questo! La Sua giustizia, e la Sua santità, richiede giustizia. Una legge senza una penale non è legge. Ed Egli non può sfidare la Sua Propria Legge, e rimanere ancora Dio.

460         Quella è la ragione per la quale Dio dovette divenire uomo. Egli non poteva prendere come sostituto un figlio, che per Lui era semplicemente un figlio ordinario, o qualcos'altro. Dio divenne entrambi... Gesù divenne entrambi Figlio e Dio; quello era l'unico modo con cui Egli poteva farlo giustamente. Dio dovette prendere la penalità su Se Stesso. Ciò non sarebbe stato giusto metterla su qualcun altro, su un'altra persona. Così, la Persona di Gesù era Dio, manifestato nella carne, chiamato Emmanuele.

461         E per fare quello, per prendere una Sposa, e per salvare un mucchio di perduti Gentili pagani, Egli dovette accecare i Suoi Propri figli! E poi PUNIRLI per questo, nella carne, per il loro rigetto. Però la Sua grazia ha provveduto delle vesti! Ma nella loro vita, guardate cosa accadde.

462         E se Egli dovette fare quello onde noi potessimo avere una possibilità, come facciamo noi a disprezzare quella possibilità d'amore?

Se questa sera in questo edificio c'è una simile persona, giovane o vecchia che sia, che fino a questo tempo ha disprezzato quella opportunità, che a Dio costò un simile prezzo, e tu questa sera vorresti accettare quella offerta di Dio; per quanto ne sappiamo, tu non hai da essere un martire, benché tu possa esserlo. Ma una veste bianca è stata provveduta per te! E se Dio bussa ora al tuo cuore, perché non l'accetti?

      Chiniamo ora di nuovo i nostri capi.

463         Se quella persona, o persone, siete qui dentro, e desiderate quello, o volete accettarlo sulla base della vostra fede nel Sangue che Dio dovette versare per voi, soffrendo al di là di qualunque altro mortale. Non poteva esserci alcun essere mortale che poteva soffrire in quel modo; soffrì a tal punto che nelle Sue vene la Sua angoscia separò la Sua Acqua dal Suo Sangue! Prima che Egli andasse al Calvario, gocce di Sangue scorrevano dal Suo corpo; ed aveva una tale sofferenza ed un cuore spezzato, per quello che Egli doveva fare! Ma poteva anche rifiutarlo! Però Egli fece ciò VOLENTEROSAMENTE, per te e per me. Puoi tu rigettare un tale ineguagliabile amore?

464         E quello tu ora lo vedi, tramite l'apertura di questi Sigilli; cioè quello che tu hai fatto, e quello che Dio ha fatto per te.

E, sei tu pronto ad arrendere la tua vita a Dio, così che Egli possa strapparti fuori dalle mani dell'anticristo, in cui tu ora ti trovi? Vuoi tu accettare la Sua offerta, tramite il semplice alzare la tua mano a Lui, dicendo: “Dio, tramite questo, io intendo dire che accetto quell'offerta di grazia!”.

465         “E, fratello Branham, io desidero le tue preghiere, che io possa rimanere sempre fedele”.

466         Alza la tua mano, ed io pregherò. Dio ti benedica. Dio ti benedica. Fallo sul serio! Non farlo, ammenoché tu non lo fai sul serio! E proprio dove sei seduto, accettaLo proprio lì. Poiché, ricordati: tu non avresti potuto alzare la tua mano, ammenoché Qualcosa non ti avesse detto di farlo. E niente altro avrebbe potuto fare ciò, eccetto che Dio.

467         Dunque, ora tu vedi le Scritture così perfettamente dispiegate! Tu vedi ciò che è avvenuto giù lungo attraverso le epoche, e negli ultimi pochi anni, venti o trenta anni. Tu vedi Ciò perfettamente confermato. Tu vedi le Scritture che dicono esattamente ciò che è accaduto, e ciò che si sta preparando ad accadere. Dunque, sulla base della fede nell'opera di Cristo, ovunque ti trovi seduto proprio ora, ed hai alzato le tue mani, di': “Da questo momento in poi è deciso: `Io ora prendo Cristo quale mio Salvatore. Ed io vivrò per Lui, per il resto della mia vita. Ed io desidero che Dio mi riempia con lo Spirito Santo'”.

     E se tu non sei stato battezzato nel Nome di Gesù Cristo, la piscina ti sta aspettando! Preghiamo.

468         Signore Iddio, c'è stato un gran numero di mani tra il popolo che si sono alzate. Io sono sicuro che Tu sei esattamente lo stesso Signore Gesù che fece l'espiazione per noi, molti anni fa. E tramite il vedere quei Sigilli rivelati, e le grandi cose che sono avvenute proprio qui negli ultimi pochi anni, io credo con tutto il mio cuore che la Porta della misericordia sta cominciando a chiudersi, e Tu ora sei pronto a intraprendere il Tuo viaggio per redimere il Tuo popolo.

Mentre c'è spazio, e una Porta aperta, come fu nei giorni di Noé, possano queste preziose anime che vivono nel corpo di questo tabernacolo, il quale un giorno si dissolverà... Essi hanno alzato quella mano mortale perché c'è qualcosa dentro di loro. Poiché quella è la loro convinzione e la loro confessione: che essi credono e vogliono accettare la Tua proposta per loro, la salvezza, la quale è su questo Libro aperto che era sigillato, ma che ci è stato aperto.

 Da' loro questa sera, Signore, una veste della giustizia di Gesù Cristo, e avvolgi la loro anima in quella, così che essi possano stare davanti a Te in quel Giorno, il quale è vicino, alle porte, perfetti, tramite il Sangue di Cristo.

469         Signore Iddio, se essi non sono stati battezzati nel Nome di Gesù Cristo, sulla base della rivelazione che Tu mi hai dato a riguardo; e vedendo che Paolo comandò ciò perfino a persone che erano state battezzate tramite Giovanni il Battista, perché si RIBATTEZZASSERO di nuovo nel Nome di Gesù Cristo, onde poter ricevere lo Spirito Santo, in Atti 19. Io chiedo che Tu li CONVINCA, Signore, della Verità. Fa' che essi possano ubbidire a Te.

470         E poi se in obbedienza alla loro accettazione, e in obbedienza alla loro confessione, vanno nell'acqua, possa Tu in cambio riempirli con lo Spirito Santo, per aver potenza nel servizio per il resto della loro vita. Io ora li affido a Te, nel Nome del sacrificato Agnello di Dio, Gesù Cristo. Amen.

Io Lo amo - Io Lo amo

Poich'Egli per primo mi amò

Alla croce del Calvario

La salvezza Ei mi acquistò.

471         Ora, per voi che avete alzato le vostre mani: ubbidite il comandamento dello Spirito, che seguirete la costituzione della Parola, per il peccatore ravveduto. Seguitela, in ogni aspetto! E il Dio del Cielo vi ricompenserà, per la vostra presa di posizione per Lui. Il Signore vi benedica!

472         Ora, domani sera portate le vostre penne e la vostra carta, come avete già fatto. Noi ci aspettiamo di essere qui alla stessa ora, alle sette e trenta in punto, se piace al Signore. E, pregate per me; che domani Dio mi possa aprire il Sesto Sigillo, e che io sia in grado di portarLo a voi così come Egli Lo dà a me. Fino ad allora, noi lo cantiamo di nuovo. Non solo per cantare inni, ma per dare lode a Lui, il Quale morì al nostro posto e ci ha redenti. Io Lo Amo.

Ecco ora qui il vostro pastore!

Io Lo amo - Io Lo amo

Poich'Egli per primo mi amò

Alla croce del Calvario

La salvezza Ei mi acquistò.

IN ALTO