HOME PREDICHE PROFEZIE LIBRI TRATTATI BIBBIA BIOGRAFIA VIDEO FOTOGALLERIA CONTATTI

La predica Infermità E Afflizioni di William Marrion Branham è stata predicata il 50-0100 La durata è di: 1 ora 2 minuti .pdf La traduzione BBV
Scaricare:    .doc    .pdf (opuscolo)    .pdf   
Leggere il testo in italiano e in inglese simultaneamente
Leggere il testo soltanto in inglese

Infermità E Afflizioni

1                   Voglio spiegare qualcosa, delle cose vitali che voi dovreste sapere. La mia voce non è molto alta, perciò probabilmente devo andare quassù. Se il Signore lo permette, domenica pomeriggio, voglio parlarvi di un sermone evangelistico del Vangelo, per domenica pomeriggio. E stiamo aspettando che il Signore compia per noi grandi cose in questa settimana.

2                   Una cosa qui riguarda… molti qui non riuscirebbero quasi a capire proprio come questi biglietti di preghiera sono distribuiti ai malati e agli afflitti. In tre anni di tentativi, questo è il solo programma che io abbia mai trovato che sembrasse veramente che fosse benedetto da Dio.

3                   Prima noi entravamo soltanto e non avevamo affatto biglietto di preghiera, e lasciavamo soltanto che la gente si mettesse in fila. Vi era pure una tale congestione! Poi pregai per forse 15 - 20 minuti alla volta; le masse di gente mi pressavano e dovevano tirarmi via.

4                   E poi in seguito, per cominciare inviavamo prima i biglietti di preghiera ai ministri, e ogni predicatore ne era garante; forse cinquanta o più chiese in tutta l'area garantivano la riunione, e ogni predicatore aveva almeno cento biglietti. Ogni predicatore voleva che la sua assemblea fosse la prima. Egli li dava alla sua assemblea e probabilmente per tutte le quattro o cinque sere, entrava solo l'assemblea di un predicatore, tutte le altre ci restavano molto male.

5                   Allora pensammo di tenere la gente del luogo, solo la gente della comunità locale, e a volte alla riunione venivano persone da sette, ottomila miglia. Questo non era giusto.

6                   E il solo modo che abbiamo trovato che potesse davvero fare in modo che il Signore tracciasse la via, è di venire e prendere i biglietti di preghiera, circa cinquanta di essi, e distribuirli soltanto ai gruppi di persone, e nessuno proprio sa chi ci sarà.

7                   Una volta vidi che distribuii cinquanta biglietti di preghiera e nessuno di essi fu chiamato. Cominciò la riunione e lo Spirito del Signore mi guidò proprio in mezzo alla gente, così, senza mai neanche fare uso dei biglietti di preghiera.

8                   Una volta vidi che sedevo sul palco, e cominciai giusto a parlare, e persi proprio il completo controllo di me stesso per il tempo di un'ora o più, mentre chiamavo il primo, e poi l'altro così. Io… Tutti furono guariti.

9                   Allora molte persone si radunano per la fila. Ho fatto questa osservazione, è la verità, è andata bene per cinque anni, per tre anni ormai. Scusatemi. Ogni persona che viene su questo palco è guarita. Non c'è mai stato niente, per quanto grave fosse la condizione, storpi o sofferenti, che non sia stato sempre guarito. Vi sono stati dei casi spaventosi. Ma io… Forse nel giro di una sera, sono proprio riuscito ad averne probabilmente tre, quattro o cinque. Forse talvolta…

10              Una volta a Calgary, Canada, dove si erano riunite venticinquemila persone, ce ne furono solamente due. Due!

11              Uno era un ragazzo che soffriva da diciotto anni, la cui mano si era ritirata sotto di lui. Stava in una sedia a rotelle. Sua madre aveva dato in pegno la fede nuziale per mantenerlo. Egli era stato in almeno sette o otto riunioni, senza mai potere avere un biglietto. Alla fine giunse per lui l'ora di trovarsi sul palco. Il ragazzo andò via dal palco con le sue gambe! Il mattino seguente, per la prima volta in vita sua si fece la barba. Mi incontrò sulla scaletta di sbarco quando l'aeroplano atterrò a Vancouver per stringermi la mano.

12              La successiva fu la bambina. La bambina, di fede cattolica, aveva una gamba più corta dell'altra di una decina di centimetri. Con quella bambina noi passammo circa un'ora e qualcosa. E questa stessa Bibbia… Quando la portarono là, ella procedeva di fianco. Le misi questa Bibbia sulla testa: lei camminò avanti e indietro sul palco normale come qualsiasi bambina, mentre le venticinquemila persone sedute continuavano a guardarla. Ma quelle cose, noi le diciamo soltanto.

13              Non conosco nessuno qui che ha un biglietto di preghiera, né chi sarà il primo. Noi distribuiamo quei biglietti e poi entriamo.

14              Cercherò di darvi un'idea. Mio fratello dice: "Ho distribuito cinquanta biglietti".

15              Io entro nell'edificio, potrei incontrare un bambino; gli direi: "Sai contare?"

"Sissignore!" mi dice.

"Comincia a contare". Gli dico io.

16              Egli conterebbe forse fino a dieci, a quindici o a venti, e si ferma; laddove lui si è fermato, io comincerei la fila di preghiera. Se si è fermato al venti, inizierei la fila di preghiera al venti, e andrei avanti o forse indietro.

17              Forse la sera dopo conterei le persone di una fila e dividerei per due, e vedrei di che numero si tratta, o qualcosa del genere.

18              Stasera, nessuno lo sa ancora dove comincerà la fila di preghiera giusto come capita. A volte cade proprio in mezzo agli zoppi. A volte cade tra i malati. Non lo so. Nessuno lo sa. Noi distribuiamo solo il biglietto e poi lasciamo che il Signore conduca per il resto, e in tale maniera si è sempre agito con successo. State in preghiera.

19              Credo che tutto questo sia nuovo per voi gente di qui. Di tutte le riunioni che ho mai avuto, questa è la seconda serata di riunione più piccola di ogni riunione in cui sia mai stato da quando mi trovo sul campo di missione. Di solito, la seconda sera, ogni sala, o in qualunque modo sia stato annunciato, solitamente la seconda sera arriva a sette, otto, diecimila. Naturalmente, la comunicazione è solo locale. Quello che provoca l'affollamento, è che l'avvertimento viene dato in modo internazionale, e a formare il gruppo vengono molte centinaia da uno e dagli altri stati.

20              La mia prossima riunione dopo di qui sarò in Houston, al Colosseo. Penso ci siano diciassette mila posti, mi pare. Sta già in almeno quattro o cinque giornali internazionali. Ecco da dove vengono le persone, da oltremare ecc., da ogni parte.

21              Stasera vorrei leggere giusto una piccola parte della Parola, perché la Parola di Dio non fallisce mai. Le mie parole sì; la Sua Parola no. Si trova nel salmo 103, il 1°, 2° e 3° versetto.

1. Benedici, anima mia, l’Eterno; e tutto quello che è in me, benedica il Nome suo santo.

2. Benedici, anima mia, l’Eterno, e non dimenticare alcuno dei suoi benefici.

3. Egli è quel che ti perdona tutte le tue iniquità; che sana tutte le tue infermità;

22              Possa Iddio aggiungere le Sue benedizioni alla Sua Parola! In tutto questo, parlando di infermità e afflizioni, vorrei giusto per alcuni minuti fare delle affermazioni al riguardo. E voglio che ascoltate e che date la vostra totale attenzione.

23              Infermità e afflizioni sono tutte le conseguenze del peccato, forse non nella tua vita ma nella vita di qualcuno che ti ha preceduto. L'autore delle infermità e delle afflizioni è il diavolo. Prima che esistesse il diavolo, non avevamo né infermità né afflizioni. Ma, quando satana venne, recò con sé infermità e afflizioni.

24              Ci sono molte volte in cui noi ci riferiamo a esse come benedizioni. Io non potrei mai pensare che Dio potesse ottenere una benedizione da una persona malata, a meno che non fosse un peccatore, per condurlo a Dio, oppure un figliuolo disobbediente, per riportarlo a riconciliarsi con Suo Padre. Ma le infermità sono le conseguenze del diavolo e della caduta. Il…

25              Oggi noi abbiamo i migliori dottori che avessimo mai avuto. Abbiamo la migliore scienza medica, i migliori ospedali che avessimo mai avuto, e più infermità di quante ne abbiamo mai avuto. E nell'epoca in cui abbiamo avuto la migliore scienza medica che mai avessimo, si costruiscono di continuo istituzioni per gli incurabili. Proprio quando abbiamo la migliore opera scientifica sulle afflizioni e sulle infermità che mai avessimo, annualmente, si costruiscono istituzioni per gli incurabili.

26              Ma non ci fu mai niente che avvenne prima di Gesù Cristo, il Figlio di Dio, in cui Lui sia stato da meno. E Lui è oggi lo stesso come lo era ieri, e lo sarà per sempre. Ed Egli lo prova. E voi lo vedrete sera dopo sera, e se non è così, allora avete il diritto di dubitare. Qualcuno disse: "Le guarigioni hanno una durata?"

27              Esse durano finché dura la fede. Ma quando la fede viene meno, allora la tua guarigione verrà meno. Direste che ogni persona che è venuta all'altare e che si è convertita sarebbe Cristiana per tutti i suoi giorni? Egli potrebbe essere stasera un figlio di Dio, e domani essere un figlio del diavolo. È quando lui perde la fede in Dio, che viene riportato indietro.

28              E qualsiasi potenza che potrebbe guarirti qui su questo palco può mantenerti in salute. Questa è la ragione per cui faccio questa affermazione che niente viene qui che non sia stato dato qui. Al di fuori di qui, se resiste, è sulla base della tua fede.

29              Ho visto venire sul palco persone totalmente cieche, e hanno letto questa stessa Bibbia. In capo a cinque giorni, ritornano ciechi giusto come mai lo erano. Come mai qui hanno letto? La potenza del diavolo ha riconosciuto il dono di Dio e lui dovette andarsene. Ora ciò un ter-… ciò è un… riconosco che è un'autentica affermazione da rendere, ma io so dove sto. E so in Chi ho creduto, e conosco la Sua potenza di guarigione.

30              Qualcuno mi parlò, non molto tempo fa quando ero in Phoenix. Le file di preghiera arrivavano fin giù lungo le strade; non potevano neanche entrare in sala. Mentre andavo verso la fila, qualcuno mi disse: "Fratello Branham, non hai paura di stare qui davanti a tutte quelle cose e ti sei accorto che ci sono là dei critici e dei giornalisti di quotidiani ecc., per criticarti?"

31              Dissi: "Io non ho paura fintantoché sento che Lui è vicino, ma se non potessi sentirLo, uscirei dal palco e me ne andrei a casa. Nessun uomo può fare niente. Tutto deve venire da Dio.

32              Per esempio, prenderemo il… parleremo per alcuni minuti sul cancro. Sembra che sia uno dei maggiori nemici di oggi. Che cos'è un cancro? Da dove è venuto? Tumore, cataratta, ulcera, polmonite, tubercolosi, tutti quei nomi sono nomi medici che la scienza medica ha dato loro. La Bibbia dichiara che sono diavoli. Per esempio il cancro, che cos'è un cancro? Di solito viene da un'ammaccatura [O da una rottura. - Ed.].

33              Tutte le cose naturali della terra raffigurano in simbolo lo spirituale. Ogni cosa nel naturale raffigura lo spirituale. La maggior parte di tutti voi lo sanno.

34              Per esempio, quando un bambino nasce, è come quando un figlio nasce da Dio. Quando un bambino, quando un figlio nasce nel Regno di Dio… La Bibbia dice:

"Ci sono tre che rendono testimonianza nel cielo: ‘il Padre, il Figliuolo e lo Spirito Santo’".

[Qualcuno grida diverse volte. - Ed.]

35              Ora, si tratta di qualcuno che sta male o qualcosa del genere, perciò concedetemi giusto la vostra attenzione. Se voi mancate queste cose, probabilmente mancherete completamente la vostra guarigione.

36              "Ci sono tre che rendono testimonianza in cielo". Ora, quando noi siamo… La nostra conversione. L'elemento venne dal corpo di Gesù Cristo quando Lui morì: vi erano acqua, Sangue e Spirito, e queste tre cose formano la nuova nascita. È esatto questo, ministri? Questi tre elementi formano la nuova nascita: acqua, Sangue e Spirito.

37              Quando nasce un bambino, qual è la prima cosa che forma la nascita naturale? Acqua, sangue, vita. Tutte le cose naturali raffigurano simbolicamente lo spirituale.

38              E un cancro nel naturale… Nello spirituale è un diavolo. Esso raffigura in simbolo l'avvoltoio e il bozzagro: si cibano di cose morte.

39              Il cancro viene da una rottura. Per esempio la mia mano non ha nessun cancro di sopra. Una volta o l'altra, può darsi che lo abbia. Ebbene, che cos'è che causa un cancro? È un… Una cellula, un germe del mio corpo si "svia", subisce una rottura o un colpo, oppure vi si introduce qualcosa. E da quel germe o cellula si avvia una moltiplicazione di cellule che si riproducono, e ciò forma un cancro e comincia a divorare il corpo nell'interno.

40              Ora, ogni vita e ogni minima vita che c'è, è venuta… viene da un germe. Tu stesso sei un germe di vita. Una volta sei venuto, eri solo un piccolissimo germe, così piccolo che non poteva essere visto dall'occhio naturale. Tu sei venuto da tuo padre. Non hai affatto niente da tua madre, niente del suo sangue, la cellula del sangue viene dal sesso maschile. E allora da quel germe, avviene una moltiplicazione di cellule. E tutto secondo la propria specie: un germe di cane produrrà cane, da un uccello un uccello, un essere umano un essere umano. Se niente interrompe il programma di Dio, se niente lo interrompe, si produrrà un figlio normale perfetto. E se niente lo interrompe, crescerà da adulto normale perfetto. Ma quando qualcosa lo interrompe, allora si ritiene che sia il male che interrompe il programma di Dio.

41              Dio non Si aspetta che tu sia malato. Dio ti ha fatto a Sua immagine. Egli vuole che tu stia bene; ha fatto tutto quello che può per mantenerti sano.

42              Ed è Satana che ti va contro. Quindi, questo cancro, questo tumore, o quello che sia, che lui avvia, da un germe egli comincia a moltiplicarsi, come il tumore che diventa maligno, e così via. Lui è un corpo proprio come tu sei un corpo. Lui ha uno spirito proprio come tu sei uno spirito, solo che non ha un'anima. Ma lui ha una vita come tu hai una vita. E quindi, allora, in te, nella tua carne, ci sono due vite. Una sei tu e l'altra è di un altro essere, che moltiplica delle cellule, che fa crescere un corpo, proprio come tu sei cresciuto in un corpo. È esatto questo?

43              Ebbene, allora, chi fa questo? Il diavolo. Il germe è una vita. In prima il germe è una piccolissima cellula con una vita in sé. E quella vita può venire solo da due fonti: o da Dio o dal diavolo. E tu sei venuto dal germe di vita, da Dio. Il cancro, il tumore o altro, vengono dal germe di vita da parte del diavolo, e lui sta tentando di distruggere la tua vita. Egli si ciba della tua circolazione del sangue e in varie maniere agisce su di te. Quindi, so che sono dei diavoli. Gesù Cristo li chiamò diavoli, e quello che Lui dice è la verità. Essi sono il diavolo. Il diavolo è un tormentatore. Egli è qui per fare a pezzi il tuo corpo, per divorarti, per distruggerti, per abbreviarti il corso normale della vita umana, se può.

44              Ecco perché quando questo Angelo di Dio scende dove sono io… Io non so niente di nessuno di voi, ma quella è la ragione per cui Lui vi dice il tipo di malattia che avete nel vostro corpo, perché quella vita è soggetta alla Vita che Dio ha mandato giù per discernerlo. E poi le cose che avete fatto nella vostra vita. Ciò è realizzato dalla potenza di Dio, allora io posso dirvi se c'è o sé se n'è andato. E voi potete vederlo dalla dimostrazione delle conseguenze fisiche. Potete vedere il paziente quando il suo corpo diventa a posto e normale, i suoi occhi si aprono o le sue orecchie diventano sturate.

45              Ora che cos'è? Ditelo a un uomo, come il ragazzetto qui, o io credo che alcuni di voi erano su al Tabernacolo poche sere fa per vederlo. Ecco qui un'immagine che diede il "Chicago Tribune", di nove muti, che erano stati mandati laggiù, che venivano dall'ospedale, sordomuti di nascita, uno di loro era sordomuto e cieco. Ora forse uno degli organizzatori vi ha letto quelle note. Ora riguardo a quelle persone, i giornali come il Chicago Tribune non sono fanatici. Quei casi devono essere assolutamente e del tutto esaminati prima di poter essere messi in un giornale simile, come il “Waukegan Sun”, o il Post Dispatch, o uno di quei giornali. Non è fanatismo. Non è una fede mitica creata, oppure una teoria. È la Potenza dell'Iddio Onnipotente. E stasera Lui è qui per confermarlo, e lo farà. E quanto prima il nostro auditorio diventa di una mente e di un cuore…

46              Se questo - se questo gruppo di persone sedute qui, forse coloro per cui stasera si deve pregare, che devono venire sul palco, se essi saranno di un cuore e di un accordo, proprio nei prossimi cinque minuti non ci sarà nessuno di loro in queste sedie a rotelle o sulle lettighe. Se essi crederanno che questa è la Verità. E mentre vengono uno per uno, stasera, sul palco, se tutti loro non vengono tolti da quelle sedie a rotelle e lettighe e altro, e cammineranno su questo palco normali, allora potete dire che sono in errore.

47              E io mi rivolgo a Dio, il Quale è infallibile. Voi sarete guariti. Ora Lui è qui per mantenere la Sua Parola. Ogni Parola che Dio dice è vera. Ma voi dovete sapere che non dovete credere a metà.

48              Delle persone vengono, dicono: "Io credo". Esse pensano di credere, ma se ne troverebbe uno ogni mille che credono veramente.

"La fede è la sostanza delle cose sperate, l'evidenza di cose non viste".

49              Noi, i nostri corpi sono controllati da cinque sensi. Quanti sanno che è vero? Vediamo la vostra mano. Cinque sensi: vista, gusto, tatto, odorato e udito. Questi controllano l'uomo naturale.

50              Ora all'interno c'è un altro uomo, che è un uomo "di fede", lo spirito. Egli ha due sensi. Uno di essi è fede, l'altro è la "non - fede" o incredulità. Ciò forma il numero perfetto di Dio: sette, i sensi che avete.

51              Ora, la maggioranza di voi qui avrebbe certamente giurato per i vostri cinque sensi. Ora notate questo solo un momento.

52              Vorresti alzarti qui, solo un momento, dottor Cauble? Ora io credo che davanti a me c'è un uomo in piedi che indossa una giacchetta d'aspetto ricercato, porta occhiali una cravatta rossa. Quanti pensano che ho ragione, vediamo la vostra mano? Bene, come sapete che c'è un uomo che sta là in piedi? Perché lo vedete. È esatto? Ora quello è l'unico modo, l'unico senso che ho ora che mi dica che là c'è qualcuno all'in piedi, perché lo vedo. La vista lo dichiara.

53              Ebbene, ora io non lo vedo, ma credo ancora che lui è là. [Il Fratello Branham si gira la testa in senso opposto al Fratello Cauble, ma lo tocca. - Ed.] Ora voi dite: "Dice che sta credendo?" Sì? Io credo che ora il dottor Caule sta là in piedi e non lo vedo! Perché possiedo un senso individuale oltre la vista che è chiamato tatto, e sento al tatto che lui è là. E so che è il dottor Cauble. Non è il dottor Bosworth, perché il dottor Cauble aveva un piccolo Testamento in mano ed esso c'è ancora. Così io…?… Una volta feci questa affermazione e qualcuno fece una sostituzione con un altro. Ma ho notato che il dottor Cauble aveva questa piccola Bibbia in mano, e si trattava del dottor Cauble. Ora il solo modo per cui potrei dire che stava ora qui è tramite il senso del tatto. E so che è vero.

54              Ma ora non lo tocco affatto; quel senso è come morto per me, però so che lui c'è perché lo vedo. Vedete cosa intendo?

55              Ci sono due sensi distinti del corpo che dicono che lui è là. Per uno di essi io lo vedo, per l'altro, lo sento al tatto. Ora là avviene… Resta solo proprio là soltanto un minuto, fratello.

56              Ora io ho un altro senso, e questo è l'udito. Battete qualche nota musicale a caso. [Il pianista comincia a suonare. - Ed.] Quanti credono che c'è una musica che suona? Vediamo la vostra mano. La vedete? Quanti "vedono" quella musica? La odorate, la gustate, la sentite al tocco? Ebbene, come sapete che si tratta di musica? Voi possedete… E se qualcuno ora qui non avesse questo senso dell'udito? Essi non saprebbero che la musica sta suonando; quel senso è morto per loro. Essi non potrebbero sentirla, perché non possono udire. Ma voi che avete il senso dell'udito sapete che sta suonando perché la sentite. Non potete vederla, non potete sentirla al tatto, non potete odorarla, non potete gustarla però potete udirla.

57              Ora la fede è la sostanza di cose sperate, l'evidenza di cose che non vedete, gustate, toccate, odorate né udite. Ma il senso della fede è giusto così reale come lo è la vostra vista, o ogni altro vostro senso. Vedete che cosa intendo? Voi lo credete, voi solo… Non c'è chi può farvi dubitare, perché possedete quel senso che vi dice che è così.

58              Voi direste: "Quella camicia era bianca". E se vi dicessi che era rossa? Bé, voi non lo credereste perché essa è bianca. Il senso della vostra vista dice che essa è bianca. I vostri occhi dicono che è così.

59              Ebbene, ora se voi credete, voi che siete qui perché si preghi, chiunque siate, se stasera credete che sarete sanati giusto così fermamente come la vostra vista dice che quella camicia è bianca, l'opera è compiuta proprio adesso. Grazie, dottor Cauble.

60              Proprio così. La fede è la sostanza di cose sperate, l'evidenza di cose che non vedete, gustate, sentite al tatto, odorate e udite. È un altro senso. È in un altro regno. Non è per niente naturale.

61              Tu non puoi avere nessuna cosa da Dio che non sia solo per fede. Per fede caddero le mura di Gerico. Per fede Mosè rifiutò di essere chiamato il figliuolo della figlia di Faraone. Per fede Gedeone fece "così e così". Per fede, il solo modo!

62              "E senza fede è impossibile piacere a Dio". E se volete piacerGli, dovete venire a Lui con fede, credendo che la Sua Parola è Verità.

63              Perché io resisto e faccio questa dichiarazione di parole e dico che niente può venire su questo palco senza essere diagnosticato e vi si riferiscono le malattie i segreti del cuore? E non importa quanto grave si zoppichi, non c'è nessuno, che sia stato in altre riunioni, di cui non si sappia che ogni volta sono stati guariti. Perché? Quando l'Angelo mi incontrò, disse: "Se farai in modo che la gente sia sincera…" Oppure: "Se sarai sincero e farai in modo che la gente ti creda, niente resisterà davanti alla tua preghiera". Io lo credo. E se posso ottenere che facciate la stessa cosa, Louisville, Kentucky avranno uno scuotimento tale che non s'è mai avuto prima. Questa è una sfida.

64              Ma stasera ciò che sto cercando di fare, è di fare in modo che vediate quel che voglio dire. Allora quando venite qui e siete liberati, state proprio su questa Parola. Egli è il Sommo Sacerdote della vostra confessione. Dio non vi può fare niente se prima non confessate che Lui è. Poi quando lo confessate, allora lo credete, agite su ciò e restate con questo, e Dio ve lo svelerà. Lo credete? [L'assemblea dice: "Amen". - Ed.] Veramente.

Qui non molto tempo fa… a Fort Wayne, Indiana.

65              Casualmente, ho una breve dichiarazione del dottor Bosworth, nella tasca della mia giacca, ve la porteranno, riguarda la riunione da cui siamo appena usciti, credo si tratti di una bambina cieca, che hanno pubblicato in Noi, il popolo. Ora sta per comparire in Noi, il popolo, un libro che andrà in tutto il mondo, di un giornalista che scrisse un resoconto critico in cui diceva: "La ragazza affermava che era guarita e non lo era". E la bambina ha dei certificati di medici ecc., che furono pubblicati. E poi li hanno esaminati, e ora, sono anche andati su Noi, il popolo, Dio Si muoverà e non c'è nessuno che può… lascerò che il dottor Bosworth ve lo legga, forse nel servizio di domani pomeriggio. È stato appena mandato dal giornale di Fort Wayne.

66              La signora Bosworth ne stava parlando alla riunione… C'era un uomo seduto là con la sclerosi multipla, che era paralizzato da dieci anni. E aveva paralisi progressiva che si addentrava nella sua colonna vertebrale. Era un uomo d'affari della città. E loro non sapevano… Lo tenevano seduto là. E avevano visto molte persone sofferenti e sulle sedie a rotelle, liberarsi. E quella sera, una bambina strabica, aveva visto in fondo alla sala molte persone strabiche guarirsi.

67              Io non ho mai visto un bambino strabico che sia venuto sul palco che non sia stato guarito. E abbiamo constatato più di trecento casi di strabismo guariti, in meno di sei mesi. Li abbiamo trascritti. Quarantamila testimonianze di malati, testimonianze di guarigioni datate, firmate da medici, e così via.

68              L'ora è qui, gente. Il tempo è qui. Io dico questo e voi potete tacciarmi per fanatico, se volete. Io credo che questo indica la seconda Venuta di Gesù Cristo. Amen. Perché, ci saranno segni e prodigi. E la cosa in questo è che se noi non siamo nel Regno di Dio, affrettiamoci a entrarci. Sicuramente, io avrei una certa conoscenza di ciò su cui sto parlando, altrimenti Dio non onorerebbe mai la mia preghiera per fare quel che Lui fa. E voi al di fuori del Regno, cercate ora Cristo come vostro rifugio, mentre è tempo e mentre ne avete la possibilità.

69              Non dimenticherò mai un'affermazione. Una volta stavo al…

70              Casualmente, per finire vi racconterò della giovane di Fort Wayne. La signora Bosworth le disse: "Cara…" Ella stava vendendo delle pubblicazioni in fondo alla sala.

71              Lei venne fuori piangendo, disse: "Signora Bosworth", che è la moglie del fratello Bosworth, disse: "ho visto tutte quelle persone strabiche guarite", lei era una signorina di circa diciotto anni dagli occhi terribilmente strabici. Disse: "se tu…" Disse: "Se io potessi solo entrare in quella fila di preghiera! Ma non posso neanche avere un biglietto".

72              La signora Bosworth, commossa, andò incontro alla figliuola. Disse: "Cara, se tu girerai intorno in modo che lo puoi vedere, e veramente… Ora non lo immaginare soltanto, ma credi con tutto il tuo cuore che è un dono di Dio, sarò sicura che lui ti chiamerà in pochi minuti".

73              Io stavo pregando per i malati sul palco, avevo la mia schiena girata verso la ragazza. Tutto a un tratto, sentii che la fede si muoveva, addentrandosi. Mi guardai intorno, non riuscivo a percepirla, ce n'erano troppi affollati in piedi. Mi accorsi che veniva da lì, e cercai di discernere quale tipo di spirito era. Vedete, la sua fede si era mossa addentrandosi in quella categoria.

74              E quando mi voltai, alla fine la trovai. Oh, localizzai dove lei si trovava, due volte la distanza di questa sala. Ella indossava una giacca verde. Dissi: "La signorina strabica che sta laggiù con una giacca verde, non abbia più paura, Dio ti ha guarito!" I suoi occhi furono perfettamente normali. Questo è solo uno delle migliaia di casi che sono avvenuti in quel modo.

75              Ora quando… se possiamo fare in modo che nella riunione potete unirvi e togliervi solo quello che pensate che è "questo", "quello", metterlo solo da parte, non venite solo come spettatori, venite credendo e vedrete se quelle stesse cose non hanno luogo proprio qui in sala.

76              La prima volta, quando incontrai il dottor Bosworth, qui, fu a Miami. Stavamo avendo una riunione. Il dottor Bosworth è noto internazionalmente, ha quaranta anni di esperienza nell'insegnamento della guarigione divina. Egli pensava che un certo giorno Dio avrebbe mandato il dono alla chiesa. E poi quando sentì che io ero laggiù, pensò soltanto: "Bé, eccolo di nuovo, proprio qualcuno che predica la guarigione divina". Una sera lui venne alla riunione. E venendo attraverso la riunione… Noi stavamo avendo, quel che chiamano, la fila veloce, dove c'erano delle migliaia.

77              Quel pomeriggio, sulla trasmissione della WBAY, furono intervistati due ragazzetti che erano ciechi dalla nascita. Entrambi ebbero la loro vista, e li portarono laggiù alla stazione di trasmissione, dove furono intervistati.

78              Così il fratello Bosworth andò alla riunione. E capitò che mentre la fila iniziava veloce, vi erano diverse migliaia che dovevano passare quella sera; mentre si accostavano a quattro a quattro, su di loro non si imponevano che soltanto le mani.

79              Spinsero avanti una ragazzetta. Non dimenticherò mai la figliuola. Era una graziosa piccolina. Una bambina dai capelli biondi, con un dente sporgente davanti, e aveva una piccola, una piccola nuova "manicure" sui suoi capelli, o come voi chiamate quelle cose che le donne si mettono nei capelli. La spinsero… Qui sul suo piccolo petto aveva un busto ortopedico. E la spingevano attraverso la fila, e io imposi le mani su di lei. Ella uscì dal palco e la trascinarono di nuovo nella fila. Oh, la poverina! E lei continuava a passare attraverso. E poi qualcuno la fece passare e le imposero le mani. E mentre lei ripassava, alzò lo sguardo, e fece quasi uno di quei sorrisini, sapete, con quel dente sporgente.

E Qualcosa mi disse solo: "Ferma la bambina".

80              Dissi: "Cara…" Vidi che lei aveva fede per essere guarita in quell'istante.

81              Ma, vedete, è per questo che c'è il dono. Voi notate qui sul palco come per Lui a volte dovete agire. La gente dice: "Oh, io credo, fratello Branham". Ma essi sono qui, "quaggiù"; e "qui" è dove dovrebbero essere: "quassù". Ebbene, allora dico loro quelle cose circa le loro malattie e i segreti del loro cuore, la fede aumenta finché faccio in modo che la persona mi creda.

82              Questo è quello che Lui ha detto: "Se farai in modo che la gente ti creda, poi sarai sincero quando preghi, nessun demonio potrà resisterti allora". Lui deve riconoscere il Maestro. Allora… E so che me lo ha detto Lui.

83              E quando posso fare in modo che il paziente arrivi al punto che la sua fede giunga a questo, ecco cosa mi dà una fede perfetta. Non l'ho mai visto fallire. E non fallirà mai. Non può fallire.

84              E poi quando spinsero avanti la ragazza, dissi: "Cara, resta in piedi proprio dietro di me". E lei rimase là dietro, tenendosi, lei continuava ad afferrarsi alla punta della mia giacca. Dissi: "Prega, cara". E lei teneva il suo capo chino, in preghiera.

85              E il fratello Bosworth stava seduto, seguendo tutto ciò, ancora un pò dubbioso. E lui osservava, perché se ne stava là fuori, guardando proprio mentre la riunione volgeva al termine. E lei era… Avvenne l'ultima sera, credo che fosse.

86              E lei si stava tenendo alla mia giacca, e io continuavo giusto a pregare. Avevo dimenticato la figliuola. Mi girai di nuovo, dissi così: "Cara, continua a pregare".

87              E dopo un pò, cominciai a sentire che la fede cominciava a subentrare, come un battito di cuore: "Pump, pump, pump". E quando si cominciò a… [Parte del nastro non registrata. - Ed.] … Mi girai verso di lei; le dissi: "Ora, cara", e imposi le mie mani su di lei e implorai il Signore Gesù.

Parlai alla madre, le dissi: "Ora toglile il busto".

Ella disse: "Ma, fratello Branham, ti dico, lei…"

88              Le dissi: "Non dubitare, signora. Fai ciò che ti è stato detto di fare". Lei si avviò lassù e tolse il busto alla figliuola.

89              Eccola ritornare qui e tenere quel grande busto ortopedico così per le persone; perfettamente normale, giusto così normale come potrebbe esserlo, in quelle piccole gambe. E giusto dottor Bosworth? [Il Fratello Bosworth dice: "Amen". - Ed.] E proseguì con la riunione. Giusto pochi momenti fa, continuavo…

90              Oh, due volte la distanza, o forse di più, di questa sala, sotto la grande tenda da circo dove stava la gente, direttamente nelle autostrade, là ai Princess Gardens. Poi indietro, continuai…

91              Sentii subentrare qualcosa, ricominciare: "Whew! Whew". Sapevo che era la fede. Non potevo proprio dire da dove veniva. Continuai a girarmi, guardando; ma la gente passava molto velocemente, e alcuni piangevano gridavano, cercando di toccarti e altro.

92              Dopo un pò, Lo localizzai, laggiù verso il fondo, una persona con addosso una camicia bianca. Aspettai, scoprii che genere di spirito lo aveva legato. L'uomo era zoppo. Era caduto da cavallo alcuni anni prima. Era un mercante di Miami. La sua mano e il suo braccio erano storpiati così. Lui era venuto come critico, per criticare nella riunione, e poi cominciò ad avere fede.

93              Mi fermai e dissi: "Signore, lei laggiù, il quarto della fila andando indietro in questa direzione, con addosso una camicia bianca, si alzi in piedi. Gesù Cristo l'ha guarito". E quando lui si alzò, le sue mani si sollevarono. Avreste pensato che la sua piccola moglie imbellettata fosse una dei "santi rotolanti" o santoni, poiché il piccolo fratello disse stamattina sulla sua trasmissione, d'averla sentita gridare. Lui stava là, perfettamente liberato.

94              Il fratello Bosworth esaminò il caso, poi venne da me. Egli domandò all'uomo tutto ciò che lo riguardava. E quando andò a trovarlo in questa condizione, interrogò me, disse: "Come sapevi che era quello l'uomo?"

95              "Signore", dissi: "io comincio a diventare debole. Mi rendevo conto che veniva da qualche parte".

96              E lui prese il microfono e disse: "Questo prova che Gesù Cristo è lo stesso, ieri, oggi e in eterno. Questo lo prova". Disse: "Ora, il dono che era in Gesù Cristo sarebbe come tutto questo oceano qui, che sbatte contro la riva. Il dono del nostro fratello sarebbe come se vi si togliesse da esso una cucchiaiata d'acqua. Gli stessi elementi chimici che sarebbero nella cucchiaiata d'acqua, sono però lo stesso tipo di elementi chimici che si trovano in tutto l'oceano". Questo è vero.

97              E io potevo sentire che mi indebolivo. E l'uomo fu perfettamente liberato.

98              Ora questo è avvenuto centinaia di volte. E credo che ci sono persone in questa sala, che sono state nelle altre riunioni, per testimoniarlo. Ho qui degli amici che sono stati in altre riunioni, che potrebbero testimoniare e dire che è la verità? Alzate la vostra mano se siete qui. Ora lo potete vedere. La Bibbia dice: "Dalla bocca di due o più testimoni".

99              Ora, quando voi potete avere la stessa cosa qui in Louisville, non c'è bisogno che nessuno vada via da qui senza essere perfettamente liberato. Io potrei non avere giusto il tempo per tutti sul palco, ma tutti possono beneficiarne. Se Dio può provare qui che Lui stesso è Dio, e che ha confermato che quanto ho detto è la verità, allora credete Dio. Quindi agite sulla vostra fede, e mettete in azione la vostra fede nella vita, e Dio andrà a operare su voi proprio là, e vi farà star bene.

100         Hot Springs, ora, fu… Credo fosse in Little Rock. Una sera le autoambulanze erano così fitte che avevano bloccato le strade. Fu necessario far venire laggiù la polizia per fare liberare l'angolo, proprio sotto il castello in Hot… in Rock… in Little Rock, Arkansas.

101         Il Reverendo mister Brown era uno dei pastori di là. Se voleste avere questa testimonianza, scrivete al Reverendo G. H. Brown, 505 Victory Street, Little Rock, Arkansas, e sentitelo. Si parla di potenza demoniaca! E giusto… Era la mia quarta o quinta riunione, verso le undici la mia mano si era di molto intorpidita.

102         A volte quando vado a casa, la mia mano è completamente intorpidita, al punto che devo fare scorrere dell'acqua calda per quasi mezz’ora, per avere di nuovo la sensibilità fisica del tatto. Io ho un orologio, e stringo tante mani di persone con l'orologio al polso che esso si ferma. Adesso ho un orologio Longines, viene appena dalla fabbrica. Io lo tengo stretto al polso, quale sia la reazione fisica o la cosa meccanica che lo causa, io non lo so.

103         Ma il signor Brown disse: "Fratello Branham, scendi nello scantinato dell'auditorio". Disse: "Ho un caso quaggiù di cui tu non hai mai visto niente del genere". Ebbene, vi discesi durante la sosta del riposo.

104         Ho assistito a delle vedute orribili, ma non avevo mai visto assolutamente niente di simile. Sono entrato nei manicomi dove delle giovani donne malate di mente usavano i contenitori dei loro bisogni corporali per sporcarsi la faccia. Ho visto delle cose orribili, ma non avevo mai visto niente di simile. Distesa sul pavimento c'era una donna di circa trenta, trentacinque anni, una donna dall'aspetto robusto. Le sue gambe erano sollevate così, e stavano sanguinando.

105         C'era un uomo che stava sui gradini, giusto un buon vecchio fratello dell'Arkansas, indossava una tuta da lavoro e una camicia blu. E, amici, vi dirò che a volte i cuori migliori battono sotto di ciò. Questo è esatto. È vero, credo. Non mi piace nessuna simulazione; gradisco veri uomini e donne veramente all'antica, nati di nuovo salvati da Dio. Proprio così. E lui se ne stava là, coi suoi vecchi vestiti dall'aspetto sbiadito. Dissi… Scesi.

Dissi: "Come va?"

"Buona sera", disse lui: "sei tu il fratello Branham?"

"Sissignore", gli dissi.

Disse: "Pensavo che lo eri."

106         Il sistema PA si era introdotto pure là. Da una parte vi era un gruppo di malati di mente.

107         Ma questa donna non poteva stare con nessun altro. C'erano voluti circa otto o dieci uomini per portarla dentro. Non riuscivano a farla entrare in una ambulanza. Non potevano mettercela, e avevano mandato qualcuno lassù in automobile, e lei aveva rotto a calci tutti i vetri dell’automobile, e quegli uomini cercavano di tenerla nella macchina. E lei si trovava là, distesa sulla schiena. Il medico le aveva fatto delle iniezioni. Era stato il cambiamento prematuro della vita a ridurla così. E lei era là, distesa sulla schiena.

108         E io dissi: "Bene, andrò e vedrò se sento delle vibrazioni".

109         Lui mi disse: "Fratello Branham, non andare laggiù", disse: "ella ti ucciderebbe".

"Oh", dissi io: "non credo", proprio così.

110         E mi avviai. Lei era stesa là, mi guardò quasi sbattendo gli occhi, sbarrandoli fissi. E io dissi: "Buona sera". Ella non disse una parola. Le strinsi la mano. Dissi: "Buona sera".

111         Lui mi disse: “Ella non conosce neppure il suo nome, fratello Branham. Non lo conosce da due anni”.

112         E io le strinsi la mano. E giusto per la benedizione di Dio mi capitò di stare in guardia. Lei mi diede proprio uno strattone con entrambe le mani, così, e probabilmente mi avrebbe spezzato le ossa del corpo. E io allargai il mio piede e l'afferrai proprio sul petto. Ella mi trascinò giù, io mi liberai di lei con uno strattone, e poi quando corsi via da lei per salire i gradini, vidi una scena che non ho mai visto in vita mia in precedenza. Quella donna, coi suoi due arti ritti in aria così, venne a inseguirmi sul suo dorso, come un serpente. Potevate sentire il suo strisciare sul pavimento.

113         Ora, quello è il diavolo. Voi potete dire dell'altro, quel che desiderate, ma quella donna era legata dal diavolo. Ella venne da me sul suo dorso, come un serpente, e si rizzò e sbatté contro una parte del pavimento così. Lei girò intorno, sollevò le sue grandi e forti gambe scalciando così. C'era là una panca, lei la colpì con la testa; il sangue le scorreva da un lato della testa, e lei ne ruppe a calci un pezzo. Lo prese in mano, lo lanciò a suo marito e colpì la parete. E l'intonaco cadde dal muro dove lei aveva colpito con una tale terrificante… da pazzi; probabilmente venti volte la sua forza! E là quel grande… Comunque lei era una donna di buona portata, robusta.

114         E poi cominciò a fare un rumore molto strano, che faceva: "E-e-e-e-e-e, eeeeee", così. Io la guardai, pensai: "Bé, non ho mai visto niente… Dio abbia pietà di un povero essere umano legato così!"

115         E l'uomo incominciò a piangere. Egli venne avanti e mi mise le mani, le braccia intorno, disse: "Fratello Branham, ora dici che non c'è vibrazione?" Disse: "E io non so dove andrò". Egli si accasciò, piangendo. Disse: "A casa, lei ha cinque figlioletti". E disse: "Io–io… ella è stata una brava donna". Disse: "Lei si è affaticata su queste vecchie zolle e mi ha aiutato a coltivare piante di cotone". E disse: "Quando si è ammalata", disse: "ho fatto tutto quello che potevo fare. Ho venduto la mia fattoria". E disse: "Fratello Branham, per poter portarla qui, mi era rimasto solo una cosa: un paio di filatoi. E li ho venduti in modo che il fratello percorresse duecento miglia per condurla qua. E adesso lei ha rotto i vetri della macchina, ecco perché le sue gambe sanguinano". Lui disse: "Da due anni ella è stata sulla sua schiena, e non sa neanche il suo stesso nome".

Io dissi: "Bene, fratello, certo, Dio può guarirla".

116         E in quell'istante lei si girò, disse: "William Branham, non avere niente a che fare con me. Io l'ho portata qui". Lui disse: "Ma…"

117         "Questa non è lei", dissi io: "è il diavolo che parla per mezzo di lei". È vero. Essi lo riconoscono. Sanno.

118         Lui disse: "Ebbene, fratello Branham, questa è la prima parola che ha detto in due anni".

119         Dissi: "Il diavolo sta solo usando le sue labbra, proprio come quello del caso di legione".

120         Ella venne strisciando nella mia direzione, disse: "Tu non hai niente a che fare con me". Strisciando così.

121         Dissi: "Fratello, credi tu la storia che mi hai sentito dire sulla venuta di quell'Angelo?"

122         Egli disse: "Con tutto il mio cuore!" disse, mentre mi gettava le braccia intorno.

123         Mi avviai all'angolo del gradino e pregai con tutto il mio cuore il Signore Gesù. Dissi: "Dio, guarda quella povera donna; a casa ci sono cinque figliuoletti innocenti senza mamma, di cui uno è un lattante". Dissi: "Che può accadere? O Dio, abbi pietà!" E lo Spirito del Signore venne, e io chiesi al diavolo di lasciare la donna. Mi girai indietro, dissi: "Ora tu lo credi?"

124         Egli disse: "Con tutto il mio cuore. Fratello Branham, che farò di lei?"

125         "Riportala indietro", gli dissi: "riportala proprio indietro all'ospedale". Dissi: "Se tu non dubiti di nulla in ciò che ti ho detto, osserva cosa succede".

126         Due mesi dopo di allora, ero a Jonesboro, Arkansas, dove erano avvenute tante cose. Circa vent’otto mila persone si erano riunite nella città. E io stavo parlando e vidi una donna che spingeva anzi faceva cenni con le mani verso di me. Ella disse: "Fratello Branham, non mi riconosci?"

127         "No, signora", le dissi io. Lei si stava avviando così, e tutti…

128         Disse: "Io… Tutti voi, scusatemi". Mi disse: "Volevo solo vederti".

129         E notai qualcuno sorridere: era suo marito. E lei stava là, normale e nel suo giusto senno, coi suoi cinque figlioletti, giusto così perfetta come poteva esserlo.

130         L'avevano portata indietro. Nel ritorno, mai una volta lei scalciò in macchina. La rimisero nella camera imbottita. La seconda mattina, entrarono per darle da mangiare, e lei era alzata. E la quarta, la terza o la quarta mattina, la fecero uscire come una persona sana, e la mandarono a casa dai suoi figliuoli. "Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi, e in eterno".

131         Amico, guarda, certe volte i demoni riconoscono la Potenza di Dio prima che lo facciano i ministri e i Cristiani. Lo sapevi? Molte volte. Leggi la Bibbia. Quando il sacerdote diceva: "Oh, Lui è Belzebù".

132         Il diavolo diceva: "Noi sappiamo Chi sei: Il Figliuolo di Dio, il Santo d'Israele". È esatto questo? [L'assemblea dice: "Amen". - Ed.]

133         Vi ricordate quando di Paolo e Sila i ministri dicevano che erano impostori? Quella piccola dicitrice di buona ventura diceva che loro erano uomini di Dio che avevano la via della Vita.

134         Se non mi sbaglio, il Reverendo Hooper, di Phoenix, Arizona, che sta in fondo alla sala, potrebbe verificare questa affermazione. Reverendo Hooper, non c'eri tu quella sera? Ecco un uomo che stava proprio là quando ciò ebbe luogo. Scrivete al Reverendo G. H. Brown, 505 Victory Street, Little Rock, Arkansas, e chiedetegli di testimoniare. Fatevi mandare… Fatevelo attestare dall'ospedale psichiatrico. Questo è uno delle migliaia.

135         Solo un'altra. Il giorno dopo di questo, l'Angelo del Signore scese in sala… E poi io incomincerò la fila di preghiera.

136         Ero–ero laggiù a El Dorado. Per due sere devo essere all'ippodromo; non appena parto da qui, vado a Shreveport e poi a El Dorado, e continuo. Mi trovavo laggiù in una chiesetta. Mi dissero: "Se verrai su a parlare in questa chiesa…"

137         A migliaia avevano affollato la città, e il giornalista era stato convertito, su questa foto, nello stesso tempo del gestore dell'albergo. Essi volevano sapere come trovare Gesù. Erano stati membri di chiesa per anni, ma quando videro l'opera di Dio, che Dio aveva compiuto in mezzo al Suo popolo, mi invitarono in una piccola stanza ed io predicai.

138         E quando uscii, c'erano riuniti quattro uomini intorno a me, che si avviarono fuori dalla porta. E là fuori la gente aspettava, stava sotto la pioggia, tenevano dei teloni sui loro cari e così via, per degli isolati di città, non avevano posti dove andare, non potevano nemmeno entrare, nessun posto da nessuna parte, né case private. Essi avevano steso dei giornali, tenevano un tendone, quando sopraggiunse un acquazzone, dei piccoli zoppi aspettavano il loro turno per cercare di entrare nella fila di preghiera. Fratello, io ti dico che quella è gente che ama Dio. È vero. Io non lo scorderò mai. Lungo la fila si erano verificati delle cose fenomenali, mistiche. Io ero uscito dalla sala, la gente piangeva, affollandosi, cercando di andare dove ci si trovava. Continuavano a spostare questa fila verso l'automobile.

139         Continuavo a sentire qualcuno gridare: "Pietà! Pietà! Pietà!"

140         E mi guardai intorno. Potevo sentirlo da qualche parte, sembrava proprio che qualcosa mi sobbalzasse sul mio cuore. Guardai. Stando laggiù da una parte… In Arkansas hanno una legge per cui il bianco e la persona di colore non possono stare insieme. In disparte c'era un uomo di colore, che teneva un berrettino nelle mani, standosene sotto la pioggia, e la pioggia gli batteva in faccia. Sua moglie gridava: "Pietà! Pietà! Pietà!"

141         Pensai al cieco Bartimeo. E continuai ad andarmene, e sembrava come se Qualcosa mi dicesse proprio di non farlo. Centinaia di loro spingevano. Dissi: "Voglio andare laggiù dove c'è quell'uomo di colore".

142         "Fratello Branham", mi dissero: "non puoi farlo". Due di loro erano della polizia. Dissero: "Inizieresti una rivolta razziale proprio ora". "Non puoi farlo". Dissero. Dissi: "Ma il Signore mi sta dicendo di andare laggiù dove si trova lui".

143         E io mi sporsi proprio da una parte e andai laggiù. Formavano un piccolo circolo. E quando salii sentii la moglie che diceva: "Caro ecco che viene il pastore". Oh! Mi avvicinai un pò di più a dove lui si trovava.

Egli disse: "Pastore Branham, sei tu questo?"

E io dissi: "Sissignore".

144         Egli cominciò a toccarmi la faccia con la sua mano, e disse: "Pastore, hai un solo minuto per sentire la mia storia?"

"Sissignore", dissi.

145         Egli disse: "Pastore", disse: "la mia vecchia mamma era una brava donna religiosa". Disse: "Lei non mi ha mai detto una bugia in vita sua". Disse: "É morta ormai da dieci anni". Disse: "Io non ho mai neanche sentito parlare di te in tutta la mia vita". Disse: "Vivo a circa cento miglia da qui". E disse: "Ieri notte…" Disse: "Sono cieco ormai da molti anni". Disse: "Ieri notte, mi sono svegliato, e vicino al mio letto stava in piedi la mia vecchia mamma, e mi disse: 'Figliolo caro, vai laggiù a El Dorado, Arkansas, e chiedi di qualcuno di nome Branham'. Disse: ‘Il Signore gli ha dato un dono di guarigione divina. Tu riceverai la tua vista’". Oh, sentii come se il mio cuore diventava grande così. Vidi che Dio aveva parlato.

146         Se l'uomo non lo crederà, Dio lo dichiarerà in qualche modo al sincero di cuore. Lui lo farà.

147         Misi le mie mani su di lui e dissi: "Fratello, il Signore Gesù che ti ha mandato questa visione sta ora qui per farti star bene". Tolsi le mie mani da lui.

148         Io gli strinsi la mano: la cataratta era morta. Giunsero le lacrime e scivolarono sulla sua guancia. Egli disse: "Ti ringrazio, Signore. Ti ringrazio, Signore".

Sua moglie disse: "Caro, vedi?"

"Sì", disse: "vedo".

Disse: "Oh, vedi davvero, caro".

149         "Sì", disse: "quella che sta lì è una macchina rossa". Oh! Ella cominciò a gridare così.

Poi mi afferrarono e mi portarono fuori nell’automobile.

150         In seguito, una sera scesi da un aeroplano nei pressi di Memphis, Tennessee. Ero appena entrato che sentii qualcuno gridare: "Ehi, pastore Branham!" Andai là. E chi c'era? Lui stava là, normale, poteva leggere la Sua Bibbia e tutto il resto.

151         Penso: "Grazia sorprendente, quanto è dolce il suono che salverebbe un infelice…"

152         Egli stasera è ancora lo stesso come Lo era allora. Egli è qui, amici. La sola cosa che vi sto chiedendo di fare è credere che vi ho detto la Verità. E osservate La Potenza dell'Onnipotente Dio fare come ho detto. Se Lui non lo fa, allora dite che il fratello Branham è un falso profeta. Se lo fa, allora credete Dio per la Sua testimonianza.

Chiniamo il nostro capo.

153         Nostro Padre Celeste, oh, penso che un certo giorno quando arriviamo alla fine del viaggio, e salgo nella Tua casa, io Ti prego che Tu mi faccia entrare, e che io possa avere un posto a sedere lassù da qualche parte con tutte queste care persone che ho incontrato. Noi potremo parlare delle cose, dei ricordi che abbiamo di queste grandi cose che hai fatto per noi. E quanto è meraviglioso, qui lungo il viaggio del pellegrino, vederTi e sapere che sei vicino, e che stasera sei qui per liberare queste persone malate e afflitte.

154         Signore, questa volta noi non sappiamo chi hai scelto per entrare in questa fila. Tu lo sai. Qualcuno è qui. Ci sono cinquanta persone che hanno i biglietti. Signore, Tu provvederai. Tu sai chi deve venire qui, e noi l'affidiamo alle Tue mani, Signore.

155         Ora benedici tutti. E possano quelli, Signore, che non potranno essere nella fila di preghiera, quando vedranno altri che sono afflitti e tormentati come lo sono loro, li vedranno liberati. O Dio, Ti prego che la loro fede salga e credano. E, o Padre, concedi che ci sia un risveglio all'antica che inizi proprio in tutta la città, Signore, sì che ogni chiesa abbia risvegli e vengano le anime perdute, credendo il Tuo diletto Figliuolo. Concedilo Dio caro.

156         Ora, Padre, Tu conosci la debolezza dell'uomo. E noi conosciamo la Potenza di Dio. E Ti prego che Tu manderai il Tuo Angelo, affinché stasera sarà qui Colui che mi ha separato dai lombi di mia madre, portandomi in questa vita, e che mi ha predestinato a questo scopo. Dio caro, faccio questa grande coraggiosa affermazione, davanti a migliaia e a centinaia di migliaia di persone, che Tu non hai mai fallito ancora. E so che Tu non fallirai stasera, ma stasera accorderai che sia riferito alla gente ogni segreto del cuore; che siano dette loro le loro malattie, i demoni che li hanno legati. E tutti saranno liberati (vero, Padre?) perché noi confidiamo in Te e Ti amiamo e Ti crediamo, e lo chiediamo nel Tuo Nome e per la Tua gloria. Ascolta ora la preghiera del Tuo servo, Padre, perché noi lo chiediamo nel Nome di Gesù. Amen.

157         Benissimo, ora la fila di preghiera dirigente. [Un Fratello viene al microfono e dice: "Voglio che quelli con i biglietti di preghiera dall'ottantacinque B, al cento B, stiano in fila secondo il vostro numero alla mia destra, e alla vostra sinistra, sui gradini del palco. Da ottantacinque B, a cento B. Tutti gli altri restino seduti". - Ed.]

158         Potreste dire, mentre lui sta allineando le file, che tutti qui sanno che… Stiamo cercando di dire questo, che dovete essere riverenti. Noi non saremo responsabili… Ogni sera devo dire questo per legge. Io non sono responsabile di ogni critico della riunione. Queste cose vanno dall'uno all'altro, specialmente gli epilettici e via dicendo così. Ho visto gente venire alla riunione perfettamente normale; si vede uno spastico seduto qua, e questo spastico se ne va normale e il critico esce zoppo. Una volta ne vidi venire vent’otto, che caddero epilettici per terra. Queste potenze demoniache troveranno un posto in cui andare.

159         E, amici, questa è la Bibbia. Quanti sanno che si tratta di una dottrina biblica, vediamo la vostra mano. Questa è proprio la chiesa del Nuovo Testamento in azione. Non è vero, amici? La Potenza dell'Iddio Onnipotente libera.

160         E mentre si stanno allineando le persone, penso che quelli sulle sedie a rotelle, se volete giusto stare calmi, verranno da voi quando essi… Quando il vostro numero di biglietto è pronto, vi chiameranno.

161         Ora io voglio che tutti ricordino questo. Tutti voi siete sempre benvenuti alle riunioni. Ma quando vi chiedo di chinare i vostri capi, dovete chinare i vostri capi. E poi quando io… non alzate la testa finché non mi sentite dire su questo microfono, a me o al fratello Bosworth che sta qui, di alzare il vostro capo. Se lo fate prima, io non sarò responsabile per quello che avviene.

162         Il signor Hooper, seduto vicino, era a… mi fa piacere vedere qualcuno in quel modo, è stato in altre riunioni. Egli era a Tucson, Arizona, con noi, dove uno dei funzionari della città stava nella riunione.

163         Egli disse: "Ebbene, quello è un buon caso di psicologia", disse: "Io solo… Non è altro".

164         Io continuavo ad avere la sensazione dell'uomo. Lui stava dietro alla mia destra. Dissi: "Qualcuno alla mia destra ha la testa alzata". Egli non volle tenere giù la sua testa. Uno degli uscieri gli parlò, disse: "Tenga giù la testa". Egli era un funzionario della città, così lui disse: "Non lo faccio". "Va bene". Così essi mi risposero di rimando.

165         Avevo là un bimbetto, e lui aveva un cencio appuntato con uno spillo intorno a se, cercando… Aveva avuto un attacco epilettico; ne subiva uno sul palco proprio allora. A volte quando viene un epilettico, subisce degli attacchi. E io dissi: "Va bene, signore, io glielo ho chiesto. Questo è tutto quello che posso fare".

166         Pregai. Dissi: "Dio, non permettere che questo bambino innocente soffra per quel bambino–per quell'uomo, a causa della sua disubbidienza". Lasciò il bambino. L'uomo continuava proprio a ridere.

167         Circa due giorni dopo, lui venne… cominciò ad avere una strana sensazione, disse: "Oh, è solo che io ci penso, questo è tutto". Disse: "È solo–è solo la mia immaginazione che sta avendo la meglio su di me". Cercò di scuotersi.

168         Un giorno anzi più tardi, dei funzionari lo trovarono giù in città, che camminava intorno e intorno. Circa sei mesi dopo, lui venne su…

169         Stavo tenendo un servizio in Charles Fuller… con Charles Fuller, a Long Beach. Se qualcuno di voi stava là, sapete quanti ce n'erano. Ce n'erano letteralmente migliaia là, che stavano su e giù per la spiaggia, così essi…Lui non poté entrarci. Salì a Los Angeles, non poté entrarci.

170         E, alla fine, Modesto. Sua moglie, in una sera piovosa, cadde lungo la strada. La barba gli aveva ricoperto la faccia, il suo aspetto era orribile spaventoso. E lui se ne stava là. Lei mi disse: "Fratello Branham, qualcosa deve essere fatto". Disse: "Egli non mangia neanche. Non può sopportare l'acqua su di sé". Oh, aveva un aspetto orribile. Stava là con gli occhi sbarrati.

171         Andai dentro. Egli cominciò a fare: "Hummmm", tornando così verso di me.

172         Dissi loro di chiudere la porta a chiave. E lui era stanco, era stato per ore là, in un locale del circolo, il sabato sera, per occuparsi dei malati. Feci chiudere la porta a chiave dal fratello Brown e dal fratello Moore, per tenere lontana la gente. Sua moglie era infangata perché era caduta lungo la strada, e aveva afferrato i miei pantaloni. Non riuscivo nemmeno a muovermi. Non potevano trascinarmi perché lei continuava a tenersi a me perché andassi da suo marito.

173         Circa quarantacinque minuti dopo lui fu liberato. Mi mise le braccia intorno e mi abbracciò. Si mise il cappello sulla testa, così, mi strinse la mano, se ne andò a casa come un uomo in buona salute.

174         Amici, io vi dico che se fossi un critico, non starei nemmeno intorno a ciò che stava avvenendo. Io sono qui per aiutarvi e non per ostacolarvi. Ebbene, ora, ricordatevelo soltanto. Se terrete i vostri capi chini, se dovesse avvenire qualcosa, allora ne sarò responsabile. Ora, non potreste abbellirlo, perché saprò quando venite qui. Ma ora siate solo riverenti, state in preghiera. Quando vi chiedo di chinare il vostro capo, tenete il vostro capo chino. Ieri sera l'avete fatto molto amabilmente. E stasera fate la stessa cosa, andrà tutto bene. Siete… Tenete pronte le vostre file.

Chiniamo ora i nostri capi solo un momento.

175         Padre, mi rendo conto che questo è un grande periodo di tempo. È un tempo in cui ci troviamo faccia a faccia con l'avversario. E qui ci sono zoppi, afflitti e gente morente. Qui ci sono persone che stanno qui nella fila forse col cancro o forse con malattie di cuore. Ora io non so cosa non va in loro. Ma Tu lo dirai al Tuo servitore. E io Ti prego che Tu dia a ognuno di loro la salute perfetta. E possa ogni volta satana essere chiamato fuori e possa essere scoperto davanti all'auditorio. Possano tutti i Cristiani essere amabili, Signore, collaborare. Che stasera possiamo avere una grande riunione. Possa la Potenza dello Spirito Santo spazzare proprio tutto l'edificio, guarire tutti coloro che sono nell'edificio, perché lo chiediamo nel Nome di Gesù. Amen.

Cantiamolo solo una volta, se volete.

Sol abbi fé…

Siate tutti riverenti il più possibile che potete.

Tutto è possibile, sol abbi fé;

Sol abbi fé, sol abbi fé,

Tutto è possibile sol abbi fé.

Mi chiedo se ora potessimo cantarlo;

Ora io credo…

176         Quanti lo credono? Alzate la vostra mano mentre lo cantiamo.

… ora io credo, (Lode al Signore!)

177          [Parte del nastro non incisa. È cominciata la fila di preghiera. - Ed.]… ha un cancro o un male femminile. E solo un momento; essi colpiscono in modo quasi simile. [Il Fratello Branham fa una pausa. - Ed.] È un male femminile, ecco che cos'è. Esatto? Sì. Certamente. Sebbene sia quasi un cancro, è di questo che si tratta. La vita non è stata un facile "letto di fiori" per te, vero? No. Hai avuto molte malattie…

IN ALTO