HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Un Abisso Chiama Un Altro Abisso di William Marrion Branham è stata predicata il 54-0624 La durata è di: 1 ora 2 minuti .pdf La traduzione BBV
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf   
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Un Abisso Chiama Un Altro Abisso

1                   ...e quello stesso Spirito Santo che quella sera, o quella mattina, guidò Simone a Cristo, ha guidato pure te qui questa sera, poiché tu credi la promessa dello Spirito Santo. Ed Egli è altrettanto obbligato a te quanto Egli lo fu a Simone, allo stesso modo, poiché Egli è Dio, ed Egli deve mantenere la Sua Parola.

2                   Dunque io posso ben vedere Simone, che bramava, che desiderava vedere il Cristo. Egli credeva ciò che la Parola di Dio gli aveva detto. Non importa quello che i critici dicevano; egli credeva la Parola di Dio. Nel suo cuore c'era una brama di vedere il Cristo, ed egli credette che Lo avrebbe visto. Come disse Davide: “Un Abisso Chiama Un Altro Abisso”.

3                   Molti di voi qui dentro credono nella guarigione Divina, non è vero? Credete voi nella guarigione Divina? Il fatto stesso che voi credete nella guarigione Divina prova che c'è una guarigione Divina.

4                   Quando noi venimmo in America, noi trovammo l'Indiano Americano. Egli adorava qualcosa: il sole, la luna, e la natura; questo perché in lui egli era un essere umano ed egli sapeva di avere un creatore. Così dentro al suo cuore umano, c'era qualcosa che desiderava esprimere l'adorazione. Questo è in ogni mortale.

5                   Tu forse adori la tua automobile, il tuo lavoro, la tua casa, o qualcos'altro; tu vuoi adorare qualcosa! Per cui, se hai qualche idolo, buttalo fuori e lascia che Gesù Cristo abbia il primo posto. Lascia che Lui sia il primo in tutto.

6                   Dunque, la fame, l'abisso, come disse Davide: “Un Abisso Chiama Un Altro Abisso, Al Fragore Delle Tue Cascate”.

7                   Ora: “Un Abisso Chiama Un Altro Abisso”. Per esempio: se qui dentro c'è un abisso che chiama, allora ci deve essere un abisso che risponda a quella chiamata. Forse è bene che su questo io mi spieghi meglio. Io sono un grande amante della natura, vado nei boschi, osservo il tramonto, ascolto gli animali; quel grido del selvaggio.

8                   Mia madre è mezza indiana, per cui questo è...c'è qualcosa nel mio sangue che mi fa amare la natura. E quando io sento il grido del selvaggio, c'è qualcosa che mi fa infiammare il cuore; io non posso farci niente!

9                   Recentemente io mi trovavo qui su nel Colorado, ed io ero su in alto su di una montagna e stavo osservando una vecchia madre aquila mentre portava via dal nido i suoi piccini sulle sue ali, e li metteva giù in un pascolo erboso. Poi ella volò via tornando indietro su nella cima, sulla punta della roccia più alta che poté trovare, e si sedette giù. Ella cominciò ad osservare!

10              Ebbene, anche io stavo osservando, col binocolo. Il mio cavallo era legato ad un'albero, e io osservavo. Ed io dissi: “Signore, come mi piace questo!”. Ed a me sembrava che io...e quegli odori, se siete mai stati vicini ad un nido di aquila.

11              Ed essi fanno il nido di rami appuntiti, ed altro. E quei poveri piccoli aquilotti camminano proprio su quei rami e spine; essi non hanno mai conosciuto niente di altro. Ma un giorno la madre distese le sue ali ed essi saltarono sulle ali e andarono giù.

12              Or io guardavo a quei piccoli aquilotti, ed essi stavano avendo proprio un risveglio Pentecostale! Essi semplicemente correvano attorno su quell'erba soffice, dando una beccata qui e cinguettando l'uno con l'altro e saltando l'uno sull'altro; essi erano proprio completamente liberi.

13              Io pensai: “Ebbene, ciò è giusto”. Ora, questo è come un uomo che si trova nel vecchio nido del mondo, egli non conosce altro all'infuori di ciò che il diavolo gli può dare. Ma un giorno Dio lo prende su e lo mette giù in un fresco e verde pascolo. Oh, come egli si rallegra! Egli è libero e non c'è niente che possa fargli del male.

14              Io pensai: “Beh, perché quei piccoli aquilotti non hanno paura? Mi chiedo se essi si rendono conto che nelle vicinanze ci sono dei coyote, i quali potrebbero portarseli via!”. Ma ogni tanto essi guardavano su, e la vecchia madre era seduta là sopra che li osservava.

15              Io pensai: “Beh, gloria a Dio, ciò è giusto; Egli mi ha portato fuori dal nido del mondo, e poi Egli ha scalato i bastioni della gloria e si è seduto in alto, vigilando sulla Sua eredità, per vedere che nessun male li colpisca”.

16              Io pensai: “Se un coyote si dirigesse verso uno di quei piccoli aquilotti, ella lo colpirebbe a morte”. Pensai: “Ciò è esatto; lascia che Satana insegua un credente, ed egli dovrà vedersela con Gesù Cristo! Proprio così. Lascia che egli insegua...”

17              Dopo un po'... Ella vigilava. La sua grande testa maestosa guardava attorno; ella era nella roccia più alta che poté trovare, da dove poteva vedere da ogni parte. I suoi acuti occhi d'aquila vigilavano.

18              18  E dopo un po', io vidi che ella sollevò la testa; tramite il mio binocolo a dieci ingrandimenti io vidi che ella sollevò la sua testa e guardò attorno; ella volò via da lì. Io pensai: “Che cosa c'è?”

19              Da dietro, verso Nord, si avvicinava una tempesta; il tuono rimbombava. Ella emise un grido e si lanciò giù; aprì le sue grandi ali proprio su quel prato erboso, e ognuno di quei piccoli aquilotti corse velocemente — forse essi erano stati istruiti prima di lasciare il nido — e mise le sue zampette sulle penne, abbassò la sua testolina e col becco si attaccò ad una penna, ed ella si levò in alto con quel mucchio di aquilotti sulle sue ali, e, tagliando il vento che a quel punto soffiava a più di ottanta chilometri all'ora, andò proprio dritta nella fessura della roccia.

20              Io piansi come un bambino! Io pensai: “In uno di questi gloriosi giorni, quando questo risveglio sarà finito, Egli ritornerà dalla gloria, distenderà le Sue grandi ali di potenza e i piccoli aquilotti attaccheranno lì i loro becchi, e voleranno via in gloria con Lui!”.

21              Un Abisso Chiama Un Altro Abisso. Se l'abisso sta chiamando, allora ci deve essere un abisso che risponda. In altre parole: prima che ci fosse un albero che crescesse sulla terra, ci doveva essere prima una terra nella quale esso potesse crescere. Dio non fece mai l'albero per la terra; Egli fece la terra per l'albero. Egli fece la terra e comandò alla terra di produrre l'albero; e la terra chiamò, così l'albero venne fuori.

22              Prima che vi fosse una pinna sul dorso di un pesce, vi doveva essere dell'acqua nella quale esso potesse nuotare. La ragione per la quale esso ebbe una pinna è perché c'era dell'acqua nella quale esso potesse nuotare, ed usarla.

     Ogni cosa che noi abbiamo è per uno scopo, e per una ragione.

23              Qualche tempo fa io stavo leggendo qui di un piccolo ragazzo che si mangiava le gomme delle matite. Egli si mangiava tutte le gomme che riusciva a trovare. Egli si mangiò perfino un pedale di bicicletta! Ed essi non sapevano cos'era che non andava con quel ragazzino. Così essi lo portarono giù nella clinica affinché il dottore lo esaminasse. E dopo che essi lo ebbero esaminato, essi trovarono che questo ragazzino aveva bisogno di zolfo, e lo zolfo è nella gomma. Ed egli mangiava la gomma per avere zolfo.

24              Ora, ecco qui, l'avete afferrato? Ci doveva...se qui dentro c'era qualcosa che chiamava zolfo, allora prima che essa chiamasse ci doveva essere dello zolfo che rispondesse. Vedete cosa intendo dire?

25              Ora, prima che... Quando Un Abisso Chiama Un Altro Abisso. Prima che un'abisso chiami, ci deve essere un'altro abisso che vi risponda. E dunque è certo...come per voi gente, alcuni anni fa, che probabilmente eravate peccatori; forse eravate in qualche chiesa formale che non credeva nel battesimo dello Spirito Santo, però voi avete sentito il Messaggio! C'era qualcosa lì dentro che chiedeva di più di Dio.

26              Forse sei vissuto davanti a Dio in uno stato di giustificazione, però tu volevi il battesimo dello Spirito, e tu avevi fame di Lui. Ora, la vera ragione per la quale c'è uno Spirito Santo è perché tu eri affamato di Lui. Tu non avresti mai avuto fame di Lui a meno che qui dentro non ci fosse qualcosa che quando eri là fuori chiamasse per Lui. Vedete cosa intendo dire?

27              E dunque la vera ragione per la quale tu sei qui questa sera, è perché tu credi nella guarigione Divina. E se c'è...questo è perfino stato insegnato nella Bibbia. Se voi gruppo di persone credete nella guarigione Divina, è perché da qualche parte ci deve essere una fonte aperta, altrimenti voi non avreste mai avuto desiderio per essa.

28              Se tu hai il desiderio di essere guarito da Dio, è perché c'è un Dio che ti vuole guarire, proprio così; poiché Un Abisso Chiama Un Altro Abisso.

29              Questo è il modo in cui è stato con Simeone. Egli sapeva che doveva venire un Cristo, ed egli sapeva che Dio gli aveva promesso che Lo avrebbe visto prima che egli morisse. Dunque, notate ora come Simeone venne guidato. Non è strano? Non appena Gesù venne sulla scena, Simeone venne guidato dallo Spirito Santo proprio a Cristo; guidato dallo Spirito Santo che dette la promessa!

30              E lo Spirito Santo che dette la promessa della guarigione Divina ha guidato pure te qui questa sera, proprio alla fonte la quale questa sera è aperta per chiunque lo voglia; proprio ora, proprio qui dentro!

31              È lo stesso Spirito Santo che guida, guida i figli di Dio che credono la promessa di Dio. Vedete cosa intendo dire? Ciascuno di voi, figliuoli e figliuole di Dio, è stato guidato qui dentro perché crede la promessa di Dio. Oh, quando io penso a questo!

32              Dunque io penso che laggiù nell'angolo c'era una vecchia donna; ci è detto che ella era cieca e che il suo nome era Anna. Ella era una profetessa, aspettava la venuta del Signore. Dio era in obbligo di mostrare a lei il Cristo.

33              E lo Spirito Santo si mosse su di Anna; ed io posso ben vedere quella mattina quella vecchia e cieca profetessa che si fa avanti attraverso quell'edificio; cieca, guidata dallo Spirito Santo, che si faceva avanti, in mezzo a tutta quella gente. Venne giù in mezzo a quella fila di donne e si fermò proprio di fronte alla Fonte dove lo Spirito Santo l'aveva guidata.

34              Sì, Egli è qui questa sera! Egli è risorto dai morti. Egli vi ha dato la promessa, e lo Spirito Santo vi ha raccolti qui insieme. Se tu non fossi stato qui questa sera, se lo Spirito Santo non ti avesse portato qui, tu saresti fuori nel mondo, da qualche parte. Però tu sei seduto qui, in questo edificio afoso, perché? Perché tu stai aspettando per vedere Gesù Cristo che venga sulla scena, per confermare la Sua Parola. Aspettazione!

35              Se tu sei venuto aspettandoti di trovare qualcosa da criticare, il diavolo di certo ti mostrerà molto da criticare, certo che egli lo farà. Tu avrai ciò che ti aspetti! Alcuni di essi dicono: “Beh, se io—se io non lo ricevo nella linea di preghiera... Se io vedo qualcosa del genere, allora crederò”. Tu avrai ciò che ti aspetti!

36              Io questa sera mi aspetto di vedere lo Spirito Santo che venga e manifesti Se stesso in potenza. Mi aspetto che versi la Sua gloria su questo edificio qui, affinché molti ricevano il battesimo dello Spirito Santo; che peccatori piangano lungo la loro via verso il Calvario; che malati siano guariti, ogni genere di segni e meraviglie, poiché Gesù Cristo lo ha promesso; ed io credo la Sua promessa. Preghiamo.

37              Padre Celeste, dato che la Tua Parola è Verità, conferma dunque la Tua Parola coi segni e le meraviglie del Gesù risorto. Noi sappiamo che quando Egli era sulla terra, Egli non pretendeva di essere una grande persona; Egli diceva soltanto che Tu Gli mostravi visioni, ciò che doveva fare. Egli conosceva i pensieri della gente, le loro condizioni. Egli conosceva quella donna col flusso di sangue, quando toccò la Sua veste. Ella stava là fuori e vide che non poteva nascondersi, poiché Gesù stava guardando dritto a lei. Egli la conosceva. Egli disse: “La tua fede ti ha salvata”.

38              Padre, noi sappiamo che Egli è qui questa sera, poiché Egli ha promesso di esserLo. E la nostra fiducia è ancorata in Lui, nella Sua Parola. Noi ne siamo certi, noi abbiamo visto Lui nella manifestazione della Sua grande risurrezione qui sulla terra, operando tra il Suo popolo, nella Sua chiesa. E, Signore, fa' che oggi noi siamo i datori di Luce di questa epoca, affinché quando il grande dramma viene esposto alla fine della strada, e ciascuno di noi viene su davanti a Te, e il grande schermo viene tirato fuori, e le nostre vite di questa generazione vengono riportate davanti a noi, Dio, fa' che io senta la mia voce che grida contro l'ingiustizia e che chiama la gente a credere in Gesù, il Tuo Figliuolo.

39              Benedici le persone qui questa sera. Essi sono seduti in questo locale afoso, ed io prego, Dio, che Tu dia loro una speciale benedizione affinché le rinfrescanti potenze dello Spirito Santo portino via ogni pensiero riguardo a questo. E, Signore, santifica proprio ora il Tuo servitore per il servizio che segue. Stando qui, mi rendo conto che gli occhi saranno puntati in questa direzione. E io prego Padre, in umiltà, che Tu permetta che la Tua grande e gloriosa potenza sia resa manifesta a ciascuno. E se il Tuo indegno servitore ha trovato per questa sera grazia dinnanzi agli occhi Tuoi, prendi allora questa indegna persona, metti da parte questo essere e vieni dentro, Signore Gesù, e parla al Tuo popolo.

40              E quando la vita qui sulla terra sarà finita, l'ultima preghiera è stata fatta, le battaglie sono tutte fatte, il fumo è finito, se n'è andato via, le armi sono ammucchiate, e la Bibbia è chiusa, allora noi veniamo su a casa Tua. Quel grande mattino sta per irrompere; pieno di splendore e bellezza eterna, quando gli eletti verranno raccolti nella loro casa oltre i cieli, come disse il poeta. Signore, noi vediamo già quella grande tavola preparata là fuori, per quella Cena, lunga migliaia di chilometri, e noi che, seduti a tavola, ci guardiamo gli uni gli altri; veterani, con le cicatrici delle battaglie, lacrime di gioia che scorrono giù dalle nostre guance, e il Re che vine fuori nella Sua bellezza, santità, viene giù lungo il tavolo e con le Sue proprie mani asciuga le lacrime dai nostri occhi, dicendo: “Non piangere più, ormai tutto è finito. Entra nella gioia del Signore”. Allora le fatiche subite lungo la strada svaniranno, Padre, quando noi arriveremo alla fine della strada.

41              Ed aiutaci questa sera, Signore, a dimenticare quelle cose che sono del passato; fa' che ora andiamo avanti verso il `palio dell'alta vocazione', e fa' che il Tuo Spirito venga e manifesti il Tuo Figliuolo Gesù Cristo a queste persone, mentre io come un mortale cerco di dir loro che Tu sei lo stesso ieri, oggi, e in eterno. Poiché chiediamo questo nel Nome di Gesù, il Tuo amato Figliuolo. Amen.

42              Il Signore vi benedica. E questa sera, proprio prima del servizio di guarigione... Scusatemi se mi comporto come un bambino, ma c'è qualcosa che viene nel mio cuore quando io parlo di Lui. Mi ricordo quando per la prima volta venni chiamato dai miei ministri, quando essi... Sin da quando ero bambino, avevo delle visioni. Ed essi mi dissero: “Billy, non avere mai niente a che fare con questo”, dicevano, “quello è il diavolo!”. Essendo che questo mi veniva detto dal clero, io quasi credevo che le visioni venissero dal male. Poi quando Egli venne a me quella notte e mi disse Chi Egli era, oh, allora...!

43              Ed io so che proprio ora Egli è qui; io conosco la Sua Presenza, e so che Lo amo.

44              Io pensai: “Come può essere che io sia un diavolo ed amare il Signore Gesù nel modo che faccio?! Come—come può essere che il mio cuore sanguina per Lui; ed Egli conosce il mio cuore!”. Ed Egli venne e mi disse le cose in modo differente. Io credo Lui, perché Egli è in accordo alla Parola di Dio, mentre la loro parola non è d'accordo con la Parola di Dio. Poiché noi stiamo vivendo in questo giorno.

45              Ed ora, amici Cristiani, io voglio dire questo a tutti voi, poiché quando a volte Esso mi colpisce, voi forse vi chiederete cosa sia successo. Io—io non riesco a spiegarlo, ciò va oltre la mia comprensione; ma io divento così debole che a stento sto in piedi, dopo aver incontrato forse una o due persone. Voi forse questo non lo comprendete, ma leggete semplicemente la Scrittura, Essa lo dichiara.

46              Io credo che il profeta Daniele dopo aver visto una visione disse che ha avuto dei problemi alla testa per molti giorni. È ciò esatto? E Gesù una volta, quando una donna con abbastanza fede da tirare Lui lì attorno e vedere chi ella era, Egli disse: “Io sento che della virtù”, forza, “è uscita da Me”. E le persone proprio là fuori, quando... Non sono io, amici Cristiani, no. Io sono—io sono semplicemente un uomo, il capo dei peccatori. Però sono nato fuori stagione, per voi gente del Pieno Vangelo; proprio così. Per grazia, per la grazia di Dio, Egli mi permette di chiamarvi `mio fratello e sorella'. Ed io—io vi amo.

47              Ed io sono qui questa sera non per essere visto o essere ascoltato. Io sono qui non per motivi finanziari che io...voi questo lo sapete. Così io sono qui per una cosa: perché io amo Gesù e amo voi. Ed io credo che, venendo tramite questo invito, forse io riesco a sottomettere me stesso a Lui in modo che Egli possa fare qualcosa tramite me, per far sì che voi amiate di più Lui e Lo crediate e così siate guariti. Questa è la mia unica ragione per la quale sono qui. Dio vi benedica.

48              Di nuovo; Dio benedica i vostri pastori, e gli uomini d'affari. Ed ora io vi dico, prima che diventi troppo debole, che a volte non riesco perfino a lasciare il palco. Il mio ragazzo e collaboratore, e gli altri, stanno attenti a questo. Per cui io voglio salutarvi prima. Dio vi benedica. E se io non v'incontrerò mai più di nuovo da questa parte del grande fiume, io vi vedrò nel mattino della... Ed io avrò la testimonianza che ho ora: io amo il Signore Gesù.

49              E le visioni... Dio mi dà visioni che sono vere; davanti a me c'è la Bibbia, e Dio che mi è testimone lo sa. Ed io posso solo dichiarare e dire cose nella misura che Egli, per la Sua grazia, mi lascia dire. Così, pregate per me ed io...

50              Voglio chiedervi ancora una cosa. Io andrò in Africa, India, Palestina, Germania, e ricordatevi: quei paesi sono come essi erano prima. Non pensiate che gli stregoni e tutte quelle diverse persone possedute dal diavolo non vi sfidino seduta stante. E tu faresti bene a sapere di cosa stai parlando; proprio così. E quando i venti soffiano caldi e la grave persecuzione è in corso, io posso ricordare che a Washington D.C. c'è qualcuno che sta pregando per me. Vorreste promettermi questo? Alzate la vostra mano. Grazie, Dio vi benedica. Molte grazie...

51              Or io penso che l'altra sera essi abbiano distribuito un centinaio di biglietti di preghiera, ed io credo che era il numero, anzi, che era la lettera Y. Credo che l'altra sera ho chiamato i primi quindici di loro. Io penso che ciò sia esatto; è così fratelli? I primi quindici di quei biglietti di preghiera che vennero distribuiti.

52              Ora noi ne chiameremo altri, e forse questa sera, se la fede aumenta, noi forse potremo avere due o tre gruppi di loro. Se no, io chiedo ad ogni persona qui... Quante persone qui dentro non hanno un biglietto di preghiera e vorrebbero questa sera essere guarite da Dio? Alzate semplicemente la vostra mano. Quelli che non hanno un biglietto di preghiera. Bene, sono proprio—è difficile contarli; ce ne sono dappertutto!

53              Io voglio chiedervi qualcosa. Forse questa è la mia prima volta che io v'incontro. È male che noi non possiamo stare un po' più a lungo; ma voi sapete come accettare la guarigione Divina. La guarigione Divina...

54              Molte volte, quando le persone vengono guarite,... Una escrescenza è un demone; ogni malattia è dal diavolo. Dio non mette la malattia sui Suoi figli, è il diavolo che lo fa, vedete? Può Satana scacciare Satana? Tu dirai: “Beh, pure il diavolo guarisce”. Ebbene, Gesù disse che egli non lo può. Egli disse: “Se Satana scaccia Satana, allora il suo regno è diviso”. Per cui egli non lo può. Solo Dio può guarire.

55              La medicina e i dottori non pretendono di guarire. I fratelli Mayo sono una delle nostre migliori autorità. Essi dicono: “Noi non pretendiamo di guarire”, dicono, “noi semplicemente assistiamo la natura”. C'è solo un guaritore, quello è Dio. Essi possono cucire un pezzo della tua mano, però essi non possono guarirla. Essi possono solo cucirla.

56              Un dentista può estrarre un dente, però, chi sarà a guarire la ferità? Un dottore può togliere l'appendicite, però, chi sarà a guarire la ferita da dove egli l'ha tolta? È Dio che lo fa! La medicina non fa crescere il tessuto; la medicina è solo un aiuto, ma il guaritore è Dio. Un dottore può mettere a posto il tuo braccio, però dopo che egli ha messo a posto il tuo braccio tu non vai fuori guarito. Il dottore fa la sua parte, ciò che gli è stato insegnato di fare, e ciò che sa fare. Egli mette a posto il tuo braccio, ma poi lo lascia a Dio che lo guarisca; ciò è esatto.

57              Ogni guarigione è da Dio. Per cui ora credete semplicemente Lui.

58              E a volte quando quelle escrescenze... La vita che è in esse è un demone. Ebbene, poi quelle escrescenze muoiono.

59              Se la vita se ne andasse via da te, di certo tu morresti. La tua vita se ne è andata via da te, però il tuo corpo è ancora lì. Poi esso si raggrinzisce. Se qui ci fosse un becchino, egli sa che quando la vita se ne va dal corpo umano, da qualsiasi corpo, la carne si raggrinzisce.

60              Osservate un'animale quando viene ucciso sulla strada; esso pesa... Oppure alcuni di voi cacciatori che siete qui; se voi uccidete un animale, o voi al macello, e lo mettete sulla bilancia e lo pesate subito; proprio lo uccidete e lo pesate. Poi la mattina seguente lo pesate di nuovo e vedrete quanti chili in meno esso pesa. Se poi lo lasciate lì per due o tre giorni, allora vedrete quanto più pesante esso diventa.

61              Ebbene, ora, quando una escrescenza — come un tumore, cancro, cateratta, e via dicendo — muore, il demone va fuori da questa escrescenza. Quando il demone, il quale è una vita, esce da essa... Ogni persona qui viene da un piccolo germe; e tu cominci a sviluppare cellule, e quelle cellule si formano secondo la natura della vita che c'è in esse, il che forma l'uomo. La cellula che viene dal cane forma il cane; l'uccello forma l'uccello.Ciascuno secondo la sua natura, secondo la sua specie.

62              Ora, però, un demone, il quale è una escrescenza, non viene quale una escrescenza; esso è un...esso inizia a sviluppare cellule. Diciamo, per esempio: cancro. Esso inizia a sviluppare cellule e s'ingrandisce sempre di più. Ora, ebbene, esso ha una vita, ed esso sta vivendo, proprio allo stesso modo come tu vivevi e ti sviluppavi nel grembo di tua madre, la stessa cosa come ti sviluppavi tu. Però ora quella vita non è la tua vita, essa è una vita differente. Tu hai vita per vivere, ma quella è una vita di morte, anzi piuttosto, scusatemi, uno spirito di morte. Ed esso è morte. Ora, esso non appartiene a te, esso non era lì prima; però ora esso è lì.

63              Bene, dunque, chi mise ciò lì dentro? Esso può venire solo da una cosa, cioè dal diavolo. Ed esso è un germe: cancro, tumore. Ciascuna di quelle cose viene da un germe, come pure tu vieni da un germe, vedi? Così, quando esso muore, per esempio, una cataratta,... Se una persona ha delle cataratte, quando lo spirito se ne va, la persona dice: “Oh, ci vedo, ci vedo!”. E il giorno seguente essa ci vede ancora meglio. Ma poi, dopo circa settantadue ore, inizia la corruzione.

64              Come per la risurrezione di Gesù. Ora, le cellule non si erano ancora corrotte, poiché Egli risuscitò prima di tre giorni e notti, certo. Vedete, Egli morì il Venerdì pomeriggio e risuscitò la Domenica mattina. Poiché Davide disse: “Io non lascerò la Sua anima nell'Ades e non permetterò che il Mio Santo veda la corruzione”. Quelle cellule cominciano a spezzarsi in settantadue ore.

65              E circa... E poi, quando il paziente—quando quella comincia a gonfiarsi, cioè quella escrescenza comincia a ingrandirsi, egli comincia... Certo, il tuo cuore deve purificare il sangue!

66              Una signora venne da me l'altra sera — una santa e pia donna — con un grosso cancro. Ella disse di essere venuta nella linea di preghiera, e disse che esso era tutto coperto dai suoi capelli. Ella disse che io la guardai e le dissi, sotto l'impulso dello Spirito, che ella aveva il cancro in testa. Ed io le dissi che esso sarebbe venuto fuori. Ed esso venne fuori ed ella ce l'ha qui questa sera; qui, in una bottiglia di alcool, proprio qui ora. Noi ne abbiamo avuti migliaia di questi casi.

67              È la donna nella sala? Se la donna è qui da qualche parte nella sala, vorresti alzarti? Si è alzata? Fai cenno con la mano o altro, così che qualcuno possa vederti. Sì, ecco lì dov'è la donna col cancro. Ed io vidi lei che stava proprio sul palco; ed esso divenne bianco e cadde proprio lì sul palco, vedete.

68              Ora, quello è un miracolo. Di solito, quando una escrescenza muore, la vita se ne va via da essa. Ma la escrescenza, se essa non può saltare fuori, rimane all'interno. Se è così, allora di certo essa rimane lì per alcuni giorni e comincia a gonfiarsi, come qualsiasi altra carne; le cellule cominciano a spezzarsi. Allora tu cominci a stare proprio male, con febbre. Certo, essa è una infezione, e il cuore pompa il sangue per purificare il corpo, poiché lì nel tuo corpo giace un bel pezzo di carne morta. Il paziente dunque diventa fortemente ammalato. Allora tu dici: “Oh! Io—io mi sentivo così bene sul palco, e anche per un giorno o due, però ora credo di aver perso la mia guarigione”.

69              Ebbene, fratello, sorella, quello è il miglior segno al mondo che indica che tu hai la tua guarigione, vedi? E poi tu cominci a dubitare; e com'è certo che la tua fede aveva cacciato via quella vita, ora il tuo dubbio la fa ritornare di nuovo, vedi? Esso lo farà! Esso la farà risuscitare!

70              Ricordati, Gesù disse: “Quando uno spirito immondo esce da un uomo, esso va attorno per luoghi aridi. Poi esso ritorna con sette altri spiriti”. È ciò esatto? Così, lascia che l'uomo forte della casa, la fede,.... Non importa come tu ti senti; non c'entra niente quello che tu senti, si tratta di ciò che tu credi. Gesù non disse mai: “Lo senti tu?”. Egli disse: “Lo credi tu?”. Dio vi benedica. Benissimo.

71              Ora, vediamo; io credo che l'altra sera voi abbiate distribuito un centinaio di biglietti di preghiera con la Y. Noi non li abbiamo chiamati tutti. Prendiamo questa sera gli ultimi quindici, per provare. Chi ha il biglietto di preghiera ottanta? anzi, ottantacinque? Chi ha il biglietto di preghiera ottantacinque? Vorresti alzare la tua mano? C'è qualcuno qui, da qualche parte là dietro, che ha l'ottantacinque? Benissimo.

72              Ottantasei; chi ha il biglietto di preghiera ottantasei? Benissimo. Ottantasette? Ottantasette? Posso per piacere vedere chi ha il biglietto ottantasette? Vorresti per piacere alzarti? Benissimo, ottantasette è qualcuno...vedete che non sia qualcuno che forse non si può alzare, forse è nella barella, o forse è sordo, e poi essi dicono: “Beh, nessuno mi ha aiutato!”. Io di questi trovo poi le lagnanze nel mio ufficio. Essi dicono: “Ebbene, io ero là e tu chiamasti solo questo e quello, e nessuno mi aiutò”; ma forse egli era sordo!

73              Ora, guardate; noi abbiamo chiamato l'ottantacinque, l'ottantasei, l'ottantasette; guardate il biglietto del vostro vicino, forse egli è sordo e non può sentire. Ottantasette? Grazie sorella. Ottantotto? Chi ha l'ottantotto? Biglietto ottantotto, sei qui nella sala? Ottantotto? Benissimo. Ottantanove? Biglietto ottantanove? Potresti alzarti? Ottantanove? Quella mano alzata è per l'ottantanove? Benissimo, ottantanove. Bene, novanta? Novanta? (Suona dolcemente: “Solo abbi fede”, così va bene.)

74              Ora, se ognuno qui dentro, se voi ora fate semplicemente quello che Egli dice di fare; non importa quello che Egli dice di fare, tu fallo. Semplicemente fallo. Vai semplicemente e fai esattamente quello che Egli dice.

75              Ora, io sono vostro fratello, e semplicemente un uomo. Ora, se Egli viene e prende questo povero essere e lo benedice così tanto da permettere che il Suo Santo Spirito operi attraverso di esso, allora voi vedrete Gesù Cristo che agisce nell'adunanza.

76              Ed ora, non importa quanto Egli abbia a confermare Se stesso qui; se tu non mi credi, Egli non può fare niente per te. È ciò esatto? Non importa se Egli sta proprio qui a fianco a me, visibile, tanto che tu possa vederLo, ebbene, se tu non mi credi, io non posso fare niente per te. Ma la mia parola sarà proprio ciò che Egli ha detto nella Scrittura, ed io pregherò con tutto il mio cuore che Dio voglia aiutarvi, poiché probabilmente qui dentro ci sono madri e padri, e via dicendo, che sono ammalati e afflitti e feriti, ed io chiederò a Dio come meglio posso, affinché vi aiuti.

77              Benissimo, mettetevi qui in fila sulla destra. Ora, chiniamo tutti il nostro capo per un momento.

78              Caro Padre, noi preghiamo nel Nome del Tuo Figlio Gesù; fa' che lo Spirito Santo scenda e manifesti le opere di Gesù Cristo. Benedici queste persone, dappertutto. E fa' che essi siano completamente sanati, che stiano bene, che siano in salute e felici.

79              Ed ora, per poter far questo, Padre, Tu conosci la fragilità del Tuo servitore. Ed io non so cosa dire né cosa fare. Ed ora io ho fatto tutto questo al Tuo comando, ed io credo che Tu sarai qui questa sera per benedire ed aiutare queste persone. E, Padre, se vuoi, lascia semplicemente che lo Spirito Santo venga al Tuo servitore e riveli a noi queste cose; cosa dobbiamo fare, e come dobbiamo farle; allora tutti noi saremo felici e ci rallegreremo. E questa assemblea crederà in Te di un sol cuore e in accordo.

80              E, Padre, Ti chiedo questo, quale Tuo servitore: fa' che questa sera quando lasceremo questo edificio non ci sia nemmeno una persona debole. Fa' che ciascuno di essi se ne possa andare via guarito, in salute, e allegro. Fallo, lo vuoi Padre? Io prego con grazia e fede nel mio cuore. Nel Nome di Gesù Cristo. Amen.

81              Ora molte volte...(C'è qualcuno addetto a quelle luci; qualcuno che possa spostare quelle luci?) Ora, a volte questo Spirito Santo viene, e molti di voi hanno visto la foto. Se io ritorno di nuovo, ve ne porterò di esse ancora un po'. Come il fratello Moore vi diceva questa sera, Egli è stato ripreso diverse volte. E nei libri, io spero che tutti voi li abbiate, noi... Io ne avevo solo due scatole, così spero che voi siate contenti d'averli.

82              Ed ora guardate là dentro, e voi vedrete un'altra foto di Lui, dove Lui scese giù; fu un fotografo giornalista a scattare quella foto, a Camden, nell'Arkansas. Però essa non era autentificata come quella dell'American Association. Ed essi la scattarono, ed essa era...poi essa venne autentificata.

83              83  Così noi, e molte migliaia di persone,... Tempo fa io stavo qui sul fiume e, dopo un risveglio, stavo battezzando cinquecento persone, ed Egli venne giù proprio dove stavo io. Egli era proprio lì, e la gente svenne. Ed Egli fece un rumore come un boato, un fuoco sferzante.

84              Io prego che ancora una volta questa sera Dio venga qui davanti a questa assemblea in modo visibile, come quella volta, se io ho trovato grazia presso Dio.

85              Ora voi constaterete che Egli potrebbe venire ad alcuni occhi e non ad altri. Noi non vogliamo pensare a questo, però Egli lo fa. Giovanni fu uno che testimoniò di aver visto lo Spirito di Dio su Gesù; è ciò esatto? Però non dice che lo vide pure l'uditorio. E i magi che seguivano la stella; — lo credete voi questo? — essa passò sopra ogni osservatorio che c'era nel Paese, lungo tutto il tragitto fin dall'Oriente, per settimane e mesi. Or essi stabilivano il tempo tramite le stelle, e stavano tutta la notte ad osservare per stabilire il tempo, e nessuno di essi la vide. Però i magi la videro, poiché essi erano in cerca di essa.

86              Se questa sera tu sei in cerca di Cristo, tu Lo vedrai. Il Signore Gesù ti benedica. Benissimo.

87              Dunque, Billy Paul, fratello Morrison, quelli che sono pronti; Billy, abbiamo l'intera fila già allineata? Tutti e quindici? Tutti e quindici in fila. Ora, per il resto di voi, per coloro che non hanno un biglietto di preghiera e non possono essere nella fila, io voglio che guardate in questa direzione e semplicemente credete. E credete con quello stesso tipo di fede col quale quella donna toccò la Sua veste. Ed Egli si voltò e disse: “La tua fede ti ha salvata”.

88              Credete voi che questa sera Egli è lo stesso? Credete voi che fra tutta quella tumultuosa folla c'era quel povero uomo cieco, seduto giù a fianco alle mura di Gerico, probabilmente distante quanto due volte questo edificio, che gridava e urlava: “Abbi pietà di me!”? Probabilmente Gesù non udì mai il suo grido, però Egli sentì la sua fede, ed agì. In mezzo a tutta quella folla chiassosa, Egli si voltò e disse: “La tua fede ti ha salvato”.

89              Egli si volse all'uditorio e disse: “Perché ragionate queste cose nel vostro cuore?”.

Alla donna al pozzo disse: “Vai a chiamare tuo marito”.

90              Egli disse: “Io non posso fare niente se il Padre non Me lo mostra”.

[Tratto di nastro interrotto—N.d.T.]

91              Io voglio chiedervi qualcosa. Se ciò che ho detto è la verità, se essa è la verità, allora Dio è obbligato alla Sua Parola. Non a me, ma alla Sua Parola. È ciò esatto? Egli è obbligato alla Sua Parola. E, dunque, Egli La porterà a compimento proprio esattamente nel modo in cui Egli disse che Egli lo avrebbe fatto. E se Egli lo fa, allora tutti voi che siete qui dentro, voi che non avete ancora ricevuto Gesù Cristo, sareste disposti a farlo?

92              E tu che sei qui e che vedi la Sua misericordia verso gli altri, bene, Egli vuole avere misericordia anche di te, se tu semplicemente hai fede e credi. Prega semplicemente e di': “Signore, io—io sono un credente, e voglio che questa sera Tu mi guarisca”. E Dio lo farà.

93              Noi di recente abbiamo lasciato l'Africa, dove io ritornerò di nuovo nelle prossime settimane. Africa, India, Palestina, Germania e...a ministrare. E a Durban, in Sud Africa, dopo che tre o quattro persone erano passate per la linea di preghiera ed essi videro la potenza dello Spirito Santo che agiva nelle persone, e videro ciò che Dio stava facendo, trentamila accettarono Gesù quale loro personale Salvatore in una sola chiamata all'altare.Trentamila in una sola volta!

94              Per cui io credo che se noi prendiamo la Parola di Dio come regola, e andiamo in tutto il mondo a predicare il Vangelo,... Il Vangelo non venne solo in Parola, ma tramite potenza e dimostrazione dello Spirito Santo. Per cui il Vangelo è dimostrazione della potenza dello Spirito Santo.

95              Io sono andato in diverse nazioni; essi dicono: “Ora, noi non vogliamo missionari; a riguardo noi ne sappiamo di più di voi. Ma la cosa che noi vogliamo vedere è qualcuno che ha abbastanza fede sì da rendere manifesta la Parola di Dio”. Questo è ciò che essi vogliono vedere, e questo è il modo col quale essi si convertono. Questo è il modo col quale essi trovano Cristo, cioè perché in quel modo essi credono. Ed io confido in Dio con tutto il mio cuore che ci saranno molti, molti qui questa sera, che troveranno Cristo allo stesso modo, per i loro cuori. La mia preghiera è che il Signore Gesù di Nazareth benedica ciascuno ed ognuno di voi.

96              Ora, va bene? Nessun uomo in alcun tempo cerca Dio; è Dio che cerca l'uomo. In tutto il mondo nessun uomo ha mai cercato Dio; è Dio che cerca l'uomo. Quando al principio l'uomo cadde nel giardino dell'Eden, ciò dimostrò la tendenza dell'uomo: l'uomo si nascose, e Dio andò in cerca dell'uomo. Gesù disse: “Nessun uomo può venire a Me eccetto che Mio Padre non lo attiri”. Egli deve essere prima attirato dal Padre, ed allora...

97              Mi piacerebbe spiegarvi qualcosa. Nel vedere una visione... Quante persone qui dentro hanno mai sognato un sogno? Fateci vedere le vostre mani. Ebbene, suppongo due terzi di voi. È pure vero che molte persone non sognano. Ci è detto che quello è il vostro subconscio. Qui c'è la tua prima coscienza, e qui c'è il tuo subconscio. Ora, questo subconscio è ciò sul quale, per lo Spirito Santo, io sto cercando di operare. Questa prima coscienza... Io potrei chiedere a questo uomo qui, o a qualsiasi uomo qui da qualsiasi parte: “Credi tu?”. “Oh, sì, signore!”. Tu lo credi qui, ma cosa circa questo uomo giù qui? Quello è colui che guida la nave; non l'uomo su nella sala comando, esso è l'uomo nella sala macchine.

98              A volte, quando tu ti addormenti, tu vai in questo subconscio e sogni. E tu sogni cose che hai fatto quando eri qui. Poi, quando ti svegli, ti ricordi le cose che hai sognato. Voi gente che sognate sogni, e che li avete sognati molti anni fa, voi ve li ricordate ancora. Ebbene, da qualche parte c'era qualche parte di voi. Non è ciò esatto? Altrimenti voi non ricordereste qualcosa che avete sognato molti anni fa.

99              Ora, l'uomo che dorme profondamente, il suo subconscio è molto indietro. Egli non riuscirà mai ad arrivare a lui. Ma per un veggente il suo subconscio non è là dietro, e neppure esso è qui, esso è proprio qui. Egli non si addormenta; egli ha i suoi occhi aperti e semplicemente vede. Ora, ciò... Dio dà a quell'uomo un luogo dove egli può dormire profondamente e non sognare.

Dio dà all'uomo un modo per sognare sogni. Se ti dicessi: “Sognami un sogno”, tu non potresti farlo.

100         Ebbene, Dio dunque mette nella chiesa alcuni; apostoli, profeti, doni di guarigione. È ciò esatto? Essi sono tutti per il perfezionamento della chiesa. Paolo disse: “Se lì viene...se tutti voi parlate in lingue ed entra un profano, non dice egli che siete tutti matti? Ma se uno profetizza e rivela i segreti del cuore, non si getteranno essi a terra dicendo: `Dio è veramente con voi'?” È ciò esatto? È questo il Vangelo? Ebbene, non è quello Gesù Cristo ieri? Non è Egli oggi? Tu puoi credere Lui tramite il parlare con le lingue; tu puoi credere tramite lo Spirito Santo; però io credo Lui nella Sua pienezza; lo stesso Signore Gesù. Egli non è morto! Egli risuscitò dai morti ed è qui questa sera; qui sul palco, ora. E possa Egli benedire ed aiutare.

101         Io non sono mai stato prima in questo Paese, e per quanto io sappia non vedo davanti a me nemmeno un'anima vivente che io conosca, solo pochi qui sul palco; il fratello Boaz, io mi ricordo di lui; io ho visto quell'uomo vicino a lui, ma non ricordo il suo nome, però...ed io... Il fratello Lindsay, solo un...forse conosco tre o quattro ministri che sono seduti qui, in questo edificio. Però Dio conosce tutti voi; è vero questo? Egli conosce tutti voi.

102         Ora, questa signora che sta qui; l'Iddio del Cielo sa che io non l'ho mai vista in vita mia, per quanto io sappia. Siamo noi estranei, signora? [Sissignore.] Noi siamo perfettamente estranei. [Sissignore.] Però Dio la conosce.

103         Ora, se Gesù è lo stesso ieri, oggi, e in eterno,... Cambiamo la scena ora: cosa era Lui ieri quando cercò di scoprire qualcosa riguardo ad una donna.

Egli disse: “Dammi da bere”.

Ella disse: “Beh, non è usanza che ciò accada tra Giudei e Samaritani”.

104         Ma Gesù parlando con lei per un momento trovò qual'era il suo problema; è ciò esatto? Bene, ora Gesù è risuscitato dai morti, ed ora questa sera è vivente in noi. “Ancora un po' e il mondo non Mi vedrà più, ma voi Mi vedrete, poiché Io”, `IO' è un pronome personale, “Io sarò con voi, e perfino in voi, fino alla fine del mondo”. Ora, questa è la verità del Vangelo. Tu forse non la leggi in quel modo, o non ti è stata insegnata in questo modo, però questo è il modo in cui ciò è scritto nella Bibbia. Forse questo la tua teologia non te lo ha fatto vedere, però questo è il modo in cui essa è scritta nella Bibbia: “Io sarò con voi, e perfino in voi, fino alla fine del mondo”.

105         Ora, voi sapete che io sto aspettando qualcosa, ciò è vero; esso è l'Angelo del Signore. Questo è vero. Io sono proprio impotente, proprio come ciascuno del resto di voi. Ed io sono qui, forse con dei critici seduti qui.

106         Quanti di voi hanno mai visto la Sua foto, saputo delle mie riunioni, e visto dove la scienza prese la Sua foto, cioè questa grande Luce che venne dentro? Se volete potete vederla. Sì, molti di voi l'hanno vista. Oh! di essa sono state distribuite migliaia di copie, e via dicendo. Essa ce l'ha lo Studio Douglas, a Houston, in Texas, dove George J. Lacy, uno dei migliori investigatori in America, l'ha presa e l'ha esaminata, ed altro, per vedere se essa era stata doppiamente esposta o altro. E Gesù Cristo confermò Se stesso quale l'essere “lo stesso ieri, oggi, e in eterno”.

107         Ora, naturalmente, io aspetto Lui. Io non so se questa sera Egli vorrà aiutarmi. E se io ho detto qualche cosa di vanto, o detto qualcosa fuori posto, voglia Dio perdonarmi. Io non intendevo farlo. Io intendevo solo, con umiltà di cuore, rappresentare Gesù Cristo, Colui che ora mi sta ascoltando; e possa la Sua misericordia essere qui questa sera, visto che io ho parlato di queste cose. Ed essendo che quella è la Sua Parola, la mia preghiera è che Egli possa venire ed aiutarci.

108         Ed ora, è l'organista qui da qualche parte? Se per piacere lei suonasse sommessamente, proprio piano, il cantico: “Solo Abbi Fede”. E che ognuno per piacere stia in un'attitudine di preghiera, se volete. Voi non avete da chinare il capo, a meno che non vi venga chiesto.

109         Ora, nella linea di preghiera, voi che state venendo, siate...se Egli vi rimprovera, voi dovete...se ciò è...se ciò sarà la verità. Se essa lo è, allora tu devi essere volenteroso ad accettarla. Nell'uditorio, da ogni parte; se Egli dice... Tu devi sapere che non sono io, ma è Lui. E vai, metti la cosa in ordine.

110         La prima cosa che tu possa fare, prima di trovare la cura, è di trovare la causa, prima che tu possa trovare la cura. Se tu sei ammalato e scombussolato e vai da un dottore, ed egli ti dà un'aspirina, allora egli non è un buon dottore; egli sta solo cercando di sbarazzarsi di te. Se egli è un buon dottore, egli diagnosticherà il caso fino a che egli non trova qual'è la causa, e poi da lì inizia ad agire.

111         Questa è la stessa cosa che noi dobbiamo fare qui. Se un cattivo spirito...se c'è un peccato inconfessato, o altro, o qualcosa fuori dalla volontà di Dio, tu puoi ungere loro per tutta la notte, e piangere, e gridare, e fare tutto quello che vuoi: quel demone resterà proprio lì. Proprio così. Egli ne ha il diritto. Ebbene, questo è ciò di cui tu devi stare attento. Se per qualche motivo Dio ha messo una maledizione su qualcuno, e poi tu ti fai avanti e la togli via, tu ti troverai nei guai, come fece Mosé. Proprio così.

112         Egli, lo Spirito Santo, è qui. Ora, nel Nome di Gesù Cristo, il Figlio di Dio, io prendo ogni persona qui dentro sotto il mio controllo, per la gloria di Dio.

113         Ora io voglio parlare un momento con te, sorella. Tu naturalmente sei conscia che qualcosa sta accadendo; essa è accaduta proprio ora. Ora, se ciò è vero, lascia che le persone lo vedano tramite la tua alzata di mano. Ciò è esatto, vedete? Esso è quel—quella è la Sua Presenza, proprio così, vedete?

114         Ora, io ti sono estraneo, non ti ho mai visto in vita mia. Ed ora, se lo Spirito Santo di cui ho parlato, di Gesù Cristo che è lo stesso ieri, oggi, e in eterno; se io ho veramente testimoniato quello alle persone, e ho dichiarato che ciò è la verità, ed Egli è lo stesso, allora Egli mi rivelerà qualcosa di te così che ciò possa aiutarti a credere. Se tu sei qui...io non so di cosa tu hai bisogno, se si tratta di...però Egli lo sa. Ora, se Dio mi permette questo, vorrai tu accettare la tua guarigione, o qualsiasi sia il tuo bisogno, finanziario, o quello che sia, per il quale tu stai cercando di chiedere a Lui a riguardo? O che siano problemi domestici, qualsiasi cosa possa essere. Qualsiasi cosa sia, Egli lo sa; ed Egli è in grado di farmelo sapere, è ciò esatto? [Esatto.] E questo farà essere Lui lo stesso come quando Egli parlò alla donna al pozzo. [Sì.]

115         Io ora sto parlando con te come fece Lui, per contattare il tuo spirito. Ed io ti vedo che ti allontani da me. Tu sei—tu sei—tu hai avuto un—io vedo una specie di grande scontro; esso è un incidente. [Sì, sì.] E tu—esso fu uno scontro d'auto e tu venisti sbalzata in aria, in questo modo. [Sì.] E tu avesti uno strappo da qualche parte nel tuo collo, e ciò fece sì che ti venne un cancro al collo. E tu sei una specie d'insegnante della Scrittura. Credi tu che Gesù Cristo ti può ristabilire? [Sì, lo credo.]

116         Dio Padre, nel Nome del Tuo Figlio Gesù Cristo, sull'autorità della Parola di Dio, per una donna morente, io chiedo a questa cosa maligna di lasciarla. Satana, tu sei smascherato, per cui vieni fuori da questa donna, visto che la chiesa dell'Iddio vivente ti chiede di andartene nel Nome di Gesù Cristo, amen. [Grazie, grazie.]

117         Ora, sorella, aspetta un momento, voglio solo parlare con te. Ora tu sai che ora esso se n'è andato. Ciò rimarrà in questo modo. Vedi come la tua gola si è rilassata? [Lode al Signore!] Esso se n'è andato completamente da lei. Il gozzo se n'è andato dalla gola e lei... Dio ti benedica; vai ora per la tua strada e sii grata, felice e allegra.

118         Abbiate ora semplicemente fede nel Signore Gesù. Mettete ora Lui, il Signore Gesù, al centro dei vostri pensieri. Mentre voi pensate a queste cose...“Mentre essi stavano pensando a queste cose, essi erano di un solo accordo”. Ricordatevi: “Gesù è lo stesso ieri, oggi, e in eterno”. Oggi Egli è lo stesso. Ora, abbiate fede. Guardate in questa direzione, voi assemblea, e credete con tutto il vostro cuore, e datemi tutta la vostra attenzione; state in preghiera. Abbiate fede in Dio.

119         Ora, io credo che questa è la signora... è questa la paziente? [Sì.] Benissimo, vieni vicino sorella. Certo, Quella ora non ti farà del male. Quella è—Quella è semplicemente la Sua Presenza, vedi, Quella di cui tu sei conscia. E voi, assemblea, io—io sono vostro fratello. Questa non è psicologia! Io sento che questo viene dall'uditorio. Essa non lo è; questo è l'Iddio Onnipotente, vedete? Vedete, essa non è psicologia, no, non lo è. Ora, non fate ciò! Pensate semplicemente che è il Signore Gesù; vedete, di un solo accordo.

120         Ora, sorella, io voglio semplicemente parlare con te solo un momento. Io suppongo che noi siamo estranei, ma Gesù Cristo ci conosce entrambi. Questa è la nostra prima volta che c'incontriamo sulla terra. Però Egli ti conosce ed Egli ti ha nutrito per tutta la vita. Ed Egli conosce me. E se io, tuo fratello, e per la Sua grazia, tramite un dono Divino, per il quale io non ho fatto niente perché esso venisse,... Io ero un bambino appena nato, e la prima cosa che ricordo, fu una visione.

121         Ora, io voglio che tu guardi in questa direzione per solo un momento. Certo, tu sei ammalata. E tu stai soffrendo di...una condizione che è...esso è uno spirito tetro che è attorno a te; esso è morte. Ed esso è in forma di cancro. E il cancro è situato nel seno. E tu sei...vedo che tu sei stata esaminata da qualcuno forte ed esso è un...tu hai un'ernia. E l'ernia è nelle viscere. E tu hai pure un problema allo stomaco. Un serio problema al cuore che ti fa svenire. Alcuni giorni fa tu eri seduta sul bordo del letto e stavi quasi per trapassare, mentre guardavi verso la tua finestra. Sono queste cose vere? [Sissignore, tutte vere.] Tutte vere. Ma qualunque cosa fosse, essa se n'è andata da te.

122         Ma, chi pensi tu che sia che conosca la tua vita? Era esso Gesù Cristo? Accetti tu che sia stato Lui? [Sì.] Grazie. Tu sei volenterosa...tu sai che Qualcosa di sovrannaturale è qui. [Sì.] E se tu credi che esso è il Signore Gesù, come io ho predicato dalla Parola,... Credi tu che esso sia il Signore Gesù? [Sì, lo credo.] Io so che c'è uno spirito tetro; io vedo che esso è ancora attaccato a te. Esso è qualcosa di molto serio. Io ti vedo...il tuo nome è Eva. [Sì.] E il tuo cognome è York. [Sì.] E tu abiti in questa città. [Sì, è vero.] E il tuo numero di casa è 613 della Sesta Strada. [Sì.] È ciò esatto? [Sì.] Tu andrai a casa e sarai sanata.

Nel Nome di Gesù Cristo, che ella possa andare a casa ed essere sanata. Dio ti benedica. Vai via rallegrandoti, felice.

123         Abbiate solo fede, non dubitate. La Scrittura ha detto: “Vai, e non peccare più, altrimenti una cosa peggiore verrà su di te”. Peccato è: incredulità. Peccato non è bere, fumare, giocare d'azzardo; quelli sono gli attributi del peccato. Tu fai quelle cose perché non credi. Gesù disse: “Vai, e non peccare più”, cioè non essere incredulo, “altrimenti verranno su di te cose peggiori”. Abbiate fede in Dio. Credete Lui con tutto il vostro cuore.

124         Io vedo la Luce che segue ancora quella donna. Quella è colei che è appena andata via. Essa è sospesa là, su una persona di colore. Sì, la donna là con la vescica irritata e l'ernia. Crede lei che il Signore Gesù la guarisce, signora? Lei seduta là, con quella cosa bianca attorno al collo. Se lei lo crede con tutto il suo cuore, lei può alzarsi e reclamare la sua guarigione e sia sanata nel Nome del Signore Gesù. Dio la benedica.

Abbiate fede in Dio! Credete voi?

125         Lei ha un'ernia, non è vero signore? Lei che siede laggiù; non è ciò esatto? Lei era seduto là pregando: “Signore, fa' che quell'uomo parli a me!”. È ciò esatto? Se ciò è esatto, allora alzi la sua mano. Alzati in piedi, la tua fede ti ha guarito, fratello. Vai a casa, Gesù Cristo ti sana.

126         Lo stesso Signore Gesù, vedete? Voi non avete bisogno di venire quassù; voi avete bisogno di avere fede! Credete semplicemente Dio con tutto il vostro cuore e voi avrete ciò che chiedete. Gesù Cristo ve lo concederà, se solo voi credete. Però voi dovete avere fede! Voi dovete credere Lui con tutto il vostro cuore, ed allora Dio farà sì che ciò si adempia.

127         Il paziente...mi scusi, signore. Crede lei con tutto il suo cuore? Lei crede. Ora, lei è solo un pochino eccitato a motivo della Presenza della Sua Persona, che sta qui. Ed io credo che lei non è di questa città. [Sissignore.] Pure lei viene da una capitale, da Richmond, Virginia. Lei ha un cancro. Esso è nella sua—dentro la sua bocca, nella sua mascella. È ciò esatto? Vuole andare a casa sanato? Accetti Gesù quale suo guaritore. E nel Nome di Gesù Cristo, che esso lasci quest'uomo. Gloria! Dio la benedica, signore. Vada via credendo, avendo fede.

128         ...cosa dici? Io ora so che vedendoti, tu diventi una persona d'aspetto giovane, molto più giovane di quanto sei in mia presenza. Tu stai soffrendo di una specie di mal di testa. [Ciò è esatto.] Ed esso è un...esso ti è venuto molti anni fa; il tuo mal di testa è iniziato circa venticinque anni fa. [Ciò è esatto.] Ed esso ti ha dato fastidio sin d'allora. Tu sei una grande credente. E tu hai pregato per questa ora in cui stai qui. Tu hai detto in preghiera a Dio che se solo tu fossi potuta arrivare da me, e se io avessi pregato, il tuo mal di testa sarebbe cessato. Sono vere queste cose? [Ogni cosa.] Ciò è vero.

129         Ora tu hai sentito ciò che Quello ha detto. Quello non ero io; quella era semplicemente la mia voce. Qualunque cosa sia stata era qualcosa... Io ricordo di averti visto come una giovane persona, o qualcosa del genere. Era proprio come fu detto là? Proprio come fu detto. Ora, credi tu che quello lo disse Dio? Credi tu che Dio...[Sono certa di questo.] Tu sei certa che Dio è qui.

130         Solo un momento, io vedo qualcos'altro. Una giovane donna sembra che stia vicino a te, ella è una—ella è una figlia. Ed un... Sì, tu stavi proprio preparandoti ad andare in viaggio da qualche parte; tu stavi andando a trovare lei. E lei è in Indiana; lei vive a Richmond, nell'Indiana. E lei—suo marito è un ministro. E lei ti ha scritto una lettera, qualcosa, dicendoti di non venire qui perché qui stavo per venirci io. È ciò esatto? Tu sei guarita. Tu puoi andare. Dio ti benedica.

131         Ora solamente credete, abbiate fede in Dio. Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi, e in eterno. Ed ora abbiate semplicemente fede e credete.

132         Dio vi benedica, cara gente di colore che gridate. Egli è sempre pronto ad aiutare, quando voi credete, aiutare le persone nel bisogno.

133         Solo un momento. La signora... Io ora vedo lo Spirito Santo che sta lì nell'angolo; Egli è sopra una signora di colore. Ella sta guardando in questa direzione. Ella è stata...ed ella sta pregando. Ella ha una escrescenza. E quella escrescenza è nella sua gola. Ella ha la sua mano alzata. Accetta lei signora la sua guarigione?

134         La signora che siede lì proprio dietro a lei, pure lei ha una escrescenza, ed essa è nella sua spalla. È ciò esatto signora? Alzatevi entrambe in piedi ora; proprio lì, le due signore con la escrescenza nella...le due signore di colore. Gesù Cristo vi guarisce entrambe; voi potete andare a casa e siate sanate per la gloria di Dio. La vostra fede vi ha guarito. Dio vi benedica.

135         Abbiate fede in Dio! Non siate increduli, ma credete che tutte le cose sono possibili per coloro che credono. Amen.

136         Oh, quanta fede c'è in questo locale! Essa è proprio reale, in tutto l'edificio. Di certo voi siete nello Spirito del Signore. Ora può accadere di tutto!

137         Come sta signora? Crede lei che io sia il profeta di Dio? Il Suo...io intendo... Ebbene, un profeta è un predicatore. Lei non si aspetta che io sia del nemico; lei si aspetta che io sia di Dio. È quello il modo in cui lei accetta questo? Bene, allora io posso aiutarla. Poiché Egli mi disse che: “Se io riesco a far sì che le persone mi credano e sono sincero quando prego, allora niente potrà resistere davanti alla preghiera”. Ed ora essa non è la...io aiuto, ma è Dio che opera la guarigione.

138         Io Gli chiesi, e dissi: “Essi non mi crederanno!”.

Egli disse: “Ci saranno due segni che ti verranno dati, come fu col profeta Mosé. Con questo le persone crederanno”. E uno di essi era di rivelare alle persone i segreti dei loro cuori.

139         Ora lei non è qui per se stessa, benché lei sia nervosa e stressata; ma ciò è stato causato a motivo della malattia di questa bambina. Questa bambina qui sta soffrendo; ella è stata licenziata dai dottori, e dovrà morire. Essa è leucemia. [Sì.] È ciò esatto? [Sissignore.] Lei ha portato la bambina da fuori città. Lei ha viaggiato, è venuta dall'Ovest, è venuta verso Est. Lei viene da uno Stato che ha montagne, esso è la Pennsylvania. E io credo che la sua città è Chambersburg o qualcosa così; è ciò esatto? [Esatto.] Porti a me la bambina.

140         Cara piccola sorellina, se il Signore Gesù fosse qui, Egli imporrebbe le Sue mani su di te e la morte ti lascerebbe e tu vivresti. Credi tu che io sono il Suo servitore? Allora in Sua vece io impongo le mie mani su questa bambina e la benedico. E chiedo che il demone lasci la bambina e che la vita venga a lei, che viva e stia bene.

Satana, vieni fuori da questa bambina! Tramite l'autorità della Bibbia di Dio, con il dono Divino ministratomi da un Angelo, io ti scongiuro di lasciare la bambina. Vieni via da essa! Amen.

141         Credi tu ora che starai bene, sorellina? Dio ti benedica. Girati e fai segno all'assemblea. Dio ti benedica, piccola bambina con una fede tremenda, sii sanata. Dio ti benedica, tesoro. Vai su di là e sii sanata.

142         Mi credi tu quale Suo profeta—Suo servitore? Credi tu che Dio è vicino, nel Suo Spirito, e che questo che ora viene fatto è dal Signore Gesù? Non da me, io sono un uomo. Se Dio mi farà conoscere cos'è che non va con te, quale conferma che io sono il Suo profeta e che sto qui per rivelare la verità... Come Egli disse alla donna: “Vai a chiamare tuo marito”.

Ella disse: “Io non ho marito”.

Egli disse: “Tu nei hai avuti cinque”.

Ella disse: “Io vedo che Tu sei un profeta!”, vedi? “Io vedo che Tu sei un profeta!”

143         Ora, quello stesso Spirito che era su quel Figlio di Dio, Egli promise che Lo avrebbe rimandato nella forma dello Spirito Santo, e che sarebbe stato con noi, e dimorato con noi fino alla fine del mondo. Credi tu questo? [Sì.] Ed ora Egli può conoscere il tuo problema; lo può Egli? Tu hai un problema al cuore, è ciò esatto?

144         Ogni persona con problemi al cuore, che si alzi in piedi! Voi con un problema al cuore potete essere guariti proprio ora; non importa cosa sia!

145         Signore Iddio, Tu conosci la nostra forza e quanto deboli noi siamo, e quanto debole... E, Signore, noi sappiamo quanto forte Tu sei. E il problema al cuore è qualcosa di cui i dottori non sanno cosa fare a riguardo. Ma, Signore, chi fece il cuore? Tu lo facesti. Ed ora io sgrido questa potenza demoniaca che tiene queste persone con problemi al cuore, fa' che essa venga fuori da ciascuno di loro. Nel Nome di Gesù Cristo. Amen.

146         Dio ti benedica, sorella. Io voglio solo dirti qualcosa. Tu ora ti senti diversa come non ti sei sentita da lungo tempo, non è vero? Così che le persone sappiano, c'è uno spirito veramente tetro; tu hai avuto una brutta sofferenza, e sei dovuta stare distesa. Ma ora esso se n'è andato da te. Tu sei guarita. Io ti ho semplicemente detto che tu lo sei. Benissimo.

Per piacere, abbiate fede in Dio! Ciascuno, tutti di un solo accordo, abbiate fede.

147         Come sta signore? Benissimo. Noi siamo estranei l'un l'altro, ma il Signore Gesù ci conosce entrambi. È ciò esatto? L'Iddio del cielo, Colui che creò i cieli e la terra, dimorò in Gesù Cristo, e promise di ritornare di nuovo in noi. E ciò che Egli fece, noi lo faremo pure. Crede lei che io sia il Suo profeta? La ragione per cui io dico questo, è perché l'Angelo del Signore mi disse: “Fai in modo che le persone ti credano. E se essi non ti credono, allora tu conoscerai i segreti del cuore, ed allora essi dovranno crederti”.

148         Però lei mi crede. E oltre alla ragione che lei mi crede, lei stesso è un ministro del Vangelo. E lei è qui per una buona causa. Lei non è ammalato; lei è nel bisogno e vuole che nella sua Comunità venga un risveglio all'antica. Questo è ciò per cui lei sta pregando. Ciascuno di noi vuole questo. Alziamoci tutti quanti per un risveglio all'antica!

149         Onnipotente Iddio, Colui che creò i cieli e la terra, io ora chiedo che ogni potenza demoniaca che è in questo edificio sia spezzata, e che la potenza di Gesù Cristo sia resa manifesta. Signore, noi siamo deboli ma non sconfitti! Satana, io ti scongiuro nel Nome del Signore Gesù Cristo, vieni fuori dalle persone!

150         Alzatevi, voi storpi! Venite fuori dalle sedie a rotelle! Date lode a Lui, ciascuno di voi!

151         [L'assemblea continua a lodare il Signore—N.d.T.]

IN ALTO